“Prendiamo atto che Stellantis e Ministro del Made in Italy, Adolfo Urso hanno dialogato in sinergia unitaria con tutti gli attori, per un progetto da portare avanti in Italia. E’ stato tanto più apprezzabile sentir dichiarare dal governo la disponibilità di risorse importanti per incentivi green”.

E’ quanto dichiarano il Segretario Regionale dell’Ugl Basilicata Metalmeccanici Florence Costanzo e, Giuseppe Palumbo responsabile Provinciale della federazione di Potenza dopo la discussione sul settore automobilistico con Stellantis a Palazzo Piacentini a Roma e che ha visto la partecipazione attiva dell’UglM, di altri sindacati metalmeccanici, l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica (Anfia) e rappresentanti delle Regioni.

Per l’UglM Basilicata, “Il Ministro Urso  alla presenza della sottosegretaria Bergamotto, ha pubblicamente annunciato durante l’incontro che il governo dispone di risorse significative per promuovere la transizione ecologica e incentivare l’acquisto di veicoli e sarebbe disposto a metterli in campo, in modo da poter creare le condizioni migliori per stimolare la produzione di auto di Stellantis in Italia ma a patto che, il gruppo si impegni a produrre in Italia. Nello stabilimento di Melfi (PZ) è stato illustrato il calendario delle varie auto elettriche che saranno prodotte sulla piattaforma STLA Medium per diversi marchi Stellantis. La prima vettura sarà una DS Automobiles e l’avvio della produzione avverrà nell’ultimo trimestre del 2024. Ci sarà anche una Lancia, la Gamma, in arrivo nel 2026. Dopo l’incontro di oggi, ci saranno altri cinque tavoli tecnici, si inizierà già prima delle feste natalizie, per arrivare finalmente a un piano condiviso tra Governo, azienda, regioni e parti sociali. Tavoli di lavoro presidiati dal Ministero  rispettivamente:  uno sulle produzioni e in particolare su come utilizzare i 6 miliardi di risorse del fondo automotive; un secondo tavolo sulla componentistica, efficientamento produttivo, energia e logistica; un terzo su sviluppo e innovazione del settore; uno sulla componentistica e infine  uno su occupazione e formazione. Apprezziamo lo sforzo del Ministro Urso nel rappresentare un impegno da parte del governo italiano verso la green economy e che ora la prospettiva è di destinare risorse sostanziali per supportare la transizione verso pratiche più sostenibili nel settore automobilistico. Come Ugl Metalmeccanici – concludono Costanzo e Palumbo – siamo sempre disponibili e faremo la nostra parte a difesa del marchio Stellantis, del sito lucano e di tutta la forza lavoro dello stabilimento e il suo indotto a esso collegato esistenti sul nostro territorio”.

L’articolo Tavolo Automotive, UglM Basilicata: “Bene il dialogo tra Stellantis, governo, sindacati, Regioni e Anfia” proviene da SassiLive.

Fonte: SassiLive – Read More