Il Vulture si prepara ad accogliere la nuova edizione del Basilicata International Film Festival (BIFF). L’appuntamento è fissato dal 10 al 12 ottobre 2024, con un’anteprima emozionante a Rionero nel mese di agosto.

L’edizione 2024 è stata presentata martedì 16 aprile 2024 presso il Sunset Digital Club. Durante l’evento interverranno diversi ospiti, tra cui Alberto Nigro, regista, ideatore e direttore artistico del BIFF, e Valentina Castelli, regista, produttrice e membro della giuria del BIFF. Saranno proiettati cortometraggi, tra cui “Internet Spartito” del regista Matteo Cirillo, vincitore del premio per la migliore sceneggiatura, e “Connessa” del regista Enrico Bonino, vincitore del premio “Basilicata in Corto”. Inoltre, saranno presenti i registi dei due cortometraggi: l’autrice di “Connessa”, Mariandrea Cesari, e l’attrice protagonista Ilaria Antonello.

Il BIFF non rappresenta soltanto un festival cinematografico, ma un catalizzatore di cambiamento, un faro che illumina il territorio con la potenza dell’arte e della cultura. Artisti e professionisti provenienti da ogni parte del mondo convergeranno nella suggestiva regione del Vulture per celebrare il potere trasformativo del cinema.

InnovA con il Giffoni e gli eventi passati hanno dimostrato che manifestazioni di tale portata culturale come il BIFF sono veri e propri motori di sviluppo per le regioni, anche quelle più interne. L’arte cinematografica diventa così non solo un’esperienza visiva, ma un ponte che connette comunità e stimola lo sviluppo economico e culturale.

La terza edizione del BIFF promette emozioni senza pari. Cortometraggi di alta qualità provenienti da tutto il mondo saranno proiettati e premiati, offrendo al pubblico un viaggio attraverso la diversità e l’originalità delle visioni cinematografiche contemporanee.

La giuria, composta da esperti del settore, avrà il compito di selezionare le opere più meritevoli, assegnando tre premi principali per categoria e un premio speciale per il miglior cortometraggio assoluto. Solo i primi tre classificati di ciascuna categoria avranno l’onore di ricevere un premio rappresentato da un clap con il logo del BIFF.

Le opere presentate al concorso non saranno dimenticate dopo il festival, ma entreranno a far parte dell’archivio del BIFF e della sua videoteca, utilizzati esclusivamente a scopo culturale e senza fini di lucro. Il rispetto dei diritti d’autore degli artisti è una priorità assoluta, garantendo così il riconoscimento e la tutela delle opere presentate.

Il Basilicata International Film Festival non è solamente un evento, ma un’esperienza unica che trasforma e ispira. Con il suo impatto economico e la sua missione di diffondere la cultura attraverso il cinema, continua a dimostrare che il potere dell’arte può cambiare il mondo.

L’articolo Nel Vulture la nuova edizione del Basilicata International Film Festival (BIFF) proviene da SassiLive.

Fonte: SassiLive – Read More