Inaugurata questa sera nella sala degli specchi del Palazzo Ducale Malvinni Malvezzi in piazza Duomo a Matera la mostra “MaterMatèrArt – pittura scultura e design”, la fucina di arte e musa ispiratrice di artisti come Carlo Levi, Pierpaolo Pasolini, Rocco Scotellaro, Giuseppe Tornatore. Al vernissage hanno partecipato gli artisti delle opere in mostra: Artmare di Franco Giacintucci, Fulvio Bucelli, Carla D’Alessandro, Yuriko Damiani, Vita Malvaso, Giulio Orioli.

MaterMatèrArt è un vernissage volto a sensibilizzare, affascinare e stupire l’animo dello spettatore attraverso le opere inedite realizzate da un gruppo di sei artisti uniti dal comune desiderio di confrontarsi, mescolarsi e dar vita ad un progetto di arte moderna e contemporanea che va dalla pittura alla scultura attraversando il design.

MaterMatèrArt nasce da un’idea di Federico Romano dopo l’incontro con Vita Malvaso, entrambi impegnati in primo piano nel mondo dell’arte, rispettivamente come organizzatore di eventi e artista. La comune passione per l’arte e l’amore per Matera e il suo immenso patrimonio architettonico ed artistico riconosciuto in tutto il mondo attraverso molteplici arti hanno fatto sì che questo progetto prendesse vita.

Ad ospitare le creazioni artistiche realizzate per MaterMaterArt è la prestigiosa cornice del Palazzo ducale Malvinni Malvezzi di Matera con i suoi raffinati saloni. Il Palazzo prende il nome dalla famiglia che lo abitò dal ‘400 fino agli anni 60 del secolo scorso, attualmente è di proprietà dell’Amministrazione Provinciale di Matera, che ha concesso gli spazi espositivi, ed è normalmente chiuso al pubblico. In occasione del vernissage gli ospiti possono ammirare gli interni del Palazzo ducale ed accedere al salone più importante: la Sala degli Specchi.

Il vernissage MaterMatèrArt vuole rappresentare con questa veste e per le sue finalità, uno degli eventi più rilevanti di aggregazione artistica e sociale, rinvigorendo così il titolo di Capitale europea della cultura 2019 di cui Matera orgogliosamente si fregia. Un appuntamento al quale interverranno rappresentanti delle Istituzioni che hanno sostenuto l’evento con i loro patrocini.

Protagoniste della serata, saranno oltre cento creazioni e interpretazioni pittoriche, scultoree e di design realizzate da sei artisti del panorama nazionale ed internazionale: Artmare di Franco Giacintucci, Fulvio Bucelli, Carla D’Alessandro, Yuriko Damiani, Vita Malvaso, Giulio Orioli.

Questi sono i Maestri creativi, fortemente voluti e chiamati a partecipare dal direttore artistico Federico Romano per le diversità delle loro tecniche, l’originalità dei materiali utilizzati, la molteplicità dei loro contenuti escatologici e dei messaggi sociali racchiusi nelle loro Opere. Durante la serata le opere esposte saranno affiancate dai loro autori che saranno a disposizione del pubblico che interverrà.

“Da sempre sostengo che la diversità debba esser intesa come inclusione, interazione e arricchimento intellettuale ed emozionale. Essa è ricchezza, è un valore della comunità e in quanto tale, è importante da conservare e stimolare . MaterMatèrArt non è solo pittura, scultura e design, ma è cultura, è la storia di vite raccontate in scene di vissuto quotidiano, linee, curve, colori e materiali forgiati dagli artisti espositori. È un intreccio di tradizioni del passato, di scenari di vita immersi nell’attualità della contemporanea scena mondiale.

Federico Romano: “Organizzare MaterMatèrArt significa lanciare un messaggio di integrazione e collaborazione tra donne e uomini di diversi popoli, scritto con la delicatezza di arte e bellezza, delineato dalle tinte forti dei suoi contenuti”.

La mostra resterà aperta fino al 5 giugno 2024, tutti i giorni con orario continuato 10.00 / 21.00. L’ingresso sarà libero così da permettere al grande pubblico di visionare le opere.

Testimonial della serata inaugurale l’attore Nando Irene, conosciuto al grande pubblico per il ruolo del Maresciallo Lamacchia nella serie tv targata Rai “Imma Tataranni – sostituto procuratore”, sua anche l’interpretazione del personaggio Michele nella pellicola “La luce nella masseria” distribuito da Rai fiction. A lui, inoltre, è affidata la direzione generale del Matera Film Festival. Nando Irene è così il testimonial ideale di un vernissage a 360 gradi, tra pittura, scultura e design, che strizza l’occhio al cinema denominato “La settima Arte”.

Federico Romano ha condotto l’evento inaugurale in compagnia di Rossella Montemurro, giornalista professionista, scrittrice e direttore di redazione.

Gli organizzatori ringraziano Isabella Grassano, Gian Piero Romano, Alessandro Bernardini, Marianna Di Cesare, Carlo Iuorno, Mario, Francesco e Nicola Schiuma, Biagio Capolupo, Francesco D’Imperio, Brunella Massenzio, Fabio Musolino, Alessandro Masciandaro, Maria Antonietta Roselli, Associazione “Ce.Ma.Ci.”

La fotogallery della mostra “MaterMatèrArt – pittura, scultura e design” (foto www.SassiLive.it)



















































L’articolo Inaugurata mostra “MaterMatèrArt – pittura, scultura e design” a Matera: report e foto proviene da SassiLive.

Fonte: SassiLive – Read More