Aggregatore di feed

POTENZA: ERGASTOLO BANCARIO, Union Pmi lancia una raccolta firme per condonare arretrati di 5 rate

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 17:07

“Così gli imprenditori ritornerebbero in bonis nel sistema creditizio”

Una raccolta firme per condonare arretrati di 5 rate, con una differenza minima di 5 mila euro, sul prestito di 25 mila previsto dal decreto per le imprese. Così, gli imprenditori ritornerebbero in bonis nel sistema creditizio, ricominciando ad operare con gli istituti di credito, secondo Union Pmi.

16 milioni di italiani segnalati nelle banche dati.

6 milioni di italiani hanno regolarizzato la propria posizione ma restano segnalati.

38 milioni, il numero dei contribuenti.

5 milioni e 300 mila, le partite iva.

2 milione e 100 mila, le partite iva segnalate.

Questi i dati su cui Union Pmi lancia la sua ultima provocazione.  “Dopo aver letto tali numeri – ha dichiarato il Presidente, Pasquale D’Alena – che senso ha il decreto liquidità erogato dalle banche?”

Una voce, quella della Confederazione, sempre più decisa e determinata, nella realizzazione di opzioni concrete da poter realizzare a favore degli imprenditori.

“Le banche non danno soldi alle imprese – ha continuato D’Alena – che almeno restituiscano due mensilità, cioè il periodo di chiusura, sulla base del fatturato del 2019. Questo – ha concluso il Presidente, sarebbe un decreto a favore delle partite iva”.

La proposta firmata Union Pmi sarebbe un vero atto di solidarietà dello Stato, nei riguardi delle imprese, già in difficoltà e ora a rischio chiusura. Sarebbe un vero e proprio paracadute sociale, come quello creato per il reddito di cittadinanza. Sarebbe ridare una seconda possibilità, agli imprenditori che lottano per la sopravvivenza.

“Chi uccide, riceve un condono. Chi paga in ritardo, ergastolo bancario: Rivoluzioniamo il sistema!”

 8 total views,  8 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Emergenza Covid-19, Rosa: L’assessore regionale all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 16:50

Emergenza Covid-19, Rosa: l’azione della Giunta è stata incisiva

  “In queste settimane il nostro sistema sanitario è stato messo alla prova ed ha fatto emergere tutte le sue carenze rendendo ancora più pressante l’esigenza di una riforma seria e mirata a soddisfare i bisogni dei cittadini.

Dalle crisi bisogna saper cogliere gli spunti affinché si migliori. Nessuno può misconoscere la carente situazione in cui versa il sistema sanitario regionale grazie alle scellerate decisioni del passato. Lo sforzo compiuto dai sanitari e dai medici, in tale situazione, è stato titanico. L’azione della Giunta è stata incisiva tenuto conto della situazione di partenza e di un contesto nazionale non favorevole. Dunque, questa è l’occasione per rimediare agli errori del passato che hanno reso la nostra sanità debole. È giunto il momento di accelerare su una seria riforma della nostra sanità.

Di contro il fatto che da un sondaggio emerga che i lucani ritengono soddisfacente la gestione dell’emergenza non ci basta. Noi vogliamo che i lucani possano essere orgogliosi della nostra sanità. Ed è questa la finalità dei sondaggi commissionati ad ottobre scorso, non in piena emergenza; finalità che è chiara anche nella determina di affidamento che, evidentemente, pochi si sono presi la briga di leggere: verificare il livello della performance dell’ente Regione.

Mi rendo conto che, in questo periodo, lo sport più praticato è cercare la polemica a tutti i costi, creare uno scandalo anche quando non c’è e tentare di nascondere i risultati positivi della gestione Bardi perché si è troppo poco onesti intellettualmente per ammettere che siamo sulla strada giusta.

Vogliamo criticare la spesa per i famosi sondaggi? Facciamolo con consapevolezza, ricordando: che si tratta di un affidamento fatto ad ottobre 2019, sei mesi orsono e nessuno ha proferito parola, e che quindi l’emergenza non c’entra nulla, che si tratta di tre sondaggi in sei mesi e non è colpa di Bardi se uno di essi è capitato in piena crisi coronavirus, che è stata fatta una comparazione dei prezzi medi per sondaggi, come emerge dalla determina, e la Regione ha speso una cifra al di sotto della cifra più bassa spesa da altri Enti centrali e regionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri, Istat, Regione Lombardia).

È ovvio che critiche sulle spese non possono provenire, però, da chi ha sperperato centinaia di migliaia di euro in comunicazione. Ed il riferimento a Pittella e Braia non è casuale. Ricordiamo ancora ad esempio i 207.400 euro elargiti per la gestione delle pagine social dell’ex presidente e le svariate migliaia di euro per la promozione degli eventi del PSR regionale.

Si vuol criticare lo strumento del sondaggio per misurare i risultati della gestione amministrativa, la soddisfazione dei cittadini e, nel caso sia negativa, avere uno strumento per migliorare? Va benissimo. Ma che siano critiche concrete e non strumentali che permettano al Governo regionale di conoscere se per i lucani si sta facendo bene.

Però, quando a parlare sono i massimi promotori dei sondaggi on line, come i grillini, o quella parte di opposizione che, ancora oggi, non si fa capace di aver perso il potere e che, per ovvii motivi,  non può dichiarare apprezzamento per l’azione regionale, pena un totale screditamento personale e politico, è evidente che le polemiche sono solo gesti puerili e scomposti di chi non ha argomenti.

-I lucani, invece, devono sapere che la loro opinione, per la Giunta Bardi, è importante; che le loro esigenze e i loro bisogni sono quelli che muovono l’azione amministrativa; che saranno sempre ascoltati. Del resto, siamo qui per lavorare per loro”.

 11 total views,  11 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Emergenza Covid-19, Rosa: l’azione della Giunta è stata incisiva

Basilicatanet - Lun, 20/04/2020 - 15:31
L’assessore regionale all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“In queste settimane il nostro sistema sanitario è stato messo alla prova ed ha fatto emergere tutte le sue carenze rendendo ancora più pressante l’esigenza di una riforma seria e mirata a soddisfare i bisogni dei cittadini.

Dalle crisi bisogna saper cogliere gli spunti affinché si migliori. Nessuno può misconoscere la carente situazione in cui versa il sistema sanitario regionale grazie alle scellerate decisioni del passato. Lo sforzo compiuto dai sanitari e dai medici, in tale situazione, è stato titanico. L’azione della Giunta è stata incisiva tenuto conto della situazione di partenza e di un contesto nazionale non favorevole. Dunque, questa è l’occasione per rimediare agli errori del passato che hanno reso la nostra sanità debole. È giunto il momento di accelerare su una seria riforma della nostra sanità.

Di contro il fatto che da un sondaggio emerga che i lucani ritengono soddisfacente la gestione dell’emergenza non ci basta. Noi vogliamo che i lucani possano essere orgogliosi della nostra sanità. Ed è questa la finalità dei sondaggi commissionati ad ottobre scorso, non in piena emergenza; finalità che è chiara anche nella determina di affidamento che, evidentemente, pochi si sono presi la briga di leggere: verificare il livello della performance dell’ente Regione.

Mi rendo conto che, in questo periodo, lo sport più praticato è cercare la polemica a tutti i costi, creare uno scandalo anche quando non c’è e tentare di nascondere i risultati positivi della gestione Bardi perché si è troppo poco onesti intellettualmente per ammettere che siamo sulla strada giusta.

Vogliamo criticare la spesa per i famosi sondaggi? Facciamolo con consapevolezza, ricordando: che si tratta di un affidamento fatto ad ottobre 2019, sei mesi orsono e nessuno ha proferito parola, e che quindi l’emergenza non c’entra nulla, che si tratta di tre sondaggi in sei mesi e non è colpa di Bardi se uno di essi è capitato in piena crisi coronavirus, che è stata fatta una comparazione dei prezzi medi per sondaggi, come emerge dalla determina, e la Regione ha speso una cifra al di sotto della cifra più bassa spesa da altri Enti centrali e regionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri, Istat, Regione Lombardia).

È ovvio che critiche sulle spese non possono provenire, però, da chi ha sperperato centinaia di migliaia di euro in comunicazione. Ed il riferimento a Pittella e Braia non è casuale. Ricordiamo ancora ad esempio i 207.400 euro elargiti per la gestione delle pagine social dell’ex presidente e le svariate migliaia di euro per la promozione degli eventi del PSR regionale.

Si vuol criticare lo strumento del sondaggio per misurare i risultati della gestione amministrativa, la soddisfazione dei cittadini e, nel caso sia negativa, avere uno strumento per migliorare? Va benissimo. Ma che siano critiche concrete e non strumentali che permettano al Governo regionale di conoscere se per i lucani si sta facendo bene.

Però, quando a parlare sono i massimi promotori dei sondaggi on line, come i grillini, o quella parte di opposizione che, ancora oggi, non si fa capace di aver perso il potere e che, per ovvii motivi, non può dichiarare apprezzamento per l’azione regionale, pena un totale screditamento personale e politico, è evidente che le polemiche sono solo gesti puerili e scomposti di chi non ha argomenti.

I lucani, invece, devono sapere che la loro opinione, per la Giunta Bardi, è importante; che le loro esigenze e i loro bisogni sono quelli che muovono l’azione amministrativa; che saranno sempre ascoltati. Del resto, siamo qui per lavorare per loro”. 

POTENZA: LA GRAFICA DEI RISULTATO ODIERNO(ZERO POSITIVI IN BASILICATA)

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 12:46

IN BASILICATA  SU 242 TAMPONI  ZERO INFETTI

 

 

 

 

I COMUNI INTERESSATI

 

 

 

 

IL PICCO

L’ANDAMENTO

 

 

 

 

 

 

 28 total views,  28 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: LETTERA AL PRESIDENTE CONTE: RIPRENDA IL SUD LE ATTIVITA’ ECONOMICHE

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 12:30
Sono circa 700 i firmatari tra cui molti docenti universitari, giornalisti, scrittori, politici, di una lettera aperta inviata al Presidente del Consiglio  Giuseppe Conte per chiedere che la ripresa delle attività economiche,  avvenga prima nelle regioni del Sud, dopo la chiusura delle attività e le limitazioni del nostro Paese.

La diffusione del virus non ha avuto le stesse conseguenze in tutto il Paese, nonostante gli spostamenti di molte migliaia di persone dalle aree del nord a quelle meridionali,  è evidente la differenza tra il Nord devastato e un Sud appena sfiorato e quasi illeso.

Le attività economiche riprenderanno gradualmente a seconda delle indicazioni degli istituti sanitari, ma sono diversi gli esperti di settore che propongono una ripartenza delle regioni meridionali meno colpite dalla diffusione del virus  con la convinzione che questo potrebbe accelerare anche il  riavvio dell’economia del Nord.

La ripartenza del Meridione darebbe ossigeno alle imprese e nuovi investimenti nell’agroalimentare, nella tecnologia o nell’informatica e ciò darebbe sostegno alle famiglie che versano in condizioni di povertà e di precarietà più che nel resto del Paese, traendo rendimenti, come dicono gli esperti, anche nelle aree economicamente più industrializzate. Il momento storico grave sarebbe un’occasione per rendere il Paese unitario ed equo per infrastrutture, servizi e diritti.

link lettera aperta:

https://www.change.org/p/giuseppe-conte-lettera-al-presidente-conte-ripartenza-da-sud-per-non-perdere-tempo-e-unire-il-paese?recruiter=1078063803&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_petition&recruited_by_id=24c96d40-824b-11ea-8483-d10bec288e5f&utm_content=starter_fb_share_content_it-it%3Av7

cordiali saluti

 26 total views,  26 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: MOBILITA’ SOSTENIBILE(Lettera al Sindaco Guarente)

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 12:12

Lettera al Sindaco Guarente sulla mobilità sostenibile.

In questi giorni in cui la task force di Colao ha proposto l’uso della biciletta come strumento per agevolare le forme di mobilità più sicure alla ripartenza dal lockdown, proposta condivisa da Sala, Sindaco di Milano, anche Mario Guarente si è pubblicamente espresso in questa direzione, rivalutando l’uso della bicicletta come strumento di trasporto urbano e arrivando a considerare anche l’utilità dei monopattini.

Ebbene, caro Sindaco, sul tema della mobilità ciclabile siamo d’accordo con te. Non solo perché faceva parte del nostro programma, ma perché condividiamo l’idea che puntare ad una mobilità sostenibile possa non solo agevolare la fase di ripartenza ma, nel complesso, sia un tema importante da affrontare anche per il dopo nell’interesse dei cittadini. Posizione che è condivisa ad esempio anche da Legambiente, che in questi giorni ha recapitato ai sindaci dei comuni italiani, compreso Potenza, una proposta per fuoriuscire dal blocco da Covid19 sperimentando nuovi percorsi di sviluppo, indicando talune modalità di intervento  e ricordando che la legge di bilancio 2020 ha previsto un fondo di 150 milioni per il triennio 2022-24, destinato al finanziamento al 50 per cento del  costo complessivo  degli  interventi  di  realizzazione  di   nuove   piste ciclabili urbane. Tuttavia per accedere a quelle risorse i comuni dovranno dimostrare di aver approvato in via  definitiva strumenti  di  pianificazione  dai quali si evinca la volontà  dell’ente  di  procedere  allo  sviluppo strategico della rete ciclabile urbana.

Dunque, se davvero vogliamo determinare una svolta verso una mobilità sostenibile, oltre ad immaginare possibili soluzioni contingenti connesse alla necessità di garantire spostamenti “sicuri” nella fase di riapertura delle attività, riteniamo che sia opportuno affrontare sfide di medio periodo per prepararci, ad esempio, ad utilizzare le opportunità previste dalla legge di bilancio e dunque individuare le risorse per assicurare la quota di cofinanziamento ed adottare gli strumenti di pianificazione utili, quali il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), ormai datato 2008. Sarebbe questa anche l’occasione per chiudere il circuito urbano della rete ciclabile, già prevista e finanziata con 2 Milioni di euro (su fondi FESR 2014-2020 ITI-Potenza) che, ad oggi sarebbero invece insufficienti al suo completamento.

In questo percorso, caro Sindaco, ti suggeriamo di non rendere l’amministrazione autoreferenziale, e non ci riferiamo al mero coinvolgimento delle opposizioni che sarebbe criterio di ordinarietà nella dialettica consiliare, ma di aprire il confronto con i soggetti del territorio che hanno opzioni e contributi da offrire: la FIAB, l’Università, le associazioni ambientaliste e culturali per dirne alcuni.

Solo così, a nostro giudizio, sul tema della mobilità sostenibile la nostra città potrà riuscire a transitare positivamente da una fase di emergenza ad una quotidianità improntata al miglioramento della qualità di vita dei nostri concittadini.

La Basilicata Possibile

 26 total views,  26 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19 aggiornamento del 20 aprile (dati 19 aprile) effettuati 340 test RISULTATI TUTTI NEGATIVI

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 11:54

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 20 aprile (dati 19 aprile)

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 19 aprile, sono stati effettuati 340 test per l’infezione da Covid – 19, risultati tutti negativi.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 242. Ieri erano 247, ai quali vanno sottratte 5 persone guarite, su un totale di 6868 tamponi analizzati, di cui 6524 risultati negativi.

Ai 242 positivi vanno aggiunti 24 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano, 1 di Tursi), 76 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo ed 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 66 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 19, terapia intensiva 4, pneumologia 13; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 27 e terapia intensiva 3. I lucani in isolamento domiciliare sono 176.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 21 aprile, alle ore 12,00.

 52 total views,  52 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 20 aprile (dati 19 aprile)

Basilicatanet - Lun, 20/04/2020 - 11:45
La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 19 aprile, sono stati effettuati 340 test per l’infezione da Covid – 19, risultati tutti negativi.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 242. Ieri erano 247, ai quali vanno sottratte 5 persone guarite, su un totale di 6868 tamponi analizzati, di cui 6524 risultati negativi.

Ai 242 positivi vanno aggiunti 24 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano, 1 di Tursi), 76 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo ed 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 66 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 19, terapia intensiva 4, pneumologia 13; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 27 e terapia intensiva 3. I lucani in isolamento domiciliare sono 176.

Tutti i test positivi verranno inviati all'Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 21 aprile, alle ore 12,00.

In allegato il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi. 

Avviso pubblico "Piccoli prestiti", già arrivate 340 domande

Basilicatanet - Lun, 20/04/2020 - 10:21
Al 16 aprile sono 340 le domande pervenute a Sviluppo Basilicata per l’Avviso ‘Piccoli Prestiti’ della Regione Basilicata contenuto nel pacchetto di misure a sostegno dell’emergenza Covid-19. Un primo segnale – giudicato da Regione e Sviluppo Basilicata - di particolare interesse da parte di operatori economici, imprese, professionisti, partite iva, come era prevedibile, considerando il periodo di crisi che si sta affrontando. La misura verrà sostenuta al fine di far fronte alle molteplici richieste che potranno continuare a pervenire fino alla data del 31 agosto prossimo.
L’Assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo sottolinea che “la risposta con cui imprese, professionisti e partite Iva hanno accolto la nostra misura, nonostante nel frattempo il Governo abbia messo in campo altre misure economiche, conferma la validità dello strumento di emergenza individuato. I settori che hanno partecipato sono molteplici. Per numero maggiore di domande si va dalla produzione al commercio, alla ristorazione, bar e affittacamere, alla libera professione. Evidentemente la prossimità territoriale e la consulenza che stiamo cercando di garantire al fine di ridurre l’impatto prodotto dall’attuale crisi economica connessa all’emergenza Covid sono percepite positivamente dal nostro tessuto imprenditoriale. Proprio per questo il risultato raggiunto ci spinge a proseguire ogni sforzo in questa direzione continuando a immaginare percorsi di sostegno alle imprese. Il nostro supporto quindi non si esaurirà con la misura “Piccoli Prestiti” ma contiamo di incrementare il potenziale economico per dare prime risposte all’attuale crisi. I continui contatti con il Presidente Bardi, l’attività in pieno svolgimento della task force che ho insediato, ci permetteranno di definire nuove misure di sostegno, raccogliendo indicazioni e proposte che proverranno dalle categorie. Pertanto rinnovo la rassicurazione alle imprese: non siete sole, i nostri uffici e tutti noi siamo al vostro fianco”.
L’Amministratrice Unica di Sviluppo Basilicata Gabriella Megale afferma: “Ci siamo impegnati perché questo risultato fosse raggiunto senza nessun intralcio. Ciò è confermato dal fatto che l’Avviso “Piccoli Prestiti” ha avuto un’ampia diffusione, come conferma l’iniziale grande partecipazione, e quindi abbiamo lavorato bene sia a livello comunicativo che procedurale. Su questo c’è stata un’attività incessante di tutto il personale di Sviluppo Basilicata che, di concerto con il Dipartimento Regionale, ha lavorato alacremente perché questo risultato fosse raggiunto. Noi ci siamo e abbiamo adottato la pratica del lavoro agile, con l’impegno di non lasciare nessuna delle nostre attività attuali e future indietro. Prossimamente e per tutte le altre misure che il Governo intenderà adottare noi saremo pronti a svolgere la nostra parte”.
 

POTENZA: IL LIONS CLUB POTENZA HOST DONA UN VENTILATORE POLMONARE E UNA BARELLA PER BIO CONTENIMENTO

Basilicatanews - Lun, 20/04/2020 - 10:09

IL 20 aprile 2020, alle ore 12.00, presso la sede di via Torraca dell’ASP a Potenza, il Lions Club Potenza Host donerà una barella per bio contenimento acquistata con le donazioni raccolte dal Club e un ventilatore polmonare che sarà utilizzato presso il P.O.D. di Venosa.
Sarà presente il direttore generale dell’ASP, Lorenzo Bochicchio, il direttore Sanitario, Luigi D’Angola, il presidente del Club, Massimo Maria Molinari.

 13 total views,  13 views today

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA: Lega Nazionale Dilettanti, il presidente Cosimo Sibilia su promozioni e retrocessioni in Serie C

Basilicatanews - Dom, 19/04/2020 - 18:31

 “No fughe in avanti. Le modifiche regolamentari si fanno in Consiglio Federale: i nostri club non saranno mai penalizzati”

Con riferimento alle notizie diffuse dagli organi d’informazione riguardo ad una sospensione definitiva del campionato di Serie C e, soprattutto ad un ipotizzato meccanismo di blocco di retrocessioni e di ripescaggi (oltre che di promozioni in Serie B e dal Campionato Nazionale di Serie D), la Lega Nazionale Dilettanti prende posizione, evidenziando che quanto indicato dal Consiglio Direttivo della Lega Pro alle Società in previsione dell’assemblea convocata per il 4 Maggio costituisce una semplice proposta. “Questa proposta – spiega il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia e vicepresidente vicario della FIGC – peraltro, non è stata concordata né preventivamente illustrata dal presidente della stessa Lega Pro alle altre componenti federali direttamente interessate. Ovviamente ogni modifica regolamentare sulla specifica materia deve essere valutata dal Consiglio Federale della FIGC e, sul punto, la LND intende sin da ora chiarire che nessuna soluzione penalizzante per le Società che militano nel Campionato di serie D e, di riflesso, nei Campionati di Eccellenza potrà essere approvata e trovare l’adesione dei Dilettanti”. Il presidente della LND incalza: “Risulta evidente, in ogni caso, che proprio in momenti di particolare difficoltà, come quelli che stiamo vivendo, sarebbe necessaria una condivisione di sistema e un preventivo confronto nella sede più idonea, che resta la FIGC e il suo organo direttivo. Stupisce, inoltre, che nel mentre si evidenzia una situazione di crisi che attraversa il mondo professionistico, si propongano soluzioni che non solo non tengono conto dell’attuale format ma che, in contraddizione con l’accertata problematica della sostenibilità di un numero elevato di società della sfera professionistica, soprattutto in Serie C, addirittura ne preveda un aumento”. Infine Cosimo Sibilia ribadisce la necessità, dettata dal particolare momento, di mantenere più che mai unito il mondo del calcio italiano. “La LND é certa che il Presidente Federale Gravina, che anche pubblicamente ha sottolineato l’esigenza di agire unitariamente per il bene del calcio italiano, sia di vertice che di base, saprà evitare fughe in avanti da parte di singole componenti” – conclude Sibilia.

 22 total views,  22 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS, del 19 aprile (dati 18 aprile)effettuati 472 test 469 sono risultati negativi e 3 positivi

Basilicatanews - Dom, 19/04/2020 - 12:08

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 19 aprile (dati 18 aprile)

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 18 aprile, sono stati effettuati 472 test per l’infezione da Covid–19. Di questi 469 sono risultati negativi e 3 positivi. I casi positivi riguardano:

1 San Giorgio Lucano;

1 Rotondella

1 Acerenza

Con questo aggiornamento i contagi confermati in tutta la regione sono 247 su un totale di 6528 tamponi analizzati dall’inizio dell’emergenza. Ieri erano 262, ai quali si aggiungono i 3 nuovi casi positivi e si sottraggono 17 guarigioni registrate nella giornata di ieri e 1 persona deceduta di Tursi.

Al totale dei positivi bisogna aggiungere nel complesso: 24 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano, 1 di Tursi), 71 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo e 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Al momento i pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane sono 67 così suddivisi: all’ospedale San Carlo di Potenza 20 sono in malattie infettive, 4 in terapia intensiva e 12 in pneumologia; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 27 sono in malattie infettive e 4 in terapia intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 180.

Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 20 aprile, alle ore 12,00.

In allegato il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi.

A BREVE VERRA’ DIFFUSO IL BOLLETTINO QUOTIDIANO CON I GRAFICI

 46 total views,  46 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 19 aprile (dati 18 aprile)

Basilicatanet - Dom, 19/04/2020 - 12:07
La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 18 aprile, sono stati effettuati 472 test per l’infezione da Covid–19. Di questi 469 sono risultati negativi e 3 positivi. I casi positivi riguardano:
1 il comune di San Giorgio Lucano;
1 Rotondella
1 Acerenza
Con questo aggiornamento i contagi confermati in tutta la regione sono 247 su un totale di 6528 tamponi analizzati dall’inizio dell’emergenza. Ieri erano 262, ai quali si aggiungono i 3 nuovi casi positivi e si sottraggono 17 guarigioni registrate nella giornata di ieri e 1 persona deceduta di Tursi.
Al totale dei positivi bisogna aggiungere nel complesso: 24 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano, 1 di tursi), 71 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo e 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.
Al momento i pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane sono 67 così suddivisi: all’ospedale San Carlo di Potenza 20 sono in malattie infettive, 4 in terapia intensiva e 12 in pneumologia; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 27 sono in malattie infettive e 4 in terapia intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 180.
Tutti i test positivi verranno inviati all'Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.
Il prossimo aggiornamento domani, 20 aprile, alle ore 12,00.
A breve verrà diffuso il bollettino quotidiano con i relativi grafici.
  

POTENZA: I DATI DELL’ATTIVITA’ DELLA USCO SUL TERRITORIO E LA MAPPATURA DELLE RSA E DELLE CASE DI RIPOSO

Basilicatanews - Dom, 19/04/2020 - 12:04

Continua l’attività dell’ASP di Basilicata di mappatura delle RSA e delle case di riposo della Provincia di Potenza e, in generale, delle Unità Speciali Covid-19 (USCO). Nella giornata odierna è stato completato lo screening nella RSA di Maratea.

“In questo momento le due attività principali delle USCO sono la sorveglianza attiva al domicilio dei soggetti sospetti e dei soggetti positivi mediante l’intervento del medico e degli infermieri

delle USCO, e la tamponatura degli ospiti delle RSA e delle case di cura”, ha affermato il direttore del Distretto della Salute di Lauria, il dottor Vincenzo La Regina. “Stiamo monitorando nel nostro Distretto 3 soggetti positivi, precisando che il primo paziente risultato in positivo al Covid-19 in Basilicata, l’uomo di Treccina è guarito, attraverso un programma definito in stretta sinergia con i medici di Medicina Generale che comprende anche la terapia a domicilio con i farmaci previsti dal protocollo della task force regionale. Per quanto riguarda invece l’attività di screening dei soggetti a rischio,

azione caratteristica della Regione Basilicata, oggi completiamo la mappatura della RSA di Maratea e, dalla prossima settimana, inizieremo il monitoraggio nelle case di riposo e nelle case alloggio – ha aggiunto – Un’attività fondamentale, in questo momento, che l’ASP sta portando avanti su tutto il territorio ponendo massima attenzione verso le fasce più deboli e anche più a rischio”. “Quello contro cui stiamo combattendo è un virus particolare, complesso, che conosciamo poco – ha affermato il dottor La Regina – Ecco perché è fondamentale porre la massima attenzione verso le persone fragili, monitorarle, effettuare i tamponi per garantire la massima sicurezza di tutti i pazienti delle strutture e degli operatori sanitari”.

  Ad oggi tra RSA, case di riposo, centri di Riabilitazione e reparti di Lungodegenze è stata completata la mappatura di oltre 20 strutture. Sta proseguendo inoltre l’attività di screening del personale del DEU 118 (oltre 550 unità sul territorio regionale).

Questi i dati dell’attività territoriale delle USCO
(comprensivi del numero di tamponi effettuati)

Distretto di Potenza: n. 402 triage telefonico/presa in carico di pazienti; n. 88 consulenze specialistiche; n. 14 interventi domiciliari; n. 1235 tamponi;

Distretto di Lauria: n. 116 triage telefonico/presa in carico di pazienti; n. 5 interventi domiciliari; n. 155 tamponi;
Distretto di Villa d’Agri: n. 91 triage telefonico/presa in carico di pazienti (circa 50 consulenze a Medici di Medicina Generale); n. 4 interventi domiciliari; n. 191 tamponi;
Distretto di Senise: n. 78 triage telefonico/presa in carico di pazienti; n. 2 interventi domiciliari; n. 158 tamponi;
Distretto di Venosa: n. 13 triage telefonico/presa in carico di pazienti; n. 188 tamponi;
Distretto di Melfi: n. 190 triage telefonico/presa in carico di pazienti; n. 2 interventi domiciliari; n. 99 tamponi;
Pool c/o POD Chiaromonte (squadra tamponi con funzioni di supporto alle sei USCO): n. 342 tamponi.

 33 total views,  33 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: SOCIAL CARD COVID-19, ULTERIORE FINANZIAMENTO

Basilicatanews - Dom, 19/04/2020 - 11:56

La Giunta regionale destinerà un’ ulteriore somma di 1 milione 50 mila euro al fondo istitutivo della Social Card Covid-19.

Lo riferisce l’assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Francesco Cupparo, spiegando che “il lavoro di esame delle richieste dei Comuni è attestato agli uffici del Dipartimento che ha già provveduto ad erogare ai Comuni la quota del 50 per cento del totale delle risorse destinate sulla base della rispettiva popolazione residente (Istat 2019). Dai dati pervenuti dai Comuni sul fabbisogno finanziario necessario a ripartire l’altro 50 per cento – aggiunge l’assessore – è risultato che sono 9.100 i nuclei familiari che hanno diritto alla Social  Card Covid 19 per un totale di 22 mila persone, con un fabbisogno  complessivo che sale a 3 milioni 550 mila euro. Per la volontà espressa anche dal Presidente Bardi di non lasciare indietro nessuno e quindi di soddisfare la richiesta di tutte le 22 mila persone interessate abbiamo deciso dunque di far ricorso ad un incremento rispetto alla dotazione iniziale del fondo di 2,5 milioni di euro”.

 “La nostra – aggiunge l’assessore – è una corsa contro il tempo e di questo sono riconoscente a dirigenti e personale del Dipartimento che ha velocizzato il proprio lavoro, nonostante i noti e grandi disagi. Riteniamo che in questo momento di grandi difficoltà economiche il sostegno alle famiglie rappresenti una priorità, come stiamo facendo anche nei confronti di piccoli imprenditori, operatori economici, liberi professionisti.

Ritengo che questo sia il motivo principale dell’apprezzamento che, secondo i risultati di un sondaggio dell’Istituto demoscopico Noto realizzato ad aprile, viene dai lucani all’operato del presidente Bardi e dell’intera giunta regionale anche in questa fase di gestione dell’emergenza Covid 19”.

 22 total views,  22 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Social Card Covid-19: ulteriore finanziamento

Basilicatanet - Sab, 18/04/2020 - 16:34
La Giunta regionale destinerà un’ ulteriore somma di 1 milione 50 mila euro al fondo istitutivo della Social Card Covid-19.
Lo riferisce l’assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Francesco Cupparo, spiegando che “il lavoro di esame delle richieste dei Comuni è attestato agli uffici del Dipartimento che ha già provveduto ad erogare ai Comuni la quota del 50 per cento del totale delle risorse destinate sulla base della rispettiva popolazione residente (Istat 2019). Dai dati pervenuti dai Comuni sul fabbisogno finanziario necessario a ripartire l’altro 50 per cento – aggiunge l’assessore – è risultato che sono 9.100 i nuclei familiari che hanno diritto alla Social Card Covid 19 per un totale di 22 mila persone, con un fabbisogno complessivo che sale a 3 milioni 550 mila euro. Per la volontà espressa anche dal Presidente Bardi di non lasciare indietro nessuno e quindi di soddisfare la richiesta di tutte le 22 mila persone interessate abbiamo deciso dunque di far ricorso ad un incremento rispetto alla dotazione iniziale del fondo di 2,5 milioni di euro”.

“La nostra - aggiunge l’assessore - è una corsa contro il tempo e di questo sono riconoscente a dirigenti e personale del Dipartimento che ha velocizzato il proprio lavoro, nonostante i noti e grandi disagi. Riteniamo che in questo momento di grandi difficoltà economiche il sostegno alle famiglie rappresenti una priorità, come stiamo facendo anche nei confronti di piccoli imprenditori, operatori economici, liberi professionisti.
Ritengo che questo sia il motivo principale dell’apprezzamento che, secondo i risultati di un sondaggio dell’Istituto demoscopico Noto realizzato ad aprile, viene dai lucani all’operato del presidente Bardi e dell’intera giunta regionale anche in questa fase di gestione dell'emergenza Covid 19”.


  

POTENZA: EMERGENZA CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTO DEL 18 APRILE(DATI 17 APRILE)effettuati 346 test 344 sono risultati negativi e 2 positivi. 

Basilicatanews - Sab, 18/04/2020 - 11:58
Emergenza Covid-19, aggiornamento del 18 aprile (dati 17 aprile)

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 17 aprile, sono stati effettuati 346 test per l’infezione da Covid–19. Di questi 344 sono risultati negativi e 2 positivi. I casi positivi riguardano:

 1 il comune di San Giorgio Lucano;

 1 il comune di Pisticci.

 Con questo aggiornamento i contagi confermati in tutta la regione sono 262 su un totale di 6056 tamponi analizzati dall’inizio dell’emergenza. Ieri erano 266, ai quali si aggiungono i 2 nuovi casi e si sottraggono 5 guarigioni registrate nella giornata di ieri e 1 persona deceduta.

 Ai 262 positivi bisogna aggiungere nel complesso 23 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano), 54 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo e 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Al momento i pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane sono 68 così suddivisi: all’ospedale San Carlo di Potenza 18 sono in malattie infettive, 4 in terapia intensiva e 12 in pneumologia; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 30 sono in malattie infettive e 4 in terapia intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 194.

 Tutti i test positivi verranno inviati all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 19 aprile, alle ore 12,00.

 41 total views,  41 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: Coronavirus: Fondazione Matera Basilicata 2019 realizza e dona materiali utili ai sanitari che combattono il Covid-19

Basilicatanews - Sab, 18/04/2020 - 11:54

La Fondazione Matera Basilicata 2019, attraverso la sua Open Design School, il laboratorio sperimentale di design, progetto pilastro del programma e della legacy di Mater

a 2019, sta mettendo in campo una serie di attività a supporto del personale sanitario che si trova in prima linea nell’attuale emergenza da Coronavirus.

La Fondazione ha messo a disposizione strumenti e professionisti di Open Design School per la creazione di 500 scudi facciali da destinare agli operatori che lavorano in strutture sanitarie della Basilicata. Tale attività è inserita nel progetto di fabbricazione digitale diffusa sviluppato da Officine Mediterranee, rete di fab lab del Sud Italia, coordinata dall’associazione Syskrack di Grassano (MT), mediante il coinvolgimento di makers, professionisti, artigiani digitali e medici, su richiesta del 118 Basilicata e in coordinamento con la Protezione Civile Regionale per l’attività di distribuzione. Vista la nuova richiesta di altri 500 scudi, l’associazione Syskrack ha lanciato una raccolta fondi per l’acquisto dei materiali necessari alla produzione, fino ad ora recuperati dagli stessi makers: supporti in plastica creati con stampante 3D, elastici, supporti in gomma, fogli in PVC/PET.

  Per la terapia intensiva dell’Ospedale “Madonna delle Grazie di Matera”, la Fondazione ha prodotto, in collaborazione con makers locali, teche in plexiglass che permettono di ridurre il rischio di contaminazione del personale sanitario durante le manovre a cui viene sottoposto il paziente Covid-19, a cominciare dalla intubazione, fornendo un ulteriore sistema di protezione. L’idea è nata da una sollecitazione di Francesco Zuccaro, medico presso il nosocomio materano, nonché appassionato di open data e open culture, che ha proposto al team di Open Design School la realizzazione di un “aerosol box” ideato da un medico di Taiwan e validato in un articolo del “The New England Journal of Medicine” da un team di medici di Boston (link: https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2007589) che ne ha testato l’efficacia protettiva attraverso simulazione. Dopo la riuscita di questo primo esperimento, il team di Open Design School realizzerà delle nuove teche da destinare ad altri ospedali lucani.

Infine, la Fondazione Matera Basilicata 2019, sempre con l’Open Design School, fornirà il suo sostegno al laboratorio di sartoria della Silent Academy della Cooperativa Il Sicomoro, dove i ragazzi del progetto SPRAR e gli operatori hanno avviato una piccola produzione di mascherine realizzate con tessuti africani, con il comune obiettivo di rendersi utili in un momento così difficile per l’intera comunità. “Continuiamo a sentire forte – spiega Michele Plati, Presidente della cooperativa –  il bisogno di raccontare e scrivere “storie di integrazione” attraverso i colori vivaci delle stoffe, attraverso quelle cuciture profonde che uniscono tessuti e vissuti”. Le mascherine sono realizzate con due strati di cotone; quello interno è apribile per permettere l’inserimento di un panno filtrante. Le mascherine vengono tagliate, cucite, lavate a 40° e stirate con ferro a vapore a 100°. Il prodotto finale è lavabile per poter essere igienizzato e il filtro può essere giornalmente sostituito.

“Siamo molto orgogliosi – sottolinea il Presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce – di poter mettere le migliori competenze sviluppate attraverso l’esperienza di Matera 2019 a disposizione del territorio in questa grande emergenza sanitaria. Cultura è infatti anche prendersi cura, in maniera concreta, delle persone, unendo le forze e cercando sempre nuove soluzioni alle sfide della contemporaneità. In questo, l’Open Design School della Fondazione rappresenta davvero un laboratorio di sperimentazione al servizio della comunità, che vogliamo valorizzare tra le principali eredità del 2019”

 24 total views,  24 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 18 aprile (dati 17 aprile)

Basilicatanet - Sab, 18/04/2020 - 11:49
La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 17 aprile, sono stati effettuati 346 test per l’infezione da Covid–19. Di questi 344 sono risultati negativi e 2 positivi. I casi positivi riguardano:

1 il comune di San Giorgio Lucano;

1 il comune di Pisticci.


Con questo aggiornamento i contagi confermati in tutta la regione sono 262 su un totale di 6056 tamponi analizzati dall’inizio dell’emergenza. Ieri erano 266, ai quali si aggiungono i 2 nuovi casi e si sottraggono 5 guarigioni registrate nella giornata di ieri e 1 persona deceduta.

Ai 262 positivi bisogna aggiungere nel complesso 23 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 1 di Avigliano), 54 persone guarite, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 1 paziente di Gioia del Colle, 1 paziente di Padula Buonabitacolo riscontrato dall’Aor San Carlo e 8 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove attualmente si trovano in isolamento domiciliare.

Al momento i pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane sono 68 così suddivisi: all’ospedale San Carlo di Potenza 18 sono in malattie infettive, 4 in terapia intensiva e 12 in pneumologia; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 30 sono in malattie infettive e 4 in terapia intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 194.

Tutti i test positivi verranno inviati all'Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti avuti dalle persone risultate positive.

Il prossimo aggiornamento domani, 19 aprile, alle ore 12,00.

In allegato il bollettino quotidiano con tutti i dati riassuntivi.
  

TRICARICO: UN CORO DI VOCI PER IL COMPLEANNO DI ROCCO SCOTELLARO

Basilicatanews - Sab, 18/04/2020 - 11:44

Dal Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano al paesologo Franco Arminio, dall’attore Rocco Papaleo allo scrittore Paolo Rumiz, dall’attivista Vladimir Luxuria all’artista Mariangela Capossela, dal musicista Brunori Sas al compositore Yuval Avital fino ai cittadini di Tricarico, uno speciale ricordo dell’alfiere del mondo contadino

Il 19 aprile, nel silenzio di uno dei tanti paesi italiani lasciati vuoti a causa dell’epidemia da Coronavirus, un coro di voci, fra cui quelle di alcuni personaggi della cultura e delle istituzioni, festeggerà il 97esimo anniversario dalla nascita di un illustre cittadino di Tricarico, che nella sua breve ma intensa vita si è battuto per dare voce e speranza a coloro che non ne avevano: il poeta, scrittore, politico lucano, Rocco Scotellaro.

Questa speciale festa di compleanno, nata da un’idea dei giovani dell’associazione di promozione sociale PLANAR di Tricarico, in collaborazione con il Comune di Tricarico, la Pro Loco di Tricarico, la Caritas diocesana e la Fondazione Matera Basilicata 2019, sarà trasmessa via web, per allargare il più possibile la partecipazione in tempo di quarantena.

L’iniziativa, che rappresenta una nuova tappa di avvicinamento alle celebrazioni del centenario della nascita di Scotellaro, si inserisce sulla scia del progetto di Matera 2019 “Capitale per un giorno”, attraverso cui ogni comune lucano è stato chiamato a valorizzare il proprio patrimonio nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura, con l’obiettivo di rilanciare la centralità della cultura in questo particolare momento storico.

Alle 11:30 sarà lanciato via social lo spot video dell’iniziativa, con i versi della poesia di Scotellaro “Sempre nuova è l’alba”, definita da Carlo Levi “la marsigliese contadina”.

Alle 16:30, dalla Torre Normanna che domina la cittadina di Tricarico, un’istallazione farà risuonare fra le vie del centro lucano le letture di poesie e racconti di Scotellaro, con le voci di personaggi noti, legati in qualche modo alla figura del poeta: il Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, il paesologo Franco Arminio, l’attore Rocco Papaleo, lo scrittore Paolo Rumiz, l’attivista Vladimir Luxuria, l’artista Mariangela Capossela, il musicista Brunori Sas, il compositore Yuval Avital, il giornalista Oscar Iarussi, il Direttore di Matera 2019, Paolo Verri e la manager Rossella Tarantino.  Le letture di questo coro di voci saranno trasmesse in diretta streaming sui canali social degli organizzatori e condivise su quelli di Matera 2019.

Alle 20:30 sarà trasmesso infine sulla pagina Facebook del Comune di Tricarico un video realizzato con il contributo di cittadini, artisti, docenti e personalità locali che daranno voce a poesie e riflessioni sulla figura del sindaco-poeta della cittadina lucana.

Quella di celebrare con una festa la nascita di Scotellaro, è un’idea nata nel 2018 dalla collaborazione fra Pro Loco di Tricarico, Comune di Tricarico e Fondazione Matera Basilicata 2019, quando per l’occasione venne organizzata una giornata intera di attività nel comune del materano, fra cui la realizzazione di un grande murale con il volto del poeta, i laboratori di poesia per bambini, e lo spettacolo teatrale “I fuochi di San Pancrazio” ispirato al soggetto cinematografico inserito nella raccolta di inediti “Giovani soli” di Scotellaro, scritto con la supervisione di Carlo Levi. Nell’agosto 2019, per Tricarico “Capitale per un giorno” il Comune, con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e in collaborazione con il Teatro Rigodon di Rieti, ha invece portato in scena “Il Battello Ebbro”, rappresentazione teatrale ispirata ai versi metafisici di Scotellaro, in una lettura inedita della sua opera, ed inaugurato una mostra- installazione fotografica dedicata al Poeta.

 24 total views,  24 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine