Aggregatore di feed

Infrastrutture viarie: incontro del presidente Bardi con l’Anas

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 17:04
Questa mattina, nella sede della regione Basilicata, si sono incontrati il Presidente bardi e l’amministratore delegato Simonini
Al centro del colloquio lo stato dell’arte delle infrastrutture lucane in gestione all’Anas e la sinergia e collaborazione con la Regione Basilicata che contribuisce anche con fondi propri.
Tra i dossier discussi la realizzazione dello spartitraffico sul tratto Calciano-Metaponto della strada 407 Basentana sul quale l’ANAS ha riferito che l’11 novembre è avvenuta la consegna per il primo lotto; mentre per i prossimi mesi saranno consegnati ulteriori due lotti per un totale di 30 milioni di euro.
Sulla realizzazione dei lotti sulla statale 658 Potenza-Melfi, l’ANAS ha annunciato che entro 10 giorni da oggi i lavori riprenderanno.
Mentre nel frattempo si sta valutando l’ipotesi di realizzare la terza corsia con l’ampliamento dell’attuale sede viaria.
Per il 2020 per l’azienda di stato ci sarà la progettazione esecutiva e la pubblicazione del bando per l’affidamento dei lavori relativi strada statale 18 di Maratea.
La regione Basilicata ha chiesto di accelerare l’iter progettuale per il complemento della fondovalle del Sauro e l’adeguamento della strada statale 97 Laurenzana-Corleto Perticara per la quale via l’ANAS ha assunto l’impegno di completare la progettazione finale entro il 2020.
Bardi e Simonini hanno annunciato un programma di infrastrutture su l’intero territorio per un importo complessivo già stanziato di 500 milioni di euro.
Da parte sua l’ANAS si è detta disponibile ad aiutare la regione ad implementare le infrastrutture lucane.





Categorie: Notizie Basilicata

Made in Basilicata: domani protagonisti Campomaggiore e Acerenza

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 14:59
Domani, giovedì 28 novembre alle ore 7,50 quarto appuntamento con la rubrica “Made in Basilicata” su Rai 1 all’interno del programma Uno Mattina. Ne dà notizia l’Ufficio regionale Sistemi turistici e culturali.  
“Alle pendici delle piccole Dolomiti lucane – spiega - sorge Campomaggiore, un paesino in cui si ha la sensazione di vivere a metà tra passato e presente.
Qui nel 1968 il signor Battista aprì un frantoio che ogni anno ripete l’antico rito: unire solo due varietà di olive lucane, la Justa e la Majatica, per dar vita a un olio extra vergine che racconta la nostra tradizione e la passione di sempre.
Il nipote, Gianni, ci racconterà ogni segreto di questo olio extra vergine di altura che, grazie al suo equilibrio, alla sua armonia e alle sue spiccate proprietà salutistiche, viene venduto in farmacia e selezionato ogni anno dalle guide di Slow Food, Gambero Rosso e Flos Olei”.
Nella seconda parte, la trasmissione si sposta ad Acerenza, “un borgo che viene considerato da sempre uno dei più belli d’Italia. In questa suggestiva scenografia, fatta di colline, di generose campagne, di fiumi ed antiche pietre intrise di storia, si colloca la produzione del Panettone più buono d’Italia, il panettone di Vincenzo. La famiglia, il territorio, la qualità e una ricetta originale: ecco il segreto dell’antica Arte dell’azienda fondata nel 1957”.
La rubrica rientra nelle attività di comunicazione previste dall’accordo firmato dalla Regione Basilicata e dalla Rai.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Garanzia Giovani, in programma eventi per fare il punto

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 14:27

E' tempo di bilanci per Garanzia Giovani, iniziativa promossa dall'Unione Europea e destinata a giovani tra i 15 e 29 anni di età che non lavorano né frequentano alcun percorso di istruzione o formazione, i cosiddetti NEET, allo scopo di procurare loro opportunità di lavoro.
Al termine della prima fase, quella che ha interessato l'arco temporale tra il 2014 e il 2018, sono stati 18.864 i giovani iscritti in Basilicata. 17.111 (il 90,7%) è stato preso in carico dai centri per l'impiego, con un tasso nettamente superiore alla media nazionale, ferma al 77,8%.
Tra le misure previste dallo strumento, quella dei Tirocini ha avuto indubbiamente maggior successo: 5.348 quelli attivati in Basilicata, per far vivere un'esperienza formativa di sei mesi in azienda. Quasi un tirocinante su tre ha visto tramutare poi il tirocinio in contratto di lavoro (1.634, pari al 30,55%). Il “bonus occupazionale”, altra misura prevista in Garanzia Giovani, ha visto 603 contratti offerti, mentre la formazione tesa a dare maggiore occupabilità ha interessato 1.103 giovani. 236 Neet, infine, hanno partecipato a progetti di servizio civile e solo 22 hanno fruito delle misure incentivanti le iniziative imprenditoriali o di autoimpiego, segno che c'è ancora molto da lavorare su questa frontiera.
Per fare sintesi, interrogarsi su punti di forza e criticità, e raccontare i risultati della prima fase per proiettarsi sulla seconda, di prossimo avvio, la Regione Basilicata ha organizzato una serie di iniziative, a partire dai prossimi giorni. Il pomeriggio del 28 novembre una tavola rotonda vedrà tra i protagonisti l'assessore Regionale Franco Cupparo, i dirigenti del FSE Regionale, il Dirigente Generale del Dipartimento Programmazione e Finanze, il Dirigente Generale del Dipartimento Politiche di Sviluppo, diversi esponenti delle ATS, le Associazioni Temporanee di Scopo che hanno avuto l'operatività su Garanzia Giovani, ed esperti del mondo del lavoro.
Il 29 mattina, nell'ITIS Einstein De Lorenzo di Potenza, gli studenti delle quinte classi avranno un'illustrazione di Garanzia Giovani e lezioni dedicate per apprendere come sta cambiando il mondo del lavoro, quali competenze devono maturare, quali strumenti hanno a disposizione. Esperti e professionisti delle agenzie per il lavoro li guideranno inoltre nelle fasi di scrittura del curriculum e della lettera motivazionale, ma anche su percorsi di personal branding, per poi simulare un colloquio di lavoro. La diretta Facebook sulle pagine di Garanzia Giovani Basilicata e FSE Basilicata 2014-2020 consentirà anche ad altre scuole di collegarsi, di vivere la giornata formativa e informativa e di interagire con gli esperti. Analoga manifestazione si terrà il 2 dicembre, all'IIS Loperfido-Olivetti di Matera.






Categorie: Notizie Basilicata

Agricoltura, Fanelli: “Finanziati altri cinque progetti filiera”

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 13:31
L’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli, in occasione del Tavolo Verde dello scorso 25 novembre, ha confermato “la forte volontà politica di finanziare ulteriori progetti di valorizzazione delle filiere produttive, risultati in prima istanza ammissibili ma non finanziabili”. La decisione è stata assunta attraverso lo strumento di concertazione dello stesso Tavolo Verde, composto dagli organi direttivi del Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata, della Federazione regionale di Coldiretti, della Confederazione italiana agricoltori (Cia), della Confagricoltura Basilicata e di Copagri.
"Con un ulteriore sforzo finanziario - ha detto l’assessore Fanelli - la Regione Basilicata ha deciso di deliberare l’ulteriore finanziamento di cinque Progetti di valorizzazione della filiera (Pvf), a valere sulle Sottomisure 16.0/4.1/4.2 del Psr 2014-2020, nei comparti dell’ortofrutta, della zootecnia da latte e di altre filiere minori, per un totale di 278 partner interessati e di circa 35 milioni di euro di investimenti attivabili, avendo ritenuto altamente valida in termini qualitativi e di innovazione la progettualità espressa dalle compagini proponenti, nonché la capacità delle stesse di generare nuova produttività ed occupazione nell’ottica di filiera”

  
Categorie: Notizie Basilicata

Sviluppo basilicata, Megale nella Giura del China-Italy

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 13:17
Una settimana di full immersion nel mondo dell’innovazione cinese, tra Incubatori hi-tech e StartUp avveniristiche impegnate in una competizione transnazionale che vede concorrere al primo premio start up cinesi e italiane, è quella che vede impegnato l’Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale, dall’altro capo della Basilicata, in Cina appunto.
In questo scenario di elevata valenza culturale e di confronto per la nostra Regione, la partecipazione di Gabriella Megale arricchisce di possibilità e contenuti l’ecosistema connesso all’Incubatore e Startup lucane.
Questo non solo per fare rete, ma anche perché grazie a questa manifestazione realizzata tramite il programma di internazionalizzazione delle start up e PMI innovative italiane e cinesi lanciato dal MIUR nel 2016 in sinergia con il MISE per l’Italia e dal MOST – Ministero della Scienza e Tecnologia della Repubblica Popolare Cinese, certamente nasceranno proficue collaborazioni e nuove occasioni da questo formativo e sfidante confronto.
Il programma coordinato per parte italiana da Campania New Steel e Città della Scienza, con Italia Startup e PNI Cube, mentre, per la parte cinese, dall’International Technology Transfer Network, ha già coinvolto altre regione italiane, le cui startup hanno avuto la possibilità di incontrare un’importante delegazione di Venture Capitalist e imprenditori cinesi, oltre ad essere tra i finalisti in Cina della Best Startup Show Case & Entrepreneurship Competition.
Ha commentato così l’Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata Gabriella Megale: <<Ci sono esperienze fatte della stessa materia dei sogni, quelli che sembrano visioni e ad un tratto si trasformano in realtà: partecipare alla China-Italy Best Startup Show Case & Entrepreneurship Competition -  BSSEC è stata una ottima occasione di confronto e misurazione con un ecosistema imprenditoriale posto all’altro lato del mondo che ha arricchito la mia visione e il mio bagaglio di conoscenza.
Ho trovato un livello elevatissimo di competenze, innovazione, tecnologia di cui la Cina è rappresentativa. Allo stesso tempo le Startup Italiane non sono risultate da meno, in termini di competitività e possibilità di ingresso sul mercato.
Spero che anche le Startup lucane abbiano in futuro possibilità di misurarsi a questi livelli, vista l’occasione offertami di portare al mio ritorno questa esperienza nella mia Regione.
Voglio ringraziare Campania New Stell per questo invito e grande opportunità. Collaborare e aprirsi a nuove esperienze, fare rete e creare connessioni, anche all’estero come in questo caso, è una ottima possibilità per crescere e innovarsi>>.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Al Castello del Malconsiglio venerdì un evento del Gal Start 2020

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 12:58
Si terrà venerdì 29 novembre a partire dalle ore 17, nel Castello del Malconsiglio, l’evento “Coltiviamo Cultura nelle Comunità Rurali”. È quanto scritto in una nota del Gal Start 2020. “La manifestazione - ha dichiarato il presidente Leonardo Braico - promossa dopo la stipula di tredici provvedimenti di concessione nell’ambito del Bando Progetti di Comunità Ultimo Miglio, con un impegno di risorse di circa 1.260.000 euro di cui 1.008.000 di finanziamento pubblico a valere sulla Misura 19 del Psr Basilicata 2014-2020, intende favorire un confronto e un approfondimento sulla programmazione culturale, evidenziando contestualmente le fondamentali diversità progettuali espresse da ogni comunità”. “Dopo quasi dieci mesi di lavoro, che ha visto impegnato il Gal nella redazione e nella emanazione del Bando, nella fase istruttoria dei progetti sino alla stipula dei relativi provvedimenti di concessione - ha detto invece il direttore del Gal Start 2020, Giuseppe Lalinga - presentiamo, in una formula inedita, un percorso progettuale di 13 Comunità che non vuole e non deve essere un evento autoreferenziale ma un momento di confronto sul ruolo e sull’importanza della cultura e della sua fruizione nelle aree rurali. Confronto ancor più necessario in quanto gli stessi progetti non risultano legati esclusivamente alla creatività ma inseriti in un quadro di regole ammnistrative e di procedure europee”. Nel corso della serata si susseguiranno due talk, il primo con protagonisti i beneficiari ed i relativi progetti di comunità mentre nel secondo si discuterà, con il presidente Braico, con il consigliere regionale Piergiorgio Quarto presidente della III Commissione “Attività Produttive, Territorio, Ambiente” e con Vittorio Restaino Autorità di Gestione del Psr Basilicata 2014 – 2020, di programmazione; si analizzeranno le criticità e si condivideranno gli obiettivi comuni. A chiudere i lavori sarà l’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli. Durante la serata sarà proiettato il teaser del Docufilm “Sogni Lucani” di Nevio Casadio, prodotto dai Gal: “Start 2020” e “La Cittadella del Sapere” nell’ambito del progetto di Cooperazione “L’antropologia delle Emozioni” per un racconto sorprendente alla ricerca di sogni ed eccellenze. Ed infine lo spettacolo teatrale dal titolo “Lucania double-face” che ritrae in modo serio e divertente nel contempo una terra in bilico tra bellezza e sfacelo che parla della Basilicata di oggi alla luce del suo passato; dove alla voce narrante di Giampiero D’Ecclesiis si intreccia la metamorfica voce recitante di Manola Rotunno che si identifica, a seconda delle circostanze, con la Lucania (la tradizione), la Basilicata (la trasformazione) e con le parole dialoga la trama musicale di Davide Cervellino. “Quella del 29 - ha concluso Braico - sarà una serata di confronto e di riflessioni sullo sviluppo locale che dovrà proiettare il nuovo Gal Start 2020 a diventare sempre più punto di riferimento di progettualità di un’area vasta oltre che a laboratorio privilegiato di esperienze e competenze”.
    
Categorie: Notizie Basilicata

AltoFest Matera 2019, terza tappa a Tursi e Montalbano

Basilicatanet - Mer, 27/11/2019 - 10:47
Dal 29 novembre al primo dicembre è in programma la terza tappa del progetto AltoFest Matera Basilicata 2019 che porta artisti nazionali e internazionali nelle abitazioni dei cittadini lucani, attraverso residenze e spettacoli aperti al pubblico. Lo rende noto la Fondazione Matera-Basilicata 2019. Dopo l’area del Vulture con Melfi e Venosa e la Val d’Agri con Moliterno e Sarconi, nel prossimo weekend il progetto si sposta nell’entroterra jonico, nei comuni di Tursi e Montalbano Jonico. Tre famiglie per comune ospiteranno sei formazioni artistiche con i loro spettacoli di teatro, danza, arte performativa, in replica nelle tre giornate. A Montalbano il collettivo artistico messicano Colectivo Querido Venado propone “Mr Arigato and Mrs Gozaimasu”, due giapponesi in uno spazio che non si trova da nessuna parte e che potrebbe essere ovunque. Collocati nel vuoto, evocano l'esercizio contemplativo della ripetizione. I loro corpi convergono in un dialogo assurdo, il loro movimento è robotico, preciso e sarcastico. Entrambi, in sincronia precisa, modellano un paesaggio oscuro che sibila come l’autotune di un karaoke. “Materia” dell’artista italiano Andrea Salustri è invece una coreografia per diverse forme di polistirolo ed un umano. Esplora le possibilità di un materiale, il polistirolo, fino a renderlo vivo e protagonista dello spettacolo. Il ruolo del performer scivola verso quello del facilitatore, e il focus viene continuamente negoziato fra oggetto, manipolatore, e manipolazione. La compagnia spagnola Babirusa Danza si esibisce in “La naturaleza del silencio”, un'opera per quattro danzatori. Il silenzio ha molte qualità. C'è il silenzio tra due rumori, il silenzio tra due note musicali e il silenzio che si espande nell'intervallo tra due pensieri. C'è il silenzio condiviso da due esseri umani quando entrambi hanno visto la stessa cosa, hanno provato la stessa cosa e hanno agito. Tursi ospita Park Keito, che riunisce i lavori di Kotomi Nishiwaki e Miquel Casaponsa, presentando “NewAdays”, una riflessione su come si muovono gli esseri umani. Dai movimenti inconsci, innati, da quelli coscienti di base, alla costruzione di movimenti più complessi legati alla comunicazione, ai rituali, alla danza, alle tradizioni e alla propria evoluzione. Basato sul lavoro di Donna Haraway, Vinciane Despret, Tristan Garcia and Ilda Teresa de Castro, l'opera “Refugio” dell’artista nata alle Canarie Acerina Amador, nasce dalla necessità di creare uno spazio di riflessione attorno all'animale umano-non umano. Una partitura coreografica realizzata da un corpo nell'era capitalista-preapocalittica e con desideri di nidi e giungla. Un lampo di luce prima della possibilità reale di stare insieme. Una delicata canzone di comunione. Infine “Hombre, la riVelazione della luce” dell’artista padovana Claudia Fabris nasce dalla fotografia. Se la luce è accecante l’ombra si fa rivelazione, capovolgendo la percezione consueta; punto di partenza per la trasfigurazione dell’ombra nella vita quotidiana di una casa, nel suo aspetto iconografico e simbolico. Quanto ti esponi alla luce e allo sguardo determina la qualità e la quantità della tua ombra. La programmazione nelle abitazioni sarà preceduta, nella giornata di giovedì 28 novembre dalle 19 alle 21 nel Centro Polifunzionale “San Giuseppe” a Tursi, da un’Agorà, assemblea a porte aperte in cui i cittadini della comunità accogliente si confrontano con quelli che ospiteranno la tappa successiva del progetto. La Falegnameria Ditursi a Montalbano, ospiterà invece, nella giornata di domenica 1 dicembre dalle 11.30 alle 12.30, Voice Over, la conversazione con gli artisti trasmessa in diretta sulla webradio del festival all’indirizzo bit.ly/WRAltofestMatera.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, tappa informativa a Muro Lucano

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 19:16
Sviluppo Basilicata continua il tour sul territorio per presentare le iniziative di finanziamento nel mondo del lavoro che la Regione Basilicata sfruttando i fondi Europei mette a disposizione dei cittadini. Per motivi istituzionali l’assessore alle attività Produttive Francesco Cupparo non ha potuto prendere parte all’incontro così come Gabriella Megale amministratore unico di Sviluppo Basilicata poiché impegnata a Pechino al Cina-Italia Best Startup show case & entrepreneurship Competition – BSSEC.
Ad aprire la kermesse informativa il sindaco Giovanni Setaro di Muro Lucano: “Fa piacere ospitare sul territorio questi incontri. Da giovane imprenditore ho avuto già modo di apprezzare le iniziative di Sviluppo Basilicata ma non basta solo presentare gli strumenti ma anche garantire un affiancamento continuo soprattutto nelle fasi successive. Oggi paghiamo la distanza tra le Istituzioni e i cittadini. Fare incontri territoriali può eliminare questo gap. Come Muro Lucano ci proponiamo punto di riferimento per l’intera area del Marmo – Platano. Non a caso stiamo pensando di utilizzare l’ex Convento come hub informativo non solo culturale ma anche rivolto ad iniziative di questo genere”.
Marco Ponzio direttore business di Sviluppo Basilicata ha illustrato le varie misure del microcredito. Ed ha fatto anche un primo resoconto delle attività svolte: “Sei incontri tra le province di Potenza e Matera e già ben 28 domande presentate per le due misure in soli due mesi”. Dal 2013 al 2017 abbiamo registrato ben 828 iniziative distribuite  su 88 comuni sui 131 presenti in Regione Basilicata. “Questa misura piace al territorio perché a tasso zero e con modalità di ammortamento comode e senza garanzie. Oggi se realmente c’è una idea valida, mettiamola a sistema. Molti aspiranti imprenditori, in passato, hanno rinunciato alle incentivazioni perché attivabili esclusivamente in comunità dotate di aree industriali e artigianali. Il microcredito è attivabile in qualunque comunità lucana”. Ma la notizia più importante è la velocità del finanziamento. Infatti le prime aziende candidate a breve si vedranno accreditata la somma e potranno iniziare a fare business.
L’iniziativa Microcredito  si suddivide in due azioni: linea A è rivolta a coloro che sono inoccupati e vogliono entrare nel mondo del lavoro mentre la linea B ad imprese sociali e a coloro che vogliono avvicinarsi al mondo del lavoro nel terzo settore.
Vito Pinto responsabile della misura per Sviluppo Basilicata ha illustrato nello specifico le finalità del Microcredito e risposto alle domande dei cittadini interessati ad usufruire di questa iniziativa di sostegno alle nuove imprese.









Categorie: Notizie Basilicata

Accordo di sviluppo Fca, Bardi: “A Melfi investimenti in ricerca”

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 18:01
Mise, Regione Basilicata e Regione Piemonte hanno cofinanziato il “Contratto di Sviluppo Fiat”. L'investimento complessivo ammonta a 136,6 milioni di euro, di cui circa 102 saranno investiti nello stabilimento di Melfi. Le attività di ricerca industriale relative all’autotelaio e al battery case - inizialmente previste in Piemonte - sono state attribuite al Campus per l’Innovazione del manufacturing di Melfi. “La notizia - commenta il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi - ci rende orgogliosi perché testimonia, in concreto, il rafforzamento delle attività di ricerca in Basilicata in previsione dell'avvio delle nuove produzioni di auto elettriche e ibride, così come auspicato ieri dal presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, in visita allo stabilimento Fca di Melfi”.
“Il cofinanziamento del Contratto di Sviluppo Fiat da parte della Regione Basilicata, per due milioni di euro - dichiara l'assessore alle Attività Produttive, Francesco Cupparo - ha consentito di sbloccare l’iter del Contratto, che era fermo ai tavoli del Mise-Invitalia dal mese di marzo. Abbiamo chiesto - aggiunge Cupparo - che parte delle attività di ricerca da realizzare in Piemonte siano trasferite in Basilicata, con il coinvolgimento dei nostri centri di ricerca e dell'Unibas, al fine di avviare quella che è stata definita dal presidente Conte la nuova Silicon Valley del settore automotive”.
Il Contratto di Sviluppo presentato da Fca Melfi e cofinanziato per 26,4 milioni di euro dal Mise, per due milioni dalla Regione Basilicata e per 1,5 milioni dalla Regione Piemonte riguarda la realizzazione di un programma di sviluppo industriale nel settore automotive articolato con investimenti produttivi della stessa Fca presso lo stabilimento di Melfi e in un progetto di ricerca e sviluppo che vedrà protagoniste le imprese aderenti a Fca Italy S.p.A. e CRF S.c.p.A., di Torino e Melfi. Il programma di investimenti produttivi, di circa 100 milioni di euro, interesserà interamente lo stabilimento di Melfi ed è finalizzato all’ampliamento della capacità produttiva delle versioni elettrificate delle automobili prodotte nello stesso. Tra queste: Jeep Compass nella versione Plug-in Hybrid Electric Vehicle, in linea con il piano industriale di sviluppo del gruppo che prevede l’ibridizzazione progressiva dell’intera gamma di prodotti. Il progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale denominato “RICARICA”, realizzato dalle imprese aderenti al gruppo FCA Italy S.p.A. e CRF S.c.p.A., è finalizzato allo studio di nuove soluzioni architetturali per la realizzazione di veicoli con propulsione puramente elettrica in uno scenario di mercato post 2024 e nasce dall’esigenza di rispondere alle sfide ambientali e sociali legate alla mobilità. Il Ministero e le Regioni Basilicata e Piemonte interessate dagli investimenti, a seguito di incontri e interlocuzioni intercorse hanno approfondito con Invitalia i temi proposti, le possibili ricadute occupazionali sui territori interessati nonché l’inquadramento del programma di sviluppo oggetto dell’Accordo nell’ambito del più ampio piano industriale del Gruppo Fca.
“Abbiamo chiesto nel frattempo a Fca - ha detto ancora Cupparo - garanzie sui livelli occupazionali e produttivi dello stabilimento di Melfi in merito alla fusione con Psa che diventerà parte integrante dell'accordo. È un risultato importante, ottenuto dopo un primo tavolo, a fine ottobre, con la partecipazione del Presidente Vito Bardi, e vari tavoli tecnici successivi presso il MISE, con la presenza del direttore generale del Dipartimento Marika Panetta e dell'ing. Giuseppina Lo Vecchio, che hanno portato a termine una complessa e difficile concertazione. Gli obiettivi raggiunti - spiega l’assessore - riguardano direttamente l’ampiamento e il potenziamento della produzione nello stabilimento, l’incremento dell’attività di ricerca nel Campus Tecnologico di Melfi e di conseguenza la salvaguardia e l’incremento dei livelli occupazionali compreso quello dei ricercatori che saranno impiegati. Lo scopo più complessivo - ha evidenziato l’assessore - è l’incremento dei livelli occupazionali presso lo stabilimento di Melfi, consentendo, da un lato, il graduale reintegro del personale in temporaneo esubero (3.400 lavoratori) ad oggi gestito attraverso il ricorso al contratto di solidarietà e, dall’altro, il passaggio degli occupati dagli attuali 7.311 ai 7.411 lavoratori nel 2021, compatibilmente alla salita produttiva legata alla domanda di mercato attesa. A tutto questo si aggiunge il personale occupato nell’indotto”.


Categorie: Notizie Basilicata

Inaugurazione Centro Ricerca Eni-Cnr: intervento Bardi

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 17:45

“L’inaugurazione del Centro di ricerca congiunto Eni-Cnr nel Metapontino è un fatto molto importante, portatore di significati estremamente positivi per tutto il territorio lucano. In primo luogo, perché rafforza la presenza e l’attenzione del Centro nazionale delle ricerche in Basilicata, in questo caso in un rapporto di partnerschip con l’Eni e con la sua struttura di ricerca tecnico-scientifica.
Altrettanto in primo piano appare la mission del Centro di ricerche, dichiarata dai promotori, che intendono approfondire il ragionamento, nei quattro centri di ricerca che opereranno nel Mezzogiorno, sullo sviluppo ambientale ed economico sostenibile in Italia e nel mondo e, in particolare, a Metaponto, sulla gestione sostenibile e innovativa del ciclo dell’acqua. Un tema cruciale al centro dei pensieri, dell’azione e della programmazione del Governo regionale da me presieduto, congiunto a quello della tutela della salute dei cittadini, del lavoro per le imprese e per i lucani disoccupati, del contrasto all’abbandono del territorio e all’emigrazione.
Sono fermamente convinto che il Centro di ricerca che oggi si inaugura, allocato strategicamente nel contesto dell’antico territorio della Magna Grecia, richiamata da Eni e Cnr nel nome del centro di ricerca dedicato a ‘Ipazia d’Alessandria’, matematica, astronoma e filosofa della Grecia antica, rappresenti un valore assoluto e un investimento importantissimo per il futuro dello sviluppo economico dell’area metapontina e, in particolare, per la sua agricoltura di altissima qualità destinata al mercato internazionale.
ll Centro di Metaponto si inserisce, autorevolmente, nella rete dei Centri di ricerca scientifica che caratterizzano e danno lustro alla Basilicata. Tra questi, per restare al territorio della provincia di Matera, penso al Centro di Geodesia spaziale di Matera e all’Hub per la Tecnologia e l’Innovazione della Città di Matera inaugurato nei giorni scorsi nell’ex convento di San Rocco”. 
Lo ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, nel suo intervento all’inaugurazione del Centro di Ricerca congiunto Eni-Cnr che si è svolto oggi pomeriggio nella sede Alsia – Centro Ricerche Metapontum Agrobios di Metaponto.             

Categorie: Notizie Basilicata

Caccia, via libera al transito nel Parco dell’Appennino Lucano

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 16:47
Nel territorio del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese ai cacciatori ed ai residenti possessori di porto di fucili sarà consentito il transito, che dovrà avvenire senza alcuna sosta, per raggiungere le aree dove è consentito l’esercizio venatorio.

Lo annunciano gli assessori all’Agricoltura e all’Ambiente della Regione Basilicata, Francesco Fanelli e Gianni Rosa, dopo la riunione operativa tenuta nei giorni scorsi presso la sede del Dipartimento Agricoltura con il sub-commissario dell’Ente Parco Giuseppe Priore.

Le necessarie autorizzazioni saranno rilasciate nelle more dell’acquisizione del parere richiesto al Ministero dell’Ambiente sull’interpretazione della norma contenuta nell’art. 3 lett. F del D.P.R. 08.12.2007 relativamente al punto “fatto salvo quanto previsto dall’21, comma 1, lettera g) della Legge 11 febbraio 1992, n. 157”, ovvero sulla possibilità di trasportare armi scariche ed in custodia attraverso il Parco.

“È giunto il momento - afferma Rosa - che le aree protette vengano vissute non più come mero vincolo ma come zone da salvaguardare in un contesto di sviluppo sostenibile. I Parchi devono essere rilanciati quali territori protetti ma fruibili. Per questo è indispensabile una sinergia tra conservazione e protezione dell’ambiente da un lato e sviluppo rispettoso del nostro patrimonio naturalistico dall’altro”.

A parere di Fanelli “l’attività venatoria, una delle attività maggiormente regolamentate in Italia, coniuga in sé la possibilità di sviluppo economico sostenibile con il controllo ambientale che solo chi vive la natura può effettuare. Stiamo cercando di consentire a tutti di usufruire del nostro patrimonio, nel rispetto dell’ecosistema”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Regione Basilicata, si è insediata la Consulta della Cooperazione

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 16:36
Si è insediata in Regione la Consulta della Cooperazione, struttura prevista dalla legge regionale 20 marzo 2015 n. 12, nell’ambito degli obiettivi di programmazione e degli interventi volti alla promozione, allo sviluppo e alla qualificazione dell’impresa cooperativa. La Consulta è presieduta dall’assessore regionale alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Francesco Cupparo ed è composta dai dirigenti generali (o loro delegati) nei settori di Attività produttive, Agricoltura, Sanità ed Ambiente e da due rappresentanti (uno effettivo e l’altro supplente) dell’Associazione generale delle Cooperative italiane (Agci), di Confcooperative, Legacoop e Uecoop Basilicata e della Direzione regionale del Lavoro. Tra le finalità dell’organismo, favorire la partecipazione del sistema cooperativo alla programmazione regionale negli ambiti della crescita produttiva, della sperimentazione formativa, dell’innovazione nei servizi di welfare e dell’inserimento occupazionale. La Consulta - che resterà in carica per la durata della legislatura - si occuperà, inoltre, di formulare proposte sugli interventi programmatici e legislativi in materia e di monitorare il sistema cooperativo.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Dichiarazione forze di maggioranza su riunione Consiglio regionale

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 14:47
“La riunione del Consiglio regionale che si è svolta oggi e che è andata deserta per mancanza di numero legale insegna ai lucani due cose.
La prima è che il senso di responsabilità che permane nella maggioranza non è condiviso dalle opposizioni. A fronte di argomenti all’odg estremamente importanti e significativi, come ad esempio, il piano dei trasporti, le forze politiche di minoranza hanno contribuito a far cadere il numero legale.
La seconda vicenda è che il mal di pancia dei singoli non può essere scaricato sulla collettività, su questa maggioranza e su sul governo regionale.
Per questi motivi e per dare una risposta immediata, a quanti, come a quelli dell’opposizione, piace più la politica del parlare rispetto a quella del fare, abbiamo deciso di convocarci per domani pomeriggio.
In quella sede, incidenti di percorso a parte, saremo ben lieti di ascoltare, se le avranno, le motivazioni per le quali hanno trascinato per anni, senza risolver nulla, le tante emergenze del trasporto pubblico locale”.

Categorie: Notizie Basilicata

Giornata violenza contro donne, a Regione donata opera

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 13:44
Un suggestivo dipinto evocante l’animo femminile e dedicato alla poetessa Alda Merini è stato donato dall’artista lucano Franco Corbisiero al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. La cerimonia di consegna si è tenuta oggi, nell’atrio del palazzo della giunta regionale, dove l’opera, realizzata con una innovativa tecnica mista a rappresentare - come sostenuto dallo stesso autore - la tristezza in una donna che subisce violenza - resterà esposta a simboleggiare l’attenzione delle istituzioni per le politiche di genere e nel contrastare i fenomeni di discriminazione. L’iniziativa - organizzata nell’ambito degli eventi per la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” - è stata promossa dalla consigliera regionale di Parità, Ivana Pipponzi, in collaborazione con le associazioni “Letti di Sera” e “Telefono Donna” e con le referenti del progetto “Wool Basilicata” sostenuto dal Lions Club Pretoria. “A conclusione delle iniziative promosse nell’ambito della Giornata internazionale per la eliminazione della violenza contro le donne - ha detto la consigliera regionale di Parità, Ivana Pipponzi - insieme ad alcune associazioni abbiamo deciso di donare al presidente della Regione l’importante opera realizzata dall’artista Corbisiero, che rappresenta una donna, con un volto triste ma anche aperto alla speranza. Le donne - ha proseguito la Pipponzi - possono farcela, ma è necessario l’impegno di tutte le istituzioni a portare avanti politiche di genere ed una cultura partitaria, del rispetto e dell’inclusione, fino ad arrivare alla firma di un Patto per le donne”.
“Non dovremmo essere ancora qui a parlare di violenza sulle donne. È assurdo che avvenga”, ha detto il presidente Bardi. “Ci sono, purtroppo - ha proseguito - ancora tanti casi di violenza, molti dei quali restano nell’ombra, sconosciuti. Tutto questo non va bene. Non posso che accogliere le richieste che mi vengono avanzate, assumendo un impegno formale nei confronti delle donne lucane, affinché le istituzioni che mi onoro di rappresentare siano sempre al loro fianco. Sono inoltre grato all’artista, per aver donato a me e quindi alla Regione, un’opera dal grande significato”.
Per il presidente Bardi “il tema della violenza di genere deve occupare un posto principale nell’agenda politica ai diversi livelli istituzionali e l’impegno di tutti gli attori in campo deve essere finalizzato a creare una rete di protezione sempre più efficace, capace di proteggere e accompagnare nel percorso di rinascita le donne che trovano il coraggio di denunciare e i loro figli. Nella nostra Basilicata ho riscontrato una particolare attenzione al tema, seguo con interesse le iniziative organizzate dalle istituzioni e dai soggetti impegnati nel sociale, leggo di libri pubblicati sull’argomento che alimentano dibattiti nelle scuole, ma dobbiamo tenere alta l’attenzione e fare ancora di più affinché nessuna donna lucana subisca violenza, psicologica e fisica, o sia costretta a vivere in condizioni di degrado”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Piano paesaggistico, Rosa: “Stiamo spingendo per migliorarlo”

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 13:01
“In linea con gli impegni politici assunti in tema di Piano paesaggistico regionale, nell’incontro di oggi abbiamo inserito nel documento programmatico importanti integrazioni riguardanti la rete dei paesaggi letterari e artistici, le attività estrattive e gli impianti idroelettrici.”
Lo fa sapere l’assessore all’Ambiente ed energia, Gianni Rosa, a margine della riunione del Comitato tecnico paritetico, istituito per elaborare il Piano paesaggistico regionale, che si è svolta questa mattina nella sala Bramea del dipartimento. Presenti all’appuntamento i rappresentanti del Ministero per i Beni e le attività culturali, il segretario regionale per la Basilicata, Leonardo Nardella, il sopraintendente Archeologia belle arti e paesaggio, Rocco Tramutola della direzione generale, Francesco Canestrini, i rappresentanti del Ministero dell’Ambiente, Canio Loguercio del segretariato generale e Giorgia Coviello della direzione generale per la protezione della natura e del mare, e il direttore generale del dipartimento Michele Busciolano.
“La Basilicata, regione cerniera dove storicamente si sono stratificati valori, luoghi e testimonianze, che si riflettono nei parchi letterari, ma anche in centri quali musei e archivi, deve proteggere e valorizzare la propria rete paesaggistica e culturale, consegnando il più possibile intatte alle future generazioni le tracce di Pitagora, Orazio, Federico II, Isabella Morra, Francesco Lomonaco, Mario Pagano e Ferdinando Petrucelli della Gattina, senza dimenticare i contemporanei Carlo Levi, Leonardo Sinisgalli, Albino Pierro e Rocco Scotellaro.
Nella parte dedicata alle attività estrattive petrolifere e gassose, in considerazione del fatto che il ciclo produttivo andrà a esaurirsi entro i prossimi cinquant’anni, il Piano – prosegue Rosa – dovrebbe evidenziare le aree sottoposte a grandi insediamenti industriali, prospettando il loro futuro utilizzo e l’eventuale riconversione, tenendo conto degli effetti sui siti specifici e sul territorio limitrofo.
Discorso analogo sulla costruzione di impianti idroelettrici ad acqua fluente sui principali fiumi della Basilicata, che dovranno essere inseriti in batteria su tratti di fiume sistemati dal punto di vista idraulico e paesaggistico a spese del concessionario che ne garantirà il decoro. L’obiettivo – sottolinea Rosa – è quello di creare veri e propri parchi fluviali a disposizione dei cittadini per iniziative ricreative e culturali.
Nella giornata di oggi, al fine di preservare e valorizzare maggiormente i beni culturali lucani, abbiamo previsto – conclude – ulteriori integrazioni al repertorio relativo a edifici, complessi e alberi monumentali, disponendo inoltre iniziative di ricognizione e delimitazione per le zone di interesse archeologico e il Parco della Murgia materana”.

 

  
Categorie: Notizie Basilicata

Bando Microcredito, oggi incontro illustrativo a Muro Lucano

Basilicatanet - Mar, 26/11/2019 - 10:22
Prosegue il ciclo di incontri pubblici promossi dalla Regione e da Sviluppo Basilicata per illustrare il bando sul Microcredito. L’ultimo appuntamento di novembre è previsto oggi (26 novembre) a Muro Lucano a partire dalle ore 16:30 presso la sala Consiliare del Comune sita in piazza Don Minzoni. L’evento, sostenuto dall’amministrazione comunale e dal sindaco di Muro Lucano, Giovanni Setaro, vedrà la partecipazione dell’assessore alle Attività produttive, Lavoro, Formazione, Sport della Regione Basilicata, Francesco Cupparo, del direttore Business di Sviluppo Basilicata, Marco Ponzio e del responsabile della misura per Sviluppo Basilicata, Vito Pinto, che illustrerà le modalità di funzionamento del Fondo con domande e approfondimenti anche dal pubblico.

A parere dell’assessore Cupparo “il bando sul Microcredito è uno strumento capace di cambiare la percezione di sconfitta e disagio in cui versano molte persone, in particolare chi ha perso il lavoro o chi, nonostante un titolo di laurea o buone capacità, ha difficoltà a trovarlo”. Il bando è rivolto infatti soprattutto ai disoccupati ma anche agli enti già attivi nel terzo settore che potranno rafforzare la loro attività o crearne una nuova. La misura consentirà inoltre un rapido accesso al finanziamento grazie a tempi di evasione della pratica da parte di Sviluppo Basilicata di massimo 60 giorni.

Il prossimo incontro avrà luogo martedì 3 dicembre a Matera presso la Sala Mandela del Comune. L’incontro è accreditato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili ODCEC e dall’Ordine dei consulenti del lavoro della provincia di Matera ai fini dell’ottenimento dei crediti formativi. 
Categorie: Notizie Basilicata

Vertenza Ferrosud: incontro in Regione con assessore Cupparo

Basilicatanet - Lun, 25/11/2019 - 20:43
Ai lavoratori della Ferrosud saranno corrisposti, tra il 4 e il 10 dicembre, la metà dello stipendio del mese di novembre e, in acconto, il 90% della busta paga media del mese di dicembre a partire da lunedì 2 dicembre e non oltre venerdì 6 dicembre. Con riferimento, invece, agli stipendi arretrati di settembre, ottobre e dei primi 13 giorni di novembre, in considerazione che l’Azienda ha presentato richiesta di concordato in bianco e in continuità bisognerà aspettare l’autorizzazione del giudice.
E’ quanto concordato tra Azienda e le Organizzazioni sindacali al termine dell’incontro convocato e presieduto dall’assessore Francesco Cupparo, che si è svolto nella sala Sinni del Dipartimento Politiche di Sviluppo, lavoro, formazione e ricerca della Regione Basilicata, al quale ha partecipato anche una delegazione dei lavoratori della stabilimento di Matera che, nei giorni scorsi avevano occupato, come forma di protesta, il tetto dello stabilimento. Le Organizzazioni sindacali hanno dichiarato, preso atto di quanto definito nell’incontro, di sospendere lo stato di agitazione con astensione dalle attività lavorative a partire dalla giornata di domani.
I partecipanti alla riunione hanno anche preso atto che la proprietà, così come dichiarato da Piero Mancini, è disponibile anche alla vendita dell’azienda.
L’assessore Cupparo ha ribadito, oltre alla soddisfazione per il risultato conseguito, seppur parziale, a favore dei lavoratori, che l’obiettivo cui tende la Regione e il Dipartimento da lui diretto è quello di superare la fase di incertezza che dura da molti anni e contribuire a individuare, in un rapporto di collaborazione tra Azienda e sindacati, un buon risultato che punti al rilancio produttivo della Ferrosud con garanzie in primo luogo per il futuro dei lavoratori e delle loro famiglie.
In proposito l’assessore Cupparo ha stabilito di riconvocare il tavolo per il giorno 11 dicembre 2019, per monitorare lo stato di attuazione degli impegni assunti nell’incontro di oggi pomeriggio dal delegato della proprietà e dalla presidente Bianchini.

Maf

Categorie: Notizie Basilicata

Eliminazione violenza contro le donne, domani cerimonia in Regione

Basilicatanet - Lun, 25/11/2019 - 18:38
In occasione delle manifestazioni organizzate per la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” dalla Consigliera Regionale di Parità, Ivana Pipponzi domani l’artista lucano Franco Corbisiero donerà al Presidente della Regione Basilicata Vito Bardi un’opera significativa, un richiamo ideale ad Alda Merini, poeta, da sempre vicina all’anima femminile, che iconicamente rappresenterà tutte le donne vittime di violenza.
La Cerimonia di inaugurazione ed apposizione dell’opera si terrà alle ore 11 nell’atrio del palazzo della giunta regionale.
Categorie: Notizie Basilicata

Bardi incontra i vertici degli enti sub-regionali

Basilicatanet - Lun, 25/11/2019 - 18:13
“L’impegno e il compito degli enti sub – regionali è strategico per il funzionamento della Regione Basilicata. Dovrete dimostrare non a me e neanche alla Giunta, ma ai lucani, che abbiamo scelto bene e che sarete in grado di mettere in campo servizi di alta qualità”.
Con queste parole il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha salutato in serata i vertici di alcuni enti sub – regionali nominati nei giorni scorsi.
“Il presidente Conte – ha aggiunto Bardi – ha avuto oggi parole di apprezzamento per il fervore che si registra in Basilicata in questi ultimi mesi. Lavorando a stretto contatto con gli assessori e con i dipartimenti regionali di riferimento – ha detto ancora Bardi- siete chiamati a dare il vostro contributo al processo di riorganizzazione della macchina regionale che stiamo attuando con grande tenacia. Con gli auguri di buon lavoro – ha concluso Bardi - vi giunga l’esortazione a dedicarvi, con il massimo impegno a questa nostra regione”.
Erano presenti all’incontro con il presidente Bardi: l’amministratore dell'Egrib - Canio Santarsiero, il direttore generale dell'Apt - Antonio Nicoletti, il direttore dell'Alsia - Aniello Crescenzi, il direttore dell'Ardsu - Rosanna Gruosso e il presidente del Comitato di coordinamento istituzionale delle Politiche del lavoro - Roberto Rivela.

Categorie: Notizie Basilicata

Bosco Pantano di Policoro, rimosse le trappole dei bracconieri

Basilicatanet - Lun, 25/11/2019 - 13:15
Nell’ambito dell’attività di vigilanza e controllo delle aree protette e dei siti di rete natura 2000, i funzionari e agenti di polizia ambientale dell’Ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura della Regione Basilicata Sandrino Caffaro e Biagio Sampogna hanno rinvenuto nei giorni scorsi una decina di lacci di cattura in acciaio e relative aste di metallo su un’area abbastanza frequentata da animali selvatici (cinghiali, caprioli, istrici e lupi) del “Bosco Pantano di Policoro”.

Lo rende noto il Dipartimento Ambiente ed Energia della Regione Basilicata, specificando che le trappole, probabilmente utilizzate da bracconieri, sono state rimosse e rese inefficaci.

“Nel territorio del bosco Pantano di Policoro – afferma l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Rosa – dove è presente un habitat naturale di grande pregio, si registra una buona presenza di fauna selvatica. La presenza attiva della polizia ambientale si conferma quindi come un presidio essenziale per tutelare la fauna, ma soprattutto per proteggere i tanti cittadini che in questo territorio vivono esperienze naturalistiche uniche e loro malgrado possono essere vittime di infortuni seri se finiscono per cadere in una di queste trappole poste dai bracconieri”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine