Basilicatanet

Abbonamento a feed Basilicatanet
Basilicatanet - News
Aggiornato: 1 ora 32 sec fa

Reddito di cittadinanza, Cupparo: serve un monitoraggio attento

Lun, 28/10/2019 - 10:12
“La cosiddetta fase due del reddito di cittadinanza richiede un monitoraggio attento, coordinato dall'Arlab, sul lavoro dei nostri otto Centri per l'Impiego e soprattutto una corretta ed uniforme attuazione degli strumenti e delle politiche attive previste per ora solo sulla ‘carta’, in primo luogo per l’erogazione della misura nazionale dell’assegno di ricollocazione, e l’attivazione dei meccanismi di condizionalità, quelli che devono scattare al momento della proposizione di offerte congrue di lavoro”.

È quanto sostiene l'assessore regionale alle Attività produttive, Lavoro e Formazione Francesco Cupparo per il quale “se le convocazioni (4.082) e i colloqui (3.908) dei beneficiari lucani del Rdc (in totale al primo ottobre la platea è di 8.046 persone) sono soddisfacenti, non altrettanto si può dire per la sottoscrizione (2.641) avvenuta sinora del Patto del lavoro prevista dal provvedimento nazionale”.

“Gli otto Cpi lucani nei quali sono in attività dal 9 settembre scorso 31 navigator (4 in Val Basento, 5 a Matera, 3 a Policoro, 2 a Lauria, 5 a Melfi, 7 a Potenza, 3 a Senise e 2 a Villa D’Agri), pur tra mille difficoltà di inadeguatezza di personale e strumenti, stanno seguendo l’iter previsto, ma – dice l'assessore – bisogna chiedersi perché l'accettazione del Patto del lavoro, indispensabile per l'avviamento al lavoro, viene rifiutata da circa 1.300 beneficiari lucani”.

Nel sottolineare che “la Commissione Lavoro e Istruzione della Conferenza delle Regioni, che nei giorni scorsi ha tenuto un confronto con il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, si sta occupando delle problematiche che sono comuni a tutte le Regioni”, Cupparo aggiunge che “è stata accolta dal Ministro la sollecitazione delle Regioni all’attivazione a breve di una ‘cabina di regia’ per affrontare oltre che con le Regioni anche con i Comuni alcuni aspetti relativi alle politiche sociali, alle ore di lavoro utili per alla collettività, ai rapporti con gli enti proprietari delle sedi dei Centri per l’impiego e alla relazione fra i CPI e gli uffici dei Comuni”.

“Ci sono adempimenti che il Governo deve realizzare per non scaricare tutte le criticità emerse in questa fase sulle Regioni e sulle Agenzie regionali del lavoro, a partire dagli strumenti da garantire ai centri per l’impiego fondati su regole e procedure condivise e su una uniformità di comportamento. Servono un atto interpretativo del Ministero del Lavoro sulle conseguenze per la mancata presentazione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza alle convocazioni da parte dei Centri e un’attuazione uniforme sui territori delle disposizioni in materia di sanzioni. Il riconoscimento da parte del Ministro del protagonismo e del carattere propositivo dell’azione delle Regioni – conclude Cupparo – non deve limitarsi agli aspetti formali”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Rosa: da domani Eni estrarrà ma senza compensazioni ambientali

Sab, 26/10/2019 - 15:43
“Da domani, 27 ottobre, Eni in Basilicata continuerà ad estrarre, grazie ad un ‘regalino’ legislativo del Governo Monti che permette, nelle more del rinnovo della concessione, di continuare ‘automaticamente’ ad operare. Eni con la sua attività continuerà ad intaccare il nostro ‘Ambiente’, continuerà ad utilizzare il nostro ‘Territorio’ ma non verserà più alla Regione alcuna forma di compensazione ambientale”. Ad affermarlo l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, che esprime tutto il suo disappunto per l’atteggiamento della compagnia petrolifera.
“Accampano come scusa, il mancato completamento della procedura di rinnovo della concessione da parte del Ministero dell’Economia. Questo anche per chiarire, a chi sbandiera un presunto ritardo nelle trattative, che è, per l’ennesima volta, in errore”, prosegue l’assessore Rosa. “In realtà, non esiste alcun ostacolo per condividere insieme alla Regione qualsiasi forma di compensazione; nulla impedisce di addivenire ad un accordo. È un alibi che non regge: le compensazioni ambientali sono legate all’inquinamento e all’uso del territorio dell’impianto ed è evidente che continuando ad estrarre le condizioni continuano a sussistere tutte. Pensare di ‘incassare’ i proventi del petrolio perché nei fatti beneficiano di una proroga automatica e al contempo, non assolvere ad un loro dovere, nascondendosi dietro l’attesa del rinnovo, è offensivo verso la nostra terra e verso la nostra intelligenza”.
“Vent’anni di rapporti travagliati con la comunità lucana, con danni evidenti, non hanno insegnato nulla all’Eni. Non è elemosina quella che chiediamo ma il rispetto di un diritto dei cittadini a fronte di un sacrificio cui siamo costretti. Benefici che devono essere usati per creare quello sviluppo che in questi anni non è mai arrivato. È rispetto del territorio e dell’ambiente. Quel rispetto che non è stato preteso in passato, permettendo ad Eni di pensare che, in Basilicata, possa fare ancora la voce grossa. In Basilicata il vento è cambiato, i cittadini hanno scelto altro e noi non consentiremo ai petrolieri di sottrarsi dal fare il loro dovere.”.
“In nostro appello è verso tutti i lucani, alla coscienza civica di tutti noi, ognuno per il proprio ruolo, dagli attori istituzionali agli esponenti dei corpi sociali, ai cittadini, tutti uniti, per intraprendere ogni azione possibile finalizzata ad ottenere quel rispetto che ci devono la società Eni ed i suoi rappresentati”, conclude Rosa. 

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Bardi:Melfi Capitale della Falconeria caposaldo brand Basilicata

Ven, 25/10/2019 - 18:55

“Melfi è quel luogo della Basilicata dove vive, sospesa nel tempo, la magia del periodo medioevale. E’ ancora presente in questa nostra comunità il carisma di Federico II di Svevia che portò Melfi ad essere nel XIII secolo baricentro del Sud Italia. Rivolgo un sentito apprezzamento all’Associazione Falconieri del Melfese e al Comune di Melfi per la passione, la dedizione e la determinazione con cui si persevera nel dar vita al Convegno e Raduno Nazionale di Falconeria di Melfi giunto ormai alla sua ventiseiesima edizione”.
Sono queste le parole del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi alla cerimonia di presentazione del Raduno Nazionale di Falconeria.
“Questo patrimonio di valori e di energie che rappresentate – ha detto Bardi - è uno dei tanti tasselli preziosi che come Giunta regionale di Basilicata intendiamo valorizzare in una nostra visione avanzata di turismo di qualità. E’ nostra intenzione di creare un brand “Basilicata” che sappia mettere a valore eccellenze come la vostra, nell’ottica di un restyling di immagine che vogliamo attuare per la nostra Basilicata. Attraverso una migliore e più oculata gestione dei Fondi Europei vogliamo costruire opportunità turistiche all’altezza della domanda internazionale. In questo contesto – ha concluso Bardi - la denominazione ‘Melfi - Capitale della Falconeria’ diventa il caposaldo da cui partire per costruire, tutti insieme, una visione strategica avanzata di valorizzazione del territorio”.

 

Categorie: Notizie Basilicata

Domani a Melfi gara interregionale per band emergenti

Ven, 25/10/2019 - 17:28
Le Regioni Basilicata, Umbria, Toscana e Sicilia sostengono una gara interregionale per band emergenti dal titolo “European Social Sound 4U”.
La prima semifinale si è tenuta a Potenza, un nuovo appuntamento con ingresso gratuito si terrà a Melfi domani alle ore 20.30 presso il Teatro Ruggiero
Saliranno sul palco otto band emergenti, provenienti da diverse regioni. La band vincitrice accederà alla finalissima nazionale in programma il 14 dicembre a Matera, dove sarà assegnato un premio in servizi di promozione per l’attività artistica e un premio della critica.
“European Social Sound” abbina una iniziativa informativa sui progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo al fine di far conoscere le opportunità messe a disposizione dal Fondo che finanzia progetti riguardanti il lavoro, la formazione e l’inclusione sociale e la lotta alla povertà.
“Sono contento –che la Basilicata abbia colto l’opportunità di partecipare, con le altre regioni, a questo progetto innovativo – dichiara l’Assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo – che si prefigge anche lo scopo di comunicare le attività del Fondo Sociale Europeo. E’ questo un modo di raggiungere le generazioni più giovani per fare in modo che le politiche regionali nel campo della formazione professionale e dell’inserimento lavorativo abbiano una diffusione capillare sul territorio”.


Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, Nicola Piovani per “La poetica dei numeri primi”

Ven, 25/10/2019 - 16:56
Nell’ambito degli appuntamenti legati alla grande mostra di Matera 2019 “La poetica dei numeri primi”, coprodotta da Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Polo Museale della Basilicata con la direzione scientifica del matematico Piergiorgio Odifreddi andrà in scena “La musica è pericolosa - Concertato”, un racconto musicale con il maestro Nicola Piovani, narrato dagli strumenti che agiscono in scena: pianoforte, contrabbasso, percussioni, sassofono, clarinetto, chitarra, violoncello, fisarmonica. L’appuntamento, in programma mercoledì 30 ottobre alle 21:00 all’Auditorium Gervasio di Matera (ingresso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione), ha già registrato - si legge in una nota della Fondazione Matera-Basilicata 2019 - il sold out. Sarà comunque aperta una lista d’attesa prima dell’inizio dell’evento, che consentirà l’accesso in caso di no-show. A scandire le stazioni di questo viaggio musicale in libertà, Nicola Piovani racconterà al pubblico il senso di questi frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, di Fellini, di Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Nel racconto teatrale la parola arriva dove la musica non può arrivare, ma, soprattutto, la musica la fa da padrona là dove la parola non sa e non può arrivare. I video di scena integrano il racconto con immagini di film, di spettacoli e, soprattutto, immagini che artisti come Milo Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani. Che ogni accordo musicale si configuri come un rapporto numerico è consapevolezza che viene da lontano, addirittura dalla Repubblica e dal Timeo di Platone. Per Cassiodoro (VI sec.), «la musica è una disciplina in cui si parla di numeri». Agostino (IV sec.) afferma che la musica è una «emanazione sensibile di strutture matematiche». Non stupisce dunque che nelle arti liberali la musica sia inclusa, insieme ad aritmetica, geometria e astronomia, tra le scienze del quadrivio, che con le discipline letterarie del trivio hanno costituito lo standard educativo occidentale dal medioevo all’Ottocento. I prossimi appuntamenti legati a “La poetica dei numeri primi” saranno il 5 novembre con il talk su “Leonardo Matematico” del prof. Alberto Conte (Casa Cava ore 19:00) e il dialogo tra Federico Giudiceandrea e Tobia Ravà, due dei curati della mostra, il 16 novembre (Chiesa di Santa Maria De Armenis, ore 18:30).
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, al via il “Fusion Urban Games Festival”

Ven, 25/10/2019 - 15:06
Valorizzare i territori delle due Capitali europee della cultura 2019 tramite la riscoperta e la riappropriazione del patrimonio culturale materiale e immateriale e la sperimentazione di nuovi modelli, utili a far incontrare e interagire cittadini permanenti e temporanei interessati alla partecipazione attiva alla vita civile. È questo - si legge in una nota della Fondazione Matera-Basilicata 2019 - l’obiettivo del “Fusion Urban Games Festival”, il festival di giochi urbani coprodotto dalle due Capitali Europee della Cultura 2019, Matera e Plovdiv, all’interno del più ampio programma congiunto di attività "Plotera weeks - Plovdiv and Matera together for an Open Future". Per le due città il gioco e, nella fattispecie i giochi urbani, sono stati considerati sin dall'inizio della candidatura al titolo di Capitale Europea della Cultura come importanti strumenti di attivazione sociale, di inclusione territoriale e come modalità sostenibili di creazione di reti di cittadini virtuosi. Il Festival è il frutto di una chiamata pubblica lanciata congiuntamente da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Fondazione Plovdiv 2019, rivolta a game designer provenienti da tutta Europa; i giochi selezionati provengono da Russia, Polonia, Bulgaria, Germania, Inghilterra, Slovenia, Romania e dall’Italia. Fra questi ultimi, ci sono anche i giochi ideati dalle realtà lucane Giallo Sassi e Il Vagabondo e dai professionisti lucani Lorena Barbalinaldo e Danilo Chiaradia. I partecipanti al Festival - che si terrà a Matera dal 31 Ottobre al 2 novembre e a Plovdiv dall’8 all’11 novembre - potranno partecipare a 15 diversi giochi con l’opportunità di esplorare la città, cercare indizi, risolvere misteri, cooperare e combattere, sfidare gli altri giocatori e provare ad essere i vincitori. Ce ne sarà davvero per tutti i gusti e per tutte le età: dalla realtà virtuale alla riscoperta dei giochi tradizionali, dall’incontro con fantasmi, bambole di porcellana e personaggi bizzarri alla ricerca di gemme e code, dal mistero della morte del conte Tramontano alle missioni ecologiche, alla poesia urbana. Al centro della prima giornata di “Fusion” ci sarà il quartiere di Agna Le Piane, una delle aree periferiche della città che i partecipanti al festival, fra cui le tante scuole materane coinvolte, avranno la possibilità di scoprire o riscoprire, nello spirito di allargamento della città promosso da Matera 2019. Il punto di incontro dei giochi sarà Casino Padula, sede dell’Open Design School, che qui allestirà già a partire dal 29 ottobre, lo spazio Village creato per l’ultima edizione di Materadio. Negli stessi giorni, un’altra parte del Village verrà adibita ad Infopoint in Piazza San Francesco, aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 dal 29 al 31 ottobre e negli orari dei giochi l’1 e 2 novembre. Qui si potranno chiedere informazioni sul festival, effettuare la registrazione ad alcuni giochi e trovare materiale informativo e promozionale sulla capitale europea della cultura gemella, Plovdiv. Il Festival sarà anche l’occasione per Open Design School di lavorare con i game designer presenti sulle possibili implementazioni, legate al tema dei giochi urbani, della piattaforma venuesofmatera.matera-basilicata2019.it/, dedicata alla mappatura di oltre 400 luoghi in Basilicata in grado di ospitare eventi. Per partecipare al Fusion Urban Games Festival è necessario il Passaporto per Matera 2019. Per alcuni giochi occorrerà prenotarsi attraverso il portale Matera Events, dove è disponibile il dettaglio di ogni attività (link: https://www.materaevents.it/progetti/87/fusion_-_urban_games_festival/1
 
Categorie: Notizie Basilicata

Piano trasporti, solidarietà della giunta all’assessore Merra

Ven, 25/10/2019 - 14:38
“Piena solidarietà” all’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra “per l’ennesima, tardiva e ingiustificata manifestazione della Cisl” viene espressa dai colleghi di giunta, Gianni Rosa, Francesco Fanelli, Francesco Cupparo e Rocco Leone. “Dove erano i sindacati - si chiedono gli assessori - quando Pittella rinviava l’approvazione del Piano trasporti? Dov’erano quando faceva proroghe di dubbia legittimità dei contratti e rinviava gli appalti? L’ammanco di 40 milioni di euro per il Piano trasporti, altra eredità di Pittella, è cosa nota anche ai sindacati. Per questo - concludono Rosa, Fanelli, Cupparo e Leone - la protesta è ben più che fuori luogo: è vergognosa!”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Impianto eolico Castelgrande, parere sfavorevole della Regione

Ven, 25/10/2019 - 13:33
Nell’ambito di un procedimento nazionale di Valutazione di impatto ambientale (Via), la giunta regionale ha espresso “il parere sfavorevole” nei confronti di un progetto per la realizzazione di un “impianto per la produzione di energia elettrica da fonte eolica e relative opere di connessione, costituito da 16 aerogeneratori con potenza complessiva di 88.20 Megawatt, nei comuni di Castelgrande, Muro Lucano, Rapone e San Fele, e che avrebbe interessato “aree a qualità ambientale intrinseca alta e moderatamente alta”. A darne notizia, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, che si è detto “soddisfatto di un provvedimento a tutela del territorio, dell’ambiente e del nostro sistema paesaggistico. La decisione dell’esecutivo Bardi - ha spiegato - è arrivata in seguito alle criticità emerse dall’istruttoria di Via dell’Ufficio compatibilità ambientale della Regione Basilicata, in base alla quale l’intervento risulta in contrasto con la normativa regionale di settore e non può escludere impatti significativi negativi a carico dell’ambiente. La strada che intendiamo continuare a percorrere - ha detto ancora l’assessore- è quella del rispetto delle normative in vigore. Stiamo lavorando per accelerare l’iter che ci porterà all’approvazione del Piano paesaggistico, che è l’unico strumento che consentirà di tutelare il nostro territorio, priorità del programma politico del Presidente Bardi”.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Patologie osteoarticolari, Bardi: incentivare prevenzione

Ven, 25/10/2019 - 13:15
Incentivare la cultura della prevenzione ma anche potenziare le strutture sanitarie per intervenire e affrontare le patologie osteoarticolari, particolarmente dolorose e invalidanti e sempre più diffuse per l’invecchiamento della popolazione. E’ quanto ha detto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, intervenendo a Matera al corso Ecm “Update sulle patologie osteoarticolari”. L’incontro è stato presieduto dal dott. Carlo Ruosi, professore di ortopedia e traumatologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
“Oggi tutti sappiamo che stili di vita adeguati possono in molti casi scongiurare o rallentare l’insorgenza di malattie anche gravi, come quelle rappresentate dalle patologie osteoarticolari in costante aumento e fortemente penalizzante per i pazienti, in prevalenza anziani”, ha detto Bardi.
Impressionanti i numeri che caratterizzano questo ambito medico: in Italia si registrano ogni anno 80mila casi di fratture del femore, di questi il 75 per cento interessa la popolazione femminile, i costi per i trattamenti e la gestione delle invalidità sono davvero significativi.
A quelli sanitari, che gravano sui bilanci regionali, si aggiungono chiaramente i costi umani legati all’impatto della patologia sulla vita dei pazienti.
“Considerata la qualità dei protagonisti coinvolti – ha affermato il presidente - sono certo che oggi emergeranno spunti e approfondimenti di cui tenere conto nella prossima programmazione sanitaria, dove andremo a ottimizzare gli investimenti, potenziando le strutture ospedaliere e valorizzando quanto più possibile gli operatori del comparto. La Regione Basilicata - conclude Bardi - guarda con molto interesse a questi eventi perché il confronto tra gli addetti ai lavori è indispensabile in medicina come in politica, a condizione che al centro delle nostre analisi mettiamo sempre e prima di tutto le persone”.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

La Sagra della Castagna di Tramutola a Caterpillar

Ven, 25/10/2019 - 11:56
La Sagra della Castagna “Munnaredda”, che si terrà a Tramutola il 26 e 27 ottobre,  sarà protagonista ai microfoni della trasmissione Caterpillar, nello spazio dalle 18 alle 20, su Radio 2.
“Il castagno, originario dell’Europa orientale (Turchia) e dell’Asia minore, grazie all’intervento degli antichi Romani – spiega l’Ufficio sistemi culturali, turistici. Cooperazione internazionale - si è diffuso in Italia.  Il territorio di Tramutola è stato per diversi secoli un feudo della Badia di Cava de’ Tirreni. Le sue origini vengono fatte risalire proprio alla penetrazione dei monaci benedettini nella zona, i quali diedero forte impulso allo sviluppo di diverse coltivazioni, tra cui la castanicoltura. Su queste colline il castagno ha trovato il suo habitat ideale.
A cavallo tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, diversi proprietari terrieri decisero intrapresero un‘ingente opera di innesto dei castagneti autoctoni. Da questa serie di innesti, hanno avuto origine due ecotipi locali particolarmente apprezzati e identificati con i nomi “Munnaredda” (in dialetto munnare significa pelare) e “Previtessa”. Mentre la Previtessa ha la buccia (pericarpo) di colore marrone scuro e forma ellittica, la Munnaredda è di colore marrone chiaro, di aspetto lucente ed ha forma più simile ad un triangolo.
Le principali ricette a base di castagne sono: i “bucc’nott”, dolce tipico tramutolese preparato nel periodo natalizio. Ha la forma di un raviolo ma è ripieno di crema di castagne, ottenuta con farina di castagne alla quale si aggiunge cioccolato fondente fuso. Altra ricetta tipica è rappresentata da “i p’stidd”. Sono castagne private della prima buccia e messe a lessare con l’aggiunta di un pizzico di sale e semi di finocchietto selvatico.  Da non tralasciare le caldarroste, che qui prendono il nome di “Brole”. Tutte queste delizie alimentari possono essere degustate in questo week end nell’ambito della Sagra”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Inaugurazione Pet-Tc, Leone: "Momento importante”

Ven, 25/10/2019 - 11:48
“Il potenziamento del servizio Pet-Tc all'ospedale di Matera rappresenta un momento importante per il comparto che contribuirà a ridurre la mobilità passiva e ad attrarre pazienti da fuori regione".

Lo ha detto questa mattina l'assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, Rocco Leone, all'inaugurazione del servizio che si è svolta all'ospedale 'Madonna delle Grazie' di Matera.

"Dobbiamo valorizzare i giovani medici che operano in Basilicata, premiando il merito e mettendo a loro disposizione strumenti avanzati come quello che oggi è qui davanti a noi. Da queste occasioni – ha concluso Leone – dobbiamo partire per rilanciare insieme la sanità lucana".

Presenti all’evento il prefetto di Matera, Demetrio Martino, il direttore generale dell’Asm, Joseph Polimeni, il vicario generale dell’Arcidiocesi Matera-Irsina, monsignor Biagio Colaianni, rappresentanti delle forze dell’ordine e gli specialisti ospedalieri coinvolti nel servizio. 
Categorie: Notizie Basilicata

Sanità, Leone su Lea e Piano nazionale cronicità

Gio, 24/10/2019 - 17:57
“La Basilicata nel 2018 non ha garantito i Livelli essenziali di assistenza (Lea) ed è tra le quattro regioni italiane che, a distanza di tre anni dalla sua approvazione, non hanno ancora recepito il Piano nazionale cronicità, finalizzato a migliorare l’assistenza alle persone con particolari patologie”.
Lo dichiara l’assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, Rocco Leone, commentando i dati dell’Osservatorio civico sul Federalismo in Sanità, presentati oggi a Roma da Cittadinanzattiva.
“Faccio rilavare queste criticità – aggiunge Leone – per fotografare lo stato di salute in cui versa il sistema sanitario che abbiamo ereditato, ma anche per richiamare tutti i soggetti istituzionali in campo, opposizione compresa, a una comune azione di responsabilità per rilanciare il comparto nell’interesse esclusivo dei cittadini, abbandonando la logica dei campanili e la difesa delle rendite di posizione”.

Categorie: Notizie Basilicata

Ferrosud, Regione solleciterà un “tavolo” al Mise

Gio, 24/10/2019 - 16:48
Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi e l’assessore alle Attività Produttive, Francesco Cupparo, si recheranno martedì prossimo al Mise per sollecitare l’organizzazione di un “tavolo” sulla vertenza Ferrosud al quale dovrà essere assicurata la partecipazione di rappresentati della proprietà.
L’intento di tale incontro dovrà essere quello di trovare soluzioni praticabili per sbloccare la vertenza, al fine di scongiurare il fallimento dell'azienda, salvaguardare l’occupazione e mantenere le specificità aziendali.
Sono queste le conclusioni di un incontro che il Presidente Vito Bardi e l’assessore Francesco Cupparo hanno tenuto oggi in Regione con i rappresentati sindacali, alla presenza dei consiglieri Luca Braia e Roberto Cifarelli.
“Come Regione – ha detto l’assessore Cupparo al termine dell’incontro - facciamo nostre le paure dei sindacati e dei lavoratori. Confidiamo che al Mise si possano individuare soluzioni valide – ha aggiunto – e ribadiamo la nostra volontà di ricercare ogni forma di sostegno utile per avviare il rilancio aziendale. Per raggiungere questi obiettivi – ha concluso Cupparo - 
è necessario che tutte le parti in causa producano il massimo impegno, attraverso una strategia condivisa”.

Categorie: Notizie Basilicata

Tempa Rossa, Bardi: “Condivisione porterà risultati”

Gio, 24/10/2019 - 14:32
“Prepareremo un documento di scelta politica che sottoporremo ai sindacati e ai rappresentanti delle amministrazioni comunali prima della stesura definitiva: l’intento è quello di fornire l’indirizzo politico della giunta, sull’idea che si vuole portare avanti, anche rispetto alle proposte che ci sono arrivate dai Comuni e dalle organizzazioni di categoria”. Lo ha detto oggi, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, al termine della mattinata di incontri con la Total e con i rappresentanti dei Comuni, dei sindacati e delle società interessate, per affrontare una serie di argomenti riguardanti gli accordi per l’impianto petrolifero di Tempa Rossa.

Presenti al doppio confronto, per la Regione, anche il vicepresidente della giunta, Francesco Fanelli e gli assessori all’Ambiente, Gianni Rosa e alle Attività produttive, Francesco Cupparo. I sindacati erano rappresentati dai segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Summa, Enrico Gambardella e Carmine Vaccaro. Per i Comuni dell’area hanno partecipato i sindaci di Gorgoglione, Corleto Perticara, Guardia Perticara, Stigliano e Aliano.

“È stato un tavolo produttivo - ha proseguito il governatore - che ha confermato l’importanza della condivisione. Per quanto riguarda le opportunità occupazionali - ha continuato Bardi - la Regione guarda al problema in un’ottica generale, senza fare riferimenti a singoli Comuni o a singoli territori. Bisogna fare quello che è più utile per la società lucana. È chiaro, naturalmente, che ci saranno vantaggi per chi soffre un può di più, ma la vicenda va guardata nella sua interezza. La prossima settimana, comunque, ci sarà un nuovo incontro sulla questione. Nella seconda parte del tavolo odierno - ha detto ancora il presidente - abbiamo cercato di avere un quadro della situazione creditizia di alcune società nei confronti di Total e di Tecnimont. La situazione si sta evolvendo positivamente. Ci saranno a stretto giro tavoli fra le parti interessate per arrivare, entro la prima settimana di novembre, ad una definizione della questione. A breve - assicura Bardi - chiuderemo anche questo aspetto della vicenda e si potrà iniziare l’attività operativa vera e propria”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Avigliano, Regione stanzia fondi per completare scuola Possidente

Gio, 24/10/2019 - 13:39
“La giunta regionale della Basilicata, nell’ultima seduta, ha previsto lo stanziamento di 250 mila euro a favore del Comune di Avigliano per risolvere le ulteriori criticità riscontrate nella scuola primaria nella frazione Possidente. L’obiettivo è archiviare al più presto il disagio degli alunni e dei loro familiari, costretti a spostarsi nel plesso di Lagopesole dove si sta verificando un sovraffollamento che rischia di condizionare le attività didattiche”.
È quanto dichiara l’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, commentando l’iniziativa del governo lucano che mette il Comune nella condizione di completare l’intervento di riqualificazione, già avviato grazie a un precedente finanziamento regionale di 500 mila euro, che porterà alla riapertura del plesso scolastico.
“Il mondo della formazione – aggiunge Rosa – è tra i primi punti della nostra agenda politica e metteremo in campo tutte le energie e gli strumenti a nostra disposizione per migliorare le strutture lucane, garantendo nelle scuole un clima di serenità e sicurezza”.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Il 27 ottobre a Cirigliano la “Parata delle Stagioni”

Gio, 24/10/2019 - 12:55
Il 27 ottobre a Cirigliano (partenza dal Palazzo Baronale alle ore 11,00) si svolgerà la Parata delle Stagioni, promossa dall’artista Luigi Coppola. L’iniziativa è organizzata nell'ambito delle azioni condotte per Gardentopia, un progetto di Matera 2019.

La parata sarà un'inaugurazione e una riapertura festiva e poetica di un percorso rurale (tratturo regio delle Girovolte) abbandonato oramai da decenni. La parata sarà ispirata alla tradizione del carnevale agricolo di Cirigliano, uno dei più antichi rituali italiani, e ad altri rituali lucani. La riapertura simbolica del percorso vuole generare un'attenzione rispetto alle bellezze paesaggistiche e ambientali del paese e aprire un progetto di riqualificazione che metterà Cirigliano al centro di una serie di percorsi di ecoturismo che lo collegheranno agli altri paesi limitrofi. La parata terminerà con un pranzo rurale, con prodotti e ricette tipiche locali, offerto dalla comunità di Cirigliano in un luogo accessibile nel fondovalle.

Luigi Coppola è un artista, attivista e promotore di progetti nei campi dell'agroecologia, processi partecipativi e la gestione condivisa dei beni comuni.

Dal 28 ottobre al 2 novembre arriva invece a Matera, nel Giardino dei MOMenti e a Pietragalla (Potenza), l'artista Otobong Nkanga (Nigeria) con il progetto Carved to Flow, azione di condivisione della conoscenza legata al patrimonio floreale, la fabbricazione dell'olio e del sapone. Carved to Flow inizierà con una introduzione al patrimonio naturale disponibile e con dei workshop di fabbricazione di sapone, insieme con i cittadini e gli alunni della scuola nel giardino dei MOMenti a Matera, e con i cittadini della comunità rurale di Pietragalla.

Gardentopia è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 sulla cultura del verde e la cittadinanza attiva ibridati dall'arte contemporanea: un'utopia green che trasforma i giardini in luoghi di comunità accessibili a tutta la cittadinanza, con il coinvolgimento di 18 artisti coordinati dalla curatrice Pelin Tan che lavorano e lavoreranno su 32 giardini di comunità diffusi in tutta la regione Basilicata. I primi progetti hanno coinvolto in workshop e performance artisti e collettivi come i Futurefarmers (USA), Errands (Grecia), Leone Contini (ITA), Rirkrit Tiravanija (Thailandia), Volumezero (ITA), Luigi Coppola (ITA), Jeanne Van Heeswiijk (Paesi Bassi), OrtiAlti (ITA), Anton Vidokle(RU), Martina Muzi (ITA), meson ro (ITA), Atelier delle Verdure (ITA). 
Categorie: Notizie Basilicata

Tempa Rossa, domani incontri in Regione

Mer, 23/10/2019 - 18:37
In programma domani, con inizio alle ore 9,00, nella sala “Verrastro” al primo piano del palazzo della Giunta regionale (Via Verrastro, 4 – Potenza), un doppio momento di confronto per discutere delle questioni relative a Tempa Rossa e alla Total.

In un primo incontro, alla presenza dei sindaci e dei rappresentanti delle organizzazioni di categoria, Bardi, Cupparo e Rosa affronteranno l’argomento relativo all’occupazione. A seguire, gli esponenti dell’esecutivo discuteranno con i delegati della Total e della Tecnimont, delle esigenze e richieste del mondo dell’impresa.

Al termine dei lavori, intorno alle 11,00, ci sarà un punto stampa.

Categorie: Notizie Basilicata

Ripristino beni ecclesiastici, 4 milioni di euro dalla Regione

Mer, 23/10/2019 - 18:00
A conclusione della procedura negoziata tra Regione e Conferenza episcopale della Basilicata sono state selezionate quattro opere per le quali il governo regionale ha stanziato 4,3 milioni di euro a valere sull’Asse 5 “Tutela dell’Ambiente ed uso efficiente delle risorse” - Azione 6C.6.7.1 “Interventi per la tutela e la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale nelle aree di attrazione di rilevanza strategica tale da consolidare e promuovere processi di sviluppo del Programma operativo (Po) Fesr Basilicata.
In particolare sono stati destinati 2,4 milioni di euro per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete di beni culturali ecclesiastici dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo (Città di Potenza); 1,2 milioni di euro per la Diocesi di Tursi-Lagonegro (per la Basilica di Santa Maria di Anglona, per il museo-archivio-biblioteca del Comune di Tursi, nonché per la Basilica di San Biagio a Maratea; 1,3 milioni di euro per la Diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa, di cui 0,9 milioni di euro per l’ex Convento dei Frati Minori Osservanti e 0,4 milioni di euro per la Cattedrale Santa Maria Assunta di Melfi.
“Riteniamo importante - ha detto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi - contribuire in maniera concreta alla valorizzazione di un patrimonio dalla grande valenza culturale, rappresentato da opere, edifici e monumenti ecclesiastici. Tutelare tale patrimonio significa anche dare nuova linfa alle strategie mirate alla crescita del turismo e dell’occupazione”.
“La conclusione della procedura negoziata avviata lo scorso mese di agosto - ha affermato l’assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Cupparo - investe un ampio territorio della Basilicata, da Potenza al territorio del Vulture fino all’area Sud con Maratea e Tursi e permetterà oltre al recupero degli edifici attraverso interventi architettonici, artistici e monumentali, di innalzare la fruibilità del patrimonio culturale ecclesiastico, anche mediante allestimenti multimediali e opere di digitalizzazione, così da aumentare il flusso turistico e quindi le opportunità di sviluppo e di occupazione”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Sviluppo Basilicata: il programma di Microcredito sfida possibile

Mer, 23/10/2019 - 16:27
Nell’ambito degli eventi di presentazione del Fondo Microcredito Po-Fse 2014-2020 della Regione Basilicata, Sviluppo Basilicata rende note le prime date degli incontri territoriali:
- 30 ottobre Senise c/o Sede “Centro Polifunzionale” Regione Basilicata ore 16:30
- 5 novembre Potenza c/o Sala Inguscio Regione Basilicata ore 16:30
- 12 novembre Matera c/o Sala Mandela Comune di Matera ore 16:30

Ecco il programma relativo all'incontro del 30 ottobre:
Ore 16:30 Registrazione dei partecipanti
Ore 17:00 Saluti dell’assessore alle Attività produttive, Lavoro, Formazione, Sport della Regione Basilicata, Francesco Cupparo
Ore 17:15 Apertura dei lavori “Microcredito PO FSE 2014-2020” a cura dell’Amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale
Ore 17:30 Presentazione e approfondimento sulla Misura a cura del Responsabile Settore Ingegneria Finanziaria di Sviluppo Basilicata, Vito Pinto
Ore 18:00 Domande e approfondimento dal Pubblico
Ore 18:30 Conclusioni

Si fa presente che per ciascun incontro sarà possibile prenotare un appuntamento individuale per approfondimenti sulla Misura, inviando una mail all'indirizzo infomicrocredito@sviluppobasilicata.it

Gli altri appuntamenti territoriali verranno comunicati non appena definiti i relativi programmi.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Petrolio, Rosa: non prendiamo lezioni da Pittella

Mer, 23/10/2019 - 16:09
“Le dichiarazioni dell’opposizione non mi stupiscono e sono contento che, anche solo dopo aver perso il governo della Regione, hanno compreso che esiste un mondo economico oltre il settore no oil che, date le loro politiche precedenti, evidentemente non conoscevano. Come dimostrano di non conoscere la normativa nazionale di settore che garantisce la prosecuzione delle estrazioni anche senza la proroga formale. Ma come ha fatto Pittella a governare senza conoscere le basi?”. È quanto afferma l’assessore all’Ambiente Gianni Rosa, commentando le dichiarazioni rilasciate dal consigliere Marcello Pittella a margine di un incontro della minoranza con i sindaci della Val d’Agri.

“Siamo soddisfatti – aggiunge Rosa - di aver aperto il dibattito sul futuro della Basilicata oltre il petrolio. Anche quando ero consigliere ho cercato di stimolare l’allora governatore Pittella che però si è sempre dimostrato alquanto miope. Dopo la sconfitta avrà messo gli occhiali e solo oggi comprende gli enormi errori che ha commesso rimanendo supino alle logiche lobbistiche. Errori che noi continuiamo a scontare ma che supereremo. Ritenere di poter prendere lezioni dalla classe politica che ci ha distrutto è, però, un atto arrogante da parte dell’ex governatore. Dovrebbe prima spiegarci perché, visto che lamenta ritardi nelle trattative con ENI, non le ha iniziate due anni fa lui, quando è stata depositata l’istanza di proroga. Dovrebbe prima spiegarci dove sono finite tutte le compensazioni ambientali che certo non sono state investite in economia green. Ancora non abbiamo ascoltato un mea culpa da parte di nessuno dei ‘fossili’ della politica lucana. Adesso che sono al governo nazionale, dovrebbero essere parte attiva, cogliendo l’invito del presidente Bardi ad aprire un tavolo con il Ministero. Così come dovrebbe farsi parte attiva Descalzi che lancia da Milano l’Energy Valley lucana, cosa apprezzabilissima, ma non ci ha ancora fatto sapere se ha intenzione di sedersi seriamente al tavolo regionale e discutere delle compensazioni dovute alla Basilicata”.

“Il governatore Bardi sta dimostrando grande coraggio nelle trattative con le compagnie petrolifere. Coraggio – conclude Rosa - che è sempre mancato al governo precedente. Come ho più volte detto al tavolo con i petrolieri, noi non abbiamo interessi che non siano quelli dei lucani. Se questo disturba qualcuno, per noi, non ci saranno problemi a mobilitare i cittadini e ad andare a Roma”.
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine