Basilicatanet

Abbonamento a feed Basilicatanet
Basilicatanet - News
Aggiornato: 7 ore 16 min fa

Assessore Fanelli su ventesima edizione Premio Olivarum

7 ore 18 min fa
“Il Concorso regionale Olivarum, che premia il miglior olio extravergine di oliva prodotto e imbottigliato in Basilicata è giunto alla ventesima edizione. L’intento della Regione è stato quello stimolare il miglioramento e la cultura della qualità dell’olio extravergine d’oliva, con lo scopo di favorirne la valorizzazione, la commercializzazione e il consumo sui mercati. Da oggi il nostro nuovo obiettivo sarà anche quello di garantirne la tracciabilità di filiera”.
E’ quanto dichiara l’assessore regionale alle Politiche agricole, Francesco Fanelli, in merito al bando sul Premio Olivarum pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata del 16 gennaio scorso in relazione allo storico Premio che quest’anno sarà organizzato dal Dipartimento regionale Politiche agricole in collaborazione con l’Alsia.
“L’olio extravergine d’oliva lucano – continua - è un prodotto agroalimentare sicuro e ciò è il risultato della grande competenza e del sacrificio dei nostri produttori e trasformatori che il Dipartimento Politiche agricole deve accompagnare in tutte le sue fasi al fine di consentire e garantire i processi e le attività di trasformazione condotte lungo l’intera filiera alimentare. Infatti, con l’applicazione della tracciabilità alimentare il consumatore può acquisire le informazioni specifiche di sicurezza e qualità dei prodotti acquistare in sicurezza e non rischiare di acquistare un prodotto importato dall’estero, magari di scarsa qualità e ottenuto con metodi di coltivazione vietati in Italia. La certificazione di rintracciabilità sulla quale il Dipartimento intende lavorare, insieme alla Igp Olio Lucano, di imminente approvazione, - spiega Fanelli - consentiranno di rendere i processi aziendali più trasparenti e sicuri, e dare valore aggiunto alle nostre produzioni olearie”.
In tale quadro il Comitato di assaggio rappresentato dal Panel regionale operativo presso il Centro ricerche dell’Alsia Metapontum Agrobios valuterà l’eccellenza degli oli lucani selezionandoli tra i migliori oli lucani biologici, monovarietali, dei grandi produttori e del prodotto di montagna.
“Su quest’ultima categoria mi preme sottolineare – conclude l’assessore Fanelli - che il Premio Olivarum, vuole interessare anche quelle aree interne di montagna dove, per quanto di nicchia, gli agricoltori coltivano l’olivo. Ciò è un ulteriore momento di presidio contro lo spopolamento e la tutela e del nostro territorio che rimane uno dei cardini delle politiche regionali di sviluppo rurale da incoraggiare ulteriormente”.


Omicidio tifoso, Bardi: sport non diventi occasione di violenza

9 ore 16 min fa
“Quanto accaduto trova le sue radici in una mancanza culturale, quindi c’è bisogno di educare i giovani”. Così il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, a margine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolta questa mattina a Potenza, in cui si è evidenziato che “si è trattato di un vero e proprio agguato”.
“Le istituzioni e le società sportive – ha aggiunto – devono farsi promotori di una campagna di sensibilizzazione su questo tema affinché il tifo per le squadre di calcio vada avanti nel modo giusto e non diventi l’occasione per dare vita a episodi di violenza come quello che si è consumato ieri su cui sta ben indagando la magistratura e che credo porterà a conseguenze esemplari.
C’è stato un morto e ci sono stati venticinque arresti in carcere, questo – ha concluso il presidente – fa capire quanta attenzione debba essere attribuita al grave episodio, che non rispecchia l’indole pacifica del popolo lucano”.
  

Dichiarazione del presidente Vito Bardi sugli incidenti di Vaglio

Dom, 19/01/2020 - 17:50
“Una domenica di sport e di festa è stata distrutta dalla follia di un gruppo di facinorosi.
Violenti che sotto il manto della tifoseria si lasciamo andare ad atti di violenza che sono delinquenziali.
L’intera comunità Lucana condanna quando accaduto a Vaglio, perché è distinta e distante da questi comportamenti.
Non si può morire una domenica per andare a vedere la squadra del cuore.
Da sportivo, da tifoso, sono convinto che questi atteggiamenti siano lunari rispetto alla passione che muove milioni di italiani e di lucani.
Questi delinquenti la dovranno pagare cara.
Alle famiglie dei feriti e della vittima va la mia vicinanza”

Aggressione a giovane donna potentina, Bardi: episodio gravissimo

Sab, 18/01/2020 - 14:22
Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in merito all’aggressione denunciata dalla signora Giulia Ventura dichiara che “l’episodio, oggetto di indagine da parte degli inquirenti, è gravissimo e risulta estraneo alla cultura della comunità lucana, improntata da sempre al rispetto della persona”.
Il presidente della Regione Basilicata nel dare la sua solidarietà alla giovane donna potentina, ritiene che “episodi di questo genere vadano stigmatizzati e condannati senza esitazione. Auspico che gli autori siano perseguiti in maniera durissima perché simili fatti di violenza e di intolleranza sono del tutto inconcepibili”.  

bas 02

Matera 2019 e Galway 2020 a Istituto italiano cultura di Dublino

Sab, 18/01/2020 - 10:40
Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e Galway, la città irlandese che quest’anno detiene il titolo insieme alla croata Rijeka, sono state al centro dell’incontro “Da Matera a Galway” ospitato presso l'Istituto Italiano di Cultura a Dublino, organizzato dal Direttore, Renata Sperandio.
Il legame di amicizia fra le due città, rafforzato dalla collaborazione fra i team che si occupano del programma della Capitale Europea della Cultura, è stato sottolineato dall’ambasciatore italiano in Irlanda, Paolo Serpi.
A rappresentare Matera 2019 è stata la Manager Sviluppo e Networking della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Rossella Tarantino, che ha spiegato come la città dei Sassi abbia colto l'opportunità della Capitale della Cultura per rafforzare la dimensione europea e il coinvolgimento attivo dei cittadini tramite iniziative locali di sviluppo creativo. Grande interesse ed emozione ha suscitato il lavoro di ingaggio dei cittadini nelle produzioni culturali originali che è stata la cifra del programma di Matera 2019.
Per Galway 2020 sono intervenuti i Cultural Producers Craig Flaherty e Kate Howard, che hanno discusso della sfida rappresentata da una Capitale Europea della Cultura ai confini dell'Europa, affrontando il tema di Lingua, Territorio e Migrazione.
A suggellare l’unione fra la cultura irlandese e quella italiana è stata la musica, con l’esibizione del violoncellista italiano Adrian Mantu nella Lamentatio del compositore Giovanni Sollima, un omaggio al festival internazionale di violoncello “Cellismo” che fa parte dello straordinario programma di Galway 2020.

bas 02

Attentato centro anziani Il Sorriso di Stefano: solidarietà Leone

Ven, 17/01/2020 - 15:40
“Esprimo la mia totale vicinanza al Direttore e gli operatori tutti dell’Universo Salute Opera Don Uva nonché alla famiglia Franchi per il vile atto di cui sono stati bersaglio ieri.
E’ ignobile come la violenza e l’aggressività colpiscano ancora una volta chi cerca di dare il proprio contributo alla vita sociale ed economica del proprio paese.
Tali atti devono trovare un atteggiamento di condanna pubblica ed è necessario investire le nostre energie per far sì che i valori del rispetto, della libertà e della dignità possano essere ancora vivi all’interno delle nostre comunità.
Non mancheranno il mio sostegno e la mia vicinanza per poter combattere insieme”.
E’ quanto dichiara in una nota Rocco Leone, assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, in riferimento all’attentato dinamitardo che ha colpito, a Foggia, il centro per anziani “Il Sorriso di Stefano”.



Uma e carburante agricolo, sul Bur i moduli per il 2020

Ven, 17/01/2020 - 13:19
Sono stati pubblicati sul supplemento ordinario del Bur n. 3 del 16 gennaio 2020 i modelli per l’iscrizione per l’anno in corso al registro degli Utenti motori agricoli (Uma) e per la richiesta e dichiarazione dei consumi del carburante agricolo agevolato.
I nuovi modelli sono già predisposti per la sincronizzazione con il Sistema Informativo agricolo (Sia-Rb), che avverrà nei prossimi mesi.
La modulistica sarà disponibile anche sul sito Internet della Regione Basilicata e sul portale Sia-rb.
Lo rende noto il Dipartimento Politiche agricole e forestali.

bas 02

Cupparo su Avviso Efficientamento e risparmio energetico imprese

Ven, 17/01/2020 - 11:39
“Agevolare le imprese nella realizzazione, nelle proprie sedi operative, di investimenti finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica anche attraverso l'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili per la produzione di energia destinata al solo “autoconsumo” con l’obiettivo di promuovere la riduzione dei consumi e delle correlate emissioni inquinanti e climalteranti degli impianti produttivi mediante la razionalizzazione dei cicli produttivi, l'utilizzo efficiente dell'energia e l’integrazione in loco della produzione di energia da fonti rinnovabili. Sono questi gli obiettivi principali – sottolinea l'assessore alle Attività produttive Francesco Cupparo - dell'Avviso pubblico ‘Efficientamento e Risparmio Energetico delle Imprese’, entrato nella fase di attuazione con la pubblicazione sul Bur n. 1 del primo gennaio 2020 e nella sezione Avvisi del portale della Regione Basilicata”.
“In stretta sintonia con il nuovo corso che la Giunta ha definito per l'Arpab, questa misura – continua Cupparo – risponde anche all'esigenza di dotare le imprese di più ‘energia pulita’. E' la migliore risposta a chi, in assenza di argomentazioni valide, ricorre al linguaggio populista e parla di ‘di occupazione militare’ di ogni spazio negli enti sub regionali”. Di ‘militare’ noi ci mettiamo solo il tradizionale ordine dopo il caos degli anni precedenti con provvedimenti ed atti che non hanno prodotto risultati apprezzabili”.
L'assessore informa sull'intensità delle agevolazioni previste: per le Grandi Imprese un aiuto non superiore al 30% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un contributo massimo di € 250.000,00 e massimo di € 350.000,00 per le grandi imprese energivore; - per le Medie Imprese un aiuto non superiore al 40% delle spesa ammesse ad agevolazione fino ad un contributo massimo di € 200.000,00 e massimo di € 250.000,00 per le imprese energivore; - per le Piccole Imprese un aiuto non superiore al 50% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un massimo di € 300.000,00 e massimo di € 500.000,00 per le imprese energivore; - per le Micro Imprese un aiuto non superiore al 50% delle spese ammesse ad agevolazione fino ad un massimo di € 150.000,00 e massimo di € 200.000,00 per le imprese energivore. L’impresa deve garantire che almeno una quota del 25% dell’investimento candidato deve essere priva di qualsiasi forma di sostegno pubblico.
Sono ammissibili ad agevolazione le seguenti tipologie di intervento: diagnosi energetica e spese tecniche per le sole PMI; Interventi di efficienza energetica; Interventi di installazione di impianti da fonti rinnovabili.
La dotazione finanziaria complessiva è pari a euro 5.117.051,57 così ripartita: - euro 2.558.525,78 a favore delle Grandi imprese - euro 2.558.525,79 a favore delle Pmi (micro, piccole e medie imprese. L’Amministrazione regionale si riserva la facoltà di destinare risorse aggiuntive a quelle attualmente stanziate.
La procedura di presentazione delle domande di agevolazione è a sportello telematico. Lo sportello telematico resterà aperto fino alle ore 20.00 del giorno 13/03/2020.



Chiusura mostra Mediterranea, a Matera il presidente dell’ASI

Ven, 17/01/2020 - 11:18
La mostra Mediterranea, promossa dall’Agenzia Spaziale Italiana e Telespazio, in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Polo Museale della Basilicata, in esposizione al Museo Ridola, chiude i battenti dopo 4 mesi in esposizione.

A “chiudere” l’esposizione, inserita nel programma ufficiale di Matera Capitale europea della cultura per il 2019, sarà il presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia che visiterà la mostra, accompagnato, per l’occasione, dal Presidente della Fondazione, Salvatore Adduce, dal Direttore del Polo Museale della Basilicata, Marta Ragozzino e dal Prorettore Vicario dell'Università degli Studi della Basilicata, Michele Perniola.
La visita è prevista per le ore 16.00 di domenica 19 gennaio.

La mattina successiva il Presidente Saccoccia sarà al Centro di Geodesia Spaziale di Matera per incontrare il personale ASI e visitare le strutture di e-Geos, joint venture tra ASI e Telespazio. 

Al via premio miglior olio extravergine d'oliva della Basilicata

Gio, 16/01/2020 - 19:38
E' stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata (Parte I) del 16 gennaio 2020 il nuovo bando di concorso per l'assegnazione del Premio regionale OLIVARUM per i migliori oli extravergine d'oliva della Basilicata. 
Si tratta della XVI edizione del prestigioso premio regionale, riservato agli olivicoltori e ai produttori di olio in proprio, singoli o associati, operanti sul territorio lucano. Il concorso è riservato esclusivamente agli oli extravergine di oliva prodotti nella campagna agraria 2019/20, provenienti da oliveti coltivati in Basilicata, e prodotti e imbottigliati a norma di legge.
L'organizzazione del concorso è curata dal Dipartimento Politiche agricole e forestali della regione, in collaborazione con l'ALSIA, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura. Attraverso il concorso, Olivarum punta tra l'altro a diffondere tra produttori e consumatori la cultura dell'olio extravergine di qualità, a stimolare un'attenzione sempre crescente alle tecniche di raccolta, trasformazione e conservazione del prodotto, e a valorizzare la tecnica e l'esperienza dell'assaggio degli oli come strumento di conoscenza della qualità.
I produttori che intendessero partecipare al concorso dovranno far pervenire alla Regione Basilicata - Dipartimento Politiche agricole e forestali di Matera, in via Annibale di Francia n. 40 - i campioni di olio entro le ore 12.00 del 31 gennaio. I campioni saranno sottoposti a valutazioni organolettiche e ad esami chimico-fisici. Il comitato di assaggio è rappresentato dal Panel regionale operativo presso il Centro ricerche dell'ALSIA "Metapontum Agrobios".
La premiazione avverrà in una manifestazione pubblica, nella quale saranno resi noti il vincitore, gli oli lucani di eccellenza (con punteggio complessivo di almeno 80/100) e le menzioni speciali "Grande produttore", "Olio monovarietale", "Biologico", "DOP Vulture" e "Prodotto di montagna".



Aviosuperficie Pisticci, domani la restituzione al Consorzio Asi

Gio, 16/01/2020 - 12:57
“In esecuzione dell’ordinanza di rilascio della infrastruttura aeroportuale E. Mattei in Pisticci, di proprietà del Consorzio Industriale, pronunciata dal Tribunale di Matera il 19 novembre 2018, l’Ufficiale Giudiziario ha fissato per domani alle ore 9.00 l’inizio delle operazioni esecutive per la restituzione della pista dalla Winfly srl che la detiene ormai da mesi senza aver provveduto alla sua spontanea restituzione al Consorzio. A conclusione delle attività di ricognizione e di inventario dei beni presenti, il Consorzio potrà recuperare l’infrastruttura per destinarla nuovamente alle funzioni di pubblico interesse”. Lo rende noto l’amministratore unico del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera, Rocco Fuina.

Turismo, Megale (Sviluppo Basilicata) su progetto Labelescape

Gio, 16/01/2020 - 11:34
È partito da Lubiana in Slovenia il primo Kick-Off meeting sul progetto Labelescape finanziato dal Programma Europeo Interreg Med.
Il progetto al quale partecipano 10 partner provenienti da tutta Europa ha un valore complessivo di 2,4 meuro, di cui 200 mila euro assegnati a Sviluppo Basilicata, ha l’obiettivo di creare o capitalizzare, là dove già esistente, un’etichetta di turismo sostenibile.
Per l’amministratrice unica di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale, presente a Lubiana nel corso del Kick-Off Meeting “il turismo sta cambiando e si sta evolvendo verso mete meno affollate più ricercate e autentiche. Il 2020 sarà l’anno dedicato ai viaggi alla ricerca di territori nascosti e lontani dal caos cittadino in favore di località dove si respira un clima di pace e reale connessione con l’ambiente circostante: ‘Sustainable Tourism is the right approch!’ Non possiamo perdere questa opportunità per la Basilicata: rientrare nel circuito di città Labelescape darà a tutta la Basilicata una visibilità maggiore e permetterà al turista più sensibile e più attento alle esigenze della sostenibilità di conoscere il nostro territorio. Questo è un turismo molto qualificato e di fascia alta e pertanto rappresenta davvero un’ottima opportunità in un momento in cui territori come il nostro avranno finalmente la possibilità di emergere e di farsi conoscere nonostante i piccoli numeri, la distanza e la presenza di connessioni frastagliate e non servite direttamente dai mezzi pubblici.
Coinvolgeremo nel progetto a breve gli stakeholder impegnati in ambito turistico al fine di fare sintesi delle loro esigenze”.
Sviluppo Basilicata dovrà ascoltare i bisogni provenienti da chi opera nel settore e da parte di tutti gli stakeholder impegnati lungo la filiera turistica e mettere in risalto le best practice già esistenti in ambito di sostenibilità turistica o favorirle quali, ad esempio, l’esistenza di protocolli che riducono l’utilizzo della plastica monouso negli alberghi, gli sprechi alimentari nella ristorazione, che favoriscono l’utilizzo di prodotti a km zero e la realizzazione di percorsi esperienziali con impiego di bici e altri veicoli non inquinanti, di recupero delle tradizioni più autentiche dirette a valorizzare i territori più interni della Basilicata.
Il progetto si concluderà a maggio 2021, nel frattempo ci saranno altre visite negli stati partner mentre la visita della delegazione europea in Basilicata è prevista ad ottobre 2020.
Maggiori informazioni saranno presto disponibili sul sito di Sviluppo Basilicata.
Nel frattempo chi volesse conoscere di più sul progetto può inviare una mail all’indirizzo info@sviluppobasilicata.it


bas 02

Matera 2019, il grazie ai cittadini dalla Fondazione e dal Comune

Mer, 15/01/2020 - 18:03
Il 19 gennaio, a un anno esatto dalla apertura del 2019, si inaugura il campo basket di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019
Il successo di Matera Capitale europea della cultura è il risultato non solo di un intenso lavoro guidato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, ma anche e soprattutto, dei tantissimi cittadini che hanno regalato il loro tempo partecipando attivamente a questo viaggio. Sono migliaia le persone che hanno partecipato ai laboratori nei quartieri, alla organizzazione della cerimonia inaugurale e di quella finale, ai progetti artistici, ai progetti di comunità, alle residenze in molti casi anche mettendo a disposizione propri spazi e proprie abitazioni.
Per questa ragione, mentre si continua a progettare un percorso di iniziative culturali finalizzato a valorizzare l’eredità di Matera 2019, la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Comune di Matera, a un anno esatto dalla cerimonia inaugurale, hanno organizzato un momento istituzionale per offrire un riconoscimento a tutti i cittadini che hanno partecipato al percorso di Matera 2019.
Domenica 19 gennaio, in occasione della inaugurazione del campetto di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019, dalle ore 11 alle ore 13, verrà consegnato a tutte le persone che si sono impegnate in questo anno speciale un attestato di partecipazione, ricordo tangibile del meraviglioso supporto, e un kit ricordo di questa esperienza comprendente il video della cerimonia inaugurale -  prodotto da TRM e donato dal Comune di Matera - tenutasi esattamente un anno fa, anche per rivivere insieme i tanti momenti che sono stati condivisi.
Nella circostanza, alle ore 10, verrà inaugurato “Let’s Play Culture”, intervento di arte urbana che ha interessato il campetto di Piazza Degli Olmi a Matera.
L’opera finale, che ha coinvolto l’artista tedesco Quapos e l’artista italiano Skolp, con la direzione artistica di Monica Palumbo – Momart Gallery e la collaborazione di Marica Montemurro e Gianni Papapietro, rappresenta la sintesi dell’incontro tra Arte Urbana, Gioco e Sport di Strada, che conclude il processo di riqualificazione avviato nel 2018.
L’inaugurazione dell’intervento di arte urbana coinvolgerà l’Istituto “D. Bramante, partner integrante del progetto Open Playful Space nel processo di rigenerazione dell’intera piazza, anche in vista dell’Open Day Scolastico in programma il 19 Gennaio.
Qui di seguito il programma:
- Ore 10,30 - 11,45
Basket 3vs3  under 18
- Ore 11,00 - 11,45
Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt
- Ore 11,00 – 13,00
Consegna attestati ai cittadini
- Ore 12 - 12,30
Saluti istituzionali e cerimonia di consegna del campetto di piazza degli olmi con interventi del sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, e il presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce
- Ore 12,30 - 13,30
Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt

bas 02



Installazione vasche Tecnoparco, precisazioni Fuina Consorzio Asi

Mer, 15/01/2020 - 15:11
In relazione ai rilievi sollevati dal Movimento di Tutela Valbasento, pubblicati oggi su alcuni organi di stampa e riguardanti “l’installazione di due nuove vasche nell’impianto di Tecnoparco”, l’amministratore unico del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Matera, Rocco Salvatore Fuina, precisa quanto segue:

“La Pista di volo E. Mattei è attualmente dotata di due aree laterali che costituiscono le superfici di sicurezza per la navigazione aerea. All’interno di quella a confine con l’area industriale di Pisticci Scalo sono presenti dei manufatti parzialmente fuoriterra, la cui presenza è incompatibile con le vigenti norme della navigazione aerea (norme ICAO), in quanto costituiscono ostacolo all’esercizio, in sicurezza, dell’aviosuperficie. Tali manufatti sono opere in cemento armato preposte al solo rilancio (e non alla depurazione) dei reflui rivenienti dal Comparto C, che vengono recapitati all’impianto di trattamento gestito da Tecnoparco.

Per le motivazioni già espresse, il Consorzio ha redatto un progetto di delocalizzazione dei medesimi manufatti, prevedendo la costruzione di un unico manufatto parzialmente interrato localizzato all’interno dell’area attrezzata di Pisticci, destinato ad assolvere il medesimo compito dell’impianto esistente. Dal punto di vista ambientale, le aree interessate sono state già restituite agli usi legittimi nell’ambito delle conferenze di servizio decisorie da parte del Ministero dell’Ambiente. Attualmente si è in fase di acquisizione del titolo abilitativo da parte del Comune di Pisticci e del deposito sismico da parte dell’Ufficio regionale preposto. Una volta ottenuti questi permessi, si procederà, a breve, alla stipula del contratto di appalto ed all’avvio dei lavori.

Tali lavori sono stati finanziati a valere sulla DGR n. 904 del 01.09.2017 avente ad oggetto il Patto per lo sviluppo della Regione Basilicata – “Settore prioritario Sviluppo Produttivo Attrazione investimenti” – Intervento strategico n. 18 – Supporto allo sviluppo industriale – D.G.R. n. 684/2017 – Allegato 3 – Presa d’atto delle risultanze della procedura per la selezione degli interventi dei Consorzi per lo Sviluppo Industriale delle Province di Potenza e di Matera in materia di infrastrutture e servizi per le aree di Sviluppo Industriale anche ecologicamente attrezzate. L’importo del finanziamento ammonta ad € 700.000,00 oltre IVA”.

Vertenza Caruso: incontro in Regione con assessore Cupparo

Mer, 15/01/2020 - 14:45
“Nei prossimi giorni svolgerò incontri bilaterali con ciascuna delle parti interessate: organizzazioni sindacali, azienda Caruso, Eni, Confindustria, Confapi, con l’obiettivo e l’impegno di individuare, entro 15-20 giorni, una soluzione definitiva che parta dal prioritario rispetto dei diritti dei lavoratori interessati, ad iniziare da quello alla corresponsione puntuale dello stipendio, e che punti a ristabilire un indispensabile clima di fiducia e serenità che oggi, purtroppo, non rilevo”. Lo ha dichiarato Francesco Cupparo, assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, nel corso dell’incontro da egli convocato e presieduto, su richiesta dei sindacati, che si è svolto oggi in Regione, per verificare il rispetto degli impegni assunti nei precedenti incontri dei mesi scorsi.
Le organizzazioni sindacali, si legge nel verbale di incontro, “fanno presente il mancato rispetto da parte della società Caruso degli impegni sottoscritti nell’incontro del 5 dicembre scorso e rendono noto il clima estremamente conflittuale esistente tra l’azienda Caruso e le sue maestranze che denota la mancanza delle condizioni essenziali per un sereno confronto”.
L’Azienda Caruso, dal canto suo, “ribadisce la volontà di favorire un confronto sereno con i propri dipendenti al fine di poter risolvere tutte le problematiche evidenziate nel corso della discussione. Relativamente agli impegni presi ribadisce di averli rispettati seppur con qualche ritardo rispetto alle scadenze stabilite. Relativamente alle possibilità occupazionali immediate, invita nuovamente i lavoratori a considerare la disponibilità di spostarsi presso altri cantieri limitrofi in attesa della ripresa delle attività presso il Cova. Dichiara, inoltre, di avere contratti diretti con Eni-Dime".
L’Eni, infine, “conferma di aver rispettato gli impegni assunti negli incontri precedenti e ribadisce quanto già dichiarato nei precedenti verbali in merito alle attività ordinarie”.

Maf

Matera 2019, Adduce: legittima procedura gara Cava del Sole

Mer, 15/01/2020 - 09:04
Il Tar di Basilicata, con sentenza n. 40 del 13 gennaio 2019, ha dichiarato la legittimità della procedura di gara bandita dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 per l’affidamento in concessione della realizzazione e gestione di Cava del Sole. Lo rende noto l’ufficio stampa dell’ente, con una nota in cui si precisa che “il TAR ha chiarito che la Fondazione, difesa dall’avvocato Vito Agresti, ha operato nel rispetto di tutte le regole dell’evidenza pubblica. Il giudice amministrativo, nel rigettare il ricorso proposto dal secondo classificato Rti Fiera di Roma-Palazzo Gattini ed altri, ha acclarato che l'unico effetto del ricorso avrebbe potuto essere l'annullamento dell'intera gara e giammai l'affidamento della concessione in favore del ricorrente, affermando al contempo che la Commissione di gara, presieduta dal direttore della Fondazione, Paolo Verri, ha agito in piena legittimità valutando correttamente le offerte dei concorrenti ed aggiudicando la selezione allo Studio Ega che ha formulato la migliore offerta sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista economico”.

“Do atto all’intera struttura della Fondazione Matera Basilicata 2019 – ha dichiarato il presidente Salvatore Adduce - di aver bene operato, dimostrandosi capace di realizzare una grandissima mole di attività rispettando linearità e trasparenza, attraverso procedure pubbliche particolarmente complesse. Ciò ha permesso il dispiegarsi di tutte le iniziative del programma lungo l’intero percorso di Capitale Europea della Cultura nel pieno rispetto delle norme che regolano la vita di un soggetto molto “originale” quale è una Fondazione. Non meno rilevante è la circostanza che, a conclusione dell’anno della Capitale Europea della Cultura, i Soci fondatori – Comune di Matera, Regione Basilicata, Provincia di Matera, Università degli Studi della Basilicata, Camera di Commercio della Basilicata – possono contare su una struttura non condizionata da contenziosi di tipo amministrativo”.  

Arpab, Rosa: “Legge segna nuovo passo per controlli ambientali”

Mar, 14/01/2020 - 20:21
“L’approvazione della legge di riforma dell’Arpab segna un nuovo passo per i controlli e il monitoraggio ambientali. Abbiamo voluto un’Agenzia che fosse incentrata sulla sua vera mission: dare certezze ai cittadini sullo stato dell’ambiente in cui vivono. Lo abbiamo fatto privilegiando l’implementazione delle funzioni di controllo e snellendo l’apparato amministrativo. Abbiamo sperimentato in questi anni che l’organizzazione complessiva, in particolare l’organizzazione in dipartimenti non ha funzionato. La nuova organizzazione va verso la specializzazione degli uffici che coprirà l’intero territorio regionale”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, commentando l’approvazione in Consiglio del disegno di legge sul riordino dell’Arpab.
“Una riforma – ha continuato Rosa – che sarà a costo zero e non peserà sulle tasche dei lucani e avverrà attraverso la riduzione dei compensi del direttore generale e del direttore tecnico scientifico e l’abolizione della figura del direttore amministrativo. La riforma si completerà con i concorsi pubblici per assumere tecnici e aumentare l’efficienza delle attività di analisi e controllo. Ringrazio il presidente Bardi, la giunta tutta e i consiglieri tutti che hanno dimostrato che con il confronto si riesca a lavorare per il bene dei lucani”.

bas 02

Approvato il programma di gestione di Acquedotto lucano

Mar, 14/01/2020 - 16:45
L’Assemblea degli azionisti di Acquedotto Lucano ha approvato, questa mattina, il programma delle attività di gestione e degli investimenti, gli obiettivi assegnati all’amministratore unico da perseguire nel corso del 2020, nonché le azioni da mettere in campo per il raggiungimento dell’equilibrio economico- finanziario. Lo rende noto l’ufficio stampa della società precisando che ai lavori hanno partecipato il dirigente generale del Dipartimento Programmazione e Finanze della Regione Basilicata Domenico Tripaldi, l’amministratore unico dell’Egrib Canio Santarsiero e i sindaci dei Comuni in rappresentanza del 69,39 per cento del capitale sociale.

L’amministratore unico di AL, Giandomenico Marchese, ha tracciato le linee programmatiche di gestione e gli obiettivi che nel corso del 2020 dovranno essere perseguiti e raggiunti per l’ottimizzazione del servizio idrico integrato. “Le attività per l’anno 2020 – ha spiegato – prevedono un ambizioso programma che, oltre ad assicurare l’ordinaria gestione del servizio idrico integrato, punterà a favorire azioni di contrasto alla dispersione della risorsa idrica, di implementazione tecnologica e relativa razionalizzazione nella fatturazione dei consumi, di contrasto all’evasione ed alla morosità, di efficientamento gestionale delle risorse umane, conciliando il raggiungimento degli obiettivi di gestione con gli obiettivi di risparmio dei costi nelle principali voci di spesa”.

“Acquedotto Lucano – prosegue la nota diffusa dall’ufficio stampa della società - continuerà l’attuazione del piano degli investimenti, utilizzando prevalentemente risorse nazionali e comunitarie messe a disposizione dalla Regione Basilicata, nonché investimenti finanziati dalla tariffa. In particolare, oltre agli investimenti nel settore idrico, fognario e depurativo, proseguiranno i lavori di realizzazione di impianti fotovoltaici in autoproduzione e le gare, per importi oltre 16 milioni di euro, per efficientare i consumi energetici. Proseguirà altresì l’azione del gestore nel recupero dei crediti che nel corso del 2019 ha già prodotto risultati più che soddisfacenti e, sempre a tutela dei crediti della società, si procederà all’addebito del deposito cauzionale, ove non ancora richiesto, con un beneficio finanziario stimato di circa 8 milioni di euro”.

“Con l’assemblea ordinaria dei soci – si legge ancora nella nota - si è aperto un proficuo confronto tra il gestore e tutti i soggetti istituzionali coinvolti sulle condizioni di sostenibilità economico-finanziaria del gestore del servizio idrico lucano. L’attenzione è stata focalizzata sulle principali criticità che rendono difficoltosa la gestione ottimale del servizio, in parte di origine strutturale e congenita, in parte rivenienti dalla necessità di rispettare regole e prescrizioni dettate dall’Autorità competente, con inevitabili ricadute sull’organizzazione, pianificazione, tariffazione e gestione del servizio, spesso con il sostenimento di ulteriori costi di gestione”.

L’amministratore unico, oltre ad evidenziare “una strutturale sottocapitalizzazione della società che, per garantire un servizio efficiente ed adeguato, necessita di una congrua patrimonializzazione”, ha rappresentato “le azioni poste in essere dal management nel corso degli ultimi 18 mesi e numerosi strumenti attivabili che potrebbero concorrere a determinare l’equilibrio economico-finanziario del gestore. E’ incontrovertibile la significativa importanza economica, politica e sociale che - ha aggiunto Marchese - la gestione del servizio idrico assume nel territorio regionale. Acquedotto Lucano oggi si trova ad un punto di svolta importante. Portare l’acqua è un’impresa, soprattutto in un territorio come quello lucano, ma l’acqua intesa quale opportunità di sviluppo per la comunità intera, necessita della gestione quanto più possibile condivisa e partecipata da tutti gli attori coinvolti, ai fini di assicurare, attraverso soluzioni ragionate e percorribili, condizioni di sostenibilità economica e finanziaria al gestore”.

“L’assemblea ha dato pieno mandato all’amministratore Marchese di proporre all’Egrib ogni utile strumento, tra quelli previsti nella Convenzione di Gestione, per il mantenimento dell’equilibrio economico e finanziario – si legge ancora nella nota -, nonché di procedere alla verifica sulla fattibilità tecnico-giuridica dell’aumento di capitale sociale del gestore che consenta la patrimonializzazione della società, comunque garantendo la più ampia partecipazione societaria e la tutela dei soci nell’espletamento delle attività di controllo. Nel programma delle attività di Acquedotto Lucano occupa un posto di rilievo anche l’attuazione di un modello di impresa sostenibile, innovativo ed efficiente che garantisca la qualità della risorsa e il rispetto dell'ambiente attraverso, tra l’altro, l’acquisizione della certificazione di qualità della direzione risorse umane, amministrazione e finanza e vigilanza igienica”. 

Cambio ai vertici Uil: il messaggio di Cupparo

Mar, 14/01/2020 - 12:54
“Il riconoscimento dell'attività sindacale svolta da Carmine Vaccaro, per nove anni autorevole guida della Uil lucana, e gli auguri di buon lavoro al neo segretario regionale Vincenzo Tortorelli” sono espressi in una nota dall'assessore regionale alle Politiche di sviluppo e lavoro Francesco Cupparo.
“Nel pur breve periodo che da assessore ho avuto incontri e confronti con Vaccaro – evidenzia Cupparo – quello che mi ha colpito sono stati il suo atteggiamento di profondo rispetto istituzionale e la qualità delle proposte ispirate da una profonda visione riformista per contribuire al cambiamento. Come ha sostenuto ieri il Presidente Bardi nella conferenza stampa, noi crediamo nella concertazione sociale, nel pieno rispetto dei ruoli e della rispettiva autonomia tra Governo Regionale e parti sociali. Lo testimoniano i numerosi tavoli che ho presieduto al Dipartimento su vertenze aziendali caratterizzati dall'impegno sempre condiviso a risolvere i problemi nell'interesse dei lavoratori e per aiutare le imprese ad uscire dalla crisi. Credo che, in questo senso, l'esperienza di Vaccaro sia particolarmente significativa”.
“Dalle prime dichiarazioni del neo segretario Tortorelli – aggiunge Cupparo – colgo la volontà di proseguire la strategia riformista che ha caratterizzato sinora la Uil e mi sembra particolarmente interessante il progetto di sindacato delle comunità. La società lucana ha bisogno di strumenti di partecipazione attiva, di un maggiore protagonismo di ceti sociali e comunità territoriali innanzitutto per riacquistare fiducia nelle proprie potenzialità di crescita e di sviluppo e per contribuire alla svolta di cambiamento che intendiamo attuare. In questo, il sindacato tutto, libero da prevenzioni e pregiudizi, ha un importante ruolo da svolgere”.


Sviluppo Basilicata a Lubiana per il progetto Labelscape

Mar, 14/01/2020 - 11:14
Si terrà a Lubiana in Slovenia il 15 e il 16 gennaio il primo incontro del progetto Labelscape, finanziato all’interno del Programma Interreg Med 2014-2020, che ha l’obiettivo di sviluppare ed assegnare un marchio di sostenibilità turistica ai territori che vogliono indirizzarsi su percorso di sviluppo turistico sostenibile. Per l’Italia partecipano al progetto la Città Metropolitana di Roma e Sviluppo Basilicata, che nell’occasione sarà rappresentata dall’amministratrice unica Gabriella Megale. Il progetto ha un valore complessivo di circa 2,4 milioni di euro, mentre il budget assegnato a Sviluppo Basilicata dal programma InterregMed è pari a circa 200 mila euro ed ha una durata complessiva di 32 mesi.

“Il cambio dei modelli di scelta e consumo da parte dei turisti – afferma Megale -, l’aumento di concorrenza tra gli operatori e la necessità di un uso più responsabile delle risorse naturali e del patrimonio culturale, impongono alle principali destinazioni del Mediterraneo di affrontare i seguenti fenomeni: una crescente domanda di turismo di qualità; la necessità di rafforzare la cooperazione tra gli operatori turistici e le comunità locali; il trasferimento ai turisti di esperienze e soggiorni autentici e di qualità. Nelle aree più interne e con un basso numero di abitanti, come la Basilicata, queste sfide devono essere affrontate con maggiore attenzione a causa di specifiche caratteristiche socioeconomiche e maggiore vulnerabilità dei territori, che rischiano di essere oscurati da mete più grandi e più conosciute. La certificazione di sostenibilità turistica diventa quindi uno strumento efficace per rafforzare l'offerta turistica e attrarre un turismo di qualità perché maggiormente sensibile alle dinamiche legate alla sostenibilità. Al momento la Basilicata è priva di questo marchio ma, grazie a questo progetto, attraverso uno studio di percorsi ad hoc e lo scambio delle best practice con gli altri partner coinvolti, l’obiettivo è di creare in Basilicata una nuova etichetta turistica sostenibile e rientrare così nel circuito internazionale di mete con queste caratteristiche”.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 0971/50661 o inviare una mail a info@sviluppobasilicata.it .

Pagine