Basilicatanet

Abbonamento a feed Basilicatanet
Basilicatanet - News
Aggiornato: 5 ore 57 min fa

Confartigianato lancia a Matera il Progetto ‘Percorsi Accoglienti’

Ven, 24/05/2019 - 18:17
Gli artigiani diventano animatori delle bellezze dei territori italiani: è l’obiettivo del Progetto ‘Percorsi accoglienti’ lanciato da Confartigianato per creare itinerari di valorizzazione dell’artigianato e dei luoghi in cui operano. Un’iniziativa per reagire alla standardizzazione dell’offerta turistica e alla desertificazione di molte comunità locali e rilanciare gli imprenditori come protagonisti dell’autentico made in Italy, con la “mission”  di dare vita ad un nuovo attrattore turistico per i centri storici e i borghi del nostro Paese che abbia come motore la bottega artigiana, che diviene “bottega accogliente”.
Da oggi inizia il lavoro che porterà alla nascita dei Percorsi Accoglienti a Matera dove il Prof. Giancarlo Dall’Ara, ideatore del modello dell’Albergo Diffuso e Presidente dell'Associazione Alberghi Diffusi, oltre che esperto internazionale di turismo e cultura, ha incontrato i titolari di alcune imprese materane accompagnato dalla presidente di Confartigianato Matera, Rosa Gentile.
Un Percorso Accogliente – spiega il prof. Dall’Ara - è un modello di organizzazione e di gestione delle risorse turistiche e culturali di un territorio, nel quale hanno un ruolo fondamentale le persone e le loro competenze. Ha lo scopo di dare vita ad una nuova proposta, o meglio un nuovo attrattore per i centri storici e i borghi del nostro Paese, ed ha come motore la bottega artigiana. Il progetto ha l'obiettivo di dare una centralità culturale - prima ancora che economica - agli artigiani che operano nei centri storici, ma intende anche stimolare nuove funzioni per le botteghe artigiane, allo scopo di occupare un posizionamento più forte nella comunità e nel territorio, così da ottenere come ricaduta un miglioramento della loro performance, ed una maggiore integrazione con il tessuto economico e turistico locale. Occorre trovare un modo nuovo di affrontare lo sviluppo turistico dei centri storici, per questo – afferma il prof. Dall’Ara - insieme a Confartigianato abbiamo creato un modello di sviluppo turistico sostenibile, a rete, che adotta il marketing dell’accoglienza nell’intento di valorizzare le tante identità italiane e facendo leva sul DNA degli artigiani”.
“Abbiamo sempre pensato a Matera come ad un laboratorio per le piccole imprese del Sud Italia, lavorando – sostiene Rosa Gentile (Confartigianato) intorno al “brand Matera”, una sorta di “total quality”, il piacere del mangiar bene e del dormire bene, di un turismo emozionale a partire dalla realtà straordinaria della Capitale Europea della Cultura 2019, con eventi, cultura, bellezze architettoniche e un buon tessuto di artigianato, commercio, ristorazione e ricettività, da estendere sull’intero territorio regionale. Il Percorso Accogliente che stiamo costruendo con il prof. Dall’Ara e con i nostri associati è una delle azioni di questa nostra strategia. Il progetto – continua Gentile - non ha niente a che vedere con gli itinerari turistici tradizionali, né si configura come un pacchetto turistico; il progetto si basa infatti sull'economia delle relazioni. Alle botteghe artigiane si chiede di riscoprire il proprio orgoglio, la tradizione del “piccolo è bello”, ma si chiede anche di puntare sull'innovazione, e di sviluppare nuove funzioni per poter rispondere in modo adeguate alle esigenze dei residenti e dei viaggiatori di oggi”.
Ma il progetto non ha solo una dimensione locale: “Percorsi Accoglienti“, infatti,  sarà presentato in Cina il 23 maggio, alla Fiera Internazionale del Turismo di  Yantai nella provincia dello Shandong.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Confindustria Basilicata su visita a Centro oli Eni Val d’Agri

Ven, 24/05/2019 - 18:11
“Un’occasione unica per conoscere da vicino le caratteristiche e le modalità di funzionamento dell’impianto cardine della produzione Eni in Val d’Agri e di due pozzi (uno in produzione, l’altro in perforazione), ma anche e soprattutto una testimonianza di quanto Confindustria ritenga strategico il comparto estrattivo per la crescita economica e sociale del territorio”.
Lo fa sapere Confindustria Basilicata in una nota.
“Una giornata importantissima, in qualità di cittadini ma anche da imprenditori”, è stato il commento del presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Basilicata, Francesco D’Alema al termine della visita guidata insieme a una delegazione del Gruppo GI di Taranto guidata dal presidente, Giuseppe Calianni, al Centro Oli di Viggiano nell’ambito dell’iniziativa denominata “Porte Aperte”.
“La nostra regione – ha aggiunto D’Alema – vanta una presenza industriale di primissimo rilievo, prima azienda in Italia, che rappresenta una grande ricchezza, non solo in termini di impatto economico (per le ricadute dirette e indirette) e posti di lavoro, ma anche di cultura di impresa: elemento che intendiamo valorizzare con questa iniziativa. In questi anni, infatti, l’industria estrattiva ha fatto da stimolo alla nascita di nuove realtà produttive che da tempo hanno varcato i confini regionali e che si candidano a essere contractors nazionali e internazionali dell’Oil&Gas e non solo. La presenza dei colleghi della vicina Puglia, regione interessata dalla parte finale della filiera estrattiva della Val d’Agri, contribuirà allo scambio di informazioni e buone prassi, e anche alla condivisone di idee e visioni”.
“Questi due territori – ha aggiunto il presidente dei Giovani Imprenditori di Taranto, Calianni – sono da sempre legati non solo dal punto di vista territoriale, ma anche imprenditoriale. In particolare, la Val d’Agri e Taranto possono considerarsi collegate da un unico cordone ombelicale per quello che riguarda la produzione petrolifera di Eni. La nostra visita si inquadra in un percorso che da tempo stiamo facendo nell’ottica di una maggiore conoscenza delle più consolidate realtà imprenditoriali”.
“Soprattutto in questo momento – ha continuato il presidente D’Alema - sentiamo di avere una nostra precisa responsabilità, come imprenditori, nel contribuire a diffondere una conoscenza priva di strumentalizzazioni sull’importanza dell’industria estrattiva, decisiva per il futuro della Basilicata. Consideriamo la salvaguardia ambientale una precondizione non negoziabile in qualsiasi intrapresa, ma va riconosciuto che sono stati fatti decisivi passi in avanti nella sperimentare di nuove tecnologie in grado di ridurre l'impatto sul territorio. Auguriamo un coinvolgimento sempre maggiore delle nostre imprese sul territorio”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Psr, riaperti i termini del bando relativo alla Sottomisura 16.8

Ven, 24/05/2019 - 18:10
La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli, ha disposto la riapertura dei termini del bando relativo alla Sottomisura 16.8 del Psr Basilicata 2014/2020 per il “Sostegno alla stesura di Piani di gestione forestale e strumenti equipollenti”.
Le domande potranno essere presentate unicamente attraverso il portale Sian. Il differimento dei termini ha lo scopo di consentire a tutti gli interessati di partecipare, in quanto il portale aveva registrato precedentemente un blocco legato a persistenti problemi tecnici.
Il nuovo termine di scadenza è fissato in 30 giorni dalla pubblicazione della delibera sul Bur.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Cisl promuove a Potenza un seminario su corsi alta formazione

Ven, 24/05/2019 - 18:07
“L'avviso pubblico della Regione Basilicata che prevede la concessione di contributi per la partecipazione a corsi di alta formazione sarà al centro di un seminario informativo organizzato dalla Cisl e dallo Ial in programma nella sede dell'ente di formazione, al centro sociale di Malvaccaro, a Potenza, lunedì 27 maggio, alle 10”.
È quanto si legge in una nota dell’Ufficio stampa Cisl Basilicata.
“Nel corso dell'incontro – prosegue la nota – saranno presentati due corsi di alta formazione promossi dallo Ial indirizzati a laureati disoccupati o inoccupati residenti in Basilicata. Il termine ultimo per le iscrizioni e per beneficiare del contributo regionale è il 31 maggio. Si tratta, in particolare, di un corso per controller nella gestione di commesse nel settore energetico, realizzato in collaborazione con la joint venture internazionale Arkad-Abb, e di un corso per esperti di digital marketing e social media strategy, che si avvale della collaborazione di importanti aziende e agenzie di comunicazione della Lombardia”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Assessore Rosa ha incontrato delegazione Confapi Potenza

Ven, 24/05/2019 - 17:30
Questa mattina, l’assessore all’Ambiente ed energia della Regione Basilicata, Gianni Rosa, ha incontrato la delegazione della Confapi Potenza. Il tavolo ha analizzato le criticità di competenza del dipartimento Ambiente che incidono sull’attività delle nostre piccole imprese: sburocratizzazione e maggiore efficienza dell’apparato amministrativo sono state le richieste dei rappresentanti della categoria.
“Migliorare l’efficacia e l’efficienza della Pubblica amministrazione regionale per andare incontro alle esigenze dei cittadini e delle imprese – ha affermato Rosa – sono due delle priorità dell’agenda dell’assessorato ambiente. Programmeremo incontri ciclici con le associazioni di categoria per monitorare i miglioramenti e rilevare le criticità. Sono sempre stato convinto – ha aggiunto – che per lo sviluppo del nostro tessuto economico sia fondamentale aiutare le piccole imprese che rappresentano la base da cui partire per il rilancio della Basilicata. Continuerò a sostenere il comparto”.

Categorie: Notizie Basilicata

Al, impanto fotovoltaico per depuratore Varco Izzo a Potenza

Ven, 24/05/2019 - 13:27
L’energia necessaria al funzionamento del depuratore di contrada Varco Izzo, a Potenza, sarà interamente autoprodotta da Acquedotto Lucano attraverso un impianto fotovoltaico.
I lavori per la realizzazione dell’impianto, che sono già stati consegnati, dovranno terminare entro il primo settembre prossimo.
L’installazione dei pannelli fotovoltaici consentirà di produrre 1,2 gigawatt/ora già dal primo anno: una quantità di energia pari a quella necessaria a soddisfare il fabbisogno di circa 400 famiglie; nell’arco dei 25 anni di vita utile dell’impianto, l’energia complessivamente prodotta sarà pari a 30 gigavatt/ora.
L’importo dell’investimento è di 1.250.000 euro, rivenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 assegnati con il Patto per lo Sviluppo della Basilicata.
La superficie impegnata dai pannelli sarà di  circa 8 mila metri quadrati, su un’area complessivamente disponibile (quella che ospita il depuratore) di oltre 78 mila metri quadrati: l’impatto generato sarà del tutto compatibile con le caratteristiche del paesaggio in cui è inserito. 
I lavori avviati in corso in contrada Varco Izzo rientrano nel programma di Acquedotto Lucano per l’efficientamento energetico e il miglioramento della qualità dell’ambiente con utilizzo di risorse la cui copertura è assicurata dall’FSC.
“La politica degli investimenti di Acquedotto Lucano – afferma l’amministratore unico, Giandomenico Marchese -, può rappresentare un contributo importante per migliorare il sistema di infrastrutture idropotabili rendendole maggiormente efficienti e sostenibili. La realizzazione dell’impianto da fonte fotovoltaica di contrada Varco Izzo – conclude Marchese – accredita un processo di transizione in corso sia sull’uso sostenibile dell’energia ricorrendo a fonti alternative, sia perseguendo risparmi su una delle principali voci del bilancio societario”.

bas 02


Categorie: Notizie Basilicata

Psr, convocato il Comitato di Sorveglianza

Ven, 24/05/2019 - 12:38
Si terrà nella mattinata di mercoledì 19 giugno 2019,  presso il castello del “Malconsiglio” a Miglionico, la quinta riunione del Comitato di Sorveglianza del Programma di Sviluppo Rurale della Basilicata 2014/2020, finanziato con il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Dg Barresi: “Cardiochirurgia San Carlo eccellenza nazionale”

Ven, 24/05/2019 - 12:13
Aumenta il numero di operazioni e con tecniche sempre più mini-invasive, calano i giorni di degenza media in ospedale e diminuisce il rischio di mortalità post-intervento a 30 giorni nell’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia dell’Azienda Ospedaliera Regionale “San Carlo” di Potenza.
È quanto si legge in un comunicato stampa dell’Ospedale San Carlo.
“Risultati attesi e raggiunti – ha ribadito il Direttore Generale, Dottor Massimo Barresi – che confermano la posizione di eccellenza della nostra Azienda che si conferma fortemente attrattiva e competitiva nel panorama della sanità nazionale. I cittadini devono avere sempre più fiducia nelle strutture di eccellenza del ‘San Carlo’ che gli consentono di usufruire, come nel caso della Cardiochirurgia, non solo di trattamenti di livello superiore ad altre regioni ma anche e di potersi curare rimanendo in Basilicata”.
Una conferma che arriva dai numeri. La mortalità a 30 giorni dall’intervento di bypass aorto-coronarico nel 2018 è stata pari all’1,83% contro il 2,15% della media nazionale. Un importante passo in avanti, tenendo contro che nel 2015-2016 la percentuale del “San Carlo” si attestava al 6,37%.
In calo la mortalità a 30 giorni anche per l’intervento di valvuloplastica o sostituzione di valvole cardiache che nel 2018 è stata pari al 2,58% contro il 2,6% della media nazionale. Un ottimo risultato considerando che nel 2015-2016 la percentuale del “San Carlo” si attestava al 6,72%.
A fronte di un aumento di ricoveri in Cardiochirurgia, passati da 205 nel 2016 a 364 nel 2018, la degenza media è passata da 21,91 giorni a 15,62. Dimissioni più tempestive che hanno contribuito alla riduzione del rischio di mortalità e di infezioni ospedaliere.
Chirurgia mini-invasiva, plastica ricostruttiva della mitrale, impianto valvolare aortico trans catetere (TAVI): sono le procedure che hanno consentito all’Uoc di Cardiochirurgia del San ‘Carlo’ di raggiungere gli obiettivi di appropriatezza clinica attesi e di più che raddoppiare il numero dei ricoveri ordinari da fuori regione passati dai 31 del 2016 ai 74 nel 2018. Si allarga anche il ventaglio delle regioni di provenienza. Se nel 2016 arrivavano prevalentemente da Campania (16) e Calabria (9), nel 2018 la migrazione verso la Basilicata arriva anche da altre regioni e persino dal Nord Italia. In testa sempre la Campania con 46 ricoveri, la Calabria (10), ma anche la Puglia (10), con l’aggiunta di Lazio, Piemonte, Lombardia e dall’estero.
Numeri che avvalorano la credibilità dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo e dell’Uoc di Cardiochirurgia che sbarca anche oltre Oceano con la partecipazione a due tra i più importanti eventi scientifici mondiali di Cardiochirurgia: il Mitral Conclave a New York (Usa) e l’Annual Meeting a Toronto (Ontario, Canada), entrambi organizzati dalla società scientifica americana AATS (American Association of Thoracic Surgery), dove sono stati presentati due lavori di grande rilevanza scientifica. Soddisfazione per i risultati raggiunti dal Direttore dell’Uoc, Giampaolo Luzi e dalla sua èquipe, è stata espressa dal Direttore Generale, Dottor Massimo Barresi, che ha ribadito che “la ricerca scientifica rappresenta un mezzo fondamentale per promuovere nel mondo la Cardiochirurgia lucana e ogni sforzo deve essere promosso per alimentarla”.
SCHEDA MITRAL CONCLAVE NEW YORK (USA)
Il Dottor Giampaolo Luzi ha presentato al Mitral Conclave di New York il lavoro scientifico dal titolo “Right mini-thoracotomy with direct aortic cross-clamping in reoperative mitral valve surgery”, che illustra come anche gli interventi più complessi e reiterativi di chirurgia mitralica possono essere condotti con tecnica mini-invasiva, attraverso una mini-toracotomia destra, riducendo notevolmente il tasso di complicanze post-operatorie e la durata del ricovero ospedaliero.
Lo studio dimostra che tutti gli interventi sulla valvola mitrale, non soltanto quelli selezionati, meno complessi o eseguiti in pazienti con rischio più basso, vengono ormai approcciati nella Cardiochirurgia dell’AOR San Carlo di Potenza con tecniche mini-invasive, a differenza di quello che avviene in molti altri Centri.
SCHEDA AATS TORONTO (ONTARIO- CANADA)
Il Dottor Filippo Prestipino, cardiochirurgo dell’AOR San Carlo, ha presentato i risultati preliminari del trial multicentrico “Early Experience and Results from the Resilia Aortic Tissue Valve Italian Registry”, ideato e diretto dal direttore della Cardiochirurgia dell’AOR San Carlo di Potenza (Dott. Giampaolo Luzi). Tale studio innovativo concerne l’esperienza italiana sull’uso di nuova protesi aortica costruita con tessuto “Resilia”; tale bioprotesi, di nuova generazione, il cui primo impianto in Italia è stato effettuato nella Cardiochirurgia del San Carlo“, può essere impiantata nei pazienti più giovani poiché in grado di resistere alla calcificazione.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Al liceo Flacco di Potenza progetto con Ordine dei medici

Ven, 24/05/2019 - 12:01
Lo scorso venerdì 24 maggio, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Potenza, presieduto dal dottor Rocco Paternò, ha ospitato nell’ultima sessione laboratoriale, gli studenti delle classi prime liceali del Liceo Classico “Q. O. Flacco” del capoluogo, inseriti nel percorso di Biologia con Curvatura Biomedica. Il programma è promosso dalla rete nazionale dei licei, in collaborazione con la FNOMCeO e il MIUR.
È quanto si legge in una nota dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Potenza.
“Tali progetti - ha affermato Paternò - sono assolutamente positivi. Abbiamo stabilito che tali attività siano prioritarie all’interno delle tematiche ordinistiche, perché riteniamo che bisogna essere sempre più aperti alle esigenze del mondo, della società, delle scuole e quindi, dei ragazzi. La formazione dei giovani medici è fondamentale, perché sia garantita loro la possibilità di mettere in campo le proprie competenze nella regione in cui sono nati”.
Il prof. Navazio, referente scolastico con la prof.ssa Carlucci. Ha sottolineato che “Si è trattato dell’ultimo laboratorio in Tecniche di rianimazione cardio-polmonare, BLSD, del primo anno, quest’oggi con il dr. Francesco Pinto, il dottor Libero Mileti e con il tutor didattico, il dottor Giuseppe Finizio; oltre alla parte teorica, gli studenti si sono cimentati con la simulazione del massaggio cardiaco. I risultati ottenuti sono nettamente positivi; ciò si evidenzia dai dati sui test di verifica che hanno riportato gli esiti in crescendo. Si è chiuso il ciclo delle lezioni per questa annualità, la grande opportunità per loro è stata quella di poter lavorare con medici di assoluto valore. La partecipazione è stata elevatissima, così come la frequenza, ciò a testimoniare la forte vocazione medica e la grande motivazione”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera domani il convegno “Care For 2019”

Ven, 24/05/2019 - 11:24
Sulla scia dei positivi riscontri ottenuti, sia in termini di interesse che di coinvolgimento della comunità, con la prima edizione svoltasi tra dicembre 2018 e gennaio 2019, l'Associazione Matera 2019 fa sapere in un comunicato che “prosegue il percorso avviato” lanciando per l'anno 2019 la seconda edizione del programma di incontri ed eventi denominato “CareFor2019”. L'edizione di quest'anno verterà essenzialmente su quattro principi cardine (“responsabilità, cura, partecipazione, condivisione”) e avrà come obiettivo principale il coinvolgimento diretto e il più possibile ampio e allargato di tutti quei soggetti che operano a vario titolo e a diversi livelli all'interno di una comunità (non solo e soltanto cittadini siano essi singoli e associati, ma anche e e soprattutto imprese, scuole, enti di formazione, amministrazioni). Il seminario-laboratorio in programma il giorno 25 Maggio, alle ore 10.00 presso il Campus dell’Università della Basilicata, costituisce l’avvio di questo dialogo virtuoso e di collaborazione tra i vari attori della comunità per ottenere l’approvazione del “Regolamento per l’amminstrazione condivisa dei beni comuni urbani” da parte del Consiglio comunale di Matera e poter avviare alcune esperienze pratiche di patti di collaborazione su beni materiali e immateriali con vari soggetti pubblici e privati. Il seminario, in collaborazione con Labsus e Università degli Studi della Basilicata, vedrà fra gli altri la partecipazione del presidente nazionale Labsus, Gregorio Arena. “È nostra ferma intenzione promuovere e produrre un impegno collettivo a studiare, elaborare, progettare, ciascuno per la propria parte, nuove forme di azione, intervento, trasformazione ma soprattutto “cura” – evidenziano i rappresentanti dell’Associazione Matera2019, Francesco Salvatore, Vito Epifania e Cosimo Di Pede - per arginare quei fenomeni di fragilità e vulnerabilità che si stanno sempre più diffondendo nelle diverse articolazioni della vita tanto individuale quanto comunitaria. Vorremmo, come Associazione, provare, in particolare, a richiamare l'attenzione del mondo delle imprese e delle istituzioni sulla imprescindibile “dimensione sociale” del loro operato, sul fatto cioè che un'attività, un'impresa, ma anche una istituzione è sociale nel momento in cui contribuisce al bene comune, inteso come bene di tutti e di ciascuno, come benessere individuale e collettivo. Se per un'impresa tutto ciò significa in non limitarsi ad ottenere risultati positivi sul piano finanziario ma dimostrare di saper e poter dare un contributo positivo alla società, alla comunità ed al territorio nel quale opera; per le istituzioni vuol dire mettere al centro del proprio operato i valori collettivi, il benessere della comunità inteso come qualità della vita, l'esercizio dei diritti fondamentali della persona, la salvaguardia dell'interesse delle generazioni future”. Ed è per questo motivo che insieme con Labsus siamo impegnati da circa tre anni nel tentativo di far adottare al Comune di Matera un Regolamento che faciliti e favorisca questo genere di iniziativa in un contesto giuridico chiaro e definito che costituisca una garanzia per tutti e che serva a portare le istituzioni su un nuovo terreno di incontro e di dialogo con i cittadini, secondo una logica di condivisione e valorizzazione di competenze di ciascuno, di collaborazione tra amministrazioni e cittadini (piuttosto che sulla separazione), di amministrazione condivisa. Queste reciproche esperienze vogliamo, pertanto, recuperarle e se possibile metterle a “fattore comune” nella convinzione che le idee buone non sono una risorsa scarsa ma rischiano di divenire sterile esercizio intellettuale nella misura in cui non trovano un substrato, un contesto istituzionale e normativo all'interno del quale possano inserirsi a pieno titolo ed esserne favorite non solo nella fase iniziale di ideazione ma anche nella successiva implementazione e attuazione”.


 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, un giardino di comunità al Casino Padula

Ven, 24/05/2019 - 11:18
Prende sempre più forma il giardino urbano del rione Agna. L'appuntamento è per sabato 25 maggio al Giardino di Casino Padula (Via dei Pesci angolo Via del Leone), la struttura che ospita i laboratori creativi dell'Open Design School, uno dei progetti pilastro di Matera 2019, capitale europea della cultura. Nel corso della giornata - fa sapere l’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019 - saranno attivi laboratori finalizzati alla costruzione di un Giardino Urbano del Rione Agna. Si tratta del Giardino Padula che nasce come uno spazio di interazione e opportunità dentro un più ampio progetto, Gardentopia, che coinvolge decine di Comuni lucani in un'ottica di riqualificazione ecologica dell'ambiente urbano. Gardentopia si rivolge agli spazi dismessi, alle aree abbandonate, alle periferie, a quelle zone che stanno ai margini dal centro, dal turismo e dagli scambi: un'utopia verde che trasformi questi luoghi dimenticati in aiuole, giardini, orti accessibili a tutta la cittadinanza. Ed è a tutta la cittadinanza che si rivolge il progetto. Coordinati dalla curatrice artistica Pelin Tan, artisti internazionali e architetti del paesaggio lavoreranno con la comunità, fianco a fianco con chi vive i luoghi quotidianamente. Workshop, talk ed eventi a tema, nella cornice dei Gardentopia day, popoleranno i giardini di Matera e di tutto il territorio lucano. Giornate di festa affiancheranno il progetto per sensibilizzare e per avvicinarsi al meglio a questo ambizioso processo di riqualificazione, per una Matera più verde e a misura di tutti. Il calendario dei workshop di sabato 25 maggio è particolarmente intenso.Si parte la mattina, alle 10 con "Costruire con il legno", a cura di Open Design School. Un laboratorio impegnativo, che finisce alle 18 e che ha già raggiunto il tutto esaurito. Dalle 15.30 alle 18.30 è in programma "Gardentopia - il Giardino Evolutivo di Casino Padula", un workshop con l'artista Luigi Coppola, aperto ai cittadini e a cura di Fondazione Matera-Basilicata 2019, con ingresso libero fino a esaurimento posti. Due gli altri appuntamenti dalle 16.30 alle 18.30. Il primo, nel quadro dei Progetti di comunità è "Ludopark - Basilicata in gioco", a cura dell'Associazione "Zio Ludovico". Più che un workshop, stavolta si tratta di giochi da tavola di comunità. Anche in questo caso l'ingresso è libero fino a esaurimento posti. Il secondo appuntamento è con il Workshop "Food process: dal latte alla mozzarella", a cura degli abitanti del Quartiere Agna. Il laboratorio dedicato alla produzione collettiva di mozzarelle, progettato insieme alla signora Rosa del Quartiere Agna è condotto dal Mastro Casaro Alfonso Riccardi. Il laboratorio ha posti limitati: saranno ammessi i primi 20 che arriveranno dalle ore 16.15 direttamente al Giardino Padula, portandosi il grembiule da casa.Alla fine dei laboratori la giornata si concluderà con il racconto di Giardino Padula.
 
Categorie: Notizie Basilicata

La Coldiretti della Basilicata rientra nel “Tavolo verde”

Ven, 24/05/2019 - 10:50
Dopo oltre 6 mesi Coldiretti Basilicata torna a far parte del Tavolo Verde e presenta all'assessore regionale alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli, un manifesto programmatico sui temi agricoli lucani. “Come abbiamo ribadito al governatore Bardi - hanno spiegato in una nota il presidente di Coldiretti Basilicata, Antonio Pessolani e il direttore, Aldo Mattia - uno dei settori in cui in le Istituzioni regionali possono e devono fare di più è certamente quello dell’agricoltura che, per una regione come la Basilicata, ha un valore estremamente importante, potenzialmente destinato a crescere e a radicarsi ulteriormente in uno scenario complessivo che vede il “cibo” come bene fondamentale e primario ma anche come attrattore”. Pessolani e Mattia hanno messo a disposizione dell'assessore la piattaforma messa in piedi da Coldiretti, che svolgerà il proprio ruolo di stimolo, critico e fattivo. “Per poter dare nuovo slancio alle imprese agricole lucane è tuttavia opportuno che l’amministrazione regionale si doti, da una parte, di nuovi strumenti legislativi e - hanno continuato Pessolani e Mattia - dall’altra, di una organizzazione efficiente, efficace ed integrata tra i diversi settori economici e che tenga nella giusta considerazione le specificità e le problematicità dei singoli territori”. A Fanelli il presidente e il direttore della confederazione agricola lucana hanno ribadito che per un vero cambio di passo è quanto masi necessario “provvedere alla riorganizzazione della macchina amministrativa regionale; ridurre i formalismi della burocrazia; sviluppare la multifunzionalità e l’economia agricola anche attraverso il vettore dell’agricoltura sociale; investire sulla ‘distintività integrale’ delle produzioni agricole lucane, rafforzando al contempo il legame tra turismo ed enogastronomia; sostenere la presenza e l’offerta del cibo del territorio, incentivando la presenza dei mercati contadini e vincolando la ristorazione pubblica a corsie preferenziali per le produzioni locali; salvaguardare l’ambiente e lo spazio rurale e migliorare la viabilità rurale, le opere di provvista e distribuzione delle acque ad uso irriguo, le modalità di gestione dei beni civici, demaniali e del patrimonio boschivo”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

Festival di Cannes, Comune Matera ospite al padiglione italiano

Ven, 24/05/2019 - 10:48
Vetrina prestigiosa per la città di Matera al 72’ Festival del Cinema di Cannes. Nell’Italian Pavilion, allestito all’interno dell’Hotel Majestic, si è tenuto un dibattito sul tema “Matera, una città per il Cinema”. È quanto scritto in una nota del Comune di Matera, in cui è spiegato che all’incontro hanno preso parte “il sindaco Raffaello de Ruggieri e gli assessori alla Cultura e al Turismo, Giampaolo D’Andrea e Mariangela Liantonio”. Presente la Sottosegretaria ai Beni e alle Attività Culturali, Lucia Borgonzoni, che ha annunciato ufficialmente che a Matera avrà sede una sezione distaccata del Centro sperimentale di cinematografia di Roma. “È un progetto - ha spiegato l’esponente del Governo - a cui io e il sindaco lavoriamo da tempo e che ora vogliamo attuare. Il Comune di Matera investirà per rendere fruibile la sede che ospiterà la scuola. Noi pensiamo che Matera, che rappresenta un esempio positivo di riscatto e di successo per tutto il Paese, non abbia bisogno solo di eventi ma anche di diventare un punto di riferimento per il futuro di tanti giovani”. Di fronte ad una platea qualificata di operatori del settore e di giornalisti, il sindaco ha presentato la città: “Il legame che unisce Matera e il cinema ha una lunga tradizione, perché Matera è una città senza tempo e un set senza confini, capace di adattarsi a tutti i codici visivi del linguaggio delle immagini. La presenza dei film ricalca nel tempo la lunga parabola della città e i passaggi complessi della storia del cinema. Il dibattito socio-antropologico, oltre che urbanistico, che ha fatto di Matera uno straordinario caso di studio nel secondo dopoguerra ha spinto anche i grandi registi a puntare i riflettori sulla città. Lizzani, Lattuada, Rosi, Pasolini, Zampa, i fratelli Taviani, Tornatore: il cinema d’autore italiano ha trovato in Matera un luogo vivo e capace di generare corto circuiti creativi. In tempi recenti - ha concluso De Ruggieri - Gibson si è innamorato della città facendola riscoprire al grande pubblico. Persino James Bond non ha resistito al suo fascino e presto percorrerà i vicoli dei Sassi. Questo è il motivo per cui siamo qui grazie all’invito del Padiglione Italiano del Festival di Cannes”. La delegazione materana è stata poi invitata dal Presidente di Rai Cinema, Paolo del Brocco, ad assistere alla prima de “Il Traditore” del regista Marco Bellocchio, unico film italiano in concorso al Festival del Cinema di Cannes.


Categorie: Notizie Basilicata

Olivetti Day: mercoledì 29 maggio edizione speciale 2019 a Matera

Ven, 24/05/2019 - 10:44
Il 29 maggio a Matera, presso il Centro Congressi del Palace Hotel dalle ore 9.30, si svolgerà l’Olivetti Day 2019. L’evento, annualmente organizzato a Brescia per celebrare il pensiero e la visione di Adriano Olivetti, in occasione dell’anno da Capitale europea della cultura approda nella città dei Sassi ed è per la città – si legge in una nota del Comune - un’occasione unica di incontro con importanti relatori, scelti fra coloro che hanno fatto e fanno impresa applicando la "filosofia" olivettiana, imprenditori capaci che hanno dimostrato e dimostrano che la ricerca del profitto può non essere disgiunta dal conseguimento delle finalità sociali di un’impresa. Ospite d’onore il prof. Federico Faggin, inventore del microprocessore e del touch screen, che giungerà a Matera direttamente dalla Silicon Valley, in cui è impegnato da anni in studi che coniugano digitale e umanesimo, insieme ad importanti imprenditori italiani. “Matera è una città olivettiana - afferma il sindaco Raffaello De Ruggeri – e tra i vicinati dei Sassi, Adriano Olivetti, ha visto materializzarsi il concetto di comunità. Li ha visitati, studiati, sezionati. E’ entrato nella testa dei suoi abitanti, ha compreso le dinamiche sociali che animavano la vita di questi luoghi straordinari e ha concluso che dei Sassi non bisognava vergognarsi. Al contrario, quei vicinati rappresentavano un modello a cui ispirarsi per costruire la città dell’uomo”. L’incontro di livello internazionale, giunto alla settima edizione, sarà l’occasione per studenti, imprenditori e cittadini, per conoscere i migliori casi internazionali di innovazione “olivettiana”, direttamente dalle aziende coinvolte. “L’idea di dar vita all’edizione “Adriano Olivetti Day - Special Edition per Matera 2019” - afferma Gianfausto Ferrari, organizzatore dell’evento - nasce dalla volontà di portare a Matera, proprio nell’anno della Sua investitura a Capitale Europea della Cultura, alcuni testimoni della cultura imprenditoriale italiana che si sono distinti in quanto eccellenze del fare impresa per creare valore più che per accumulare profitto. Un’imprenditoria illuminata che si fa carico della società, che è inclusiva, innovativa, che punta sulla ricerca e sviluppo facendo innovazione per migliorare il presente e il futuro delle proprie comunità che, con orgoglio, partecipano della crescita e dello sviluppo dei propri territori.” L’evento è aperto al pubblico, è possibile registrarsi a questo link: https://www.olivettiday.it/iscrizione-2019/
 
Categorie: Notizie Basilicata

Memorial Tartaglia, a Melfi si ricorda il grande Torino

Ven, 24/05/2019 - 10:32
Sarà il Grande Torino il protagonista indiscusso della parte culturale del terzo Memorial “Mauro Tartaglia” in programma sabato pomeriggio a Melfi. L’evento, organizzato dal locale Toro Club “Gian Paolo Ormezzano” in collaborazione con la Asd Virtus Avigliano e il Comitato Regionale della Lnd Figc Basilicata, si terrà presso il Teatro Ruggiero II. Ne danno notizia gli organizzatori attraverso una nota, in cui è evidenziato che “corposo il programma della serata che si aprirà, alle 17.30, con la presentazione della graphic novel “Il Grande Torino, storia illustrata di una squadra leggendaria” di Franco Ossola e Matteo Matteucci. Quest’ultimo, docente di discipline pittoriche e già autore di illustrazione di libri sportivi, presenterà l’opera narrandone il contenuto e disegnando il volto di uno dei campioni di quella straordinaria compagine. Poi pazio allo spettacolo teatrale “La leggenda del Grande Torino” di Nicola Roggero, giornalista e volto noto di Sky Sport. Con la sua inconfondibile voce racconterà sul palco del teatro melfitano le gesta di una squadra straordinaria che ha rappresentato, insieme ai campioni del ciclismo Coppi e Bartali, il volto dell’Italia vincente del dopoguerra. Un racconto entusiasmate e commovente che emozionerà il pubblico presente. A Nicola Roggero sarà anche conferito anche il Premio giornalistico “Cuore granata”, riconoscimento assegnato dal club melfitano a firme prestigiose del giornalismo italiano”. “La scelta di dedicare quest’anno la parte culturale del Memorial al Grande Torino - afferma il presidente del Toro club Melfi Gianluca Tartaglia- è dovuta sia al fatto che era la squadra per la quale mio padre tifava da ragazzo sia perché quest’anno si celebra il 70° anniversario della tragedia di Superga. E poi perché il Grande Torino, con la sua storia unica e leggendaria, rappresenta un patrimonio non soltanto per il Torino e i suoi tifosi, ma per l’Italia intera. Una squadra formata da uomini di valore e di valori proprio come lo è stato mio padre”. Il Memorial “Mauro Tartaglia”, giunto alla terza edizione, era iniziato lo scorso 12 maggio con la parte sportiva tenutasi presso il Palasport e lo stadio comunale di Melfi. L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di oltre 150 giovani calciatori, gode del patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, del Comune di Melfi, del Coni Regionale, del CR Lnd Basilicata, del Torino Fc, del Csi, dell’Associazione Ronca Battista e della Croce Rossa Italiana.

Categorie: Notizie Basilicata

Sciopero per il clima, sindacati in piazza a Potenza e Viaggiano

Gio, 23/05/2019 - 18:26
“Venerdì 24 maggio saremo in piazza a Viggiano e a Potenza, accanto alla Rete degli studenti medi di Basilicata e alla Legambiente per il secondo sciopero globale per il clima, dopo quello del 15 marzo e dopo l’importante manifestazione in piazza del Popolo a Roma del 19 aprile, che ha visto la partecipazione dell’attivista Greta Thumberg”.
Lo fanno sapere in un comunicato stampa congiunto Cgil, Cisl e Uil Basilicata.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Fanelli: costruttivo confronto con le Organizzazioni agricole

Gio, 23/05/2019 - 17:51
“E’ stato un incontro proficuo e costruttivo quello svoltosi stamattina presso il Dipartimento con le organizzazioni agricole Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri, volto a migliorare le sinergie e le relazioni già esistenti; così come stamattina ho accolto con piacere la notizia dai rappresentanti di Coldiretti, in merito alla decisione di rientrare a far parte del Tavolo Verde”.
Lo comunica l’assessore alle Politiche Agricole e forestali, Francesco Fanelli, nel sottolineare che “il costante confronto e la massima disponibilità verso il mondo delle associazioni di categoria agricole sono una prerogativa fondamentale dell’attività politica e strategica”.
“Importante e propositiva – aggiunge Fanelli - è la disponibilità manifestata da parte delle Organizzazioni di contribuire a supportare le scelte regionali e del Dipartimento, rappresentando quelle che sono ad oggi le maggiori criticità e priorità. Il tutto nell’ottica dell’interesse comune, e cioè dell’agricoltura e degli agricoltori lucani, individuando come principio cardine quello della proposta e non già quello della protesta.
Impegnerò da subito il Dipartimento, i dirigenti e gli uffici preposti a verificare e riscontrare le criticità emerse durante l’incontro e me ne farò carico, aggiornando sin dal prossimo tavolo istituzionale i miei interlocutori sindacali”.
“Il confronto tenutosi ha avuto carattere pragmatico, grazie anche all’approfondimento di tematiche attualissime – evidenzia l’assessore - come quella della recente grandinata nel Metapontino, oltre a quella relativa alla sburocratizzazione dei processi amministrativi.
Di certo non tralasciando ciò che sino ad oggi reputo talune azioni positive, messe in campo dalla precedente amministrazione, il mio impegno sarà non solo proseguire le attività del “Tavolo”, che sono prassi consolidata, ma integrarlo con le importanti e ulteriori tematiche relative alla tutela dell’ambiente e alla valorizzazione del territorio”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Leone annuncia progetto "Ospedali Riuniti della Magna Grecia"

Gio, 23/05/2019 - 16:30
“Nel prendere atto delle precarie condizioni in cui si trovano gli ambulatori dell’Ospedale di Tinchi, da rappresentante delle Istituzioni ho provato un grande senso di imbarazzo. Non posso accettare, dal momento che viviamo in Italia e siamo nell’anno 2019 dopo Cristo, di vedere persone bisognose di assistenza sanitaria ammassate in contesti poco dignitosi, quindi dover constatare come i modelli a cui si è ispirata finora la sanità lucana non siano quelli del Nord Italia e degli altri Paesi europei, ma vadano ricercati altrove”.
È quanto dichiara l’assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, Rocco Leone, che questa mattina si è recato all’Ospedale di Tinchi per un sopralluogo, accompagnato dal sindaco di Pisticci, Viviana Verri, e dal rappresentante del Comitato a difesa del presidio ospedaliero.
“Altra cosa grave – prosegue Leone – riguarda il fatto che gli ambulatori contestati sono ubicati in un palazzo che l’Asm ha acquistato in attesa della sistemazione dello stabile che dovrebbe ospitarli, quindi la cattiva gestione dei soldi pubblici si conferma anche in questo caso come la pratica prediletta dalla classe dirigente che ha governato in tutti questi anni la nostra regione. È necessario bandire con urgenza una gara d’appalto per sistemare questi spazi e ridare dignità ai cittadini e al personale sanitario impegnato ogni giorno a dare il massimo in condizioni logistiche di precarietà.
Tra le assurdità appuntate questa mattina, anche la scomparsa, attraverso una copertura, della famosa piscina della struttura sanitaria di Tinchi che doveva essere utilizzata per la riabilitazione dei pazienti. Quella piscina – aggiunge – verrà valorizzata dal mio assessorato per la riabilitazione cardiopolmonare e neuromotoria. Così come verrà potenziata l’endocrinologia di Tinchi, eccellenza di cui andare fieri.
Dopo la vista a Tinchi, nella sede di Potenza del Dipartimento Salute, ho avuto il piacere di ricevere il direttore generale dell’Asm, Joseph Polimeni, al quale ho rappresentato la situazione registrata in mattinata, assieme ad altre molto preoccupanti che riguardano l’Ospedale di Policoro, dove bisogna garantire i servizi legati alla cardiologia mediante gli specialisti del San Carlo di Potenza e del nosocomio di Melfi, dal momento che l’organico ridotto, rapportato alla mole di lavoro, impedisce ai medici dell’Ospedale Madonna delle Grazie di andare in aiuto ai colleghi.
A Policoro – va avanti l’assessore alla Salute – devono ripartire al più presto i lavori per l’ampliamento del reparto di rianimazione e dell’Utic. Inoltre, a seguito di una convenzione con l’Irccs Crob di Rionero, i pazienti oncologici verranno messi nella condizione di poter effettuare i trattamenti di chemioterapia nella struttura del Metapontino.
Se qualcuno non l’avesse ancora capito – conclude – Policoro e Tinchi rappresentano il nucleo del futuro Ospedali Riuniti della Magna Grecia”.


 
Categorie: Notizie Basilicata

Settimana Legalità: saluto di Marrese a "Capitani coraggiosi"

Gio, 23/05/2019 - 16:28
“Siate coraggiosi, affrontate le paure a testa alta e collaborate con le istituzioni per conquistare la sicurezza”. Così il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, rivolgendosi ai gli studenti presenti, ha portato il suo saluto all’iniziativa “Capitani Coraggiosi”, che ha concluso la settimana della legalità e nel ricordo dell’opera e dell’impegno dei giudici Falcone e Borsellino. “La riflessione odierna rappresenta una presa di coscienza su quanto successo in quella estate e deve servire ad attivare la sensibilità di tutti noi sulla consapevolezza del rispetto delle istituzioni – ha affermato il presidente Marrese -. Oggi vedo sempre maggiore distacco dal riconoscimento del ruolo delle istituzioni, che invece rappresentano organismi fondamentali per la vita della nostra nazione. Il rispetto dei ruoli si vede dalle piccole azioni, ogni piccola azione può essere importante per il domani. Spesso ci troviamo soli di fronte alla piccola criminalità, ma dobbiamo renderci conto che ognuno deve fare la propria parte. Il mio consiglio è quello di non avere paura e guardare a testa alta e con coraggio al futuro, in uno spirito sempre collaborativo, e con la consapevolezza di seguire sempre l’esempio di chi, come magistrati, forze dell’ordine e tutori della legge, ogni giorno dedica suo tempo e rischia la vita per garantire la sicurezza degli altri”.

Bas 05


Categorie: Notizie Basilicata

Ka art per Matera 2019: "La vi(t)a selvatica" con Matteo Caccia

Gio, 23/05/2019 - 16:25
"Dal 30 maggio al 2 giugno 2019 Matteo Caccia, attore teatrale, scrittore e conduttore radiofonico, traccerà per ArtePollino e la Fondazione Matera Basilicata 2019, un percorso di cammino, concepito con la Fondazione Circolo dei lettori, partner del progetto, in una grande marcia tra borghi e paesaggi che, partendo dal Parco Nazionale del Pollino giungerà a Matera, coinvolgendo i territori, gli abitanti della zona e chiunque voglia vivere un’esperienza di cammino e lettura attraverso la Basilicata.
Il cammino - spiegano gli organizzatori dell'iniziativa culturale -  si svilupperà su quattro giornate, durante le quali si racconterà del rapporto tra uomo e natura. I protagonisti di questo racconto diventeranno le narrazioni del territorio anche attraverso le emozioni e i ricordi di coloro che vorranno partecipare.
La vi(t)a selvatica non poteva che partire dal Parco Nazionale del Pollino, dove ha sede l’Associazione ArtePollino ideatrice di Ka art Per una cartografia corale della Basilicata, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, co-prodotto dall’associazione ArtePollino e la Fondazione Matera-Basilicata 2019, sul tema del dossier Riflessioni e Connessioni.
Il fil rouge del cammino sarà rappresentato dall’acqua, l’elemento chiave della vita, che ritroveremo nella storia di ognuna delle quattro tappe.
Si inizierà il 30 maggio presso la Riserva Naturale Orientata di Bosco Magnano lungo il Torrente Peschiera, nel comune di San Severino Lucano; si proseguirà il secondo giorno, 31 maggio, lungo i Calanchi e le strade del paese dove visse Carlo Levi, Aliano; il 1°giugno il cammino vedrà protagonista la Riserva Oasi Bosco Pantano, la foce del Sinni e i luoghi della Magna Grecia e infine il 2 giugno a Matera l’itinerario si snoderà nel famoso Sasso Caveoso percorrendo i vicinati, le necropoli medioevali e le cisterne d’acqua".
“Per permettere a quante più persone di partecipare al cammino, per rendere corale questa bellissima esperienza di narrazione del territorio e per vivere con mano la potenza evocativa dei luoghi attraverso i racconti di Matteo Caccia, - afferma Gaetano Lofrano, Presidente dell’associazione ArtePollino - abbiamo selezionato degli itinerari alla portata di tutti che potranno essere anche scelti singolarmente. Suggeriamo comunque un abbigliamento comodo e per garantire la sicurezza dei gruppi, ricordiamo che il programma potrà subire variazioni in considerazione delle condizioni climatiche”
L’idea è quella di dare vita e voce, attraverso il racconto, alla ricchezza della natura, della storia e della varietà artistico-culturale delle aree interne della Basilicata.
Matteo Caccia che dal 2016 conduce su Rai Radio 2 la trasmissione “Pascal”, nella quale rende protagonisti gli ascoltatori, leggendo loro episodi di vita vissuta, ci guiderà alla scoperta di territori unici; insieme realizzeremo un diario di narrazione a cui tutti i partecipanti potranno dare il loro contributo.
Il dettaglio delle quattro tappe è disponibile sul calendario ufficiale di Matera 2019 www.materaevents.it su www.artepollino.it e sui canali social di @ArtePollino

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine