Basilicatanews

Abbonamento a feed Basilicatanews
Notizie dalla Basilicata
Aggiornato: 3 ore 27 sec fa

MATERA: Fine settimana di controlli: la Polizia denuncia due persone, altre due sono segnalate al Prefetto

Lun, 01/06/2020 - 13:41

Fine settimana di controlli: la Polizia denuncia due persone, altre due sono
segnalate al Prefetto e uno straniero viene allontanato dal territorio nazionale.

Diversi sono stati i posti di controllo effettuati in città e lungo le strade di accesso alla
stessa.
Diversi equipaggi delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine, su disposizione
operativa del Questore di Matera Luigi Liguori, nell’ultimo weekend, hanno
proceduto all’identificazione di 648 persone e 380 veicoli, nonché a denunciare
all’A.G. due pregiudicati.
In questa via La Martella, gli agenti della Squadra Volanti hanno fermato
un’autovettura con due persone bordo. Il conducente appariva in uno stato di
agitazione che ha insospettito il personale. Il soggetto è risultato sottoposto alla
misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza e a suo carico una nutrita
lista di precedenti penali a carico, soprattutto per truffe informatiche.
Gli operatori hanno accertato che l’individuo, nativo e residente in Gioia del Colle
(BA), aveva violato alcune prescrizioni, atteso che non poteva avere con sé un
cellulare e non poteva allontanarsi dal luogo di residenza senza autorizzazione
dell’Autorità giudiziaria.
Gli agenti hanno pertanto proceduto denunciandolo alla Procura della Repubblica di
Matera e sequestrandogli il telefonino. L’uomo è stato anche sanzionato in base alla
normativa anti Covid per essere entrato da un’altra regione in Basilicata senza un
giustificato motivo e l’autovettura su cui viaggiava è stata sottoposta a sequestro
amministrativo poiché sprovvista di copertura assicurativa.
Durante un altro posto di controllo, nel centro cittadino è stato bloccato un
ciclomotore, con a bordo due persone, che alla vista della Polizia aveva accelerato la
corsa. Il conducente è risultato essere sottoposto alla Sorveglianza Speciale di
Pubblica Sicurezza mentre a carico del passeggero sono emersi diversi precedenti
penali. E’ stato pertanto denunciato per violazione delle prescrizioni per essersi
accompagnato a persona pregiudicata.
Due persone sono state sanzionate per uso non terapeutico di droga, sequestrando due
dosi di marijuana, due di hashish e una di cocaina.

Si è proceduto poi al ritiro di una patente di guida e al sequestro di una vettura in
quanto priva di assicurazione.
Durante i controlli, un cittadino del Bangladesh, fermato dalla Squadra Volante, è
risultato non in regola con le norme sull’immigrazione e pertanto gli è stato intimato
con Ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

 24 total views,  24 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: A MATERA COME IN REGIONE NON SI PASSI ALL’EMERGENZA COVID-19 ALL’EMERGENZA SANITARIA ORDINARIA

Lun, 01/06/2020 - 08:14

matera-ospedale-est-3

“È necessario avviare un confronto franco e chiaro sui modelli organizzativi che si vogliono privilegiare con l’annunciato piano sanitario regionale, salvaguardando sino alla sua attuazione, quello che ritengo essere imprescindibile come obiettivo, ovvero l’autonomia dell’Azienda Sanitaria Materana, il rafforzamento del Madonna delle Grazie per Matera come hub principale per l’intera provincia e il rafforzamento della medicina territoriale.

Nel mentre, è fondamentale evitare che l’ospedale di Matera, con una fine strategia che pare essere suicida, muoia soffocata lentamente per mancanza di medici e personale sanitario, con la conseguente perdita di qualità e quantità delle prestazioni, nonostante gli sforzi di un management operativo ma incompleto da fine anno.

Ad oggi , non risulta ancora partita la fase post-emergenza covid-19, nemmeno le attività ambulatoriali e ordinarie che sono bloccate e il CUP (Centro Unico di Prenotazione) non sa quali e quando prenotare le prestazioni.

E’ questo il grido d’allarme in atto per la sanità materana che raccogliamo insieme al Consigliere Polese come Gruppo Italia Viva e di cui ci facciamo portavoci, reso evidente anche da quello che leggiamo dalla stampa rispetto a un incomprensibile blocco che il Dipartimento Sanità avrebbe esercitato sui concorsi e sul piano assunzioni per l’Asm.

In qualità di capogruppo di Italia Viva, ho chiesto all’Assessore Rocco Leone e al Dirigente Generale Ernesto Esposito di convocare un incontro urgente alla presenza dei vertici dell’Azienda Sanitaria Materana, al fine di comprendere, nel merito, cosa sta succedendo e fare il punto sulla situazione organizzativa generale, con una attenzione particolare alla situazione dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera che da mesi sta vivendo un processo, che sembra irreversibile, di depauperamento del personale medico e sanitario.”

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva.

“Ci preoccupa tantissimo la notizia che in poche settimane sono andati via due medici del pronto soccorso, due anestesisti ed è in procinto di lasciare anche un importante radiologo interventista, da tutti riconosciuto come eccellenza che ci invidiano a livello nazionale.

Data la delicatezza del tema, prima di emettere giudizi e avventurarci in qualsiasi presa di posizione radicale, vorremmo assumere informazioni di dettaglio e poi avviare un confronto serio nella commissione competente con tutti gli interessati, dai sindacati, agli ordini professionali del comparto sino all’Anci e poi in Consiglio, che ricordo essere l’unico luogo deputato alle decisioni.

Nel mentre la condizione occupazionale sempre più ai minimi termini in cui versa l’ospedale Madonna delle Grazie – prosegue Braia – necessita di informazioni dettagliate da parte del Direttore Esposito, anche alla luce delle indiscrezioni legate allo stop delle assunzioni.

In questo contesto fa specie, il rifiuto a gran voce dichiarato dal capogruppo della Lega Coviello sul rifiuto a discutere del MES in Consiglio Regionale che potrebbe portare in Basilicata qualcosa come 37 Meuro da investire proprio nella realizzazione di quel piano di rafforzamento della sanita pubblica, di proseguire il percorso di specializzazione dei centri periferici e soprattutto della medicina territoriale preventiva che deve aiutare a ospedalizzare il meno possibile, oltre  rendere possibile il sogno di aprire alcune branche della facoltà di Medicina da tutti annunciata ma che per essere credibile e realizzarsi ha necessità di un impegno decennale finanziario di circa 10 meuro annui.

Intanto che si avviano tutti questi ragionamenti, c’è una priorità da affrontare e risolvere, basta tergiversare: non possiamo lasciar morire  – conclude il consigliere Braia – la sanità materana e il Madonna delle Grazie in particolare, che ha un potenziale attrattivo verso al vicina Puglia straordinario. Non possiamo permetterci di passare dall’emergenza sanitaria nazionale dettata dal coronavirus a una emergenza sanitaria dell’ordinario.

Non si può decidere senza confronto sul diritto alle cure e alla salute dei cittadini e delle cittadine di Matera città e del suo bacino territoriale, non c’è tempo da perdere, bisogna parallelamente operare per assumere e organizzare e, contemporaneamente, programmare e legiferare.”

 18 total views,  18 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IL 2 GIUGNO RIAPRONO ALTRI TRE MUSEI LUCANI.

Dom, 31/05/2020 - 21:25

In occasione della Festa della Repubblica apriranno le loro porte i musei di Potenza, Metaponto e Melfi.

I   l 2 giugno, per ricordare la Festa della Repubblica Italiana, duramente colpita dell’emergenza Coronavirus, ma con la indifferibile necessità di ripartire, la Direzione Regionale Musei Basilicata riapre altri tre musei della rete dei luoghi della cultura lucani: il Museo Archeologico Nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu a Potenza, il Museo Archeologico Nazionale del Melfese Massimo Pallottino a Melfi, il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto.

Queste riaperture, caratterizzate da scrupolose misure di sicurezza e da un rigoroso protocollo sanitario, vanno ad ampliare, portandoli a sei, i luoghi della cultura statali accessibili al pubblico dal 18 maggio scorso, quando furono riaperti il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata – Palazzo Lanfranchi a Matera, il Museo Archeologico Nazionale della Siritide a Policoro, il Parco Archeologico Nazionale di Venosa.

Anche in questo caso, si è scelto di riaprire i musei presenti in tre diverse aree della Basilicata, dando il segnale di una ripresa della vitalità culturale sull’intero territorio regionale, in vista del prossimo riavvio degli spostamenti fra regioni diverse.

Sulla costa ionica, cuore della Magna Grecia, sarà possibile visitare il Museo Archeologico di Metaponto, che lo scorso anno ha ospitato, in omaggio alla figura di Pitagora, la grande mostra di Matera 2019 La poetica dei numeri primi coprodotta con la Fondazione Matera Basilicata 2019 e con la direzione scientifica Piergiorgio Odifreddi, dedicata al rapporto fra arte e matematica.

Nell’area del Vulture riapre invece il Museo Archeologico Massimo Pallottino di Melfi, che articola le sue sale all’interno del Castello Normanno-Svevo, risalente, nel suo primo nucleo, ai primi anni dell’XI sec. d.C., e scelto come residenza da Federico II di Svevia, che da qui promulgò le Costituzioni melfitane.

Sarà possibile visitare, inoltre, la mostra Capolavori in rilievo. I sarcofagi di Atella e Rapolla. Grazie allo straordinario prestito concesso dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il sarcofago di Atella è esposto vicino a quello di Rapolla e intende raccontare, attraverso il dialogo visivo tra i due manufatti eccezionalmente riuniti, l’importanza culturale e il ruolo ricoperto dal territorio del Vulture in età imperiale romana.

Infine, nel capoluogo lucano, riapre le porte il Museo Archeologico Dinu Adamesteanu ubicato nella prestigiosa sede di Palazzo Loffredo, antica residenza nobiliare e vetrina della complessa realtà archeologica lucana.

Con questi altri tre presidi, prosegue il graduale, progressivo e sostenibile piano di riapertura dei musei e luoghi della cultura afferenti alla Direzione Musei Basilicata, in linea con le indicazioni del Comitato tecnico scientifico che affianca la Protezione civile e la Presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di contenere i rischi e contrastare l’epidemia Covid-19.

Per l’accesso e la fruizione dei musei, sarà obbligatorio indossare la mascherina e mantenere il distanziamento interpersonale, in particolare nei luoghi al chiuso, dove sarà garantita l’adeguata circolazione naturale dell’aria. Gradualmente, nelle prossime settimane, si procederà alla riapertura di altri musei e luoghi di cultura delle rete lucana.

«Riaprire nuovi musei nella giornata della Festa della Repubblica, significa per noi – sottolinea la Direttrice Marta Ragozzino – contribuire alla ripartenza del nostro Paese. La cultura è stata duramente colpita dall’emergenza Coronavirus, con i musei chiusi al pubblico da un giorno all’altro. Nei mesi scorsi abbiamo sperimentato modalità lavorative diverse mediante il web; ora nella fase 2 il nostro lavoro si sta concentrando sulla riapertura di questi luoghi in un modo diverso e sicuro. Riaprire è importante perché i musei non sono solo luoghi di conservazione e di memoria, ma anche di socialità, confronto e produzione collettiva di nuova cultura. Questo non solo nelle grandi città, dove i musei sono tanti, ma anche in quei territori come le nostre regioni, caratterizzate dalla presenza di piccoli musei, che rappresentano però un punto di riferimento per le comunità. Con le riaperture rese possibili in questa nuova fase, rispettando tutti i protocolli di sicurezza, vogliamo ricucire proprio quella vita di comunità che si è interrotta e modificata nei mesi scorsi, per restituire ai musei il loro ruolo di presidio culturale e luogo di aggregazione sociale».

 34 total views,  34 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: RIORGANIZZAZIONE ASM SENZA CONFRONTO CON SINDACATI, FIALS MATERA “DIPENDENTI SPOSTATI COME PACCHI”

Dom, 31/05/2020 - 21:15
Il segretario generale Fials Matera, Giovanni Sciannarella e il segretario aziendale Fials Matera, Marco Bigherati, denunciano in una nota la decisione unilaterale dell’Asm relativa alla riorganizzazione dei reparti e dei servizi dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, senza avviare un confronto con le organizzazioni sindacali. Di seguito la nota integrale. Ancora una volta la nostra segreteria è costretta a denunciare un atto unilaterale da parte dell’Asm. Solo ieri ci è giunta la nota informativa con la quale l’Asm annunciava che ci sarebbe stata una riorganizzazione dei reparti e dei servizi e ci sarebbero state delle mobilità d’ufficio del personale sanitario non medico, questo documento è stato inviato solo dopo che durante la delegazione trattante del 28 Maggio il Direttore Sanitario preannunciava questa riorganizzazione e solo dopo che le organizzazioni sindacali ne avevano fatto richiesta scritta. La nostra segreteria prontamente ieri ha inviato una richiesta di confronto all’Asm ma sappiamo, dal personale, che tutta la macchina è già in moto, senza avviare un confronto con le organizzazioni sindacali. Quello che ci viene proposto non è il semplice ritorno a quanto pre-esistente prima della pandemia ma una vera e propria riorganizzazione fatta anche di accorpamenti di unità operative che danno vita a nuovi reparti e che quindi sarebbe meritevole di approfondimento sulla reale necessità di quanto proposto. Quello che ci preme evidenziare è che ancora una volta il personale senza avere la possibilità di proferire parola viene dirottato a piacimento dai dirigenti senza che sia stata attivata una mobilità volontaria e senza dare la possibilità a chi in questi mesi ha rischiato la vita nei reparti Covid, di avere la possibilità di restare in quei reparti dove ha dato segno di capacità e coraggio. Infermieri, Oss sono in piena transumanza,  spostati come pacchi a piacimento ogni volta che qualche dirigente ne ha voglia, mentre non si attua una mobilità volontaria che possa dare ai dipendenti la possibilità di essere trasferiti anche verso gli ospedali di Policoro, Tricarico.
Questo è vergognoso ed intollerabile, se pensiamo che ai dipendenti vengono negati persino i permessi per legge 104 aggiuntivi previsti dalla normativa vigente. Altro aspetto da considerare è l’assenza totale di criteri di selezione: non si capisce quale criterio sia stato adottato per selezionare il personale, se pensiamo ai gruppi di operatori che vengono utilizzati per rilevare la temperatura agli ingressi. Oggi, per esempio, vengono sottratti infermieri dalla Pneumologia Territoriale per fare la rilevazione della temperatura limitando di fatto la possibilità di ripresa delle attività di questo servizio così importante, perché segue a domicilio centinaia di pazienti con malattie dell’apparato respiratorio. Pertanto rivolgiamo un appello ai vertici regionali, all’Assessore regionale Rocco Leone e al governatore Vito Bardi che hanno sempre dimostrato di tenere a cuore le sorti della sanità materana, affinchè vengano nominati al più presto i nuovi direttori all’Asm, a partire dal Direttore generale.

Il segretario generale Fials Matera, Giovanni Sciannarella e il segretario aziendale Fials Matera, Marco Bigherati,

 35 total views,  35 views today

Categorie: Notizie Basilicata

VIGGIANO: PISCINA APERTA A VIGGIANO TRA SICUREZZA E IGENE

Dom, 31/05/2020 - 21:03

Il 3 giugno riapre le sue porte il Parco Natatorio di Viggiano, una struttura giovane e d’avanguardia, dotata sia di piscina che di palestra.
Al momento è uno tra gli unici impianti in tutta la regione a riprendere le proprie attività e darà l’accesso a tutte le squadre agonistiche lucane che in questi mesi non
hanno potuto praticare l’attività sportiva.

Saranno infatti anche i giovani del capoluogo a spostarsi su Viggiano per riprendere gli allenamenti, oltre ad altre società lucane.
L’impianto, dotato di grandi spazi interni, permetterà la ripresa dell’attività non solo per gli agonisti ma anche per gli amanti del nuoto, sarà attiva infatti, la scuola nuoto
dai bambini agli adulti e l’attività di fitness in acqua.
Il presidente della fin, Roberto Urgesi, non ha fatto fatica a trovare la disponibilità dell’impianto di Viggiano per permettere a tutte le squadre affiliate la ripresa del nuoto.

Il tutto, grazie alla collaborazione del sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala e di Vito Romaniello, amministratore della società in house di Viggiano, entrambe
persone attente alle esigenze dei cittadini e con a cuore l’attività sportiva.
L’impianto è stato adattato alle nuove norme anti-covid, tra la sicurezza e l’igiene nonché sanificato e pronto per la sua ripresa ad accogliere il pubblico con la
massima attenzione alla sicurezza.
La Hydrosport, società che gestisce l’impianto, si ritiene soddisfatta ed orgogliosa per la ripresa in questo momento difficile, lieta di poter gratificare i propri utenti per
una ripresa sia fisica che mentale.

 21 total views,  21 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: INCONTRO SINDACATI, ENI E CONFINDUSTRIA

Dom, 31/05/2020 - 20:50

Cambi di appalto e nuovo organizzazione del lavoro al Cova di Viggiano. Fondamentale il rispetto del contratto di sito e attenzione al dumping contrattuale 

Si è tenuto l’incontro tra ENI, Confindustria, CGIL CISL UIL e le categorie dei chimici e dei metalmeccanici per affrontare le criticità emerse dai cambi di appalto e dalla nuova organizzazione del lavoro nell’area industriale di Viggiano.

Le organizzazioni sindacali hanno sottolineato che la riunione, lungi dall’essere rituale, debba assumere una valenza nuova per l’esigenza di inaugurare un confronto tra le parti più trasparente e aderente a quanto previsto dal protocollo, superando le frizioni legate ai cambi d’appalto, in particolare per quel che concerne l’occupazione, che hanno alterato il contratto di sito.

In tal senso le modalità dell’ultimo cambio appalto RAM / REVISUD/ TERMOMECCANICA vanno chiaramente condannate dato l’aggirare delle regole condivise dalle parti che hanno creato inutili tensioni.

Il momento di crisi che stiamo vivendo a causa della pandemia mette a dura prova la tenuta economica e produttiva regionale. CGIL CISL e UIL hanno per questo ribadito l’importanza di uno strumento quale quello del contratto di sito come indispensabile per i principi universali e assolutamente attuali contenuti.

L’osservanza del contratto passa innanzitutto attraverso il rispetto dei ruoli che esso riconosce, è per questo che le organizzazioni sindacali ritengono necessario riaffermare la centralità dell’impianto e, al contempo, potenziare e chiarire i compiti dei vari attori. A partire e dall’OPT (Osservatorio Paritetico Territoriale) che deve svolgere il suo mandato fondativo di mediazione e raffreddamento dei conflitti allo scopo di assicurare le condizioni utili per il mantenimento dell’occupazione nell’ambito dei cambi d’appalto.

In tale quadro, un’attenzione particolare va poi posta sul tema del dumping contrattuale: il committente, ovvero l’ENI, deve svolgere la funzione primaria di tenere contezza dei contratti che effettivamente vengono applicati e che devono risultare fedeli alle attività svolte per evitare, così, aste al ribasso.

Non si può non tenere conto che le attività legate all’indotto dell’ENI hanno creato una pluralità di competenze che non possono essere disperse e sulle quali porre massima attenzione proprio nel momento dei cambi d’appalto.

La pandemia ci consegnerà un nuovo modello di sviluppo e per superare questa sfida la Basilicata ha bisogno di una nuova strategia per la crescita che trasformi la nostra regione in un’economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva. La tabella di marcia di questa rivoluzione sostenibile non potrà che essere un Green New Deal in grado di creare opportunità in tutti i settori e rendere la transizione giusta ed inclusiva.

La nuova organizzazione del lavoro che, dovrà prevedere una diversa articolazione dell’orario in chiave turnistica, consentirà un aumento delle attività e dunque un maggiore impiego di lavoratori, ricorrendo così a un utilizzo inferiore della cassa integrazione covid. Fino a qualche settimana fa i lavoratori dell’Indotto Eni presenti nel cova erano circa 80, oggi circa 160 e verranno incrementati, entro metà luglio fino a raggiungere 260 unità circa.

Questa discussione deve necessariamente passare per un confronto sindacale, soprattutto nelle aziende appaltatrici, in quanto impatta fortemente sui lavoratori per l’organizzazione del loro tempo e per l’assenza di trasporti pubblici in grado di raggiungere l’area industriale in quelle fasce orarie.

L’Eni si è resa disponibile a ricercare soluzioni che garantiscano occupazione e migliori condizioni di lavoro di cui si discuterà nell’incontro previsto per la prossima settimana per la definizione di tutti gli aspetti.

 5 total views,  5 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: KRIKKA REGGAE feat. SUD SOUND SYSTEM – CONFUSIONE —IL NUOVO SINGOLO

Dom, 31/05/2020 - 19:55

RELEASE DATE 29 MAGGIO 2020

Confusione è il nuovo singolo della Krikka Reggae, storica formazione lucana, attiva da quasi vent’anni, che rinnova la collaborazione con i Sud Sound System in un brano scritto tempo fa, ma che sembra nato per raccontare la condizione emotiva di questo momento.

La confusione, infatti, è stata, ed è, un sentimento protagonista durante questa pandemia: ci siamo ritrovati spesso vittime della tv, dei social, di fake news che aggiungevano paura e angoscia ad una già difficile situazione emotiva. Durante la quarantena il digitale ci ha salvati, è vero, ma ha anche mostrato con più forza tutte le nostre debolezze e dipendenze. Dal punto di vista musicale, nel brano sonorità raggamuffin vengono abbracciate da synth più contemporanei, con riff di chitarra dal sapore acid e funky. L’obiettivo, com’è sempre stato nella scrittura della Krikka Reggae, è far incontrare diversi stili musicali, aprirsi alla contaminazione tra le radici del loro sound e le influenze più attuali.

Il brano è stato registrato e prodotto a Matera, presso il Red Bull Studio Mobile, da Andrea “Sollo” Sologni (già al lavoro con Salmo, Ensi, Gomma, Joe Croci, FASK, Calcutta, GDM, Iosonouncane, Cosmo e tanti altri), mixato da Ricky Rinaldi all’Ohm Guru Studio di Bologna con il mastering di Giovanni Versari presso La Maestà Studio.

                                                                                               

Spesso le nostre canzoni nascono da discussioni e dibattiti che facciamo in sala prove – racconta la Kirkka Reggae – da riflessioni su quello che stiamo vivendo, su ciò che accade attorno a noi, nella nostra regione e non solo. I brani nascono sempre da un’esigenza comunicativa. Con i Sud Sound System, poi, abbiamo un rapporto fraterno che va oltre la musica: collaboriamo e lavoriamo insieme da tantissimi anni. Ci siamo trovati ad ascoltare l’idea del pezzo nel loro studio a San Donato di Lecce e, senza nemmeno accorgercene, abbiamo iniziato a lavorarci a più mani scrivendo una parte del ritornello. Poi tutto il resto, come spesso accade con loro, è andato da sé, con naturalezza. E’ così che è nata CONFUSIONE. E’ successo un po’ di mesi fa, ma è incredibile come la riflessione su cui il pezzo è basato, sia più attuale che mai.

ASCOLTA IL BRANO

SCARICA LE FOTO E IL PRESSKIT COMPLETO

BIOGRAFIA BREVE 

La Krikka Reggae, negli anni, si è consacrata come una delle band più influenti della scena artistica del Mezzogiorno lavorando con Roy Paci, Bunna (Africa Unite), O’ ZULU (99 Posse), Rocco Papaleo e tanti altri e con nomi internazionali come Mr Perfect Giddimani, Jah Sazza, Vibes Corner, Jah Mason, Richie Stephen’s, Echo Minott, Fyah George. Dopo il loro progetto del 2019 WE ARE ONE pubblicato su Repubblica, frutto di un corso di songwriting con richiedenti asilo, che ha visto la partecipazione di Fiorella Mannoia, Paola Turci, Claudio Bisio, Rocco Papaleo, Paolo Kessisoglu, Giuliano Sangiorgi, Brunori Sas, Achille Lauro, Diodato, Marco D’Amore, Salvatore Esposito, Zulù, Bunna, Sud Sound System e tanti altri, la Krikka pubblica un nuovo singolo. Il brano Confusione è stato registrato e prodotto a Matera, presso il Red Bull Studio Mobile, da Andrea “Sollo” Sologni (già al lavoro con Salmo, Ensi, Gomma, Joe Croci, FASK, Calcutta, GDM, Iosonouncane, Cosmo…), mixato da Ricky Rinaldi all’Ohm Guru Studio (Bologna) con il mastering di Giovanni Versari presso La Maestà Studio.

BIOGRAFIA ESTESA 

 La band nasce nell’estate 2001 in Basilicata, sulle spiagge della costa jonica. L’uso del dialetto bernaldese e la rielaborazione della musica giamaicana sono gli elementi che caratterizzano fin da subito la scrittura della Krikka Reggae che, in poco tempo, riesce a dare vita ad un suo repertorio di brani originali da suonare dal vivo. Nel 2004, la band si aggiudica l’Italian Reggae Contest, promosso dal Rototom Sunsplash – il più importante festival europeo di musica reggae che attualmente si tiene in Spagna – come migliore gruppo reggae emergente italiano. Nel corso dell’estate suonano in diversi festival, in apertura ad importanti artisti nazionali ed internazionali (Buju Banton, Sud Sound System, Bandabardò, Africa Unite, Junior Delgado…) e, nello stesso anno, sono i vincitori nazionali di Arezzo Wave. Il primo album esce a maggio 2005 per Ondanomala Record/Arezzo Wave Distr. ed è una netta dichiarazione d’intenti sin dal titolo, DA MO’ S’AVAL, che in dialetto bernaldese vuol dire “adesso si fa sul serio”. Segue un tour che li vede esibirsi su palchi come Rototom Sunsplash, Salento Summer festival, Pollino Music festival, Istria in Reggae e tanti altri. Nel novembre 2006 comincia la collaborazione con l’etichetta Etnagigante di Roy Paci che cura la supervisione artistica del secondo disco, NA’ SOLUZION (Etnagigante/V2 Distr. Universal), pubblicato a giugno 2007 e che vede la partecipazione dello stesso Roy alla tromba e all’arrangiamento della sezione fiati dell’intera produzione nonché di Don Rico e Terron Fabio, voci dei Sud Sound System, nel brano STRATEGIA DELLA PAURA. Il disco è accolto positivamente dai media nazionali, i singoli estratti entrano in rotazione su diverse radio in tutta la penisola, il videoclip del singolo NA STORIA è trasmesso su All Music e gode di un’ampia diffusione sul web. In estate la band è ospite in diretta tv su Rai 2 e, dall’autunno 2007 al 2008, continua ad esibirsi dal vivo dividendo il palco con artisti come Joe Zawinul, Skatalize, Bad Manners, Roy Paci & Aretuska, Elio e le storie tese, Caparezza, Morgan Heritage, Capleton. Col 2009 cominciano i lavori per il terzo album mentre il 2010 è l’anno del film BASILICATA COAST TO COAST di Rocco Papaleo che li vede partecipare, nel post scriptum del fortunato film, reinterpretando il famoso brano BASILICATA ON MY MIND. Il terzo disco, LIBERATI, uscito a marzo 2011 (Etnagigante Ingegni/Distr.Goodfellas), vede nuovamente la partecipazione di Roy Paci, Bunna (Africa Unite), Nando Popu (Sud Sound System), Mama Marjas, Macro Marco, Franziska, Rankin’ Lele & Papa Leu, Huru, Tonico 70, ed è considerato dalla critica tra i migliori album reggae del 2011. Parte un tour molto intenso a cui si lega anche l’uscita di altri due singoli e la nascita di nuove collaborazioni fino alla pubblicazione, nel 2012, di LUKANIA, brano diventato un vero e proprio inno per la regione che riscuote un grande successo. Nel 2013 partecipa al COMEBACKAGAIN riddim prodotto da TERRON FABIO dei SUD SOUND SYSTEM con il brano S’ADDUMM U’FUOK mentre nel luglio 2014 esce il quarto album IN VIAGGIO (Krikka Reggae/Artist First) prodotto grazie ad una campagna di crowdfunding che raccoglie quasi 7000 euro. Dal punto di vista musicale, il disco è una grande prova di maturità con la partecipazione di artisti come ZULU’ dei 99POSSE, ROY PACI, FIDO GUIDO, MR PERFECT GIDDIMANI, PATTO. Anticipato dal singolo CRISI (feat.99POSSE), tra i brani più suonati dalle radio nell’estate 2014, entrato in classifica tra i primi trenta brani presenti nelle playlist di tutta Italia, è seguito dalla combination internazionale con Mr Perfect Giddimani (astro nascente della scena roots reggae mondiale) dal titolo LIFE OVA MONEY, diventata subito una hit e riportata sui più importanti siti reggae internazionali (Reggaville, Francia, Regganation, USA e tanti altri). Il 2015 si apre con dei cambiamenti nella formazione che vede entrare al basso Enzo Sceriffo Russo e alla chitarra Matteo Ciuffo Dibiase, al posto degli storici membri Enzo Rubino e Biasino che prendono una pausa dall’attività musicale. L’anno prosegue con un fittissimo tour che li vede anche headliners dell’URBAN REGGAE FESTIVAL di Lugano. Il 2016 è l’anno del 15° Anniversario dalla nascita della band che viene festeggiato con un grande concerto – quasi 10 mila spettatori – insieme a tanti ospiti e amici, nel Parco del Castello di Matera. L’estate prosegue in tour, con piazze gremite in ogni città d’Italia, mentre il 2016 comincia all’insegna della collaborazione con ADRIATIC STUDIO/SKA NATION BAND col quale la Krikka Reggae produce SKA BABOOM TIME, riproposizione del famosissimo brano dei JAMAICANS Ba baboom time in stile Ska, in featuring con Norris WEIR, storica voce del terzetto jamaicano di cui viene prodotto anche un videoclip. Il quinto lavoro, XV ANNI DI SOUND E CULTURA, esce nel 2017 ed è un doppio cd e DVD che ripropone il mega concerto di Matera per il festeggiamento dei quindici anni. La Krikka continua a collaborare con altri artisti e regala la sua voce ad una serie di riddim di importanti produzioni, GET UP riddim con “Una giornata di sole”, prodotto dallo storico batterista e producer JAH SAZZA, e STONE JUICE riddim, prodotto dalla italo-jamaicana Vibes Corner con “Never Forget your roots”, brano molto intenso che uscirà nel 2018. Nello stesso anno la band viene ospitata dal vincitore del Premio Tenco, Canio Loguercio, nella riedizione live a MATERADIO del brano COMPA’, dedicato a Pasquale Trivigno, il fonico con cui la Krikka registrò il suo primo album nel 2003. In quell’anno sono anche ospiti del Capodanno di RAI UNO, L’ANNO CHE VERRA’ tenutosi a Maratea e, dopo una pausa, tornano nel 2019 con un progetto speciale, frutto di un laboratorio di songwriting per i richiedenti asilo, tenuto dalla Krikka nell’ambito dei progetti Sprar di Arci Basilicata. Ne nasce WE ARE ONE, un brano, e video, realizzato con la collaborazione di Arci Basilicata e Mediterraneo Cinematografica, i cui proventi sono devoluti a Mediterranea Saving Humans. Il video di WE ARE ONE, pubblicato su Repubblica, ha visto la partecipazione di profughi provenienti da diverse nazioni e di artisti come Fiorella Mannoia, Paola Turci, Claudio Bisio, Rocco Papaleo, Paolo Kessisoglu, Giuliano Sangiorgi, Brunori Sas, Achille Lauro, Diodato, Fabio Celenza, Luca Barbarossa,  Valeria Solarino, Marco D’amore, Salvatore Esposito, Zulù (99Posse), Bunna (Africa Unite), Sud Sound System, Raphael, Dino Paradiso, Zibba, Filippo Solibello, Beppe Voltarelli, Francesco Baccini, Vittorio De Scalzi (New Trolls), Andy Bluvertigo, Mauro Ermanno Giovanardi, Massimo Schiavon, Francesco Di Leva e Adriano Pantaleo. Dopo altre due ospitate in RAI, in occasione di programmi dedicati alla Basilicata, il 2019 prosegue con l’uscita di PARADOSSALE una produzione su Nine zero riddim, prodotto dal noto sound Kissusenti. Prosegue nel tempo anche la storica Meridional Reggae Reunion che, da 15 anni, si svolge sulla costa metapontina all’interno del Metaponto Beach Festival, di cui la band è organizzatrice: una serata evento che richiama sul palco i più importanti djs e i singers del Sud Italia con la Krikka che diventa orchestra, accompagnando tutti gli ospiti in un lungo tappeto musicale fino a tarda notte. Il singolo in uscita è stato registrato e prodotto a Matera, presso il Red Bull Studio Mobile, da Andrea “Sollo” Sologni (già al lavoro con Salmo, Ensi, Gomma, Joe Croci, FASK, Calcutta, GDM, Iosonouncane, Cosmo e tanti altri), mixato da Ricky Rinaldi all’Ohm Guru Studio di Bologna con il mastering di Giovanni Versari presso La Maestà Studio. Confusione, feat. Sud Sound System, verrà pubblicato su tutte le piattaforme digitali il 29 maggio 2020.

 15 total views,  15 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19 AGGIORNAMENTO DEL 31MAGGIO(DATI DEL 30) EFFETTUATI 459 TEST TUTTI NEGATIVI

Dom, 31/05/2020 - 19:47

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 30 maggio, sono stati effettuati 459 test per l’infezione da Covid – 19, risultati tutti negativi.

 Nella giornata di ieri sono guarite 2 persone.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 27. Ieri erano 29, ai quali vanno sottratte le 2 persone guarite.

 Ai 27 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 343 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 4 pazienti, uno residente a Torino e tre in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 29.880 tamponi, di cui 29.463 risultati negativi.
Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 4 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 4, terapia intensiva 0, pneumologia 0; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 0, terapia intensiva 0, pneumologia 0. I lucani in isolamento domiciliare sono 23.

Il prossimo aggiornamento domani, 1 giugno, alle ore 12,00.

 29 total views,  29 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IDROCARBURI NON METANICI, Rosa: al lavoro per adeguare le norme

Sab, 30/05/2020 - 15:45

 “Ferma restando l’autonoma iniziativa di legge annunciata dal gruppo consiliare del M5s per regolare i limiti delle emissioni in atmosfera degli idrocarburi non metanici, è il caso di precisare che su questa materia, in assenza di una normativa nazionale, la Regione non può intervenire con una propria legge per la fissazione dei valori limite e dei valori guida di qualità dell’aria. Ci auguriamo che il Governo e il Parlamento intervengano prontamente per colmare questa lacuna e chiedo agli esponenti del M5s in Consiglio regionale di intervenire in questo senso nei confronti del ministro dell’Ambiente Costa. In assenza di una normativa nazionale la Regione può, nell’ambito delle proprie competenze, aggiornare le norme tecniche ed i piani di tutela della qualità dell’aria con l’introduzione di specifiche matrici anche per questi inquinanti, cosa che stiamo facendo con un gruppo di lavoro appositamente istituito alcuni mesi fa”.

Lo rende noto l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa, precisando che “il governo regionale non è stato con le mani in mano sul tema del monitoraggio delle emissioni in atmosfera. Il gruppo di lavoro, istituito con determinazione dirigenziale n.1204 del 27/11/2019, ha il compito di definire una proposta di integrazione delle ‘Norme tecniche ed azioni per la tutela della qualità dell’aria nei Comuni di Viggiano e Grumento Nova’, per l’introduzione di valori soglia delle emissioni in atmosfera di idrocarburi non metanici. Queste norme tecniche saranno estese anche ai territori dei comuni di Corleto Perticara e di Guardia Perticara, interessati dalle attività del Centro Olio Tempa Rossa. L’attività del gruppo di lavoro è stata rallentata a causa dell’emergenza sanitaria in corso, ma contiamo a breve di poter definire anche questi aspetti”.

Rosa evidenzia inoltre che “con la delibera n. 326 del 29 maggio 2019, la Regione Basilicata si è dotata del ‘Piano di zonizzazione e classificazione degli inquinanti del territorio’, in conformità a quanto stabilito dal decreto legislativo n.155/2010, e dopo l’approvazione di questo documento da parte del Ministero dell’Ambiente la Regione e l’Arpab – aggiunge ancora Rosa – stanno predisponendo il ‘Progetto di adeguamento della rete di qualità dell’aria’, che sarà vagliato dal Ministero dell’Ambiente, dall’Ispra e dall’Enea. Terminata la fase di approvazione da parte di questi organismi, la Regione si potrà dotare dei piani e delle misure previsti dal decreto legislativo n. 155/2010”.

“Lo stesso iter – prosegue l’assessore – è previsto anche perché l’aggiornamento delle norme tecniche e dei piani di tutela della qualità dell’aria, comprensivi dei valori soglia delle emissioni in atmosfera di idrocarburi non metanici, possano avere efficacia e valore nei confronti di soggetti terzi. Norme che non potranno prevedere sanzioni in caso di inosservanza dei limiti delle emissioni, che vanno stabilite appunto con una legge dello Stato, ma potranno invece prevedere l’indicazione dei comportamenti che i soggetti interessati dovranno adottare in caso di inosservanza dei limiti previsti. Ringrazio quindi i consiglieri del M5s per la loro iniziativa – conclude Rosa –, ma vorrei anche rassicurarli: in questa come in altre occasioni il governo regionale guidato da Vito Bardi non ha perso tempo e nonostante le oggettive difficoltà sta affrontando e cercando di risolvere concretamente i problemi ambientali della Basilicata”.

 41 total views,  41 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BARDI, PRONTI A SOSTENERE LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Sab, 30/05/2020 - 10:33

«Si deve scongiurare in ogni modo che il prossimo 8 giugno si giunga alla dichiarazione di fallimento per la Gazzetta del Mezzogiorno. Anche la Regione Basilicata, in presenza di un provvedimento normativo che lo consenta, sosterrà le azioni messe in campo dal governo nazionale, dall’amministrazione straordinaria e dalla Regione Puglia, per evitare il peggio».

E’ quanto dichiara il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, commentando l’esito dell’ultimo tavolo di crisi per la Gazzetta del Mezzogiorno nel quale si è discusso della possibilità di individuare un percorso che consenta di salvaguardare la testata con 133 anni di storia, insieme all’occupazione di giornalisti e poligrafici.

«Siamo vicini ai giornalisti lucani – dichiara il presidente Bardi – nella convinzione che la Basilicata non può perdere questo importante e storico presidio di cultura e informazione. Siamo fiduciosi per l’impegno del governo e la determinazione con cui i giornalisti stanno affrontato questo brutto momento e confidiamo nel buon esito delle azioni, perché la Gazzetta del Mezzogiorno rimanga una voce libera indipendente e lucana».

 26 total views,  26 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Trasporti Fase 2, dichiarazione assessore Merra dopo incontro in Prefettura

Sab, 30/05/2020 - 10:30

“L’organizzazione dei trasporti nella fase 2 del Covid risulta aver sortito ottimi effetti. La strategia messa in campo grazie alla concertazione dei giorni scorsi con i sindacati e con le parti datoriali ha portato ad una implementazione dei servizi verso i principali poli industriali della regione e in particolare l’Fca. L’incontro di oggi presso la Prefettura di Potenza con il Prefetto Vardé, da me richiesto, è servito a fare sintesi delle azioni attuate. L’implementazione dei servizi è risultata ad oggi sufficiente a soddisfare coerentemente il fabbisogno dell’utenza, rispettando i requisiti di sicurezza previsti dal dpcm. Anche il Prefetto ha convenuto sulla buona riuscita del nuovo programma di trasporto attuato.
Non si sono verificati disagi o disservizi, tranne alcuni casi del tutto isolati che sono stati prontamente risolti. Resta il tema fondamentale dei controlli. La riunione che si è svolta oggi dal Prefetto era volta a coordinare con le Forze dell’Ordine i controlli necessari per garantire le seguenti cose: il rispetto dei requisiti di sicurezza relativi alle distanze interpersonali e alla sanificazione dei mezzi e i controlli sull’effettuazione delle corse necessarie a garantire i servizi minimi essenziali in sicurezza, così come previsto nell’ultima ordinanza del Presidente Bardi. Dal Prefetto sono giunte rassicurazioni sulla costituzione di nuclei di controllo ispettivo, costituiti dai Comandi provinciali dei Carabinieri e dagli ispettorati del lavoro, che hanno già effettuato i primi controlli. Per quanto riguarda i controlli sull’effettuazione delle corse erano presenti all’incontro anche rappresentanti delle Province, titolari del contratto di servizio, deputate col coordinamento della Regione ad effettuare i controlli sulla reale effettuazione delle corse. Anche le Province hanno avviato azioni volte a garantire i controlli. Sono state messe a disposizione pattuglie della Polizia Provinciale e alcuni ispettori regionali per i controlli sull’effettuazione delle corse.  Così come Fal e Trenitalia, anche il Cotrab si è dichiarato disposto alla redazione di un protocollo unico di sicurezza che verrà inviato al nucleo ispettivo che potrà effettuare controlli omogenei. E’ stata inoltre ufficializzata la costituzione della cabina di regia costituita da Regione, Province, Cotrab, Fal, Trenitalia e sindacati di categoria. Gli uffici trasporti della Regione e delle Province continueranno a coordinare la riprogrammazione dei servizi, anche in vista della ripresa di settembre. Sono da considerarsi del tutto strumentali le critiche rivolte invece dalle altre categorie sindacali alle quali chiediamo, prima di esprimere giudizi sull’andamento dei servizi di trasporto, di confrontarsi con le categorie sindacali del settore trasporti, che hanno il reale polso della situazione. I sindacati di categoria hanno infatti oggi confermato alla presenza del Prefetto che i servizi procedono nel migliore dei modi, salvo qualche sporadico e fisiologico episodio”.

 29 total views,  29 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: OSPEDALE DA CAMPO, SODDISFATTI MERRA E LEONE

Ven, 29/05/2020 - 14:50

Si è svolto questa mattina il sopralluogo del Generale di brigata del Genio Militare, Massimo Bendazzoli, responsabile di verificare i lavori eseguiti all’ospedale da campo donato dal Qatar e installato nei pressi del ‘San Carlo’ di Potenza.   

All’incontro erano presenti gli assessori regionali alla Salute e alle Infrastrutture, Rocco Leone e Donetalla Merra, accompagnati dal direttore generale del dipartimento Politiche della Persona, Ernesto Esposito, e dal responsabile regionale della Protezione civile, Guido Loperte.

 “Grazie alla donazione ci siamo dotati di strutture versatili che ci permetteranno di trattare in un luogo distinto dagli ospedali le patologie virali ed è sicuramente una finestra aperta nel futuro per tutte le emergenze, compreso l’eventuale ritorno del coronavirus” ha detto a margine l’assessore alla Salute, Rocco Leone.

“Questi tre mesi di emergenza sono stati difficili, ma per certi versi – ha aggiunto – abbiamo retto abbastanza bene. Una parte importante del merito, oltre che ai cittadini lucani, va al personale sanitario che ha profuso il massimo sforzo e a tale proposito abbiamo messo sul tavolo una proposta per premiarli economicamente per il lavoro svolto in prima linea con 1000 euro ai medici, 700 euro agli infermieri, 500 euro agli oss e 400 euro agli amministrativi. Mi sembra un buon riconoscimento e ora aspettiamo di capire cosa ne pensano i sindacati, che incontreremo mercoledì prossimo, nella speranza che non ci chiedano di polverizzare le risorse. Subito dopo – ha concluso Leone – saremo in condizione di erogare i premi”.

 Per l’assessore alle Infrastrutture Merra “Il celere completamento della struttura rappresenta il risultato della proficua collaborazione tra la Protezione civile regionale, l’Esercito, l’ospedale ‘San Carlo’, Acquedotto lucano e tutto il mondo del volontariato. È un’operazione riuscita, pensata nell’ottica di dotarsi di un presidio di supporto all’emergenza presente e futura. Una struttura come questa – ha proseguito Merra – ha i requisiti della massima versatilità d’uso, compreso il rapido rimontaggio in altro luogo del territorio lucano dove dovesse manifestarsi una nuova emergenza.

Oltre al montaggio delle tre pesanti strutture, abbiamo quasi completato le altre opere necessarie relative agli allacci di acqua, energia elettrica, impianto fognario e di tutto ciò che occorre per renderle funzionali”.

 31 total views,  31 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19, aggiornamento del 29 maggio (dati 28 maggio) effettuati 567 test TUTTI NEGATIVI

Ven, 29/05/2020 - 14:39

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 28 maggio, sono stati effettuati 567 test per l’infezione da Covid – 19, risultati tutti negativi.

 Nella giornata di ieri è guarita una persona.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 31. Ieri erano 32, ai quali va sottratta la persona guarita.

 Ai 31 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 339 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 4 pazienti, uno residente a Torino e tre in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 28.909 tamponi, di cui 28.492 risultati negativi.
Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 5 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 4, terapia intensiva 0, pneumologia 0; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 1, terapia intensiva 0, pneumologia 0. I lucani in isolamento domiciliare sono 26.

Il prossimo aggiornamento domani, 30 maggio, alle ore 12,00.

 42 total views,  42 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BARDI SU VICENDA CHE COINVOLGE L’OSPEDALE SAN CARLO

Ven, 29/05/2020 - 09:18

Il presidente Bardi comunica che sono pervenute le risultanze della Commissione d’inchiesta interna, dopo la sua richiesta di aprire un’indagine sulla vicenda riportata dalla stampa, accaduta presso l’ospedale San Carlo a seguito del Covid 19.

I risultati sono stati inviati all’autorità giudiziaria che, com’è noto, ha aperto un’inchiesta e che dovrà decidere su eventuali ipotesi di reato.

Lo comunica l’ufficio stampa della Giunta regionale.

 34 total views,  34 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: LEONE E VIZZIELLO SU INCARICHI DIRIGENZIALI ASM

Ven, 29/05/2020 - 09:11

L’assessore alla Salute Rocco Leone e il consigliere regionale Giovanni Vizziello esprimono soddisfazione per l’epilogo che ha avuto la vicenda dell’ulteriore nomina del dottor Pietro Quinto, dirigente dell’Azienda sanitaria di Matera, il quale avrebbe assunto ad interim la direzione dell’economato.

“Ferme restando le prerogative della direzione generale dell’Asm in materia di conferimento di incarichi dirigenziali, in un momento così delicato nel rapporto tra politica e società – sostengono Leone e Vizziello – ci è sembrato inopportuno l’accentramento degli incarichi a dirigenti che già nelle passate amministrazioni hanno assunto tali posizioni. È chiaro a tutti, a iniziare dai cittadini che ci hanno dato fiducia, che l’indirizzo politico di questa maggioranza è fondato sulla discontinuità rispetto al passato, a iniziare proprio dalla sanità. Stiamo lavorando a una riforma importante in tal senso proprio per trasformare questo comparto lucano in un’eccellenza”.

 30 total views,  30 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: MANCATA ESPOSIZIONE DEI PREZZI SUI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI

Ven, 29/05/2020 - 09:00

giungono diverse segnalazione – hanno affermato Marina Festa dell’Adiconsum e Saverio Attico della Federconsumatori di Matera – da parte dei cittadini che hanno riscontrato sia un aumento sensibile dei prezzi e sia la mancata esposizione delle indicazioni obbligatorie sui prodotti ortofrutticoli posti in vendita nei mercati e da altri venditori ambulanti.

I due esponenti delle Associazioni dei consumatori fanno presente che in nessun caso si può derogare sugli obblighi di legge riguardanti l’etichettatura dei prodotti ortofrutticoli freschi e la loro commercializzazione che devono riportare in un cartello le seguenti indicazioni: il prezzo a chilo, la categoria e la varietà del prodotto, ad esempio “extra”, “prima categoria” o “seconda categoria”,

la denominazione di vendita, esempio “arance – tarocco” e il paese di origine.

La mancata esposizione delle informazioni, su gran parte dei prodotti ortofrutticoli, e l’aumento dei prezzi risulta anche dal monitoraggio messo in atto dall’Adiconsum e dalla Federconsumatori di Matera che chiedono in proposito un maggiore controllo da parte delle Autorità competenti e in primis della Polizia Locale.

 32 total views,  32 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: STOP EURO ALT EUROPA

Ven, 29/05/2020 - 08:51
Gentilissimi, noi del Movimento Stop Euro Alt Europa sentiamo la necessità di dirvi che i Media Locali sono la vera essenza della comunicazione perchè sono le uniche in grado di inviare notizie VERE e INETERESSANTI che riguardano la realtà locale. Preferiamo comunicare con voi e inviamo il nostro comunicato stampa su quanto stiamo organizzando a Roma sabato 30 Maggio dove abbiamo raccolto tutti i gruppi social e non solo per chiedere:  – Moneta Locale da immettere nelle famiglie  – Banca Nazionale  – Uscire da QUESTA Europa Sperando di avervi con noi in Piazza del Popolo vi salutiamo e vi ringraziamo

Il Segretario Dota Vincenzo

 22 total views,  22 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BARDI SU RICORRENZA SANTO PROTETTORE DI POTENZA

Ven, 29/05/2020 - 08:39

“Il Tempietto di San Gerardo, Santo Protettore di Potenza, è stato simbolicamente consegnato nei giorni scorsi, dai Portatori del Santo, all’Ospedale San Carlo.

In questo gesto altamente significativo è racchiuso il momento con cui quest’anno Potenza si accinge a festeggiare il suo Patrono.

Questo connubio tra fede e speranza ci deve essere di monito. Formulo alle istituzioni, alle associazioni e ai cittadini del capoluogo il mio sincero augurio”.

Con questo messaggio il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, rivolge il proprio saluto e quello di tutta la Giunta regionale alla città di Potenza.

“Questa festività molto sentita – commenta Bardi – ricade in un momento particolare in cui con tutte le cautele stiamo provando a ripartire e a uscire dai mesi bui in cui abbiamo lottato per evitare il diffondersi della pandemia. Giorni in cui ognuno di noi, con grande senso di responsabilità, è rimasto in casa.

Sono consapevole che i festeggiamenti in onore del Santo Patrono di Potenza sono stati da sempre vissuti con grande senso di devozione e partecipazione da fedeli e cittadini.

Ma, considerato il momento, il modo giusto per onorare il Santo Protettore di Potenza sarà quello di dimostrare vicinanza a tutto il personale sanitario, che in questi mesi si è tanto speso per noi, e a tutti coloro che hanno sofferto per la perdita di un loro caro”.

 42 total views,  42 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MONTESCAGLIOSO: “PALAZZO-SALINARI DI MONTESCAGLIOSO ANCORA UNA VOLTA IN FINALE!!

Gio, 28/05/2020 - 07:49

Si sta avviando alla sua fase conclusiva la nuova edizione del prestigioso concorso nazionale di Ludolinguistica “Comix Games Class 2020: rima la trama”, dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutta Italia.

Lanciata da Comix e Repubblica@Scuola, in collaborazione con il Salone internazionale del Libro di Torino, Libri Mondadori e Museo Egizio, l’iniziativa invitava i ragazzi a sintetizzare la trama di un libro, scelto tra quelli proposti, con un breve componimento poetico in rima, con l’obiettivo di far nascere dai libri un qualcosa di nuovo, creativo e sorprendente.

I nostri ragazzi hanno da subito risposto alla sfida con grande entusiasmo e, dopo aver superato due selezioni, la classe III^ C è risultata vincitrice della semifinale, aggiudicandosi così l’accesso alla finalissima, che si terrà venerdì 29 maggio dalle ore 11.00 alle ore 13.00 sul canale Youtube di Repubblica.it.

Per i ragazzi si tratterà ora di stupire nuovamente la giuria, tra cui spicca come giurato d’eccezione lo scrittore Fabio Geda, cimentandosi con altre tre prove (acrostico sulla quarantena, testo poetico stravolto e rap di classe).

Non perdetevi dunque la finalissima, che ci riserverà sicuramente un sacco di sorprese divertenti, tra cui anche un’originalissima canzone rap, cantata ed ideata dai nostri alunni, sulla base musicale di una canzone di Sfera Ebbasta.

Vi aspettiamo alla direttahttps://www.youtube.com/channel/UC9ePmjVRHLL8x8vq5fOKflg, non mancate!!!

 28 total views,  28 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: DUE FRATELLI PUBBLICANO UN VIDEO PER DENIGRARE GLI “AGENTI” DENUNCIATIBW

Mer, 27/05/2020 - 19:13

Due fratelli, entrambi residenti a Matera, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato
per diffamazione a mezzo Internet.
Lo scorso mese di aprile, a seguito di un controllo su strada, gli Agenti della Squadra
Volante hanno rilevato diverse irregolarità per un mezzo a tre ruote condotto da un
cittadino materano. Tra queste, l’assenza di copertura assicurativa, della revisione e il
telaio sovrascritto che rendeva sospetta la provenienza del veicolo.
Il conducente, pertanto, veniva accompagnato in Questura per la redazione dei
verbali. All’esterno della Questura giungeva il fratello dell’uomo ed entrambi
iniziavano a effettuare riprese con il telefono cellulare affermando di essere vittime di
abusi di potere da parte dei poliziotti. Aggiungevano anche di essere stati picchiati, al
solo scopo di ostacolare l’attività in corso nei loro confronti del personale in divisa.
Giungevano perfino a minacciare un operatore.
Il personale delle Volanti non si lasciava fuorviare dalla messinscena dei due e con
professionalità procedeva nel compiere gli atti dovuti senza altri intoppi.
Si è poi accertato che i due soggetti avevano pubblicato due video ripresi in quei
frangenti su alcuni social network, tra cui WhatsApp e una pagina Facebook molto
seguita a Matera con oltre 5 mila iscritti. Nei post offendevano poi gli Agenti,
addossando loro abusi e violenze inesistenti, così denigrando l’immagine della
Polizia di Stato.
Dopo aver puntualmente ricostruito tutta la vicenda, i due materani, già noti alle
Forze dell’ordine per diversi precedenti di polizia, sono stati denunciati alla Procura
della Repubblica di Matera per i reati di ricettazione e di diffamazione attraverso
Internet; i video, oggetto di interesse investigativo, sono stati rimossi dalla Rete con
l’ausilio degli esperti della Polizia Postale.

 6 total views,  6 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine