Basilicatanews

Abbonamento a feed Basilicatanews
Notizie dalla Basilicata
Aggiornato: 56 min 26 sec fa

MATERA: MATERA2019, IL GRAZIE AI CITTADINI DALLA FONDAZIONE E DAL COMUNE

Gio, 16/01/2020 - 09:29

Matera 2019, il grazie ai cittadini dalla Fondazione e dal Comune

Il 19 gennaio, a un anno esatto dalla apertura del 2019, si inaugura il campo basket di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019

Il successo di Matera Capitale europea della cultura è il risultato non solo di un intenso lavoro guidato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, ma anche e soprattutto, dei tantissimi cittadini che hanno regalato il loro tempo partecipando attivamente a questo viaggio. Sono migliaia le persone che hanno partecipato ai laboratori nei quartieri, alla organizzazione della cerimonia inaugurale e di quella finale, ai progetti artistici, ai progetti di comunità, alle residenze in molti casi anche mettendo a disposizione propri spazi e proprie abitazioni.

Per questa ragione, mentre si continua a progettare un percorso di iniziative culturali finalizzato a valorizzare l’eredità di Matera 2019, la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Comune di Matera, a un anno esatto dalla cerimonia inaugurale, hanno organizzato un momento istituzionale per offrire un riconoscimento a tutti i cittadini che hanno partecipato al percorso di Matera 2019.

Domenica 19 gennaio, in occasione della inaugurazione del campetto di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019, dalle ore 11 alle ore 13, verrà consegnato a tutte le persone che si sono impegnate in questo anno speciale un attestato di partecipazione, ricordo tangibile del meraviglioso supporto, e un kit ricordo di questa esperienza comprendente il video della cerimonia inaugurale –  prodotto da TRM e donato dal Comune di Matera – tenutasi esattamente un anno fa, anche per rivivere insieme i tanti momenti che sono stati condivisi.

Nella circostanza, alle ore 10, verrà inaugurato “Let’s Play Culture”, intervento di arte urbana che ha interessato il campetto di Piazza Degli Olmi a Matera.

L’opera finale, che ha coinvolto l’artista tedesco Quapos e l’artista italiano Skolp, con la direzione artistica di Monica Palumbo – Momart Gallery e la collaborazione di Marica Montemurro e Gianni Papapietro, rappresenta la sintesi dell’incontro tra Arte Urbana, Gioco e Sport di Strada, che conclude il processo di riqualificazione avviato nel 2018.

L’inaugurazione dell’intervento di arte urbana coinvolgerà l’Istituto “D. Bramante, partner integrante del progetto Open Playful Space nel processo di rigenerazione dell’intera piazza, anche in vista dell’Open Day Scolastico in programma il 19 Gennaio.

Qui di seguito il programma:

– Ore 10,30 – 11,45

Basket 3vs3  under 18

– Ore 11,00 – 11,45

Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt

– Ore 11,00 – 13,00

Consegna attestati ai cittadini

– Ore 12 – 12,30

Saluti istituzionali e cerimonia di consegna del campetto di piazza degli olmi con interventi del sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, e il presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce

– Ore 12,30 – 13,30

Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: IL SUCCESSO DI MATERA2019 COME ESEMPIO PER TORINO 2019

Gio, 16/01/2020 - 09:02

IL successo di Matera 2019 come esempio per Torino 2033

 

L’esperienza di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 è stata al centro della riunione della V Commissione Consiliare del Comune di Torino svoltasi questa mattina preso il Palazzo Civico.

Nel corso dell’incontro, dedicato al tema della candidatura di Torino a Capitale Europea della Cultura per il 2033, è stato invitato, insieme al Rappresentante del Rettore del Politecnico di Torino, prof. Juan Carlos De Martin, delegato per la Cultura e la comunicazione, anche il Direttore Generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri, che ha illustrato il percorso condotto dalla città lucana.

Erano presenti l’Assessore alla cultura del Comune di Torino, Francesca Paola Leon, e il Presidente della V Commissione, Massimo Giovara.

Verri, in particolare, dopo aver ripercorso la storia delle capitali europee della cultura, si è soffermato sui principali aspetti che hanno caratterizzato la candidatura di Matera e sulle ragioni per cui la città è riuscita a guadagnare questo titolo. Una parte della testimonianza di Verri ha invece riguardato il programma culturale organizzato nel 2019 e il tema dell’eredità che lascia questo anno da capitale. Al termine dell’incontro Verri ha risposto alle domande dei consiglieri comunali presenti.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: TAR BASILICATA, LEGITTIMA LA PROCEDURA DELLA GARA DI CAVA DEL SOLE

Gio, 16/01/2020 - 08:09

Matera 2019, Adduce: TAR Basilicata, legittima la procedura della gara di Cava del Sole

Il TAR di Basilicata, con Sentenza n. 40 del 13 gennaio 2019, ha dichiarato la legittimità della procedura di gara bandita dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 per l’affidamento in concessione della realizzazione e gestione di Cava del Sole.

Il TAR ha chiarito che la Fondazione, difesa dall’Avv. Vito Agresti, ha operato nel rispetto di tutte le regole dell’evidenza pubblica.

Il Giudice Amministrativo, nel rigettare il ricorso proposto dal secondo classificato Rti Fiera di Roma-Palazzo Gattini ed altri, ha acclarato che l’unico effetto del ricorso avrebbe potuto essere l’annullamento dell’intera gara e giammai l’affidamento della concessione in favore del ricorrente, affermando al contempo che la Commissione di gara, presieduta dal Direttore della Fondazione, Paolo Verri, ha agito in piena legittimità valutando correttamente le offerte dei concorrenti ed aggiudicando la selezione allo Studio Ega che ha formulato la migliore offerta sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista economico.

Soddisfatto il Presidente della Fondazione, Salvatore Adduce, che ha dichiarato: “Do atto all’intera struttura della Fondazione Matera Basilicata 2019 di aver bene operato, dimostrandosi capace di realizzare una grandissima mole di attività rispettando linearità e trasparenza, attraverso procedure pubbliche particolarmente complesse. Ciò ha permesso il dispiegarsi di tutte le iniziative del programma lungo l’intero percorso di Capitale Europea della Cultura nel pieno rispetto delle norme che regolano la vita di un soggetto molto “originale” quale è una Fondazione. Non meno rilevante è la circostanza che, a conclusione dell’anno della Capitale Europea della Cultura, i Soci fondatori – Comune di Matera, Regione Basilicata, Provincia di Matera, Università degli Studi della Basilicata, Camera di Commercio della Basilicata – possono contare su una struttura non condizionata da contenziosi di tipo amministrativo”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: OSSERVATORIO SULLE VIOLENZE DI GENERE

Gio, 16/01/2020 - 07:52

L’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va”, cantava l’indimenticabile Lucio Dalla.

Tra le cose che, purtroppo, in Basilicata non vanno mi rincresce evidenziare la mancata convocazione, da parte dell’Assessore regionale alla Salute e Politiche Sociali, dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori istituito dalla Legge Regionale n.26 del 18/12/2007 con la finalità di prevenire e contrastare tali fenomeni sull’intero territorio regionale.

L’articolo 6 di suddetta legge prevede che “l’Osservatorio presenta al Consiglio Regionale, entro il 31 dicembre di ogni anno, una relazione dettagliata sui dati acquisiti, sull’attività svolta, sulle osservazioni e proposte elaborate”.

Sebbene l’anno vecchio sia finito da ben 15 giorni, al Consiglio Regionale non è stata presentata alcuna relazione né tanto meno l’assessore Leone, dal suo insediamento ad oggi, ha avvertito l’esigenza di convocare una riunione dell’importante organismo.

Ritengo che a questa mancanza si debba tempestivamente ovviare e, pertanto, sollecito l’Assessore regionale alle Politiche Sociali a procedere, con la massima urgenza, alla convocazione di una riunione dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e di redigere la relazione da presentare e discutere in Consiglio Regionale al fine di definire gli interventi a favore delle donne e dei minori colpiti da violenza, ma anche l’attuazione di iniziative a sostegno dei percorsi di uscita dai comportamenti violenti per i responsabili degli abusi.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ARPAB, “LEGGE SEGNA NUOVO PASSO PER CONTROLLI AMBIENTALI”

Mer, 15/01/2020 - 20:32

Arpab, Rosa: “Legge segna nuovo passo per controlli ambientali”

Abbiamo voluto un’Agenzia che fosse incentrata sulla sua vera mission: dare certezze ai cittadini sullo stato dell’ambiente in cui vivono”

“L’approvazione della legge di riforma dell’Arpab segna un nuovo passo per i controlli e il monitoraggio ambientali. Abbiamo voluto un’Agenzia che fosse incentrata sulla sua vera mission: dare certezze ai cittadini sullo stato dell’ambiente in cui vivono. Lo abbiamo fatto privilegiando l’implementazione delle funzioni di controllo e snellendo l’apparato amministrativo. Abbiamo sperimentato in questi anni che l’organizzazione complessiva, in particolare l’organizzazione in dipartimenti non ha funzionato. La nuova organizzazione va verso la specializzazione degli uffici che coprirà l’intero territorio regionale”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, commentando l’approvazione in Consiglio del disegno di legge sul riordino dell’Arpab.

“Una riforma – ha continuato Rosa – che sarà a costo zero e non peserà sulle tasche dei lucani e avverrà attraverso la riduzione dei compensi del direttore generale e del direttore tecnico scientifico e l’abolizione della figura del direttore amministrativo. La riforma si completerà con i concorsi pubblici per assumere tecnici e aumentare l’efficienza delle attività di analisi e controllo. Ringrazio il presidente Bardi, la giunta tutta e i consiglieri tutti che hanno dimostrato che con il confronto si riesca a lavorare per il bene dei lucani”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: “NUOVE SFIDE PER IL TURISMO A POTENZA”

Ven, 10/01/2020 - 08:09

“Nuove sfide per il turismo a Potenza” 

NICOLETTI (APT) INCONTRA COMMISSIONE TURISMO DEL COMUNE DI POTENZA

Il direttore generale dell’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata, Antonio Nicoletti, ha incontrato ieri i componenti della Commissione Turismo del Consiglio Comunale di Potenza, in un appuntamento programmato per affrontare le prospettive e le future azioni di promozione turistica della città capoluogo.

“Dopo il successo del Capodanno Rai – ha commentato Nicoletti – la città di Potenza ha la positiva volontà di sviluppare un’offerta turistica connessa al ruolo di città europea dello sport per il 2021. Oltre alla propria offerta museale e di eventi, la città è inserita in un contesto caratterizzato da straordinarie emergenze turistiche, paesaggistiche e ambientali. È di fatto un polo urbano e di servizi baricentrico tra le Dolomiti Lucane, il Vulture, il Melandro, i luoghi degli sport invernali; anche in questa prospettiva, può offrire al viaggiatore la motivazione a una permanenza anche di più giorni. Declinare il tema di città dello sport è una nuova sfida non solo per le istituzioni e il sistema della promozione, ma anche l’occasione per misurarsi e aumentare la qualità dei servizi di ospitalità che il turismo contemporaneo richiede”.

“Con il presidente Restaino e i componenti della Commissione – continua Nicoletti – si è condivisa l’opportunità di attivare un tavolo operativo con i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, degli enti interessati, per condividere le strategie e le attività del prossimo futuro. L’Apt è interessata a partecipare da protagonista a questa sfida”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BUIO NERO COLOR PETROLIO

Ven, 10/01/2020 - 07:34

Braia: anche del futuro della Lucana Film Commission ad oggi nessuna notizia.

lio.

 

“Nessun futuro per Matera 2019, nessun rinnovo del Contratto Rai, azzerati i contributi ai comuni per la promozione degli eventi estivi, spenti i riflettori sulla promozione dell’agroalimentare, oscuriamo anche la Film Commission e il cinema e la Basilicata può tornare nel buio nero, color petrolio.

L’industria culturale e creativa si è rivelata anche per la Basilicata, un potente strumento concreto di comunicazione e promozione territoriale, di crescita della regione, di contrasto attivo al fenomeno emigratorio: i dati positivi del comparto degli ultimi anni e i vari successi nazionali ed internazionali, lo dimostrano.

 

A fronte di questo, che possiamo affermare senza temere smentita, l’attuale governo regionale, ad oggi, nonostante richieste scritte e incontri formali, non ha mai fornito indicazioni e interpretazioni di Statuto per far operare la Fondazione Lucana Film Commission nell’attuazione del Piano delle attività 2019, già approvato dalla Giunta nel settembre scorso.

 

Quale sia la tempistica della discussione della delibera nelle due competenti commissioni consiliari perché si approvi in via definitiva, il piano delle attività 2019 e si confermi, come minimo, il sostegno di euro 1.040.000 ai sensi della L.R. 26/2011 non è dato saperlo.

 

I 30 giorni previsti in quella DGR sono ben che passati, presentiamo pertanto, insieme ai colleghi Polese e Pittella, una interrogazione urgente al presidente della Giunta su diverse questioni correlate alla idea e visione di sviluppo che questo Governo regionale ancora non ha espresso rispetto a tutto, compreso il futuro dell’impresa dell’audiovisivo e cinematografica in Basilicata.”

 

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia (Italia Viva).

 

“Non è più solo Matera – prosegue Braia – ad essere scelta per le sue peculiarità dalle produzioni cinematografiche ma, grazie al lavoro fatto in questi anni, l’intera Basilicata che è diventata protagonista – e non più solo sfondo – di un piccolo distretto dell’audiovisivo riconosciuto che, con le sue piccole e medie aziende, favorisce un tipo di sviluppo culturale ancora non calcolato completamente nelle sue intere ricadute economiche presenti e future.

 

Lo scopo con cui, nel 2012, è stata istituita la LFC era quello di valorizzare il territorio lucano attraverso il sostegno alla realizzazione di opere di produzione di audiovisivi regionali, film, fiction TV, spot pubblicitari, documentari e ogni altra forma di produzione audiovisiva che incrementasse la visibilità della Basilicata e anche delle produzioni e coproduzioni lucane. Gli addetti ai lavori nazionali riconoscono il buon lavoro svolto sino ad ora, le prime analisi di contesto su tempi lunghi confermano che nel cinema e nell’audiovisivo i fondi pubblici in Basilicata hanno restituito almeno sette euro per ognuno investito, con un impatto complessivo di 4 milioni e mezzo di euro, con 107 tra imprese di cinema, radio e televisione totalmente lucane a vario titolo coinvolte.

 

Nel 2018 si è molto rafforzato il brand “Basilicata terra di cinema” permettendo di valorizzare maestranze tecniche e artistiche coinvolte in uno dei principali successi italiani di quella stagione, come “I Tre moschettieri” di Veronesi.

 

Dopo i grandi successi, per citare quelli più noti e recenti senza scomodare Pasolini e da Mel Gibson in poi, anche il 2019 è stato un anno importante per verificare la potenzialità di traino che la Basilicata può avere su tutto il settore audiovisivo e culturale del Mezzogiorno, che sta aumentando notevolmente i suoi indici. La produzione internazionale di James Bond e quella nazionale della fiction “Imma Tataranni”, tra le altre, ne sono, ultime in ordine di tempo, un esempio straordinario per ricadute economiche e turistiche che già cominciano a dare frutti. Il prossimo futuro, ci vedrà, per la portata di livello mondiale di tali produzioni che potrebbero moltiplicarsi ulteriormente, protagonisti comunque grazie alle scelte fatte – e da fare – sul segmento legato al Cineturismo, per il quale il Gal Start2020 si è con coraggio e lungimiranza già fortunatamente avviato.

 

Ci chiediamo, ma questo governo regionale si rende conto quali opportunità si rischia come Basilicata di perdere dopo tanto lavoro fatto?

A tal proposito, quando sarà designato il Presidente della Fondazione come previsto dallo Statuto? Nel maggio del 2019 è purtroppo venuto a mancare Luigi Di Gianni e da allora (8 mesi) la nuova giunta Bardi non ha inteso designarne il sostituto e la Lucana Film Commission opera attualmente con un Consiglio d’amministrazione che vede un Presidente facente funzioni e un solo consigliere. Anche i contratti dei dipendenti e dei consulenti sono in scadenza e presto decadrà l’attuale CdA. Quale programmazione può fare un organismo senza legittimazione ufficiale?

 

La Regione Basilicata intende o meno dare solide fondamenta al settore, per farlo evolvere e consolidare oltre il 2019 o intende spegnere anche questa visionaria scelta del passato che ha, nonostante i margini di miglioramento sempre possibili, portato tanti benefici alla nostra terra?

 

Serve programmare per tempo – conclude il Consigliere Braia – avvisi pubblici e dotazione finanziaria adeguata per aumentare le opportunità di una filiera ormai matura nelle sue competenze e capacità, spingendo anche e soprattutto sul protagonismo delle risorse locali, sulla formazione delle maestranze specializzate e occorre dare con urgenza le adeguate risposte alle produzioni cinematografiche che intendono girare in Basilicata, quali ad esempio quella della fiction Imma Tataranni, per citarne una. Serve avere una visione e mettere mano con urgenza alla programmazione per non vanificare gli sforzi e gli investimenti fatti ma, al momento, anche di questo settore, si sono perse di vista le priorità strategiche in questa nostra regione.”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: PROTOCOLLO TRA COMUNE DI TITO E UNIBAS SULLA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE FORESTALI.

Ven, 10/01/2020 - 07:20


Il Comune di Tito e la Scuola di Scienze agrarie, forestali, alimentari e ambientali (Safe) dell’Università degli studi della Basilicata hanno sottoscritto una convenzione per la gestione sostenibile delle risorse forestali presenti sul territorio titese. Il protocollo, ratificato nell’ultima seduta del Consiglio comunale con apposita delibera votata all’unanimità, prevede la consulenza scientifica da parte della Safe nella fase di implementazione e di avvio del Piano di gestione forestale comunale finalizzata, nello specifico, all’ottenimento della certificazione Pefc, ovvero dell’attestazione, attraverso rigorose procedure di verifica e controllo da parte di un organismo indipendente, della perfetta rispondenza a requisiti di sostenibilità.
Il gruppo tecnico-scientifico dell’Università della Basilicata curerà altresì il percorso per l’ottenimento di crediti di carbonio dal nuovo piano di assestamento forestale, una premialità per corrette pratiche di tutela e salvaguardia ambientale. Ciascun credito corrisponde all’eliminazione di una tonnellata di anidride carbonica. Una volta certificati da apposite agenzie, i crediti hanno un valore di mercato perché possono essere rivenduti ad altri soggetti che emettono oltre le soglie consentite e che hanno bisogno di tali crediti per compensare le emissioni in eccesso.
“La nostra volontà è invertire il paradigma di un territorio spesso associato a criticità ecologiche, derivanti soprattutto dalla pesante eredità di sito di interesse nazionale per l’inquinamento lasciataci dall’industria chimica, affiancando ai progetti di risanamento le attività di valorizzazione del patrimonio naturale di cui fortunatamente disponiamo in modo da migliorare la qualità di tutte le matrici ambientali presenti a Tito”, sottolinea il sindaco Graziano Scavone. “Lo facciamo con un approccio scientificamente rigoroso che porterà alla certificazione del nostro territorio da un punto di vista ambientale”, aggiunge. “Pertanto, dopo la collaborazione con il Dipartimento di ingegneria per la redazione delle nostre proposte in materia di infrastrutture e trasporti a valere sul piano di trasporto pubblico regionale, il Comune di Tito rinnova il rapporto di proficua collaborazione con l’Università degli studi della Basilicata, stavolta con la Scuola di Scienze agrarie e forestali, diretta dal prof. Di Renzo e il cui responsabile scientifico è il prof. Romano; voglio ringraziare entrambi personalmente per la attenzione dedicata al nostro progetto innovativo di piano di assestamento forestale”. “Attraverso la valorizzazione delle nostre risorse – conclude Scavone – contribuiremo al miglioramento della qualità dell’aria e alla manutenzione del patrimonio boschivo con modalità che siano rispettose del territorio e che aggiungano ricadute finanziarie per l’ente e per il sistema produttivo locale”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:   CAMMINO DELLA LANA E DELLA SETA, PARTITA DA BOLOGNA Ora è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio.

Gio, 09/01/2020 - 08:57

Ora è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio. Cara Toscana, ora Vienna Cammarota sta arrivando da te. Ci siamo! Network internazionali saranno a Prato per intervistarla ed accoglierla. All’età di 70 anni sta percorrendo 132 Km a piedi per raccontare la Via della Seta italiana prima di recarsi a Pechino, sempre a piedi!

Cammarota: “Ho visitato il paesino di Giorgio Morandi in Emilia – Romagna. Sto scoprendo l’Appennino come una giovane innamorata che scopre il suo amore”.

Iniziata la nuova impresa all’età di 70 anni .

CAMMINO DELLA LANA E DELLA SETA

Partita da Bologna arriverà il 9 Gennaio a Prato!

Ad Aprile inizierà il cammino da Venezia a Pechino, a piedi, durerà 3 anni!

 

“In questi minuti mi sto avvicinando alla Toscana. Che emozione attraversare l’Appennino Tosco – Emiliano.  La parola “bella Italia” è così sovente che mi chiedo se veramente gli italiani la conoscono. Sto scoprendo l’Appennino come una giovane innamorata che scopre il suo amore. Questo Appennino ricco di tanta storia per la sua Linea Gotica, di tanta geografia, ma anche di arte per i suoi artisti, di intensità e diversità di colori della natura, come sosteneva Morandi Giorgio. Ieri pomeriggio sono arrivata a Grizzana Morandi lungo il percorso della lana e della seta. Ho voluto conoscere la storia della vita di Giorgio Morandi e delle sue opere. Ho avuto la fortuna di poter avere un cicerone perfetto, l’ex sindaco Cesare Callisto, che ringrazio tantissimo per la sua disponibilità”. Lo ha affermato Vienna Cammarota, anni 70, Guida Ambientale Escursionistica, Coordinatrice delle Guide della Campania. Vienna è balzata agli onori della cronaca soprattutto tra il 2017 ed il 2018 per essere stata l’unica donna al mondo a percorrere più di 2000 Km a piedi camminando sull’itinerario dello scrittore tedesco Wolfgang Goethe, passato alla storia come “Viaggio in Italia”.  Nella serata di ieri, la guida campana è arrivata anche a Castiglione dei Pepoli.

In questi minuti Vienna è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio, altri 20 Km. Vienna arriverà verso le ore 15 di questo pomeriggio.

Con lei il Tricolore. Vienna vuole rimettere al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica il cammino lento, la meditazione, l’incontrarsi.

 

“Io dico grazie a tutte le persone che mi hanno “indottrinata” per poter apprendere in poco tempo la storia del paese e di Morandi. E a loro la “bella Italia” ho voluto rappresentarla con la Bandiera. Guardiamola la nostra Bandiera che ci ricorda i valori della libertà, dell’onestà, dell’unità. Ricordiamoci che in quel verde è rappresentato con amore anche il Patrimonio Naturalistico che siano Appennino, Alpi, laghi, fiumi, coste dell’intera Italia”.

I network internazionali si stanno già organizzando per accoglierla a Prato dove arriverà Giovedì 9 Gennaio. Domani altri incontri ed appuntamento invece a Vaiano. Vienna ci arriverà dopo aver percorso sempre e solo a piedi altri 21 Km, poi Giovedì la tappa  finale che la porterà ad arrivare a Prato nel tardo pomeriggio. Vienna continuerà a raggiungere il centro della città ance il giorno dopo, Venerdì 10 Gennaio.

Raccontare, vedere, incontrare, dialogare sono tutti nel cammino lento che in questi anni l’Italia sta riscoprendo.

Ad Aprile la settantenne Guida campana partirà per una grande impresa: Venezia – Pechino a piedi per raccontare i luoghi di Marco Polo.

Vienna però vuole ricordarci che una via della seta e della lana è esistita anche in Italia.

personale, guanti, berretto di lana, ghette, sacco lenzuola. Ancora una volta voglio incontrare, raccontare, vedere, scrivere”.

Le imprese di Vienna. Ora c’è chi propone a Lei il Giro del Mediterraneo  per rendersi maratoneta della pace.

Dal 2017 al 2018 Vienna Cammarota  è stata protagonista, unica donna al mondo nella storia a percorrere a piedi l’intero viaggio dello scrittore tedesco Wolfgang Goethe. Con Vienna si impose così l’importanza del cammino e del Turismo Ambientale per un Paese, l’Italia che detiene primati importanti nei Beni Culturali ma anche nella valorizzazione del Patrimonio Naturalistico. L’Italia, ad esempio è il Terzo Paese al Mondo per numero di Geoparchi. Vienna volle però attraversare anche l’Italia Centrale, essere sull’Appenino, entrare nei borghi a rischio spopolamento. Lo ha fatto con la Bandiera Italiana sulle spalle. All’estero ha attraversato la Boemia, la Baviera, l’Austria, il Tibet, la Palestina, la Patagonia, l’Amazzonia, il Madagascar e sempre portando con se la cultura popolare italiana. In Sicilia è stata accolta dalla classe intellettuale femminile alla presenza della Contessa Chiara Modica Donà Dalle Rose, Presidente della Biennale Internazionale di Arte Sacra e da Patrizia Li Vigni, attuale Soprintendente del Mare in Sicilia, ma anche dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando. A Napoli il sindaco Luigi De Magistris e l’Assessore alle Politiche giovanili Alessandra Clemente, le consegnarono la Medaglia del Sindaco della Città di Napoli e venne accolta non solo a Palazzo San Giacomo ma anche presso l’Istituto Goethe. A Roma, Vienna Cammarota si recò in visita alla Casa di Goethe in Via del Corso. Nel 2016, Vienna Cammarota, partendo dal suo Cilento, in Campania, attraversò i borghi di quell’Irpinia ferita, entrò in Puglia descrivendo gli Antichi Tratturi per poi terminare il suo Cammino della Misericordia nel cuore del Parco Nazionale del Gargano. Nel 2018, partendo dal Parco dei Monti Lattari, la Cammarota, volle attraversare invece i borghi del salernitano descrivendone la rinascita e della Basilicata. Ad Aprile, Vienna Cammarota, inizierà la nuova, grande sfida: partirà da Venezia per essere la prima donna al Mondo a raggiungere Pechino, la Cina, sulle tracce del grande Marco Polo. Partirà a 70 anni compiuti ed arriverà a Pechino nel Dicembre del 2023 quando avrà 73 anni compiuti.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:“In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a cinque milioni e seicento mila campi di calcio. Nel 2019 in fumo più di 20.000 ettari”.

Gio, 09/01/2020 - 08:23

SIGEA scrive al Ministro dell’Ambiente

Falconi (Consigliere Nazionale SIGEA): “In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a cinque milioni e seicento mila campi di calcio. Nel 2019 in fumo più di 20.000 ettari”.

 

Fiore (Presidente Nazionale Sigea): “E’ chiaro che le cause di quanto sta avvenendo anche in Australia sono molteplici ma gli effetti irrecuperabili. In Italia, Paese ricco di Patrimonio Naturalistico, necessarie azioni comportamentali anche semplici di prevenzione come ad esempio l’abolizione delle Lanterne volanti cinesi. In queste ore abbiamo scritto al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa e ai Presidenti delle Regioni. In Italia, l’uso delle Lanterne Cinesi, è stato vietato ad esempio in alcuni comuni della Lombardia”.

“In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a 4.061.988 ettari, equivalenti a 5.689.058 campi da calcio, con una media annua di 106.894 ettari; Roma si estende per circa 128.700 ettari. Nell’area mediterranea peggio dell’Italia solo la Spagna con 6.179.279 ettari andati in fiamme e il Portogallo con 4.512.336 ettari. I dati disponibili ci dicono che nonostante l’ultimo decennio abbia visto una diminuzione della superficie forestale percorsa dalle fiamme, eventi estremi che favoriscono l’innesco del fuoco si presentano con sempre maggiore frequenza e intensità come a esempio nelle annate del 1993, 2007 e 2017, anno in cui sono stati circa 8.000 incendi e sono bruciati oltre 160.000 ettari tra superficie boscata e non boscata. Dai dati raccolti dall’European forest fire information system (Effis) si evince che in Italia nel 2019 è stata interessata dal fuoco una superficie di 20.395 ettari”. Lo ha dichiarato Ilaria Falconi, Consigliere Nazionale della Società Italiana di Geologia Ambientale ( SIGEA).

La SIGEA ha scritto al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per l’adozione di azioni preventive semplici come il divieto delle Lanterne volanti cinesi.

“Questi dati impongono la necessità, in un Paese ricco di Patrimonio Naturalistico e Paesaggistico, di politiche di prevenzione partendo anche dalle semplici e non necessarie cattive consuetudini come le lanterne volanti.

La Sigea nei giorni scorsi ha scritto al Ministro dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa, e a tutti i Presidenti delle Regioni italiane chiedendo la definizione urgente di un provvedimento normativo che vieti la vendita e l’uso su tutto il territorio nazionale e durante tutto l’anno di lanterne volanti con fiamma libera – ha annunciato, Antonello Fiore, Presidente Nazionale della SIGEA – prevedendo sanzioni per i trasgressori che metteranno a rischio l’ambiente e l’incolumità di persone e animali.

Questa richiesta diventa tanto più urgente se si pensa alle recenti cronache riguardanti l’incendio verificatosi allo zoo di Krefeld (Germania) durante il quale sono morti 30 animali e gli sviluppi delle indagini che attribuiscono molto probabilmente la causa del rogo all’utilizzo delle “lanterne volanti”, note anche come lanterne cinese, mongolfiera di carta o lanterne Kongming.

Anche in Italia, negli ultimi anni si sono verificati incendi causati dalle Lanterne cinesi. In alcuni comuni del milanese sono state già vietate.

In Europa e in Italia si deve avviare un momento di analisi con l’assunzione di responsabilità politiche al fine di prevenire fatti analoghi con conseguenze disastrose.

Gli incendi catastrofici che si stanno verificando in Australia, viste le proporzioni, avranno sicuramente effetti planetari e cause diverse. Però  tale emergenza richiede un’attenta riflessione anche in ambito europeo e italiano e una presa di coscienza sulla prevenzione all’innesco del fuoco.

Le lanterne volanti, che per sollevarsi in aria si avvalgono dello stesso principio delle mongolfiere, sono formate da materiale infiammabile (struttura rigida realizzata con materiali leggeri rivestita di carta) associato a una fiamma libera. Una volta accesa la fiamma dello stoppino e determinato il loro sollevamento in volo non si riesce più a controllare traiettoria e destinazione.

L’uso di queste lanterne volanti, alimentate da una fiamma libera, protagoniste indiscusse di molti riti, festival e cerimonie in Oriente, si sta diffondendo sempre più anche in Occidente e in Italia. Infatti, sta divenendo sempre più comune l’utilizzo delle lanterne volanti durante manifestazioni pubbliche o feste private (compleanno, matrimoni, ecc) al fine di creare atmosfere emotive ma con conseguenze qualche volta devastanti per l’ambiente. La loro pericolosità è accertata tanto che già in alcuni Paesi europei è vietato l’uso.

L’uso delle lanterne volanti è stato già causa nel nostro Paese d’incendi, incendi che come è noto non hanno solo un effetto diretto sulla flora e la fauna, ma lasciano una nefasta eredità al territorio, e alla popolazione che lo abita, esponendoli per lunghi periodi al dissesto geo-idrologico.

Si fa presente che anche per il settore degli incendi boschivi, come per il dissesto geo-idrologico, il rischio sismico, le crisi ambientali quali siccità e l’inquinamento, per citarne solo alcune, l’unica vera tutela dell’ambiente, dei beni, delle vite umane e animali è la prevenzione”.

La Società Italiana di Geologia Ambientale è riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: AUTOVELOX POMARICO PRIMI PROVVEDIMENTI

Gio, 09/01/2020 - 07:54

Primi provvedimenti

L’ADICONSUM di Matera rende noto che per i primi ricorsi presentati al Giudice di Pace di Matera, per conto dei propri associati, tramite l’Avv. Giuseppe Tedesco, responsabile del centro giuridico territoriale, sono state già fissate le relative udienze per il prossimo febbraio.

Si deve segnalare che il giudice di pace con la fissazione dell’udienza ha disposto la “SOSPENSIONE dell’efficacia del provvedimento impugnato”.

Ciò significa che sino a quando non sarà emessa la relativa sentenza non potranno essere decurtati i punti dalla patente di guida del ricorrente.

La sospensione, pur costituendo solo un provvedimento interlocutorio e non definitivo, deve essere valutata positivamente poiché ciò significa che il giudice di pace ha riposto la massima attenzione ai casi a lui sottoposti, in attesa di verificare la difesa che sarà svolta dal Comune di Pomarico in sede di contraddittorio: e’ evidente che la decisone definitiva del giudice dovrà tenere conto delle posizioni di tutte le parti del processo, come precisa Marina Festa, Presidente Adiconsum.

Rimane sempre il dubbio circa l’effettiva validità dei due autovelox del Comune di Pomarico considerato che continuano a fioccare le multe segno che il lavoro di prevenzione non vi è mai stato.

Continuano ad essere numerosi sono gli automobilisti che si rivolgono alla nostra Associazione per una valutazione di fattibilità dei ricorsi da presentare al Prefetto o al Giudice di Pace.

Categorie: Notizie Basilicata

NOVA SIRI: PREMIO SIRIS SUD – XVIII EDIZIONE “LUCIANO VIOLANTE”

Mer, 08/01/2020 - 08:22

PREMIO SIRIS SUD – XVIII EDIZIONE

11 Gennaio 2020, ore 20.30, presso l’Oratorio “Sant’Antonio da Padova” di Nova Siri.

Con la presenza del Presidente Emerito della Camera dei Deputati Luciano Violante e della giornalista del Foglio Simonetti Sciandivasci

È in programma per sabato 11 gennaio 2020, alle ore 20.30 presso l’Oratorio di Nova Siri Scalo, la XVIII Edizione del Premio Siris, la storica kermesse jonica che vanta ormai una tradizione consolidata e quasi ventennale e che ha visto tra i premiati, nel corso degli anni, personaggi lucani del calibro di Antonio Infantino, Luigi Guerricchio e Raffaele Nigro.

A partire dall’anno scorso il Premio si è dato una nuova veste, sdoppiandosi e aprendosi a una dimensione più ampia, non più ristretta alla sola Basilicata ma aperta alle personalità di tutto il Sud Italia.

Sono partite così le due nuove sezioni Premio Siris Sud, conferito alle personalità del Sud Italia che si sono distinte per il valore delle proprie opere o della propria azione, e Premio Siris Gigi Giannotti, dedicato ai lucani under 35 che già si sono distanti a livello nazionale o internazionale.

Per la prima edizione rinnovata, quella dell’anno scorso, il Premio Siris Sud era andato al filologo Luciano Canfora e il Premio Gigi Giannotti al giovane filmaker di Episcopia Walter Molfese.

Premio Siris Sud:

Tradizione di grandi personalità confermata anche per quest’anno: il Premio Siris Sud sarà conferito al magistrato ed ex Presidente della Camera Luciano Violante, cresciuto in Puglia (a Rutigliano) e formatosi all’Università degli Studi di Bari. Questa la motivazione del conferimento del Premio: “A un uomo del Sud che si è distinto nella lotta lotta ai suoi mali, in primo luogo la criminalità, attraverso gli strumenti della giustizia, della politica e della conoscenza. Uomo delle istituzioni, nemico pubblico della “cultura del lamento”.

Premio “Gigi Giannotti” per i giovani lucani:

Il Premio dedicato a Gigi Giannotti per i giovani lucani sarà assegnato invece a Simonetta Sciandivasci, giornalista del Foglio e scrittrice materana. Sarà premiata “per la brillantezza espressiva, l’acume, la qualità della scrittura, il pensiero mai banale”.

Nel corso della serata dell’11 febbraio, animata dal Trio Rag, i due premiati saranno intervistati pubblicamente dal giornalista Pino Suriano, presidente di Giuria del Premio Siris. Presentatrice della serata sarà la giornalista Antonella Gatto.

Il Premio, realizzato nell’ambito della rassegna Siris Festival, è promosso dalle associazioni Sud (presieduta da Pasquale Chiurazzi) e Pro Loco (presieduta da Carmine Stigliano) ed è patrocinato dalla Regione Basilicata e dal Comune di Nova Siri. La Giuria è composta, oltre che dal Presidente di Giuria Suriano e dai presidenti delle associazioni promotrici Chiurazzi e Stigliano, dall’avvocato Vincenzo Montagna, dal giornalista di La 7 Franco Rina, dal noto musicsita e compositore Nicola Lerra e dal giovane esperto di social media Rocco Pisilli. Il Premio è rappresentato da una pregevole scultura del Maestro Giulio Orioli.

La nuova veste grafica del Premio Siris Sud è stata affidata al giovane graphic designer novasirese. L’allestimento scenico è a cura di Antonietta Pastore, segreteria organizzativa a cura di Maria Pastore, Gianluca Bellino, Gianni Franco, Giuseppe Chiurazzi, Rosy Battafarano e Carmine Stigliano. Direzione artistica di Pasquale Chiurazzi.

Seguono:

  • Breve bio dei due premiati.

  • Albo dei premiati nelle precedenti edizioni.

BREVE BIO DEI PREMIATI DI QUESTA EDIZIONE:

Luciano Violante è un politico, nato nel 1941, ex magistrato e accademico italiano. E’ nato in Etiopia, in un campo di concentramento, dove la famiglia era stata internata nel periodo bellico. I componenti della famiglia furono liberati alla fine del 1943 ed al termine della seconda guerra mondiale si trasferirono a Rutigliano, in provincia di Bari.

Conseguita la maturità classica al Liceo – Ginnasio “Domenico Morea” di Conversano, intraprese gli studi giuridici laureandosi in Giurisprudenza nel 1963 presso l’Università degli Studi di Bari, dove fu giovane assistente di Aldo Moro. Nel 1966 superò il concorso in magistratura e nel 1970 divenne libero docente di Diritto penale all’Università degli Studi di Torino. È stato giudice istruttore a Torino fino al 1977. E’ stato Presidente della Commissione parlamentare Antimafia dal 1992 al 1994 e Presidente della Camera dei Deputati dal 1996 al 2001.

SIMONETTA SCIANDIVASCI:

Simonetta Sciandivasci, nata a Tricarico nel 1985 e cresciuta tra Matera e Ferrandina, vive a Roma. Due libri: La Domenica Lasciami Sola (Baldini&Castoldi, 2014) e “Guida indipendente alla città di Matera” (Hoppipolla Edizioni, 2018) Scrive su Il Foglio, Linkiesta, La Verità. È redattrice della rivista Nuovi Argomenti.

ALBO DEI PREMIATI NELLE PRECEDENTI EDIZIONI:

1998 GIOVANNI CASERTA;

1999 ULDERICO PESCE;

2000 LUIGI GUERRICCHIO;

2001 ANTONIO INFANTINO;

2002 RAFFAELE NIGRO;

2003 TRIO LA RICOTTA;

2004 ANTONIO LABATE;

2005 NICOLA MARIA PACE;

2006 VITO MARIA ACCARDO;

2008 FEDERICO VALICENTI;

2009 FRANCO SELVAGGI;

2010 ANTONIO PREZIOSI;

2011 GAETANO CAPPELLI;

2013 KRIKKA REGGAE;

2015 FONDAZIONE MATERA/BASILICATA 2019

2017: NICOLA LERRA

2018: LUCIANO CANFORA (Premio Siris-Sud)

2018: WALTER MOLFESE (Premio Siris- Gigi Giannotti)

PREMIO SIRIS SUD – XVIII EDIZIONE

11 Gennaio 2020, ore 20.30, presso l’Oratorio “Sant’Antonio da Padova” di Nova Siri.

Con la presenza del Presidente Emerito della Camera dei Deputati Luciano Violante e della giornalista del Foglio Simonetti Sciandivasci

È in programma per sabato 11 gennaio 2020, alle ore 20.30 presso l’Oratorio di Nova Siri Scalo, la XVIII Edizione del Premio Siris, la storica kermesse jonica che vanta ormai una tradizione consolidata e quasi ventennale e che ha visto tra i premiati, nel corso degli anni, personaggi lucani del calibro di Antonio Infantino, Luigi Guerricchio e Raffaele Nigro.

A partire dall’anno scorso il Premio si è dato una nuova veste, sdoppiandosi e aprendosi a una dimensione più ampia, non più ristretta alla sola Basilicata ma aperta alle personalità di tutto il Sud Italia.

Sono partite così le due nuove sezioni Premio Siris Sud, conferito alle personalità del Sud Italia che si sono distinte per il valore delle proprie opere o della propria azione, e Premio Siris Gigi Giannotti, dedicato ai lucani under 35 che già si sono distanti a livello nazionale o internazionale.

Per la prima edizione rinnovata, quella dell’anno scorso, il Premio Siris Sud era andato al filologo Luciano Canfora e il Premio Gigi Giannotti al giovane filmaker di Episcopia Walter Molfese.

Premio Siris Sud:

Tradizione di grandi personalità confermata anche per quest’anno: il Premio Siris Sud sarà conferito al magistrato ed ex Presidente della Camera Luciano Violante, cresciuto in Puglia (a Rutigliano) e formatosi all’Università degli Studi di Bari. Questa la motivazione del conferimento del Premio: “A un uomo del Sud che si è distinto nella lotta lotta ai suoi mali, in primo luogo la criminalità, attraverso gli strumenti della giustizia, della politica e della conoscenza. Uomo delle istituzioni, nemico pubblico della “cultura del lamento”.

Premio “Gigi Giannotti” per i giovani lucani:

Il Premio dedicato a Gigi Giannotti per i giovani lucani sarà assegnato invece a Simonetta Sciandivasci, giornalista del Foglio e scrittrice materana. Sarà premiata “per la brillantezza espressiva, l’acume, la qualità della scrittura, il pensiero mai banale”.

Nel corso della serata dell’11 febbraio, animata dal Trio Rag, i due premiati saranno intervistati pubblicamente dal giornalista Pino Suriano, presidente di Giuria del Premio Siris. Presentatrice della serata sarà la giornalista Antonella Gatto.

Il Premio, realizzato nell’ambito della rassegna Siris Festival, è promosso dalle associazioni Sud (presieduta da Pasquale Chiurazzi) e Pro Loco (presieduta da Carmine Stigliano) ed è patrocinato dalla Regione Basilicata e dal Comune di Nova Siri. La Giuria è composta, oltre che dal Presidente di Giuria Suriano e dai presidenti delle associazioni promotrici Chiurazzi e Stigliano, dall’avvocato Vincenzo Montagna, dal giornalista di La 7 Franco Rina, dal noto musicsita e compositore Nicola Lerra e dal giovane esperto di social media Rocco Pisilli. Il Premio è rappresentato da una pregevole scultura del Maestro Giulio Orioli.

La nuova veste grafica del Premio Siris Sud è stata affidata al giovane graphic designer novasirese. L’allestimento scenico è a cura di Antonietta Pastore, segreteria organizzativa a cura di Maria Pastore, Gianluca Bellino, Gianni Franco, Giuseppe Chiurazzi, Rosy Battafarano e Carmine Stigliano. Direzione artistica di Pasquale Chiurazzi.

Seguono:

  • Breve bio dei due premiati.

  • Albo dei premiati nelle precedenti edizioni.

BREVE BIO DEI PREMIATI DI QUESTA EDIZIONE:

LUCIANO VIOLANTE:

Luciano Violante è un politico, nato nel 1941, ex magistrato e accademico italiano. E’ nato in Etiopia, in un campo di concentramento, dove la famiglia era stata internata nel periodo bellico. I componenti della famiglia furono liberati alla fine del 1943 ed al termine della seconda guerra mondiale si trasferirono a Rutigliano, in provincia di Bari.

Conseguita la maturità classica al Liceo – Ginnasio “Domenico Morea” di Conversano, intraprese gli studi giuridici laureandosi in Giurisprudenza nel 1963 presso l’Università degli Studi di Bari, dove fu giovane assistente di Aldo Moro. Nel 1966 superò il concorso in magistratura e nel 1970 divenne libero docente di Diritto penale all’Università degli Studi di Torino. È stato giudice istruttore a Torino fino al 1977. E’ stato Presidente della Commissione parlamentare Antimafia dal 1992 al 1994 e Presidente della Camera dei Deputati dal 1996 al 2001.

SIMONETTA SCIANDIVASCI:

Simonetta Sciandivasci, nata a Tricarico nel 1985 e cresciuta tra Matera e Ferrandina, vive a Roma. Due libri: La Domenica Lasciami Sola (Baldini&Castoldi, 2014) e “Guida indipendente alla città di Matera” (Hoppipolla Edizioni, 2018) Scrive su Il Foglio, Linkiesta, La Verità. È redattrice della rivista Nuovi Argomenti.

ALBO DEI PREMIATI NELLE PRECEDENTI EDIZIONI:

1998 GIOVANNI CASERTA;

1999 ULDERICO PESCE;

2000 LUIGI GUERRICCHIO;

2001 ANTONIO INFANTINO;

2002 RAFFAELE NIGRO;

2003 TRIO LA RICOTTA;

2004 ANTONIO LABATE;

2005 NICOLA MARIA PACE;

2006 VITO MARIA ACCARDO;

2008 FEDERICO VALICENTI;

2009 FRANCO SELVAGGI;

2010 ANTONIO PREZIOSI;

2011 GAETANO CAPPELLI;

2013 KRIKKA REGGAE;

2015 FONDAZIONE MATERA/BASILICATA 2019

2017: NICOLA LERRA

2018: LUCIANO CANFORA (Premio Siris-Sud)

2018: WALTER MOLFESE (Premio Siris- Gigi Giannotti)

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: Open Day all’Istituto Comprensivo Torraca di Matera

Mer, 08/01/2020 - 08:16

E’ tempo di Open Day all’Istituto Comprensivo Torraca di Matera: nel mese di gennaio previste tre date (una per ogni ordine di scuola) nelle quali sarà illustrata alle famiglie la ricca offerta formativa che va dalla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado, destinata agli alunni ed alunne per l’anno scolastico 2020/2021. I dettagli del piano dell’offerta formativa saranno presentati dal Dirigente Scolastico Caterina Policaro, coadiuvata da insegnanti e docenti dei plessi e dagli stessi alunni impegnati nella dimostrazione di alcune attività laboratoriali.

Questi gli appuntamenti informativi in programma all’IC Torraca di Matera. 

Per la scuola dell’Infanzia, plesso “Rodari” in via Emilia, l’Open day con la presentazione dell’offerta formativa e delle sezioni Montessori è previsto lunedì 20 gennaio 2020 dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

La scuola primaria “Marconi” sita in Via Marconi 2, con la proposta e la presenza di tempo prolungato, aprirà le porte alle famiglie e ai bambini e bambine a cui sarà data possibilità di partecipare a diverse attività laboratoriali, giovedì 23 gennaio prossimo, sempre dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

Il plesso “Torraca” che ospita i quattro corsi della secondaria di primo grado e l’indirizzo musicale, accoglierà genitori e studenti sabato 25 gennaio dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

L’istituto Torraca è Scuola Microsoft, scuola polo regionale per la formazione del Piano Nazionale Scuola Digitale e sede del Future Labs regionale in allestimento, tra le 10 scuole italiane scelte dal MIUR per la sperimentazione del progetto nazionale “Sicurezza a partire dai banchi di scuola”, scuola polo regionale per la formazione sulla sicurezza. 

E’ tra le tre scuole di Basilicata che partecipano al progetto Europeo “Clean@air” per il monitoraggio dell’inquinamento ambientale, ha un progetto Erasmus in partenariato con scuole tedesche e olandesi sulla democrazia a scuola in corso, una collaborazione con il FAI per la tutela del paesaggio e dei beni culturali, un “Progetto lettura” verticale tra le tre scuole, un progetto “Crescere con la musica” di ampliamento dell’offerta formativa per lo strumento musicale rivolto alle classi V della primaria, il progetto “A scuola con il coding”, il progetto “Classi aperte”, il progetto di cittadinanza attiva proposto dal consiglio regionale nonché dall’Unesco, la partecipazione attiva al Giffoni Film Festival, l’attenzione al potenziamento dello studio delle lingue inglese e francese e molte altre attività e iniziative volte al completo sviluppo della personalità dei discenti e delle loro competenze, a 360 gradi.

L’Istituto comprensivo Torraca di Matera punta ad un arricchimento costante dell’offerta didattica, andando incontro alle esigenze delle famiglie materane con lo sguardo pronto a cogliere opportunità educative e didattiche sempre più necessarie in una società in continua evoluzione, cercando di assicurare in tutto il percorso una formazione completa ed al passo coi tempi col supporto delle nuove tecnologie e uno sguardo attendo all’inclusione, alla accoglienza ed alla multiculturalità che arricchisce.

Dal 7 al 31 gennaio 2020 sono, infatti, aperte le iscrizioni online alle classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo grado da effettuarsi sul sito ministeriale https://www.istruzione.it/iscrizionionline/ con una procedura guidata. Gli uffici di segreteria dell’IC Torraca sono a disposizione delle famiglie per eventuale supporto e assistenza. Per la scuola dell’infanzia Rodari le domande vanno presentate direttamente in segreteria.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: APPROFONDIMENTI DEL 6 GENNAIO 2020 POTENZA E PICERNO, IL PUNTO

Dom, 05/01/2020 - 21:28

APPROFONDIMENTI DEL 6 GENNAIO 2020

POTENZA E PICERNO, IL PUNTO
Le lucane di Lega Pro Potenza e Picerno, lo ricordiamo, scenderanno in campo nel prossimo fine settimana rispettivamente contro Ternana e Rieti. Il Picerno anticiperà sabato 11 gennaio contro i laziali. Intanto le due lucane lavorano sul mercato. In casa Potenza sembrava fatta per l’arrivo del portiere Michele Cefolini, classe ’99 e di proprietà della Fiorentina. Sull’operazione c’è da registrare un brusco stop. E’ stato vicinissimo anche il centrocampista Bucolo, in uscita dal Catania, ed ufficializzato nelle scorse ore dalla Sicula Leonzio. Possibile la cessione dell’attaccante Vuletich, c’è interessamento del Foggia in Serie D.
Deve rinforzarsi il Picerno che ha l’obiettivo in questo nuovo anno della permanenza in Serie C. Il club melandrino ha comunicato che il difensore Tommaso Squillace è un nuovo calciatore rossoblu. Classe 1989, calabrese ed originario di Reggio Calabria. Squillace ha collezionato ad oggi 242 presenze in Serie C. Ha vestito le maglie di Ravenna, Pro Vercelli, Pavia, Catanzaro, Fondi e nelle ultime tre stagioni con la Sicula Leonzio.
La società sta lavorando in entrata – ha dichiarato il dg Mitro al sito ufficiale – stiamo cercando sul mercato giocatori che hanno diversi campionati di C alle spalle e stiamo valutando profili importanti per rinforzare la rosa. Valuteremo quasi sono i giocatori in uscite delle altre squadre e sicuramente non prenderemo scommesse.”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: GRUMENTUM – NOCERINA 2-2 BITONTO – FRANCAVILLA 2-0

Dom, 05/01/2020 - 21:26

GRUMENTUM – NOCERINA 2-2
Sfuma nei minuti di recupero la vittoria del Grumentum. Finisce 2-2 il match salvezza del Cupolo contro la Nocerina. Padroni di casa addirittura avanti per 2-0 con le reti di De Luca all’11’ e Cavaliere nella ripresa. Per il definitivo 2-2 l’autorete di Cecci al 77′ e al 92′ la rete di Liurni.

BITONTO – FRANCAVILLA 2-0
Sul campo della capolista non fa miracoli il Francavilla con il ritorno del tecnico Ranko Lazic. I rossoblu restano in una situazione di classifica di emergenza. Se finisse oggi il campionato i lucani sarebbero retrocessi in Eccellenza. A decidere il match sono le reti di Terrevoli e Turitto.

RISULTATI GARE
SERIE D – GIRONE H
18a Giornata – 5 gennaio 2020
BITONTO – FRANCAVILLA 2-0
BRINDISI – TARANTO 0-2
FOGGIA – FASANO 2-2
CASARANO – CERIGNOLA 1-2
ANDRIA – GELBISON 2-1
GRUMENTUM – NOCERINA 2-2
NARDO’ – GRAVINA 0-0
SORRENTO – AGROPOLI 2-1
ALTAMURA – GLADIATOR 0-0

CLASSIFICA
BITONTO 40
FOGGIA 38
SORRENTO 36
CERIGNOLA, FASANO E TARANTO 31
CASARANO 29
BRINDISI 25
GRAVINA 24
ALTAMURA 21
NOCERINA E GLADIATOR 20
NARDO’, GELBISON E ANDRIA 19
GRUMENTUM 18
FRANCAVILLA 15
AGROPOLI 12

PROGRAMME GARE
SERIE D – GIRONE H
19a Giornata – 12 gennaio 2020
AGROPOLI – FOGGIA
CERIGNOLA – ANDRIA
FASANO – NARDO’
GRAVINA – GRUMENTUM
FRANCAVILLA – SORRENTO
GELBISON – ALTAMURA
GLADIATOR – BITONTO
NOCERINA – BRINDISI
TARANTO – CASARANO

GRUMENTUM – NOCERINA 2-2
Sfuma nei minuti di recupero la vittoria del Grumentum. Finisce 2-2 il match salvezza del Cupolo contro la Nocerina. Padroni di casa addirittura avanti per 2-0 con le reti di De Luca all’11’ e Cavaliere nella ripresa. Per il definitivo 2-2 l’autorete di Cecci al 77′ e al 92′ la rete di Liurni.

BITONTO – FRANCAVILLA 2-0
Sul campo della capolista non fa miracoli il Francavilla con il ritorno del tecnico Ranko Lazic. I rossoblu restano in una situazione di classifica di emergenza. Se finisse oggi il campionato i lucani sarebbero retrocessi in Eccellenza. A decidere il match sono le reti di Terrevoli e Turitto.

ALTRI SERVIZI DI SERIE D GIRONE H

FOGGIA – FASANO 2-2: con un gol di Gentile nei minuti di recupero il Foggia evita una pesantissima sconfitta ma nello stesso tempo deve lasciare al Bitonto la testa della classifica.

BRINDISI – TARANTO 0-2: al Fanuzzi di Brindisi il Taranto vince e convince. Le reti al 38′ di Peppe Genchi e nella ripresa, al 76′, con D’Agostino.

CASARANO – CERIGNOLA 1-2: il Cerignola espugna il Capozza di Casarano. Una vittoria importantissima per la squadra di Feola che torna a sperare per il primato.

SORRENTO – AGROPOLI 2-1: sorpresa di questo torneo è il Sorrento che continua a vincere e vetta che è sempre lontana 4 punti. Ko l’Agropoli per 2-1 con le reti di Cacace in apertura e Figliolia nella ripresa.

ANDRIA – GELBISON 2-1: E’ un’ Andria tutto cuore. Al Degli Ulivi i biancazzurri si aggiudicano l’importante scontro salvezza contro la Gelbison: vittoria meritata per i federiciani che per 40′ giocano in inferiorità numerica.

CAMPIONATI REGIONALI

RISULTATI GARE
ECCELLENZA LUCANA
17a Giornata – 5 gennaio 2020
A.LAURIA – MELFI 3-1
VULTUR – POLICORO 3-1
LATRONICO – BRIENZA 0-2
LAVELLO – POMARICO 4-0
MONTESCAGLIOSO – FERRANDINA 2-1
R.SENISE – CASTELLUCCIO 1-2
R.TOLVE – RIPACANDIDA 1-6
ROTONDA – MOLITERNO 4-0

CLASSIFICA
LAVELLO 44
ROTONDA 42
VULTUR 40
BRIENZA 36
MELFI 30
A.LAURIA 28
POLICORO 27
RIPACANDIDA 26
CASTELLUCCIO 24
MONTESCAGLIOSO 23
POMARICO E MOLITERNO 16
FERRANDINA 14
R.TOLVE 10
LATRONICO 4
R.SENISE 3

PROGRAMMA GARE
ECCELLENZA LUCANA
18a Giornata – 12 gennaio 2020
CASTELLUCCIO – MONTESCAGLIOSO
FERRANDINA – LAVELLO
LATRONICO – VULTUR
MELFI – ROTONDA
MOLITERNO – R.TOLVE
POLICORO – R.SENISE
POMARICO – A.LAURIA
RIPACANDIDA – BRIENZA

RISULTATI GARE
PROMOZIONE LUCANA
17a Giornata – 5 gennaio 2020
A.MONTALBANO – RAF VEJANUM 0-2

A.RAPONE – S.LAVELLO 0-4
SAN CATALDO – PATERNICUM 0-1
MARCONIA – OPPIDO 3-1
MARMO PLATANO – VIRIBUS PZ 3-1
MIGLIONICO – BANZI 3-1
O.VENOSA – AVIGLIANO 0-0
TITO – SANTARCANGIOLESE 5-3

CLASSIFICA
PATERNICUM 37
SAN CATALDO 32
O.VENOSA, TITO, MARCONIA 28
MARMO PLATANO 26
A.MONTALBANO 24
RAF VEJANUM 23
A.RAPONE 22
SANTARCANGIOLESE 21
MIGLIONICO 20
VIRIBUS PZ 18
S.LAVELLO E BANZI 17
OPPIDO 16
AVIGLIANO 12

PROGRAMMA GARE
PROMOZIONE LUCANA
18a Giornata – 12 gennaio 2020
AVIGLIANO – TITO
MIGLIONICO – MARMO PLATANO
OPPIDO – BANZI
PATERNICUM – MARCONIA
RAF VEJANUM – SAN CATALDO
SANTARCANGIOLESE – A.RAPONE
S.LAVELLO – A.MONTALBANO
VIRIBUS PZ – O.VENOSA

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IL PUNTO DI POTENZA E PICERNO

Sab, 04/01/2020 - 11:16


Le lucane di Lega Pro Potenza e Picerno, lo ricordiamo, scenderanno in campo il 12 gennaio prossimo rispettivamente contro Ternana e Rieti. Il Potenza di patron Caiata impegnato sul mercato in entrata: si pensa a rinforzare il centrocampo. Si fa il nome del calciatore del Catania Bucolo ma c’è da battere la concorrenza di Sicula Leonzio e Virtus Francavilla. Sempre in entrata si fa insistente il nome di Michele Cefolini, estremo difensore classe ’99, cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina. A questo punto è prevedibile l’addio di un estremo difensore, ovviamente uno tra Ioime e Breza. Per il primo sembra esserci l’interessamento dell’Avellino di Ezio Capuano. Possibile partenza anche per Agustin Vuletic, accostato nelle ultime ore al Foggia di Serie D.
Sempre in uscita la società rossoblu ha comunicato di aver raggiunto l’accordo per la rescissione del contratto con l’attaccante del 93 Andrea Jukic.
L’altra lucana, il Picerno, cerca rinforzi per mantenere la categoria. Per l’attacco si tenta di arrivare a Giacomo Cecconi, attaccante classe ’95 della Pro Vercelli e già vecchia conoscenza di mister Giacomarro. In uscita Bertolo è cercato da Avellino e Reggina ma sembra difficile per il Picerno privarsi dell’ex Potenza.

Intanto attraverso una nota la società Picerno srl ha reso noto di aver ceduto il calciatore Nebil Caidi al Ravenna, società del girone B di Serie C. La cessione è avvenuta a titolo definitivo.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: COPPA ITALIA DI ECCELLENZA VULTUR – LAVELLO 2-0

Ven, 03/01/2020 - 09:14

COPPA ITALIA DI ECCELLENZA

VULTUR – LAVELLO 2-0

Allo Stadio Alfredo Viviani di Potenza si è disputata la Coppa Italia di Eccellenza, trofeo Gian Franco Lupo. Competizione aggiudicata dalla Vultur Rionero che ha battuto il Lavello per 2-0. La squadra di patron Grande diventa la squadra più titolata della Coppa Italia con tre titoli e non a caso vinti tutti sotto la gestione di mister D’Urso. Lo ricordiamo che il match doveva disputarsi lo scorso 29 dicembre ma a causa delle abbondanti nevicate sul capoluogo di regione fu previsto il rinvio per il 2 gennaio 2020.

Decidono il match, Scavone su rigore al minuto 57 e Salvia nel finale, all’89’, per piegare la capolista Lavello.

Categorie: Notizie Basilicata

MONTEMURRO: BILANCIO DEL 2019 DELLA FONDAZIONE LEONARDO SINISGALLI

Ven, 03/01/2020 - 09:02

Fondazione Leonardo Sinisgalli, bilancio del 2019

Nell’anno in cui la Basilicata è stata al centro del dibattito culturale nazionale e internazionale grazie a Matera Capitale Europea della Cultura 2019, la Fondazione Leonardo Sinisgalli di Montemurro è riuscita a dare il via a quello che è stato uno dei suoi principali obiettivi sin dalla sua nascita: la ripubblicazione delle opere di Leonardo Sinisgalli, assenti dalle librerie da oltre 40 anni. L’8 ottobre ha infatti visto la luce, per i tipi di Mondadori, il “Furor Mathematicus”, il saggio che al meglio esprime il multiforme ingegno sinisgalliano. Un risultato straordinario raggiunto grazie alla sinergia con altri soggetti, cui va il più sentito ringraziamento: l’erede testamentaria di Sinisgalli, la dott.ssa Ana Maria Lutescu, l’editore Mondadori, la BCC Basilicata, i soci fondatori e sostenitori della Fondazione, i curatori delle opere.

La Fondazione è stata anche protagonista di due importanti iniziative del programma ufficiale della Capitale Europea della Cultura: la mostra “Le Due Culture: Artefatti e Archivi” curata dal fotografo Mario Cresci nell’ambito del progetto I-DEA dedicato alla valorizzazione degli archivi della Basilicata, nella quale sono stati esposti, da marzo a giugno presso l’hangar di Cava Paradiso a Matera, anche i materiali presenti nella Casa delle Muse di Sinisgalli; l’iniziativa “Capitale per un giorno” dedicata ai comuni lucani, organizzata dal Comune di Montemurro in sinergia con le associazioni del territorio. Nelle tre giornate di eventi, dal 2 al 4 maggio, la Fondazione ha dato il proprio contributo presentando una serie di appuntamenti: la mostra delle opere dell’esperto di grafica Mauro Bubbico “Le raffiche di grandine e il canto della cicala”, la lettura di Sinisgalli da parte del professore della tv Michele Mirabella, il Conciorto dei musicisti e scrittori Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone e il laboratorio di fumetto e illustrazione con Erika de Pieri, Francesca Carabelli e Otello Reali, dedicati agli alunni della scuola primaria di Montemurro.

Nella Capitale Europea della Cultura si è tenuta inoltre a settembre, la presentazione della riedizione della rivista «Civiltà delle macchine», fondata e diretta da Sinisgalli, organizzata insieme alla Fondazione “Leonardo – Civiltà delle Macchine” in collaborazione con il Polo Museale della Basilicata.

Per il 2019 il circuito ACAMM, la rete dei musei e delle biblioteche di Aliano, Castronuovo, Moliterno e Montemurro, ha inaugurato a fine agosto nei 4 comuni le mostre dedicate a quattro personaggi dell’arte europea del XX secolo legati alla Basilicata: Pericle Fazzini, Toti Scialoja, Henri Goetz, Assadour. Di quest’ultimo sono stati esposti nella Casa delle Muse dipinti, acquarelli, disegni, opere grafiche, libri d’artista, immagini, documenti del periodo 1967-2013. A dicembre l’artista libanese e amico di Sinisgalli, impossibilitato ad essere presente all’inaugurazione della mostra, è stato accolto e omaggiato nella Casa delle Muse. Visto il grande apprezzamento di pubblico, le mostre sono state prorogate fino al 31 gennaio 2020.

L’impegno della Fondazione Sinisgalli verso le scuole è stato ampio anche nel corso del 2019: ben 21 le scuole secondarie di tutta Italia che hanno scoperto Sinisgalli e la Casa delle Muse grazie alla visite organizzate fra marzo e maggio dalla Fondazione Enrico Mattei nell’ambito del progetto “Nel cuore della Basilicata alla scoperta dell’energia”. Fra ottobre e novembre, gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado di Marsico Nuovo, Moliterno, Pisticci, Potenza sono invece stati protagonisti della decima edizione delle “Lezioni del Novecento ovvero il Furor Sinisgalli per la scuola”, che hanno portato in cattedra docenti d’eccezione come Fabio Stassi, Mimmo Sammartino, Nicola Coccia, Filippo La Porta, Renato Cantore.

L’agosto montemurrese è stata animata dall’appuntamento serale all’aria aperta “Le Muse di Sinisgalli nell’Orto di Merola”, con la presentazione dei libri di Oreste Lo Pomo (Malanni di stagione), Eliana Di Caro (Andare per Matera e la Basilicata), Claudia Durastanti (La straniera), lo spettacolo teatrale “Cunti di casa” di e con Egidia Bruno e l’omaggio a Rocco Brancati con la presentazione del volume che raccoglie i suoi scritti “Visti da vicino. Alla ricerca della lucanità” a cura della moglie Luciana Fatone.

A ottobre, nell’ambito dell’ottava edizione del “Furor Sinisgalli”, la Fondazione e l’Università degli studi della Basilicata hanno organizzato presso l’aula Magna dell’Ateneo lucano a Potenza la presentazione ufficiale del “Furor Mathematicus” a cura di Gian Italo Bischi, pubblicato da Mondadori tra gli Oscar Baobab Moderni, alla presenza, tra gli altri, di studiosi sinisgalliani provenienti da diversi Atenei e del poeta, saggista e traduttore romeno Dinu Flamand.

Fra novembre e dicembre per il progetto “La Forgia di Sinisgalli” sono state organizzate una serie di iniziative: la presentazione del quinto Quaderno della Fondazione, “Le meraviglie di Sinisgalli” di Luigi Tassoni; l’inaugurazione dello mostre “Giulia Napoleone per Leonardo Sinisgalli. Quindici pastelli per le lucide visioni di un amico” alla presenza dell’artista e “Un carciofo in mostra. Sinisgalli e la Superficie Romana di Steiner” a cura di Faber Fabbris; il concerto di Natale con gli United Sounds.

Diverse, infine, le iniziative organizzate da realtà della Basilicata o di altre località italiane, cui la Fondazione è stata invitata a partecipare: la “Conversazione tra Mario Trufelli e Franco Vitelli. In ricordo di Leonardo Sinisgalli” organizzata a gennaio da Letti di sera presso il Museo Archeologico Nazionale di Potenza; la presentazione del volume “Leonardo Sinisgalli e i bambini incisori” di Biagio Russo, organizzata nell’ambito delle Giornate dell’editoria lucana dal Consiglio Regionale della Basilicata a febbraio presso l’Ex Convento San Rocco a Matera; quella organizzata da U.P.E.L. a marzo presso l’Oratorio Beato Domenico Lentini di Lauria; quella organizzata da Letti di sera a Potenza ad agosto; la relazione di Biagio Russo su “Leonardo Sinisgalli e i ragazzi di Via Panisperna” promossa nell’ambito del XXIII Congresso Nazionale Associazione degli Italianisti a settembre a Pisa.

Concluso appena questo intenso 2019, sono già in programma due importantissimi appuntamenti, a coronamento degli sforzi compiuti negli ultimi anni: la pubblicazione e presentazione, già nei primi mesi del nuovo anno, delle altre due opere di Sinisgalli che compongono la trilogia mondadoriana: la raccolta dei “Racconti”, a cura di Silvio Ramat, e quella delle “Poesie”, a cura di Franco Vitelli.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: NUOVO BALZELLO A SPESE DEGLI AUTOMOBILISTI L’AUTOVELOX DI POMARICO

Mer, 01/01/2020 - 13:01

AUTOVELOX POMARICO,  Marina Festa-Presidente Adiconsum Matera: Nuovo balzello a spese degli automobilisti

L’ADICONSUM di Matera interviene in merito alla vicenda degli autovelox installati dal Comune di Pomarico sul tratto di strada di raccordo per la Basentana.

Gli apparecchi, installati in entrambi i sensi di marcia, in un tratto in forte pendenza, con un limite di velocità pari a 70 Km/h, ha già fatto molte vittime tra gli automobilisti che quotidianamente, soprattutto per lavoro, percorrono il tratto di strada.

Molti automobilisti hanno superato il limite di velocità di pochissimo a causa della forte pendenza ed in particolare in completa assenza di traffico.

Da segnalare che i due autovelox sono funzionanti dal 30 agosto – 1 settembre e che solo nel mese di dicembre sono stati notificati i verbali di violazioni, ossi quasi al limite dei 90 giorni come previsto dal CdS, a coloro che tra settembre ed ottobre hanno “violato” le nome del Codice della Strada.

Ciò significa che a breve saranno notificati i verbali agli automobilisti che hanno violato le norme nei mesi di novembre e dicembre.

Se è vero che il Comune di Pomarico ha proceduto alla notifica di migliaia di multe vi è da chiedersi se effettivamente i due autovelox facciano un vero lavoro di prevenzione o se invece, cosa molto probabile, facciano un semplice lavoro di “repressione” finalizzato ad incamerare somme e quindi con valenza esclusivamente speculativa.

Tantissimi sono gli automobilisti che si sono rivolti alla nostra associazione – ha affermato Marina Festa Presidente Provinciale dell’Adiconsum – che fornirà assistenza legale, tramite il proprio Centro Giuridico, al fine di valutare la fattibilità di presentare ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace di Matera.

Così come sono già tantissimi coloro che hanno depositato ricorsi presso il Giudice di Pace di Matera

Per chiunque avesse la necessità di ulteriori informazioni e delucidazioni potrà contattare i nostri uffici in Via Ettore Maiorana 31, e-mail matera@adiconsum.it – tel. 0835330538.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BASILICATANEWS AUGURA UN BUON 2020

Mar, 31/12/2019 - 18:19

TANTISSIMI AUGURI DI UN NUOVO ANNO A TUTTI I LETTORI DI BASILICATANEWS

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine