Basilicatanews

Abbonamento a feed Basilicatanews
Notizie dalla Basilicata
Aggiornato: 2 ore 39 min fa

POTENZA: CREDIT TECNIMONT, CUPPARO: EVITARE INUTILI CONTRAPPOSIZIONI

Gio, 06/02/2020 - 09:10

Crediti Tecnimont, Cupparo: evitare inutili contrapposizioni

“L’atteggiamento assunto da alcuni consiglieri di opposizione in riferimento alla situazione, incancrenita non certo per responsabilità dell’attuale Giunta regionale, relativa ai crediti delle imprese che hanno svolto attività nell’area della concessione Tempa Rossa, in subappalto per conto di Tecnimont, non solo non aiuta in alcun modo ad individuare una soluzione al problema, che da tempo ci vede impegnati in un lungo e paziente lavoro di mediazione, ma alimenta inutili contrapposizioni”.

E’ quanto ha dichiarato l’assessore alle Attività Produttive della Regione Basilicata Francesco Cupparo.

“Intanto chiedere la convocazione di un tavolo prima della firma dell’intesa con Total – ha aggiunto l’assessore -, prevista per domani 6 febbraio, al punto da ritenere ‘a rischio la credibilità delle istituzioni’, denota la grande confusione mentale dei due consiglieri alla ricerca di polemiche ad ogni costo. Vogliamo subito rassicurare imprenditori e lavoratori interessati: il Dipartimento ha convocato un incontro, dando seguito a quelli precedenti che si sono succeduti da tempo, per il 17 febbraio prossimo (ore 11,30). Questa volta abbiamo invitato al tavolo oltre a Confapi Potenza e Matera, Confindustria Basilicata, i cinque sindaci dei Comuni ricadenti nel territorio della concessione, anche le aziende interessate per avere un quadro esaustivo della debitoria e della situazione. Riteniamo infatti che sinora non è stato possibile ricostruire l’esatta situazione della debitoria con tutti i riflessi su imprese ed occupati”.

“Intendiamo procedere pertanto – conclude Cupparo – con una separazione netta tra il presente-futuro della presenza Total a Tempa Rossa e di conseguenza delle imprese e dei lavoratori coinvolti e il passato che avrebbe dovuto vedere gli stessi consiglieri, in precedenza in ruoli di assessore e di maggioranza politica, occuparsene con maggiore decisione senza far incancrenire la situazione. La confusione del consigliere Braia è ancora più accentuata se si pensa che solo qualche giorno fa esprimeva giudizio positivo sul recente ultimo incontro presieduto dal Presidente Bardi ritenuto ‘proficuo’ e per primo indicava l’esigenza di tenere due tavoli distinti, come ci apprestiamo a fare. Anche in questo caso lavoriamo senza farci distogliere da polemiche preconcette nell’unico interesse delle nostre imprese e dei nostri lavoratori”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: FRUIT LOGISTICA DI BERLINO CON LA PRESENZA LUCANA IN 100Mq PER PROMUOVERE LORTOFRUTTA

Gio, 06/02/2020 - 09:03

Fruit Logistica, Fanelli: vetrina per le Op e le eccellenze ortofrutticole

 

Al via oggi la tre giorni di “Fruit logistica 2020”, il salone leader a livello globale per il settore ortofrutticolo. Alla kermesse berlinese presente anche la Regione Basilicata con uno spazio espositivo allestito dal dipartimento Politiche Agricole.

Al centro fieristico “Messe Berlin GmbH” che occupa una superficie di circa 137 mila metri quadrati e conta sulla presenza di oltre tremila espositori provenienti da 90 Paesi, in bella mostra le eccellenze ortofrutticole made in Basilicata. “Le filiere – ha dichiarato l’assessore al ramo, Francesco Fanelli, che ha accompagnato le organizzazioni dei produttori – rappresentano un valore significativo per il nostro territorio e l’asse portante delle nostre politiche di programmazione. Un ruolo di primissimo piano è assunto dalle organizzazioni di produttori che rappresentano un ottimo strumento di aggregazione di aziende di dimensioni più grandi e di piccoli produttori e, allo stesso tempo, garanzia di un’offerta diversificata e organizzata, che conferisce maggior peso contrattuale agli stessi produttori”. Quattro le Op lucane (Asso Fruit Italia, Primo Sole, Agorà e Club Candonga) che avranno la possibilità di confrontarsi a livello produttivo e commerciale con stakeholders provenienti da tutto il mondo, allargando così il ventaglio delle possibilità di aprirsi a potenziali nuovi mercati internazionali, oltre a scambiare conoscenze sulle tendenze e sulle innovazioni del comparto, sui prodotti e su tutti i servizi, condividendo esperienze di ricerca, processi di ammodernamento, innovazione e sostenibilità.

In uno stand di circa 100 mq le imprese lucane potranno promuovere la filiera dell’ortofrutta, proponendo al pubblico tedesco diversi momenti di degustazione e presentazioni tematiche per far apprezzare i prodotti di qualità della nostra terra. Il dipartimento Politiche Agricole, proprio perché crede nell’importanza della promozione e della partecipazione a fiere e manifestazioni di settore per far conoscere sempre più i nostri giacimenti agroalimentari ha deciso di investire sul salone della città tedesca attrezzando uno spazio espositivo più grande e con un allestimento innovativo rispetto alle edizioni passate, visitato anche dalla Ministra alle Politiche agricole, Teresa Bellanova, oltre ad essere molto apprezzato da produttori ed espositori.

L’assessore ha poi partecipato a un focus meeting di ItaliaOrtofrutta al quale erano presenti gli assessori del Mezzogiorno che si sono confrontati sul ruolo delle organizzazioni dei produttori ortofrutticoli in relazione alle dinamiche del comparto.

“La nostra – ha concluso l’assessore Fanelli – è una regione ricca di eccellenze e momenti come questi servono per far conoscere meglio la nostra offerta e capire le sfide del futuro agricolo”.

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA: PUBBLICATO IL BANDO DI CONCORSO, PER TITOLI ED ESAMI, PER L’ARRUOLAMENTO DI 66 ALLIEVI UFFICIALI PRESSO L’ACCADEMIA DELLA GUARDIA DI FINANZA – ANNO ACCADEMICO 2020/2021.

Mer, 05/02/2020 - 08:00

PUBBLICATO IL BANDO DI CONCORSO, PER TITOLI ED ESAMI, PER L’ARRUOLAMENTO
DI 66 ALLIEVI UFFICIALI PRESSO L’ACCADEMIA DELLA GUARDIA DI FINANZA – ANNO
ACCADEMICO 2020/2021.
Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4
a Serie Speciale – nr. 6 del 21 gennaio 2020, è
stato pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione di 66 allievi ufficiali del
ruolo normale – comparti ordinario e aeronavale – all’Accademia della Guardia di Finanza per l’anno
accademico 2020/2021.
I posti disponibili sono così ripartiti:
a) 58 (cinquantotto) destinati al comparto ordinario;
b) 8 (otto), destinati al comparto aeronavale, suddivisi così come segue:
(1) 4 (quattro) riservati alla specializzazione “pilota militare”;
(2) 4 (quattro) riservati alla specializzazione “comandante di stazione e unità navale”.
La presentazione delle domande dovrà avvenire entro le ore 12.00 del 21 febbraio 2020 e
riguardare uno solo dei predetti comparti e specializzazioni.
Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che:
– abbiano, alla data del 1° gennaio 2020, compiuto il diciassettesimo anno di età e non superato il
giorno del compimento del ventiduesimo anno di età (vale a dire siano nati nel periodo compreso
tra il 1° gennaio 1998 e il 1° gennaio 2003 – estremi inclusi);
– siano in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta
l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute;
– non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle
domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2019/2020.
La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata esclusivamente mediante la
procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it”,
seguendo le istruzioni del sistema automatizzato.
I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.),
dopo aver effettuato la registrazione al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata,
al form di compilazione della domanda di partecipazione.
Sul predetto sito internet è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di
dettaglio sul concorso e prendere visione del bando

Categorie: Notizie Basilicata

CAMPOBASSO: ALTA VELOCITA’ A SUD, ABRUZZO E MOLISE FIRMANO APPELLO

Mar, 04/02/2020 - 21:01

Alta velocità a Sud Basilicata, Abruzzo e Molise firmano appello

 

Basilicata, Abruzzo e Molise chiedono treni in linea con gli standard europei di percorrenza e sicurezza.

Il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, il presidente della Regione Molise Donato Toma e il sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale dell’Abruzzo Umberto D’Annuntiis hanno sottoscritto  a Campobasso, presso il palazzo Vitale, l’adesione alla campagna #vogliamoanchealsudtrenipiuveloci.

L’iniziativa è promossa dall’associazione “L’isola che non c’è” di Latiano (Brindisi). Attraverso l’appello, che verrà consegnato al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e già sottoscritto da altri rappresentanti politici, si chiede l’estensione dell’alta velocità a tutto il sud.

“Riguardo alle strategie di Rete – ha detto il presidente Bardi – non accettiamo una programmazione rapportata al numero di abitanti. Ciò penalizza il Meridione che merita invece massima attenzione del Governo proprio per colmare antichi e importanti deficit infrastrutturali. Un’altra battaglia che porteremo avanti – ha aggiunto Bardi – è relativa al taglio dei parlamentari. Si tratterebbe di un taglio alla democrazia che non garantirebbe rappresentatività alle regioni piccole. Ciò significherebbe eludere uno dei principi più importanti sanciti dalla Carta costituzionale.   Queste due azioni politiche – ha osservato infine il presidente della Regione Basilicata – sono strettamente collegate e noi ci impegneremo per garantire ad esse concretezza, in nome del nostro Meridione”.

Nel corso dell’incontro il referente dell’associazione promotrice della campagna #vogliamoanchealsudtrenipiuveloci , il giornalista Franco Giuliano, ha illustrato le azioni future che saranno messe in campo per rafforzare l’azione di sensibilizzazione e coinvolgimento verso l’iniziativa.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: FIRMA ACCORDO TEMPA ROSSA

Mar, 04/02/2020 - 20:55

Tempa Rossa: giovedì firma dell’Accordo in Regione

Giovedì 6 febbraio, alle ore 16 presso la Sala Verrastro, sarà firmato l’accordo tra Regione Basilicata, Total, Shell e Mitsui Italia per le estrazioni a Tempa Rossa.
Dopo la sottoscrizione del documento si terrà un punto stampa.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: RACCOLTA RIFIUTI SUB AMBITO 1 MATERANO, INCONTRO IN REGIONE

Mar, 04/02/2020 - 20:49

Raccolta rifiuti Sub Ambito 1 Materano, incontro in Regione

L’assessore Rosa ed i consiglieri Acito e Vizziello hanno incontrato i responsabili dei Comuni di Matera, Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico, dell’Egrib e del CNS. “Evitare che i problemi di gestione del servizio ricadano sui cittadini”

 “Per evitare che i problemi di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti nel Sub Ambito 1, soprattutto a Matera, ricadano ancora una volta sui cittadini ho ritenuto di convocare, anche su sollecitazione dei consiglieri Acito e Vizziello, un tavolo di confronto per individuare una soluzione che consenta di contemplare l’interesse pubblico, ma allo stesso tempo di rispettare i diritti dell’impresa. Entro una settimana i Comuni si riuniranno nuovamente con i rappresentanti del CNS e con i responsabili dell’Egrib, a cui la Regione chiede di esercitare un ruolo di garanzia. Mi auguro che nel giro di pochi giorni si possa sbloccare la situazione”. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa al termine dell’incontro che si è svolto oggi a Potenza sui problemi relativi al servizio di raccolta di rifiuti ed igiene urbana dell’area metropolitana di Matera – Sub Ambito 1, che oltre alla città dei Sassi comprende i Comuni di Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico.

Al tavolo, con i consiglieri regionali Enzo Acito e Giovanni Vizziello, erano presenti l’assessore all’Igiene del Comune di Matera Giuseppe Tragni, i sindaci di Bernalda, Ferrandina e Tricarico, Domenico Tataranno, Gennaro Martoccia e Vincenzo Carbone, tecnici del Comune di Irsina, l’amministratore dell’Egrib Canio Santarsiero, i rappresentanti del Consorzio Nazionale Servizi, che si è aggiudicato la gestione del servizio nel Sub Ambito 1, dirigenti e tecnici dei competenti Uffici del Dipartimento Ambiente.

Al centro del confronto soprattutto i problemi determinati dalla chiusura della discarica di La Martella, dove sono in corso i lavori di riqualificazione necessari per rispondere all’infrazione europea. Al termine dell’incontro, nel corso del quale sono state approfondite diverse problematiche, su proposta di Vizziello è stata decisa la convocazione di una riunione fra rappresentanti di CNS, Comuni ed Egrib, a cui seguirà un nuovo incontro in Regione entro una settimana.

Dal tavolo – ha affermato a margine dell’incontro il consigliere Acito – è emerso che la criticità è rappresentata esclusivamente dal Comune di Matera, che oltre ad avere una percentuale di raccolta differenziata del 20 per cento, condizione l’avvio del nuovo contratto. Peraltro anche la indisponibilità delle isole ecologiche previste contrattualmente, e la cui responsabilità ricade esclusivamente sul Comune di Matera, può costituire ulteriori criticità. I cittadini materani rischiano di pagare prezzi altissimi per questa storica incapacità gestionale”. “Abbiamo registrato una serie di resistenze del Comune di Matera – gli ha fatto eco il consigliere Vizziello – che tra l’altro 

deve spiegare una serie di ‘defaillances’ che sono state sanzionate dall’Unione europea. L’obiettivo è quello di evitare che la comunità materana debba pagare scelte amministrative come quella di acquisire e non utilizzare il tritovagliatore. Per questo ho proposto una riunione fra Egrib, CNS e Comuni, ed in particolare il Comune di Matera, per trovare una soluzione. Conferire i rifiuti in un luogo distante e diverso da quello attuale significa venir meno al principio di prossimità e determina maggiori costi oltre che conseguenze ambientali”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: REVOCARE IL RIDIMENSIONAMENTO DEL CATASTO A LAGONEGRO E MELFI

Lun, 03/02/2020 - 08:50

Il ridimensionamento degli sportelli catastali degli uffici decentrati dell’Agenzia delle Entrate di Lagonegro e Melfi rappresenta un ulteriore impoverimento d’indispensabili servizi pubblici per popolazioni già depauperate negli anni scorsi d’importanti presidi territoriali.

A decorrere da questo mese di febbraio anche per una semplice visura catastale i cittadini utenti dovranno recarsi personalmente presso la sede di Potenza o, in alternativa, espletare la procedura telematica tramite posta certificata con consequenziali aggravi di costi e dilatazione dei tempi di consegna, anche in considerazione della massiccia presenza, nei territori interessati, della popolazione anziana che, avendo poco dimestichezza con le tecnologie informatiche, presumibilmente, dovrà far ricorso all’intermediazione di professionisti, che hanno facilità d’accesso ai canali telematici dell’Agenzia.

Oltretutto, quest’ulteriore disagio va ad innestarsi con lo stato obsoleto della viabilità e l’inadeguatezza del sistema di trasporto pubblico, che rendono difficoltosi i collegamenti fra le aree periferiche della provincia di Potenza ed il capoluogo di regione.

Pertanto, sollecito una revoca del provvedimento adottato dal direttore provinciale dell’ Agenzia delle Entrate di Potenza ed auspico che anche il Presidente della Regione Bardi ed i parlamentari lucani intervengano tempestivamente presso gli organi competenti affinché le sedi distaccate del Catasto di Lagonegno e Melfi continuino ad erogare tutti i servizi sinora forniti all’utenza.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IL 3 FEBBRAIO A POTENZA L’ASSEMBLEA REGIONALE DI LEGACOOP AGROALIMENTARE

Lun, 03/02/2020 - 08:39

Agricoltura sostenibile. Il 3 febbraio a Potenza l’assemblea regionale di
Legacoop Agroalimentare
Ruoterà attorno all’equazione ambiente+futuro=agricoltura sostenibile l’assemblea
regionale di Legacoop Agroalimentare che si svolgerà a Potenza lunedì 3 febbraio, con inizio
alle ore 15. L’appuntamento territoriale, in vista del congresso nazionale delle cooperative
agricoalimentari e ittiche aderenti all’organizzazione che si terrà a Roma nel mese di marzo,
rappresenta l’occasione per tracciare un’analisi del comparto e, soprattutto, per sviluppare una
riflessione mirata al rilancio di un settore di fondamentale importanza per la Basilicata.
Nel momento di transizione dalla vecchia alla nuova programmazione occorre infatti
disegnare una strategia complessiva che guardi alla Politica agricola comune e soprattutto alla
Politica di sviluppo rurale e ai suoi impatti dopo il 2020, visto che l’impianto sarà regolato
dai Piani strategici nazionali e dunque, a livello regionale, dai nuovi Psr, chiamati a far tesoro
delle buone pratiche esistenti e a superare le criticità passate, su tutte le difficoltà di spesa
degli enti locali. “A maggior ragione in un territorio come il nostro, caratterizzato da un
tessuto imprenditoriale di piccole-medie dimensioni e penalizzato da una situazione
infrastrutturale carente, la cooperazione rappresenta una necessità ancor prima che una
favolosa opportunità per aprirsi a mercati insperati”, dichiara il coordinatore regionale di
Legacoop Agroalimentare, Eduardo Celentano. “Per questo occorre prospettare una visione
chiara e unitaria in un’ottica di sostenibilità”. È proprio ‘sostenibilità’ la parola chiave
adottata dall’assemblea: sostenibilità ambientale, sostenibilità economica e sociale.
Ai saluti di Giuseppe Lomonaco, rappresentante dell’Alleanza delle cooperative
Basilicata settore agroalimentare, e di Nicola Minichino, coordinatore regionale Agrinsieme,
seguiranno l’introduzione del presidente regionale di Legacoop, Innocenzo Guidotti, e la
relazione di Eduardo Celentano. Negli interventi programmati si svilupperà quindi un focus
sulle filiere cooperative con l’autorità di gestione Feasr Basilicata Vittorio Restaino, Maria
Grazia Gargiulo (Cooperfidi Italia), Maurizio Carretta, Nicola Serio e Gianpiero Calzolari in
rappresentanza delle rispettive filiere cerealicole, ortorfutticole e lattiero-casearie. Dopo il
dibattito, le conclusioni dell’assemblea, chiamata anche al rinnovo degli organismi regionali e
all’elezione dei delegati per il congresso nazionale, saranno affidate al vicepresidente di
Legacoop Agroalimentare Angelo Petruzzella e all’assessore regionale all’agricoltura

 

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA: I “RACCONTI” DI SINISGALLI RIPUBBLICATI DA MONDADORI

Lun, 03/02/2020 - 08:28

PRESENTATI ALLA BIBLOTECA NAZIONALE CENTRALE DI ROMA

La letteratura, come l’arte, ha la capacità di creare ponti e Leonardo Sinisgalli, genio del ‘900 che dell’unione fra discipline ha fatto la sua cifra distintiva, non poteva che essere degno alfiere di questo messaggio. La presentazione, del 31 gennaio a Roma, del volume dei suoi “Racconti” tornati in libreria dopo 40 anni, proprio nel giorno dell’anniversario della sua morte, avvenuta ai Parioli nel 1981, ha creato un ponte fra Istituzioni e Paesi di diverse geografie, grazie anche al contributo del Fondo etico della Bcc di Basilicata. Seconda di un percorso a tre tappe avviato con il “Furor Mathematicus” e che si concluderà con la raccolta della “Poesie”, l’iniziativa è stata il frutto della collaborazione tra la Fondazione Leonardo Sinisgalli di Montemurro, la Mondadori, storico editore delle opere sinisgalliane, e la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, “la grande biblioteca d’Italia”, che l’ha ospitata in una gremita sala, fra estimatori, studiosi ma anche lucani emigrati, venuti ad omaggiare un loro illustre corregionale.

A dare il benvenuto ai presenti, nell’incontro moderato dallo scrittore lucano Andrea Di Consoli, è stata la responsabile Archivi e Biblioteche Letterarie Contemporanee della BNC, Eleonora Cardinale, spiegando che la Biblioteca accoglie le opere grafiche di Leonardo Sinisgalli realizzate per le riviste “Civiltà delle Macchine” e “La botte e il violino”, donate dalla nipote di Sinisgalli, Carmela, ma anche una spazio dedicato al poeta ingegnere all’interno della mostra su Leonardo Da Vinci e il suo rapporto con gli scrittori del ‘900. Giampaolo D’Andrea, consigliere del Ministro dei Beni Culturali e Assessore alla cultura di Matera, nel suo saluto, ha sottolineato l’attenzione e l’impegno del Ministero nella tutela dell’attività di Sinisgalli, ricordando inoltre che Matera, nel suo anno da Capitale Europea della Cultura, ha ospitato la presentazione del secondo numero della nuova “Civiltà delle macchine”, la rivista fondata e diretta da Sinisgalli, riportata in vita grazie alla Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine. La rilevanza culturale della ripubblicazione delle opere di Sinisgalli, anche in relazione alla grande risposta del pubblico attratto da questo autore così moderno, è stata invece evidenziata da Elisabetta Risari, editor di Mondadori; un motivo di grande orgoglio per la casa editrice milanese che ha rinsaldato il rapporto con uno dei suoi autori storici, decidendo di inserirne le opere all’interno della collana degli Oscar, perché possano restare nel tempo nel suo catalogo.

Gli studiosi sinisgalliani Clelia Martignoni e Luca Stefanelli dell’Università di Pavia, hanno poi approfondito le caratteristiche del volume dei “Racconti”, che mette insieme le raccolte Belliboschi (1948), Fiori pari, fiori dispari (1945) e Un disegno di Scipione e altri racconti (1975), evidenziando lo scivolamento dalla prosa alla poesia che li contraddistingue, in una serrata dialettica fra continuità e discontinuità, apollineo e dionisiaco, realismo e trasfigurazione onirica. Un conflitto – è stato evidenziato – che si origina dal sofferto distacco di Sinisgalli dalla sua terra natia, dai legami familiari, primariamente quello con la madre, che sono stati fonte di ispirazione della sua intera opera. “Prose di memoria e di invenzione”, riprendendo la definizione data dallo stesso Sinisgalli nell’avviso ai lettori, come ha spiegato il curatore del volume Silvio Ramat dell’Università di Pavia, che nella sua pregevole introduzione, ci guida nel percorso autobiografico e letterario dell’autore. Il racconto più celebre di Sinisgalli e più amato dai suoi conterranei, intitolato “I lucani”, che descrive l’indole di questo popolo, non esibizionista, amante del vivere nell’ombra ma “perseguitato dal demone dell’insoddisfazione”, è stato scelto per la lettura da parte dell’attore Joe Capalbo, anche lui originario della Basilicata.

Il fascino dell’opera sinisgalliana, apprezzato in tutto il mondo, ha attirato anche il poeta, saggista e traduttore romeno Dinu Flamand, che di Sinisgalli è diventato profondo studioso. Per l’occasione, Flamand ha declamato una sua poesia dedicata a Sinisgalli, ricca di analogie fra i rispettivi mondi e i giochi d’infanzia, consegnando poi al Presidente della Fondazione alcune lettere manoscritte di Vincenzo Sinisgalli destinate al fratello Leonardo, di proprietà dell’erede testamentaria Ana Maria Lutescu. A lei è stato rivolto il ringraziamento per aver reso possibile la ripubblicazione delle opere. Questo nuovo e speciale legame con la Romania è stato rafforzato anche dalla presenza dell’Ambasciatore romeno presso la Santa Sede, Petru Zapirtan, e della docente di letteratura italiana all’Università di Bucarest, Oana Mallin, che ha parlato del ponte fra i poeti matematici italiani e romeni, auspicando di poter leggere al più presto la traduzione in lingua rumena dell’opera di Sinisgalli.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:

Lun, 03/02/2020 - 07:44

APPROFONDIMENTI DEL 3 FEBBRAIO 2020

RISULTATI GARE

SERIE C – GIRONE C

24a Giornata – 2 febbraio 2020

PAGANESE – CAVESE 0-0

BISCEGLIE – AVELLINO 1-1

CASERTANA – PICERNO 1-1

POTENZA – RIETI 1-1

TERAMO – RENDE 3-0

TERNANA – S.LEONZIO 0-0

BARI – V.FRANCAVILLA 2-0

CATANIA – MONOPOLI 0-2

CATANZARO – VITERBESE 4-0

VIBONESE – REGGINA 0-1

CLASSIFICA

REGGIN 56

BARI 50

TERNANA 48

MONOPOLI 47

POTENZA 45

CATANZARO 38

TERAMO 37

CATANIA 33

CAVESE, VITERBESE 32

V.FRANCAVILLA, PAGANESE 30

CASERTANA, AVELLINO 29

VIBONESE 28

PICERNO 25

BISCEGLIE 18

RENDE 15

S.LEONZIO 13

RIETI 12

PROGRAMME GARE

SERIE C – GIRONE C

25a Giornata – 9 febbraio 2020

RIETI – CATANZARO

PICERNO – VIBONESE

CASERTANA – BISCEGLIE

S.LEONZIO – POTENZA

CAVESE – CATANIA

MONOPOLI – BARI

V.FRANCAVILLA – AVELLINO

VITERBESE – TERAMO

REGGINA – TERNANA

RISULTATI GARE

SERIE D – GIRONE H

22a Giornata – 2 febbraio 2020

BITONTO – NOCERINA 4-0

FOGGIA – CERIGNOLA 2-1

ANDRIA – FRANCAVILLA 1-0

GELBISON – FASANO 1-1

GLADIATOR – AGROPOLI 1-1

GRUMENTUM – BRINDISI 1-1

NARDO’ – CASARANO 1-1

SORRENTO – TARANTO 2-0

ALTAMURA – GRAVINA 1-1

CLASSIFICA

BITONTO 50

FOGGIA 45

SORRENTO 43

CERIGNOLA 40

TARANTO 38

CASARANO 35

FASANO 32

BRINDISI, GRAVINA 28

NARDO’, GELBISON, GLADIATOR 25

GRUMENTUM 23

ANDRIA, NOCERINA 22

FRANCAVILLA 18

AGROPOLI 14

PROGRAMMA GARE

SERIE D – GIRONE H

23a Giornata – 9 febbraio 2020

AGROPOLI – GELBISON

CERIGNOLA – NARDO’

BRINDISI – ANDRIA

CASARANO – GRUMENTUM

FASANO – ALTAMURA

GRAVINA – BITONTO

FRANCAVILLA – GLADIATOR

NOCERINA – SORRENTO

TARANTO – FOGGIA

CAMPIONATI REGIONALI

RISULTATI GARE

ECCELLENZA LUCANA

20a Giornata – 2 febbraio 2020

VULTUR – R.SENISE 3-1

CASTELLUCCIO – A.LAURIA 2-1

FERRANDINA – ROTONDA 0-2

LATRONICO – MONTESCAGLIOSO 1-1

MELFI – RIPACANDIDA 1-2

MOLITERNO – BRIENZA 0-0

POLICORO – LAVELLO 0-2

POMARICO – R.TOLVE 4-2

CLASSIFICA

LAVELLO 53

ROTONDA 51

VULTUR 46

BRIENZA 38

A.LAURIA 32

MELFI 31

POLICORO, CASTELLUCCIO E RIPACANDIDA 30

MONTESCAGLIOSO 24

MOLITERNO 23

POMARICO 20

FERRANDINA 14

R.TOLVE 11

R.SENISE 9

LATRONICO 9

PROGRAMMA GARE

ECCELLENZA LUCANA

21a Giornata – 5 febbraio 2020

A.LAURIA – POLICORO

BRIENZA – R.SENISE

LAVELLO – LATRONICO

MOLITERNO – MELFI

MONTESCAGLIOSO – VULTUR

R.TOLVE – FERRANDINA

RIPACANDIDA – POMARICO

ROTONDA – CASTELLUCCIO

RISULTATI GARE

PROMOZIONE LUCANA

21a Giornata – 2 febbraio 2020

A.MONTALBANO – VIRIBUS PZ 1-0

A.RAPONE – MIGLIONICO 2-1

SAN CATALDO – AVIGLIANO 2-2

MARCONIA – SANTARCANGIOLESE 5-0

BANZI – O.VENOSA 2-0

OPPIDO – S.LAVELLO 0-2

PATERNICUM – RAF VEJANUM 3-2

TITO – MARMO PLATANO 0-2

CLASSIFICA

PATERNICUM 45

MARCONIA, SAN CATALDO 38

O.VENOSA 35

MARMO PLATANO 33

A.RAPONE, TITO 31

A.MONTALBANO 29

BANZI 27

SANTARCANGIOLESE, RAF VEJANUM 26

S.LAVELLO 24

VIRIBUS PZ 22

MIGLIONICO 21

AVIGLIANO 17

OPPIDO 16

PROGRAMMA GARE

PROMOZIONE LUCANA

22a Giornata – 9 febbraio 2020

AVIGLIANO – MARCONIA

MARMO PLATANO – A.RAPONE

MIGLIONICO – A.MONTALBANO

O.VENOSA – TITO

RAF VEJANUM – BANZI

SANTARCANGIOLESE – OPPIDO

S.LAVELLO – PATERNICUM

VIRIBUS PZ – SAN CATALDO

AVIGLIANO – MARCONIA

MARMO PLATANO – A.RAPONE

MIGLIONICO – A.MONTALBANO

O.VENOSA – TITO

RAF VEJANUM – BANZI

SANTARCANGIOLESE – OPPIDO

S.LAVELLO – PATERNICUM

VIRIBUS PZ – SAN CATALDO

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ANTEPRIMA DEL 31 GENNAIO 2020

Ven, 31/01/2020 - 07:50

L’altra lucana, il Picerno, alla prese con un altro delicato match. La squadra di mister Giacomarro vuole confermare l’ottimo momento di forma in casa della Casertana. Non sono mancati i rinforzi per tecnico siciliano. Due operazioni in entrata nelle ultime ore: Marco Augusto Romizi, centrocampista classe ’90, vanta importanti esperienze in Serie B, dove ha collezionato 137 presenze in sei stagioni al Bari. Nella scorsa stagione all’Albinoleffe, arriva a titolo definitivo e vestirà la maglia numero 98. La seconda operazione invece riguarda l’arrivo di Manuel Ferrani, difensore classse 1987, carriera importante tra i professionisti. Proviene dal Rimini dove quest’anno, da capitano della squadra, ha collezionato 17 presenze ed un gol. Anche Ferrani si trasferisce a titolo definitivo e vestirà la maglia numero 6. Dunque si chiude col botto il mercato invcrnale del Picerno…

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ANTEPRIMA DEL 31 GENNAIO 2020

Ven, 31/01/2020 - 07:46

ANTEPRIMA DEL 31 GENNAIO 2020

Altra gara interna per il Potenza che ospiterà il fanalino di coda Rieti. I laziali che senza i punti di penalizzazione, già 5 in questa stagione, sarebbero in zona play-out. Per la società di patron Caiata nessun movimento in entrata al momento. In uscita si registrano due cessioni: la prima del portiere Sebastian Breza, classe 1998, si trasferisce a titolo temporaneo con obbligo di riscatto al Bologna in Serie A. Lo ricordiamo che il portiere dal doppio passaporto novergese-canadese lascia il capoluoogo lucano dopo due stagioni e mezzo, nelle quali ha collezionato 54 presenze con la maglia rossoblu, offrendo il suo fondamentale contributo alla promozione in Serie C nella stagione 2017/2018. La seconda cessione invece riguarda un giovane: si tratta di Fabio Lorusso, classe 2001, si trasferisce alla Gelbison a titolo temporaneo. Nella prima parte di stagione Lorusso ha militato tra le fila del Francavilla in Sinni raccogliendo 7 presenze.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: MATERA2019, IL CDA HA APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE E LEGACY

Ven, 31/01/2020 - 07:41

Matera 2019, il cda ha approvato bilancio di previsione e legacy

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Matera Basilicata 2019, riunitosi stamane a Potenza nella sede della Regione Basilicata, ha approvato il bilancio di previsione 2020 e il documento di legacy che già era stato discusso nella seduta del 20 dicembre alla straordinaria presenza del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, del ministro ai Beni e alle Attività culturali, Dario Franceschini e del ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano.
La Fondazione Matera – Basilicata 2019 ha gestito il programma contenuto nel dossier di candidatura selezionato dalla Giuria.  Tale dossier, che ha portato Matera ad essere la Capitale Europea della Cultura nel 2019, prevedeva che il lavoro della Fondazione fosse organizzato come un processo in evoluzione. Dopo il 2019 per gli anni 2020-22 è previsto il consolidamento della legacy finalizzato al rafforzamento del posizionamento acquisito da Matera e dalla Basilicata a livello europeo nel settore della creatività per diventare una piattaforma culturale del Mezzogiorno
I dati del 2019 danno contezza del successo di Matera-Basilicata 2019 testimoniato pubblicamente anche dal presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, nel suo discorso di fine anno, e dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli.
Nelle prossime settimane saranno resi pubblici i dati definitivi del monitoraggio. Intanto sono a disposizione quelli aggiornati al 31 novembre 2019 e dicono che:
– Matera e la Basilicata si sono attestate come luogo internazionale di produzione culturale: l’82% del programma culturale è stato costruito in Basilicata, con il coinvolgimento di circa 268 artisti italiani e 214 artisti internazionali.
– E’ stato effettuato un grande investimento sulla scena creativa lucana che ha avuto l’opportunità di avere per la prima volta un palcoscenico europeo e che è pronta a distribuire le produzioni 2019 in giro per il mondo;
– 18.000 cittadini di varia provenienza e rappresentanti le diverse abilità sono stati coinvolti attivamente nelle produzioni culturali, ponendo all’attenzione europea Matera quale luogo di cocreazione attraverso nuovi modelli culturali che abbattono le barriere tra artisti e pubblico;
– 1500 volontari, di cui il 10% proveniente da vari luoghi di Italia e di Europa;
– La dimensione internazionale si è coniugata con la dimensione regionale della manifestazione: 410 eventi su 1228 eventi si sono realizzati nei vari Comuni della Basilicata. Oltre “Capitale per un giorno” che ha visto protagonisti tutti i 130 comuni della Basilicata, si citano a titolo esemplificativo, i progetti Gardentopia (28 comuni), Altofest – Festival nelle case (11 comuni), e le residenze artistiche (10 comuni), nonché “Patrimonio in gioco” che ha coinvolto 60 scuole della Basilicata.
– Più di 70.000 Passaporti venduti, di cui il 56% a turisti e il 44% a residenti della Regione Basilicata;
– Matera si è rivelata la Capitale Europea della Cultura che in assoluto ha registrato il tasso di crescita turistica più alto.
– Grande visibilità di Matera e della Basilicata: 3.201.398.000 totale “Opportunity to see” (potenziali contatti) equivalenti ad un investimento in Comunicazione pari ad € 116.607.700; oltre 1500 tra servizi radiotelevisivi e approfondimenti realizzati su Matera-Basilicata 2019, più di 60.000 articoli stampa e web; hanno parlato di Matera 2019 le testate di più di 41 paesi del mondo.
L’anno 2020 si configura, così come previsto dallo Statuto della Fondazione e dal Dossier di candidatura, come un anno volto a: monitorare e valutare i risultati; completare le attività di rendicontazione della spesa sostenuta a fronte dei finanziamenti concessi; consolidare le attività ed i progetti realizzati nell’anno 2019.
In particolare nel 2020 il ruolo della Fondazione sarà impostato su quattro tracce di lavoro: ricerca di una nuova visione culturale per le Città di piccole dimensioni e, soprattutto, per le Aree interne, alla luce di un lavoro di monitoraggio e valutazione degli impatti della strategia attuata; co-creazione come stimolo al rafforzamento del protagonismo del ruolo dei cittadini nella produzione culturale di Matera e del Sud nei prossimi dieci anni; continuità del progetto Open Design School sia come spina dorsale della qualificazione dello spazio urbano esistente e degli spazi urbani temporanei, sia legata all’allargamento della città come luogo per la produzione e la fruizione di contenuti culturali e percorsi turistici; elaborazione di nuovi modelli e prodotti fondati su una stretta relazione tra turismo sostenibile e cultura, volta ad esaltare l’incontro tra turisti (Cittadini temporanei) e residenti (cittadini permanenti) e ad allargare l’esperienza di visita esperienziale fondata sulla cultura a tutta la Basilicata, come un unicum che si vuole anche raccontare e proporre come tale, anche attraverso un calendario culturale strutturato.
Per realizzare queste attività il consiglio di amministrazione della Fondazione ha approvato un bilancio di previsione per il 2020 pari a 6 milioni di euro di cui:
– € 1.200.000,00 Premio “Melina Mercouri” già assegnato alla Fondazione Matera – Basilicata 2019
– €. 1.600.000,00 risorse rivenienti da economie anno 2019 (sulla base di un preconsuntivo 2019);
– €. 3.000.000,00 Risorse finanziarie da acquisire dal Governo Nazionale con riferimento nello specifico al Ministero dei beni culturali e al Dipartimento per le politiche di coesione per un importo complessivo di circa 2 Meuro, dalla Regione Basilicata (per un importo di circa 500 mila euro) e dal Comune di Matera (per un importo di 500 mila euro). Tali risorse sono in fase di acquisizione a fronte di progetti culturali volti a rafforzare le aree interne, le filiere creative con particolare riferimento al design e alla circuitazione delle produzioni della scena creativa regionale, al rafforzamento tra turismo e cultura, alla creazione di iniziative culturali di respiro internazionale basati su un forte coinvolgimento dei cittadini
– 200.000,00 sponsorizzazioni.
Per realizzare le attività la dotazione organica della Fondazione, già oggi ridotta a 35 unità, passa a 13 unità.
Soddisfazione viene espressa dal presidente della Fondazione Salvatore Adduce: “Mi preme molto ringraziare, in particolare, la Regione Basilicata e il suo presidente, Vito Bardi, per aver voluto confermare l’impegno già espresso in occasione della seduta straordinaria del cda il 20 dicembre scorso e per aver condiviso con noi la necessità di mettere a valore il lavoro svolto fino ad oggi in modo che la Basilicata rafforzi il suo ruolo di traino culturale del Mezzogiorno e di modello per il Paese e per l’Europa”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: E’ intollerabile che ai lavoratori forestali lucani non vengano ancora erogate le retribuzioni per diverse mensilità arretrate.

Mer, 29/01/2020 - 08:17

Le istituzioni hanno il dovere morale di raccogliere il grido di dolore proveniente dai
soggetti sociali più deboli e di porre in essere immediati interventi per rispondere
positivamente alle loro legittime istanze.
E’ intollerabile che ai lavoratori forestali lucani non vengano ancora erogate le
retribuzioni per diverse mensilità arretrate, che nell’area programma del Basento
raggiungono l’apice perché risalgono addirittura al Novembre 2017.
Esprimo, pertanto, preoccupazione per lo stato di disagio economico-sociale vissuto
dalla platea dei 4000 operai forestali della Basilicata e convinto sostegno alla
piattaforma rivendicativa delle organizzazioni sindacali di categoria, che hanno
promosso per il prossimo 11 febbraio una manifestazione dinanzi la sede della
Regione Basilicata.
Formulo, altresì, l’auspicio che gli organi competenti, nel frattempo, provvedano a
liquidare le spettanze economiche a favore degli operai forestali.
Accanto a ciò sollecito l’immediata attivazione del tavolo tecnico, sinora istituito solo
sulla carta, fra Consorzio unico di bonifica, Regione Basilicata ed organizzazioni
sindacali per pianificare la programmazione degli interventi di salvaguardia
ambientale e di tutela del verde pubblico da effettuare nel corrente anno 2020 e
stabilire la data di riapertura dei cantieri forestali, che non deve oltrepassare il mese
di aprile se si vogliono preservare ed, eventualmente, incrementare i livelli
occupazionali esistenti.
Gli addetti alla forestazione non devono assolutamente essere considerati cittadini e
lavoratori di serie B, anche perché sarebbe ulteriormente intollerabile che alla gente
di montagna, a chi già soffre nei nostri piccoli centri sia tolta anche la dignità di un
lavoro che, seppure precario e parziale, è di fondamentale importanza per le nostre
comunità e per la salvaguardia del territorio e non deve più essere considerato come
una mera forma assistenzialistica di ammortizzatore sociale.

Carlo Trerotola- consigliere regionale “Prospettive Lucane”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Assessore Cupparo: SIAMO VICINI ALLE PARTITE IVA(aiuti ad ulteriori 70 microimprese)

Mar, 28/01/2020 - 09:34

“Con il recente scorrimento di tutta la graduatoria dell’Avviso Pubblico “La piccola distribuzione in marcia verso l’innovazione” – a seguito dell’incremento della dotazione finanziaria dell’Avviso per un ulteriore importo di € 1.106.047,35 che ha consentito di concedere aiuti ad ulteriori 70 microimprese del comparto commercio-servizi – la Giunta regionale ha dato prova di sensibilità per i problemi di un settore importante per l’economia e l’occupazione. Lo abbiamo fatto attraverso la forma di contributo in conto impianti e in conto gestione, finalizzati al rilancio delle attività commerciali, soprattutto nei centri storici, promuovendone gli investimenti in innovazione di prodotto, processo, organizzativa. Da parte del Governo nazionale, invece, registriamo un atteggiamento di autentica ostilità come provano le scelte in materia di regime fiscale per tutti i possessori di partite Iva”.

A sostenerlo è l’assessore regionale alle Attività produttive Francesco Cupparo per il quale “ogni sforzo che la Regione sta compiendo, nella ristrettezza di risorse finanziarie disponibili, di fatto, è vanificato da politiche sbagliate e punitive del Governo. In proposito il calo delle partite Iva calcolato dal Mef anche in Basilicata – aggiunge – certifica l’inversione di tendenza sull’imprenditorialità: i lucani, come in generale tutti gli italiani, non hanno abbastanza fiducia da scommettere su sé stessi e sul Paese. La platea degli autonomi è stata esclusa dai benefici fiscali del decreto legge Irpef, la tassazione resta soffocante, permane un clima di diffidenza che tende a far passare le partite Iva non come un popolo di lavoratori, che danno a loro volta lavoro, ma di potenziali evasori. Il risultato: una partita Iva su quattro è finita sotto la soglia di povertà. E ora è arrivato anche l’obbligo del Pos, che non fa ben sperare per il futuro. Insomma, siamo di fronte all’ennesima spia di una ripresa ben lontana dal giungere e di una politica che anziché sostenere le forze produttive del Paese le ostacola. Sono queste le valide ragioni che – conclude l’assessore – ci vedono a fianco delle partite Iva nelle proteste che si sono intensificate specie sui social”.

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA: CALCIO, PATROCINIO GRATUITO ANCHE PER LA FIGC(GARANTITO L’ACCESSO ALLA GIUSTIZIA AI MENO ABBIENTI)

Mar, 28/01/2020 - 09:22

Patrocinio gratuito anche per la FIGC: garantito l’accesso alla giustizia ai meno abbienti su proposta della Lega Nazionale Dilettanti

Roma, 27 gennaio 2020 – Su proposta del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia e di tutti i Consiglieri Federali della LND, in primo luogo l’avvocato Stella Frascà che ha elaborato il testo della richiesta, il Consiglio Federale della FIGC ha approvato la modifica dell’art. 139 del Codice di Giustizia Sportiva, introducendo la facoltà, per tutti coloro che non hanno le possibilità economiche, di usufruire delle prestazioni di un Avvocato avvalendosi del gratuito patrocinio per l’accesso agli Organi della Giustizia Sportiva. In particolare, a seguito dell’approvazione del nuovo Codice di Giustizia Sportiva, per i giudizi innanzi la Corte Federale di Appello era stata prevista la “difesa tecnica” obbligatoria, ossia Società e tesserati per agire innanzi a tale Organo dovevano rivolgersi necessariamente ad un Avvocato, per la tutela dei loro diritti, a pena della dichiarazione dii inammissibilità dell’atto. Tale norma, tuttavia, ha finito per penalizzare le Società o i singoli tesserati che, in situazioni di particolare difficoltà economiche, non potevano rivolgersi ad un professionista del libero foro, limitandone di fatto l’accesso al sistema di Giustizia Sportiva. “Sono particolarmente orgoglioso che la Lega Nazionale Dilettanti si sia fatta promotrice, a tutela delle tante Società e tesserati che già affrontano grandi sacrifici economici per svolgere l’attività sportiva sul territorio, dell’introduzione una norma che garantisce l’accesso al sistema di Giustizia Sportiva per chi versa in condizioni di difficoltà. – ha affermato il Presidente Sibilia – Credo si tratti di una ulteriore dimostrazione dell’attenzione che la L.N.D. rivolge alle istanze che provengono dalle Società e, soprattutto, riaffermi il costituzionale principio di parità di trattamento e di tutela dei diritti a prescindere dalle condizioni economiche”. La norma approvata, in particolare, consentirà a tutti gli interessati di accedere allo specifico Albo dei difensori istituito presso il CONI previa dimostrazione del possesso dei requisiti economici.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: MATERA 2019: SI CONCLUDE L’ULTIMA MOSTRA I-DEA. IL 29 e il 30 GENNAIO PRIMA MONDIALE DEL FILM DI LIAM GILLICK DEDICATO A PELIN TAN

Mar, 28/01/2020 - 09:18
MATERA 2019: SI CONCLUDE L’ULTIMA MOSTRA I-DEA. IL 29 e il 30 GENNAIO PRIMA MONDIALE DEL FILM DI LIAM GILLICK DEDICATO A PELIN TAN
Prosegue la ricerca sugli archivi: il 5 febbraio si presentano i primi due volumi del progetto editoriale Archivi della Basilicata, ispirato alle cinque mostre di I-DEA

Si è concluso il 20 gennaio 2020 la quinta e ultima mostra per I-DEA, un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 sul tema dell’archivio, inaugurata il 29 novembre presso Cava Paradiso. Intitolata Abitare gli archivi: Vita, movimento, raccolto è a cura di Pelin Tan & Liam Gillick, rispettivamente curatrice e artista di fama internazionale.

Doppio appuntamento per il finissage. Il 29 e il 30 gennaio alle ore 18,30, presso il Cinema Piccolo di Matera sarà proiettato in prima visione mondiale il film Pelin Tan di Liam Gillick, realizzato dall’artista in occasione di Abitare gli archivi. Il lavoro di ricerca condotto dalla curatrice, che ha analizzato il senso di comunità e le evoluzioni nella percezione e appropriazione dei luoghi dopo la riforma agraria nel 1950, le migrazioni dai Sassi e la vita nei nuovi quartieri di Matera, fino all’arrivo dei migranti nel nostro presente, diventa oggetto di questo film di circa 30 minuti sulle tracce di Pelin. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Il 5 febbraio alle ore 18,30 la Libreria dell’Arco di Matera ospiterà la presentazione dei primi due volumi della collana Archivi della Basilicata, costituita da cinque volumi, ciascuno dei quali incentrato su un archivio della regione. Utilizzando voci diverse per presentare lo stesso corpus di materiali, la collana aspira a superare i confini disciplinari, con un approccio che spazia dal mondo accademico a quello letterario. Il progetto è a cura di Achille Filipponi, Joseph Grima, Matteo Milaneschi, Chiara Siravo: i primi due volumi sono intitolati La Bonifica di Bradano e Metaponto. Archivi della Basilicata Volume I e Carlo Levi a San Costantino Albanese. Archivi della Basilicata Volume II. Sarà inoltre l’occasione per raccontare il progetto dell’archivio web di I-DEA che sarà online a partire da metà febbraio: avrà una sezione dedicata ad archivi e documenti che crescerà con il tempo e verrà presentata ufficialmente nei prossimi mesi.

Con la mostra Abitare gli Archivi si conclude un lungo e articolato viaggio che ha indagato in profondità il ricco e complesso patrimonio degli archivi della Basilicata, cominciato la scorsa primavera con una mostra a cura del fotografo Mario Cresci, proseguito con la Visione Unica dei designer di Studio Formafantasma, per poi affrontare il tema del corpo e degli archivi gestuali con il coreografo e danzatore Virgilio Sieni, fino ad arrivare al Paese di cuccagna, auspicato dagli artisti James Bridle e Navine G. Kahn-Dossos.

Fondamentale all’interno del progetto anche il ruolo dell’Università degli Studi della Basilicata, che ha realizzato una mappatura di tutti gli archivi della Basilicata ed una ricerca antropologica sul tema dello sfollamento dei Sassi, i cui esiti saranno presentati nell’ambito di una conferenza realizzata insieme alla Fondazione.

A fianco del progetto anche Open Design School che ha studiato per le varie mostre un allestimento multiforme e modulare, capace di trasformarsi a seconda delle necessità del progetto, passando in maniera fluida da un concept all’altro, da un archivio all’altro.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: LA SECURITY DEL FESTIVAL DI SANREMO PARLA ANCHE LUCANO

Mar, 28/01/2020 - 09:04

LA SECURITY DEL FESTIVAL DI SANREMO PARLA ANCHE LUCANO

Anche una Società di Sicurezza lucana sarà impiegata a Sanremo in occasione del 70° Festival della canzone italiana, la più popolare manifestazione canora, che si terrà nella cittadina ligure da 4 all’8 febbraio p.v..

La Security Department Srl, incaricata dal “Consorzio Gruppo Eventi” e dalla “Sc Protection”, metterà in campo gli uomini migliori, con una formazione specifica ed una notevole esperienza nella gestione della Security in occasione di grandi eventi che saranno coordinati dal Direttore Gerardo Libonati e da Gianfranco Di Santo ex Commissario della Polizia di Stato che attualmente dirige l’Area Operativa della Security Department.”

180 unità al giorno, di cui 80 della Security Department affiancheranno il personale delle Forze dell’Ordine disposto dal Questore di Imperia, barriere antipanico posizionate ai bordi del red carpet, l’accesso all’area di massima sicurezza attraverso varchi dove saranno effettuati controlli con metaldetector e Body Scanner nonché conta persone per conoscere in tempo reale il numero delle persone presenti nelle aree interessate all’evento.

L’Istituto di Vigilanza Security Department, oltre ai tradizionali servizi di vigilanza ispettiva di zona, vigilanza fissa, videosorveglianza, scorta e trasporto valori, con l’utilizzo di sistemi di Allarme costruiti con tecnologie di ultima generazione, è specializzata nella gestione della sicurezza di Grandi Eventi, infatti sono stati presenti a tutti i capodanni Rai in Basilicata, innumerevoli concerti ed eventi, solo per citarne qualcuno, la Parata Storica dei Turchi a Potenza, varie edizioni delle Cantine di Sant’Angelo Le Fratte e Pietragalla, il percorso enogastronomico di Vaglio di Basilicata, il Parco della Grancia ma anche fuori Regione coma la Tappa italiana del Campionato Mondiale di Body Building del San Marino Pro, numerosi Battiti Live di Radio Norba, la storica cavalcata e processione della Madonna del Buoncammino di Altamura (BA) e numerosi concerti quali Mango, Pino Daniele,Giorgia,Claudio Baglioni, Gigi D’Alessio, I Pooh, Albano, Valerio Scanu, Arisa, Alessandro Amoroso, Stefano Bollani, Ligabue,Eugenio Finardi, Nesli, Angelo Famao, BigBang e tanti altri ed i relativi servizi di accompagnamento Vip.

Per raggiungere tali livelli di professionalità c’è bisogno di sacrifici e tanto impegno, un’apposita Formazione Professionale, particolari doti fisiche ma anche e soprattutto abnegazione e spirito di sacrificio oltre che ad un notevole impegno.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: SABATO 1 FEBBRAIO Presentazione Movimento 24 Agosto Equità territoriale – Basilicata A RIONERO

Mar, 28/01/2020 - 08:59

SABATO 1 FEBBRAIO

Presentazione Movimento 24 Agosto Equità territoriale – Basilicata

Cos’hanno in comune Nelson Mandela, leader sudafricano che si è battuto per l’abolizione dell’Apartheid e Pietro Mennea, corridore pugliese, soprannominato la freccia del sud? La passione per il progetto in cui credevano e la costanza con cui lo perseguirono.

All’insegnamento di questi due grandi uomini si ispira l’ambizioso progetto a cui ha dato vita Pino Aprile, noto giornalista e scrittore meridionalista, e, da qualche mese, anche portavoce nazionale del Movimento 24 agosto – equità territoriale.

“Il movimento 24 agosto – dichiara Aprile –  è costituito da un gruppo di persone che prende atto del fatto che l’Italia, da un secolo e mezzo, fa finta di non vedere che esiste una questione meridionale. Finge, cioè, di non accorgersi che il Sud si sta drammaticamente spopolando, abbandonato dallo Stato, che non costruisce le ferrovie, le autostrade, le infrastrutture presenti nel resto del Paese, dove sono state realizzate anche con i soldi dei meridionali. Una Italia che non offre su tutto il territorio la medesima assistenza sanitaria e la eguale possibilità di istruirsi, con la stessa qualità. Quella meridionale, perciò, è una questione politica, frutto di una scelta ben precisa di questo Paese che, facendo finta di volerla risolvere, la lascia invece intatta. Dal momento che abbiamo capito ormai che non c’è speranza, dobbiamo fare qualcosa di nuovo e ci proviamo, chiedendo equità per tutto il territorio italiano”.

Il movimento prende significativamente nome da una data, quella del 24 agosto, appunto, giorno in cui centinaia di persone provenienti da tutto il Paese, si sono incontrate proprio in Basilicata, nel Parco storico della Grancia, per dare avvio a un Movimento nato con lo scopo di eliminare l’iniquità italiana. L’appuntamento è stato deciso dopo che il Parlamento aveva votato a favore dell’alta velocità Torino-Lione, in spregio ad evidenti paradossi strutturali, che coinvolgono il Mezzogiorno. Uno per tutti, quello che vive la Basilicata: non un treno, infatti, arriva a Matera, città dei meravigliosi Sassi, già capitale della cultura ed unico capoluogo di provincia a detenere tale primato. “Nessun deputato meridionale – continua Pino Aprile – in quella circostanza ha fatto notare la cosa, così come nulla è stato detto delle quattordici ore e mezza che occorrono per percorrere trecento km in Sicilia, dopo ben sei cambi. O a proposito del fatto che Bari e Napoli, le due più grandi città del sud non hanno un collegamento diretto”.

 Per tutti questi motivi è nato il Movimento, che, come recita nel suo nome, si pone come obiettivo quello dell’equità nella distribuzione delle risorse, per una crescita finalmente equilibrata tra le due parti del Paese. “Nell’ambito di una politica nord-centrica, il meridione è relegato a ruolo di colonia interna e, come in ogni sistema coloniale, è sfruttato senza ritegno. Il tutto con la connivente disattenzione di una intera classe politica. Occorre pertanto un’azione forte, concreta che non è più procrastinabile”.

Il movimento, a cui hanno già aderito le sezioni createsi spontaneamente in Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Lombardia mentre altre sezioni stanno sorgendo in Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Marche, Toscana, viene presentato anche in Basilicata:  l’appuntamento è per il prossimo 1° febbraio, a Rionero in Vulture (Pz), alle ore 16:00, presso l’ex mattatoio comunale. Presenti il fondatore Pino Aprile, il giornalista Lino Patruno, ex direttore de La gazzetta del Mezzogiorno, gli amministratori locali e gli aderenti alla sezione Lucana.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: MATERA2019, UNA GIORNATA DI CONFRONTO SUL PASSATO, PRESENTE E FUTURO

Lun, 27/01/2020 - 17:40

Matera 2019, una giornata di confronto sul passato, presente e futuro

Riflettere su quanto è avvenuto nel 2019, e capire quali connessioni costruire nell’immediato futuro per valorizzare un patrimonio di esperienze e relazioni che si sono determinate in questo tempo.
Sono questi alcuni dei principali obiettivi della giornata di confronto che si terrà a Matera alla Serra del Sole il 28 gennaio e che vedrà protagonisti tutto team di Matera 2019 e alcuni prestigiosi ospiti come, tra gli altri, Pierluigi Sacco, Lucio Argano, Francesco Monaco, Roberto Covolo, Flavio Zandonan.
La restituzione pubblica – a cui è invitata la stampa – si terrà dalle ore 12 alle ore 16.15 nella Serra del Sole che, nella circostanza, si potrà raggiungere in auto.
Nella mattinata sono stati invitati anche i Project leader e i coproduttori di Matera 2019, rappresentanti tecnici delle istituzioni, persone del terzo settore, della filiera turistica, ecc.il CdA – insieme a rappresentanti politici.
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine