Basilicatanews

Abbonamento a feed Basilicatanews
Notizie dalla Basilicata
Aggiornato: 2 ore 29 min fa

POTENZA: BARDI EMANA L’ORDINANZA N° 33 SUL’EMERGENZA COVID-19

Mar, 08/09/2020 - 08:14

È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 78, l’ordinanza n. 33, emanata dal presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Persistono il divieto di assembramenti di più persone nei luoghi pubblici o aperti al pubblico insieme all’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e di usare protezioni delle vie respiratorie o mascherine nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, devono essere garantiti tutti i servizi previsti dai contratti di servizio con gli Enti affidanti, prevedendo che i mezzi siano occupati al massimo all’80 per cento e una maggiore riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti. Sono disciplinate, tra le altre, le modalità del trasporto locale da e per le aree industriali e il trasporto scolastico. 

Sono prorogate le altre misure contenute nelle ordinanze n. 25, 27, 29, 30 e 31, come sostituita dall’ordinanza n. 32 del 14 agosto.

 44 total views,  44 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: Matera, 5 persone denunciate e 100 grammi di droga sequestrata dalla Polizia

Lun, 07/09/2020 - 20:52

Anche nei giorni scorsi gli agenti della Squadra Volante hanno svolto in questo
Capoluogo un’intensa attività di controllo del territorio effettuando diversi interventi,
che hanno portato alla denuncia di 5 persone per vari reati e al ritrovamento e
sequestro di 100 grammi di marijuana.
Gli agenti hanno individuato un pregiudicato del posto che si era reso responsabile di
furto in un appartamento situato nel centro cittadino e lo hanno denunciato
all’Autorità giudiziaria.
Lo scorso 16 agosto l’uomo era entrato forzando a spallate la porta d’ingresso, ma
era stato scoperto da alcuni abitanti del condominio sopraggiunti.
Il ladro è riuscito a fuggire con la refurtiva, consistente in tre computer portatili,
orologi da polso e monili, del valore complessivo di 10 mila euro.
Gli agenti, dopo essere risaliti alla sua identità – tra l’altro il soggetto è già noto alle
forze dell’ordine perché non nuovo a reati del genere – pur non avendolo rintracciato
in quanto irreperibile, sono riusciti a recuperare l’intera refurtiva all’interno di una
casa dallo stesso usata come appoggio. Tutti i beni recuperati sono stati restituiti al
legittimo proprietario.
Un altro individuo è stato invece denunciato per danneggiamento aggravato e lesioni
personali all’esito della compiuta ricostruzione dei fatti accaduti.
L’uomo, che procedeva a velocità sostenuta alla guida della sua autovettura di grossa
cilindrata, frenava bruscamente riuscendo a evitare a stento la collisione con l’auto
condotta da una ragazza, nel mentre era intenta a effettuare una manovra di
parcheggio su questa via Gramsci.
Come impazzito, l’uomo usciva dal veicolo e si scagliava con calci e pugni contro
l’auto della ragazza che, molto spaventata, si chiudeva in lacrime all’interno insieme
ad altre due amiche che erano con lei a bordo.
La forza e la foga usate dall’individuo erano tali da arrecare grossi danni alla
macchina presa di mira, fino a infrangere il vetro del finestrino lato autista e
procurare escoriazioni alle braccia della conducente, successivamente refertate
presso il locale Pronto Soccorso.

Gli agenti delle Volanti si sono messi alla ricerca del violento autista fino a
rintracciarlo e identificarlo. È stato pertanto denunciato all’Autorità giudiziaria per i
reati sopra indicati e sanzionato per le violazioni alle norme del Codice della Strada.
Un altro uomo è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale per frasi
offensive rivolte agli agenti delle Volanti, intervenuti in questa via Rocco Scotellaro
perché infastidiva i passanti. L’uomo sarà inoltre contravvenzionato per il mancato
uso del dispositivo di protezione individuale obbligatorio dalle 18 alle 6.
Sempre gli agenti delle Volanti sono intervenuti nei confronti di un’altra persona che
importunava per strada i passanti dopo aver esagerato con l’alcool, per cui è stato
segnalato al Prefetto per ubriachezza molesta.
Inoltre, nel corso dei numerosi controlli che sono regolarmente effettuati nei riguardi
di persone sottoposte agli obblighi imposti dall’Autorità giudiziaria, un pregiudicato
del posto è stato denunciato per il reato di evasione dai domiciliari.
Infine, durante attività di pattugliamento di zone caratterizzate dalla presenza di
casolari e ruderi in stato di abbandono, è stato rinvenuto un involucro avvolto da una
busta nera che conteneva 100 grammi di marijuana. Il pacco era stato nascosto tra
alcune pietre di un muro perimetrale di un immobile. Sulla vicenda sono in corso
accertamenti.

 30 total views,  30 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:Emergenza Covid-19, aggiornamento del 7 settembre (dati 5 e 6 settembre) processati 516 POSITIVI 10

Lun, 07/09/2020 - 20:42

La task force regionale comunica che nelle giornate del 5 e del 6 settembre sono stati processati 516 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 10 sono risultati positivi.

 Le positività riguardano 1 persona residente a Matera, 1 persona di nazionalità estera ospitata in una struttura di accoglienza a Matera, 4 persone residenti a Lauria, 2 persone residenti a Ferrandina, 1 persona residente a Ginestra e 1 persona residente a Potenza.

Nelle stesse giornate sono state registrate le guarigioni di 1 persona residente a Matera e di 5 cittadini stranieri ospitati in strutture dedicate della regione. Inoltre, una persona residente a Ferrandina diagnosticata in Puglia risulta in isolamento in Basilicata.

 Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 57 e di questi 53 si trovano in isolamento domiciliare.

Attualmente sono 5 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 1 persona è ricoverata nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’, a Matera nell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ 3 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive e 1 persona nel reparto di Terapia intensiva.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 377 guariti; 1 persona residente nella regione Lazio ed in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Umbria in isolamento in Basilicata; 5 persone residenti in comuni della Toscana e in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Emilia Romagna e in isolamento Basilicata; 1 cittadino residente in Puglia e ricoverato al ‘Madonna delle Grazie’ di Matera; 8 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata; 26 cittadini stranieri in isolamento in Basilicata in una struttura dedicata, 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento in Lazio.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 59.870 tamponi, di cui 59.272 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani 8 settembre, alle ore 12,00.

 33 total views,  33 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Emergenza Covid-19, aggiornamento del 5 settembre (dati 4 settembre) processati 664 POSITIVI 7

Sab, 05/09/2020 - 16:34

La task force regionale comunica che nella giornata del 4 settembre sono stati processati 664 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 7 sono risultati positivi. Le positività riguardano 1 persona residente a Matera, 5 persone residenti a Salandra, 1 persona residente ad Altamura in isolamento ad Altamura diagnosticata in Basilicata.  

Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 49 (43 all’ultimo aggiornamento).

Attualmente sono 4 i ricoverati presso le strutture ospedaliere lucane: a Potenza una persona è ricoverata nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’, a Matera nell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ 2 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive e una persona nel reparto di Terapia intensiva.

I lucani in isolamento domiciliare sono 45.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 376 guariti; 1 persona residente nella regione Lazio ed in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Umbria in isolamento in Basilicata; 5 persone residenti in comuni della Toscana e in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Emilia Romagna e in isolamento Basilicata; 1 cittadino residente in Puglia e ricoverato al Madonna delle Grazie di Matera; 8 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata; 31 cittadini stranieri in isolamento in Basilicata in una struttura dedicata, 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento in Lazio.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 59.354 tamponi, di cui 58.766 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento lunedì 7 settembre, alle ore 12,00.

 44 total views,  44 views today

Categorie: Notizie Basilicata

VIGGIANO: IL PROGRAMMA DEL 6 SETTEMBRE DELLA MANIFESTAZIONE RELIGIOSA IN ONORE DELLA MADONNA DEL SACRO MONTE.

Sab, 05/09/2020 - 16:18

Il pellegrinaggio alla Madonna del sacro Monte di Viggiano si svolge ogni anno in due tempi separati: la prima domenica di maggio una processione solenne porta la statua dalla Basilica Pontificia di Viggiano al santuario sul sacro Monte – posto a 12 km dal centro abitato ad una altitudine di 1725 metri – poi, la prima domenica di settembre, con un percorso inverso la statua torna dal sacro Monte a Viggiano.

Quest’anno a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria a seguito della pandemia da Covid-19, come annunciato anche nei giorni scorsi dal Rettore del Santuario Don Paolo D’Ambrosio, per ragioni prudenziali tese unicamente a salvaguardare il bene primario della salute pubblica, impongono quest’anno di ridimensionare il programma sia religioso che civile dei festeggiamenti che tradizionalmente salutano il rientro della Madonna, la prima Domenica di Settembre. Il Comune di Viggiano, Santuario Regionale della Madonna del Sacro Monte di concerto con la Prefettura di Potenza hanno deciso di annullare tutte le manifestazioni civili che abitualmente accompagnano lo svolgimento della festa religiosa, dai concerti musicali alla consueta fiera, che tradizionalmente anima le strade cittadine, ridimensionando anche le celebrazioni religiose.

Domenica 6 settembre, in particolare, la venerata immagine della Madonna dopo la Santa Messa mattutina alle ore 8:30, nel piazzale antistante la Basilica, verrà trasferita in forma privata in Piazza San Giovanni XXIII dove alle ore 11.00 verrà celebrata la Santa Messa Pontificale presieduta da S. Ecc. Mons. Salvatore Ligorio, alla quale potranno partecipare – secondo le norme in vigore – non più di 730 persone in tutta sicurezza e nel rispetto del distanziamento sociale previsto. Al termine della celebrazione eucaristica, la Madonna sosterà per l’intero pomeriggio dove i fedeli potranno venerarla in totale sicurezza.

Alle ore 19.00, nella stessa piazza e alle stesse condizioni, verrà celebrata una seconda Santa Messa, questa volta presieduta da S. Ecc. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e alle ore 22:45, sempre in forma privata, la statua della Madonna sarà di nuovo portata in Basilica. A conclusione della giornata si terrà il consueto spettacolo pirotecnico.

Da lunedì 7 e fino a domenica 13 settembre, nello spazio antistante la Basilica, ovvero in Piazza Giovanni Paolo II, per le celebrazioni della tradizionale Settimana di Ringraziamento saranno previste tutti i giorni celebrazioni liturgiche e vi sarà la possibilità per tutti i fedeli di venerare la Sacra immagine della Madonna, sempre nel rispetto delle norme sanitarie vigenti.

Le suddette celebrazioni saranno realizzate all’insegna della sicurezza e del rispetto delle norme anti-Covid. Il rispetto delle leggi atte ad evitare il contagio e la tutela della sicurezza dei partecipanti sarà uno dei punti cardine sulla quale questa ricorrenza religiosa, con profondi radici nel tessuto sociale del paese e di tutta la Basilicata, poggerà.

Infatti è OBBLIGATORIO per tutti l’uso della mascherina, che oltre ad essere un dispositivo di protezione personale, è anche un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Il personale addetto alla sorveglianza dell’ingresso all’area fedeli procederà al rilevamento della temperatura corporea di tutti coloro che accederanno alla piazza e consentendo l’accesso solo a coloro la cui temperatura corporea risulti inferiore a ≤ 37,5 °C. In caso contrario alla persona NON potrà essere consentito l’accesso.

Vi sarà quindi il divieto di assembramenti con il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro e sarà vietata anche la pratica del “bacio” di reliquie, statue od oggetti religiosi.

Il Comune di Viggiano per l’occasione, allo scopo di assicurare un più sicuro e regolare svolgimento delle cerimonie religiose organizzate dal Santuario ha predisposto un Piano Traffico contenente tutte le disposizioni riguardanti la circolazione dei veicoli, con particolare attenzione all’indicazione delle zone parcheggio, dei servizi, dei punti di soccorso e la regolamentazione dell’intera viabilità comunale. Sarà possibile consultarlo su App dal proprio smartphone al seguente link:

https://www.google.com/maps/d/edit?mid=1LiwjYcfHqH6BO87tZME8JMvPD3KLq8rB&usp=sharing

A saturazione dei posti disponibili in Piazza San Giovanni XXIII la Polizia Locale provvederà a bloccare gli accessi al paese per garantire la sicurezza dei residenti e di coloro che parteciperanno alla Santa Messa.

L’appello del sindaco Amedeo Cicala rivolto ai tanti cittadini e fedeli che raggiungeranno Viggiano, è quello di avere senso di responsabilità evitando affollamenti e mantenendo il distanziamento sociale. Come comunità, e attraverso la Prefettura, l’Ufficio di Protezione civile, la Polizia Locale e le Forze dell’ordine cercheremo di dare il massimo impegno per far si che le norme anti–covid vengano rispettate. In un momento così difficile– conclude Cicala – per affrontare questa emergenza è necessario restare uniti, ed un forte aiuto possono darlo proprio i cittadini rispettando le regole. Mi affido al buon senso delle persone.

 47 total views,  47 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: Ospedale di Matera, Bardi: “I fatti contano più delle parole”

Ven, 04/09/2020 - 09:02

Il governo regionale ha stanziato per il potenziamento del presidio sanitario materano oltre 21 milioni di euro

matera-ospedale-est-3

“La nuova sanità lucana passa attraverso il potenziamento di tutte le strutture territoriali. In particolare, degli ospedali capofila che abbiamo individuato nel ‘Madonna delle Grazie’ di Matera, nel ‘San Carlo’ di Potenza e nel ‘Crob’ di Rionero”.

È quanto dichiara il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

“Su Matera, a partire dall’agosto del 2019, la Regione ha impegnato importanti risorse economiche per potenziare le strutture dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Questo per impedire non solo la migrazione sanitaria al di fuori della provincia e della regione, ma per garantire un’assistenza di alto profilo ai materani.

Abbiamo investito complessivamente oltre 9 milioni di euro, così suddivisi:

– Ampliamento del pronto soccorso (2.367.000 euro);

– Nuovo blocco parto (1,6 milioni di euro);

– Realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica e relativo bunker per radioterapia (4.188.752 euro);

– Sostituzione centrale frigo (1 milione di euro);

– Sostituzione centrale termica e consolidamento muro di contenimento (1 milione di euro); – Adeguamento antincendio (1 milione di euro);

matera_osp_ent_01

– Sostituzione infissi e frangisole (1 milione di euro).

Inoltre, la Regione Basilicata, con delibera del Cipe del 20 gennaio 2020, ha avviato le procedure di assegnazione dei fondi previsti dall’art. 20 della legge 67/88 proprio per gli interventi di riqualificazione, adeguamento strutturale e impiantistico del presidio ospedaliero ‘Madonna delle Grazie’ di Matera per complessivi 12,3 milioni di euro, da impiegare per le seguenti attività:

– Spostamento e adeguamento funzionale nuovo Spdc (1,6 milioni di euro);

– Riqualificazione plesso via Gramsci Matera – Serd (1,8 milioni di euro);

– Riqualificazione plesso V. Laura Battista ex dispensario Malattie respiratorie (1,5 milioni euro);

– UFA presidio ospedaliero (800 mila euro);

– Riqualificazione scale e rampe d’accesso del presidio ospedaliero (600 mila euro);

– Copertura parcheggi con pannelli solari con riscontro di significativo risparmio energetico (1,4 milioni di euro);

– Riqualificazione endoscopia digestiva (300 mila euro)

– Riqualificazione e ampliamento medicina d’urgenza (600 mila euro);

– Riqualificazione area mensa (1 milione di euro)

matera-vis-osp-ass-col

– Sostituzione di 18 ascensori e monta lettighe (2,7 milioni di euro).

Insomma, al netto delle polemiche politiche di questi giorni, la giunta regionale che presiedo nei fatti, ha potenziato la struttura sanitaria della città dei Sassi in un’ottica regionale per garantire ai lucani una sanità non solo a misura d’uomo ma che coinvolga tutte le eccellenze presenti. L’obiettivo – conclude il presidente Bardi – è e sarà quello di rafforzare il sistema sanitario in questa ottica. Questo è l’impegno che ho preso con gli elettori ed è questo l’impegno che manterremo con il centrodestra alla guida della Regione”.

 11 total views,  11 views today

Categorie: Notizie Basilicata

COLOBRARO: A Colobraro è la Notte dei rituali magici

Ven, 04/09/2020 - 08:58

Appuntamento domenica 6 settembre con il percorso emozionale nel Convento francescano tra teatro, narrazioni fantastiche, danze, musica e magia

A Colobraro “Le Notti della Magia” continuano. Archiviata la X edizione del “Sogno di una notte a quel paese”, domenica 6 settembre 2020 sarà “La notte dei rituali magici”, un coinvolgente percorso emozionale che vedrà i visitatori accolti da streghe e masciare sotto l’Albero del Noce con il tradizionale Sabba.

Il percorso proseguirà all’interno del complesso monumentale del Convento Francescano, un sorprendente “Scrigno di rituali e conoscenze”, dove ascoltare nella stanza della magia racconti di masciare e fattucchiere, nella stanza delle erbe magiche e officinali imparare a conoscere il potere prodigioso delle erbe magiche ed officinali e nella stanza degli amuleti e del malocchio apprendere i rituali per la realizzazione di potenti portafortuna antimalocchio. Le visite, in osservanza delle misure di contrasto alla diffusione del Covid19 e delle disposizioni sul distanziamento sociale, saranno possibili a gruppi di massimo 15 persone.

Ultima tappa del percorso sarà la rappresentazione teatrale “La notte magica”, messa in scena dagli attori dell’associazione SIMP- Sognando il Magico Paese, con la regia di Emanuele Asprella su testi della professoressa Maria Mazziotta.

Riti e leggende si susseguono come se si recitasse una “preghiera”, sempre allo stesso modo con la complicità delle stelle. La prima parte, tratta liberamente da “Nozze di sangue” di Federico Garcìa Lorca, ruota intorno a due grandi miti di antiche religioni arcaiche: la Luna e la Morte. Sacro e profano si fondono per creare una tradizione unica che si ripete, anno dopo anno, da secoli e così un amore nascosto e impossibile con l’aiuto di forze ataviche, prodigi, ed energie mistiche e divinatorie alla fine potrà realizzarsi.

Nel Giardino del Convento francescano, attorniati da uno stuolo di monachicchi, streghette e pizzicarelle, ad allietare la serata anche le previsioni della Cartomante, le musiche popolari lucane del gruppo La Ragnatela e i balli di Iatrida gruppo di danze popolari.

Questo nuovo format è il risultato di un progetto ideato dall’Amministrazione comunale e finanziato dal Gal Start2020.

Il percorso emozionale “Le Notti della Magia” prenderà il via alle ore 19 e proseguirà per circa due ore. È prevista una replica alle ore 21. Un modo per continuare a vivere in maniera diversa il Magico Paese, in questo strano 2020 che ha visto andare in scena per solo 5 serate “Il sogno” in una formula inedita e completamente rinnovata.

Ovviamente, la serata sarà anche una buona occasione per ammirare le bellezze storico-architettoniche di Colobraro, respirare un’aria rarefatta e ammirare panorami incantevoli.

 17 total views,  17 views today

Categorie: Notizie Basilicata

VIGGIANO: Il programma delle Manifestazioni religiose in onore della Madonna del Sacro Monte DEL 6 SETTEMBRE

Ven, 04/09/2020 - 08:02

Il pellegrinaggio alla Madonna del sacro Monte di Viggiano si svolge ogni anno in due tempi separati: la prima domenica di maggio una processione solenne porta la statua dalla Basilica Pontificia di Viggiano al santuario sul sacro Monte – posto a 12 km dal centro abitato ad una altitudine di 1725 metri – poi, la prima domenica di settembre, con un percorso inverso la statua torna dal sacro Monte a Viggiano.

Quest’anno a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria a seguito della pandemia da Covid-19, come annunciato anche nei giorni scorsi dal Rettore del Santuario Don Paolo D’Ambrosio, per ragioni prudenziali tese unicamente a salvaguardare il bene primario della salute pubblica, impongono quest’anno di ridimensionare il programma sia religioso che civile dei festeggiamenti che tradizionalmente salutano il rientro della Madonna, la prima Domenica di Settembre. Il Comune di Viggiano, Santuario Regionale della Madonna del Sacro Monte di concerto con la Prefettura di Potenza hanno deciso di annullare tutte le manifestazioni civili che abitualmente accompagnano lo svolgimento della festa religiosa, dai concerti musicali alla consueta fiera, che tradizionalmente anima le strade cittadine, ridimensionando anche le celebrazioni religiose.

Domenica 6 settembre, in particolare, la venerata immagine della Madonna dopo la Santa Messa mattutina alle ore 8:30, nel piazzale antistante la Basilica, verrà trasferita in forma privata in Piazza San Giovanni XXIII dove alle ore 11.00 verrà celebrata la Santa Messa Pontificale presieduta da S. Ecc. Mons. Salvatore Ligorio, alla quale potranno partecipare – secondo le norme in vigore – non più di 730 persone in tutta sicurezza e nel rispetto del distanziamento sociale previsto. Al termine della celebrazione eucaristica, la Madonna sosterà per l’intero pomeriggio dove i fedeli potranno venerarla in totale sicurezza.

Alle ore 19.00, nella stessa piazza e alle stesse condizioni, verrà celebrata una seconda Santa Messa, questa volta presieduta da S. Ecc. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo e alle ore 22:45, sempre in forma privata, la statua della Madonna sarà di nuovo portata in Basilica. A conclusione della giornata si terrà il consueto spettacolo pirotecnico.

Da lunedì 7 e fino a domenica 13 settembre, nello spazio antistante la Basilica, ovvero in Piazza Giovanni Paolo II, per le celebrazioni della tradizionale Settimana di Ringraziamento saranno previste tutti i giorni celebrazioni liturgiche e vi sarà la possibilità per tutti i fedeli di venerare la Sacra immagine della Madonna, sempre nel rispetto delle norme sanitarie vigenti.

Le suddette celebrazioni saranno realizzate all’insegna della sicurezza e del rispetto delle norme anti-Covid. Il rispetto delle leggi atte ad evitare il contagio e la tutela della sicurezza dei partecipanti sarà uno dei punti cardine sulla quale questa ricorrenza religiosa, con profondi radici nel tessuto sociale del paese e di tutta la Basilicata, poggerà.

Infatti è OBBLIGATORIO per tutti l’uso della mascherina, che oltre ad essere un dispositivo di protezione personale, è anche un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Il personale addetto alla sorveglianza dell’ingresso all’area fedeli procederà al rilevamento della temperatura corporea di tutti coloro che accederanno alla piazza e consentendo l’accesso solo a coloro la cui temperatura corporea risulti inferiore a ≤ 37,5 °C. In caso contrario alla persona NON potrà essere consentito l’accesso.

Vi sarà quindi il divieto di assembramenti con il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro e sarà vietata anche la pratica del “bacio” di reliquie, statue od oggetti religiosi.

Il Comune di Viggiano per l’occasione, allo scopo di assicurare un più sicuro e regolare svolgimento delle cerimonie religiose organizzate dal Santuario ha predisposto un Piano Traffico contenente tutte le disposizioni riguardanti la circolazione dei veicoli, con particolare attenzione all’indicazione delle zone parcheggio, dei servizi, dei punti di soccorso e la regolamentazione dell’intera viabilità comunale. Sarà possibile consultarlo su App dal proprio smartphone al seguente link:

https://www.google.com/maps/d/edit?mid=1LiwjYcfHqH6BO87tZME8JMvPD3KLq8rB&usp=sharing

A saturazione dei posti disponibili in Piazza San Giovanni XXIII la Polizia Locale provvederà a bloccare gli accessi al paese per garantire la sicurezza dei residenti e di coloro che parteciperanno alla Santa Messa.

L’appello del sindaco Amedeo Cicala rivolto ai tanti cittadini e fedeli che raggiungeranno Viggiano, è quello di avere senso di responsabilità evitando affollamenti e mantenendo il distanziamento sociale. Come comunità, e attraverso la Prefettura, l’Ufficio di Protezione civile, la Polizia Locale e le Forze dell’ordine cercheremo di dare il massimo impegno per far si che le norme anti–covid vengano rispettate. In un momento così difficile– conclude Cicala – per affrontare questa emergenza è necessario restare uniti, ed un forte aiuto possono darlo proprio i cittadini rispettando le regole. Mi affido al buon senso delle persone.

 25 total views,  25 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Petrolio Summa risponde all’assessore Cupparo

Ven, 04/09/2020 - 07:47

Se pure la Regione ha qualche idea chiara, questa non può rimanere chiusa nelle stanze regionali, ma deve essere oggetto di confronto. Si chiama democrazia

“L’assessore Cupparo non ha memoria e parla senza leggere gli atti. Il sindacato unitariamente ha avanzato proposte concrete per quanto attiene le politiche industriali, in particolare la questione Eni e la transizione energetica”.

Così il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa, rispondendo all’assessore regionale alle Attività produttive che è intervenuto sulla problematiche attinenti alla questione petrolio in Basilicata, in particolare su quanto si sta verificando al centro oli di Viggiano.

“Come Cgil, Cisl e Uil – aggiunge Summa – abbiamo presentato delle proposte a riguardo. Se pure la Regione ha qualche idea chiara, come afferma l’assessore Cupparo, il tema è e rimane quello per cui queste idee non possono rimanere chiuse in qualche alveo delle stanze regionali, ma oggetto di un confronto con le parti sociali e con tutto il mondo associativo. Questa si chiama democrazia”.

 26 total views,  26 views today

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA:  “Il Governo Conte continua ad infettare la Basilicata. Dopo i casi di Potenza, Irsina e Ferrandina, ecco Palazzo San Gervasio.

Ven, 04/09/2020 - 07:39
Tra i braccianti extracomunitari ospitati nel centro di accoglienza ci sarebbero diversi positivi al Covid. Ecco cosa succede quando un manipolo di irresponsabili adotta politiche immigratorie scellerate: il risultato è il Covid da importazione. Attendiamo ovviamente l’esito della riunione d’urgenza in Prefettura. Certo è che la Basilicata è stata la prima regione Covid-free, mentre ora siamo ripiombati nell’incubo”. Così il senatore lucano della Lega Pasquale Pepe.

 28 total views,  28 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Il fallimento delle istituzioni lucane sul tema scuola: apertura rimandata al 24 settembre.

Ven, 04/09/2020 - 07:38

La nostra proposta di tavoli di lavoro sulla ripartenza in sicurezza della scuola cestinata dalla politica, dai sindacati e dall’istituzione scolastica lucana. Correre ai ripari oggi non basta.

«Bocciati tutti. La politica lucana, come prevedevamo, risulta essere la più impreparata a fronteggiare l’emergenza, la più impreparata a riportare i nostri figli tra i banchi di scuola» afferma Donato Pessolano, referente di Basilicata in Azione. Non sono bastati gli ammonimenti del partito lucano che da maggio invita ad un incontro per una disamina della situazione lucana, non sono bastati gli inviti formali per la creazione di tavoli di lavoro dedicati alla questione scuola rivolti ad istituzioni quali il provveditorato lucano, la prefettura, i sindacati. Non sono bastati i vari appelli realizzati dal referente lucano per esaminare un eventuale protocollo dedicato alla riapertura scolastica. La scuola lucana, o meglio gli uomini delle sue istituzioni non passano l’esame della ripartenza in sicurezza, a causa probabilmente di una scarsa preparazione.

«Un silenzio assordante quello dei mesi appena trascorsi – continua Pessolano – un silenzio assordante che ha fatto comprendere ancora di più l’inefficienza e l’inesperienza degli uomini politici lucani, troppo impegnati a lanciare slogan e poco dediti al futuro delle nuove generazioni. Siamo sicuri che la nostra terra meriti questo?».

La stampa lucana non ha condiviso la scelta del governatore Bardi di preannunciare lo slittamento delle lezioni al 24 settembre su Il Mattino di Napoli, che non prevede la distribuzione in Basilicata da ormai svariati anni: «Il cuore del nostro Presidente è radicato in Campania, sua meravigliosa terra d’origine, ciò che però non stupisce – continua Pessolano – è la continua caduta di stile e poca considerazione nei confronti della stampa lucana, denigrata da questa scelta a dir poco assurda. In tutti questi mesi noi di Azione ci siamo posti il problema della ripartenza scolastica in totale sicurezza, ma nessuno ci ha mai risposto. Oggi 2 settembre, qual è lo scenario che ci si pone dinanzi? Un deserto di informazioni, migliaia di famiglie che chiedono delle risposte».

 32 total views,  32 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Sette positivi al covid alla Fca di Melfi Il comitato per la sicurezza deve poter esercitare interamente le sue funzioni

Gio, 03/09/2020 - 16:29

Agire per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori

Il giorno 24 agosto siamo stati informati dall’azienda che all’interno della FCA erano stati registrati tre casi di positività a covid-19, poi diventati cinque il giorno successivo, saliti a sei con comunicazione dell’azienda ieri e arrivati addirittura a sette oggi, dopo la parziale verifica dei tamponi odierni.

Da quanto ci è stato comunicato quattro dei sette contagiati appartengono alla manutenzione mentre cinque di questi sette fanno parte della stessa unità operativa.

Per parte nostra già dal primo incontro del comitato di sicurezza FCA successivo all’accertamento delle positività, abbiamo chiesto in applicazione del protocollo per la tutela della salute e sicurezza di ricostruire la catena dei contatti dal momento che la manutenzione nel periodo di agosto era stata impegnata con uno schema di turnazione diverso dal solito con elevati contatti tra le squadre, da qui la nostra richiesta di sottoporre a tampone tutti i manutentori dell’unità interessata e la relativa catena di contatti precisando che a partire dal 24 agosto la fabbrica è rientrata a pieno regime produttivo.

Come organizzazione continuiamo ad avanzare proposte all’interno del comitato per la sicurezza, proposte che spesso rimangono inascoltate e non vengono praticate.

Riteniamo indispensabile ribadire che siano necessari la riunione permanete del comitato con uno scambio di informazioni e confronto sulle soluzioni in applicazione del protocollo e della normativa; una mappatura “larga” dei contatti dei lavoratori risultati positivi per una tempestiva campagna di prevenzione attraverso i tamponi; la costituzione di un comitato territoriale dell’area industriale di Melfi con la presenza delle istituzioni e della Asl competente per mette in atto tutte le azioni necessarie nei luoghi di lavoro e per la mobilità dei lavoratori; una comunicazione informativa congiunta per tutte le azioni di prevenzione a partire dall’uso delle mascherine e del distanziamento; il miglioramento della climatizzazione in fabbrica; rivedere le saturazioni per permettere così un migliore utilizzo dei dispositivi di sicurezza individuali e garantire il distanziamento tra le persone.

Il comitato per la sicurezza è un organo riconosciuto dal protocollo di Intesa sottoscritto tra le parti proprio per fronteggiare questa temibile emergenza, con la funzione di vigilare sulla corretta applicazione del protocollo stesso ma anche di poterlo migliorare lì dove ve ne fosse la necessità, pertanto riteniamo che stia sbagliando chi lo considera rigido e immodificabile, non si tratta di una semplice commissione di fabbrica.

È urgente che le istituzioni convochino le parti sociali per la costituzione di comitati per la sicurezza territoriali previsti dagli accordi e che, a nostro avviso, vanno attivati proprio per monitorare i vari territori e non solo singole realtà attraverso la partecipazione attiva, oltre che delle aziende e dei rappresentanti dei lavoratori, delle ASL e di tutti i soggetti pubblici individuati dai DPCM.

Considerato l’aumento dei casi in FCA e la sua dimensione di impatto sul territorio, riteniamo ormai indispensabile la partecipazione attiva dei vari organismi preposti, non solo per monitorare l’andamento della pandemia ma per mettere in campo concrete iniziative e progetti che possano realmente ridurre sul nascere le possibilità di contagio.

Infine, invitiamo tutti i lavoratori a seguire scrupolosamente le indicazioni in materia di prevenzione e invitiamo a segnalarci tutte le criticità che dovessero manifestarsi.

 21 total views,  21 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Presentata l’operazione ‘Contrade pulite’

Gio, 03/09/2020 - 16:26

Una vera e propria rivoluzione nell’approccio alle problematiche che riguardano i residenti nelle contrade del capoluogo, è quella presentata dal sindaco Mario Guarente nel corso della conferenza stampa: ‘Operazione Contrade pulite’. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato anche gli assessori all’Ambiente, alle Manutenzioni e alla Viabilità, rispettivamente Alessandro Galella, Fernando Picerno e Giuseppe Pernice, con loro l’Amministratore unico di Acta Camillo Naborre, il responsabile tecnico del Consorzio di Bonifica Francesco Cassotta e alcuni operatori della Polizia locale. “Da venerdì prossimo alle 7 del mattino – ha annunciato il Sindaco – cominceranno una serie di interventi che interesseranno le nostre Contrade, vedendo impegnati uomini e mezzi, per garantire il decoro ai circa ventimila potentini che vi abitano. Costa della Gaveta, via delle Mattine, Piani del Mattino, accessi Complanari e zone limitrofe, Marrucaro, Rossellino, Ciciniello saranno interessati da lavori che si svolgeranno con cadenza settimanale. Interverrà una unità dell’ufficio Viabilità, un trattore, un camion e 10 lavoratori che saranno impegnati per la raccolta e pulizia relativa allo sfalcio e alla sramatura che si andranno a realizzare. Ci sarà inoltre un mezzo Acta dotato di vasca per la raccolta dei rifiuti, un camion per la riparazione delle buche stradali, un mezzo con un addetto al ripristino delle pubblica illuminazione, una pattuglia della Polizia locale. Nel corso dei lavori la squadra interpellerà i frontisti delle diverse strade interessate, in merito alle rispetto delle disposizioni per quanto attiene alla manutenzione e alla pulizia delle aree di propria competenza. Disporremo il cambio di tutte le telecamere che controllano le aree nelle quali si conferiscono i rifiuti, con dispositivi ad alta risoluzione, in grado oltre che di leggere la targa dei veicoli, anche nelle ore notturne, di individuare con precisione i trasgressori attraverso un software di riconoscimento facciale. Insomma il massimo impegno possibile perché riteniamo che i cittadini delle nostre Contrade, per troppo tempo considerati di serie ‘B’, debbano tornare a vedersi garantiti tutti i diritti”. Per l’assessore Galella “l’impegno massimo sarà profuso per garantire quella pulizia e quell’ordine che i potentini meritano, andando a sanzionare a termini di legge, grazie al lavoro svolto con grande professionalità e abnegazione della Polizia locale, tutti quei comportamenti irresponsabili e incivili che vanificano gli sforzi e il rispetto delle norme che la stragrande maggioranza dei cittadini del capoluogo dimostra quotidianamente”. Anche l’assessore Picerno, dal canto suo, ha garantito “ogni sforzo affinché le diverse criticità che si registrano sul territorio rurale e periurbano di Potenza, per quanto attiene alle manutenzioni, possano trovare risposte concrete e adeguate”. “Uno dei motivi principali per i quali è stato disposto l’acquisto di un camion dotato di un dispositivo in grado di sanare le anomalie stradali, buche, fessurazioni e avvallamenti – ha spiegato l’assessore Pernice – è stato quello di intervenire in maniera pronta e risolutiva su quelle situazioni a causa delle quali la viabilità veicolare o pedonale risultasse difficoltosa. Lo useremo per questa iniziativa e i cittadini potranno apprezzarne l’efficacia”. L’Amministratore unico Naborre si è soffermato sul focus del proprio agire nel ruolo appena affidatogli alla guida di Acta, evidenziando la volontà di puntare molto su un lavoro di pulizia e decoro cittadino. A chiudere il referente del Consorzio di Bonifica che ha avuto modo di sottolineare come per ogni intervento parteciperanno dai 10 ai 15 lavoratori, divisi tre ex operai forestali e operatori percettori del reddito minimo d’inserimento.

 22 total views,  22 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Emergenza Covid-19, aggiornamento del 3 settembre (dati 2 settembre) processati 816 risultati positivi 15 

Gio, 03/09/2020 - 14:29
La task force regionale comunica che ieri, 2 settembre, sono stati processati 816 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 15 sono risultati positivi. Le positività riguardano: 1 cittadino residente a Garaguso; 2 residenti a Matera, 2 residenti a Policoro e 10 persone di nazionalità estera in isolamento in una struttura dedicata. Con questo aggiornamento i lucani positivi sono 36 di cui 33 in isolamento domiciliare. Attualmente sono 3 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: una nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza, mentre al ‘Madonna delle Grazie’ un paziente si trova nel reparto di Malattie infettive e l’altro in quello di Terapia intensiva. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 376 guariti; 1 persona residente nella regione Lazio ed in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Umbria in isolamento in Basilicata; 5 persone residenti in comuni della Toscana e in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Emilia Romagna e in isolamento Basilicata; 1 cittadino residente in Puglia e ricoverato al ‘Madonna delle Grazie’ di Matera; 10 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata; 33 cittadini stranieri in isolamento in Basilicata in una struttura dedicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 58.050 tamponi, di cui 57.476 risultati negativi.

 17 total views,  17 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Cupparo, sul petrolio non accettiamo lezioni e tanto meno dalla Cgil

Mer, 02/09/2020 - 17:54

“Sull’attuale fase di gestione della complessa ‘partita petrolio’ la Giunta non accetta lezioni e tanto meno dalla Cgil che dimostra una grave confusione mentale,  ignorando persino i fatti reali e le azioni del Governo regionale, mista ad una visione saccente e solitaria”. E’ quanto afferma l’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo che “a testimonianza dell’impegno della Giunta a risolvere i problemi, a differenza di chi fa solo strumentale polemica” annuncia la convocazione di due incontri, il 9 settembre prossimo per fare il punto sul Programma Tempa Rossa (Total) e il 10 sulle problematiche Cova Viggiano (Eni). “In particolare le rilevanti questioni registrate da un po’ di tempo, resesi particolarmente preoccupanti negli ultimi giorni, circa la questione petrolio nel Cova, per quella che riteniamo sia la strumentale riduzione del numero dei lavoratori occupati e del mancato rinnovo di commesse alle aziende contrattualizzate con Eni – dice l’assessore – ci inducono a rendere esplicite le posizioni di ogni attore interessato. Questo significa che sia per Eni che per Total insieme ai dirigenti delle compagnie petrolifere abbiamo convocato al tavolo Cgil, Cisl, Uil, i sindaci dei comprensori petroliferi, le imprese contrattualizzate. È dunque indispensabile fare chiarezza, una volta per tutte, su responsabilità individuali e quindi su chi deve fare cosa chiedendo innanzitutto a istituzioni locali, forze sociali e imprenditoriali, politica di convergere sul rinnovo delle concessioni diventato di fatto un ostacolo lungo il nostro cammino. E’ il caso, in proposito – aggiunge Cupparo – di ricordare al segretario della Cgil Summa che le concessioni sono materia di competenza del Governo e non della Regione che, a differenza della Cgil, ha idee molto chiare sul negoziato con Eni e sulla fase no oil. Piuttosto il sospetto che ci agita e che va velocemente fugato è che Eni utilizzi il rinvio delle concessioni come alibi per sospendere i propri programmi di attività. Sia chiaro: è un sospetto a cui non voglio credere ma che tante aziende dell’indotto mi riferiscono insieme alla situazione di fine lavoro per conto dell’Eni. Quanto invece all’atteggiamento della Giunta, non dovrebbe essere un mistero e nemmeno per la Cgil, la volontà più volte esternata dal Presidente Bardi di chiudere l’intesa con Eni a due condizioni discriminanti: destinare un decimo del gas prodotto dai pozzi in Val d’Agri (circa 1,4 miliardi di metri cubi) alle famiglie lucane; ottenere investimenti consistenti per il no oil e quindi realizzare il futuro del dopo petrolio. Si tratta della stessa strada intrapresa con Total, come dimostra il programma di investimenti per la costruzione di droni sul quale abbiamo già avviato il confronto con Confindustria e Confapi. Altro che mancanza di piano industriale a cui fa riferimento Summa che continua ad essere sostenitore di una tesi quanto meno discutibile: le proposte buone vengono solo dal sindacato. Siamo orgogliosi di essere il Governo regionale non delle piccole cose, come si ostina a ripetere spesso e volentieri il segretario della Cgil, quanto quello del fare che ha segnato una svolta rispetto al passato, alla cosiddetta programmazione di carta. E siamo orgogliosi di essere anche il Governo regionale che non dimentica nessun lavoratore e nessuna azienda dell’indotto petrolio, affrontando a testa alta le tante vertenze. Per noi dunque – conclude Cupparo – se c’è un vuoto è nell’atteggiamento del primo sindacato lucano che preferisce gli slogan alla concertazione di contenuti, salvo poi ad invocarla continuamente, nell’abitudine consolidata nel recente passato, quella degli incontri formali”.

 

 10 total views,  10 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Emergenza Covid-19, aggiornamento del 2 settembre (dati 1° settembre) processati 585 POSITIVI 2

Mer, 02/09/2020 - 15:05

La task force regionale comunica che ieri, 1° settembre, sono stati processati 585 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 2 sono risultati positivi.

Le positività riguardano: 1 persona residente a Barile; 1 persona residente a Potenza in isolamento nel Lazio.
Con questo aggiornamento i lucani positivi sono 31 (ieri erano 29 a cui si aggiungono le 2 nuove persone positive).
Attualmente sono 2 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: una nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza e l’altra nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera.
I lucani in isolamento domiciliare sono 29.
Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 376 guariti; 1 persona residente nella regione Lazio ed in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Umbria in isolamento in Basilicata; 5 persone residenti in comuni della Toscana e in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Emilia Romagna e in isolamento Basilicata; 1 cittadino residente in Puglia e ricoverato al ‘Madonna delle Grazie’ di Matera; 10 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata; 23 cittadini stranieri in isolamento in Basilicata in una struttura dedicata; 1 cittadino residente in Basilicata in isolamento nel Lazio.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 57.324 tamponi, di cui 56.675 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani 3 settembre, alle ore 12,00.

 6 total views,  6 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:  “Book in Rock to Maratea”,

Mer, 02/09/2020 - 15:03

La Casa Editrice “UniversoSud” e l’Associazione Musicale “La Compagnia dei Lupi” sono liete di annunciare l’evento “Book in Rock to Maratea”, per la presentazione dell’ultimo libro di Gianfranco Blasi “My Generation”. L’evento si svolgerà sabato 5 settembre presso l’Hotel “Pianeta Maratea”, nella splendida location a ridosso della statua del Cristo Redentore della “Perla del Tirreno”. Start ore 18,00.

La manifestazione, come nello spirito degli ideatori di “Book in rock”, si svilupperà in due tappe. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Maratea, Daniele Stoppellidell’assessore alla cultura del Comune di Potenza, Stefania D’Ottavio e del ceo di UniversoSud Antonio Candela, la prima parte sarà dedicata ad una breve presentazione della nuova legislazione italiana sul diritto d’autore a seguito delle direttive europee da poco introdotte sul tema. Alla discussione parteciperanno, Antonio Colangelo, presidente del Consorzio Tern sulle nuove tecnologie, lo scrittore Gianfranco Blasi, il senatore Gianni Pittella, che è il relatore a Palazzo Madama del provvedimento sul nuovo diritto d’autore e Giulio Rapetti, Mogol, in qualità di presidente della Siae. Giulio Rapetti si è speso con energia e generosità per sostenere gli autori, in questa fase in cui il digitale ed i grandi player di Internet, hanno cambiato la fruizione della musica e dei libri.

Nella seconda parte della serata, dopo un coffee break, avrà inizio lo spettacolo vero e proprio, con la lettura di frammenti del libro di Gianfranco Blasi, My Generation, commentati da Rosario Angelo Avigliano e declamati da Annamaria Molinari. Ricordiamo che il libro sta ricevendo un ottimo riscontro sia nel dibattito e nei commenti sui social che nelle vendite on line e in libreria. A seguire il concerto pop – rock della Compagnia dei Lupi.

My Generation è una raccolta di 18 racconti sull’amore, in tutte le sue declinazioni, ambientati nelle diverse stagioni dell’anno. I mesi vengono snocciolati dall’autore uno ad uno a creare le atmosfere dei racconti, ognuno dei quali ha a tema una canzone della generazione dello stesso autore. Da De Andrè a De Gregori, da Guccini ai Nomadi, da Pino Daniele a Jovanotti, fino a Pino Mango e a Claudio Baglioni. Ma nel libro c’è soprattutto tanto Mogol – Battisti. Il clou della serata sarà proprio un omaggio che la Compagnia dei Lupi e Gianfranco Blasi renderanno a Mogol. Blasi dialogherà con lui su quel periodo storico così ricco di sogni e fecondo di capolavori musicali che il duo Battisti – Mogol ha reso indimenticabile. Il concerto della Compagnia dei Lupi avrà a tema alcune delle canzoni che compongono la playlist del libro oltre a brani del repertorio del Gruppo.

La serata sarà condotta dalla giornalista lucana Gherarda Cerone e si concluderà con un brindisi a bordo piscina sotto le stelle di Maratea.

 6 total views,  6 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: OPERAZIONE CONTRADE

Mer, 02/09/2020 - 14:49

Nella Sala dell’Arco del Palazzo di Città, sede municipale di piazza Matteotti, la conferenza stampa ‘Operazione Contrade’. Presenti il sindaco Mario Guarente, gli assessori alle Manutenzioni, all’Ambiente e alla Viabilità, rispettivamente Fernando Picerno, Alessandro Galella e Giuseppe Pernice e l’amministratore unico di Acta, Camillo Naborre.

 11 total views,  11 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: SCUOLA, DIFFERITA L’APERTURA 24 SETTEMBRE

Mer, 02/09/2020 - 14:36

La decisione presa al termine di un incontro in Regione  

La Giunta regionale di Basilicata ha approvato oggi il differimento dell’apertura delle scuole dal 14 al 24 settembre. La decisione è stata presa dopo un incontro con la direzione regionale scolastica, i sindacati e rappresentanti dei dirigenti scolatici che hanno concordato sulla nuova data.

“Stiamo operando in sintonia con altre Regioni italiane che si stanno muovendo nella stessa direzione – ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi- per garantire a tutto il mondo scolastico i migliori livelli di sicurezza possibili.  I sindacati hanno condiviso il nostro orientamento che recepisce alcune loro indicazioni e con loro, sono convinto, porteremo avanti un programma efficiente. La scuola – ha continuato Bardi – è un mondo che ci sta particolarmente a cuore, perché la cultura dei nostri figli è un investimento per il futuro della nostra terra. Abbiamo il dovere nei confronti dei genitori di operare per la sicurezza dei figli e nei confronti del mondo della scuola di offrire il massimo supporto possibile perché non ci siano criticità”.

Nel corso dell’incontro è intervenuta Claudia Datena, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, che ha evidenziato lo sforzo profuso durante tutto il periodo estivo per il miglioramento degli spazi. “Il quadro complessivo – ha detto- non è preoccupante, ma molti lavori non sono ancora conclusi. I banchi dovrebbero essere consegnati ad ottobre, per l’organico stiamo confermando le richieste di fabbisogno. Stiamo, infine, definendo con la task force regionale anche le attività per l’effettuazione dei test sierologici”.

L’assessore alla Salute Rocco Leone ha ribadito, dal canto suo, che dall’apertura delle scuole partirà una prima campagna che prevede l’effettuazione di 15.600 tamponi al personale scolastico. “Le Unità Speciali di Continuità Assistenziale – ha detto – saranno il collegamento tra sistema scolastico e sistema sanitario regionale, a partire dalle attività di monitoraggio dell’epidemia”.

L’assessore alla formazione Francesco Cupparo ha fatto invece il punto, sulle serrate interlocuzioni con il Ministero per l’invio dei banchi e sulle criticità segnalate dai direttori didattici in alcuni comuni tra cui Melfi, Policoro, Pisticci, Sant’Angelo Le Fratte e Matera.  “Stiamo lavorando – ha specificato – per vincolare i 6 milioni di royalty destinate alla scuola all’acquisto di attrezzature utili a implementare azioni anti Covid”.

Sui trasporti per gli studenti è intervenuta l’assessore Donatella Merra che ha illustrato gli esiti dell’ultima Conferenza unificata delle Regioni nella quale il ministero ha fatto sapere che consentirà una capienza degli autobus all’80 per cento. “Per il restante 20% – ha specificato Merra – il Governo ha promesso 200 milioni, a valere sulla prossima finanziaria del 2021.Nel 2020 saranno svincolati 400 milioni del Fondo mancato introiti da distribuire alle Regioni come risorse aggiuntive per il potenziamento del trasporto. Con l’Ufficio scolastico regionale – ha concluso Merra – stiamo ragionando su ipotesi di didattica a distanza nel caso non dovessimo ottenere finanziamenti aggiuntivi per il trasporto”.

“Da mesi – ha concluso Bardi – in sede di Conferenza delle Regioni stiamo valutando le migliori soluzioni possibili. Le conclusioni a cui siamo giunti rappresentano il modo ottimale per la ripartenza delle scuole. La Regione terrà aperto questo confronto, disponibile ad aggiornamenti in corso d’opera. L’aspetto sanitario resta fondamentale, per cui in presenza di sintomatici o positivi valuteremo se rafforzare le azioni”.

 28 total views,  28 views today

Categorie: Notizie Basilicata

NOVA SIRI: A Nova Siri la kermesse “Atelier della Parola”

Mer, 02/09/2020 - 08:38

Formazione residenziale per insegnanti, poeti e appassionati a Nova Siri dal 4 al 6 settembre

  Ospiti Davide Rondoni, Gennaro Nunziante, Bruno Mastroianni, Marco Campione e Rosanna Scopelliti

Un nuovo concept per la formazione dei docenti, intesa come convivenza culturale e dialogo creativo. Non solo insegnanti però: Atelier della Parola è una kermesse aperta ad appassionati, poeti, artisti e studenti. Al centro c’è la Parola, osservata da tante prospettive, maneggiata da tanti suoi diversi “artigiani” per diversi usi e prodotti.

L’idea è quella della cultura come convivenza: tre giorni per respirare insieme cultura in luoghi belli, riposarsi e nel contempo formarsi.

Nell’ambito della rassegna Atelier delle Arti, promossa già negli anni scorsi dal poeta Davide Rondoni, nasce l’iniziativa in programma dal 4 al 6 settembre a Nova Siri (costa jonica lucana, in provincia di Matera) presso il villaggio turistico Akiris.

All’Atelier della Parola si potrà incontrare gente che maneggia parole per la poesia, come il poeta Davide Rondoni, direttore del seminario; o per il cinema, come Gennaro Nunziante, regista e sceneggiatore della gran parte dei film di Checco Zalone e autore delle trasmissioni televisive del duo Totu e Tata; o Bruno Mastroianni, filosofo della comunicazione ed esperto di disputa e public speaking.

Focus importante sulla parola nella prospettiva della comunicazione dei valori con Rosanna Scopelliti, ex parlamentare e presidente dell’omonima Fondazione dedicata alla memoria del compianto magistrato calabrese ucciso dalle mafie. Ci sarà spazio anche per il tema dell’insegnamento e dell’autonomia, con l’esperto di politiche scolastiche Marco Campione e curatore del libro “Liberare la Scuola. Vent’anni di scuole autonome”, che metterà a fuoco la parola “libertà”. Spazio alla parola in relazione al diritto e alla legge con Vincenzo Lorubbio dell’Università del Salento.

Assieme ai relatori anche giovani artisti che si esibiranno non solo nella performance, ma anche nel racconto dell’atto creativo. Tra questi il collettivo di artisti illustratori Team Art, i musicisti Alessandro Depalma, Davide Torraco e MadLoco, i danzatori Aurora Costanza e Carlo Modena.

Moderatori degli incontri saranno gli insegnanti Susy Benevento, Andrea Borraccia, Michele Borraccia e Pino Suriano.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della kermesse nazionale Ateliers delle Arti, promossa da Centro Asteria e Fondazione Claudi. Gli insegnanti partecipanti otterranno un attestato di formazione rilasciat

o dal Centro Asteria, ente formativo riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. Sarà possibile pagare con Carta del Docente e 18App e si potrà chiedere il permesso per attività formative, pur trattandosi di attività che si svolgeranno dal pomeriggio di venerdì fino a domenica.

Quello di Nova Siri, organizzato dall’associazione In Cammino, è uno dei quattro atelier programmati in altre parti d’Italia.

Tutte le informazioni per le iscrizioni sono pubblicate sul sito del Centro Asteria alla seguente pagina: https://www.centroasteria.it/ateliers-delle-arti/. Per info si può scrivere alla segreteria organizzativa andreaborraccia80@gmail.com.

Per l’iniziativa l’artista Mario Battafarano ha realizzato una scultura intitolata “Germoglio”. “L’opera – ha scritto il critico d’arte Maria De Lorenzo – reca in sé un concetto puro e nobile, ovvero quello di essere un germoglio della parola. Un seme che, una volta piantato, potrà dar vita a una distesa di cultura e sapienza”.

PROGRAMMA (in fase di de

finizione)

VENERDI’ 4 SETTEMBRE

Mattinate: visita guidata o riposo al mare

17:00 Accoglienza e introduzione al percorso

18.00 Davide Rondoni – Parola che annuncia: la poesia.

19.30 Vincenzo Lorubbio – Parola che regola: la legge.

22.30 “Noi, il ritmo” – Parola e movimento. Performance di danza e poesia

con Davide Rondoni e gli artisti Alessandro Depalma, Aurora Costanza,

Carlo Modena, Davide Torraco

SABATO 5 SETTEMBRE

Mattinate: visita guidata con esperti o riposo al mare

17.00 Gennaro Nunziante – Parola che di-verte: il cinema e la tv

18.30 Rosanna Scopelliti – Parola che smuove: le parole dell’impegno.

19.15 Marco Campione – Parola che in-segna: scuola e autonomia

22.30 MadLoco- Parola e musica. Performance e racconto dell’esperienza creativa

DOMENICA 6 SETTEMBRE

15.30 Parola fatta a mano – Laboratorio d’arte con Team Art.

18.30 Bruno Mastroianni – Parola che trasforma: la disputa e la rivoluzione

del “paroletariato”

19.30 Sintesi conclusiva

 6 total views,  6 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine