Notizie Basilicata

Fidas Basilicata, al via campagna donazioni periodo estivo

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 17:07
“Prima di partire per le meritate vacanze, dona!” Questo l’appello che Fidas Basilicata rivolge ai donatori, attraverso una campagna sui social media, che ogni anno puntualmente non fanno mai mancare il loro apporto ai Centri Trasfusionali anche in momenti critici come possono essere i mesi di luglio e agosto. “Una campagna di promozione estiva e di appuntamenti delle diverse sezioni su tutto il territorio regionale – è specificato in una nota dell’ufficio stampa della Fidas Basilicata - per mantenere stretto il rapporto tra i volontari e l’attività associativa. L’esperienza degli anni passati dimostra che questo periodo dell’anno è molto delicato, sia per le richieste straordinarie degli ospedali, sia per il calo fisiologico delle raccolte dovute al caldo. “Per questo non bisogna mai abbassare la guardia e cercare di mantenere un ottimo livello di autosufficienza”, ha spiegato Pancrazio Toscano, Presidente Fidas Basilicata. “Ringrazio ancora una volta - ha aggiunto - tutti i donatori e i volontari della Basilicata per il sostegno nella raccolta. Donare non è solo un gesto civico, ma un segno di responsabilità nei confronti del prossimo”. È possibile donare nelle sezioni Fidas “nelle giornate programmate e tutti gli altri giorni dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12 nei centri trasfusionali della regione”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera conferenza-spettacolo su balena fossile “Giuliana”

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 16:46
Caso di studio per i paleontologi di tutto il mondo, al centro di dibattito nella città dei Sassi dove i cittadini ne sollecitano una valorizzazione, Giuliana la balena fossile di Matera sarà la protagonista di una conferenza/spettacolo del giornalista, scrittore e fotografo Alberto Luca Recchi. A Casa Cava, l’auditorium ipogeo scavato nella calcarenite che tanti fossili ha imprigionato, mercoledì 10 luglio con inizio alle 19:30 e ingresso libero, il giornalista e fotografo che racconta gli Oceani farà rivivere Giuliana. Lo si apprende da una nota degli organizzatori. Con il rigore del giornalista e divulgatore scientifico, Alberto Luca Recchi illustrerà i più recenti studi pubblicati dai Dipartimenti di Scienze della Terra dell’Università di Pisa, di Scienze biologiche, geologiche e ambientali dell’Università di Catania e dl Directorate Earth and History of Life, Royal Belgium Institute of Natural Sciences di Bruxelles sulla balena fossile di Matera. L’enorme misticeto del Pleistocene, il cui scheletro fossile è stato trovato nel 2006 sulle sponde della diga di San Giuliano, permette di ridisegnare l’evoluzione del gigantismo delle balene, avvenuta in modo graduale a partire da oltre 10 milioni di anni fa, e non negli ultimi 2-3 milioni di anni come ritenuto in precedenza. Il racconto di Recchi si gioverà di immagini e dei contributi artistici della pianista Loredana Paolicelli, che interpreterà alcune sue composizioni originali ispirate all’acqua: Oceano, Creation, Le memorie della fontana e Agua e Arabesque di Claude Debussy, e dell’interpretazione dell’attrice Luciana Paolicelli che leggerà i testi Com'è profondo il mare, La balenottera spiaggiata e La casa di Giuliana, scritti per questa serata da Mari Caporale. “Ho costruito il mio intervento dopo aver avuto un interessante confronto con Giovanni Bianucci, paleontologo del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa che ha fatto parte del gruppo di ricerca che ha condotto gli scavi a Matera ed è fra gli autori dello studio - spiega Alberto Luca Recchi - la serata sarà anche l’occasione per scoprire le meravigliose creature che abitano oggi gli Oceani. Mostrerò alcuni miei scatti, fotografie di incontri con le creature marine e proverò a trasmettere la mia passione per questo ecosistema che non tuteliamo abbastanza”. C’era una volta il mare… a Matera ha attenuto il patrocinio del Comune di Matera e della Fondazione Matera - Basilicata 2019.


Categorie: Notizie Basilicata

Matera vista dalla luna, le iniziative dal 15 al 24 luglio

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 16:29
Era il 16 luglio del 1969, ore 9.32 ora locale. In quel momento esatto al John F. Kennedy Space Center, a Cape Canaveral, in Florida, una voce terminò il count down dando il via al lancio della navicella spaziale Apollo 11 che avrebbe portato, per la prima volta nella storia dell’umanità, due uomini sulla luna, Neil Armstrong e Buzz Aldrin. Era il 20 luglio del 1969, ore 22:18 e 04 secondi (ora italiana), quando, sotto gli occhi di tutto il mondo, la navicella spaziale si posò sul suolo lunare. Sei ore dopo, alle 04.56 ora italiana, Armstrong poggiò il suo piede sulla luna, “Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l’umanità”. La missione terminò il 24 luglio, con l'ammaraggio nell'Oceano Pacifico. Quella voce del count down che rimbalzò in tutto il mondo era di un lucano, Rocco Petrone, figlio di emigrati da Sasso di Castalda (provincia di Potenza). Un figlio della Basilicata che seppe affrontare con coraggio tutte le sfide che la vita gli presentò davanti fino a diventare il capo di quella missione spaziale della Nasa che avrebbe segnato la storia dell’umanità. Per celebrare i 50 anni del primo uomo sulla Luna e per ricordare un grande figlio della Basilicata e dell’Italia, Matera, capitale europea della cultura 2019, sede, fra l’altro, del prestigioso Centro di geodesia spaziale, ha organizzato una ricca settimana di eventi che inizieranno proprio alle ore 19.32 del 16 luglio e termineranno la sera del 24 luglio. Lo annuncia in una nota l’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019. “Matera vista dalla luna” è il progetto che colleziona in 10 giorni spettacoli, presentazioni di libri, proiezioni di film, anteprime assolute, allestimenti della città sul tema della luna e grandi appuntamenti musicali alla Cava del Sole. L’anteprima del programma “Matera vista dalla Luna” si terrà lunedì 15 luglio alle ore 18.30 presso Cava Paradiso con “Nanogagliato Festival incontra Matera 2019”: gli scienziati dell’accademia promossa da Mauro Ferrari, dialogheranno con il pubblico sul mondo delle scienze, delle nanotecnologie e dello spazio. In tale occasione, sarà possibile effettuare la visita guidata della mostra “Visione Unica” di Studio Formafantasma, all’interno del progetto IDEA, e aperitivo a seguire (incontro con Passaporto per Matera 2019 senza prenotazione). Alle ore 21, proiezione del film “THE FIRST MAN” di Damien Chazelle (2018) dedicato alla figura di Neil Armstrong, presso il Centro Visite Jazzo Gattini (ingresso con Passaporto per Matera 2019 fino a esaurimento posti). Il 16 luglio, alle ore 10 al Giardino dei MOMenti - Piazza Semeria, si terrà “Esperimenti Lunari, il laboratorio per giovani scienziati a cura della Junior Academy Gagliato Nanoscienze, dove sarà possibile svolgere una serie di esperimenti, dalle fasi lunari al ruolo della nanoscienza nello spazio. La manifestazione si sposterà poi alle ore 18 a Sasso di Castalda, Capitale per un Giorno. “Una Capitale al Chiaro di Luna” proporrà un ricco programma dedicato a Rocco Petrone: verrà intitolata una piazza del paese, presentata la nuova edizione del libro di Renato Cantore “Dalla Terra alla Luna. Rocco Petrone, l'italiano dell'Apollo 11” (Rubbettino editore). Alle ore 21 verrà proiettato il film “Luna Italiana”, con alcune scene inedite di Petrone e del suo rapporto con il suo paese d’origine. Sempre il 16 luglio, a Matera, alle ore 21.30 circa, verranno inaugurati gli allestimenti urbani di “Matera Vista dalla Luna”, attraverso un percorso urbano per le vie del centro in collaborazione con i commercianti di Matera, Il percorso “Missione nello spazio urbano” si snoderà da Piazza San Giovanni a Piazza San Francesco, per poi allunare in Piazzetta Pascoli, Durante la sfilata verranno accese le 3 grandi lune, accompagnate da musico-astronauti-stroryteller, proiezioni, dolcezze lunari. Il primo grande appuntamento con il programma si terrà il 17 luglio, alle 19, Luna Italiana, sulla terrazza di Palazzo Lanfranchi, un evento interamente dedicato alla figura e al ruolo di Rocco Petrone, una storia che coniuga emigrazione e sogno americano (ingresso con Passaporto per Matera 2019 fino a esaurimento posti).
La serata sarà aperta dalla presentazione della nuova edizione del libro di Renato Cantore. Subito dopo, in anteprima assoluta, verrà proiettato il film “Luna italiana. Rocco Petrone e il viaggio dell’Apollo 11”. A 50 anni dall’allunaggio un documentario prodotto dall’Istituto Luce-Cinecittà per A+E Networks Italia con il patrocinio di Agenzia Spaziale Italiana in collaborazione con NASA e diretto da Marco Spagnoli. Il documentario andrà poi in onda il 18 luglio alle 22.40 su History, canale 407 di Sky. Sempre il 17, ma alle ore 18, in piazzetta della Cittadinanza Attiva, si terrà “Infinito e la luna nelle visioni poetiche di Giacomo Leopardi”: incontro con il poeta e scrittore Davide Rondoni in occasione della presentazione del suo ultimo libro “E come il vento. L'Infinito, lo strano bacio del poeta al mondo” a 200 anni dal componimento Il 18 luglio, alle ore 21, nella Cava del Sole (ingresso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione, apertura dei cancelli ore 19:30. Non sarà possibile raggiungere il luogo dell’evento con i propri mezzi. Sarà attivo servizio navette straordinario Matera Centro-Cava del Sole), si terrà uno dei grandi eventi di Matera 2019, la performance multimediale “Apollo Soundtrack” con cui si vuole celebrare proprio a Matera il progresso scientifico delle esplorazioni spaziali dopo 50 anni da quell’evento straordinario. Il momento clou sarà l’esecuzione della performance multimediale scritta da Brian Eno, Roger Eno e Daniel Lanois, eseguita per la prima volta fuori dal Regno Unito dalla band britannica Icebreaker, con B.J. Cole, Roger Eno e con la partecipazione straordinaria della violoncellista islandese, Gyda Valtysdottir. Nello splendido spazio all’aperto di Cava del Sole, il pubblico sperimenterà l’emozione e il mistero della Missione Apollo 11 con una sinestesia tra stimolazione visiva e suono spaziale. Lo spettacolo riproporrà ingrandimenti delle immagini NASA del giorno che sancì l’inizio di una nuova era e contenuti generati da Leonardo, sponsor esclusivo dell’evento, con immagini della terra provenienti dallo spazio. Sempre il 18 luglio, alle ore 18.30, presso Ipogei di San Francesco, presentazione libro per ragazzi “Di luna in luna. Storia di un’esplorazione che è appena iniziata” di Stefano Sandrelli edito da Feltrinelli. Due le iniziative in programma il 19 luglio. Alle ore 18 “Costellazione, Il cielo in una stanza”, in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Brera. L'opera d'arte real-virtuale, collettiva, unitaria e permanente nata da ExpoMilano2015, abbraccia Matera Capitale Europea della Cultura 2019, presso Giardino dell’Angelo, via Sant’Angelo 68, Matera. Mentre alle 21, a Cava del Sole, tappa materana del “8 Tour” dei Subsonica (Ingresso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione, apertura dei cancelli ore 19:30. Non sarà possibile raggiungere il luogo dell’evento con i propri mezzi. Sarà attivo servizio navette straordinario Matera Centro-Cava del Sole). Un numero simbolico e denso di significati, tanto quanto i loro dischi in studio e l’immagine dell’infinito nella nostra memoria. Una miscela di musica spaziale ed elettronica che da oltre venti anni stupisce il pubblico immergendolo in una collisione di spazio tempo fatto di ritmica, amore, sudore, introspezione. Una notte e una celebrazione che vivranno nell’input di un “microchip emozionale” pronto ad esplodere in una polvere di musica e stelle. Per sognare la luna ballando dalla terra. Il 20 luglio si terrà l’evento “The Sound of the Spirit” coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019, Ateneo Musica Basilicata (progetto Suoni di Pietra-MaterArmoniae) e Lams (progetto Voices of the Spirit), che si svilupperà in due momenti. Un omaggio alla vocalità nella sua accezione spirituale, attraverso una visione caleidoscopica di varie culture, sfiorando quella siriana e quella russa grazie alla presenza di artisti del calibro di Mirna Kassis ensemble, Sajncho Namčylak & Actores Alidos, Caterina Pontrandolfo e Nina Nikolina (grazie alla preziosa collaborazione con Plovdiv), nel concerto “Anima Mundi” (ore 19:00 Piazza San Giovanni, ingresso libero senza passaporto). A seguire, esecuzione in prima mondiale della "Missa Vox Dei" per Coro e Orchestra composta per l'occasione dal M° Nicola Campogrande (ore 21:00 e replica alle ore 22.15, Ex Ospedale di San Rocco, ingresso con Passaporto per Matera 2019 con prenotazione). Sempre il 20 luglio si terrà, per la prima volta a Matera, il “Matera Heroes Pride, dalla vergogna all’orgoglio”. Al festeggiamento dei 50 anni dai primi moti di Stonewall che hanno aperto la strada alle manifestazioni mondiali per la richiesta di uguali diritti per le persone LGBT si unisce quello per i 50 anni della prima conquista della Luna attraverso il meraviglioso senso che li lega. Legato all’idea del viaggio come opportunità di nuove conoscenze e nuove scoperte il 21 luglio, alle 19.30, farà tappa a Matera, negli spazi antistanti la stazione ferroviaria di La Martella “Aware. La Nave degli incanti” (accesso con Passaporto per Matera 2019 con prenotazione). La Nave degli Incanti è il viaggio in cinque tappe di Sofia, una bambina che non vuole dormire, e di un pesce smarrito, a bordo di una Nave che attraversa i paesaggi, le comunità e le storie di una terra piena di mistero e meraviglia. Andare via per ritornare. Allontanarsi dall'isola per iniziare a guardarla davvero, e riscoprirla diversa. Il viaggio del pesciolino rosso giunge alla sua svolta cruciale e quello di Sofia e della Nave continua. AWARE - La Nave degli Incanti è un progetto co-prodotto dalla compagnia teatrale Gommalacca Teatro e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019. Il 22 luglio, alle ore 19 presso Cava Paradiso, visite guidate alla mostra “Visione Unica” di Studio Formafantasma all’interno del progetto IDEA (con passaporto senza prenotazione). Alle ore 21.30 presso Centro Visite Jazzo Gattini (ingresso con Passaporto per Matera 2019 fino a esaurimento posti) ci sarà la proiezione del film MOON di Duncan Jones (2009). Il programma di “Matera vista dalla Luna” si chiuderà il 24 luglio con un grande concerto sinfonico nella Cava del Sole (ingresso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione). Sul palco salirà l’orchestra sinfonica nazionale della Rai diretta da James Conlon che presenterà un programma denominato “Sinfonia per l’Europa”. Un concerto sotto le stelle e sotto la luna per chiudere una ricca settimana di eventi. Molte, poi, le iniziative collaterali. Dal 20 al 28 luglio la stazione di Ferrandina verrà totalmente trasformata grazie a un intervento di Urban Art curato da Ironmound & Gods in Love e da Andrea Nolè & Rub Candy , artisti selezionati dalla MoMart Gallery. Inoltre, in un’apposita postazione realizzata da Matera 2019 si alterneranno, dal 16 al 21 luglio radio lucane che sonorizzeranno la città con musica e notizie legate alla luna. Infine, dal 20 al 29 luglio, “Costellazione. Il cielo in una stanza”, laboratorio di arte contemporanea in collaborazione con l’Accademia di belle arti di Brera-Milano per la creazione di una mappa celeste, realizzata dai cittadini permanenti e temporanei della città: ogni tessera conterrà l’icona di sogni, ricordi, speranze ed emozioni. Il laboratorio aperto a tutti si svolgerà dal 20 29 LUGLIO 2019 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00. “Matera vista dalla Luna” è organizzata dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 in collaborazione con il Polo museale della Basilicata e il Comune di Matera.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Gemellaggio tra i comuni di San Severino Lucano e Amendolara

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 15:36
Sarà suggellato con la firma dei due sindaci un gemellaggio istituzionale fra i comuni di San Severino Lucano e Amendolara nel corso di una manifestazione che si terrà mercoledì al Palafrido in località Mezzana. Lo annuncia in una nota il Comune di San severino. Interverranno il sindaco del comune lucano, Franco Fiore ed il primo cittadino di Amendolara, Salvatore Antonio Ciminelli. “L’emigrazione - è scritto nel comunicato - ha portato un gran numero di sanseverinesi negli anni addietro a stabilirsi ad Amendolara, i legami familiari continuano ad unire le due popolazioni e così gli amministratori hanno pensato di allacciare o riallacciare o meglio consentire a queste due comunità di mettersi insieme per cercare di recuperare tutte quelle che sono radici e valori comuni e riannodare i fili di questi legami forti che ancora oggi si vivono. “Abbiamo il dovere - dice il sindaco Fiore - non solo di mantenere vivo il legame che ci unisce ma anche di riscoprire le strade comuni e le tradizioni comuni. Immaginiamo di creare anelli di collegamento per accrescere scambi e percorsi turistici. La scelta della data della firma non è causale: è nella settimana al centro tra la festa della Madonna di Pollino venerata dalle due popolazioni e quella di San Vincenzo Ferreri patrono di entrambe le comunità parrocchiali. L’appuntamento per la firma ufficiale degli atti è alle ore 18”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera domani laboratorio accessibilità categorie deboli

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 15:26
Il Comune di Matera, nell’ambito delle attività per Matera 2019, sta attuando un programma per migliorare l’accessibilità e la fruizione della città da parte di abitanti e turisti. Il programma- si legge in una nota del Comune - si compone di interventi diversi, alcuni già avviati altri in corso di attivazione. Anche il Cnr, che affianca il Comune per le azioni di Matera Digitale e per l’attivazione dell’Hub per la ricerca e l’innovazione tecnologica di San Rocco, sta lavorando a livello nazionale ad una serie di sperimentazioni coordinate e soluzioni tecnologiche d’avanguardia per il miglioramento dell’accessibilità e del benessere urbano. Proprio con questa prospettiva di collaborazione, Comune e CNR intendono fare sistema in particolare nella fase di conoscenza dei fabbisogni del territorio e per la costruzione di un “Abaco degli interventi” compatibili per rendere accessibile la città alle categorie deboli attraverso soluzioni tecnologiche innovative. A tal fine risulta fondamentale attivare un processo partecipato e condiviso con la comunità locale e con le realtà che si occupano quotidianamente di disabilità attraverso l’organizzazione di Laboratori territoriali con amministratori, stakeholder, utenti e ricercatori per individuare desiderata, casi di studio e ostacoli/limiti all’accessibilità tipizzati per categorie sociali/deboli. Il primo di tali laboratori si terrà domani dalle ore 15 nella sala Mandela del Comune di Matera e coinvolgerà, in qualità di stakeholder, le associazioni che si occupano di disabilità a Matera.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Direttore Ispettorato Lavoro, Pennesi, su infortuni mortali lavoro

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 15:25
Riceviamo e pubblichiamo la seguente dichiarazione di Stefano Olivieri Pennesi, direttore Ispettorato del Lavoro di Potenza e Matera:

Il Direttore dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, dopo l'ennesimo infortunio mortale occorso in Basilicata, che ha visto perdere la vita il quinto lavoratore in meno di due settimane, nel settore agricolo, intende rappresentare il forte bisogno di una rinnovata azione di "formazione ed informazione" da parte delle Istituzioni preposte alla "tutela del lavoro" in tutte le sue forme.
In tale contesto pur consapevoli dell'elemento imprescindibile della "Alea" si rende al contempo indispensabile fornire, "sinergicamente" con le altre Istituzioni e con le Associazioni di rappresentanza del settore agricolo del territorio quali: Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Uci, ma anche il mondo della Cooperazione, ogni utile supporto al fine di aumentare i gradi di conoscenza e le azioni di salvaguardia della vita umana, in un settore, quale quello agricolo, così fortemente esposto al rischio infortunistico e di malattie professionali.
Per arrivare a tali risultati, per una concreta prevenzione, l'Istituzione Ispettorato Nazionale del Lavoro si rende disponibile alla realizzazione di uno specifico "Protocollo di intesa" da sottoscrivere sotto l'egida della Regione Basilicata e il patrocinio delle Prefetture di Potenza e di Matera, con le suddette Associazioni di categoria, le centrali cooperative e possibilmente coinvolgendo da una parte le due Aziende Sanitarie della Regione, e dall'altra, coinvolgendo l'Inail, già impegnato fattivamente con i programmi del progetto "Ripresa-Rete italiana per la prevenzione della sicurezza in Agricoltura" nonché con i cosiddetti Bandi annuali ISI aventi l'obiettivo di incentivare le imprese per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza per i lavoratori, come pure per l'acquisto di macchinari ed attrezzature maggiormente sicuri, anche per abbattere il rischio infortunistico.
Altro attore Istituzionale, da poter sensibilizzare, dovrebbe essere, sempre a parere del Direttore dell'ITL, l'Università della Basilicata, che potrebbe inserire, nei propri percorsi di studi, degli eventi seminariali sulla sicurezza in agricoltura, per gli studenti dei corsi di laurea pertinenti, quali: Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari, Ambientali; Scienze e Tecnologie Agrarie; ecc.
Si rinnova, pertanto, un accorato invito alla Istituzione Regione Basilicata, nella persona del neo Presidente Bardi e della sua Giunta, affinché si possa realizzare, come detto, un "Protocollo d'Intesa" comune finalizzato ad accrescere i momenti formativi/informativi tesi ad aumentare la consapevolezza e la cultura della prevenzione, in ambito lavoristico, generalmente inteso, da poter diffondere tra i suoi operatori primari, nell'alveo di una azione responsabile della PA nel suo insieme, ottenendo così un argine ai rischi infortunistici sul lavoro a salvaguardia della vita umana, e al contempo anche alle negative ricadute inerenti gli oneri gravanti sulla intera collettività che tali infortuni e malattie professionali producono.
L'Ispettorato Territoriale del Lavoro si pone quindi a disposizione per promuovere e realizzare ogni iniziativa che si riterrà confacente per contrastare al meglio il fenomeno della scarsità di sicurezza ed igiene sul lavoro, in agricoltura e in ogni altro settore, aggravata dalla perdurante presenza del "lavoro nero" che contribuisce ad accrescere i rischi, con un peggioramento, per i lavoratori interessati e non legittimamente tutelati da un regolare contratto di lavoro.

Bas 05

 
Categorie: Notizie Basilicata

Rosa: “Approvato provvedimento per regolarizzazione discariche”

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 15:10
La giunta regionale della Basilicata ha approvato un provvedimento che consentirà la realizzazione di interventi “di chiusura o di adeguamento di discariche”, mettendo a disposizione 5 milioni di euro a valere sul Piano Operativo “Ambiente” del Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2014-2020. Ad annunciarlo, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa. “Nell’ultima seduta della giunta - ha spiegato l’esponente dell’esecutivo lucano - abbiamo approvato uno schema di accordo tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Basilicata per gli interventi di chiusura o adeguamento delle discariche, finalizzati alla risoluzione delle procedure di infrazione comunitaria. Così come per altre questioni - ha proseguito l’assessore Rosa - nelle prime cinque settimane ho ritenuto necessario dare un’accelerata ai programmi più urgenti, tra cui la messa in sicurezza e la chiusura delle discariche al centro di procedure di infrazione. Oggi possiamo procedere alla regolarizzazione di altre quattro discariche: Salandra, con 4 milioni di euro, Potenza, con 400 mila euro, Latronico, con 80 mila euro e Senise con 600 mila euro. Non si tratta – ha proseguito - semplicemente di ottemperare alla condanna inflitta all’Italia dalla Corte di Giustizia europea, ma di un dovere morale di tutela e di salvaguardia della salute e del territorio. Le norme che l’Italia e la Basilicata hanno infranto, infatti, riguardano la direttiva 1999/31, il cui intento è quello di prevenire o comunque di ridurre, gli effetti negativi per l’ambiente provocati dall’interramento di rifiuti, introducendo severi requisiti tecnici. È per la salute e per l’ambiente - ha concluso Rosa - che il governo Bardi si batte”.

Categorie: Notizie Basilicata

Summa e Esposito (Cgil) su raccolta pomodoro e centro accoglienza

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 13:38
“Auspichiamo che la Regione Basilicata avvii al più presto le pratiche necessarie per l’apertura del centro di accoglienza per i braccianti stagionali di Palazzo San Gervasio. Il rischio è che i migranti tornino a vivere in baracche e in alloggi di fortuna, come già sta accadendo in questi giorni, alimentando quel sistema di illegalità proprio del fenomeno del caporalato che in questi territori è ancora radicato”.
È quanto affermano il segretario generale Cgil Basilicata Angelo Summa e il segretario generale Flai Cgil Basilicata Vincenzo Esposito.
“I ritardi da parte del governo regionale e l’indisponibilità per ragioni di sicurezza da parte del Comune di Palazzo San Gervasio ad aprire il centro mette a repentaglio tutto il lavoro svolto fin qui per il contrasto al caporalato nella nostra regione – continuano Summa ed Esposito – Ricordiamo che l’ex tabacchificio di Palazzo San Gervasio ha accolto fino a 400 lavoratori stagionali, offrendo servizi igienico sanitari, una mensa, un poliambulatorio e il trasporto dal centro ai campi grazie a un accordo tra le organizzazioni agricole e le organizzazioni sindacali di categoria Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. Snodo, quest’ultimo, fondamentale per ripristinare la legalità nel settore ed evitare tragici incidenti che purtroppo sempre più spesso la cronaca ci racconta.
Come Cgil – concludono i sindacalisti - continueremo a monitorare la situazione attraverso il Sindacato di strada, che ci vede impegnati nei luoghi di lavoro o nei posti di ritrovo, nelle piazze o nelle rotonde dove vengono a volte ingaggiati i migranti dai caporali, incontrando i lavoratori, diffondendo materiale informativo e contratti tradotti in diverse lingue, fornendo supporto circa i servizi.
L’apertura di Palazzo San Gervasio è indispensabile per consentire di proseguire le attività di contrasto al capolarato e ripristinare la legalità. La Regione Basilicata convochi subito le organizzazioni sindacali e dia seguito agli impegni assunti negli anni passati, specialmente alla luce di un incontro che si è svolto oggi in Prefettura e al quale le sigle sindacali non state coinvolte”.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Valorizzazione territoriale con Lucanum insieme alle Pro Loco

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 13:31
"Identità e valorizzazione turistica del patrimonio culturale lucano alla base dell’incontro Lucanum con le ProLoco della Basilicata a Scanzaqno Jonico.
Alla presenza del Sindaco Raffaello Ripoli, del Presidente della Pro Loco Scanzano Giovanni Bruno, del consigliere Unpli Nazionale Pierfranco De Marco, del Consigliere della Regione Basilicata, Pasquale Cariello, il Presidente delle Pro Loco Unpli Basilicata Rocco Franciosa e Vito Santarcangelo, Amministatore unico della pmi innovativa iInformatica Srls, hanno presentato l’iniziativa Lucanum, il gioco con le Pro Loco della Basilicata, nuova versione del gioco Made in iInformatica".
“Lucanun - Il Gioco con le Pro Loco della Basilicata – sottolineano Franciosa e Santarcangelo in una nota - è stato realizzato grazie alla partecipazione attiva di 84 Pro Loco aderenti che sono protagoniste del nuovo Book di 840 domande, tradotto anche in lingua inglese, per far conoscere tradizioni, prodotti tipici, monumenti e personaggi illustri dei borghi lucani.
Il team Lucanum presente all’evento composto da Vito Santarcangelo, Nicolo Montesano e Demetrio Antonio Cavara ha presentato i risultati ottenuti dal gioco Lucanum, la sinergia con il Comitato Regionale Pro Loco Unpli Basilicata e la nuova versione del gioco, prodotto dell’accordo sancito, che sarà disponibile per l’acquisto durante il mese di Luglio.
Durante l’evento di presentazione allietato dal giovane chitarrista lucano Mirko Gisonte è stata anche decretata Maria Iasiuolo quale vincitrice del contest Lucanum (con ben 175 voti su 336 totali).
Il premio del contest e’ il primo Lucanum Summer, gioco di società su telo mare brevettato dalla società materana, disponibile per il preordine dalla vetrina Facebook della pagina Lucanum.
“Il Lucanum con le Pro Loco della Basilicata, - sottolineano Franciosa e Santarcangelo - si presenta come un valido e innovativo strumento per la valorizzazione turistica territoriale, del patrimonio culturale materiale e immateriale lucano, ulteriore dimostrazione di una Basilicata sempre più vocata ad un turismo internazionale.
Il gioco – ci tengono aa far sapere - sarà proposto agli istituti scolastici lucani poiché – concludono Franciosa e Santarcangelo - l'altro obiettivo importante della collaborazione Lucanum & Pro Loco Unpli Basilicata è far conoscere la Basilicata divertendosi partendo dal coinvolgimento attivo del mondo della scuola e sensibilizzando le nuove generazioni ad un maggiore conoscenza delle ricchezze storiche, artistiche, culturali e paesaggistiche lucane".
"Al termine dell'incontro il Presidente della Pro-Loco Francavilla in Sinni Fernando Chiurazzi ha omaggiato l'Unpli Basilicata e la PMI iinformatica di particolari lavori fatti a mano dalle donne hobbiste francavillesi che egregiamente da anni portano avanti un'importante attività di promozione dell'artigianato artistico locale".

Bas 05

 
Categorie: Notizie Basilicata

Voucher per servizi di cura, ok ad Avviso “Valore donna 2000”

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 11:24
La Regione Basilicata intende venire incontro alle donne che hanno difficoltà a restare nel mercato del lavoro in maniera continuativa, perché impegnate ad assistere figli minori di 14 anni, genitori e altri parenti non autosufficienti, perché anziani o disabili. Con questa finalità l’esecutivo guidato da Bardi, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Francesco Cupparo, ha dato il via libera all’avviso pubblico “”Valore donna 2010 – Voucher per la conciliazione”, prevedendo per gli aiuti lo stanziamento di 1 milione e 500 mila euro rivenienti dal Fondo sociale europeo (Fse).
“Tradizionalmente è il mondo femminile – commenta Cupparo - a farsi carico dell’assistenza nell’ambito della famiglia. Un vincolo culturale, nelle maggior parte dei casi legato anche alle condizioni economiche, che obbliga le donne a rinunciare alle proprie aspirazioni professionali, mettendo al primo posto figli e parenti. Nel 2017 in Basilicata il tasso di disoccupazione della popolazione femminile si è attestato al 15 per cento, contro l’11,3 per cento di quella maschile. Diversi studi, poi, rilevano difficoltà per le donne lucane ad accedere e rimanere nel mondo del lavoro in ragione dell’esercizio dei ruoli di cura. Ciò rende particolarmente rilevante investire prioritariamente su strumenti di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro”.
L’avviso prevede l’erogazione di un contributo economico, sotto forma di voucher, per consentire alle donne lavoratrici di disporre di risorse adeguate a pagare chi possa svolgere gli stessi ruoli di cura al posto loro.
Ciascun voucher ha un valore massimo complessivo di 2.500 euro e potrà essere utilizzato per l’acquisto di servizi di cura e conciliazione per un massimo di dodici mesi.
Destinatarie dell’avviso le donne tra i 20 e i 64 anni, residenti in Basilicata da almeno sei mesi, titolari di contratti, di partita Iva o di impresa o collaboratrici di imprese familiari che hanno la responsabilità di cura a carattere continuativo di persone non autosufficienti, per qualunque motivazione, appartenenti al proprio ambito familiare.
Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente on line. Il termine scade alle 23.59 del 45° giorno dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata.


Categorie: Notizie Basilicata

Fiom-Cgil e Uilm su riduzione orario lavoro Adiramef Group

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 11:12
“Tramite comunicazione unilaterale la società Adiramef Group (azienda che si è aggiudicata la gara di appalto per la manutenzione degli impianti del presidio ospedaliero di Lagonegro) ha reso noto ai lavoratori della riduzione dell’orario di lavoro, in barba al rispetto dei rapporti sindacali e della clausola sociale regionale 24 del 15 febbraio 2010.
Per tale motivo, da oggi lunedì 8 luglio – si legge in una nota dei sindacati Fiom Cigil e Uilm – i lavoratori non potranno garantire i servizi negli orari previsti dall’ente appaltatore, l’azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza.
Le organizzazioni sindacali hanno già fatto richiesta di un incontro urgente presso l’Ispettorato Territoriale del lavoro di Potenza invitando tutti gli attori della vicenda, al fine di tutelare i lavoratori e garantire i servizi ai cittadini.
Ribadiamo alle istituzioni regionali – proseguono i sindacati – la necessità di attivare una regia sugli appalti pubblici, che sia in grado di stabilire delle regole chiare e precise nel rispetto dei lavoratori lucani e dei servizi che svolgono. A tal fine chiediamo l’intervento urgente della stazione unica appaltante per una verifica complessiva sulle procedure delle gare di appalto”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Il racconto del petrolio lucano di Ulderico Pesce a Matera

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 11:03
Ulderico Pesce, che ha scritto e interpretato “Petrolio”, prodotto in sinergia con il Teatro Argentina di Roma dove ha debuttato nel 2018, arriva nella capitale europea della cultura, questa sera, 8 luglio, dalle 21 nell'ex ospedale San Rocco.
"Petrolio - spiega la nota diffusa dal regista e attore lucano -  narra innanzitutto la bellezza mozzafiato della Basilicata, fatta di boschi millenari, mare, calanchi, paesini bellissimi arroccati a strapiombo su fiumi o distese di grano, ma narra anche del giacimento più grande dell’Europa continentale collocato in Basilicata tra Viggiano e Corleto Perticara. Ulderico Pesce narra il petrolio lucano partendo da un personaggio, Giovanni, che lavora come addetto alla sicurezza dei serbatoi esterni del Centro Olio di Viggiano, e vive con la moglie e la figlia Maria in località Le vigne, di fronte alla fiamma dell’impianto ENI che da decenni brucia pericolosissimo H2S nell’aria.
Giovanni scopre che uno dei grandi serbatoi esterni ha una grossa buca dalla quale fuoriesce petrolio che si disperde sotto terra. Ha paura di parlare, di perdere il lavoro. Dopo mesi vede che il petrolio, camminando sotto terra, è arrivato alle porte della Diga del Pertusillo, un bacino artificiale che raccoglie acqua da utilizzare a scopi idrici in Puglia e nella stessa Basilicata nel Metapontino. Giovanni fotografa una enorme chiazza di petrolio nella diga ma continua a non dire nulla per paura di perdere il lavoro e delle reazioni dei suoi compagni di lavoro… prevarranno su Giovanni le logiche della conservazione del lavoro o quelle di conservazione della salute?
Lo spettacolo, che rientra nel teatro di denuncia di Ulderico Pesce, mira a “svegliare le coscienze”, dall’azione scenica mira a comporre un’azione sociale, attraverso la petizione attiva sul sito www.uldericopesce.it nella quale si chiede di portare in Basilicata l’emissione di H2S allo 0,006% al milionesimo di particella, come negli USA, in Australia, in Norvegia e in altri paesi civili. Questa ed altre conquiste “civili” potranno portare la Basilicata verso un futuro migliore".

Bas 05

 
Categorie: Notizie Basilicata

Filcams Cgil Matera presenta monologo "Dita di dama"

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 11:01
La FILCAMS CGIL di Matera presenta il 10 luglio prossimo alle ore 21, presso la terrazza del Palazzo Lanfranchi, il monologo DITA DI DAMA, tratto dall'omonimo libro di Chiara Ingrao, in collaborazione con il Polo Museale della Basilicata e la Fondazione Matera Basilicata 2019.
Lo spettacolo ha già fatto tappa in decine di città italiane.
Si tratta – fa sapere in una nota la Cgil – di un appuntamento importante, in un momento storico in cui le condizioni della donna lavoratrice stanno progressivamente peggiorando e vengono vanificate molte delle importanti lotte che hanno caratterizzato gli anni Settanta e che hanno portato alla conquista di diritti che dovrebbero essere intoccabili.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Segretariato Mibac: insediata Consulta tecnico-scientifica

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 10:58
"La Consulta tecnico-scientifica, promossa dal Segretariato Regionale del MiBAC per la Basilicata e costituita con Accordo Operativo per la promozione della conoscenza, ricerca e divulgazione del patrimonio culturale in Basilicata, si è insediata il 4 luglio 2019 presso il Segretariato.
Al tavolo tecnico -si legge in una nota -  erano presenti Leonardo Nardella, segretario regionale del MiBAC per la Basilicata, Maria Rispoli, funzionario archeologo del Segretariato, Francesco Canestrini, Soprintendente di Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Angelo Guglielmi delegato della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata, Maurizio Lazzari, rappresentante del CNR- Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, Antonio Lerra, presidente della Deputazione di Storia Patria per la Lucania e Teresa Gualtieri, presidente della Federazione Italiana Club e dei Centri UNESCO (FICLU).
La Consulta tecnico-scientifica in Basilicata supporterà gli Istituti del MiBAC a livello territoriale per le attività di progettazione di iniziative per la valorizzazione e la promozione della conoscenza delle identità territoriali e delle radici culturali delle comunità locali. Fornirà, altresì, supporto scientifico per la definizione di interventi di tutela e di conservazione del patrimonio culturale materiale e immateriale, anche su iniziativa degli enti territoriali, finalizzati alla preservazione delle identità storico-culturali e alla migliore fruizione degli stessi.
I soggetti costitutivi della Consulta condivideranno strumenti, strutture e professionalità per la realizzazione di un programma annuale di interventi. Per il 2019-2020 sono state pianificate attività progettuali nell’ambito del restauro e della valorizzazione del patrimonio culturale regionale, anche in sinergia con gli enti territoriali, e sono state individuate strategie di promozione di processi di integrazione tra risorse territoriali, attori pubblici e privati. In particolare, è stato ritenuto di dare priorità alla progettazione di interventi formativi e di addestramento per la tutela del patrimonio culturale in caso di calamità naturali, anche sulla scorta della significativa esperienza acquisita sul campo dal Direttore Leonardo Nardella, in qualità di segretario regionale del Lazio, nella complessa attività di messa in sicurezza e di recupero dei beni culturali del Centro Italia, colpito dal sisma del 2016.
Una piattaforma informatica sarà lo strumento operativo della Consulta, in cui saranno convogliati i lavori e le attività sin dai primi passi dell’iter progettuale, al fine di innescare processi di sensibilizzazione e di partecipazione da parte delle risorse presenti sul territorio".

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Consigliera Parità Pipponzi: una nuova direttiva disciplina i Cug

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 10:51
La Consigliera di Parità della Regione Basilicata, Ivana Pipponzi, sollecita “le pubbliche amministrazioni lucane inadempienti ad adeguarsi al dettato normativo vigente in materia di promozione e tutela delle condizioni di pari opportunità nei luoghi di lavoro”.
“Sono ancora troppe le P.A. lucane che non si sono dotate dei Piani Triennali di Azioni Positive, ai sensi dell’art. 48 del D.Lgs.vo 198/06, in assenza dei quali non possono procedere a nuove assunzioni; molte di queste P.A. non hanno neppure costituito il C.U.G. (Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni)”, dichiara la Consigliera regionale di parità.
“E’ necessario sapere”, prosegue la Pipponzi, “che è intervenuta un’importante modifica alla normativa che disciplina i C.U.G.; com’è noto, infatti, la Ministra per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, ed il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle pari opportunità, Vincenzo Spadafora, hanno emanato la Direttiva recante: Misure per promuovere le pari opportunità e rafforzare il ruolo dei Comitati Unici di Garanzia nelle amministrazioni pubbliche”.
Le linee di indirizzo della Direttiva in parola entreranno in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Nel corso degli ultimi anni, in Italia sono stati adottati numerosi interventi normativi volti a rimuovere gli ostacoli alla piena partecipazione politica, economica e sociale delle donne e degli altri soggetti vulnerabili rispetto a forme di discriminazione, con particolare attenzione alla conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro, realizzando quanto dettato dal Codice sulle pari opportunità e sollecitato a livello comunitario (Strategia per la crescita Europa 2020).
“Un passo importante in tal senso”, prosegue ancora la Consigliera regionale di parità, “era stato già fatto con l’istituzione dei ‘Comitati unici di garanzia’ (CUG) previsti dalla legge n. 183/2010 (il c.d. “Collegato lavoro”), con compiti propositivi, consultivi e di verifica, al fine di favorire l’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorare l’efficienza delle prestazioni anche attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei princìpi di pari opportunità, di benessere organizzativo ed, infine, contrastare qualsiasi forma di discriminazione e di violenza per i lavoratori. Con la neo Direttiva è prevista un’azione sinergica tra l’attività del CUG e quella della Consigliera di parità e sono indicate le concrete linee di azione alle quali si devono attenere le amministrazioni pubbliche per il raggiungimento degli obiettivi che essa si propone, fornendo indirizzi operativi per l’applicazione degli strumenti di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.
In particolare, le concrete linee di azione a cui si devono attenere le amministrazioni pubbliche concernono la prevenzione e la rimozione delle discriminazioni. Le amministrazioni pubbliche sono tenute a garantire e ad esigere l’osservanza di tutte le norme vigenti che, in linea con i principi sanciti dalla Costituzione, vietano qualsiasi forma di discriminazione diretta o indiretta in ambito lavorativo quali quelle relative al genere, all'età, all'orientamento sessuale, alla razza, all'origine etnica, alla disabilità, alla religione o alla lingua. La violazione di questi divieti, ribaditi dalla normativa comunitaria (articoli 4, 5 e 14 direttiva 2006/54/CE), comporta la nullità degli atti, l’applicazione di sanzioni amministrative, l’obbligo di reintegrazione nel posto di lavoro, oltre naturalmente alle conseguenze risarcitorie nel caso di danno.
Le amministrazioni pubbliche devono, inoltre, agire affinché l’organizzazione del lavoro sia progettata e strutturata con modalità che garantiscano il benessere organizzativo, l’assenza di qualsiasi discriminazione e favoriscano la migliore conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di vita: adottando le norme contrattuali in materia di lavoro flessibile, garantendo il rispetto delle norme relative ai congedi parentali e favorendo il reinserimento in servizio del personale che ha usufruito di lunghi periodi di assenza (es. a seguito di maternità). Per diffondere questa cultura esse, in collaborazione con i CUG, promuoveranno percorsi informativi e formativi di tutto il personale, anche a livello dirigenziale. In questo senso, infatti, le P.A. devono promuovere al massimo la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, eventualmente adottando anche apposite “Carte della conciliazione” che valorizzino le politiche territoriali ed accordi con altre pubbliche amministrazioni.
Ancora, si devono prevedere moduli formativi obbligatori sul contrasto alla violenza di genere in tutti i corsi di gestione del personale organizzati, ivi compresi i corsi per la formazione di ingresso alla dirigenza.
Si prevede, altresì, un rafforzamento ed un aggiornamento dei CUG, che hanno funzione consultiva, propositiva e specifici compiti di verifica di attuazione del Piano triennale di azioni positive. Il CUG deve, inoltre, svolgere importanti funzioni di verifica in ordine all’assenza di qualsiasi forma di violenza o discriminazione, diretta o indiretta, nel luogo di lavoro pubblico. In riferimento a quest’ultimo aspetto, si ritiene che i CUG possano fungere, all’interno dell’amministrazione pubblica, da importanti sensori delle situazioni di malessere collegate alla violenza e alla discriminazione, anche al fine di segnalare le suddette situazioni ai soggetti funzionalmente e territorialmente competenti. Al fine di potenziare tale funzione di verifica si auspica la costituzione di un Nucleo di ascolto organizzato interno all’amministrazione.
Quanto, infine, agli atti di nomina delle commissioni di concorso, si sottolinea che gli stessi devono - salva motivata impossibilità - riservare alle donne la presenza di almeno un terzo del numero dei posti dei componenti, e devono essere inviati, entro tre giorni, alla Consigliera regionale di Parità ai sensi dell’art.5 della legge 215/12 di modifica all’art. 57 del D.Lgs.vo 16/01.
Al fine di mettere in rete tutti gli organismi paritari lucani (CUG e CPO) è stata costituita nel 2017 dalla Consigliera regionale di parità Pipponzi la “RETE REGIONALE DEGLI ORGANISMI PARITARI – PROGETTO EQUAL TIME”, con lo specifico obiettivo di effettuare scambio esperienziale, di buone pratiche, mentoring e formazione.
La suddetta Rete è coordinata dalla Consigliera di parità ed alla stessa hanno aderito tutti gli organismi paritari ad oggi costituiti nelle pubbliche amministrazioni lucane e negli ordini professionali lucani.
“Il mio Ufficio regionale può essere contattato per eventuali chiarimenti e supporto nella redazione del PAP e degli ulteriori richiamati adempimenti obbligatori. Peraltro, sul sito istituzionale: www.consiglieradiparita.regione.basilicata.it è consultabile tutta la normativa di riferimento”, conclude la Pipponzi.


Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Salute, Cisl partner di una ricerca su fibromialgia

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 10:46
La Cisl ha sottoscritto con la Fondazione Asphi, il Comitato fibromialgici uniti e la Fondazione Isal un protocollo per la realizzazione di una ricerca sul disagio lavorativo delle persone affette da fibromialgia, una sindrome dolorosa cronica riconosciuta dall'Organizzazione mondiale della sanità dal 1992 e che, secondo una ricerca internazionale condotta in 5 paesi europei (Francia, Germania, Italia, Portogallo e Spagna), interessa in Italia circa 2 milioni di persone in età da lavoro. In questi giorni – si legge in una nota della Cisl – è partita la fase di somministrazione del questionario indirizzato esclusivamente alle persone con fibromialgia accertata e certificata che lavorano o che abbiano lavorato. Il questionario on line si trova a questo link: https://tinyurl.com/y3k3fmqg e sulla pagina Facebook della Cisl Basilicata.
La sindrome fibromialgica (Sfm nella classificazione internazionale) è una malattia non sempre facile da diagnosticare in quanto è caratterizzata dalla presenza di uno stato di dolore cronico diffuso associato alla presenza di altri sintomi come astenia, disturbi del sonno e della vista, stato confusionale e disorientamento. Ne emerge un quadro clinico complesso, disabilitante e invalidante per la vita quotidiana, in particolare sul lavoro.
Obiettivo della ricerca - è spiegato in un documento - è mettere in evidenza i fattori che "influiscono sulla qualità del lavoro, intesa non solo come prestazione lavorativa ma anche come qualità delle relazioni, livello di partecipazione, comunicazione e tutti gli aspetti che compongono la vita professionale di una persona all’interno di un’organizzazione. Lo studio – aggiunge la nota Cisl – intende infatti offrire un contributo, supportato da dati quantitativi e qualitativi, nel percorso di consapevolezza rivolto al mondo del lavoro e alla società, circa le problematiche legate al dolore cronico e a tutte le sue conseguenze, soprattutto quando queste all’esterno non sono di immediata percezione".


Categorie: Notizie Basilicata

Ferrosud, nella sede Confapi incontro su produzione e occupazione

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 10:43
“Nella serata di venerdì scorso è stato siglato presso la sede di Confapi Matera un verbale di incontro sindacale che traccia il percorso per la ripresa produttiva e occupazionale di Ferrosud, riavviando un confronto tra le parti all’insegna delle corrette relazioni sindacali”. È quanto si legge in una nota di Confapi Matera.
“I vertici dell’Azienda, guidati dal presidente Antonio Ingusci e assistiti dal direttore di Confapi Matera, Vito Gaudiano, e dalla responsabile delle Relazioni Sindacali, Vitalba Acquasanta, e i Sindacati dei Metalmeccanici FIOM CGIL, FIM CISL e UILM UIL si sono incontrati per discutere della gestione delle trasferte, dell’andamento del contratto di solidarietà e dei programmi di lavoro.
Le nuove commesse acquisite – prosegue la nota – sono da svolgere prevalentemente presso cantieri situati fuori regione, per cui un’accurata organizzazione delle trasferte e dei carichi di lavoro consentirà di garantire gli attuali livelli occupazionali e di chiudere anticipatamente il contratto di solidarietà in corso.
Le parti hanno preso atto della ripresa produttiva e occupazionale dell’Azienda ma, al fine di rendere sempre più strategico il sito di Matera, hanno ribadito con forza la necessità di acquisire commesse atte a garantire la massima occupazione e produttività nello stabilimento di Matera per non disperdere il presidio produttivo storico.
Il verbale di incontro sottoscritto sarà trasmesso al Ministero dello Sviluppo Economico e alla Regione Basilicata per le azioni di propria competenza”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Ultimo appuntamento a Potenza con sesta edizione di “OasiCinema"

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 09:47
"Ultimo appuntamento con la sesta edizione di “OasiCinema, il cinema dell’ecologia”, mercoledì’ 10 luglio sarà proiettato: Beautiful Things di Giorgio Ferrero. La rassegna organizzata da Zer0971 Associazione di Promozione Sociale si prefigge lo scopo di promuovere attraverso il cinema la conoscenza dell’ambiente, dei territori e il rapporto con la natura.
Appuntamento alle ore 21 presso il cortile antistante il Museo Archeologico Nazionale “D.Adamesteanu” di Potenza. Ingresso libero
In caso di avverse condizioni meteo le proiezioni si terranno nell’adiacente Sala del Cortile".

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Fotografia: Comune Rotondella aderisce a "Wiki Loves Monuments"

Basilicatanet - Lun, 08/07/2019 - 09:41
"Il Comune di Rotondella ha aderito al concorso fotografico "Wiki Loves Monuments" curato in Italia dalla Wikimedia Italia, associazione per la diffusione della conoscenza libera. Si tratta del più grande concorso fotografico al mondo per numero di fotografie raccolte. I cittadini e i turisti di oltre 50 Paesi a livello globale - si legge nella nota a firma del sindaco Gianluca palazzo -  sono invitati a fotografare le bellezze del proprio patrimonio culturale condividendo gli scatti in maniera libera su wikimedia commons, il grande database multimediale connesso a Wikipedia.
Per i consiglieri comunali Desantis e Divincenzo, rispettivamente delegati alla cultura e al turismo, questa iniziativa è un'opportunità, a costo zero, per promuovere il patrimonio storico, artistico, paesaggistico e ambientale di Rotondella tramite la condivisione del sapere libero.
Appassionati di fotografia e professionisti, infatti, senza limiti di età, dal 1 al 30 settembre 2019 possono caricare le foto scattate e partecipare al relativo concorso fotografico.
Per i dettagli si consiglia di visionare la pagina https://wikilovesmonuments.wikimedia.it/".

Bas 05



Categorie: Notizie Basilicata

Bardi a presentazione campagna nazionale gestione infarto

Basilicatanet - Sab, 06/07/2019 - 13:04
“Sono onorato che questa importante iniziativa sulla cardiologia si svolga nella Capitale europea della cultura, perché la medicina non è solo applicazione di tecniche e processi ma rappresenta anche il veicolo attraverso cui diffondere la cultura della prevenzione”.
È quanto ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, intervenendo questa mattina al teatro Duni di Matera alla presentazione della campagna nazionale sulla gestione dell’infarto, organizzata dalla Fondazione Cuore e circolazione onlus con il patrocinio della Società italiana di cardiologia.
“La Basilicata - ha aggiunto il presidente - ha una particolare conformazione geografica e attraverso il nuovo piano sanitario regionale che metteremo a punto con l’assessore alla Salute, Rocco Leone, valorizzeremo le strutture periferiche e potenzieremo il sistema dell’emergenza-urgenza. Il tempo è fondamentale quando parliamo di infarto.
La prevenzione, oltre a essere indispensabile per la salute dei cittadini, produce un grande risparmio per il bilancio regionale. Per questo dobbiamo estenderla a tutti gli ambiti legati alla medicina, partendo dalla promozione dei corretti stili di vita”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page