Notizie Basilicata

Raduno Bersaglieri a Matera, le storie di alcuni partecipanti

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 17:23
“Siamo le esperienze che viviamo. Chissà quante volte se lo sono ripetuto Marco, Virginia, Mario. Ognuno di loro porta con sé, negli occhi, nel cuore e nella mente il passo della marcia, il fruscio del pennacchio, il suono della fanfara di un bersagliere, che ne ha segnato la vita”. Inizia così, una nota dell’ufficio stampa del 67° raduno Nazionale dei Bersaglieri, con la quale si intende “raccontare” le esperienze di alcuni partecipanti alla manifestazione in corso a Matera. “Marco Milo, con i suoi 101 anni, è il bersagliere più anziano presente al 67° Raduno Nazionale in corso a Matera. Marco è nato nel 1918 a Palo del Colle, in provincia di Bari. Prima di poter tornare nel suo paesello, affronta prove durissime, il cui ricordo è stampato in ogni ruga del suo simpatico viso. Militare del Battaglione Bersaglieri ciclisti “Zara”, Marco resiste mentre la città dalmata viene rasa al suolo dai bombardamenti angloamericani. Marco riesce a sfuggire alle truppe di Tito, che invadono Dalmazia e Istria, e nel 1944, imbarcatosi, fa ritorno a Palo del Colle, dove continua la sua vita. Marco, però, non ha mai dimenticato il suo comandante, Paolo Aquilino, catturato e condannato a morte da soldati di Tito”.
“Virginia Caronna, invece, a Matera è davvero di casa. È nata qui 74 anni fa ed è da sempre la mascotte dei bersaglieri dei Sassi. Ha 9 anni, quando con il padre partecipa a un raduno a Bari. L’incoscienza dell’età, la porta ad allontanarsi da lui e a perdersi, ma è proprio un bersagliere a riportarla tra le braccia del papà, dopo averla ritrovata in un vicolo, da sola, senza nessuno attorno. La sua riconoscenza per quell’episodio lontano, ma mai svanito nella sua memoria, l’ha indotta a coltivare una passione per i “fanti piumati”, fino a divenirne una vera a propria fan”.
“Mario Gioia, classe 1972, ha una storia singolare alle spalle. Originario di Latronico, in provincia di Potenza, da ragazzo frequenta il seminario minore. Scelte di vita lo allontanano dagli studi intrapresi, così diventa operatore meccanico. Nel 1992, è militare presso il Terzo Reggimento Bersaglieri di Milano, con l’incarico di pilota carro. Il ritorno alla “vita civile” rappresenta il momento della conversione. Sente la “Chiamata” e nel 2008 viene ordinato sacerdote nel 2008. Non riesce a lasciarsi alle spalle i segni e i simboli dell’esperienza militare, partecipa a tutti i raduni del Corpo, finché viene nominato vice assistente spirituale dell’Associazione Nazionale dei Bersaglieri. Mario Gioia è a Matera in questi giorni, assolve al suo ruolo di sacerdote e, proprio in occasione dell’inaugurazione del 67° Raduno, ha benedetto il nuovo labaro associativo indossando il cappello piumato”.
“Marco, Virginia e Mario non mancano un raduno dei bersaglieri e ascoltano con emozione il passo della marcia, il fruscio del pennacchio, il suono della fanfara, ricordando quanto le figure dei bersaglieri abbiano segnato le loro vite”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

La lucana Loredana Durante in presidenza nazionale Legacoop

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 17:14
“Loredana Durante, vicepresidente vicario di Legacoop Basilicata, entra a far parte dell’organo di presidenza nazionale dell’associazione. L’elezione è avvenuta durante la direzione nazionale che si è tenuta a Roma nella mattinata di mercoledì 15 maggio”. Lo rende noto l’ufficio stampa di Legacoop Basilicata. “Cinquant’anni da compiere nel mese prossimo, di Bernalda, dottoressa in economia e commercio, Loredana Durante è presidente della cooperativa ProgettAmbiente ed è già membro della presidenza nazionale di Produzione&Servizi, l’associazione che rappresenta le cooperative dell’area lavoro e dei servizi aderenti a Legacoop. Si tratta della prima volta che un esponente lucano entra nel massimo organo nazionale di Legacoop”. “La mia elezione rappresenta un riconoscimento per il lavoro svolto e che continua a svolgere tutta l’associazione regionale - commenta Loredana Durante - e dal contributo che l’intero Mezzogiorno ha saputo fornire all’interno della Produzione&Servizi”. “Avverto adesso la responsabilità di rappresentare un territorio che attraversa un periodo di particolare difficoltà - conclude - ma che oggi mostra dei segnali di ripresa che, incrociati alle potenzialità e ai valori che la cooperazione sa esprimere, costituiscono dei punti di appoggio su cui costruire un futuro più luminoso”. Anche il presidente di Legacoop Basilicata, Innocenzo Guidotti, si congratula con Loredana Durante per un’elezione che è motivo d’orgoglio per la Basilicata e, a nome dell’intera organizzazione regionale, le formula gli auguri di buon lavoro.

Categorie: Notizie Basilicata

La Confartigianato di Matera protagonista di un evento a Milano

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 17:10
Le bellezze paesaggistiche, storiche e culturali di Matera, Montalbano Jonico con la sua Riserva dei Calanchi Lucani e di Policoro con lo straordinario scenario archeologico della Magna Grecia; un modello di “total quality”, il piacere del mangiar bene e del dormire bene, di un turismo emozionale a partire dalla realtà straordinaria della Capitale europea della Cultura 2019, con un buon tessuto di imprese di artigianato, commercio, ristorazione e ricettività. Sono questi - si legge in una nota di Confartigianato Matera - gli ingredienti di successo dell’evento che si è svolto a Milano presso la prestigiosa location di Palazzo Reale in Piazza Duomo. La manifestazione, a cui ha aderito Confartigianato Matera, è stata promossa dalla presidenza della Commissione Cultura del Comune di Milano in collaborazione con l’Associazione Lucani a Milano, la Provincia di Matera e il Comune di Montalbano Jonico. Nelle degustazioni particolarmente apprezzate le produzioni lucane. Nei saloni attigui alla Sala Conferenze di Palazzo Reale sono stati allestiti stand espositivi con esposizioni dell’artigianato materano e di prodotti tipici enogastronomici della costa jonica lucana. Sempre nei saloni saranno allestite due mostre. Nella Sala Foyer, la mostra di pannelli fotografici sui castelli medievali della Basilicata realizzata dall’Associazione Basilicata Today. Rosa Gentile, presidente Confartigianato, che ha accompagnato i produttori del Materano parla di “grande successo per il nostro territorio e le nostre imprese” e ringrazia in particolare il Presidente della commissione Cultura di Milano e l’ Associazione Lucani di Milano. “Costruire intorno al brand Matera una sorta di total quality, il piacere del mangiar bene e del dormire bene a partire dalla realtà straordinaria della Città dei Sassi - dice Gentile - è la nostra mission Abbiamo sempre pensato a Matera come ad un laboratorio per le piccole imprese del Sud Italia. E’ proprio questa la strada tracciata da Confartigianato per accompagnare il Sud Italia verso un rinascimento economico: cultura, turismo ed innovazione. Ed è questo il significato della scelta della Confartigianato nazionale di tenere a Matera, nel prossimo autunno, la Convention Mezzogiorno a cinque anni dalla Convention che ho voluto, in qualità di responsabile per il Mezzogiorno, proprio a Matera per presentare il Progetto Sud 2020. In questi ultimi anni, il Sud Italia ha fatto registrare numeri importanti, in alcuni casi veri e propri record per l’economia del Paese, a cominciare dal turismo e dall’agroalimentare di qualità. Quasi 75 milioni di presenze turistiche 65.927 piccole imprese legate al turismo, 106 prodotti agroalimentari di qualità DOP e IGP, il 40,9% del totale italiano, e 27.798 beni archeologici, architettonici e museali rappresentano il vero patrimonio economico del Sud Italia. Una zona che oggi può guardare con ottimismo al futuro, anche grazie alle decine di migliaia di piccole imprese attive su tutto il territorio. Vogliamo concentrarci dunque - continua Gentile - sulle grandi potenzialità che ancora appartengono al Sud, con quel tessuto produttivo che è ancora in grado di esprimere la ricchezza possibile di un territorio ricco e capace. E continuiamo a farlo perché non possono essere solo e soltanto gli aspetti critici a caratterizzare il dibattito e la discussione sul Mezzogiorno, e perché vogliamo tornare a credere che il Sud sia pieno di possibilità. Noi pensiamo che il sud abbia, nelle imprese e nella loro capacità di svilupparsi ed innovare, la sua grande opportunità di rinascita. L’impresa e le sue reti “familiari”: quel sistema economico complesso e composto, per il quale dobbiamo pensare, come artigiani, ad azioni “su misura”. Il presidente della Commissione Cultura del Comune di Milano ha detto: “Matera Capitale della Cultura è un’occasione straordinaria per l’Italia di valorizzare il nostro patrimonio artistico, culturale e paesaggistico. Milano ha una vocazione europea e vuole fare la sua parte per dare visibilità e risonanza a questo importante riconoscimento. Con questo evento a Palazzo Reale sono orgoglioso di aver rafforzato un rapporto proficuo tra territori diversi ma che possono certamente lavorare insieme, anche in prospettiva”. Come ha ricordato il presidente dell’Associazione Lucani a Milano, Michele Petrocelli: “Fin dal momento della proposta della candidatura di Matera a capitale europea per il 2019, la nostra associazione si è prodigata per sostenerla con iniziative e convegni a Milano e in Lombardia. Matera ce l’ha fatta e dal 19 gennaio scorso, ufficialmente, rappresenta la cultura di Basilicata, d’Italia e d’Europa nel mondo. Con il sostegno decisivo del Comune di Milano, della Provincia di Matera e dei tanti attori istituzionali e imprenditoriali lucani, abbiamo realizzato un nutrito programma di eventi che dal 14 maggio e fino al 31 dicembre 2019 interesseranno il capoluogo meneghino e i suoi cittadini”.

Categorie: Notizie Basilicata

A Matera domani presentazione libro di Marlina Albamonte

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 17:01
Il Comune e la Pro Loco di Civita (Cs), con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, promuovono - si legge in una nota - la presentazione del volume di Marlina Albamonte “Ritrovarsi – Carla” che si terrà giovedì 16 maggio alle ore 18 a Matera nell’ex Ospedale di San Rocco, Chiesa di Cristo Flagellato. Interverranno Alessandro Tocci, sindaco di Civita, Flavia D'Agostino, presidente Proloco di Civita; Vincenzo Bruno, storico. Sarà presente l’autrice.
SINOSSI DEL ROMANZO
E’ un romanzo d’amore, d’amicizia di tre donne vissute in epoche diverse ma con un destino che le accomuna; vengono evidenziate realtà storiche differenti, valori e sentimenti che la società moderna ha perso di vista. Racconta di un amore vero, raro e unico, che ha oltrepassato i confini insormontabili, ma è sempre rimasto vivo nei cuori dei protagonisti e che dopo tanti anni riesplode come il primo giorno e reclama il suo diritto a vivere a dispetto di tutti e tutto.
BIOGRAFIA DELL’AUTRICE
Maria Luisa Albamonte, conosciuta da tutti come Marlisa, nasce nel 1954 a Civita, piccolo borgo di etnia Arberëshe in provincia di Cosenza; già in età adolescenziale scrive articoli per il giornale del suo Paese: Katundy Ynë. Si laurea in Scienze Politiche presso l’Università La Sapienza di Roma nel 1977, nel 1980 inizia il suo percorso lavorativo presso l’allora Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Matera, nell’1982 ottiene il trasferimento presso la Soprintendenza di Cosenza dove tuttora presta servizio. Ha collaborato in molte pubblicazioni scientifiche dell’Ufficio di appartenenza. Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo della collana relativa alla violenza perpetuata sulle donne L’ho fatto per amore - Giulia; nel 2015 Il lillà bianco - Liliana; nel 2016 Partire per ricominciare - Isabella; nel 2018 Ritrovarsi - Carla. I suoi romanzi hanno la particolarità di avere come sottotitolo il nome della protagonista.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Autonomia, a Matera sabato ne parla il giornalista Marco Esposito

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 16:47
Sabato 18 maggio alle ore 11 nella sala convegni della Camera di Commercio si terrà il terzo incontro del ciclo di conferenze sul futuro del Mezzogiorno “Autonomia regionale e unità del Paese”, che avrà come relatore Marco Esposito, responsabile Economia del “Mattino”. La conferenza - fa sapere in un comunicato il Circolo La Scaletta, che organizza l’evento - verterà sul tema dell’ultimo libro-inchiesta del giornalista napoletano “Zero al Sud. La storia incredibile (e vera) dell’attuazione perversa del federalismo fiscale”, che ripercorre la storia del federalismo, a partire dalla riforma costituzionale del 2001, spiegando, in maniera puntuale, inganni, ritardi e irresponsabilità perpetrati in questi anni, fino a giungere all’ iniquità dell’attuale progetto di autonomia differenziata, che attribuisce al Mezzogiorno meno diritti e meno soldi, condannandolo a un sottosviluppo senza via d’uscita. Una “secessione dei ricchi” per utilizzare le parole dell’economista Gianfranco Viesti, che ha curato la prefazione del saggio. L’iniziativa, organizzata dal Circolo La Scaletta con il patrocinio del Comune di Matera è finalizzata al rilancio del Mezzogiorno nel contesto nazionale e internazionale, a partire da Matera Capitale europea della cultura 2019. Il ciclo di conferenze, che nei precedenti incontri ha avuto come relatori Andrea Bassi, giornalista del “Messaggero”, e Adriano Giannola, presidente SVIMEZ, intende affrontare la “questione meridionale” in chiave contemporanea a partire dalle richieste di maggiori forme d’ autonomia avanzate da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, e successivamente anche da altre Regioni. All’incontro interverranno Francesco Vizziello, presidente del Circolo La Scaletta e Raffaello De Ruggieri, sindaco di Matera. Modera: Milena Manicone, giornalista.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: PREMIO GIORNALISTICO ESTRA PER LO SPORT: raccontare le buone notizie

Basilicatanews - Mer, 15/05/2019 - 16:45
Terza edizione Premio giornalistico Estra per lo sport: raccontare le buone notizie(che avranno fatto risaltare al meglio i valori dello sport, l’etica e la responsabilità sociale).    

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Scanzano, l’Asso Fruit Italia apre le porte agli studenti

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 16:10
“Con il progetto Magazzini aperti Asso Fruit Italia (Afi) intende consolidare il suo impegno verso gli studenti sul delicato versante dell’educazione alimentare e rafforzare il valore identitario di frutta e ortaggi, prodotti genuini della nostra terra”. Lo afferma in un comunicato stampa il direttore generale Afi, Andrea Badursi, che aggiunge: “Il prossimo 17 maggio, gli studenti dell’Istituto Comprensivo statale Torraca - scuola G. Marconi - Matera, faranno visita ai nostri magazzini e potranno scoprire direttamente come vengono lavorati frutta e ortaggi e avere così un’idea completa dell’intera filiera produttiva. Inoltre, con il contributo della nutrizionista, la dottoressa Antonella Florio, impareranno le regole fondamentali del nutrirsi in maniera sana e genuina, integrando la propria alimentazione con la frutta fresca e la verdura seguendo la stagionalità. Come ormai noto, l’iniziativa si pone fra le azioni già sviluppate dalla nostra Organizzazione di produttori, come il Fruit&Salad on the Beach che si svolge sulle spiagge nel periodo estivo, e il Fruit&Salad School Games che si è svolto questo inverno in diverse scuole della Basilicata, sia in provincia di Matera che in quella di Potenza. Un contributo fondamentale per realizzare il progetto di sensibilizzazione e valorizzazione delle produzioni è venuto dalla misura 3.2 del Psr 2014 - 2020”.

Categorie: Notizie Basilicata

Sindaco Summa su disattivazione sportello Atm banca Lagopesole

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 16:06
“L’amministrazione comunale di Avigliano ha appreso da un manifesto affisso presso lo sportello di Lagopesole che dal prossimo 23 maggio non sarà attivo lo sportello Atm della filiale stessa, preludio alla chiusura dello stesso sportello di tesoreria”. È quanto scrive il sindaco di Avigliano, Vito Summa, in un comunicato, in cui è ricordato che “lo sportello di tesoreria di Lagopesole ha avviato la sua attività nel 2003, su richiesta di questo ente, per consentire alla clientela dello sportello bancario di Avigliano (allora Banca Meridiana, filiale storica) che risiedeva nel territorio a Nord del comune (circa 5.000 abitanti), di usufruire del servizio della tesoreria comunale, nell’ambito di un proficuo rapporto di reciproca collaborazione che ha caratterizzato in questi anni le relazioni tra comune e banca tesoriera. Dal 2003 ad oggi l’operatività dello sportello ha prodotto di un fruttuoso interscambio tra la filiale madre di Avigliano e lo sportello di Lagopesole, intercettando le numerose attività private e commerciali insediate in un’area caratterizzata da una spiccata vivacità economica sull’asse Potenza Melfi, diventando punto di riferimento per gli oltre mille clienti che periodicamente beneficiano di questo servizio. Inoltre, con l’introduzione del dispositivo Atm bancomat, rappresenta attualmente un servizio indispensabile anche per le migliaia di turisti che visitano il castello medioevale di Lagopesole ogni anno, per il presidio ASP, per la Scuola e per la Caserma dei Carabinieri, ma soprattutto per le centinaia di cittadini, artigiani, commercianti e professionisti che si servono del servizio e che ora saranno costretti a spostamenti scomodi e dispendiosi. Si fa fatica a comprendere il modus operandi della direzione strategica, per il metodo utilizzato ma anche per il merito, atteso che il bancomat dello sportello di Lagopesole risulta quello più utilizzato in assoluto, anche rispetto allo sportello postale ed a quelli delle banche degli altri paesi limitrofi. La scelta di chiudere questo importante punto di erogazione di servizi, priva la stessa banca di una clientela effettiva e potenziale, contribuendo a depauperare il territorio di un servizio fondamentale per le attività produttive, anche in considerazione del fatto che il territorio rispetto alla città di Avigliano è separato da un tortuoso percorso di montagna e la filiale di Banca Intesa più vicina è situata a Rionero in Vulture, a oltre 20 km di distanza. Si evidenzia altresì che la chiusura improvvisa e unilaterale dello sportello potrebbe configurare una violazione degli obblighi rispetto all’affidamento del servizio di tesoreria, la cui scadenza è fissata al 31.12.2019, e da cui potrebbero derivare evidenti danni e disagi rispetto all’attività finanziaria del Comune di Avigliano. L’Amministrazione comunale invita la Direzione strategica a rivedere la decisione assunta, e chiede la convocazione di un incontro urgente per conoscere la motivazione di una decisione inaccettabile, dichiarandosi disponibile a valutare ogni utile iniziativa necessaria per il mantenimento dello sportello, anche al fine di non vanificare gli sforzi sostenuti nel recente passato”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Associazione “Allelammie” presenta domani a Pisticci web serie

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:55
Il Centro Agricolo di Pisticci, già confino politico in cui il fascismo esiliava artisti, politici e religiosi, è diventato set cinematografico per la prima web serie lucana - Suasion - prodotta dalla associazione culturale Allelammie. La produzione - si legge in una nota - è in partenariato con il Consorzio Concreto e il Consorzio Mille Piani nel progetto "Basilicata Ghost Stories"- Periferie Urbane / Settore Cinema con il sostegno del Mibac e di Siae per l'iniziativa "S'Illumina - Copia privata per i giovani, per la cultura". Giovedi, 16 maggio 2019, alle ore 20.30 in via Pompeo Borra (pittore confinato) in Centro Agricolo di Pisticci saranno presentati i primi episodi della serie realizzati da Vincenzo D'Onofrio con il team creativo composto da Federico Giannace, Gabriel Lufrano e Giuseppe Marzovilli. La serie è composta da 4 puntate ed è stata realizzata nel mese di dicembre 2018. Ha interessato il territorio di Pisticci e di Potenza coinvolgendo decine di giovani under 35 nell' esplorazione della valorizzazione delle pluralità e delle diversità, dall'inclusione alla coesione sociale. Giovedi, sarà una occasione significativa di incontro e confronto con gli artisti, gli operatori e i cittadini tutti sulle emergenze delle aeree periferiche e sulla necessità di integrazione culturale. Nelle periferie di Bucaletto a Potenza e nel Centro Agricolo di Pisticci sono stati avviati, già nei mesi di agosto fino a novembre 2018, incontri per attività di "mentoring" con esperti di architettura, di antropologia, con sociologi ed esperti di comunicazione che hanno "preparato" i contesti di riferimento a partecipare ai laboratori creativi dove giovani artisti under 35, vincitori di una call nazionale, si sono misurati con i residenti delle aree "periferiche" per la individuazione e la relativa stesura di soggetti e di sceneggiature.

Categorie: Notizie Basilicata

Cefola (Uil trasporti) su Trasporto pubblico locale

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:50
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Antonio Cefola, della Uiltrasporti
“I problemi del TPL sono di una gravità assoluta che mette in seria discussione la tenuta del servizio regionale. È utile e giusto ricordare che le iniziative sindacali unitarie di questi ultimi mesi si sono orientate ad affrontare gli annosi problemi economici derivati dal mancato/ritardo pagamento delle dovute spettanze da parte dell’ENTE Regione al COTRAB e alle società che effettuano il servizio su tutto il territorio regionale. Finalmente dopo continue insistenze e riunioni con l’Assessorato al ramo si è giunti alla definizione di deliberare le somme a consuntivo del 2018 e della Transazione dei contributi del periodo 1992-1996. Infatti è stato saldato tutto il 2018 sia per la provincia di Potenza sia per la provincia di Matera per un ammontare di Euro 31.638.806,80 a consuntivo delle trimestralità dell’intero anno, Euro 2.970.000,00 a consuntivo dell’addendum, Euro 4.391.193,25 di anticipo del 1° trimestre 2019 e Euro 15.000.000,00 di cui 7,5 mln del 2015 (su cui è stata chiesta proroga) e 7,5 mln (disponibili dalla fine di dicembre 2018) per ammodernare il proprio parco con l’acquisto di circa 91 nuovi bus corrispondenti al dettato di legge. Inoltre, è stata deliberata la somma di Euro 30.000.000 a copertura della transazione dei contributi del periodo 1992-1996. A tal proposito abbiamo ribadito e chiesto alla Regione che si facesse carico e garante del fatto che tali somme fossero utilizzate a coprire tutte le mancanze che le società hanno nei confronti dei lavoratori: retribuzioni mensili, tredicesime mensilità, premi dei risultati, fondo Priamo senza più alibi per eventuali ritardi. Perché ciò avvenisse abbiamo messo in campo azioni sindacali che potessero rendere possibile gli impegni presi sia dalle Istituzioni sia dalle Aziende di Trasporto. Abbiamo sollecitato in continuazione gli organi di stampa che ci hanno sempre supportati perché venissero enunciate le verità e le iniziative che il Sindacato ha messo in essere a garanzia del servizio di mobilità regionale e comunale. Purtroppo dobbiamo constatare che, nonostante tutte le positività ottenute, continuano a esistere seri problemi per alcune società nel saldare gli emolumenti maturati dai lavoratori. È il caso delle ditte Liscio e Nolè che ad oggi fanno registrare enormi ritardi nella corresponsione delle mensilità e del premio di produzione dovute. Come UILtrasporti sin dal mese di ottobre 2018 abbiamo diffidato le summenzionate società al pagamento delle mensilità e dei premi di produzione maturati. Abbiamo avviato Procedure di Raffreddamento ai Prefetti di Potenza e Matera, alla Commissione di Garanzia, al Ministero dei Trasporti, all’Ispettorato Territoriale del lavoro e alla Regione Basilicata perché si potesse instaurare un tavolo di verifica che vedesse partecipi tutti gli organi in indirizzo; stiamo ancora attendendo la convocazione. Una cosa è certa: questa situazione non può essere più tollerata dai lavoratori che, sensibili alle difficoltà aziendali ma stanchi di sacrificare le esigenze, anche primarie, della famiglia, continuano ciononostante a prestare la propria attività con dedizione e puntualità. CHIEDIAMO al nuovo Assessore regionale al ramo di convocare con la massima urgenza una riunione con le Segreterie Sindacali Regionali. Lo dichiara la segreteria regionale della UIL Trasporti di Basilicata che ribadisce come: “sia importante intensificare gli incontri dell’Osservatorio regionale per definire i termini tecnici della nuova gara e poter addivenire a una programmazione regionale del trasporto pubblico che abbraccia e si snoda su tutto il territorio regionale. Una nuova Gara che preveda l’istituzione di una Azienda Unica, proposta dalla UILT e la UIL Basilicata e sostenuta da tutte le OOSS, perché unica soluzione a salvaguardia dell’unicità di trattamento giuridico e contrattuale per tutti i lavoratori del settore e permetta ai pendolari di muoversi con facilità su tutto il territorio regionale”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Potenza luci azzurre al Comune per ricerca su Neurofibromatosi

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:45
“Accendere una luce di solidarietà e di conoscenza per una sindrome genetica ancora poco conosciuta, le neurofibromatosi, questo il significato della luce blu e verde che a Potenza illuminerà il Palazzo di Città, sede del Comune, la sera di venerdì 17 maggio su invito dei pazienti italiani rappresentati dalle associazioni ANF Onlus, Ananas Onlus e Linfa Odv”. Lo annunciano in una nota gli organizzatori dell’iniziativa internazionale “Shine a light on NF”, Accendi una luce sulle Neurofibromatosi, lanciata a livello globale dalla storica fondazione statunitense Children’s Tumor Foundation (“CTF”) e che coinvolge molte associazioni che nel mondo si dedicano ai pazienti affetti da questa sindrome genetica rara. “Nel 2018 sono stati illuminati 205 luoghi nel mondo, questo grazie soprattutto all’impegno della CTF e della fondazione inglese The Neuro Foundation. Il mese di maggio è dedicato, a livello nazionale e internazionale, alla sensibilizzazione e alla diffusione di conoscenze sulle NEUROFIBROMATOSI, meglio conosciute come NF, sindromi genetiche rare che già a livello pediatrico si manifestano con tumori del sistema nervoso centrale e periferico, estremamente dolorosi e deturpanti talvolta associati a problemi ossei, cognitivi e vascolari e che ad oggi mancano di una terapia efficace. Sono oltre 20.000 in Italia le persone colpite da NF e circa 2 milioni nel mondo. Per i pazienti di tutto il mondo maggio è un momento importante per sensibilizzare la società, le istituzioni nazionali ed internazionali e la comunità scientifica su questa sindrome genetica attraverso iniziative e incontri con medici, ricercatori pazienti e Associazioni”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

PRESENTATO RAPPORTO ANNUALE SULLA REUMATOLOGIA

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:44
Quasi 20.000 prestazioni effettuate nel 2018 negli ambulatori di Potenza e Matera, 415 pazienti ricoverati in regime ordinario e Day Hospital, 28  pubblicazioni su riviste internazionali con impact factor: sono i numeri in continua crescita che sottolineano il valore del Dipartimento di Reumatologia della Regione Basilicata e lo  riconfermano come esempio d’eccellenza nell’assistenza di pazienti lucani ed extra regione per la diagnosi e il trattamento di malattie reumatiche croniche come l’artrite reumatoide, la sclerosi sistemica, le spondiloartriti e la malattia di Behçet. Se ne è parlato oggi in occasione dell’incontro annuale di presentazione del Rapporto “La Reumatologia in Basilicata: report 2018 e obiettivi 2019”, svoltosi a Potenza.
Sul totale delle prestazioni ambulatoriali effettuate nello scorso anno dal Dipartimento di Reumatologia con le sue strutture dislocate sul territorio regionale (Ospedale San Carlo di Potenza e Ospedale Madonna delle Grazie di Matera) il 36% ha riguardato pazienti provenienti da altre regioni, in particolare Campania, Calabria e Puglia, ma anche Sicilia, Lazio e Abruzzo.
Il dato extraregionale cresce fino al 58% se si considerano i pazienti ricoverati in regime ordinario (56% nel 2017), principalmente per patologie complesse quali connettiviti e vasculiti.
“Come Presidente della Regione Basilicata - ha detto Bardi - mi sento fiero di avere sul nostro territorio punte di eccellenza come quella della Reumatologia. A modelli come questo dobbiamo tendere per far sì che tutta la sanità lucana si riorganizzi al fine di rispondere sempre più alla volontà dei cittadini lucani di essere curati bene. Questo è l’impegno che ho preso in campagna elettorale, per dare concretezza a quella voglia di cambiamento che è emersa con il voto e che intendo rispettare. I dati - ha aggiunto il presidente - dimostrano che anche in Basilicata è possibile attenuare fenomeni come l’emigrazione sanitaria o le lunghe liste d’attesa, sintomo di una sanità che non funziona. Ciò sarà possibile anche grazie all’impegno di tutte le professionalità coinvolte. Ho voluto essere presente qui oggi, perché ritengo che chi è chiamato a prendere le decisioni politiche, debba conoscere a fondo i problemi.
Le priorità che ho comunicato al direttore Barresi, che sta ben lavorando, sono quelle di mettere al centro di ogni nostra azione il paziente e di misurare il grado di soddisfazione delle cure prestate. Rendere la nostra, una terra attrattiva dal punto di vista sanitario - ha aggiunto Bardi - significa tenere ben presente questi traguardi. Gli obiettivi da raggiungere illustrati dalla dottoressa Padula sono ambiziosi e condivisibili: la reumatologia lucana, che fa scuola in altre regioni, deve rimanere una nostra punta di diamante. Il fatto che ricercatori e medici di fama internazionale abbiano scelto di lavorare qui sin dall’inizio, insieme al dott. Olivieri, significa che per il futuro dobbiamo creare le condizioni perché anche altri giovani eccellenze possano tornare o cominciare la loro professione proprio nella loro terra. Ecco perché, l’obiettivo della mia Giunta sarà quello di rafforzare questa struttura. Essendo però la Reumatologia una branca interdisciplinare, sarà quindi necessario ed importante - ha concluso Bardi - potenziare tutte le altre strutture della ricerca”.
“La reumatologia è un’eccellenza e dovrà continuare ad esserlo sempre di più – ha ribadito il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera regionale “San Carlo” di Potenza, Massimo Barresi -. Ma dobbiamo coniugare l’eccellenza con i bisogni dei cittadini anche quelli di ordine primario. Quindi, assolutamente le liste di attesa saranno la nostra battaglia, già avviata e che sta già dando qualche risultato positivo.  Certo, la reumatologia lucana svolge anche molta attività extraregionale, ma faremo grandi sforzi per rispondere alle esigenze di tutti i pazienti che rimangono la nostra priorità. Il blocco dell’intramoenia non è frutto di una volontà persecutoria verso i medici ma un atto doveroso verso il cittadino”.
Non sono solo tempestività diagnostica ed appropriatezza terapeutica ad essere i fiori all’occhiello del Dipartimento di Reumatologia, intensa e produttiva è anche l’attività di ricerca che posiziona il Dipartimento ai primi posti nella graduatoria nazionale, sebbene la produzione scientifica non sia un requisito richiesto alle strutture ospedaliere e l’attività non preveda alcun incentivo economico e professionale per gli specialisti che la portano avanti. L’impegno degli specialisti ha portato nel corso del 2018 alla pubblicazione di 28 articoli su riviste scientifiche internazionali con Impact Factor, un significativo incremento rispetto alle 19 del 2017.  Inoltre, sono stati circa 50 gli eventi formativi di interesse locale, nazionale ed internazionale a cui i membri del Dipartimento hanno partecipato in qualità di relatori.
“Per il nostro Dipartimento l’impegno nella ricerca in ambito reumatologico è fondamentale. A spingerci è infatti la convinzione che a un alto profilo scientifico corrispondano cure d’avanguardia e un’ottimizzazione delle risorse sempre più limitate del servizio sanitario, elementi che congiuntamente concorrono a un miglioramento della gestione del paziente” - ha commentato la Dottoressa Angela Padula, Direttore del Dipartimento di Reumatologia della Regione Basilicata –  I risultati ottenuti in termini di ricerca nel 2018  e le attività in corso sono per tutto il Dipartimento un motivo di soddisfazione ed orgoglio - ha concluso il Dott. Salvatore D’Angelo, Dirigente Medico U.O. Reumatologia AOR San Carlo - Per quanto riguarda l’assistenza invece, nell’ottica di un continuo e costante miglioramento, stiamo valutando la possibilità di  implementare la rete territoriale con l’attivazione di ambulatori distrettuali per favorire una maggiore integrazione ospedale-territorio e aumentare la disponibilità di accesso alle visite specialistiche”.




Categorie: Notizie Basilicata

Provincia Matera, riapertura Ponte Santa Laura a Rotondella

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:37
“È stato riaperto al transito questa mattina il ponte Santa Laura sul fiume Sinni, che si colloca sulla strada provinciale che collega Rotondella alla Sinnica proprio in prossimità dello svincolo sulla Sinnica”. Lo annuncia in un comunicato la Provincia di Matera. “Alla cerimonia di inaugurazione – è scritto in un comunicato - hanno preso parte il presidente della Provincia, Piero Marrese, l’assessore regionale alle infrastrutture, Donatella Merra, che al suo primo incontro ufficiale non ha fatto mancare la sua disponibilità per il territorio, e alcuni sindaci della fascia jonica”. “Un traguardo importante per i cittadini, gli imprenditori e per gli agricoltori del territorio, e più in generale per la provincia di Matera tutta - ha dichiarato il presidente Piero Marrese -. Una struttura moderna, che oggi diviene realtà dopo l’impulso decisivo che abbiamo dato negli ultimi mesi, proprio al fine di consegnare alle comunità della fascia jonica un collegamento utile e funzionale ad una fluida viabilità della strada. Un ringraziamento va rivolto ai tecnici della Provincia e all’impresa Ro.Mal.Cos. Spa, che hanno coordinato ed effettuato gli interventi e dato l’accelerata finale per la realizzazione dell’opera; ma un grazie va anche a chi in passato si è impegnato sia nel reperimento delle risorse necessarie, permettendo così l’avvio dei lavori e degli interventi sulla struttura, che in sostanza è stata ricostruita quasi ex novo. Voglio ringraziare il neo assessore regionale alle infrastrutture Merra per aver partecipato alla cerimonia di inaugurazione, mostrando così grande attenzione e sensibilità al territorio”. Il ponte, realizzato con fondi regionali, si presenta come un’opera moderna e strategica per l’intero territorio e diminuirà diminuire i tempi di percorrenza della strada.


Categorie: Notizie Basilicata

Matera, lavori Cattedrale Maria SS Bruna: riaffiorata sepoltura

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 15:34
Il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Francesco Canestrini e l’Arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Antonio Giuseppe Caiazzo fanno sapere in una nota che “durante lavori di messa in sicurezza di alcuni ambienti del seminario vescovile annessi alla Cattedrale Maria SS. della Bruna di Matera è riaffiorata una sepoltura scavata nel banco roccioso tufaceo della Civita”. La sepoltura risale al IV secolo a.C. ed è dotata “al suo interno di un corredo integro, composto da una serie di vasi da simposio di probabile fattura apula. La direzione scientifica dello scavo della tomba e dell’indagine archeologica dell’intero contesto di rinvenimento è stata assunta dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, cui si affiancano due archeologi specializzati nominati dall’Arcidiocesi”. Nell’anno di Matera Capitale Europea della cultura “l’eccezionale scoperta aggiunge un nuovo fondamentale tassello alle conoscenze della storia del popolamento antico di questo settore urbano, per il quale sono già note scoperte avvenute nel secolo scorso riconducibili a uno stesso orizzonte cronologico”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera2019 e Doppiozero, cinque saggi in ebook su scienza e arte

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 10:36
Nella creazione del programma culturale di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, ampia attenzione è stata data alla relazione tra l’Arte e la Scienza con l’individuazione di un tema specifico. Il tema Futuro Remoto rappresenta una riflessione sul rapporto millenario con lo spazio e le stelle; un rapporto che, ripercorrendo anche i passi di Pitagora, uno dei residenti più illustri della Basilicata, esplora l’antica bellezza universale della Scienza. Si mettono a confronto pratiche antichissime con modelli di vita fruibili, capaci di influenzare le idee di cultura e di sviluppo dei prossimi decenni provando a rispondere all’annosa domanda: C’è una schisi tra Arte e Scienza, una separazione e una distanza tra le due? Le dimensioni principali del fitto rapporto tra Arte e Scienza di cui ci occupiamo sono: l’Arte e la Scienza come prodotti dell’evoluzione biologica e culturale; l’Arte e la Scienza come fonte reciproca di ispirazione; l’Arte come canale significativo della comunicazione della Scienza.
La Fondazione Matera Basilicata 2019 e Doppiozero, la rivista culturale online diretta da Marco Belpoliti, hanno creato, a sostegno dei progetti del programma culturale di Matera 2019, una piccola collana di cinque e-book denominata Schisi, curata da Agostino Riitano, project manager supervisor della Fondazione.
Gli ebook contengono saggi di cinque autori che rivolgono la loro attenzione agli aspetti interdisciplinari e si segnalano per la capacità di coniugare il rigore delle loro argomentazioni e una particolare cura alla leggibilità dei testi.
Il primo volume è di Mario Porro e si intitola “Margini della scienza”. Il libro si può scaricare gratuitamente collegandosi a questo link: https://www.doppiozero.com/libro/i-margini-della-scienza.
“La collana – spiega Riitano -   nasce dalla convinzione che sia possibile tracciare una rotta tra le scienze umane e le cosiddette scienze esatte, quel passaggio a Nord-Ovest che, come ci ricorda il filosofo ed epistemologo Michel Serres, cercavano gli esploratori un secolo e mezzo fa tra i diversi continenti in luoghi estremi. La collaborazione con Doppiozero ci accompagnerà con una pubblicazione al mese fino a settembre, quando si presenteranno al pubblico due progetti del programma culturale nei quali arte e scienza si fondono in maniera emblematica, Onda e Quantum Danza, per i quali stiamo collaborando con le principali istituzioni scientifiche italiane ed europee come ASI/Centro di geodesia spaziale di Matera, Trieste 2020 Città Europea della Scienza e CNR.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Il 17 e il 18 maggio Montescaglioso capitale per un giorno

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 10:32
Si terrà venerdì 17 e sabato 18 maggio l’iniziativa promossa e coprodotta dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 ed il Comune di Montescaglioso per celebrare l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura attraverso la rete dei comuni del territorio lucano che avranno la possibilità di diventare Capitale per un giorno. La manifestazione è realizzata dal Comune di Montescaglioso, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Bersaglieri e la locale Associazione Amico del Cavallo. L’idea progettuale per l’iniziativa Capitale per un giorno dal titolo “Tra musica, tradizione e innovazione: Montescaglioso corre con Matera 2019", prende spunto dal 67° Raduno Nazionale dei Bersaglieri 2019 che si terrà a Matera domenica 19 maggio. Essendo pervenuta da parte del Comitato organizzatore Anb di Basilicata a questa Amministrazione la richiesta di ospitare una fanfara, è stata realizzata una due giorni di manifestazioni che si pone come obiettivo quello di offrire supporto logistico e organizzativo alla Città di Matera ospitando una fanfara e creare un’offerta turistica interessante ed entusiasmante per le migliaia di turisti che giungeranno a Matera in occasione del grande evento del 167° Raduno Nazionale dei Bersaglieri. La proposta mira a valorizzare tre importanti aspetti del folclore montese: il profondo e forte sentimento religioso ed in particolare la devozione Mariana testimoniata a Montescaglioso dalla presenza della Madonna del Cammino installata su Monte Vetere e protettrice dei bersaglieri, la cultura musicale e bandistica e l’antica tradizione legata al mondo equestre.
Questo il programma:
17 maggio 2018 – Giornata di preparazione: alle ore 17.30 in Viale Ionio raduno e partenza della sfilata a cavallo che raggiungerà la centrale Piazza Roma dove, alle ore 18.00, si procederà alla benedizione dei cavalieri e del vessillo cremisi da donare alla Madonna; il corteo a cavallo sfilerà per le principali vie cittadine per raggiungere il colle di Monte Vetere sul quale è installata l’imponente statua della Madonna del Cammino, protettrice dei bersaglieri, che domina l’intera vallata. La Vergine sarà omaggiata con una preghiera, un dono floreale ed un vessillo color cremisi che è il colore dei bersaglieri.
18 maggio 2019 – E’ la giornata clou e più importante della manifestazione: intorno alle ore 17.00 la Fanfara dei Bersaglieri “A. Vidoletti” di Vergiate (VA), accompagnata dal corteo a cavallo, sfilerà per le principali vie cittadine; alle ore 19.00 la fanfara ed il corteo a cavallo raggiungeranno Piazza Roma dove incontreranno le Autorità civili e religiose per raggiungere Piazza del Popolo dove, alle ore 19.30, insieme renderanno omaggio al Monumento ai Caduti; alle ore 20.00 in Piazza Roma la Fanfara “A. Vidoletti” terrà il concerto conclusivo della manifestazione.
Il concerto si aprirà con l’intervento del Sindaco di Montescaglioso Vincenzo Zito e del Segretario Generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Giovanni Oliva.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Asm, Polimeni relatore a convegno nazionale Ingegneri clinici

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 09:53
Il direttore generale dell’Asm Joseph Polimeni, sarà relatore per la sessione magistrale al convegno nazionale dell’Associazione italiana ingegneri clinici che si terrà a Catanzaro, presso l’Università della Magna Grecia, dal 16 al 18 maggio 2019, sul tema del rapporto tra tecnologie e accessibilità, in un ottica di servizi a valore aggiunto. Lo rende noto l’Asm, spiegando che il convegno ospiterà anche 14 corsi di formazione su tematiche che vanno dal Codice degli appalti alle normative Medical Device.
La sessione magistrale si occuperà di “innovazione, sicurezza e sostenibilità, tre prospettive che fanno salute” ed oltre a Polimeni avrà come relatori: Eugenio Guglielmelli ( prorettore, università Campus Biomedico) e Giuseppe Lucibello ( direttore generale INAIL).  “Per noi – ha precisato Lorenzo Leogrande, presidente nazionale dell’Associazione ingegneri clinici - le tecnologie healthcare devono essere abilitanti per un’equità d’accesso e per esiti che conducano ad una salute migliore, diffusa ed universalista, superando le secche di una visione puramente economicistica dei servizi, che non permette di cogliere il valore complessivo dei servizi. Piuttosto il futuro della salute dei cittadini passa attraverso la valutazione concreta degli esiti dei percorsi terapeutici, soprattutto se questi hanno una forte componente tecnologica che permette valutazioni chiare e oggettive. Negli anni scorsi ci siamo interrogati su tanti aspetti emergenti e critici del nostro Servizio Sanitario Nazionale”.
“Confermo il ruolo strategia dell’Ingegneria Clinica – ha commentato Polimeni - per coniugare sostenibilità, economicità e accessibilità alle cure, favorendo l’innovazione per garantire la salute dei cittadini con sempre maggiore efficienza ed efficacia nell’ambito delle diverse procedure ad evidenza pubblica che devono rimanere sempre un obbligo per le pubbliche amministrazioni”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Confimi: subito tavoli partenariato economico e sociale

Basilicatanet - Mer, 15/05/2019 - 09:48
Il Presidente Nicola Fontanarosa, a nome della Confimi Industria Basilicata, “nel formulare i migliori auguri di buon lavoro al Governatore della Regione Basilicata dott. Vito Bardi e agli Assessori Francesco Fanelli, Francesco Cupparo, Rocco Luigi Leone, Donatella Merra e Gianni Rosa per loro mandato dell’undicesima legislatura, chiede la convocazione di un sollecito incontro per esaminare i molti temi caldi in essere e per valutare insieme le migliori soluzioni possibili”  – è  quanto rende noto l’ufficio stampa dell’Associazione.
In particolare, l’Associazione intende presentare la proprie proposte “Per una Basilicata protagonista e sostenibile” che fa della centralità dell’impresa il fattore strategico per lo sviluppo economico del territorio, ma anche per la diffusione di un etica del lavoro.
Nello specifico, la visione strategica di Confimi Industria per la Basilicata del futuro prevede che tutti i comparti economici regionali -  come l’agricoltura ed agroalimentare, il turismo e la cultura,  l’artigianato e il commercio, l’edilizia e il settore delle costruzioni, il settore industriale - dovranno accrescere il proprio peso al P.I.L. regionale attraverso progetti di valorizzazione delle produzioni e il completamento dei processi di filiera e di ammodernamento tecnologico ed organizzativo.
La programmazione regionale dovrà tenere conto di tali opzioni strategiche e dovrà realizzarsi attraverso un qualificato processo concertativo dell’istituzione regionale con le associazioni datoriali e le organizzazioni sindacali dei lavoratori, oltre che con la componente pubblica dei comuni e degli enti pubblici sub-regionali.
E’ proprio per tali ragioni che Confimi Industria Basilicata attribuisce grande importanza all’esercizio della rappresentanza ed invita il Governatore Dott. Vito Bardi a convocare  rapidamente i Tavoli del Partenariato Economico e Sociale.

bas 02


Categorie: Notizie Basilicata

RIORGANIZZAZIONE REGIONE: BARDI RISPONDE AL CONSIGLIERE POLESE

Basilicatanet - Mar, 14/05/2019 - 19:25
Il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in ordine a quanto divulgato dal consigliere regionale Polese dichiara quanto segue:
“La politica degli annunci frettolosi tanto cara a una certa sinistra ha fatto incorrere nel primo incidente di percorso il consigliere regionale Mario Polese.
Al quale, aspettando il testo scritto, di quanto annunciato sui social rispondo subito che:
la riorganizzazione della macchina regionale faceva parte integrante del programma che i lucani hanno premiato affidandomi il mandato di cambiare profondamente l’ente Regione. Nell’ambito di questo programma, sulla base e nel pieno rispetto delle leggi in vigore, ho deciso di effettuare alcune nomine.
La prima, è quella del Capo di Gabinetto. Nell’ambito della riorganizzazione degli Uffici è mia intenzione inoltre, utilizzando l’attuale pianta organica regionale – comunque nel rispetto delle regole del lavoro pubblico e del Contratto collettivo di lavoro in vigore– reperire le figure professionali che serviranno al funzionamento del mio Gabinetto.
La Regione che ho in mente valorizzerà tutte le migliori risorse e questo a saldi invariati. Che traduco, per il consigliere Polese, senza alcun aggravio di spesa rispetto all’attuale bilancio.  Il governo del cambiamento vuol dire cambiare metodi e prassi che hanno ridotto la Basilicata in questo stato.
E’ questo il compito che ci hanno affidato i lucani ed è questo quello che intendo fare. Le polemiche strumentali di questi giorni non mi faranno recedere di un millimetro dal compito che mi è stato affidato dagli elettori.”

Categorie: Notizie Basilicata

Summa (Cgil) su progetto Eni fotovoltaico Val d’Agri

Basilicatanet - Mar, 14/05/2019 - 17:19
“Aprire un tavolo nazionale con il Governo e le parti sociali prima della scadenza della concessione Eni in Val d’Agri, affinché si affronti sia la questione che attiene al presente – e cioè del come si può fare attività estrattiva in sicurezza – ma soprattutto allo scopo di delineare i tempi e le risorse per uscire dal combustibile fossile salvaguardando i livelli occupazionali, assumendo oggi la questione della transizione energetica secondo le linee tracciate dall’Unione Europea, istituendo un fondo di transizione strutturale che permetta di accompagnare la riconversione e il mantenimento dei posti di lavoro”.
Commenta così il segretario generale Cgil Basilicata Angelo Summa l’annuncio dell’Eni di voler investire nel settore delle energie rinnovabili in Val d'Agri con il progetto “Energy Valley”.
“È evidente che prima di qualsiasi politica di sviluppo in materia energetica, bisogna ripartire dalla sicurezza e dall’ambiente. Non si può pensare di gestire la risorsa petrolio come fatto fino ad ora. Su questa questione bisogna da subito ribadire con forza che l’unica strada per lo sviluppo della Basilicata è la transizione energetica e nuovi investimenti in energia alternativa al fossile”.

bas 02



Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page