Notizie Basilicata

POTENZA: Ospedale San Carlo Summa: “Evidente immobilismo della direzione generale Presidente Bardi intervenga con chiarezza”

Basilicatanews - Mer, 10/06/2020 - 08:14

“Il presidente Bardi intervenga con chiarezza rispetto all’evidente immobilismo della direzione generale dell’azienda ospedaliera regionale San Carlo che è ormai diventata  il principale ostacolo alla ripartenza dei servizi e delle attività”. È quanto afferma in una nota il segretario generale Cgil Basilicata Angelo Summa.

“Il dg Massimo Barresi, se già prima dell’emergenza aveva dato prova delle sue capacità gestionali, oggi  conferma la sua poca lungimiranza nel riprogrammare le attività – continua Summa – Al di là dei proclami, l’impatto dell’epidemia da Covid 19 sui livelli di assistenza in Basilicata è evidente. Un’emergenza dopo l’altra, tra interventi chirurgici rinviati, controlli ambulatoriali e oncologici  rimasti in sospeso nei mesi del lockdown. Un’onda che investe l’ospedale San Carlo che per tutta risposta pensa di ridurre di un quinto la sua attività schermendosi dietro la sicurezza da tutelare.

Invece di ragionare su come potenziare le attività ambulatoriali e chirurgiche – aggiunge il segretario – sembra che l’unica preoccupazione del direttore generale sia quella di essere esentato da qualsiasi potenziale responsabilità di un possibile rischio da covid.

Già c’erano forti dubbi sulla capacità di assicurare i Lea dopo il riordino del 2017, adesso c’è la certezza. Il Covid non può diventare la foglia di fico della propria incapacità gestionale.

La direzione strategica del San Carlo, chiusa nella sua  torre di vetro – conclude Summa – invece di far ripartire tutta la macchina sembra anteporre alla tutela della salute dei lucani il timore di non correre rischi personali. Non è il tempo delle schermaglie, ognuno si assuma le responsabilità legate al ruolo rivestito.

La buona notizia è che i dati sul contagio sono positivi: questo deve consentirci di cominciare a recuperare le prestazioni da subito; certo, con tutte le cautele, ma con una capacità di visione programmatoria che va assolutamente recuperata e che evidentemente non collima con chi dirige attualmente l’azienda ospedaliera regionale”.

 35 total views,  35 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: On. Rospi (PP): “E’ inaccettabile lo svuotamento dei presidi territoriali lucani sede di Pronto Soccorso Attivo”

Basilicatanews - Mer, 10/06/2020 - 07:34

melfi-pan-comune_a

“Accolgo con rammarico l’ennesimo grido d’allarme lanciato dalle sigle sindacali di categoria le quali, nelle scorse ore, di fronte a quella che definiscono perdurante incuria, hanno dichiarato lo stato di agitazione di tutto il personale dell’Ospedale di Melfi (Pz).” E’ quanto dichiara l’Onorevole Gianluca Rospi (presidente della componente Popolo

Protagonista) che aggiunge: “E’ inaccettabile, come rimarcano i sindacati, che, a causa dell’immobilismo dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo, di cui il polo ospedaliero di Melfi, così come quelli di Villa d’Agri e Lagonegro fanno parte in seguito alla LR 2/2017 di riordino del sistema sanitario lucano, si stia verificando una svuotamento dei presidi territoriali sede di PSA. E’ altresì vergognoso che, in un momento in cui si sta provando a lasciarsi alle spalle una epocale emergenza, in cui il settore sanitario si sta davvero sacrificando per il bene comune e per salvare migliaia di vite, mettendo a repentaglio la propria, si debba parlare, per quanto riguarda il presidio della città federiciana, di gravissima carenza di personale medico, infermieristico e oss, a cui si aggiungono mancati investimenti sulla struttura, anzi, come nel caso della risonanza magnetica, si è provveduto al suo acquisto ma non alla messa in funzione.

Fondamentale intervenire e farlo tempestivamente così da mettere la parola fine ad una situazione di inconcepibile abbandono, in cui di fatto versano tutti i presidi ospedalieri lucani sede di PSA, dislocati in zone piuttosto popolose. Gli strumenti per intervenire, ed hanno in tal senso altresì ragione le sigle sindacali, ci sono ma, chi di competenza, deve attivarli.” “La pandemia – conclude quindi l’Onorevole Rospi, con un riferimento all’emergenza covid-19 ed alla situazione sanitaria nazionale – ha costretto anche l’Italia ad allestire ospedali provvisori, con investimenti notevoli necessari per arginare una emergenza (lo si spera) di breve durata;

nel frattempo, ahimè, in tutto lo stivale, sono almeno 200 gli ospedali abbandonati, negli ultimi 40 anni si è passati da circa 530mila posti letto disponibili a poco meno di 200mila, con centinaia di migliaia di metri cubi ed ettari abbandonati, senza considerare piani di recupero per mancanza di risorse economiche. Ed è questo che non deve accadere, ma non sono io a

dirlo, è la nostra Costituzione all’art. 32: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti…”

 27 total views,  27 views today

Categorie: Notizie Basilicata

ROMA: AGRICOLTURA: MASSIMA ATTENZIONE DEL MIPAAF SUGLI STRUMENTI PER  IL SOSTEGNO ECONOMICO ALLE IMPRESE COLPITE DALL’EMERGENZA COVID-19

Basilicatanews - Mer, 10/06/2020 - 07:30

L’efficacia di tutti gli strumenti messi in campo per il sostegno economico e finanziario delle imprese agricole colpite dall’emergenza Covid-19 sarà costantemente valutato dal Ministero delle Politiche Agricole, al fine di superare eventuali criticità e procedere alle opportune correzioni. A confermarlo è il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate, che ha risposto oggi in Senato ad una interrogazione parlamentare che chiedeva chiarimenti sulle intenzioni di rifinanziamento della cambiale agraria da parte del Ministero.

Il prestito cambiario promosso da Ismea è stato accolto con molto favore dalle imprese agricole – dichiara il Sottosegretario Giuseppe L’Abbate – tant’è che i fondi messi a disposizione dall’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare sono stati esauriti. Alla luce delle diverse proposte normative di modifica che ne prevedono il rifinanziamento nell’ambito della conversione in legge del Dl Rilancio, attendiamo l’esito del confronto parlamentare sugli emendamenti”.

Accanto a questo strumento, le imprese agricole possono attivare i prestiti bancari con le garanzie Ismea, che dispongono di una dotazione di 350 milioni di euro, a cui si è aggiunto l’accesso diretto al Fondo di Garanzia di Mediocredito Centrale. “La possibilità di avvalersi in maniera diretta, senza l’intervento dei confidi, entrerà presto nella fase operativa e consentirà un rapido e consistente afflusso di liquidità al comparto primario – spiega Giuseppe L’Abbate – Inoltre, con il Decreto Rilancio, ora in discussione alla Camera, abbiamo predisposto lo stanziamento di un fondo emergenziale a tutela delle filiere in crisi pari a 500 milioni di euro, aumentato al 70% la misura di anticipazione erogata in attuazione dei regimi di sostegno previsti dalla PAC e uno stanziamento di 100 milioni di euro per far fronte alla crisi di mercato nel settore vitivinicolo. Infine, la recente attivazione del “regime italiano” permette – conclude il Sottosegretario alle Politiche Agricole – nell’ambito del quadro temporaneo degli aiuti autorizzati dalla Commissione europea per l’emergenza Covid-19, a Regioni, Province autonome, altri enti territoriali e Camere di Commercio di concedere contributi (sotto forma di sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali e di pagamento, o in altre forme) fino a 120.000 euro per ogni impresa della pesca e dell’acquacoltura e fino a 100.000 euro per ogni impresa attiva nel settore primario”.​

 36 total views,  36 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MURO LUCANO: IL PARCO DELLE RIPE

Basilicatanews - Mar, 09/06/2020 - 22:45

Con grande gioia abbiamo presentato in Consiglio Comunale la nostra proposta programmatica dedicata al turismo: Il Parco delle Ripe.

 Oggi, con una visione sempre più chiara, continuiamo percorrere il sentiero tracciato già ad inizio mandato. Un progetto che guarda alla valorizzazione e alla tutela dei propri luoghi attraverso il recupero di aree che, ha come cuore pulsante la Valle delle Ripe, il nostro Sito di Interesse Comunitario (SIC).

L’idea progettuale ha come obiettivo una serie di interventi per il miglioramento della capacità complessiva di attrazione turistica di Muro Lucano per la realizzazione di un unico macro attrattore che assumerà un ruolo particolarmente significativo nell’insieme delle attività di rilancio della nostra area che mirano a rafforzare le strategie di sviluppo turistico e di miglioramento economico del territorio dando avvio ad iniziative volte alla diversificazione e destagionalizzazione della stessa offerta turistica.


Il Parco delle Ripe, nello specifico, prevede un percorso ad anello sul quale sono stati programmati diversi interventi:
– AREA CAMPER
– ALPINE COASTER
– AREA POLIFUNZIONALE: area fitness, pista ciclopedonale, area pic-nic (a servizio dell’area Camper), area Culturale (cinema e teatro all’aperto)
– PASSEGGIATA TRA LE RIPE con inserimento di uno Skywalk nel punto più panoramico.
– RECUPERO, MESSA IN SICUREZZA DEL SENTIERO DELLE RIPE E RESTAURO DEI MULINI AD ACQUA

Sempre nel Consiglio Comunale di oggi, abbiamo approvato anche un protocollo d’intesa con la SEL per una serie di progetti e nello specifico uno dedicato alla diga in quanto parte integrante dello stesso Parco delle Ripe.

Ancora, è stato approvato anche il regolamento per la videosorveglianza e fototrappole, in quanto è obiettivo di questa Amministrazione garantire maggiore sicurezza, ma in particolar modo porre fine alle tante piccole discariche che continuano a generarsi sul territorio e purtroppo anche nei siti di maggiore interesse turistico. Su questo tema, tolleranza zero.


Tanti sono i progetti collaterali già in essere e candidati su fondi della comunità Europea.

 15 total views,  15 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ECOBONUS E SISMA BONUS POTENZIATI AL 110%

Basilicatanews - Mar, 09/06/2020 - 22:34
legislatore, professionisti e beneficiari colgano l’occasione per “lavoro a regola d’arte“  

“L’offerta data dal Decreto Rilancio, in merito ai nuovi Ecobonus e Sisma Bonus potenziati al 110%, rappresenta una chiara opportunità a più livelli, dal legislatore ai professionisti e fino ai beneficiari, per un lavoro a regola d’arte”.
E’ quanto dichiara il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di PotenzaGiuseppe D’Onofrio, in riferimento alle misure volute dal governo Conte e che coinvolgono la platea dei professionisti dell’area tecnica. “Superata la fase di lockdown con riavvio nella fase 3 dei cantieri edili – prosegue D’Onofrio – adesso la sfida è cogliere a pieno le detrazioni fiscali date dal bonus per l’efficientamento energetico e sulla mitigazione del rischio sismico delle costruzioni. In primis, ci rivolgiamo alla Regione Basilicata, affinché potenzi gli uffici competenti per agevolare l’iter di esame delle pratiche di autorizzazione sismica.
Ai professionisti, la raccomandazione di operare su di un vero e proprio banco di prova insieme alle imprese. Il rispetto di modalità operative e la linearità sull’incarico intrapreso rappresentano la strada maestra per chiudere i lavori qualificando l’attività prestata.

Fondamentale – conclude D’Onofrio – è il rapporto tra il tecnico e l’utente finale, decisivo per un lavoro di qualità. La scelta prioritaria è su base fiduciaria, senza lasciarsi ammaliare da chi è estraneo al territorio. Come si può riconoscere un professionista serio? Dall’accuratezza del sopralluogo alla fase progettuale del quale è responsabile, che tenga conto dei costi, non da ultimo, fornendo le giuste indicazioni al contribuente. Diffidare assolutamente di ribassi esagerati. E’ l’unico modo per evitare danni o spiacevoli intoppi in fase esecutiva, nel contempo, avere minori costi di realizzazione“.

 31 total views,  31 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: SPORT E ARTE URBANA PER DONARE SPAZI ALLA COMUNITA’

Basilicatanews - Mar, 09/06/2020 - 14:39

Istituto Comprensivo G. Pascoli, Olimpia Basket Matera e Uisp Basilicata, insieme per riqualificare il campetto annesso al plesso scolastico di Via Parini.

L’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Matera,  l’Olimpia Basket Matera e  l’Uisp  Basilicata hanno avviato da qualche giorno il progetto di  riqualificazione del campetto annesso al plesso scolastico di via Parini, con l’obiettivo di restituire alla città uno spazio da anni abbandonato, accessibile agli alunni e all’intera comunità.

Si tratta di un bell’esempio di partenariato con scopi sociali, completamente autofinanziato dai tre soggetti coinvolti: la Pascoli ha sostenuto i costi di recinzione e canestri, l’Olimpia si è occupata dei lavori di preparazione e adeguamento del campetto, oltreché di messa in sicurezza degli  accessi e la UISP ha coordinato l’intervento di arte urbana, che tre giovani artisti materani, Marica Montemurro, Gianni Papapietro e Luca Bia, eseguiranno direttamente sulla pavimentazione del campo di gioco, elaborando proposte di alunne e alunni dell’istituto.

L’intervento si pone in continuità con le azioni che l’Uisp Basilicata, con il progetto “Open Playful Space”, co-prodotto con Fondazione Matera – Basilicata 2019, ha già posto in essere durante il 2019, nell’ambito del programma di Matera Capitale Europea della Cultura; la riqualificazione di altri luoghi della città  per rendere visibile ciò che, negli anni, era diventato invisibile, sollecitando la partecipazione dei cittadini nella cura e gestione condivisa dei beni comuni attraverso i linguaggi universali del gioco, dello sport e delle arti di strada.

 20 total views,  20 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19 aggiornamento del 9 giugno (dati 8 giugno) NEGATIVI 465 test, 1 POSITIVO DI RIENTRO A GROTTOLE

Basilicatanews - Mar, 09/06/2020 - 13:39

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 8 giugno, sono stati effettuati 465 test per l’infezione da Covid – 19. Di questi, 464 sono risultati negativi e 1 positivo, relativo a una persona di Grottole rientrata dall’estero.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 12. Ieri erano 11, ai quali va aggiunta la persona risultata positiva.

Ai 12 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 359 guariti; 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm; 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare; 3 pazienti, uno residente a Torino e due in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata; 2 pazienti, conteggiati in Lombardia e in Veneto perché lì diagnosticati e dichiarati guariti in seguito a doppio tampone negativo, risultati positivi al tampone di rientro e attualmente in isolamento in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 33.185 tamponi, di cui 32.767 risultati negativi.
Attualmente nelle strutture ospedaliere lucane è ricoverato 1 paziente, che si trova nel reparto di malattie infettive dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera. I lucani in isolamento domiciliare sono 11.
Il prossimo aggiornamento domani, 10 giugno, alle ore 12,00.

 33 total views,  33 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: CASO DI VIOLENZA IN VIA CASALNUOVO A MATERA SU UNA DONNA

Basilicatanews - Lun, 08/06/2020 - 14:33

Il Coordinamento Regionale di FI Azzurro Donna Basilicata plaude al lavoro svolto dalla Questura di Matera per la tempestività delle indagini, per l’individuazione del soggetto autore di atti di violenza ed infine per aver applicato l’ammonimento per violenza, provvedimento previsto dall’ordinamento che consente di intervenire anche in caso di assenza di querela da parte della vittima.

La mancanza di una querela impedisce l’attuazione del Codice Rosso che è una grande conquista giuridica e permette una corsia veloce e preferenziale per le denunce e le indagini riguardanti casi di violenza di genere. L’ ammonimento, tuttavia, sta portando grandi risultati negli ultimi anni anche perché, li dove è stato abbinato, come nel caso della città di Milano, ad un progetto di recupero dei maltrattanti ha impedito, nella stragrande maggioranza dei casi una recidiva.

Occorre quindi lavorare molto sul tema e mettere in campo una serie di misure più fronti, soprattutto oggi, quando, all’indomani della emergenza sanitaria che ci ha costretti a restare a casa spesso in condizioni di convivenza forzata si sono registrati già aumenti di casi di violenza domestica su donne e minori.

E’ dunque necessaria una campagna di promozione forte che aiuti le vittime a non sentirsi sole, a poter contare sulle autorità ed istituzioni ed a DENUNCIARE. In tal senso questo risultato ottenuto dalla Questura di Matera è certamente un segnale degno di nota che fa sentire la vicinanza e la presenza delle autorità.

Auspichiamo dunque una maggiore collaborazione trà Istituzioni ed Autorità nella speranza che molto presto i nostri dipartimenti di Politiche Sociali, regionali, provinciali e comunali riescano ad organizzare, oltre alle politiche di supporto delle vittime, un progetto di educazione alla non violenza che parta dall’età della formazione dei piccoli lucani poiché le Istituzioni hanno il compito ma soprattutto il dovere di sopperire alle mancanze delle famiglie.

Per costruire un Mondo migliore è necessario piantare il seme del rispetto reciproco ed investire e credere nelle nuove generazioni, essere vigili, presenti ed attenti senza lasciare nulla al caso.

 10 total views,  10 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Emergenza Covid-19, aggiornamento 8 giugno (dati 7 giugno)573 test TUTTI NEGATIVI

Basilicatanews - Lun, 08/06/2020 - 14:27

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 7 giugno, sono stati effettuati 573 test per l’infezione da Covid-19, di cui 493 sono relativi all’indagine epidemiologica del Comune di Irsina, e sono risultati tutti negativi. Inoltre, nelle strutture sanitarie lucane non ci sono pazienti ricoverati.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 11, tutti in isolamento domiciliare. Ieri erano 12, ai quali si sottrae una guarigione.

Nell’ambito dei tamponi processati in giornata è stata riscontrata una positività di una persona che risulta avere contratto l’infezione in Veneto nel mese di maggio e che in seguito a doppio tampone negativo è stata dichiarata guarita dal sistema sanitario veneto nello stesso mese. All’ingresso in Regione Basilicata la persona è stata sottoposta a tampone la cui processazione ha restituito esito positivo in seguito a probabile bassa carica virale residua. È attualmente in isolamento in Basilicata presso il suo domicilio e, in quanto paziente già guarita e censita in Regione Veneto, non viene conteggiata in Basilicata.

Agli 11 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 359 guariti; 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm; 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare; altri 3 pazienti, uno residente a Torino e due in comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata; 1 paziente conteggiato in Lombardia perché lì diagnosticato e dichiarato guarito in seguito a doppio tampone negativo, risultato positivo a tampone di rientro e attualmente in isolamento in Basilicata; 1 paziente conteggiato in Veneto perché lì diagnosticato e dichiarato guarito in seguito a doppio tampone negativo, risultato positivo a tampone di rientro e ora in isolamento in Basilicata.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 32.720 tamponi, di cui 32.303 sono risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 9 giugno, alle ore 12,00.

 11 total views,  11 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: L’ASP A SUPPORTO DELL’INDAGINE DI SIERO-PREVALENZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Basilicatanews - Dom, 07/06/2020 - 20:14

 L’Asp, unitamente alla CRI e alle Amministrazioni Locali, supporta l’indagine di siero-prevalenza della popolazione inerente l’infezione da virus SARS-CoV-2 promossa dal Ministero della Salute che ne condivide la titolarità con l’Istat.

Sabato 6 e domenica 7 giugno 2020 anche i cittadini del capoluogo lucano sono stati sottoposti allo screening nei locali della palestra di Via Roma a Potenza.

I test sono stati effettuati dal personale dell’Asp con il supporto dei volontari della Croce Rossa Italiana, dalle 8.30 alle 18.30. I potentini che hanno risposto alla chiamata sono stati 884 (il 45 per cento di quelli contattati telefonicamente dal numero 0655101060).

“Un dato in linea con la media nazionale”, ha spiegato il direttore amministrativo dell’Asp, Giuseppe Spera. “Molti cittadini non hanno risposto alla chiamata pensando che si trattasse di call center – ha aggiunto – La metodica di indagine adottata è in linea con una delle tre impiegate nel corso dello screening regionale nelle aree rosse, per cui i risultati potranno essere una valida occasione di confronto e di ampliamento delle conoscenze”. I dati rilevati nel corso di tale screening saranno presentati in una conferenza stampa nei prossimi giorni.

“L’Asp sostiene questa campagna di screening in continuità con l’orientamento già assunto con gli studi attuati nei comuni, ex zone rosse, di Moliterno, Irsina, Tricarico e Grassano”, ha affermato il direttore generale dell’Asp, Lorenzo Bochicchio. “La lettura integrata dei dati dell’indagine di siero-prevalenza ministeriale con quelli dell’indagine locale potrà costituire valida base di riferimento a supporto del decisore politico regionale”, ha precisato Bochicchio, sottolineando al contempo “la proficua collaborazione tra ASP, Croce Rossa e Comune di Potenza, che ha reso possibile e fruttuosa l’iniziativa”.

“Si tratta di un’indagine trasversale condotta su un campione rappresentativo della popolazione stratificato per genere, classe di età (sei classi), localizzazione geografica e condizione socio-economica (quattro macrocategorie secondo la classificazione ATECO)”, ha affermato il direttore sanitario dell’Asp, Luigi D’Angola. “L’importanza dello studio è nella possibilità di stimare come il virus si è mosso nella collettività andando a ricercare i positivi alla ricerca di anticorpi. Categoria, questa, rappresentata non solo da coloro che sono stati presi in carico dal SSN in quanto sintomatici ma anche dai soggetti pauci o asintomatici che, secondo stime disponibili dai focolai iniziali in Cina, ammonterebbero a circa l’85% del totale dei contagiati”.

Lo studio permetterà di valutare la risposta anticorpale a seguito della prima fase della pandemia nonché le differenze a seconda del genere, dell’età, della sede geografica e della condizione socio-economica, valutando quanto questi si configurino come fattori di rischio. Inoltre, sarà possibile disporre di una banca dati biologica di popolazione per ulteriori valutazioni, comprese quelle attinenti la predisposizione di idonee azioni di sanità pubblica.

 9 total views,  9 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19, DATI DEL 6 GIUGNO, TEST 265 TUTTI NEGATIVI

Basilicatanews - Dom, 07/06/2020 - 20:05

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 6 giugno, sono stati effettuati 265 test per l’infezione da Covid-19, risultati tutti negativi e che nelle strutture sanitarie lucane non ci sono al momento pazienti ricoverati.

Nella giornata di ieri sono guarite 3 persone.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 12. Ieri erano 15, ai quali vanno sottratte le 3 persone guarite.

Ai 12 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 358 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 4 pazienti, uno residente a Torino e tre in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata.

Nell’ambito dei tamponi processati in giornata è stata riscontrata una positività di una persona che risulta aver contratto l’infezione in Regione Lombardia nel mese di marzo e che in seguito a doppio tampone negativo è stata dichiarata guarita dal SSR lombardo. All’ingresso in Regione Basilicata è stata sottoposta a tampone la cui processazione ha restituito esito positivo in seguito a probabile bassa carica virale residua. È attualmente in isolamento in Basilicata presso il suo domicilio e, in quanto paziente già guarita e censita in Regione Lombardia non viene conteggiata in Basilicata.

I lucani in isolamento domiciliare sono attualmente 12.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 32.147 tamponi, di cui 31.730 sono risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 8 giugno, alle ore 12,00.

 14 total views,  14 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA, RICHIESTA INTERVENTO IMMEDIATO PER PORRE RIMEDIO ALLA INSOSTENIBILE SITUAZIONE DEGLI UFFICI MATERANI.

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 14:29

Gentile Presidente,  

le sottopongo ancora una volta e in via ufficiale la seguente questione relativa al terzo piano del Palazzo della Provincia di Matera che ospita gli Uffici del Consiglio Regionale. Come accaduto anche in passato, ieri intorno alle 20.00 in coincidenza di una abbondante pioggia ci ha mostrato tutti i suoi limiti strutturali che mettono in pericolo l’incolumità dei cittadini, vigilanti, addetti alle pulizie, collaboratori di noi consiglieri che la frequentiamo, oltre che indecoroso per l’istituzione Consiglio Regionale.

Negli uffici destinati ad alcuni Consiglieri Regionali e nel corridoio antistante cade acqua in abbondanza, per evidenti infiltrazioni esistenti dal tetto che hanno nel tempo distrutto parti di solaio facendo cadere calcinacci e creando condizioni di allagamento su tutto il piano, con rischi di corto circuito data la presenza di numerose prese elettriche nelle zone circostanti.

 

Questa è la condizione di precarietà assoluta che rende questi luoghi inviv

ibili nel tempo invernale come d’estate, quando le temperature rendono impraticabili tali uffici sprovvisti di impianti di climatizzazione funzionanti.

A questo si aggiunge una insufficiente quantità e qualità dei servizi resi, nemmeno paragonabili a quelli erogati nella sede centrale di Potenza, quando si dovrebbe fare degli uffici del consiglio regionale di Matera una sede valida di rappresentanza almeno dignitosa, vista l’importanza che ha rivestito e riveste la Capitale Europea della Cultura In Italia e nel mondo.

Dopo 12 mesi di continue segnalazioni credo sia arrivato il momento di risolvere immediatamente i problemi esistenti e restituire prima di tutto sicurezza oltre che dignità e decoro alla sede seppur momentanea del Consiglio Regionale a Matera mettendo fine a questa vera e propria indecenza.

Con la presente le chiedo per lunedi prossimo un suo diretto sopralluogo accompagnato dai dirigenti, tecnici e da tutti coloro che hanno responsabilità in merito, compresi i rappresentanti dell’Ente Provincia proprietaria dello stabile. Le allego, affinché possa prendere regolare visione, qualche foto degli uffici così come si presentavano in data 5 giugno 2020 perché possa verificare anche se esistono le minime condizioni di sicurezza, con assunzione di conseguente responsabilità.

Certi di un positivo riscontro, si porgono distinti saluti.

 38 total views,  38 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA, : ALSIA, la Regione Basilicata approva il Piano triennale di attività 2020-22 e il Programma annuale 2020

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 14:22

All’indomani dell’approvazione in Consiglio regionale di Basilicata del Bilancio di previsione dell’ALSIA – l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura – per il triennio 2020-22, con la delibera n. 348 del 27 maggio la Giunta ha approvato il Piano triennale di attività dell’Agenzia per lo stesso periodo, e il Programma per l’anno in corso.

I due documenti sull’attività erano stati adottati dall’Agenzia il 21 aprile scorso, e proposti all’approvazione della Giunta di pari passo alle proposte di bilancio inviate dall’ALSIA al Consiglio. Una vera convergenza programmatica, quella tra ALSIA e Regione, che consente all’Agenzia di rilanciare il suo supporto al territorio lucano.

“La nostra strategia di sviluppo – ha commentato il direttore dell’ALSIA, Aniello Crescenzi – si basa su azioni a cascata e interconnesse fra loro, che vedono al centro la ricerca e la sperimentazione, a disposizione del mondo agricolo e agroalimentare lucano. Un ruolo cardine, in questo, sarà svolto dalle risorse umane presenti nell’Agenzia, un vero e proprio <patrimonio> da valorizzare ulteriormente per garantire un efficace trasferimento delle innovazioni ai settori agricolo e agroalimentare della Basilicata”.

“Quella che attende l’agricoltura nei prossimi anni – ha spiegato Crescenzi – è infatti una sfida che deve basarsi su pilastri fondamentali come l’innovazione e il rapporto sempre più diretto con tra e con gli operatori di settore. Sono questi alcuni degli elementi essenziali del Piano triennale e del Programma annuale. Un impegno finanziario di oltre 7 milioni nei prossimi tre anni, quasi un terzo in più rispetto al passato, che rilancia davvero l’Agenzia nel ruolo che le è stato assegnato dalla Regione”.

“Oltre alle attività del nostro centro di ricerca – aggiunge Crecenzi – che da tempo ormai ci pongono all’avanguardia internazionale in molti campi, un ruolo cardine sarà svolto sul territorio dalle aziende agricole dimostrative, come luogo di sperimentazione oltre che di verifica e collaudo di innovazioni mature. A questo proposito, sempre più aggiornato sarà il nostro sistema di comunicazione, già molto seguito dall’utenza, che in un momento così critico come quello dell’emergenza sanitaria si è velocemente riadattato per non far mancare al territorio il nostro sostegno e la nostra assistenza tecnica nel trasferimento delle informazioni e delle innovazioni, funzione cardine del nostro operato.”

“La strategia – ha concluso il direttore – punterà anche ad accelerare la dismissione dei beni dell’ex Riforma Fondiaria. Dedicheremo una particolare attenzione a questa azione, anche per dare valore a questo importante patrimonio”.

 39 total views,  39 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA, Asp: ripresa l’attività di prenotazione attraverso il CUP 

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 14:08

In linea con le disposizioni regionali l’ASP comunica il completamento, per molte branche specialistiche, delle prestazioni ambulatoriali sospese durante la fase di lockdown ed erogate, a far data dall’11 maggio 2020, mediante re-call. È stata, quindi, riattivata la possibilità per tutti i cittadini di prenotare tramite CUP regionale le principali prestazioni ambulatoriali di competenza dell’Azienda Sanitaria di Potenza.

 29 total views,  29 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: FURTO CON DESTREZZA NEL CENTRO CITTADINO, DENUNCIATO VENTUNENNE

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 14:04

Personale della Polizia di Stato ha individuato e denunciato all’Autorità giudiziaria un giovane materano, di 21 anni, che nella serata di giovedi’ sera si e’ impossessato di una borsa in questa via Ridola, asportandola fugacemente mentre la vittima era all’interno di un Bar.

Agenti della Squadra Volante sono prontamente intervenuti sul luogo del reato, su richiesta inoltrata presso la Sala Operativa della Questura.

Il giovane autore del furto era fuggito in direzione di Palazzo Lanfranchi, dileguandosi nel Rione Sassi. Postisi immediatamente sulle sue tracce, gli agenti hanno dapprima ritrovato e recuperato la borsa abbandonata lungo la fuga.

Grazie alla descrizione dell’individuo ricevuta dalla vittima e all’ottima conoscenza del territorio, gli agenti sono riusciti a rintracciare l’autore del reato presso la sua abitazione. Indossava ancora gli stessi indumenti che aveva al momento della commissione del fatto.

La valigetta sottratta e contenente diversi effetti personali e prodotti tipici del posto appena acquistati è stata restituita alla vittima, che ha espresso piena soddisfazione e riconoscenza agli operatori della Polizia di Stato intervenuti ma ha rinunciato a presentare formale denuncia.

L’autore del reato è stato comunque segnalato alla Procura della Repubblica di Matera per il reato di furto con destrezza.

 36 total views,  36 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Approvati da Giunta Avvisi pubblici per giovani universitari e laureati

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 13:25

Cupparo: ridiamo speranze ai giovani CON Due Avvisi Pubblici rivolti a giovani universitari e laureati sono stati approvati dalla Giunta regionale

su proposta di Francesco Cupparo, assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca.

Il primo – con una spesa di 750 mila euro – riguarda la concessione di contributi per la partecipazione a master universitari in Italia e all’estero per gli anni accademici 2018-2019 e 2019-2020.

Il secondo – con una spesa di 1 milione di euro – riguarda la concessione di contributi per la partecipazione a corsi di alta formazione in Italia e all’estero avviati dal 1 giugno 2019 al 28 febbraio 2020 che si siano conclusi con il conseguimento del titolo finale alla data di presentazione della domanda di partecipazione.

Nel confermare che “gli uffici del Dipartimento stanno definendo  un Avviso Pubblico in aiuto agli studenti universitari fuori sede iscritti all’Unibas per il canone di locazione nei mesi di sospensione dell’attività accademica”, l’assessore Cupparo sottolinea che “la Regione, contemperando le misure di contenimento per fronteggiare l’emergenza epidemiologica Covid-19, intende favorire sia la frequenza ai master universitari di primo e secondo livello avviati da Università pubbliche o private che quella ai corsi di alta formazione.

Investire nella qualificazione dei nostri giovani e adoperarsi per l’occupazione di persone laureate in cerca di lavoro – evidenzia l’assessore – sono obiettivi che intendiamo perseguire con particolare attenzione alle novità intervenute nell’offerta di occupazione di laureati e personale specializzato. Purtroppo i dati forniti dall’Istat dell’effetto lockdown sul mercato del lavoro in aprile non solo registrano il crollo del numero degli occupati ma l’esplosione del numero degli inattivi. Questo significa – dice Cupparo – che soprattutto i giovani laureati rinunciano a cercare un lavoro a conferma di una generale e diffusa sfiducia. Dobbiamo ridare ai giovani e alle persone che hanno perso l’occupazione a causa della pandemia speranze nel proprio futuro e nella ripresa perché il Paese non può ripartire senza le energie giovanili”.

L’assessore inoltre riferisce che “per l’Avviso Pubblico Liberi Professionisti (il bando si è chiuso il 29 maggio) alla data del 5 giugno da parte degli uffici del Dipartimento sono state istruite e, nel giro di una settimana, sono state adottate le determine di liquidazione a favore dei primi 2462 beneficiari. Complessivamente le richieste pervenute del Bonus sono 5.389 per una dotazione finanziaria di € 5.389.000; gli uffici stanno proseguendo l’istruttoria delle pratiche rimanenti.

 Infine per il Fondo Social Card il Dipartimento ha trasferito ai Comuni (con Determina dirigenziale 15AN.2020/D.00665  del 4/06/2020) l’intera dotazione del fondo pari a circa 3.550.000 euro”.

 9 total views,  9 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: EMERGENZA COVID-19 AGGIORNAMENTO DEL 6 GIUGNO(DATI DEL 5 GIUGNO) TEST 397 TUTTI NEGATIVI

Basilicatanews - Sab, 06/06/2020 - 13:23

La task force regionale comunica che nella giornata di ieri, 5 giugno, sono stati effettuati 397 test per l’infezione da Covid-19, risultati tutti negativi, e nelle strutture sanitarie lucane non ci sono al momento pazienti ricoverati.

Nella giornata di ieri è guarita 1 persona.

Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 15. Ieri erano 16, ai quali si sottrae 1 guarigione.

Ai 15 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda), 355 guariti, 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm, 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare e altri 4 pazienti, uno residente a Torino e tre in Comuni della Lombardia, tutti in isolamento domiciliare in Basilicata.

I lucani in isolamento domiciliare sono attualmente 15.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 31.882 tamponi, di cui 31.465 sono risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 7 giugno, alle ore 12,00.

 9 total views,  9 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: BRADANICA SS 655 TRATTO MATERA- LA MARTELLA(PERICOLO FISSO E COSTANTE)

Basilicatanews - Ven, 05/06/2020 - 17:13

I!.mi, i lavori inerenti il 1° Tronco del 1° lotto della SS 655 che collega la città di Matera al Borgo La
Martella volgono al termine e dall’aprile 2018, data di apertura provvisoria di questo tratto di strada
lungo circa 7 chilometri , innumerevoli sono stati gli incidenti avvenuti, con notevoli danni alle cose
e alle persone.
Detto tratto di strada, dotato di cinque accessi, di cui tre in direzione Matera e due verso
Foggia, sono caratterizzati, anziché da auspicate e normali corsie di accelerazione, da inconcepibili e
pericolosissime corsie di immissione, con segnaletica orizzontale di STOP, a ridosso della strada
predisposta per una viabilità a velocità sostenuta. L’incombenza etica e morale evidenzia che, con
l’obbligo di fermarsi e dare precedenza, la ripresa della marcia, dalle relative immissioni previste,
ravvisa l’elevato rischio di essere travolti dai veicoli che, sopraggiungendo a velocità sostenuta, non
appaiono visibili all’atto di immissione.
Le migliaia di abitanti del Borgo La Martella e delle ivi aree rurali sono state ignorate e
tagliate fuori dalla neonata arteria, evidenziando che l’uscita per il Borgo dista oltre 2 chilometri e
mezzo pur se, a soli 700 metri, sia stata predisposta un’uscita che consente l’accesso alla sola area
industriale di La Martella – Matera.
Altresì, la storia mi permette di sottolineare che il tratto della SS 7, che lambisce la città di
Matera, consta di 8 accessi, tutti dotati di corsie di accelerazione, con la differenza che la stessa è
stata realizzata a fine degli anni sessanta.
COMITATO DI QUARTIERE “QUARONI DEL BORGO LA MARTELLA”
Largo Cimabue 1/b, B.go La Martella Matera — comitatoquaroni@gmail.com
Parrebbe acclarato che la nuova arteria non implementi la miglior fruizione al Borgo, pur
rimarcando gli oltre 24 mesi in cui gli avventori tutti sono stati privati del tratto della provinciale
“8”, sacrificata per l’esecuzione dei lavori, collegante il Borgo allo svincolo per Matera centro e
pertanto costretti ad avvalersi del percorso alternativo considerevolmente più lungo, con aggravio
dei tempi di percorrenza ed insidie di sicurezza, previa risagomatura del manto stradale.
Appare strano, inconcepibile, inammissibile e finanche inaccettabile che non siano state
realizzate le corsie di accelerazioni alle rampe di immissione la cui segnaletica di STOP costituisce,
quotidianamente, pericolo fisso e costante per la pubblica e privata incolumità e paventi un vero
attentato alla vita umana.
Corre l’obbligo morale di rimembrare che il 4 luglio 2018, i delegati dei cittadini del Borgo
La Martella assieme all’allora Presidente della Giunta Regionale ed attuale Consigliere Dr. Marcello
Pittella, effettuarono un sopralluogo dell’area, dalla quale emerse l’acclarata contingenza dei dati
(Gazzetta del Mezzogiorno – 8 luglio 2018 a firma di Emilio Salierno cfr.), palesando la volontà
politica, oltre che morale, di finanziare l’opera in variante finalizzata a rimuovere le condizioni di
stringente e sottaciuto pericolo. Alcuni giorni a seguire il Presidente Pittella, per ragioni di ordine
giudiziario, fu’ rimosso dall’incarico e tutto cadde nell’oblio polveroso delle segrete stanze di
palazzo.
Orbene, nel superiore interesse di tutta la collettività amministrata, al fine di
salvaguardare e tutelare delle vite umane e rimuovere l’insidioso pericolo per la pubblica e privata
incolumità, si ravvisa l’autorevole intervento delle autorità in indirizzo al fine di conseguire una
rapida e vincolante decisione in merito al finanziamento della variante in corso d’opera per
l’esecuzione delle corsie di accelerazione e l’uscita per il Borgo all’altezza della zona
industriale.
In alternativa, qualora gli enti deputati allo svolgimento del servizio di vigilanza ed attuatori
d’opera in oggetto non si ritenessero in grado di espletare le funzioni d’istruttoria richieste, si
costituisca, in tempi brevissimi, una commissione permanente al fine di programmare la risoluzione
delle ataviche difficoltà logistiche funzionali di un’area di primario interesse sociale, strutturale ed
industriale.
In mancanza di risposte avanzeremo richiesta formale d’istituzione di un tavolo di lavoro,
richiedendo l’autorevole intervento di Sua Eccellenza il Prefetto di Matera, al fine di addivenire alla
rimozione delle situazioni di pericolo denunciate.

 32 total views,  32 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Covid, rientri in Basilicata: Regione istituisce piattaforma

Basilicatanews - Ven, 05/06/2020 - 16:21
Considerate le numerose telefonate che stanno giungendo al numero verde dedicato per le auto segnalazioni, la task force coronavirus ha istituito una piattaforma, raggiungibile attraverso il portale istituzionale della Regione Basilicata, cliccando sul banner verde laterale “Coronavirus”, o direttamente tramite l’indirizzo https://rientricovid19.fascicolo.basilicata.it:8443/rientricovid19/login.zul;jsessionid=96EE86E2FA0898C1858E390A296BA28A, a cui i cittadini potranno fare riferimento per registrare la propria presenza in Basilicata. 

 68 total views,  68 views today

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: FONDAZIONE MATERA 2019: ROSSELLA TARANTINO DIRETTORE GENERALE AD INTERIM

Basilicatanews - Ven, 05/06/2020 - 16:04

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Matera-Basilicata 2019 nella seduta odierna ha deciso di conferire alla dott. Rossella Tarantino l’incarico ad interim della Direzione Generale della Fondazione fino al 31 luglio p.v.. La decisione è stata assunta a seguito della scadenza a fine aprile del contratto del dr. Paolo Verri. La dott. Tarantino è la manager Sviluppo e Relazioni della Fondazione ed ha progettato la candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019 e successivamente ha avuto un ruolo di primissimo piano nella elaborazione dei dossier e nella realizzazione del programma con straordinario spirito innovativo. Il C.d.A. della Fondazione ha richiesto alla dott. Tarantino questo impegno supplementare che sarà svolto senza ulteriori oneri per la Fondazione. “Sono giorni molto complessi quelli che stiamo vivendo, – ha commentato il Presidente Salvatore Adduce -, a causa dell’emergenza sanitaria e la Fondazione sta comunque provvedendo a far fronte a tutti gli adempimenti soprattutto quelli relativi ai pagamenti dei fornitori. Ma la cosa non meno importante è progettare il futuro. Anche per questo l’incarico a Rossella Tarantino sarà utile per definire in poche settimane un programma che per grandi linee era stato già presentato alla conclusione del 2019 per consolidare il posizionamento di Matera e della Basilicata sulla scena culturale internazionale ”. Rossella Tarantino sarà affiancata dal Segretario Generale Giovanni Oliva a cui il C.d.A. ha conferito l’incarico ad interim di direttore amministrativo. “Le decisioni della Fondazione, come si può comprendere, sono state assunte anche nell’ottica della massima riduzione delle spese”.

 

Biografia Rossella Tarantino

Come Manager sviluppo e relazioni della Fondazione Matera Basilicata 2019 ha sviluppato e seguito i progetti pilastro di Matera 2019 Open Design School e I-dea, i progetti di coinvolgimento dei cittadini (volontari, scuole, Gardentopia, Altofest, Community, Matera Alberga, Movimento libero) e le relazioni internazionali con la Commissione e Parlamento Europeo, nonché con le Capitali europee della cultura, in primis Plovdiv. Materana, si è laureata a Siena in Economia e Banca e contestualmente ha preso il diploma a Firenze di “Interprete -Traduttrice”  ed è specializzata nel disegno di politiche pubbliche nel settore culturale ed innovazione sociale. Dal 2010 al 2014 è stata la project manager del Comitato (e componente del Comitato Scientifico) che ha preparato la candidatura con cui Matera ha vinto la competizione per il titolo di ECOC. Come project manager, ha curato i progetti e le residenze atte a rafforzare la dimensione europea e il coinvolgimento della città e dei cittadini, si è occupata di tutti gli aspetti concernenti la legacy del progetto, la sua fattibilità finanziaria, la sua connessione con le politiche urbane e regionali. Dal 2002 al 2014 ha lavorato nel Nucleo di valutazione degli investimenti pubblici della Regione Basilicata, elaborando piani strategici -i.e.DPEF-, conducendo valutazioni, lanciando progetti pilota sullo sviluppo locale e creatività (i.e.Visioni Urbane). Dal 1995 al 2001 ha lavorato a Bruxelles maturando una lunga esperienza nella gestione e valutazione di progetti di cooperazione nel settore culturale ed educativo con paesi terzi (paesi Mediterranei e India), anche attraverso numerose missioni in loco. Ha inoltre lavorato a supporto della progettazione comunitaria dei Comuni, in collaborazione con l’Anci, e progettato e gestito un progetto europeo sullo storytelling e merchandising dei musei. Per la Commissione europea, ha preso parte a numerosi panel di valutazione di progetti europei nel settore culturale e media. Europeista convinta, ha avuto il privilegio di essere una delle prime studentesse Erasmus (Università di Louvain, 1988).

 9 total views,  9 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page