Notizie Basilicata

L’8 ottobre a Matera la prima giornata nazionale dell’ecografia

Basilicatanet - Mar, 01/10/2019 - 09:40
Martedì 8 ottobre 2019, nella giornata dedicata all’Ecografia, in piazza Vittorio Veneto a Matera, i cittadini potranno recarsi presso il gazebo dell’Asm per assumere le giuste informazioni su tale metodica diagnostica. Lo rende noto l’Azienda sanitaria di Matera precisando che nell’occasione sarà presente il personale sanitario qualificato e soprattutto equipaggiato da strumentazione ecografica in grado di eseguire gli esami concordati e riservati alla popolazione. Grazie alla presenza di medici della Società italiana di radiologia medica e interventistica (Sirm), potranno essere offerte tutte le informazioni relative a tale metodica diagnostica, che si avvale dell’utilizzo di ultrasuoni, per ottenere immagini diagnostiche degli organi sottoposti all’esame.

Attraverso questa iniziativa verranno illustrate le potenzialità dell’esame ecografico, le rispettive indicazioni, e soprattutto le integrazioni con le altre metodiche di imaging nel contesto della sicurezza delle cure. “Tra gli obiettivi che ci proponiamo - afferma Michele Nardella, direttore dell’unità operativa di Radiologia diagnostica e Interventistica del presidio ospedaliero ‘Madonna delle Grazie’ di Matera – vi è quello di attivare un numero verde gratuito per i cittadini lucani, dove i nostri medici radiologi potrebbero rappresentare, a coloro che intenderanno approfondire l’argomento, che l'esame ecografico è un'indagine diagnostica assolutamente innocua e che può essere ripetuta tutte le volte che se ne dimostri l'utilità e la necessità”.

La giornata dell’ecografia prevede anche il coinvolgimento degli studi privati convenzionati che saranno a disposizione per eseguire esami ecografici a chi ne farà richiesta tramite un numero verde dedicato, allo stesso modo saranno a disposizione presso i presidi sanitari pubblici un medico radiologo e un ecografo dalle ore 14 alle 18 per eseguire esami ecografici ai pazienti.

Per il Direttore Generale dell’Asm, Joseph Polimeni, “la consapevolezza della cultura della salute e del ruolo strategico della comunicazione è ben diffusa nella nostra realtà scientifica e all’interno delle iniziative programmate sarà data priorità allo sviluppo dei percorsi di comunicazione e integrazione informativa facilitanti l’accesso del cittadino alla rete di offerta e di continuità delle cure. In tema di prevenzione la comunicazione è fondamentale per contribuire a rendere edotti i cittadini rispetto alle corrette pratiche cliniche finalizzate allo star bene”.    
Categorie: Notizie Basilicata

Progetto Scu.Ba.Lù, il saluto del vicepresidente Fanelli

Basilicatanet - Lun, 30/09/2019 - 14:13
“Stare insieme ai ragazzi mi riempie di gioia. Progetti importanti come questo non riguardano solo la didattica ma sviluppano un alto senso civico. Il percorso di condivisione che c’è stato per questo progetto rappresenta un esempio concreto di sinergia tra scuole, istituzioni e famiglie”.
Sono queste le parole del vicepresidente della Giunta Regionale di Basilicata, Francesco Fanelli, intervenuto questa mattina, presso l’aula magna dell’ I.C.L. La Vista di Potenza, alla  cerimonia conclusiva del progetto “Scuola Basilicata Ludica” (Scu.Ba.Lù). L’iniziativa, nel corso della quale sono stati premiati sedici istituti della scuola primaria e secondaria, è promossa, per il secondo anno consecutivo, dal Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza  della Basilicata, Vincenzo Giuliano.
“Condividiamo l’obiettivo del benessere dei ragazzi attraverso l’insegnamento di valori imprescindibili – ha aggiunto Fanelli, portando anche i saluti del Presidente Vito Bardi e di tutta la Giunta. L’evoluzione tecnologica impone grande attenzione anche degli adulti che devono stare al passo con i tempi e difendere attivamente i giovani dal cyberbullismo. Dobbiamo guardare al futuro con ottimismo – ha concluso Fanelli - da parte della Regione metteremo in campo azioni sinergiche con tutte le istituzioni per incentivare manifestazioni di questo genere”.

Categorie: Notizie Basilicata

Avviso pubblico dell’Alsia per un concorso di idee

Basilicatanet - Lun, 30/09/2019 - 11:14

Scadranno il prossimo 14 ottobre alle ore 12.00 i termini per la presentazione delle proposte per la realizzazione di un logotipo “Per la valorizzazione delle produzioni locali attraverso il sistema produttivo dei monaci certosini”. Lo prevede l’avviso pubblico dell’ALSIA, l’Agenzia lucana per lo sviluppo e l’Innovazione in Agricoltura, approvato proprio per dare riconoscibilità e quindi valore aggiunto a queste produzioni legate a tradizioni mai scomparse.
Il bando, consultabile all’indirizzo web http://www.alsia.it/opencms/opencms/Amministrazione-Trasparente/Sovvenzioni/Criteri.html, prevede in particolare che le proposte mettano in evidenza il modello riferito al sistema nato grazie ai monaci certosini, basato su alimenti tipici della dieta mediterranea che comprende frutta, verdura, ortaggi, cereali, legumi e piante officinali associate alle produzioni lattiero casearie di montagna.
Il logo potrà essere realizzato in qualsiasi forma, dovrà risultare chiaro, versatile e dovrà contenere e interpretare concetti come la genuinità e la bontà del sistema dei monaci certosini. Il simbolo realizzato dovrà essere utilizzato ufficialmente in tutti i canali di comunicazione (ad esempio etichette, stampa, brochure, manifesti, packaging produzioni).
La partecipazione al concorso è aperta a ditte, studi grafici e professionisti del settore grafico-pubblicitario che potranno partecipare ciascuno con una sola proposta. Non saranno ammesse le proposte dei dipendenti dell’ALSIA, della  Regione Basilicata, del Comune di Brindisi di Montagna (PZ) e degli iscritti all’AMAB (Associazione mediterranea produttori biologici).


Categorie: Notizie Basilicata

Assessore Rosa su lavori Tavolo Paritetico dell'Arpab

Basilicatanet - Lun, 30/09/2019 - 09:59
“Siamo ad un cambio di passo decisivo per la Regione tutta. I tavoli politico-sindacali, tenutisi nelle scorse settimana tra Regione, i rappresentati dei lavoratori dell'Arpab e i rappresentati dell'Agenzia, sono la base comune dalla quale iniziare a ristabilire il corretto funzionamento delle interlocuzioni tra Pubblica Amministrazione e rappresentanze dei lavoratori. Stiamo lavorando per tutti e tutti insieme, politica, sindacati e P.A., perché chiamati ad un atto di responsabilità verso la collettività, sia nell’ottica che il diritto alla tutela dell’Ambiente, e di conseguenza quella della Salute, sono valori non negoziabili e devono essere assicurati, sia nel recupero della fiducia dei cittadini nei confronti di tutte le parti convenute al tavolo, ognuno per il proprio ruolo". E' quanto afferma l'assessore regionale all'Ambiente ed Energia, Gianni Rosa.
“Oggi al Tavolo Paritetico dell'Arpab è affidato il compito di tracciare un solco tra il passato e quello che deve essere il futuro dell'Agenzia. Stabilità nel lavoro, professionalità dei dipendenti, certezza e chiarezza nei rapporti interni ed esterni possono essere i segni distintivi dell'Agenzia che i lucani attendono. Tutto ciò evidentemente dipenderà dall'esito della riunione. Non posso che appellarmi al senso di responsabilità e amore per la nostra Terra che è patrimonio comune", conclude Rosa

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Governo Bardi: superare precariato con concorsi pubblici

Basilicatanet - Sab, 28/09/2019 - 16:01
In relazione ai lavori consiliari, i rappresentanti della giunta regionale comunicano che la volontà del governo Bardi è quella di superare l’attuale fase del precariato e i fabbisogni lavorativi della Regione, della sanità e degli enti strumentali tramite i concorsi pubblici.
Gli argomenti contenuti negli emendamenti presentati dal Centrosinistra non sono affrontabili con disposizioni legislative, in quanto confliggono con le norme nazionali. Per i lavoratori dell’Arlab in scadenza la dirigenza generale sta provvedendo alla proroga dei contratti di lavoro. Per quanto riguarda, invece, i contratti degli interinali dell’Arpab, la competenza esclusiva è della delegazione trattante a livello aziendale, dove è essenziale la presenza della maggioranza dei sindacati rappresentativi. Ed è questa l’unica strada per garantire la continuità dei rapporti di lavoro.
Per ciò che concerne, infine, il comparto Sanità, l’assessore Leone è disponibile a incontrare le rappresentanze sindacali e ad affrontare le eventuali emergenze esistenti.    

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ANTEPRIMA SPORT LUCANO 27-9

Basilicatanews - Ven, 27/09/2019 - 20:18

LUCANIA TV di venerdì 27 settembre 2019 ANTEPRIMASORT CON IL POTENZA, PICERNO, SERIE D  GIRONE H GRUMENTUM E FRACAVILLA A FINIRE CON   ECCELLENZA LUCANA  CAMPIONATI REGIONALI.    

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

La valenza culturale dei geositi lucani, un convegno a Potenza

Basilicatanet - Ven, 27/09/2019 - 17:27
“La Regione Basilicata sta mettendo in atto importanti azioni per la salvaguardia dell’intero patrimonio geomorfologico e geologico. Dai calanchi del materano alle Dolomiti lucane, dietro ogni sito c’è una storia diversa sulla quale tracciare un’identità e una memoria. Queste le parole del dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture, Alberto Caivano al seminario sulle valenze turistiche e culturali del patrimonio geologico della Basilicata che si è tenuto al Campus Universitario di Potenza.
Al centro dell’incontro la legge regionale sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio geologico che prevede la realizzazione del Catasto regionale dei geositi e del patrimonio speleologico.
“La Regione nel 2015 - ha continuato Caivano - si è dotata di una norma specifica che vede incardinare nell’Ufficio geologico una serie di attività come il censimento dei siti. La Regione Basilicata - ha detto - pone massima attenzione alle attività di salvaguardia dei geositi. Un primo traguardo è la costruzione dell’architettura del catasto con i geositi dei primi 6 comuni (Acerenza, Calciano, Irsina, Oppido Lucano, Pietragalla, Tricarico) che ha visto i geologi coinvolti in nome della valorizzazione del territorio”.
Il catasto dei geositi è fondamentale per la programmazione turistica. I fruitori del geoturismo sono consumatori attenti che hanno una forma di consumo ecologica. Tra gli interventi di valorizzazione fatti sui geositi il più importante è il “Volo dell’Angelo” tra Castelmezzano e Pietrapertosa che nel corso degli anni ha ampliato l’offerta con altri attrattori come l’arrampicata, il percorso delle 7 pietre e il ponte nepalese.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Clima, assessore Rosa incontra studenti in mobilitazione

Basilicatanet - Ven, 27/09/2019 - 15:41
L’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, ha accolto oggi nella sede del Dipartimento una delegazione di studenti aderenti alla mobilitazione per il clima. I giovani hanno consegnato all’esponente dell’esecutivo un documento attraverso il quale chiedono alla Regione “una dichiarazione di emergenza climatica in Basilicata”, invocando allo stesso tempo lo stop alle nuove estrazioni petrolifere. Nel corso dell’incontro, durato oltre un’ora, dopo aver ascoltato con attenzione le istanze della delegazione, l’assessore Rosa ha evidenziato che “questo governo regionale ha sempre affermato che, per quanto riguarda le estrazioni, non si andrà oltre gli impegni assunti in passato dalla Regione Basilicata con lo Stato. A tali impegni, però - ha messo in chiaro - non ci possiamo sottrarre, dal momento che è il Piano energetico nazionale a definire strategico il petrolio. Non dico che sono d’accordo ma è così. In Basilicata non si possono chiudere i pozzi di petrolio. Dobbiamo però saperli gestire, e lo stiamo facendo, mettendo in campo un’attività di controllo e di monitoraggio che fino a poco tempo fa è purtroppo mancata. È chiaro, che bisogna saper utilizzare le risorse provenienti dalle estrazioni in modo intelligente, per scrivere il nostro futuro. Come governo regionale - ha proseguito l’esponente della giunta Bardi - stiamo realizzando una serie di azioni di controllo ed abbiamo anche avviato con successo una trattativa con le compagnie petrolifere per ottenere non solo risorse economiche per la compensazione ambientale, ma anche per la costruzione di un percorso condiviso con le imprese e con le istituzioni locali, che costruisca un futuro che sia “no oil”, che permetta di avviare attività produttive alternative al settore del greggio e che sia vincolato allo sviluppo economico”. L’assessore si è quindi soffermato su una serie di iniziative promosse dal governo regionale a tutela e a salvaguardia dell’ambiente. Come quella per giungere quanto prima alla definizione del Piano paesaggistico regionale, strumento di programmazione fondamentale, coinvolgendo anche il mondo universitario e della ricerca. “Come governo regionale - ha aggiunto l’assessore Rosa - rispondiamo alle istanze e alle esigenze dei cittadini con i fatti e con gli atti, non con le parole o con le promesse. Stiamo ad esempio lavorando ad un regolamento per stabilire i limiti alle emissioni metaniche, così come ad un piano per i controlli periodici nei confronti delle aziende soggette ad Aia, fra cui anche quelle del settore petrolifero. Il solco della giunta Bardi è il rispetto dell’ambiente e della legalità”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Si è riunito l'Osservatorio regionale Lavori pubblici

Basilicatanet - Ven, 27/09/2019 - 14:58
Si è riunito a Potenza nella sede del Dipartimento alle Infrastrutture e alla Mobilità, l’Osservatorio regionale dell’Edilizia e dei Lavori pubblici, presieduto dall’assessore Donatella Merra. All’ordine del giorno, gli aggiornamenti, richiesti dal Tavolo di giugno scorso, sul completamento dello schema idrico Basento-Bradano-Attrezzamento G e sui tempi effettivi di consegna delle opere di ammodernamento della Potenza-Melfi.
Presenti all’incontro, oltre al dirigente generale del Dipartimento alle Infrastrutture, i rappresentanti delle organizzazioni di categoria, degli Ordini professionali, del Consorzio di Bonifica e delle ditte appaltatrici. Sul completamento dello schema idrico Basento-Bradano-Attrezzamento settore G, sono stati uditi l’amministratore unico del Consorzio di Bonifica della Basilicata, Giuseppe Musacchio e l’impresa aggiudicataria dei lavori, D’Agostino. L’assessore Merra ha rilevato che “sull’intervento non si registrano avanzamenti significativi, situazione che determina preoccupante incertezza sui tempi di avvio dei lavori che, comunque, rimangono subordinati al perfezionamento delle attività di verifica e di validazione del progetto esecutivo, alla fase del contraddittorio con i soggetti deputati, La definizione del procedimento in corso è fondamentale per i successivi adempimenti di approvazione del progetto esecutivo, che rimane a cura del Cipe, per l’effettiva possibilità di entrare nella fase di esecuzione delle opere”. L’assessore Merra e il Tavolo hanno inoltre convenuto sulla opportunità di innalzare il livello di attenzione “sulle attività poste in capo all’impresa e al Consorzio, affinché i tempi prospettati possano essere rispettati, anche al fine di scongiurare il paventato definanziamento da parte del Ministero referente”. Per quanto concerne i lavori di adeguamento della Potenza-Melfi, invece, si è in attesa del perfezionamento dell’iter di autorizzazione di Anas all’atto di concessione sottoscritto ad inizio di agosto 2019. “Sono intanto in corso - ha precisato l’esponente dell’esecutivo - le procedure atte a constatare lo stato dei luoghi per il passaggio di consegne all’impresa D’Agostino. Si presume che l’inizio dei lavori avverrà antro il mese di novembre. La funzione dell’organismo - ha concluso l’assessore - è quello di monitoraggio ed impulso alla rapida definizione delle procedure ed avvio dei lavori”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Bardi su manifestazione degli studenti sul clima

Basilicatanet - Ven, 27/09/2019 - 12:44
“Questa giornata di mobilitazione studentesca sul clima rappresenta un evento positivo che dimostra la sensibilità dei più giovani sui temi legati alla sostenibilità ambientale. Una testimonianza che deve sensibilizzare l’opinione pubblica ma anche chi ha responsabilità ai vari livelli istituzionali. Il governo regionale terrà conto delle aspettative e delle proposte che giungeranno dagli studenti. Abbiamo il dovere morale di operare scelte capaci di consegnare un mondo migliore alle nuove generazioni”.
Lo ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.



Categorie: Notizie Basilicata

Irccs Crob: al via la "Notte Europea dei Ricercatori"

Basilicatanet - Gio, 26/09/2019 - 17:40
"Tutto pronto all’Irccs Crob per l’appuntamento più importante della Settimana della Scienza: la “Notte Europea dei Ricercatori”. A partire dalle ore 18, in contemporanea europea con tutti gli altri enti di ricerca, l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico lucano aprirà le sue porte a tutti quanti avranno voglia di conoscere in modo divertente ed informale il mondo della ricerca scientifica oncologica. Una serata ricca di eventi e attività che si svolgeranno in diverse location. Il primo appuntamento è in auditorium Cervellino dove si terrà la prima parte della “Notte”. Lo rende noto con un comunicato lo stesso Ircss Crob.
"Dopo i saluti istituzionali, che introdurranno le varie attività previste, ampio spazio - si legge ancora nella nota - sarà dedicato all’incontro con i ricercatori che per l’organizzazione e la buona riuscita di questa iniziativa hanno dato il meglio di sé insieme a tutto il personale di supporto. I ricercatori canteranno e coinvolgeranno i presenti in giochi e sfide a tema scientifico. Un approccio rilassato e confidenziale in cui divulgare con semplicità le attività che sono alla base della ricerca scientifica. In questo ambito si terrà la premiazione dei vincitori del concorso fotografico “Obiettivo Ricerca” organizzato dai ricercatori del Crob. Ci saranno dei percorsi guidati con speaker’s corner e poster illustrati alla scoperta delle attività di ricerca traslazionale e clinica dell’Istituto. Inoltre, durante tutta la durata della “Notte” sarà possibile fare il tour dei laboratori di ricerca. Alle ore 19.30 spazio al cibo sano con il laboratorio di cucina organizzato grazie alla collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier, di Slow Food Basilicata e dei Cuochi del Vulture. Il laboratorio si terrà nella hall del piano terra. Dopo i saluti istituzionali con il direttore dell’Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura Domenico Romaniello, il presidente di Ais Basilicata Eugenio Tropeano, il presidente Slow Food Basilicata Paride Leone e il presidente dell’associazione Cuochi del Vulture Romeo Tarcisio Palumbo, sarà presentato con il delegato Ais Daniele Scapicchio il progetto “Informa & in forma con gusto”. Con la conduzione dell’esperta Serenella Gagliardi si darà il via al laboratorio di cucina. In programma quattro show cooking con gli chef: Romeo Tarcicio Palumbo, Antonietta Santoro del ristorante Al becco della civetta di Castelmezzano, Savino Di Noia del ristorante Antica cantina Forentum di Lavello e Dario Amaro del Citro Signature Restaurant di Maratea. Sarà, inoltre, illustrata l’esperienza dell’epidemiologo del Crob Rocco Galasso con il progetto Diana5 sulla prevenzione delle recidive del tumore al seno attraverso l’alimentazione. Alle ore 21 la piece teatrale dell’attore Vincenzo Failla sulla differenza tra umorismo e comicità declinati in tema medico. A concludere i numerosi appuntamenti di questa “Notte” piena di ricerca, il concerto dei Power Blues Trio".

bas 02


bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Raccolta differenziata, fondi ai Comuni per centri di raccolta

Basilicatanet - Gio, 26/09/2019 - 17:07
“La giunta regionale ha approvato la graduatoria dei 16 Comuni beneficiari dei contributi per la realizzazione o l’ampliamento dei centri comunali per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani, per un totale di oltre 3 milioni di euro, e un nuovo finanziamento di oltre 800 mila euro per un terzo avviso”. Lo annuncia l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa.
I Comuni beneficiari sono Stigliano, capofila di un raggruppamento che comprende i Comuni di Aliano, Cirigliano e Gorgoglione, Episcopia, Gallicchio, Castelsaraceno, San Costantino Albanese, Missanello, Pietrapertosa, Bella, Campomaggiore, Tramutola, Spinoso, Brienza, Sant’Arcangelo, Nova Siri, Picerno, San Severino Lucano.
“Poiché sono ancora disponibili delle risorse, abbiamo inteso aprire una terza fase e permettere agli altri Comuni che non sono rientrati nei primi due avvisi di presentare le domande e migliorare il sistema di raccolta differenziata delle nostre comunità. Non serve tenere in cassa i fondi. Vanno messi a disposizione dei lucani”, commenta Rosa.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Test prenatale: nuova opportunità per le donne lucane

Basilicatanet - Gio, 26/09/2019 - 13:29
La Basilicata è la prima regione italiana che mette gratuitamente a disposizione il test di screening prenatale non invasivo (Nips) per tutte le donne in gravidanza che presentano un rischio intermedio di anomalie cromosomiche, desunto dal precedente esame bi test. Dal primo ottobre, infatti, questa opportunità verrà garantita operativamente attraverso il laboratorio specialistico di Genetica medica dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera, guidato dal dottor Domenico Dell’Edera, in collaborazione con il Centro di riferimento regionale di Medicina fetale e diagnosi prenatale dell’Ospedale San Carlo di Potenza e le unità operative di Ostetricia e ginecologia che operano sul territorio.
Basato su specifiche tecniche molecolari, il test viene effettuato con un semplice prelievo di sangue materano e permette di esaminare, a partire dalla undicesima settimana di gestazione, la probabilità di riscontrare nel feto problematiche collegate al numero di cromosomi quali la sindrome di Patau, la sindrome di Edwards e la sindrome di Down.
“L’obiettivo è quello di valorizzare il percorso nascita nelle strutture sanitarie regionali, consentendo alle gestanti di evitare il ricorso inappropriato a pratiche diagnostiche come l’amniocentesi, invasive e rischiose per la salute del feto, che in questo modo vengono ridotte di circa l’80 per cento” ha dichiarato oggi in conferenza stampa l’assessore alla Salute, Rocco Leone. “Con questa iniziativa di civiltà, condivisa dai ginecologi dei diversi presidi sanitari, suggeriamo alle donne lucane di affidarsi al servizio pubblico perché verranno seguite in maniera sicura e oltretutto non dovranno sostenere i costi dei test di screening propri del mercato privato. La Basilicata – ha aggiunto Leone – in questo modo si va ad allineare, come evidenzia il Ministero della Salute, ai Paesi europei più avanzati”.
Alla conferenza stampa, oltre all’assessore Leone e al responsabile del laboratorio specialistico di Genetica medica dell’Ospedale di Matera, Domenico Dell’Edera, hanno preso parte il direttore del dipartimento interaziendale materno-infantile dell’ospedale San Carlo e coordinatore del Comitato regionale per il percorso nascita (CPNr), Sergio Schettini, i direttori delle unità operative complesse di Ostetricia e ginecologia degli ospedali di Matera (Giuseppe Trojano), Melfi (Francesco Bernasconi) e Lagonegro (Alfonso Chiacchio), il responsabile dello stesso reparto all’ospedale di Policoro, Giampiero Adornato, e il primario della neonatologia del San Carlo, Antonio Sisto.
  
Categorie: Notizie Basilicata

A Potenza un incontro sul patrimonio geologico della Basilicata

Basilicatanet - Gio, 26/09/2019 - 12:38
Si terrà domani 27 settembre con inizio alle ore 9 al Campus Universitario di Macchia Romana, a Potenza, un seminario sul patrimonio geologico della Basilicata e sulle connesse valenze turistiche e culturali. In attuazione della legge regionale 32 del 2015 “Conservazione e valorizzazione del patrimonio geologico”, è stata infatti attivata una sinergia tra Regione Basilicata, Ordine dei Geologi, Università degli Studi della Basilicata e Cnr, con l’obiettivo di realizzare il Catasto regionale dei geositi e del patrimonio speleologico, in cui censire e catalogare tutti i siti lucani contraddistinti da peculiari caratteristiche geologiche, geomorfologiche ed idrogeologiche, fra cui i calanchi di Aliano, i palmenti di Pietragalla, il Vulture, le Dolomiti lucane, le sorgenti termali di Latronico. Al seminario di domani interverranno, tra gli altri, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra, il dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture, Alberto Caivano, la dirigente dell’Ufficio geologico regionale, Maria Carmela Bruno, il direttore dell’Ente Parco nazionale del Pollino, Giuseppe Melfi, esponenti degli Ordini professionali e dell’Università degli Studi della Basilicata. 
Nel corso della giornata verranno presentati i risultati della prima fase del progetto, che ha portato alla costruzione dell’architettura del catasto con i geositi dei primi 6 comuni studiati (Acerenza, Calciano, Irsina, Oppido Lucano, Pietragalla, Tricarico). Si parlerà inoltre del Piano Paesistico Regionale, con particolare riferimento alle misure di protezione dei Beni Ambientali e paesaggistici. Sarà poi trattato il tema del geoturismo, un settore da potenziare e sviluppare in un territorio come quello della Basilicata, con un patrimonio geologico così ricco ed eterogeneo, che presenta ancora vaste aree non urbanizzate dove poter leggere la storia e l’evoluzione della terra e le tracce di culture e tradizioni del passato. I lavori saranno arricchiti dal confronto con l’esperienza condotta dalla Società Italiana di Geologia Ambientale, nell’ambito della redazione del Piano paesaggistico della Regione Puglia. Sarà infine illustrato il percorso che ha condotto il Parco nazionale del Pollino al riconoscimento di Geoparco Unesco.


 
Categorie: Notizie Basilicata

Bardi: rideterminare i fabbisogni sulla sanità

Basilicatanet - Gio, 26/09/2019 - 12:20
“Dobbiamo rideterminare i fabbisogni sulla Sanità tra le Regioni e lo Stato. Va affrontata anche la questione dell’autonomia differenziata a condizione, però, che si traduca in un federalismo solidale che non penalizzi le Regioni del Sud. 
Ringrazio il ministro Boccia per aver annunciato che ogni intesa verrà sottoposta all’approvazione del Parlamento dopo una discussione pubblica. E’ quello che ho chiesto sin dal primo giorno del mio insediamento. Ti aspettiamo in Basilicata per un confronto leale e fattivo su questi e altri temi”.
Lo ha detto Vito Bardi nel suo intervento, alla presenza del ministro Boccia nell'incontro con i presidenti delle Regioni e il ministro in sede di Conferenza delle Regioni.


Categorie: Notizie Basilicata

Taglio boschi, giunta approva modifiche regolamento

Basilicatanet - Mer, 25/09/2019 - 17:31
Per snellire e velocizzare le procedure autorizzative e per adeguare la normativa vigente alle più attuali esigenze di cittadini e operatori, la giunta regionale della Basilicata ha approvato le modifiche al Regolamento di attuazione delle norme per il taglio dei boschi, definendo “nuove procedure amministrative” e completando il processo di riorganizzazione degli ambiti territoriali dell’Ufficio Foreste e Tutela del Territorio.
Ne dà notizia l’assessore regionale alle Politiche Agricole e forestali, Francesco Fanelli.
Il provvedimento prevede l’adeguamento della definizione di “Aree assimilate a bosco e Aree escluse dalla definizione di bosco” al Decreto Legislativo n. 34 del 3 aprile 2018 “Testo Unico in Materia Forestale e Filiere Forestali”; ma anche “una riorganizzazione delle sedi periferiche, da individuare esclusivamente presso strutture di proprietà della Regione Basilicata, le quali assolveranno anche alle funzioni di sportello informativo per il taglio boschi, con il compito di fornire informazioni relative alle norme e alle procedure”. Nella delibera è spiegato inoltre che “ogni sede periferica deve essere dotata di personale specifico con compiti di assistenza tecnica” e che deve essere avviata “una campagna di formazione e di informazione rivolta a tutti i soggetti che a diverso titolo siano interessati al provvedimento”. Previsto, inoltre, un “adeguamento delle sanzioni amministrative”. “Con questa delibera - ha detto l’assessore Fanelli - si è ritenuto di semplificare gli adempimenti per i piccoli tagli con procedure autorizzative molto veloci che partono anche con una semplice comunicazione. Sulla base dell’esperienza sin qui maturata, supportata dai dati statistici dell’Ufficio Foreste e Tutela del Territorio abbiamo constatato che, nonostante sia stato emesso un elevato numero di autorizzazioni al taglio, non si riesce ad emettere il provvedimento nei tempi previsti dal vigente regolamento, considerati l’ingente numero di richieste depositate ogni anno (oltre 4.000) e la limitazione imposta dalla normativa vigente che, ai fini dell’istruttoria, richiede di espletare sempre uno specifico sopralluogo in campo. Nelle more di una più completa rivisitazione della normativa regionale in materia di taglio boschi - ha detto ancora l’esponente dell’esecutivo - abbiamo deciso, quindi, di avviare una prima fase di modifica dell’attuale regolamento e soprattutto, lo abbiamo fatto con l’intento di dare risposte veloci ed efficaci ai lucani”. Con il provvedimento - trasmesso alla competente commissione consiliare per il parere prima della definitiva efficacia e pubblicazione - viene dato mandato all’Ufficio Foreste e Tutela del Territorio “di predisporre specifica modulistica per ottimizzare la gestione delle nuove procedure amministrative”.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Petrolio, Bardi: “La Basilicata in campo, dove è il governo?”

Basilicatanet - Mer, 25/09/2019 - 16:55
“Ho chiesto al Ministro Stefano Patuanelli l’apertura di un tavolo di confronto sulla vicenda del petrolio lucano. La risorsa petrolifera lucana contribuisce in maniera determinante al fabbisogno energetico nazionale, mentre la Basilicata non riceve il giusto riscontro al sacrificio al quale la nostra comunità è sottoposta”. Lo dichiara il presidente della Regione, Vito Bardi, che aggiunge: “Dobbiamo infatti evitare che - come nel recente passato - sia pure di fronte a intese sottoscritte con lo Stato, gli impegni realmente mantenuti si sono dimostrati residuali. In questa fase ho stabilito un iter procedurale che vede in primis la definizione degli accordi con la Total, immediatamente a seguire con l’Eni. Con l’idea di sviluppo di promuovere strategie “no oil”, che vedano coinvolte le stesse compagnie petrolifere in un percorso virtuoso che coniuga profitto industriale e politica per lo sviluppo e per l’occupazione delle nostre popolazioni. Quindi non si tratta di stabilire quanto denaro la Regione deve incassare e spendere, così come simpaticamente consigliato dall’opposizione per evitare la spesa corrente - prassi alla quale pure si erano abituati - ma scegliere e programmare la Basilicata del futuro. Che deve avere politiche di sviluppo che contemplino il superamento del fossile. Ripeto qui, quello che vado dicendo quotidianamente a tutti i miei interlocutori. E cioè che la tutela della salute e la salvaguardia ambientale sono valori non negoziabili su qualsiasi tavolo”. 
  

 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, Anteprima Dubai 2020 a Matera il 20 ottobre

Basilicatanet - Mer, 25/09/2019 - 15:02
“Siamo lieti e orgogliosi che il Ministro, Luigi Di Maio, abbia preannunciato da New York, l’evento che la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il commissario generale di sezione dell’Italia per Expo 2020 Dubai, Paolo Glisenti, stanno organizzando, insieme al Ministero per gli affari esteri, per il prossimo 20 ottobre, esattamente un anno prima della inaugurazione dell’Expo Dubai 2020”. Lo afferma, in base a quanto riportato in una nota dell’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019, il presidente della stessa, Salvatore Adduce. “Questo evento - aggiunge - è il frutto dell’accordo sottoscritto nel mese di ottobre del 2018 tra la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Commissariato italiano per Expo 2020 Dubai, finalizzato a portare nel Paese arabo la rete delle capitali europee della cultura ed in particolare, le iniziative e i progetti che contribuiscono alla creazione di nuove policy innovative, nazionali e internazionali, che favoriscono la maggiore circolazione delle produzioni nazionali originali, promuovono i talenti emergenti, incoraggiano la creazione di nuove competenze, la mobilità degli operatori, il turismo sostenibile, l’innovazione digitale e la visitors experience. Da Matera, insomma, parte un nuovo modello di sviluppo imprenditoriale capace di favorire relazioni, accrescere esperienze e saperi”. In particolare, il 20 ottobre, verrà presentato in anteprima assoluta il padiglione Italia di Expo2020 con il suo programma ed i suoi contenuti. “Nei giorni scorsi - afferma il direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri - abbiamo raccontato ai vertici di Confindustria come ormai Matera e la Basilicata possono rappresentare una nuova frontiera dello sviluppo proponendo una crescita economica dei territori attraverso la cultura, l’innovazione tecnologica e l’innovazione sociale. Confindustria ha mostrato di apprezzare il lavoro svolto rendendosi disponibile per ulteriori attività. Quella di Expo 2020 a Dubai può e deve rafforzare questa opportunità in modo che il Mediterraneo rappresenti sempre di più un polo di attrazione per gli investimenti nei settori più innovativi del mercato internazionale, uno spazio di eccellenza capace di affrontare con nuovi strumenti le sfide del futuro”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Cambiamenti climatici, Rosa: “Sinergie istituzionali importanti”

Basilicatanet - Mer, 25/09/2019 - 14:23
“Un’iniziativa dal valore strategico che mette in evidenza l’importanza della collaborazione istituzionale, in questo caso con il Ministero dell’Ambiente, nella gestione delle sfide globali che ci attendono come quella legata ai cambiamenti climatici”.
È quanto ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, intervenendo questa mattina, nella sede del Consiglio regionale, all’iniziativa ministeriale finalizzata a diffondere la cultura dell’adattamento ai cambiamenti climatici per superare le disparità territoriali, organizzata nell’ambito del progetto “CReIAMO PA Competenze e reti per l’integrazione ambientale e per il miglioramento delle organizzazioni della Pa”.
“In Basilicata – ha aggiunto Rosa – i temi ambientali sono molto sentiti e il dipartimento regionale sta lavorando per estendere la propria visione, affiancando sempre più alle attività di controllo quelle di valorizzazione del nostro patrimonio. Occasioni come queste servono per trasmettere conoscenze che una volta acquisite vanno a incidere sul livello di responsabilità dei cittadini e sulla programmazione degli enti locali”.
Il direttore generale del dipartimento Ambiente ed energia, Michele Bussolano, ha sottolineato la necessità di creare una rete con i sindaci così da condividere le strategie da adottare per contrastare i fenomeni legati ai cambiamenti climatici e arrivare preparati alla prossima programmazione europea che riserverà a questo capitolo uno spazio rilevante anche in termini di risorse economiche.
Nel corso dell’evento, che proseguirà nella giornata di domani, verranno approfonditi gli argomenti relativi alla governance e i vari aspetti economici e giuridici che caratterizzano le misure di contrasto ai cambiamenti climatici a livello nazionale e internazionale. Verrà inoltre presentata una piattaforma informatica, attualmente in fase di implementazione, per la visualizzazione del grado di coinvolgimento dei territori all’intensificarsi dei parametri di frequenza e intensità dei vari hazard a seguito delle modifiche climatiche.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Acquedotto Lucano: complesso intervento su condotta maestra Frida

Basilicatanet - Mer, 25/09/2019 - 12:22
Dalle prime ore di domani mattina, i tecnici di Acquedotto Lucano saranno impegnati in un complesso intervento di riparazione di un guasto sulla condotta maestra del Frida. La durata dei lavori è stimata in circa 30 ore, nel corso delle quali – si legge in un comunicato stampa di Acquedotto Lucano – si potrebbero verificare cali di pressione o la sospensione dell’erogazione. I disagi potranno avere tempistiche e durate differenti a seconda degli schemi di alimentazione e delle riserve idriche dei serbatoi cittadini. Acquedotto Lucano comunicherà puntualmente e quanto più tempestivamente eventuali sospensioni, comune per comune.
I comuni che potranno, eventualmente, essere interessati sono i seguenti: San Costantino Albanese, San Paolo Albanese, Cersosimo, Noepoli e zone rurali, Senise e zone rurali, San Giorgio Lucano, Colobraro, Valsinni, Rotondella e zone rurali, Nova Siri Centro e zone rurali, Tursi e zone rurali, Montalbano Jonico, Pisticci (comprese le zone rurali e la zona industriale), Craco, Ferrandina (comprese le zone rurali e la zona industriale), Pomarico, Miglionico (comprese le zone rurali), zone rurali di Montescaglioso, San Mauro Forte, Stigliano, Cirigliano, Gorgoglione, Accettura, Garaguso, Oliveto Lucano, Calciano, Salandra, Grassano, Grottole.

   
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page