Notizie Basilicata

Pignola, domani si conclude il progetto Educamp

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 13:30
“Si terrà domani l’evento conclusivo dell’Educamp di Pignola e Calvello che, per due settimane, ha portato nei nostri paesi dei tutors anglofoni i quali, appositamente formati, con specifiche attività ludico-didattiche, hanno accompagnato i nostri ragazzi in un progetto di potenziamento linguistico appositamente pensato per loro”.
Lo rende noto l’amministrazione comunale di Pignola guidata da Gerardo Ferretti.
“Gli amministratori di Pignola – prosegue la nota – sono ben lieti di aver accolto un’esperienza del genere e ringraziano i responsabili del campo nella persona della docente esperta Anna Lucia Riviello per aver offerto un’opportunità così importante. Imparare una lingua straniera è sicuramente un arricchimento personale che può rivelarsi utile per chi ama viaggiare e scoprire nuove realtà.
È, infatti, tramite progetti di potenziamento linguistico che si possono scoprire le bellezze di una cultura e di una lingua diversa dalla nostra e abbattere finalmente la barriera comunicativa che ostacola la crescita personale di ciascuno.
L’Educo Camp è un campeggio estivo di full immersion in lingua inglese con tutors madrelingua rivolto a studenti di ogni età che apprendono la lingua attraverso coinvolgenti attività ludico-didattiche. L’arte di imparare divertendosi è il nostro motto.
A fine percorso, ogni ragazzo riceverà un certificato attestante il livello di apprendimento linguistico. Il Camp di Pignola – conclude – ha rappresentato il raccordo di pupils provenienti da diverse scuole di Potenza, Satriano di Lucania, Tito, Sasso di Castalda, Abriola e Pignola”.


 
Categorie: Notizie Basilicata

Coldiretti Basilicata su assemblea di oggi a Lavello

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 13:24
“Una maledetta primavera, segnata da eventi meteorici eccezionali o il segnale evidente dei cambiamenti climatici? Riduzione delle superfici irrigue per le troppe criticità o anche il segno dei troppi ritardi nella infrastrutturazione irrigua della Basilicata? Sono gli interrogativi – si legge in un comunicato stampa di Coldiretti – lanciati da Coldiretti Basilicata, “a cui è urgente dare risposte”, lanciati nel corso dell’assemblea organizzata stamane a Lavello. Diverse centinaia gli agricoltori e una cinquantina i trattori che partiti dal centro della città sono poi arrivati nei pressi della diga del Rendina, dove era presente una rappresentanza dell'amministrazione comunale e il consigliere regionale, Piergiorgio Quarto”.
“Per evitare gravi ricadute sul futuro dell'agricoltura lucana, abbiamo deciso di proseguire la nostra azione mobilitativa per segnalare alcune criticità legate alle infrastrutture irrigue, funzionali allo sviluppo sostenibile delle imprese agricole della Basilicata – ha evidenziato il presidente di Coldiretti Basilicata, Antonio Pessolani – abbiamo scelto Lavello, perché qui si trova uno dei simboli delle incompiute, che assieme a tante criticità presenti sul territorio lucano, ne impediscono uno sviluppo compiuto”.
Da Lavello – prosegue la nota – Coldiretti Basilicata ha predisposto una serie di richieste alle istituzioni. “E’ necessario accelerare le procedure per la messa in funzione della diga del Rendina (risorse disponibili) e la realizzazione dell’adduttore che la collega all’invaso del Lampeggiano – ha continuato Pessolani – tali opere potrebbero consentire l’irrigazione di circa 6.500 ettari, di cui circa 550 nel Comune di Montemilone. E’ importante poi provvedere al rifacimento degli impianti irrigui nella zona di Atella e Rionero in Vulture”. L’attenzione della confederazione agricola riguarda un po’ tutta la regione. “E’ importante completare lo schema idrico Basento-Bradano con la realizzazione della traversa Camastra, il ripristino del tratto di galleria crollata che collega la diga di Acerenza a quella di Genzano di Lucania – ha aggiunto il direttore regionale, Aldo Mattia - e rivedere la situazione dei due bacini artificiali che ad oggi sono ancora in fase sperimentale con possibilità massima di accumulo di tre milioni di mc rispetto ad una capacità di invaso molto maggiore (ambedue per 45 milioni di mc). Senza questi interventi non potranno mai essere messi a regime gli impianti irrigui del Marascione e del cosiddetto Distretto G (circa ventimila ettari). Ad oggi sono stati già pesi o impegnati circa seicento milioni di euro”. Per il direttore provinciale di Potenza, Franco Carbone “è quanto mai necessario accelerare le procedure di messa a regime della diga di Marsico Nuovo, provvedere ad un eventuale aumento della capacità di invaso e alla realizzazione dell’adduttore che collega gli impianti irrigui di Villa D’Agri e Viggiano. In questo modo s- ha spiegato Carbone - si potrebbero irrigare con acqua in pressione e senza spese di sollevamento circa 1.550 ettari (da Marsico Nuovo a Sarconi). Bisogna poi completare l’adduttore dalle vasche di Missanello fino a Tursi: mancano circa tre km per una spesa di tre milioni di euro per un’opera che potrebbe rimettere a sistema anche la zona dei ‘giardini di Sant’Arcangelo’. Nella zona di Senise,Lauria, Castelluccio è necessario ripristinare o rifare tutti gli impianti irrigui”. “Nel Materano – ha concluso Pessolani – bisogna puntare al rifacimento della condotta che parte dalla diga di san Giuliano, la parte in galleria ha perdite di acqua pari ad un terzo di quella che entra, rimodulando il quadro economico dei lavori BAS03”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera il convegno nazionale Anaci

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 13:19
Si svolgerà a Matera il prossimo 29 giugno, dalle ore 9.00, nella sede congressuale “ex Ospedale San Rocco in piazza San Giovanni”, il convegno nazionale Anaci dedicato a “Le discipline inderogabili nel diritto condominiale” in memoria del prof. Michele Costantino.
L’evento – si legge in un comunicato stampa dei promotori dell’iniziativa – è stato organizzato per approfondire i temi più dibattuti sul diritto condominiale e vedrà la partecipazione di studiosi e personalità di primo piano che operano in questo campo.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Tempa rossa, Cisl annuncia assemblea pubblica a Gorgoglione

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 13:11
"Bisogna al più presto riprendere il confronto con Total sul patto di sito in vista dell'avvio delle estrazioni e della messa in esercizio del centro olio di Corleto". Lo chiede – attraverso un comunicato stampa – il segretario generale aggiunto della Cisl Basilicata, Giuseppe Amatulli, che sollecita anche "un'azione più incisiva da parte del governo regionale per riprendere il confronto con la compagnia francese sul patto di sito". Il tema – prosegue la nota – sarà al centro di un'assemblea pubblica convocata proprio dalla Cisl della Valle del Sauro e della Val d'Agri, lunedì 1° luglio, a Gorgoglione (Palazzo Laviani, ore 18), per un confronto a tutto campo con le popolazioni e gli amministratori della zona. Annunciata la presenza, tra gli altri, dell'assessore regionale alle attività produttive, Francesco Cupparo, e del segretario nazionale della Cisl, Angelo Colombini. Un dialogo che la Cisl ha avviato da tempo con le varie espressioni delle comunità interessate al progetto Tempa Rossa con l'obiettivo di costruire una coalizione sociale e istituzionale cha parli con una sola voce.
"In questa fase - spiega Amatulli - le comunità locali pretendono giustamente trasparenza su ambiente, assunzioni e appalti, ma finora questa trasparenza è stata parziale e discontinua. Per questo – si legge nel comunicato stampa – rivendichiamo con forza l'urgenza di riprendere il negoziato sulle regole che ci deve portare alla sottoscrizione di un patto di sito organico con il quale compagnie, parti sociali e istituzioni assumono impegni vincolanti, prevedendo anche sanzioni in caso di inadempimento. Oggi, al contrario, vige il far-west, in particolare sulle assunzioni di personale, con buona pace delle regole che ci siamo già dati per la ricollocazione del personale licenziato dell'indotto. Una situazione - avverte Amatulli - che sta alimentando tensioni nei territori e tra i lavoratori e che rischia di diventare ingovernabile se non si riportano le questioni ai tavoli di competenza".
Della necessità di "scongelare" il confronto con Total parla anche il segretario generale della Femca Cisl Basilicata, Francesco Carella: "La congiuntura elettorale e il conseguente rallentamento delle attività amministrative hanno rallentato il processo, ma ora non ci sono più giustificazioni: bisogna riaprire il tavolo con Total e Regione. La priorità è la piena applicazione del protocollo del 5 novembre perché è inconcepibile scrivere delle regole e poi non applicarle. Il tavolo dovrà fare chiarezza anche sull'avvio delle estrazioni con tutte le garanzie del caso su salute e ambiente e sul futuro stesso di Tempa Rossa alla luce della recente decisione del Cipe di sospendere la dichiarazione di pubblica utilità", conclude Carella.


 
Categorie: Notizie Basilicata

A Picerno domani intitolazione piazza a Paolo Borsellino

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 10:50
Si terrà domani alle ore 16 al palazzo Mancini in piazza Plebiscito, a Picerno, un consiglio comunale straordinario che avrà per oggetto l'intitolazione di “Largo Paolo Borsellino”, in memoria del giudice siciliano barbaramente ucciso dalla mafia nel luglio del 1992, a Palermo, in via D'Amelio. “Alla presenza del fratello del magistrato, Salvatore Borsellino, delle autorità civili, religiose e militari e di una delegazione del Comune di Brusciano - si legge in un comunicato - verrà poi scoperta una targa commemorativa che legherà per sempre il nome di uno degli eroi dell'antimafia al centro del Melandro”. “Siamo onorati di poter continuare l'azione di recupero della memoria in questo piccolo paese che vuole essere simbolo dei diritti umani, e di farlo dedicando un Largo a chi, con caparbietà, coraggio e passione per il suo lavoro è stato un esempio capace di trasmettere dei valori positivi per la nostra generazione e per quelle future», ha commentato il sindaco di Picerno, Giovanni Lettieri.

Categorie: Notizie Basilicata

Al via European Social Sound4u, edizione 2019: a Matera la finale

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 10:40
Le Regioni Basilicata, Umbria, Toscana e Siciliana annunciano l’avvio dell’edizione 2019 di European Social Sound 4U (Ess 4U), il primo format a livello europeo che abbina un contest per band emergenti di alto livello a una iniziativa informativa sui progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo. European Social Sound - si legge in un comunicato - è stato organizzato per due volte dalla Regione Umbria, rispettivamente nel 2015 e nel 2017 ed ha ottenuto una menzione speciale ai Regiostars Awards 2016 e il premio Meeting delle etichette indipendenti (Mei) per l’innovatività e la qualità del suo format. Ora European Social Sound “si fa in quattro”, grazie ad un accordo sottoscritto fra le Regioni, sostenuto anche dall’Agenzia nazionale delle politiche attive del lavoro (anpal) che ha consentito la crescita dell’iniziativa. Data per scontata la presenza di tantissima buona musica, le novità dell’edizione 2019 sono le seguenti: ben 320 band potranno iscriversi da tutta Italia ed Europa; saranno organizzate 8 serate dal vivo che consentiranno la qualificazione alla finale nazionale che si terrà nella splendida città di Matera, capitale europea della cultura 2019.

IL CONCORSO
“Le otto serate di qualificazione si svolgeranno nelle quattro regioni e la finalissima di Matera, è prevista per il 14 dicembre 2019. Vi parteciperanno le due band vincitrici che si qualificheranno in ciascuna regione. Possono partecipare a ESS 4U le band emergenti, italiane ed europee, composte da almeno due persone che abbiano brani propri, con testo e musica, liberi da contratti artistici, discografici ed editoriali. Non ci sono né limiti di età, né di provenienza geografica e sono ammessi tutti i generi musicali anche se non sono accettate le cover band”

LA FASE DELL’ISCRIZIONE
“Le band possono iscriversi online a ESS4U attraverso il canale www.europeansocialsound.it dal 29 giugno 2019 al 30 luglio 2019. Le iscrizioni, completamente gratuite, sono a numero chiuso in relazione ai posti disponibili in ciascuna delle 4 Regioni: si va dai 50 posti dell’Umbria, agli 80 della Toscana, fino ai 100 di Basilicata e Sicilia. Possono candidarsi band provenienti da tutte le regioni ma ognuna delle quattro regioni organizzatrici riserva il 50% delle candidature disponibili a band locali”.

LA FASE DI SELEZIONE
“Una giuria di qualità e una votazione on line permetteranno di selezionare le band che si esibiranno sul palco: 10 per l’Umbria, 16 per la Toscana, 20 per Basilicata, 20 per la Sicilia”.

LE GARE DI QUALIFICAZIONE REGIONALE
“La terza fase è quella delle gare regionali. Le band selezionate si sfideranno dal vivo. Umbria, Basilicata, Toscana, Sicilia organizzano percorsi diversi di qualificazione. Le gare si svolgeranno da settembre ad ottobre 2019: si inizierà dalla Sicilia con due serate evento: Bagheria (13 settembre) e Capo d’Orlando (27 settembre). La band prima classificata in ciascuno dei due eventi accederà alla finale nazionale. Seguirà la Toscana, con due serate di qualificazione: Livorno (5 ottobre) e Prato (12 ottobre). Nella finale regionale di Firenze (sabato 19 ottobre) le prime due band classificate negli eventi di Livorno e Prato si sfideranno per scegliere i due gruppi musicali che accederanno alla finale nazionale. Si proseguirà con la Basilicata, a Potenza (19 ottobre) e Melfi (26 ottobre 2019). Come per la Sicilia, la band prima classificata in ciascuno dei due eventi accederà alla finale. Si chiuderà con l’Umbria. Una sfida diretta in un’unica serata a Perugia (31 ottobre), nella notte di Halloween, decreterà le due band vincitrici che calcheranno il palco di Matera rappresentando l’Umbria. In occasione dell’evento nazionale, le otto band finaliste saranno ospitate dall’organizzazione”.

I PREMI
“La band prima classificata nella finale di Matera avrà a disposizione un montepremi in servizi utili a promuovere la propria attività artistica per un valore complessivo di 10mila euro. Un premio speciale sarà riservato al gruppo premiato dalla critica che avrà diritto ad un montepremi complessivo di 3mila euro in servizi utili a promuovere la propria attività. Infine, per tutti i gruppi che si esibiranno nel corso delle serate di qualificazione, oltre all’attestato di partecipazione, una registrazione e un video in alta qualità della propria performance live, le organizzazioni metteranno a disposizione un servizio fotografico di dieci scatti effettuato da un fotografo professionista”.

IL LEGAME FRA ESS4U E IL FONDO SOCIALE EUROPEO
!Gli obiettivi di ESS4U, sono quelli di ampliare la visibilità dell’Unione Europea, delle sue realizzazioni, della sua cultura e dei suoi valori; far conoscere le opportunità messe a disposizione dal FSE per i cittadini. Il Fondo Sociale Europeo è gestito dalle Regioni ed è dedicato alle persone. Finanzia progetti riguardanti il lavoro, la formazione e l’inclusione sociale e la lotta alla povertà. L’anello di congiunzione fra il contest, l’Europa e le Regioni si ritrova in più punti. Negli eventi: tra i cambi di palco delle band saranno diffuse informazioni pratiche sui progetti finanziati dai fondi europei e realizzati dalle regioni in maniera dinamica e divertente. Il sito dell’iniziativa, oltre ad essere il motore di tutta l’organizzazione e dell’informazione riguardanti la gara, fornisce pillole informative di utilità pratica sui progetti e i programmi finanziati dalle quattro Regioni grazie al Fondo Sociale Europeo”.


Per info e regolamento: http://www.europeansocialsound.it
FB:@europeansocialsound
IS: @europeansocialsound
TW: @eurosocialsound
YouTube: European Social Sound
Mail: info@europeansocialsound

 
Categorie: Notizie Basilicata

A Melfi domani appuntamento con “I Venerdì del Millenario"

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 10:32
Proseguono “I Venerdì del Millenario” con un incontro tenuto dal docente di Storia medievale e Prorettore dell’Università della Calabria, Pietro Dalena sul tema “La salma di Federico II di Svevia nel suo viaggio da Foggia a Palermo”. La conferenza - fa sapere il Comune federiciano - si terrà nella Sala del Trono domani venerdì 28 giugno alle ore 18.30 nel Castello di Melfi. Conduce l’incontro Raffaele Nigro, ambasciatore alla Cultura del Comune di Melfi alla presenza del presidente del Comitato del Millenario, Accademico dei Lincei e già Rettore dell’Università di Basilicata, Cosimo Damiano Fonseca. Nella circostanza verrà presentato anche il volume sull’inaugurazione del Millenario con le prolusioni di Vera Von Falkenhausen, del vescovo di Melfi, monsignor Ciro Fanelli e di Giampaolo D'Andrea. Il volume sarà distribuito gratuitamente ai presenti”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Scattone: film girato ad Acerenza aprirà Festival Maratea

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 10:26
“Dopo il debutto e lo straordinario successo di pubblico del film “From the vine come the grape”, al Festival du film italian contemporain (Icff), il più importante festival del cinema del Nord America, un’altra grande notizia ci giunge da Toronto: ovvero che il film aprirà il Festival Internazionale del Cinema di Maratea”. Lo annuncia il sindaco di Acerenza, Fernando Scattone, che aggiunge: “Una scenografia cinematografica e una produzione internazionale che per un buon 80 per cento è stato girato ad Acerenza, è stato ultimato a Toronto e ha portato in scena un cast alcuni nomi e attori importanti, Joe Pantoliano, Wendy Crewson, Marco Leonardi, Tony Nardi, Paula Brancati, Franco Lo Presti, Tony Nappo, Kevin Han Chard, Sonia Dhillon Tully, Anna Rita Del Piano, Dino Becagli. Il film al suo debutto solo alcuni giorni fa a Toronto al Festival du film italian contemporain (Icff) ha ricevuto il premio speciale per la miglior coproduzione tra finanziatori privati canadesi, il contributo finanziario della Regione Basilicata e con la fattiva collaborazione della Lucania Film Commission”. Le Giornate del Cinema Lucano - Premio Internazionale Basilicata 2019 che si terranno dal 22 al 27 Luglio “apriranno proprio - conclude il sindaco - con l’attore statunitense Joe Pantoliano e con l’anteprima assoluta del film girato ad Acerenza “From the vine” . Oltre all’attore Joe Pantoliano saranno presenti il regista Sean Cisterna e il produttore l’Avv. Ken Cancellara.

Categorie: Notizie Basilicata

A Castelluccio si è tenuto un convegno su piante officinali

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 10:21
Si è svolta mercoledì 26 giugno, nella sala consiliare di Castelluccio Inferiore, la work conference “Territorio e sviluppo sociale. Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”, promossa dalla Fondazione Eni Enrico Mattei (Feem) in collaborazione con la locale amministrazione e con l’Alsia. Lo comunica attraverso un comunicato a’Naca Basilicata. Ospiti dell’evento, Francesco Forte e Francesca Scannone della Feem, Aldo Euferio, presidente della cooperativa sociale Masseria Melodoro, fattoria sociale di Nemoli nata da un progetto sostenuto dalla Regione Basilicata e realizzato dalla Feem, Egido Salamone di Evra e Domenico Cerbino dell’Alsia Basilicata. La conferenza è iniziata con i saluti del sindaco di Castelluccio Inferiore, Paolo Francesco Campanella. “Questi temi sociali - ha detto - sono a noi particolarmente cari e la collaborazione con Masseria Melodoro, con Alsia, Evra e a’Naca Basilicata non può che portare, in futuro, opportunità per il territorio del Parco Nazionale del Pollino”. Francesco Forte, ha relazionato su “a’Naca Basilicata. La sfida sociale per la sostenibilità”, spiegando il significato del marchio ombrello a’Naca Basilicata (la culla), che racchiude i 42 progetti che sono stati elencati e spiegati. Francesca Scannone ha relazionato su “e-Nutrition. Piante officinali: nutraceutici della nostra dieta”, e ha portato all’attenzione della platea le molteplici virtù delle piante officinali. Aldo Auferio ha raccontato come è nata la Masseria Melodoro 2.0, la fattoria del benessere: “Un’opportunità, non solo per i ragazzi con disabilità, un progetto vero, legato all’agricoltura ma anche ai disturbi alimentari e una fattoria per il benessere di tutti”. Domenico Cerbino ha relazionato sulle “Piante officinali del Pollino”, definendole “un patrimonio immenso che parla di biodiversità e mappatura”. Egidio salomone si è soffermato su Evra, che nasce nel 2011 in collaborazione con Alsia. “Il punto di forza di Evra è nella ricerca continua nel settore delle piante officinali con campi sperimentali, e che vanta collaborazioni con Università e centri di ricerche”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera domani convegno dell’Unione Europea Assicuratori

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 09:58
In occasione della celebrazione del 46° Congresso nazionale dell’Unione europea assicuratori (Uea) venerdì 28 giugno, a Matera, a partire dalle ore 15:00, presso il Palazzo Viceconte, si terrà il Convegno “Nuovi scenari di Welfare”. Lo annunciano in un comunicato gli organizzatori, specificando che nel corso dell’iniziativa si parlerà di “concetto di salute come assenza di malattia, di benessere e qualità della vita, di progresso medico-scientifico e nuove tecnologie per rispondere alla evoluzione dei bisogni tramite l’innovazione e la cultura assicurativa”. Al convegno, che sarà moderato dal presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, Mimmo Sammartino, organizzato con la collaborazione del delegato distrettuale Uea Basilicata, Giuseppe Tancredi parteciperanno in qualità di relatori Enea Dallaglio (amministratore delegato di Innovation Team), Luca Cattani (ricercatore del Dipartimento di Scienze economiche “Marco Biagi” - Università di Modena e Reggio Emilia), Anna Moles (ricercatrice Ibcn-Cnr), Cristina De Capitani (primo tecnologo del Cnr). Saranno coinvolti come partner istituzionali il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri ed il presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce. Concluderà i lavori il Presidente di Uea, Roberto Conforti.

Categorie: Notizie Basilicata

A Matera il 27 luglio secondo raduno dei “Giovani Lucani”

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 09:47
Si svolgerà a Matera il secondo raduno informale dei “Giovani Lucani”, sabato 27 luglio 2019 a partire dalle 9.30 e per tutta la giornata, nel complesso dell’Annunziata, tra le sale del nuovo Open Space Basilicata (ex Mediateca) e le sale della Biblioteca Provinciale “T.Stigliani”. È quanto scritto in una nota di “Giovani Lucani”. “Il secondo raduno – spiegano - si prospetta di diventare un incontro di respiro nazionale, per via delle tante personalità che saranno presenti. Saranno organizzati momenti di formazione durante la mattinata del sabato a cui seguirà la presentazione del modello di politiche giovanili in Basilicata proposto da Generazione Lucana, alla presenza di sindaci, assessori con delega alle politiche giovanili, giovani amministratori lucani, organismi del terzo settore che operano per e con i giovani, referenti del mondo della scuola, del mondo sindacale e delle associazioni di categoria e molti altri attori coinvolti pienamente in questo processo di cambiamento necessario e imminente”. Il Raduno sarà supportato dal Consorzio Materahub - Centro Europe Direct Matera, dal Comincenter, dal Csv di Basilicata, dall’associazione B-Link e dall’associazione “Giallo Sassi”. “La giornata si articolerà in due momenti principali. Il primo rivolto ai giovani, nel quale avranno luogo diversi workshop tematici sui temi dell’imprenditoria giovanile, personal storytelling, strategie di governance e policy making in tema di politiche giovanili. Il secondo sarà un momento di confronto con tutti quei soggetti che a vario titolo sono coinvolti nel processo di costruzione di politiche rivolte ai giovani: amministratori locali, rappresentanti del mondo politico, del volontariato e delle imprese. Per iniziare un percorso che veda le politiche giovanili lo strumento per innescare l’inversione di rotta di una regione che sta vivendo un drammatico momento dal punto di vista demografico ed economico. Tutti i giovani in sede e fuori sede, amministratori locali interessati alle politiche giovanili, associazioni che lavorano sui temi di nostro interesse potranno partecipare liberamente e in maniera gratuita all’evento”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

“Arte antichi ospedali”, mostra a Matera fino al 28 luglio

Basilicatanet - Gio, 27/06/2019 - 09:33
“A seguito del grande successo di pubblico sarà prorogata fino a domenica 28 luglio 2019 la mostra ‘Scienza Carità e Arte negli Antichi Ospedali d’Italia’ allestita nell’ex Ospedale San Rocco di Matera e realizzata dal Museo delle Arti Sanitarie di Napoli, grazie al contributo della Regione Basilicata, dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani e della Prisco Provider, in collaborazione con il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana e la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio della Basilicata”. Lo rendono noto gli organizzatori, secondo i quali “il percorso espositivo si è snodato tra la storia degli antichi ospedali, luoghi di cura poi diventati monumenti d’arte, al cui interno sono sorte biblioteche, musei, anfiteatri, con un passaggio alla sanità militare nella Prima Guerra mondiale, che vide la partecipazione in prima linea del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, e infine alle attività del Corpo Militare Sanitario dell’Aeronautica.” “L’obiettivo di declinare l’Ospedale in tutte le sue forme (nosocomio, monumento d’arte, sito museale) è pienamente riuscito e l’esposizione a Matera ha contributo ad offrire uno spaccato sulla storia dell’Ospedale a partire dal Meridione d’Italia e in tutto il nostro Bel Paese”, ha detto il direttore del Museo delle Arti Sanitarie di Napoli e curatore della mostra, Gennaro Rispoli.
La mostra, ad ingresso libero, resterà aperta fino al 28 luglio con i seguenti orari:
10.00 / 13.00 –16:30/ 20:30
aperture straordinarie
15- 22 -26 luglio 16:30 / 23:00
info: 3356078175 / 3273716912 /081 440647
Eventi collaterali:
8/12/13 luglio - Rappresentazione teatrale a cura del Centro Mediterraneo delle Arti:
“Parola di Malato” di Ulderico Pesce
con Ulderico Pesce, Patrizia Minardi, Maria Iacovuzzi, Daniela Ippolito
 
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page