Notizie Basilicata

Metalmeccanici, a Potenza lunedì attivo regionale Fiom, Fim, Uilm

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 18:16
Anche in Basilicata i sindacati metalmeccanici Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil “si preparano allo sciopero generale del 14 giugno e alle tre manifestazioni che si terranno nello stesso giorno a Milano, Firenze e Napoli”. In una nota congiunta i sindacati annunciano che “lunedì prossimo, 20 maggio, a partire dalle 8:30, al GoDesk, in Via della Tecnica 18, a Potenza, si terrà l’attivo regionale dei delegati delle tre sigle sindacali per un'esame della piattaforma di rivendicazioni e mettere a punto la macchina organizzativa in vista della manifestazione interregionale di Napoli”. Le organizzazioni di categoria chiedono “un cambio di rotta sia da parte del governo che da parte delle imprese” su industria, salari, diritti, innovazione, equità fiscale, giustizia sociale, salute e sicurezza. Per le segreterie regionali delle tre sigle “è necessaria la massima partecipazione perché questo sciopero sarà sicuramente un momento fondamentale per poter affermare la centralità del lavoro e di una vera politica industriale, necessaria per affrontare in maniera strutturale la vera piaga del nostro paese, ovvero la mancanza di lavoro”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera, mostra Rinascimento visto dal Sud: in arrivo altre opere

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 18:11
“Tre ulteriori capolavori arrivano ad arricchire la già strepitosa parata di magnifiche opere” riunite dalla mostra “Il Rinascimento visto da Sud” che il pubblico può ammirare in Palazzo Lanfranchi, a Matera, sino al prossimo 19 agosto. Lo rende noto il Polo museale della Basilicata. Marta Ragozzino, direttrice del Polo Museale e curatore, insieme Pierluigi Leone de Castris, Matteo Ceriana, Dora Catalano, della grande rassegna, le presenterà ufficialmente ai visitatori Sabato 18 maggio, alle ore 20.30, scegliendo l’occasione della Notte Europea dei Musei cui, naturalmente, parteciperà anche la sede museale di Palazzo Lanfranchi. La mostra e il Museo, nell’occasione, resteranno aperti sino alle ore 23.00 e ai tre nuovi inserimenti sarà riservata una visita guidata dalla stessa direttrice. “Le opere, inserite in un elegante allestimento, provengono tutte dal territorio di Andria. Si tratta di due eccezionali tavole raffiguranti le figure di Cristo e della Vergine, affrontate. Ciascuna è inscritta entro una mandorla in oro a guazzo a raggi ondulati incisi, il cui effetto luminoso si riverbera naturalisticamente sulle teste di cherubini e serafini. L’autore delle due tempere, sicuramente artista di assoluta maestria, non è documentato. Gli storici dell’arte lo indicano, proprio in relazione a queste due affascinanti opere, come “Maestro d’Andria”, pittore educatosi nell’ambito del Maestro di San Severino e attivo in Terra di Bari nella seconda metà del Quattrocento. In origine sovrastavano l’altare di San Riccardo, nella Cattedrale di Andria. Al tergo erano rivestite da capselle d’argento che custodivano ben 1008 reliquie di santi e martiri. In mostra, a sinistra delle due tavole è stato posizionato un altro capolavoro, stavolta di scultura. Si tratta del busto marmoreo di Francesco II del Balzo, terzo duca d’Andria, fedelissimo della casa d’Aragona. Un’opera di grande raffinatezza, originariamente collocata nella chiesa di San Domenico ad Andria, a ricordare il generoso sostegno che il nobiluomo aveva assicurato al complesso conventuale domenicano andriese. Nel tempio domenicano, il busto sovrastava il corpo mummificato del Duca. La collocazione in mostra accanto alle due tavole non è affatto casuale. Pare, infatti, che sia stato proprio Francesco II del Balzo a commissionarle. Tutte e tre le opere appartengono oggi al Museo Diocesano di Andria, riaperto lo scorso 23 aprile dopo importanti lavori di ristrutturazione. E che, in via assolutamente eccezionale, se ne è privato per questa grande mostra materana. Documentano, con le molte altre opere qui riunite, gli scambi culturali ed artistici vivacissimi, lungo la dorsale adriatica, tra queste terre, Venezia e l’Oriente”. “Qui, grazie ai porti della Capitanata, della Terra di Bari e di quella d’Otranto (Manfredonia, Molfetta, Bari, Otranto, Brindisi), le relazioni con la Serenissima erano molto forti. Attraverso Venezia veniva veicolata l’eredità dell’antico, ma anche la cultura greco bizantina attestata dall’altra parte del mare. La stessa Matera, che in questi anni è ancora parte della Terra d’Otranto, appare permeata da una cultura più adriatica che tirrenica”, sottolinea la direttrice Ragozzino. “Rinascimento visto da Sud” è una mostra co-prodotta dal Polo Museale della Basilicata e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019. Rimarrà aperta fino al 19 agosto 2019 e può essere visitata durante le ore di apertura del museo (ore 9.00 – 20.00 / mercoledì ore 11.00 - 20.00).
 
Categorie: Notizie Basilicata

Trasparenza: OpenGov Champion 2019, Comune Matera tra i finalisti

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:59
Il Comune di Matera fa sapere attraverso una nota di essere “stato selezionato tra i 32 finalisti” che concorrono all’attribuzione del premio “OpenGov Champion 2019”. La selezione ha riguardato complessivamente 104 iniziative “che sono state oggetto di valutazione da parte delle associazioni che partecipano all’Open Government Forum”. La consegna degli attestati alle amministrazioni finaliste è avvenuto ieri a Roma alla presenza del Capo Dipartimento Maria Barillà in occasione del convegno “Cittadinanza attiva”. A ritirare il riconoscimento a nome del Comune, il vicesindaco, Giuseppe Tragni. “Si tratta - ha sottolineato Tragni - di un importante riconoscimento nazionale per l’operato del Comune di Matera che, sul tema degli open data e dell’accessibilità delle informazioni, ha operato nell’ottica della continuità amministrativa e nell’interesse della città”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera si è tenuta la conferenza “I bersaglieri nella storia”

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:55
"Chi sono i bersaglieri? “I bersaglieri sono uomini dall’animo grande, più grosso delle loro stesse gambe. Corrono agilmente, ma il loro cuore batte più forte. Il bersagliere è un marchio positivo nella storia italiana, di cui hanno sempre fatto parte integrante”. Così il Generale Pino Battaglia durante la conferenza “I Bersaglieri nella storia”, che si è tenuta - si legge in una nota degli organizzatori - nella Sala del Consiglio provinciale. Un excursus dalla fondazione del Corpo - denocciolando il perché e il come sia avvenuta - fino alla definizione dell’arredamento moderno dei “fanti piumati”. Il generale Battaglia ha tenuto alta l’attenzione della platea in questa quarta giornata del 67° Raduno Nazionale dei Bersaglieri, nella Città dei Sassi, presentando storie, simboli, aneddoti, i quali “hanno visto protagonisti i bersaglieri dal Risorgimento fino alla Seconda Guerra Mondiale. I bersaglieri, insomma, sono sempre riusciti a farsi onore”, ha puntualizzato il Generale. I racconti presentati da Battaglia hanno fatto emergere, inoltre, aspetti caratteristici e originali della vita militare in guerra, come il conteggio di quante cartoline e lettere siano state scambiate, solo durante il primo conflitto mondiale: “ben 4 miliardi di manoscritti – ha rivelato il Generale – affinché arrivassero al militare anche nel luogo più sperduto in trincea”. Il rappresentante del Corpo dei Bersaglieri ha poi messo in evidenza il “ruolo delle donne in sostituzione dei seicento mila uomini arruolati in guerra”, valorizzando così l’aspetto psicologico della figura femminile, che “si è dovuta sostituire in ambiti complessi, come quello della siderurgia e del vettovagliamento”. Il supporto delle donne, note come “portatrici carniche”, agli uomini “militari” è stato confermato dalla presenza di “circa 2000 figure femminili, tra i 16 e i 60 anni, impegnate ogni giorno a percorrere 1000 metri, tra ascesa e discesa, per consegnare agli alpini in montagna sostegni di ogni genere, con un compenso equivalente a 3 euro, supplendo così a qualunque altro mezzo disponibile”. Durante la conferenza tenuta dal generale Pino Battaglia sono emerse anche alcune curiosità. Chissà quanti proprio in quella sede hanno scoperto che la guerra ha portato all’invenzione di oggetti per noi scontati “come l’orologio da polso e le lamette”. L’incontro nella sala Consiliare provinciale è stato preceduto, in giornata, dall’arrivo del Medagliere Nazionale dell’Associazione Bersaglieri, in piazza Vittorio Veneto, poi consegnato al sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, e del 7° Reggimento, con il conferimento degli Onori alla Bandiera di Guerra. Dopo l’inaugurazione del Monumento al Bersagliere, in Largo De Gasperi, su via Nazionale, realizzato dagli artisti lucani Vito Palladino e Rocco Monteleone, presso il cimitero di Matera è avvenuta la deposizione di bouquet di fiori sulla tomba del Bersagliere Colonello Binetti, fondatore della locale sezione Bersaglieri di Matera. A chiudere la quarta giornata del 67° Raduno Nazionale dei Bersaglieri, nella bella cornice del Parco del Castello, il “Concerto Fanfare Bersaglieri”, con l’intervento della Fanfara 7° Reggimento e Fanfara ANB San Donà di Piave.

 
Categorie: Notizie Basilicata

A Potenza domenica evento sul perdono con Ania Goledzinowska

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:42
Ania Goledzinowska, la modella polacca “che a metà del 2011 abbandonò la vita mondana e le passerelle dell'alta moda per ritirarsi in convento a Medjugorje, sarà a Potenza domenica prossima per partecipare a un momento di riflessione sul perdono organizzato dalle Aggregazioni laicali della Arcidiocesi di Potenza Muro Lucano e Marsico Nuovo”. Lo annunciano in una nota gli organizzatori. Nel corso dell’evento che si terrà domenica 19 maggio al cine teatro “Don Bosco” con inizio alle ore 17 ci saranno una catechesi di don Giuseppe Ferraiuolo e un momento di preghiera condotto da don Antonio Mattatelli. Altro momento dell’incontro sarà la proiezione del Film “Il miglior Regalo” del regista Juan Manuel Cotelo, lo stesso di “Terra di Maria” e “L’ultima Cima”. Con il metodo classico del regista sarà possibile assistere ad un film documentario su 5 casi di “straordinario perdono” realmente accaduti. Persone che testimoniano cammini di perdono, a volte molto faticosi a volte immediati. Persone che diventano gli “antieroi” della nostra società scegliendo, con l’aiuto di Cristo, di perdonarsi e di perdonare tornando così a nascere a nuova vita senza pesi, rancori e pietre pesanti nei cuori. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

Il medagliere del Corpo Bersaglieri arriva al Comune di Matera

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:25
Il presidente dell’associazione nazionale Bersaglieri, il generale Ottavio Renzi, ha consegnato al sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, il Medagliere storico del Corpo. Lo annuncia in una nota il Comune di Matera. “Il Medagliere sarà custodito nella stanza del Sindaco fino a domani mattina quando sarà portato in Cattedrale per la benedizione dell’Arcivescovo di Matera-Irsina, Giuseppe Caiazzo”. Il generale Renzi ha ringraziato il sindaco per l’accoglienza ricevuta dalla città mostrando soddisfazione per la scelta compiuta e per l’affetto che i materani hanno dimostrato nei confronti dei bersaglieri. “Con questa iniziativa - ha detto - riproponiamo ogni anno il tema dell’amore per la Patria e del sacrificio degli uomini che si sono immolati per unirla e difenderla”. “Ospitare questo Medagliere - ha sottolineato il sindaco de Ruggieri - è per noi un onore ed una grande responsabilità. Ringrazio l’associazione Bersaglieri per aver contaminato la nostra città con messaggi di grande valore come quello dell’amor patrio, specie in un momento in cui egoismi territoriali sembrano voler mettere a rischio l’unità della nostra Nazione. La nostra comunità, che si è riappropriata con fierezza della propria identità, è grata di ricevere questa contagiosa passione per l’Italia e per le Forze Armate”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Si conclude la 24/edizione del Trend Edutainment Film Fest

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:19
Si conclude la 24/a edizione di Trend che rende “empatiche” le differenze. Obiettivi centrati, partecipazione, entusiasmo, confronto e protagonismo degli studenti. Sono alcuni dei risultati - si legge in una nota degli organizzatori - prodotti durante la 24/a edizione di “Teff - Trend Edutainment Film Fest. Basilicata in miniatura”. Un format innovativo che ha riconfigurato le forme del sapere grazie all’iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC attraverso il “Progetto per le azioni previste dall’Avviso Cinema per la Scuola - Buone pratiche, Rassegne e Festival”. Circa 1500 gli studenti che hanno partecipato, a Potenza, alle tre giornate della manifestazione. In qualità di capofila del progetto, il dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Petruccelli-Parisi” di Moliterno, ha manifestato la sua particolare soddisfazione sottolineando che “ci sono modalità diverse di apprendimento come numerosi sono gli approcci disciplinari che consentono agli studenti di scoprire un mondo sconosciuto ma anche di individuare dentro loro stessi passioni e talenti. Teff è riuscito a trovare, attraverso il metodo suggerito in queste giornate, l’elemento che aiuti loro ad affermarsi scoprendo gli strumenti che potranno aiutarli nella vita. Applicazione, tenacia, costanza, rispetto delle regole - ha proseguito - supportano i ragazzi ad orientarsi verso le proprie passioni oltre che inclinazioni grazie anche alla preziosa vicinanza della scuola che consegna loro un patrimonio inestimabile di esperienza ed opportunità conoscitive. Il mio auspico è di poter contare su ulteriori bandi che possano consentire alla scuola di utilizzare risorse utili all’integrazione didattica oltre che scoprire anche metodologie innovative che in qualche modo mettano alla prova anche il metodo classico didattico”. La Cooperativa Job Enterprise ritiene che “questo nuovo format del Trend Abaco per le generazioni sia una innovazione che aiuta a rafforzare nei giovani la consapevolezza dei propri mezzi e la cultura del lavoro”. Nella terza giornata di TEFF denominata “Rotta verso l’ignoto, io e l’altro” ha evidenziato la portavoce del Festival Stela Xhunga, emerge che “il rapporto tra immagini e storia, intesa come verità e possibilità, è viziato da una concezione ormai un po’ fatalistica che si ha della storia. Viene vista come un processo che non avrebbe potuto in nessun modo essere diverso da quello che fu e che quando accade, al presente, non può essere nient'altro da ciò che appare. La storia però la fanno gli individui e tra essi scaturisce l'empatia, che qualcuno vorrebbe distruggere. Ma spreca tempo”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Criticità settore agricolo metapontino: riunione in prefettura

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 17:12
Nella mattinata di ieri nel Palazzo di governo, il Prefetto Demetrio Martino ha ricevuto “i rappresentanti del comitato Agricoltori Uniti, insieme al presidente della Provincia di Matera in relazione alla forte preoccupazione per la situazione di crescente disagio e difficoltà in cui vivono le imprese agricole operanti nel comprensorio del Metapontino, soprattutto in seguito alle dannose grandinate verificatesi il 12 maggio scorso”. È quanto scritto in una nota della Prefettura di Matera, in cui è evidenziato che “nel corso dell’incontro, i presenti hanno esposto le numerose problematiche che, nel tempo, hanno determinato una decadenza così profonda del settore parlando dell’aumento dei costi di produzione, delle calamità naturali che si ripetono senza sosta e inducono gli agricoltori a vivere un continuo stato di emergenza, nonché dei ritardi dei pagamenti dei contributi Agea con la conseguente difficoltà a rispettare gli obblighi previdenziali verso i propri dipendenti. Hanno evidenziato, altresì, l’impossibilità di ottenere i ricavi sperati dalla vendita dei frutti, ormai inutilizzabili, nonostante le aziende abbiano già anticipato tutti i costi di produzione. Anche in considerazione della esasperazione derivante dallo stato di crisi che compromette significativamente le possibilità di sopravvivenza del mercato agricolo, con conseguenti effetti negativi sui livelli occupazionali e su tutta la filiera produttiva, il Prefetto ha interessato la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e la Regione Basilicata per gli interventi che saranno ritenuti utili per scongiurare il crollo di un settore produttivo di rilevo per l’intera regione anche attraverso lo stanziamento straordinario di una provvisionale”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

Asso Fruit su iniziativa per gli studenti “Magazzini Aperti”

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 16:06
“Pensavo sarebbe stato bello, invece è stato straordinario”: questo, il pensiero di uno degli studenti che ha partecipato all’iniziativa “Magazzini Aperti”, riportato in una nota di Asso Fruit Italia, che ha promosso l’evento di oggi al quale hanno partecipato studenti arrivati da Matera e accolti “dai tecnici, nutrizionisti e produttori che hanno mostrato l’intero ciclo produttivo: dalla raccolta al confezionamento in magazzino”. Il direttore generale di Asso Fruit Italia, Andrea Badursi, ha così commentato: “Con l’iniziativa si rafforza l’impegno della nostra Organizzazione di produttori sul versante dell’educazione alimentare e della sensibilizzazione verso le buone abitudini alimentari e i corretti stili di vita avvalendoci della consulenza della biologa nutrizionista Antonella Florio che ha spiegato in maniera semplice e diretta ai ragazzi, che hanno partecipato e preso appunti, l’importanza di consumare frutta e verdura e nello specifico le fragole”. Infine, Andrea Badursi ha concluso: “Le iniziative di Asso Fruit Italia proseguiranno, ricordiamo che d’estate si tornerà a parlare di alimentazioni sulle spiagge con il progetto Fruit&Salad on the Beach. La valorizzazione delle produzioni, come nel caso di Magazzini Aperti, è un tema importante e ben sostenuto da misure strategiche come la 3.2 del Psr 2014 - 2020, misura che si è rivelata importantissima anche nello sviluppare il tema dell’educazione alimentare”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

Forestazione, Flai, Fai e Uila chiedono incontro in Regione

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 16:00
“La forestazione si annuncia il primo stress test per la neonata giunta Bardi”. Lo sostengono in una nota le segreterie regionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, che sollecitano “la convocazione di un incontro urgente, già chiesto per le vie ufficiali nei giorni scorsi, per scongiurare lo slittamento del calendario forestale che significherebbe la perdita di giornate lavorative e di salario”. “Entro l'inizio della prossima settimana - mettono in chiaro i segretari generali Vincenzo Cavallo, Vincenzo Esposito e Gerardo Nardiello - ci aspettiamo di essere convocati dal presidente in quanto organizzazioni più rappresentative del settore. Non c'è più tempo da perdere: i cantieri devono partire il più presto possibile e senza interruzioni. Altre soluzioni pasticciate, come quelle che circolano in questi giorni, per noi sono improponibili perché significherebbero riconsegnare il comparto forestale alle incertezze del passato che tanto faticosamente ci siamo messi alle spalle con la riforma della passata legislatura. Se l’idea è quella di smontare tutto e ricominciare da capo, noi non resteremo con le mani in mano”. In “assenza di una convocazione” i leader di Fai, Flai e Uila preannunciano “la proclamazione dello stato di agitazione, preludio di un possibile sciopero generale dei circa 5 mila addetti della filiera”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

EBAB (ENTE BILATERALE ARTIGIANATO BASILICATA): GENTILE PRESIDENTE

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 14:59
Rosa Gentile (Confartigianato) è stata eletta nuova Presidente dell’Ebab (Ente Bilaterale Artigianato Basilicata); vicepresidente è Vincenzo Iacovino (Cgil). Completano l’organismo dirigente rappresentanti di Cna, Casartigiani, Claai, Cisl e Uil. È quanto scritto in una nota di Confartigianato di Potenza. Il Comitato di Gestione dell’Ebab oltre che da Gentile e Iacovino è composto da Leonardo Montemurro (Cna), Domenico Pavese (Casartigiani), Luciano Capriglione (Claai), Giuseppe Burdi (Cgil), Luigi Ragone e Gennarino Macchia (Cisl), Amedeo Gerardi e Mario Gesualdi (Uil).


 
Categorie: Notizie Basilicata

Uici su primo corso esecutore Mps per non vedenti in Basilicata

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 14:53
“Quando le mani esperte degli istruttori della Croce Rossa Italiana si incrociano con la manualità
delle persone non vedenti desiderose di imparare a salvare una vita, alla pari degli altri il gioco è
fatto”. Questo il presupposto che ha guidato la Croce Rossa Italiana a realizzare, nell’ambito del progetto “Manovre salvavita in età adulta e pediatrica” un corso di MPS in collaborazione con l’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) della Basilicata. Sabato 11 maggio - fa sapere l’Uici - si è svolto a Potenza il primo corso rivolto a persone cieche e ipovedenti, alcuni loro familiari e volontari U.Ni.Vo.C. Sono passati 5 anni da quando a Roma l’8 marzo 2014 sono state formate ed abilitate - per la prima volta - al corso di Manovre Disostruzione pediatriche e rianimazione con uso del defibrillatore le prime due donne non vedenti. Donne a cui era stato detto sempre: "Non potete accedere a questi corsi, perché siete cieche e perché tanto NESSUNO chiederà MAI a voi di essere salvato". A giudicare, invece, l’interesse, la curiosità e l’entusiasmo espressi dai partecipanti al corso di esecutore MPS di Potenza, possiamo affermare senza ombra di dubbio che le manovre sono perfettamente eseguibili anche da chi non vede o vede poco e male. “La didattica nelle isole di addestramento - ha spiegato Luigi Cirulli, referente nazionale Manovre Salvavita - è stata modificata per andare incontro alla particolarità dei partecipanti, che hanno appreso in modo chiaro e preciso le manovre salvavita pediatriche. Un grande lavoro di Vito, Roberto, Raffaella e Anna, gli istruttori CRI impegnati, che ha portato ottimi risultati”. Gli istruttori hanno immediatamente creato un clima coinvolgente, amichevole ed empatico con i corsisti ed in particolar modo con i non vedenti che da subito si sono percepiti uguali agli altri e in grado di salvare una vita nel caso ce ne fosse bisogno. Si è potuto constatare, inoltre, che la persona non vedente, per la cosiddetta compensazione sensoriale, ha una manualità più spiccata e riesce a praticare le manovre con maggiore attenzione non essendo distratto da altri fattori. È entusiasmante ed emozionante “leggere nei loro occhi” la soddisfazione di aver acquisito competenze specialistiche ed utili a salvare persone in caso di disostruzione delle vie aeree e soprattutto poter praticare le manovre in piena e totale autonomia, diventando, quindi, da soggetto bisognoso di aiuto, a persona in grado di aiutare. E ciò è assolutamente motivante per i più giovani con disabilità della vista ancora in cerca di essere adeguatamente riconosciuti da una società che a volte li ignora, perché diversi. Tutti i corsisti abilitati sono stati concordi nel voler continuare l’attività di formazione con la CRI in questo e altri ambiti di utilità sociale. Ci auguriamo che il progetto “Manovre salvavita in età adulta e pediatrica” venga esteso a tutte le strutture territoriali dell’UICI, offrendo alle persone cieche e ipovedenti di acquisire competenze appropriate a prevenire e gestire in autonomia situazioni di potenziale soffocamento”. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Moliterno domani assemblea generale Assostampa lucana

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 14:43
Si terrà domani sabato 18 maggio, a Moliterno, l’assemblea generale degli iscritti all’Associazione della Stampa di Basilicata, in prima convocazione alle ore 14.30 ed in seconda alle ore 15.30. L’assemblea, che si svolgerà presso la Bibliomediateca Giacomo Racioppi, in piazza Vittorio Veneto, sarà chiamata a discutere - si legge in una nota - la relazione di politica sindacale del presidente Umberto Avallone, i documenti contabili relativi al conto consuntivo 2018 e il bilancio preventivo per il 2019, oltre le relazioni sull’attività delle consulte regionali della Casagit e dell’Inpgi. Quest’anno l’assemblea generale dovrà procedere anche al rinnovo delle cariche sociali. Le elezioni per i nuovi organismi dirigenti sono fissate per sabato 25 maggio prossimo. Ai lavori parteciperà il segretario generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Raffaele Lorusso.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Ultimo fine settimana ad Avigliano per il Maggio dei libri 2019

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 13:44
“Se Leggo mi Ritrovo!” è il motto dell’ edizione 2019 del Maggio dei Libri nel Comune di Avigliano. Dieci associazioni unite per promuovere la lettura e realizzare eventi diversi. L'Unla e l'Associazione Il Falco di Lagopesole, Il Gruppo Coordinamento Donne, La Società Operaia di Mutuo Soccorso e il Circolo Legambiente di Avigliano, l'Associazione Il Carpine di Possidente, il Circolo Sociale L'Idea di Sant'Angelo, l'Associazione Lucanima, l’associazione Gocce d’Autore e Save the Children di Potenza, con il patrocinio del Comune di Avigliano, hanno lavorato insieme per realizzare quello che è diventato non solo un appuntamento ma una rassegna di eventi che anima la primavera del Territorio.
Sin dal 27 aprile - si legge nell nota degli organizzatori della monifestazione culturale -  le presentazioni di libri di autori locali, i caffè letterari, gli incontri creativi e interattivi, fino al Treno letterario che ha fatto tappa a Lagopesole lo scorso fine settimana, hanno dato un ottimo contributo alla promozione del libro e della lettura .
Si è giunti così agli ultimi appuntamenti della rassegna che si terranno sabato 18 e Domenica 19.
Sabato 18 alle ore 19:30, ad Avigliano, presso il larghetto della Chiesa dell’Annunziata, si terrà l’evento dal titolo “Una sera sulla luna” che svilupperà, utilizzando vari linguaggi, uno dei temi proposti dalla campagna nazionale del Maggio dei Libri 2019.
Nel cinquantesimo anniversario, dello sbarco del primo uomo sulla luna, tra fantasia, scienza e romanticismo, con Vito Rosa e Domenico Guglielmi per la parte scientifica; Antonella Tatulli , Pietro Santarsiero , Anna Maria Nolé per la parte musicale e Margherita Labella che coordinerà i "lettori in erba" , il Gruppo Coordinamento Donne proporrà un racconto con proiezioni , letture, astronomia e buona musica.
Domenica 19 alle ore 18:00 a Possidente presso la sede dell’associazione “Il Carpine” , si terrà la presentazione del volume “La maciara indaffarata: lessico della magia lucana” dell’antropologo prof. Angelo Lucano Larotonda. “Un prontuario di magia dove le parole si fanno, ognuna, memoria”.
Dopo i saluti del Presidente dell’associazione “Il Carpine” Angelo Carmine Possidente, Donata Possidente dialogherà con l’autore sui contenuti del libro cui seguirà l’intervento dell’antropologo e ricercatore Giuseppe Melillo.
All’intervento di Maria Lucia LUCIA - Dirigente dell’UNLA di Lagopesole, che ha coordinato le attività del Maggio dei Libri 2019 nel territorio di Avigliano, saranno affidate le conclusioni sulla intera rassegna.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Macchia (Cisl) su buoni per disabilità grave: prorogare bando

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 13:34
"In una lettera inviata al neo assessore regionale alla sanità, Rocco Leone, il segretario generale aggiunto della Cisl Basilicata, Gennarino Macchia, interviene sul tema dei buoni servizio per il sostegno alla disabilità grave per denunciare che, a poco più di due settimane dalla scadenza del bando, sul sito della Regione risultano protocollate solo quattro domande. Per il sindacalista - si legge in una nota diffusa dalla Cisl Basilicata -  il basso numero delle istanze presentate finora si spiegherebbe con la scelta della Regione di prevedere come unica modalità di presentazione delle istanze il canale telematico".
"Un sistema - spiega Macchia - che invece di semplificare la vita ai cittadini, in particolare alle persone più fragili, la complica con procedure farraginose e cervellotiche che fanno da deterrente all'esercizio dei diritti sociali e che paradossalmente finiscono per scoraggiare molte famiglie, specie quelle più esposte a fenomeni di fragilità e marginalità. Siamo consapevoli - continua il sindacalista della Cisl - che l’accesso ai servizi sociali si andrà sempre più trasferendo sul web ma siamo preoccupati che tale tendenza, se non opportunamente governata, possa portare all’esclusione delle fasce socialmente più deboli. Reputiamo che i soggetti beneficiari di tale misura abbiano una grande difficoltà a presentarsi di persona presso gli uffici preposti per attivare lo SPID".
Per Macchia "occorre pertanto porre urgente rimedio ad una situazione che vede i più deboli della nostra comunità vittime di un’applicazione tecnologica che dovrebbe essere al loro servizio e non il contrario. Per tale motivo riteniamo opportuno prevedere nella procedura la possibilità della delega alla persona che si prende cura della loro non autosufficienza per svolgere tutti gli adempimenti amministrativi previsti o altra soluzione purché vada nella direzione di consentire in maniera più completa l’esercizio del diritto di cittadinanza alle persone non autosufficienti. Inoltre, è necessario prorogare i termini di presentazione delle istanze al fine di recuperare tutti coloro che, scoraggiati dalla impraticabilità tecnica della procedura di presentazione della domanda, pur avendone i requisiti, avevano rinunciato ai benefici previsti", conclude il segretario aggiunto della Cisl.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

MARCIA CULTURA: DA RIVELLO RINASCIMENTO PER LA BASILICATA

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 09:50
“Come tutti i Paesi/Presepi lucania anche Rivello, immerso in una natura incantevole, si presenta come un piccolo gioiello ricco di tesori preziosissimi che ne fa un lembo di paradiso caduto in terra. Riscoprirlo, ogni volta, è un incanto e la Marcia d’Amore per la Cultura, tenuta la settimana scorsa, ha offerto una nuova e più avvincente emozione perché a far da guida sono stati i Giovani.”
È quanto riportato in una nota degli organizzatori, diffusa da Tomangelo Cappelli della Direzione Generale della Presidenza della Giunta Regionale in cui si precisa che è “un’occasione unica scoprire le meraviglie della nostra terra facendosi guidare dai giovani ciceroni come è successo anche a Rivello con protagonisti gli allievi della Scuola locale che hanno mostrato, alta preparazione, capacità creative e di esposizione, evidenziando, ancora una volta, il valore dei Giovani Lucani”
“Tra splendide chiese, cappelle private ricche di affascinanti dipinti e il Convento di Sant’Antonio con gli affreschi del Todisco, - prosegue Cappelli - Rivello accoglie il viaggiatore contemporaneo infondendo una serenità e una tranquillità che aprono la porta della Felicità, testimoniando che anche nei più piccoli comuni della regione è racchiusa un’enorme ricchezza che chiede solo di essere promossa per far conoscere al mondo un patrimonio unico al mondo, come è quello della Basilicata, che potrebbe diventare il volano per la crescita economica di tutti comuni lucani.
Ecco perchè – prosegue la nota degli organizzatori – la Marcia dell’Amore per la Cultura lanciando attraverso i grandi valori della Lucanitas un nuovo Rinascimento dalla Basilicata sta diventando un’occasione unica per far conoscere, oltre Matera, anche gli altri borghi che sarebbero ben lieti di soddisfare la crescente ‘fame’ di Basilicata sempre più diffusa, anche grazie ai vari riconoscimenti internazionali, non ultimo quello del New York Times che l’ha individuata, come terza tra le 52 mete al mondo da visitare assolutamente.
E così siccome con la Marcia ogni comune diventa simbolicamente capitale delle proprie eccellenze per far conoscere al mondo i 131 comuni lucani, Rivello è stata nominata simbolicamente Capitale della Serenità per la Natura e il Complesso Monumentale del Convento di S. Antonio i Convento di Sant’Antonio  e Capitale dell’Artigianato d’Arte Creatività per l’antica lavorazione dell’Oro e del Rame con l’impegno del Sindaco di farne oggetto di una specifica delibera.”

bas 02



Categorie: Notizie Basilicata

Ex Sindaco Grassano su candidatura De Blasio a primarie Usa

Basilicatanet - Ven, 17/05/2019 - 09:12
L'ex sindaco di Grassano Francesco Sanseverino ha formulato alcune riflessioni nel ricordo della visita nel luglio del 2014 del sindaco di New York, Bill De Blasio, ora candidato alle primarie presidenziali Usa. In quella circostanza, ricorda Sanseverino, fu conferita a De Blasio la cittadinanza onoraria per rinsaldare il legame con la sua terra d'orgine.
 "Ricevo oggi, direttamente dalla mail personale del sindaco di New York Bill De Blasio, l’annuncio della sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti: “Today I am proud to announce my candidacy for President of the United States of America”. Non posso, ovviamente, non esternargli il mio personale entusiasmo e quello della intera comunità grassanese per la discesa in campo per una delle più importanti competizioni politiche per gli equilibri mondiali e il futuro del nostro pianeta. In verità era una notizia già trapelata “sottovoce” da parte del suo team alcune settimane orsono e comunicatami da parte di comuni amici residenti nella “Grande Mela”.  E la memoria non può non rievocare quella giornata memorabile del 24 luglio 2014, allorché dopo essere stato eletto sindaco di New York e averlo invitato a visitare la terra natale della nonna materna Anna Briganti, in una piazza gremita di gente, di inviati e di televisioni, ebbi il piacere di salutarlo e di conferirgli la cittadinanza onoraria.
“E’ bello essere a casa”, questo il motto di esordio in un ottimo italiano urlato dal ”concittadino” Bill De Blasio in quella occasione dal palco in piazza A. Ilvento: grande sensibilità umana e soprattutto sincero orgoglio per le sue ripetute asserite radici grassanesi e lucane; e nella stessa circostanza, quasi a mo' di premonizione, nel salutarlo come sindaco di Grassano , gli augurai di rivederlo nella stessa piazza come presidente degli Stati Uniti.
Un’impresa ardua e costellata da notevoli difficoltà per l’”emigrante” grassanese Bill De Blasio: ma non posso non rammentare nel novembre del 2013, partito quasi sconosciuto ai più per la competizione elettorale a sindaco di New York, finì eletto con oltre il 70% dei consensi.
Ho il piacere di mantenere un personale rapporto epistolare con il sindaco di New York e, come nel 2013, gli manderò un simbolico e scaramantico contributo per la sua elezione a Presidente degli Stati Uniti".
 

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Regione, nota dei sindacati su assemblea dei lavoratori

Basilicatanet - Gio, 16/05/2019 - 17:28
"Nel corso dell'assemblea odierna, caratterizzata da una numerosissima partecipazione, come mai in passato, oltre che da un dibattito arricchito dai tanti che hanno voluto esprimere il proprio pensiero e contributo, sono stati messi in evidenza i tanti problemi che vivono i lavoratori, chiedendo al sindacato di intervenire a loro tutela". E' quanto si legge in una nota sindacale congiunta a firma delle segreterie regionali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl a margine dell'assemblea dei lavoratori della Regione Basilicata.
"In primis, il tema del precariato (ex co.co.co, forestali, ecc.) e della disagiata condizione lavorativa dei dipendenti a tempo parziale, che è involontario e non consente di accedere ad altri istituti contrattuali, è stato più volte richiamato, condividendosi la necessità di chiedere la massima attenzione alla nuova Amministrazione, avviando finalmente l'applicazione del Decreto Madia.
Tra le tante rivendicazioni affidate al sindacato, è stata pure rimarcata la necessità di valorizzare le professionalità interne, dovendosi limitare al massimo il ricorso ad incarichi esterni anche per non far lievitare eccessivamente la spesa del personale, piuttosto destinando le risorse economiche alle nuove assunzioni per dotarsi di nuove professionalità oggi carenti.
Alla nuova Amministrazione si è chiesto altresì di far emergere la meritocrazia, adottando sistemi trasparenti di valutazione della performance individuale e collettiva e superando le lungaggini del passato nella liquidazione della produttività.
Anche a tal proposito, è stato chiesto di assegnare all'Ufficio Risorse Umane un numero di dipendenti che sia congruo rispetto alle tante incombenze collegate all'accresciuto numero di dipendenti a seguito dell'ingresso nei ruoli regionali dei dipendenti delle Province, ex Comunità Montane e Centri per l'Impiego, che meritano, tutti, adeguata attenzione.
Oltre che denunciare i ritardi nelle procedure relative alle nuove progressioni orizzontali, da dover superare quanto prima, l'assemblea si è soffermata ampiamente sul tema delle Posizioni Organizzative, ed i vari interventi hanno concordato, con senso di responsabilità e per il buon funzionamento degli Uffici regionali, sull'indifferibilità, per evitare il caos organizzativo, di confermare gli attuali incarichi, non mancando però di proseguire, con celerità da parte dell'Amministrazione, nelle procedure per le nuove assegnazioni, come dettato dal contratto nazionale del 21 maggio 2018.
Ciò allo scopo di definire, in tempi brevi, oltre ai criteri già concordati con il sindacato, anche il nuovo assetto delle posizioni organizzative stesse, collegandolo necessariamente ad una riorganizzazione più generale delle strutture amministrative della Regione, come peraltro già in animo della nuova Amministrazione.
I dirigenti sindacali hanno doverosamente ringraziato i lavoratori per l'ampia partecipazione all'assemblea ed i loro preziosi contributi offerti nel segno della massima democrazia.
Si confida ora che l'Amministrazione adotti i provvedimenti attesi dai dipendenti regionali e più volte richiamati dai rappresentanti sindacali, come ribaditi con forza dall'assemblea odierna."

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Trasporti. Ugl Matera scrive a Merra

Basilicatanet - Gio, 16/05/2019 - 17:19
“La governance si attivi affinché si possa evitare la paralisi del trasporto su gomma, sono numerosissime le problematiche sottovalutate dagli addetti ai lavori istituzionalmente riconosciuti, e che evidentemente si sono occupati d’altro, inconsci con chiarezza delle aziende rimaste monche di proseguire i servizi per l’impossibilità tecnico – finanziaria, soprattutto conseguente di non poter onorare il pagamento della mensilità ai 1.000 lavoratori del settore. Per tale ed altri motivi, l’Ugl chiede un incontro urgente all’assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra”.
Lo  ha detto il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “la regione è stata con la precedente classe politica di centro sx altamente dormiente. A Donatella Marra vogliamo sottolineare che alcune Società di autolinee ancora ad oggi non hanno pagato diverse mensilità e da qui la considerazione dell’enorme difficoltà che l’Ugl ha da sempre ritenuto non poter essere affrontata o tanto meno risolta con slogan o spot pubblicitari, bensì con soldi da mettere subito in cassa al di la se poi la nostra Basilicata potrà o meno essere attraversata dal Frecciarossa 1000. Uno dei casi eclatanti è la situazione assurda e intollerabile che i lavoratori continuano a subire dalla ditta Autolinee Nolè la quale azienda sono anni che assume un comportamento ingiustificato e inaffidabile all’interno del servizio pubblico dei trasporti della Basilicata perché continua a contraddistinguersi negativamente sia per il trattamento dei propri dipendenti sia per il trattamento dei passeggeri, rispetto a tutte le altre aziende del settore che ottemperano gli oneri con maggiore puntualità e confort viaggianti accettabili. Chiediamo d’incontrare l’assessore per manifestare che la grave situazione del trasporto pubblico locale in Basilicata deve essere affrontata trovando gli adeguati rimedi, come Ugl – prosegue Giordano – continueremo a denunziare una situazione di grave crisi: mancata corresponsione alle imprese esercenti delle spettanze per i servizi trasporstici assicurati, oltre che una serie di altre inadempienze che si riflettono negativamente sulla organizzazione e gestione dei servizi del trasporto pubblico locale nella intera regione. Siamo stufi e stanchi di aver sentito per anni proclami : ‘Faremo un Piano dei Trasporti che rivoluzionerà il settore; Abbiamo bisogno di efficientare i servizi rendendoli intermodali; Faremo dei trasporti il volano della mobilità; Porteremo l’eccellenza della mobilità ferroviaria mondiale in Basilicata con il Frecciarossa; La Basilicata ha la necessità di aprirsi al mercato faremo 8/10 gare per il settore !!!! Solo ed esclusivamente, Tutte chiacchiere. Il nostro auguro è che  – conclude Giordano – l’assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra ci convochi quando prima, volendo essere di aiuto e partecipativi dove ciascuno per le sue competenze possa guardare con attenzione ed impegno al settore del trasporto pubblico locale in Basilicata,  per assicurare certezze alle imprese concessionarie, condizioni di salvaguardia e diritti ai lavoratori, servizi con standard  di qualità agli utenti, cose che fino ad oggi sono mancate”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019: da domani il Purgatorio di Dante a Teatro

Basilicatanet - Gio, 16/05/2019 - 16:39
Dal 17 maggio al 2 giugno, Marco Martinelli e Ermanna Montanari con il Teatro delle Albe di Ravenna iniziano da Matera, Capitale europea della cultura per il 2019, con Purgatorio - un'opera corale e a tratti rivoluzionaria che coinvolge un’intera comunità nella pratica teatrale - il nuovo cammino dentro la seconda tappa della Divina Commedia, mettendo la comunità e le persone al centro del cammino verso Dante.
Lo fa sapere in un comunicato stampa la Fondazione Matera-Basilicata 2019.
È un progetto di Matera 2019, coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Ravenna Festival\Teatro Alighieri, con il sostegno del Comune di Matera e del Comune di Ravenna, in collaborazione con Teatro delle Albe\RavennaTeatro, l’ideazione, la direzione artistica e la regìa di Ermanna Montanari e Marco Martinelli.
Marco Martinelli e Ermanna Montanari – prosegue la nota – hanno raccolto la sfida di trasformare in teatro la Divina Commedia, il capolavoro che ha dato origine alla lingua italiana, pensando l’opera in corto circuito tra la sacra rappresentazione medievale e il teatro di massa di Majakovskij: la città è un palcoscenico, e i cittadini sono chiamati a 'farsi luogo' nell’epoca dei ‘non-luoghi’ e della comunità dispersa e frantumata. L’opera vive di una sostanza corale e sono gli spettatori a fare il viaggio nei regni ultraterreni: ognuno di loro è Dante. È l’umanità intera che fa quel viaggio, così come ci suggerisce Ezra Pound, definendo Dante ‘Everyman’.
Il percorso di Marco Martinelli e Ermanna Montanari, nel solco di Dante, inizia nel 2017 con Inferno (da loro ideato e diretto); commissionato da Ravenna Festival - progetto in tre tappe biennali di messa in scena delle tre Cantiche della Divina Commedia che culminerà nel 2021 (anniversario dei 700 anni della morte del poeta) sempre con Ravenna Festival e per questo ultimo movimento anche con Timisoara 2021 Capitale Europea della Cultura. Nel 2018 fedeli d'amore Polittico in sette quadri per Dante Alighieri (sempre ideato e diretto da Martinelli e Montanari) è un originale poemetto scenico di Martinelli dove una sola voce, quella di Montanari, si incarica di farne suonare innumerevoli. Un concerto che evoca la morte del poeta nel 1321, per attingere alla radicalità della sua visione etico-estetica nel tempo presente. Inoltre è appena uscito, per la casa editrice Ponte alle Grazie, Nel nome di Dante di Marco Martinelli in cui, accanto alle parole di Dante e ai racconti del suo tempo l’autore associa memorie più personali ed eventi più recenti, più contemporanei in un percorso personale e originale che affonda nella rilettura e messa in vita per il teatro della Commedia.
"Il Purgatorio è la cantica del ricominciare. Si può ricominciare? Dopo un fallimento, una sconfitta, una delusione? Ce la facciamo, a cavarci dalla bocca quell’amaro che sa di morte, a ritrovare il gusto della vita? Si può ancora sorridere, dopo che l’angoscia ci ha serrato il cuore con le sue tenaglie, fin quasi ad arrestarlo? Si può uscire da quell’inferno che è diventata l'esistenza? Certo che si può. È come ritornare sui banchi di scuola, in prima elementare, e apprendere una lingua nuova. Hai sfogliato il catalogo di tutte le violenze e di tutti gli orrori, hai scrutato nel buio di tutti quei volti malvagi che sono il tuo volto, ora apprendi l’alfabeto della compassione. Per questo il Purgatorio dantesco inizia all’alba, con un colore del cielo disegnato da un verso tra i più belli di tutta la Commedia: “Dolce color d’oriental zaffiro”. L’interminabile notte è terminata. Al buio fa seguito l’azzurro. Sveglia presto, e tutti a scuola. Davanti a Dante, una sfilza di penitenti, che sono al contempo allievi e maestri: mettono Dante e il lettore e sé stessi sulla via di una vita nuova. Il Purgatorio è la cantica del “noi", dei cori che cantano la propria allegrezza, dell'ascendere insieme. "Non v’accorgete voi che noi siam vermi / nati a formar l’angelica farfalla?” [Marco Martinelli e Ermanna Montanari]
“Una capitale europea della cultura non poteva dimenticare un poeta universale come Dante. Soprattutto in vista delle celebrazioni per i 700 anni della sua morte, in programma nel 2021 e soprattutto per le proficue relazioni con Ravenna, che come noi, in fase di candidatura, entrò in short list. Questo progetto – afferma Paolo Verri, direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019 – racchiude con chiarezza assoluta i contenuti principali dell’intero programma culturale mettendo al centro alcune parole chiave come partecipazione dei cittadini, passato che diventa contemporaneità, palcoscenico che si trasforma in spazio urbano, attori che diventano comunità. Abbiamo fortemente voluto il “Purgatorio” anche perché siamo convinti che questo genere di produzione culturale può davvero ridare un senso allo stare insieme e aiutare gli abitanti delle città a vivere con maggiore profondità i processi creativi. Ringrazio i Comuni di Matera e Ravenna per il sostegno al progetto”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page