Notizie Basilicata

Matera 2019, Con lo guardo “di dentro”. I detenuti e la cultura

Basilicatanet - Mer, 20/11/2019 - 14:27
Mostre fotografiche e pittoriche, film, opere teatrali, libri e percorsi di lettura realizzati all’interno degli istituti penitenziari al centro della manifestazione “Con lo sguardo ‘di dentro’: Matera 2019, capitale europea della cultura. Diritto di accesso e partecipazione dei detenuti alla vita culturale della comunità”, che avrà luogo dal 22 al 24 novembre presso il teatro comunale Guerrieri di Matera. L’iniziativa, organizzata dal CESP-rete delle scuole ristrette e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 con il sostegno del Mibac, “vuole essere – spiega una nota della Fondazione - la narrazione del percorso di ricerca compiuto dai docenti e dagli studenti della rete delle scuole ristrette nell’ambito dei laboratori interdisciplinari e di educazione diffusa che la rete ha progettato e realizzato”.

Si inizia con le mostre di pittura: i ritratti ad acquerello di detenuti e sorveglianti della Casa di reclusione di Spoleto, dell’artista Paola de Rose, i cui “Sguardi, da dentro” accompagnano gli spettatori nel viaggio e “I Tarocchi reclusi”, i 21 arcani maggiori delle carte, realizzati nella Bottega di pittura del maestro Piero Sacchi (interna al penitenziario) dai detenuti della Casa di reclusione San Michele di Alessandria. Una ricerca basata sulla presenza dei tarocchi come esperienza culturale nella vita dei detenuti e sulla necessità di individuare identità simboliche capaci di rappresentare il detenuto artista.

Si prosegue con gli scatti di backstage e ritratti di Viniie Porfilio, “Lo sguardo di dentro” realizzati durante lo spettacolo “Nessuno” al 60’festival dei 2 Mondi di Spoleto e le Fotocomposizioni di Bruno Appiani, Monica Dorato e Valter Ravera Tra il dentro e l’Inferno di Dante dei laboratori di Artiviamoci, che hanno riprodotto insieme agli allievi “ristretti” le parti più significative della Divina Commedia, realizzando ritratti che hanno interpretato i sentimenti dei canti danteschi. La mostra “Riscatti” è invece frutto di un laboratorio che il fotografo pratese Andrea Abati ha condotto con i detenuti della Casa circondariale La Dogaia durante l’attività didattica del Centro provinciale istruzione adulti di Prato, nel corso del quale sono state selezionate opere di pittori appartenenti ad un periodo che va dal XV al XIX secolo, che sono diventate la base per un serio gioco di interpretazione e sostituzione, nel quale i detenuti si ritraggono nella stessa posa e con la stessa luce usata per il personaggio protagonista del dipinto da loro scelto.

Si continua con la sezione proiezioni: la prima dedicata alle donne in carcere, come contributo e partecipazione della rete alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con la proiezione del lavoro teatrale Desdemona non deve morire, della Compagnia gli Scatenati-Teatro dell’Arca-Teatro Necessario, realizzato dai detenuti della Casa di Reclusione di Marassi-Genova e (nella giornata successiva del 23 novembre) del Film Sezione Femminile, per la regia di Eugenio Melloni, film che nasce da un laboratorio di cinema tenutosi all'interno del Carcere femminile di Bologna, un'elaborazione artistica e toccante della prigionia e della solitudine. Accanto a queste Maria e la Luna di Egle Mazzamuto, viaggio tra la violenza e la poesia delle anime vaganti, nella quale Maria, anima che popola una delle tante zone fatiscenti di Palermo, delinea gli ultimi momenti della sua umile vita di ragazza richiusa in un "carcere" sociale in cui la sottomissione di genere e la violenza divengono pane quotidiano.

In posizione centrale nelle produzioni della rete, si collocano poi le azioni teatrali (accesso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione) della Compagnia #SIneNOmine della Casa di Reclusione di Maiano/Spoleto, direttore artistico e regista Giorgio Flamini, che presenta due lavori, il “Cantico dei Cantici” nella versione laica di Guido Ceronetti, con 3 detenuti, due attrici e musica registrata, un mezzosoprano e “Storia vera ‘e capite comm’è”, già rappresentato nell’ambito del Festival dei 2 Mondi da #SIneNOmine con un adattamento sul romanzo in due libri “La Storia VERA”, racconto fantastico scritto in forma immaginaria e autobiografica da Luciano di Samosata, unito a Pinocchio di Collodi e alle città invisibili di Calvino. Un contributo importante proviene dalla FUNDACJA JUBILO (Wroclaw-Polonia, capitale europea della cultura 2016), direttore artistico e regista Diego Pileggi che presenta, con attori detenuti del penitenziario di Wroclaw, KAIN in Absentia – Installazione performativa presentata per la prima volta a Poznan nell’aprile 2019, all’interno del VI Festival nazionale polacco di teatro in carcere (accesso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione). Durante questa occasione l’installazione ha ricevuto una menzione speciale dalla giuria del Festival con la seguente motivazione: “Per la toccante interpretazione della tematica di “Caino e Abele”, la proposta di una forma alternativa alla presenza dal vivo ed il costante atteggiamento degli attori”.

All’interno di questa cornice si svolgerà il seminario, che inizierà nel pomeriggio, con i docenti delle scuole della rete che faranno il punto sui laboratori formativi-interattivi, da quelli teatrali a quelli di lettura alle biblioteche carcerarie, con la presentazione del libro di un ergastolano, Pierdonato Zito, “Indimenticabile padre: ricordi di un ergastolano”, che sarà presente in sala, insieme al magistrato di sorveglianza Margherita Di Giglio e la presentazione del teaser, del cast del Docu-film “Lo cunto dei ristretti” in corso di produzione, con finanziamento Monitor 440 2018-2019 MIUR-MIBACT Prodotto da Rete delle scuole ristrette e CESP. Al termine del seminario la rete delle scuole ristrette dopo un anno vissuto all’insegna della cultura trarrà un Bilancio dell’attività della rete e traccerà le linee degli interventi futuri.

Lì dove non specificato, l’accesso agli appuntamenti è libero fino ad esaurimento posti. La prenotazione degli spettacoli che richiedono il Passaporto per Matera 2019 è disponibile sul sito www.materaevents.it o presso L’Infopoint di Matera 2019.
Categorie: Notizie Basilicata

Tpl, Merra: “La Regione è impegnata per la tutela dei lavoratori”

Basilicatanet - Mer, 20/11/2019 - 13:01
“La Regione è impegnata in queste ore in un serrato confronto con le aziende del trasporto pubblico locale per individuare i migliori scenari e le migliori condizioni per la prosecuzione del servizio, con la consapevolezza che ci troviamo in una situazione non ottimale e che il servizio a regime va completamente rivisto. Dopo anni di stasi è il momento di mettere responsabilmente mano al problema, ma i lavoratori non pagheranno le conseguenze di questa delicata ma necessaria fase di transizione”.

È quanto dichiara l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata Donatella Merra, precisando che “i diritti dei lavoratori saranno tutelati in ogni modo e le parti datoriali dovranno convergere con le ragioni di questo difficile comparto. Facciamo quindi appello alla responsabilità delle aziende perché, nelle more dell’ottimizzazione del trasporto pubblico locale, in questo momento la necessità è garantire i diritti e le esigenze dei lavoratori e degli utenti, a fronte di una situazione finanziaria del trasporto pubblico locale che in Basilicata è molto complessa”.

“Non è questo il momento di richiedere o addirittura di pretendere miglioramenti delle condizioni contrattuali – conclude Merra -, non prima di aver costruito e avviato un percorso per la prosecuzione del servizio sulla base degli attuali accordi, che consenta poi su basi di maggiore stabilità di rivedere questo ed altri aspetti”. 
Categorie: Notizie Basilicata

La Forgia di Sinisgalli: presentazione Quinto volume e due mostre

Basilicatanet - Mer, 20/11/2019 - 11:38
Nell’ambito del progetto “La Forgia di Sinisgalli”, la Fondazione Leonardo Sinisgalli propone una serie di appuntamenti che attraverso la letteratura, l’arte e la scienza, intendono raccontare la poliedricità e il genio del nostro “Leonardo” novecentesco.
Il 23 novembre alle ore 18.00 nella Casa delle Muse, a Montemurro, - si legge in una nota diffusa dalla Fondazione -  verrà presentato il quinto Quaderno della Fondazione, Le meraviglie di Sinisgalli (FLS, Montemurro 2019) di Luigi Tassoni, professore ordinario di Letteratura italiana e di Semiotica e direttore del Dipartimento di Italianistica all’Università di Pécs, nonché membro dell’Accademia ungherese delle Scienze e direttore da 25 anni dei Seminari internazionali interdisciplinari di Pécs.
Nel volume l’autore, che in oltre quarant’anni di critica si è addentrato nel complesso mondo di Sinisgalli, ripercorre in modo unitario la sua opera, delineando l’avventura di quell’uomo semiotico che il poeta ingegnere ha incarnato, anche qui in anticipo sui tempi, e interpretando le meraviglie e gli oggetti di un mondo creativo e riflessivo tra i più originali del Novecento europeo.
Nel primo saggio del testo Tassoni, che con la grande emozione di un giovane ventenne conobbe Sinisgalli in occasione del Premio Leonardo a Firenze nel 1978, grazie a Piero Bigongiari, spiega: “Per un poeta come Leonardo Sinisgalli, la meraviglia è quella della continua scoperta di un particolare: che la consistenza del mondo riservi sempre delle sorprese, così come la consistenza della propria soggettività a confronto di universi misurabili, finiti, razionali, quanto immisurabili, infiniti, irrazionali. In questo movimento egli orienta la scena del proprio continuo stupore, nella seduzione di tutto ciò che non rimane fermo a una stabilità di superficie, ma rinnova un modo di esserci, un modo di vedere e di pensare, e di riproporsi in prospettive dinamiche e imprevedibili”.
Alla presentazione dei volume, dopo i saluti del sindaco di Montemurro, Senatro di Leo, interverranno, insieme all’autore, la critica letteraria e saggista Milly Curcio e il Direttore della Fondazione Sinisgalli, Biagio Russo.
Il secondo appuntamento de La Forgia è in programma nella giornata del 21 dicembre, che sarà divisa in tre momenti. Alle 17.00, presso la Casa delle Muse, verrà inaugurata la mostra “Giulia Napoleone per Leonardo Sinisgalli. Quindici pastelli per le lucide visioni di un amico”, con la presentazione del cofanetto-omaggio a ringraziamento per la donazione delle opere da parte dell’artista alla Fondazione. Saranno presenti, oltre all’artista Giulia Napoleone, il sindaco, Senatro di Leo, il Presidente della Fondazione Leonardo Sinisgalli, Mario Di Sanzo, e l’artista Pietro Paolo Tarasco.
Alle 18:30 seguirà l’inaugurazione della mostra “Un carciofo in mostra. Sinisgalli e la Superficie Romana di Steiner”, a cura del saggista Faber Fabris, incentrata su un modello del Carciopholus (la superficie romana di Steiner), di cui il visitatore potrà apprezzare pienamente la presenza fisica e la complessa ‘geometria barocca’. La mostra sarà accompagnata da una relazione che riassume le evocazioni dei pannelli espositivi, precisa elementi storici e matematici della superficie romana di Steiner, propone al pubblico alcune manipolazioni con l’aiuto di modelli di carta. Interverranno insieme al curatore Faber Fabris, il direttore Biagio Russo e Sandra Lucente dell’Università di Bari.
La giornata si chiuderà alle 20.00 presso l’Ex Convento di San Domenico con il Concerto di Natale a cura degli United sounds, con Dario Fraccalvieri alla chitarra, Grazia Giusto al violino, Maria Mianulli al flauto, Michi Caroli alle percussioni e G. D’Abramo al contrabbasso. A seguire, brindisi augurale.
Nei primi mesi del nuovo anno, sono inoltre previste le presentazioni dei due volumi sinisgalliani ripubblicati da Mondadori, fra gli Oscar Baobab: la raccolta dei racconti, a cura di Silvio Ramat, e quella delle poesie, a cura di Franco Vitelli. Tali volumi completeranno, insieme al “Furor Mathematicus” fresco di stampa, la trilogia delle opere sinisgalliane che finalmente tornano fra le mani dei lettori, dopo oltre 40 anni di assenza dalle librerie.

Bas 05


Categorie: Notizie Basilicata

Tempa Rossa, Cupparo: “Condivisa bozza protocollo”

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 17:24
“La bozza di protocollo di sito e di settore condiviso oggi da sindaci e dirigenti sindacali è un passo importante che lascia supporre che siamo sulla buona strada sempre in attesa di concludere l'intesa con Total”.
Lo ha detto l’assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Francesco Cupparo, al termine di una giornata di incontri che si sono tenuti nella sede del Dipartimento e ai quali hanno partecipato, in diversi momenti, alla presenza dell’assessore all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, i rappresentanti della compagnia petrolifera, i sindaci dell’area interessata della concessione e i sindacati Cgil, Cisl e Uil
“La Regione continua a svolgere una paziente azione di mediazione tra sindaci del Sauro-Camastra, Total e sindacati per chiudere – ha aggiunto Cupparo - la fase di accordo che porterà alla produzione di Tempa Rossa e con essa in direzione dei risultati che tutti i soggetti in campo auspicano. In particolare, a sindaci e sindacati chiediamo di indicare i “paletti” per procedere alle nuove assunzioni e ai nuovi benefici non solo per quel territorio ma per l'intera Basilicata. Chi meglio dei sindaci, che non chiedono certamente la “luna del pozzo”, conosce le esigenze delle proprie comunità e chi meglio dei sindacati, che perseguono l'obiettivo di più lavoro per tutti, conosce la domanda di occupazione in un'area fortemente segnata da spopolamento ed emigrazione specie giovanile. Come giunta consideriamo prioritaria l’occupazione, perché non vogliamo che fra vent’anni la Total ci lasci in eredità solo i pozzi. Puntiamo, naturalmente, ad ottenere anche posti di lavoro alternativi al settore dell’Oil e mettere in sicurezza salute, ambiente e futuro delle popolazioni. Con la convinzione che abbiamo già dato, in cambio sinora di troppo poco, la bussola che ci ha orientato in questa fase di consultazioni è stata rivolta in direzione delle politiche di sviluppo sul territorio per ogni comparto e quindi non solo quello degli idrocarburi. Il nostro obiettivo è quello di creare valore a lungo termine attraverso la valorizzazione e la salvaguardia delle risorse umane, il coinvolgimento delle micro, piccole e medie imprese e delle professionalità presenti in tutto il territorio regionale. Dunque, la bozza di protocollo di sito e di settore torna al tavolo come elemento da cui far ripartire il confronto”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Marcia Cultura celebra Giornata mondiale Infanzia con le scuole

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 14:52
Domani 20 novembre nella Giornata mondiale dell’Infanzia, si celebreranno i 30 anni della Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza e la Regione Basilicata ha invitato tutte le scuole di ogni ordine e grado a ricordare l’importante ricorrenza attraverso l’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ sottoscritto da Regione, Unicef, Miur - Ufficio Scolastico Regionale, Garante dell’Infanzia, Consigliera di Parità e altri 40 partners. Infatti l’11 settembre scorso sono state inviate alle scuole le informazioni utili per festeggiare il trentennale della Convenzione Onu con una Circolare dell’Ufficio Scolastico Regionale (marciaperlacultura.regione.basilicata.it), in concomitanza del messaggio agli studenti del presidente Bardi in cui, citando la Marcia per la Cultura e per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ha precisato che “dalla cultura può venire quella necessaria motivazione che spinge l’uomo al miglioramento di sé stesso e della società che lo circonda. Sono tempi di grandi trasformazioni, che vedono voi giovani al centro di grandi mutamenti. Il nostro compito, il compito di chi amministra come me, è quello di creare le condizioni perché le vostre aspettative e i vostri sogni diventino realizzabili. Ed io aggiungo: diventino realizzabili, qui in Basilicata”. Confidando sull’adesione compatta delle scuole lucane, la Giornata del 20 novembre potrà offrire una concreta opportunità sia per comprendere che investire nell’istruzione significa investire nel futuro di una società migliore e sia per ricordare i Diritti dei Minori che ancora vivono in situazioni di disagio, di precarietà e povertà inaccettabili. E domani sarà una giornata per i giovani fatta dai giovani. Saranno proprio loro i protagonisti in ogni scuola dove potranno, con le loro voci, parlare dei loro sogni e dei loro desideri, lanciare messaggi e proposte per un Mondo Migliore con ‘KIDS TAKE OVER’ l’evento proposto dall’UNICEF, in cui i piccoli si sostituiranno ai grandi nelle loro funzioni nelle istituzioni, nelle scuole, nello sport, nei media, invitandoli a prestare attenzione alle questioni più importanti che riguardano i loro diritti e bisogni. La Giornata Mondiale dell’Infanzia sarà, quindi, anche l’occasione per salvaguardare il mondo dell’infanzia inserendo nella Programmazione regionale l’attuazione di Azioni specifiche come quelle previste nell’Accordo ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’, coordinato da Tomangelo Cappelli, della Presidenza della Giunta, e finalizzato ad attuare concretamente la Convenzione Onu che stabilisce l’uguaglianza e il rispetto per bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni), il diritto all’istruzione e alla salute, il diritto di ricevere protezione da ogni forma di violenza o sfruttamento, il diritto alla vita e a uno stile di vita sano dignitoso e armonioso che, attraverso un’educazione all’Arte di Vivere nel rispetto delle Persone e dell’Ambiente, permetta di fare, della propria vita un’Opera d’Arte.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Presidente Bardi riceve visita generale Tomasone

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 13:20
Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, questa mattina ha ricevuto nella sede di via Verrastro la visita del generale di corpo d’armata, Vittorio Tomasone, accompagnato per l’occasione dal generale di brigata Rosario Castello, comandante della Legione Carabinieri Basilicata, e dal colonnello Nicola Albanese.
Un incontro cordiale nel corso del quale è stata evidenziata la necessità di creare occasioni di confronto e collaborazione, nel rispetto dei ruoli istituzionali, per migliorare le condizioni di vita sui territori e garantire ai cittadini la sicurezza e la legalità di cui hanno bisogno. 

Categorie: Notizie Basilicata

Conferenza stampa su riqualificazione laghi Monticchio

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 13:18
Con 31.907 voti i Laghi di Monticchio si sono classificati al sesto posto della nona edizione del censimento nazionale “I Luoghi del Cuore FAI nel 2018” e sono stati selezionati come luogo virtuoso per ricevere finanziamenti da parte del FAI per la loro valorizzazione, recupero e riqualificazione.
I dettagli del progetto di valorizzazione che ha come testimonial Vladimir Luxuria, Francesca Barra e Claudio Santamaria, sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, tra gli altri, l’Assessore all'Ambiente - Gianni Rosa, il Capo Delegazione FAI Potenza - Lidia Pantone e il Commissario dell’Ente Parco Regionale del Vulture - Francesco Ricciardi.
In Basilicata il FAI interverrà, per la prima volta, con un contributo di 22 mila euro, a favore dei Laghi di Monticchio di proprietà del Demanio e in gestione al Parco Regionale del Vulture.  L’intervento sostenuto da Intesa Sanpaolo, richiesto dal Parco Regionale del Vulture, prevede l’allestimento di un infopoint all’arrivo ai laghi e un sistema di pannelli tattili e con contenuti audio e video lungo un sentiero in fase di recupero.  Il progetto si inserisce in un programma più ampio di attività di riqualificazione dell’area: il Parco del Vulture attraverso il Programma Operativo FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2014-2020 ha ottenuto 940.000 euro per interventi volti alla riqualificazione del sito. 
“Ho accolto con soddisfazione questo importante notizia - ha detto l’Assessore Gianni Rosa. La Regione Basilicata – ha aggiunto –lavorerà per fare in modo che questo splendido luogo torni al suo antico splendore proprio a partire da questo progetto di valorizzazione e al recupero delle sue peculiarità ambientali, storiche e artistiche promosso attraverso l’eccellenza del FAI.  Abbiamo avviato un processo volto al ritorno della legalità dei Laghi di Monticchio – ha detto ancora Rosa - considerato che molte aree pubbliche sono occupate da privati e non più fruibili. In questa azione di ritorno alla legalità, che ha trovato la piena collaborazione del Commissario Francesco Ricciardi, abbiamo coinvolto i Comuni di Rionero e di Atella. Abbiamo però registrato i ritardi da parte del Comune di Atella rispetto alla necessità di riportare la legalità dei territori. L’azione di razionalizzazione dei luoghi con il coinvolgimento dei Comuni – ha concluso Rosa – prevede anche l’assegnazione delle casette in legno costruite per ospitare le attività commerciali invece oggi operano nei manufatti abusivi da bonificare”.

Categorie: Notizie Basilicata

Altofest Matera 2019, seconda tappa a Sarconi e Moliterno

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 12:45
Dopo il grande successo della prima tappa a Venosa e Melfi, Altofest Matera Basilicata 2019 si sposta in Val d’Agri, nei comuni di Sarconi e Moliterno, dove le comunità continueranno ad accogliere nelle proprie abitazioni artisti nazionali e internazionali, prima attraverso una residenza di due settimane, poi mediante appuntamenti aperti al pubblico. Dal 22 al 24 novembre 4 case, un centro culturale ed uno scuolabus ospiteranno 6 performance di teatro, danza e musica, con repliche nelle tre giornate. Lo rende noto la Fondazione Matera-Basilicata 2019.
A Moliterno Enzo Mirone, artista di Benevento, porta il suo “Ho stretto i pugni e sono nato”, un lavoro sulla persistenza, una riflessione su quel che resta di quello che non c’è più affidata alla compresenza e all’interazione di linguaggi diversi scarnificati nell’uso e intenzionalmente ridotti alla loro forma più elementare. Il croato Boris Kadin, con la sua “Orestea. Post-Truth” si focalizza sul post-spettatore come attore attivo e come collettivo/comunità. “The Free Besieged” della compagnia londinese fondata da due artiste greche Monamas Theatre Co, è una performance basata su un'opera incompiuta composta da Dionysios Solomos scritta in greco e italiano.
Sarconi ospita “The Last Zuppa” della compagnia tedesca O-Team, uno spettacolo interattivo che parla di regole, sicurezza, casa, paura, comunità e fine del mondo. Antonino Talamo, artista napoletano, in “Cosaltro Esperimenti” crea un concerto, in movimento, su uno scuolabus. La città intorno. La musica dentro. Il primo passo è costruire quel silenzio necessario ad azzittire le scansioni ritmiche della quotidianità urbana che ci sovrasta. Solo allora la visione si fa chiara, e la musica che batte dentro si affaccia allo stupore del silenzio. Allora appare il paesaggio. Tra arte performativa e figurativa, “Uniforme” dell’artista belga Sabina Scarlat, si compone di una installazione abitata e trasformata dal performer. Il lavoro crea e rivela un dialogo, costruttivo e distruttivo allo stesso tempo, tra differenti forze appartenenti alla natura e alla società umana. La costruzione dello scenario è un’operazione che si estende allo spettacolo stesso, così come la sua gioiosa distruzione.
La programmazione nelle abitazioni sarà preceduta, nella giornata di giovedì 21 novembre dalle 19:00 alle 21:00 nella BiblioMediateca Comunale “G. Riacioppi” di Moliterno, da un’Agorà, assemblea a porte aperte in cui i cittadini della comunità accogliente si confrontano con quelli che ospiteranno la tappa successiva del progetto. Il Centro Panta Rei di Sarconi, già luogo di performance, ospiterà inoltre, nella giornata di domenica 24 dicembre dalle 11:30 alle 13:30, Voice Over, la conversazione con gli artisti trasmessa in diretta sulla webradio del festival all’indirizzo bit.ly/WRAltofestMatera
Gli orari e gli indirizzi delle abitazioni che ospiteranno la programmazione sono disponibili su www.materaevents.it e su www.altofest.net nella sezione "Altofest Matera Basilicata 2019". Per accedere agli spettacoli è necessario il Passaporto per Matera 2019 e la prenotazione. Un’ora prima dell’inizio degli spettacoli verrà aperta una lista d’attesa per consentire gli accessi in caso di no-show. L’Agorà e il Voice Over sono invece ad accesso libero fino a esaurimento posti. Nella giornata di sabato i comuni di Moliterno e Sarconi potranno essere raggiunti tramite il servizio navetta con partenza da Matera, Piazza Matteotti. Per informazioni sugli orari di partenza e per le prenotazioni: tel. 0835 314233 - escursioni@ridolaviaggi.it - www.ridolaviaggi.it
  
Categorie: Notizie Basilicata

ACQUEDOTTO LUCANO AVVIA A CALVELLO IL PROGRAMMA “HYDRO SMARTER”

Basilicatanet - Mar, 19/11/2019 - 11:02
A garanzia di una sempre più corretta misurazione dei consumi idrici e con l’obiettivo di implementare progressivamente la nuova tecnologia di smart metering, prenderà avvio nei prossimi giorni, nel comune di Calvello, il progetto denominato “Hydro Smarter” che prevede la sostituzione di misuratori idrici con contatori intelligenti, i cosiddetti “smart meter”. La sostituzione interesserà, in prima battuta, circa 300 utenze delle zone periferiche per poi essere progressivamente estesa a tutti i 1.490 contatori presenti nell’ abitato di Calvello.
Si tratta - si legge nella nota di Acquedotto Lucano -  di un importante progetto di rinnovo dei misuratori esistenti di vecchia generazione con nuovi sistemi evoluti che sono in grado di rilevare a distanza i consumi idrici effettivi, raccogliere da remoto i dati relativi alla gestione delle reti, le portate in ingresso, le pressioni, l’indicazione di eventuali perdite o anomalie.
Il progetto “Hydro Smarter”, grazie al flusso continuo di informazioni, rappresenta la concreta possibilità di sensibilizzare i cittadini verso comportamenti virtuosi, tesi all’ottimizzazione ed al risparmio.
L’utente, inoltre, trae ulteriori vantaggi grazie alla generazione automatica delle bollette sulla base dei consumi reali, effettivi e non presunti, e al superamento della necessità di fornire l’autolettura o di consentire l’acceso alla proprietà agli operatori incaricati della lettura del misuratore.
Per l’amministratore unico Giandomenico Marchese “l’utilizzo di strumenti evoluti che la tecnologia mette a disposizione, come i contatori intelligenti, consente di efficientare il sistema idrico e di incrementare la qualità del servizio ai cittadini, in termini, innanzitutto di fiducia riposta nel gestore. L’intelligenza dei contatori smart, infatti, rappresenta per l’utente garanzia di affidabilità del dato di misura. Consumare meglio ed in maniera più consapevole, oltre ad avere ricadute positive in termini di uso responsabile della risorsa idrica, rileva anche in termini di risparmio effettivo sulla bolletta del cittadino/utente ”.
“Il progetto Hydro Smarter si inserisce nel programma di investimenti di Acquedotto Lucano– prosegue Marchese - e fa parte di un programma più esteso, che ha avuto inizio lo scorso anno a Brindisi di Montagna e che la Società intende progressivamente adottare su tutto il territorio gestito anche per rispondere alle sempre più stringenti richieste normative e di qualità del servizio”.
Secondo la sindaca di Calvello, Maria Anna Falvella, "senza dubbio il progetto, come già successo nel mercato elettrico ed in fase embrionale nel gas, porterà benefici, oggi solo in parte stimabili, sia in termini di controllo delle reti con una più rapida possibilità di individuazione delle perdite nascoste e intercettazione delle frodi sia per quanto concerne la qualità del servizio commerciale e l'uso consapevole da parte degli utenti finali. Sono contenta – conclude Falvella - che Calvello possa contribuire con questa sperimentazione ad una innovazione fondamentale nella gestione delle nostre risorse idriche”.

Bas 05

Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, a Stigliano un nuovo incontro

Basilicatanet - Lun, 18/11/2019 - 19:41
Dopo l’appuntamento dello scorso venerdì a Venosa, oggi il bando della Regione per il Microcredito è stato presentato a Stigliano presso la sala Consiliare del Comune alla presenza del sindaco di Stigliano, Francesco Micucci, dell’assessore alle Attività produttive, Lavoro, Formazione, Sport della Regione Basilicata, Francesco Cupparo e dell’amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale.

“L’obiettivo – ha detto Cupparo - è quello di diffondere su tutto il territorio la conoscenza dell’opportunità di questa misura e di dimostrare che esiste uno strumento che punta a valorizzare il merito dei progetti oltre che garantire dei tempi di accesso brevi e certi. Vorrei vedere sempre più giovani in questi incontri perché l’idea di sapere che ci sono giovani che vogliono avviare un’attività è un segnale positivo e di fiducia per la nostra terra. Per questo il mio impegno è quello di accelerare il tempo di risposta degli uffici regionali e garantire la pubblicazione di nuove misure a favore delle imprese, come quelle che andremo a pubblicare prima della pausa natalizia”.

“Il bando sul Microcredito – ha spiegato Megale - permette con un finanziamento fino a 25.000 euro di veder nascere il proprio sogno imprenditoriale. Si tratta di un aiuto che sostiene l’avvio di una nuova attività, attraverso ad esempio l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, gli arredi o un sito internet, insomma un piccolo importo ma con un grande effetto moltiplicatore se si considera che a questo vanno aggiunti tenacia, passione e determinazione da parte dell’aspirante imprenditore. Sviluppo Basilicata non richiederà garanzia per stipulare il contratto perché il bando non lo prevede e adotterà i provvedimenti in tempi davvero brevi, massimo 60 giorni. Insomma oggi c’è questa grande opportunità. Invito quindi i disoccupati, i giovani, gli enti del terzo settore e tutti coloro che hanno un sogno imprenditoriale nel cassetto a non farsi sfuggire quest’occasione”.

Il bando sul Microcredito, promosso dalla Regione Basilicata, gestito da Sviluppo Basilicata e finanziato con il Fondo sociale europeo, è rivolto soprattutto ai disoccupati ma anche agli enti già occupati nel terzo settore che potranno rafforzare la loro attività o crearne una nuova. Il prossimo incontro per l’illustrazione dell’iniziativa è a Muro Lucano il 26 novembre, mentre l’appuntamento di venerdì 22 a Viggiano presso il Centro Sociale Albertfi Marone è stato posticipato all’11 dicembre. 
Categorie: Notizie Basilicata

Domani conferenza stampa su riqualificazione laghi Monticchio

Basilicatanet - Lun, 18/11/2019 - 15:29
I Laghi di Monticchio si sono classificati al sesto posto della nona edizione del censimento nazionale “I Luoghi del Cuore FAI nel 2018” e sono stati selezionati come luogo virtuoso per ricevere finanziamenti da parte del FAI per la loro valorizzazione, recupero e riqualificazione.
Per spigare i dettagli di questa iniziativa si terrà domani, alle ore 10:30 presso la Sala Interviste del palazzo della Giunta regionale, una conferenza stampa alla quale parteciperanno l’ Assessore all'Ambiente - Gianni Rosa, il Capo Delegazione FAI Potenza - Lidia Pantone e il Commissario dell’Ente Parco Regionale del Vulture - Francesco Ricciardi.



Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, la Misura presentata oggi a Venosa

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 18:07
Continua il tour di presentazione della Misura Microcredito FSE della Regione Basilicata gestita da Sviluppo Basilicata che oggi ha fatto tappa a Venosa, Città d’Orazio.  L’incontro si è svolto nella cornice del Castello di Pirro del Balzo. “I settori del turismo, della cultura, il vitivinicolo, la corsetteria ma anche quello manifatturiero sono perni importanti delle economie di queste zone, vanno continuamente monitorati e per ciascuno individuate nuove opportunità di business” queste le parole dell’Amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale. “Se è vero che abbiamo imparato a dimenticare il posto fisso - continua la Megale- e’ altrettanto vero che per inventarsi un lavoro bisogna essere curiosi e appassionati. Pertanto, dico a chi è in difficoltà e vuole uscire da uno stato di lavoro precario, di guardarsi intorno e di trovare nuove opportunità e perseguirle con un pizzico di follia e tanta passione. Oggi avete anche un aiuto in più: 25 mila euro per avviare e far partire la vostra attività o per trasformare la vostra passione in impresa. Sviluppo Basilicata - conclude l’Amministratore unico - sostiene le persone e i territori, siamo a vostra disposizione”.
L’assessore alle Attività produttive, Lavoro, Formazione, Sport della Regione Basilicata, Francesco Cupparo, impossibilitato a partecipare all’incontro ha fatto sapere: “Quello che oggi vi presentiamo è il bando del Microcredito che sto sostenendo in prima persona attraverso questa promozione “diffusa” perché credo che sia uno strumento davvero capace di cambiare la percezione di sconfitta e disagio in cui versano molte persone. Mi riferisco in particolare a chi di voi è in difficoltà perché ha perso il lavoro o perché, nonostante un titolo di laurea o buone capacità, ha difficoltà a trovarlo. A beneficiare del Microcredito infatti saranno soprattutto disoccupati ma anche gli enti già occupati nel terzo settore che potranno rafforzare la loro attività o crearne una nuova. Questo bando è proprio rivolto a voi. Oggi avete 25 mila euro che vi possono permettere di partire subito con il vostro sogno, e di combattere la vostra atavica situazione di disagio. Con 25 mila euro - spiega Cupparo - potrete comprare l’attrezzatura o i servizi necessari al vostro avviamento senza fornire alcun tipo di garanzia. Questo perché il bando valuta il merito di ciascuna iniziativa e non la capacità economica del proponente. In più avrete dalla vostra parte anche il rapido tempo di accesso al finanziamento di massimo 60 giorni, garantiti da me e da Sviluppo Basilicata.
Quindi, anche se non sono presente, spero arrivi comunque il mio entusiasmo e sono certo che lo stesso saprà infondere anche Sviluppo Basilicata avvicinandovi a questa opportunità ma anche alle altre messe a disposizione della Regione” ha concluso l’assessore.
Il responsabile della misura per Sviluppo Basilicata, Vito Pinto, ha illustrato le modalità d’accesso al Microcredito rispondendo alle domande del pubblico. Il prossimo appuntamento si terrà a Stigliano (MT) lunedì 18 novembre.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Fal Matera, Merra: “Piena intesa istituzionale”

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 17:18
La Regione Basilicata ha concordato con le Fal e con il Comune di Matera un sistema tariffario, che sarà approvato in una delle prossime sedute della giunta regionale e che agevolerà la fruizione del servizio metropolitano. Un collegamento ferroviario giornaliero con diverse coppie di treni permetterà inoltre di servire l’intera città da Matera Serra Rifusa a Matera Sud, includendo anche la stazione di Matera Centrale.
È quanto emerso al termine di una riunione in Regione alla quale hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Donatella Merra, il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri ed il direttore generale della Ferrovie Appulo Lucane (Fal), Matteo Colamussi.
“Abbiamo trovato - ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Donatella Merra - una soluzione positiva per quanto riguarda il trasporto urbano nella città di Matera. Consideriamo questo primo obiettivo - ha aggiunto - il frutto di una corretta interlocuzione finalizzata ad ottimizzare le risorse disponibili con le esigenze di percorrenza e con le necessità, sia dei turisti, sia dei tanti avventori, di vivere la città di Matera senza l’assillo dell’automobile. Una più corretta gestione del trasporto urbano a Matera sarà un nostro obiettivo in divenire man mano che avremo contezza della disponibilità delle risorse e dati sull’utilizzo dei servizi che andremo a sperimentare”.
“Abbiamo chiuso finalmente, con la definizione delle tariffe e con l’imminenza della delibera della giunta regionale - ha detto il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri - una questione che era ancora in sospeso. Tutto questo ci consentirà di poter indirizzare il pendolarismo ferroviario Bari-Matera in questo segmento metropolitano Serra Rifusa-Centro di Matera. Tali risultati si realizzano quando si trova l’intesa fra istituzioni che decidono di dialogare in maniera umana e aperta dando vita ad un’alleanza forte come quello suggellata oggi tra Regione Basilicata, Matera e Fal.
“Oggi rilanciamo una sinergia istituzionale - ha sottolineato il direttore generale della Fal, Matteo Colamussi - che non è fatta solo di inaugurazioni, ma che è strategica e che ci auguriamo possa durare nel tempo nella sua concretezza nel dare sostegno al diritto alla mobilità dei lucani e dei tanti turisti che affollano quotidianamente la Città dei Sassi. Vogliamo con grandissimo piacere mettere in evidenza l’impegno della Regione Basilicata, a partire dall’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità, Donatella Merra, che ha dato un contributo importante alla conclusione di questa fase, ma anche del Comune. Si concretizza una delle tante operazioni che il governo Bardi ha messo in atto per la popolazione della Basilicata”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Immigrazione, individuare presto i siti per centri accoglienza

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 16:30
Per dare risposte concrete alle esigenze degli imprenditori e dei lavoratori occupati nella filiera della campagna del pomodoro e nelle raccolte stagionali del Metapontino, saranno individuati, in tempi rapidi, più siti da destinare a Centri di accoglienza per i lavoratori extracomunitari. E’ quanto deciso dal Coordinamento per le Politiche dell’Immigrazione, in un incontro tenutosi nella sala Verrastro del Palazzo della Giunta regionale.
Alla riunione del Coordinamento, presieduto dal governatore Vito Bardi ma rappresentato oggi dal consigliere regionale Piergiorgio Quarto, sono intervenuti il prefetto di Potenza, Annunziato Vardè, e il prefetto di Matera, Demetrio Martino, l’Autorità di gestione del Pon Legalità del ministero dell’Interno, Valentina D’Urso, una rappresentanza dei Comuni dell’Alto Bradano composta dai sindaci di Lavello, Sabino Altobello, di Banzi, Pasquale Caffio, di Venosa, Marianna Iovanni,  di Palazzo San Gervasio, Michele Mastro, e i direttori generali regionali che ne fanno parte.
Nell’incontro, in particolare, si è discusso delle modalità di utilizzo del Fondo Pon Legalità, messo a disposizione della Regione Basilicata per la riqualificazione del patrimonio pubblico da destinare all’accoglienza dei lavoratori migranti.
Date le scadenze previste dal Pon Legalità finanziato con fondi comunitari, è stato sottolineato durante la riunione, bisogna accelerare i tempi e indicare entro un mese, con la condivisione dei territori, i siti da organizzare attraverso strutture mobili o la riconversione di strutture già esistenti, in modo da combattere il caporalato e offrire ai lavoratori servizi dignitosi. 

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Acquedotto lucano, si al progetto per le reti idriche del Vulture

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 15:19
Prosegue l’azione di Acquedotto lucano di ottimizzazione e miglioramento nella gestione della risorsa idrica sul territorio. Nei giorni scorsi – informa una nota dell’Ente -, è stato, infatti approvato il progetto esecutivo relativo al “Ripristino della funzionalità del serbatoio di San Nicola di Melfi e del relativo schema di adduzione, sistemazione delle reti idriche a servizio degli abitati di Montemilone e Palazzo San Gervasio” che prevede un finanziamento con fondi nazionali per un importo pari ad € 1.275.000,00.

Si tratta del primo stralcio del più ampio intervento relativo ai “Lavori di potenziamento ed ottimizzazione delle opere di alimentazione alternativa dello Schema Vulture servito dall’Acquedotto del Sele - Calore, alla luce dei nuovi fabbisogni civili, agricoli ed industriali” per il quale con DGR n. 1117/2015 la Regione Basilicata, nell’ambito della riprogrammazione degli FSC 2007-2013 e FAS 2000-2006, ha individuato Acquedotto Lucano quale soggetto attuatore. Non avendo trovato nel tempo copertura finanziaria nei bilanci regionali, grazie al supporto del Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale, il progetto è rientrato tra le opere meritevoli di finanziamento nel Piano degli Invasi, approvato con DPCM del 17 aprile 2019. L’intervento, grazie alle proficue interlocuzioni intercorse con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stato suddiviso in tre lotti funzionali per un importo totale di 4 M€.

“Si tratta di un progetto di particolare importanza - afferma Giandomenico Marchese, amministratore unico di Acquedotto Lucano - che permetterà, attraverso il potenziamento del sistema di adduzione e delle reti idriche negli abitati interessati una migliore gestione del flusso idrico e l’ottimizzazione delle risorse disponibili a beneficio della comunità. L’intervento consentirà il funzionamento ottimale del nodo idraulico di San Nicola di Melfi alla luce dei nuovi fabbisogni idrici per le utenze civili, agricole ed industriali dell’area e del mutato bilancio idrico dello schema Vulture. Ancora una volta - prosegue Marchese - si è rivelata fondamentale la collaborazione e l’attenzione verso le problematiche del territorio inerenti la gestione del servizio idrico integrato della pubblica amministrazione a vario titolo coinvolta e la condivisione di soluzioni che consentiranno al gestore di assicurare con continuità la distribuzione della risorsa idrica e superare i deficit strutturali delle reti e degli impianti delle zone interessate, rispondendo all’obiettivo di offrire agli utenti una prestazione quanto più efficiente e minimizzare i disagi che possono verificarsi nella gestione del territorio”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Rotonda ospita la XII Giornata della biodiversità regionale

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 13:07
La XII Giornata della Biodiversità regionale si terrà lunedì 18 novembre a Rotonda. L’Alsia, l’Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura, nell’ambito del progetto “FiNoPom”, finanziato dalla misura 10.2 Agrobiodiversità del Psr 2014-2020, apre le porte della propria Azienda agricola sperimentale “Pollino” per una serie di iniziative che pongono al centro dell’attenzione le varietà frutticole e orticole di interesse agrario a rischio di estinzione. Lo rende noto l’Alsia in una nota.
Nel corso della giornata, il convegno su “Caratterizzazione e conservazione di fico, nocciolo, melo e pero della Basilicata” sarà l’occasione per parlare di rete della biodiversità di interesse agrario e dello stato di attuazione della legge 194 del 2015: anagrafe delle varietà, portale, rete, piano nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare. Sarà fatto il punto anche sui primi risultati della caratterizzazione genetica e bioagronomica di antichi fruttiferi della Basilicata e sulla loro conservazione e diffusione sul territorio. Nel corso dell’incontro, inoltre, spazio ad approfondimenti sui “rifugi bioculturali” per combattere le diversità negli agroecosistemi e sulle norme per la diffusione delle varietà da Biodiversità. E ancora, interventi sull’importanza delle Comunità del cibo a servizio del patrimonio naturale e culturale e delle esperienze didattiche relative alla biodiversità di interesse agricolo e alimentare.
Al termine dell’incontro sarà assegnato il “Premio Enzo Laganà”, il riconoscimento indetto dall’Alsia giunto alla IX edizione, per il miglior agricoltore custode della Basilicata nel 2019.
Per l’intera giornata, sarà possibile visitare la mostra della biodiversità agricola del Pollino, effettuare lo scambio dei semi di antiche varietà di interesse agricolo a rischio di estinzione e partecipare ai laboratori della biodiversità di interesse agricolo e alimentare.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Agricoltura, Fanelli: “In arrivo otto milioni per aree interne”

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 11:18
In arrivo fondi per le Aree interne della Basilicata. Su proposta dell’assessore alle Politiche agricole, Francesco Fanelli, la giunta regionale ha infatti approvato il Bando Sottomisura 4.3.1 “Viabilità rurale ed acquedotti rurali” - Avviso speciale Aree interne di Montagna Materana e Mercure-Alto Sinni-Valsarmento, mettendo a disposizione risorse nell’ambito del Programma di Sviluppo rurale (Psr) 2014-2020, pari ad 8 milioni e 150 mila euro. Il provvedimento - pubblicato nell’ultimo numero speciale del Bollettino ufficiale della Regione Basilicata - è rivolto alle amministrazioni comunali che intendano presentare progetti per la realizzazione di infrastrutture necessarie “al mantenimento e allo sviluppo dell’agricoltura nella sua prevalente funzione produttiva, nonché in quella paesaggistica ed ambientale”. Per promuovere l’avviso è già partito oggi - 15 novembre - l’affiancamento tecnico per le amministrazioni comunali delle aree interessate, negli uffici del Dipartimento Politiche agricole della sede regionale di Senise. Tecnici e amministratori dei 27 comuni avranno modo di “prendere le misure” dell’avviso insieme ai funzionari e agli esperti dell’Ufficio Autorità di gestione del Psr. I Comuni destinatari del provvedimento sono 27 in tutto: 8 per l’Area interna Montagna Materana (Accettura, Aliano, Cirigliano, Craco, Gorgoglione, Oliveto Lucano, San Mauro Forte, Stigliano);19 per il comprensorio Mercure-Alto Sinni-Valsarmento (Calvera, Carbone, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Castronuovo di Sant’Andrea, Cersosimo, Chiaromonte, Fardella, Francavilla in Sinni, Noepoli, Rotonda, San Costantino Albanese, San Giorgio Lucano, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Senise, Teana, Terranova di Pollino, Viggianello). Agli 8 Comuni della Montagna Materana sono destinati 2,2 milioni di euro, mentre 5 milioni e 950 mila euro sono rivolti ai 19 centri dell’altra Area interna rientrante nel bando. “Nelle zone più interne - ha commentato l’assessore Fanelli - l’inadeguatezza della viabilità rurale e le insufficienti disponibilità idriche limitano spesso lo svolgimento delle attività agricole o di trasformazione agroalimentare. Da qui la decisione di destinare alle infrastrutture pubbliche maggiori risorse Feasr, aggiuntive rispetto a quelle ordinariamente destinate dal Piano di sviluppo rurale (Psr), per un valore pari al 7 per cento della dotazione delle misure strutturali e con l’intento di contrastare i fenomeni di marginalizzazione e de-antropizzazione. La scelta di assicurare l’assistenza tecnica ai beneficiari del bando direttamente negli uffici dipartimentali di Senise - ha concluso - rientra in una strategia già avviata e finalizzata ad aumentare occasioni di confronto con il territorio, operando anche per minimizzare l’isolamento non solo fisico che vivono alcune comunità”.


  
Categorie: Notizie Basilicata

Violenza donne: 25 novembre a Potenza evento “Quelle come me”

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 11:12
“Quelle come me” è il titolo del convegno organizzato dall’ufficio della Consigliera di parità Ivana Pipponzi, in collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Potenza e le associazioni ‘Letti di Sera’ e ‘Telefono Donna’, che si svolgerà nel capoluogo lucano il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, nella sala del Cortile del Museo Archeologico nazionale della Basilicata ‘Dinu Adamesteanu’.
Nel corso della tavola rotonda, aperta dalle ore 16.30, verrà analizzato il delicato fenomeno della violenza contro le donne anche dal punto di vista giuridico. Sarà l’occasione per promuovere e costruire sinergie virtuose tra istituzioni, associazioni e territorio e per avviare un confronto attivo e costruttivo volto a mettere in campo interventi efficaci finalizzati ad accompagnare le donne e le ragazze vittime di violenza.
Nell’occasione verrà presentato il libro “Alda Merini. L’eroina del caos” della scrittrice Annarita Briganti.
A latere delle iniziative verrà illustrato il progetto Wool Women’s Opportunity for the Other Life, fortemente voluto da un gruppo di imprenditrici lucane, che si pone l’obiettivo, attraverso una raccolta fondi, di sostenere economicamente, attraverso l’erogazione di una borsa di studio o lavoro, le donne che in Basilicata hanno subito violenze o maltrattamenti e che per queste ragioni sono state costrette ad abbandonare la casa, gli studi o il lavoro e che attualmente si trovano nei centri anti violenza lucani.
L’oggetto di questa raccolta sarà una sciarpa, con un bottoncino rosso apposto all’estremità, metafora di calore, un oggetto che avvolge, un dono solidale carico di significati simbolici.
Il convivio di studi, in corso di accreditamento presso il relativo Ordine professionale, costituisce evento formativo gratuito per gli avvocati ed è prenotabile mediante il sistema Riconosco.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Virus influenzale: previsti più contagi, Asm invita a vaccinarsi

Basilicatanet - Ven, 15/11/2019 - 09:50
L’Azienda sanitaria del materano (Asm), attraverso una nota, invita tutti i soggetti a rischio ad effettuare la vaccinazione, dal momento che l’Istituto superiore di sanità e le società scientifiche hanno previsto per questa stagione una recrudescenza dell’influenza che annuncia più contagi rispetto agli anni passati.
Il dottor Giulio De Stefano, direttore della Struttura complessa interaziendale Asm-San Carlo di Malattie Infettive, e il dottor Francesco Massimo Romito, responsabile della Terapia intensiva generale dell’Ospedale ‘Madonna delle Grazie’, ribadiscono che le infezioni rappresentano potenziali fattori di rischio intermedi capaci di aumentare la gravità delle singole patologie e la vaccinazione rappresenta lo strumento di profilassi più efficace, in grado di ridurre la morbilità e la mortalità nelle popolazioni più deboli.
La vaccinazione stagionale e antipneumococcica, come già comunicato dal dottor Espedito Moliterni, direttore del Dipartimento Prevenzione, igiene e sanità pubblica, si può effettuare in tutti gli uffici sanitari dell’Asm e anche negli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.
La vaccinazione stagionale – fanno sapere dall’ufficio stampa dell’Asm – è prioritaria per i cittadini di età pari o superiore ai 65 anni e per i bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti affetti da malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (incluso l'asma, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico-ostruttiva), malattie dell'apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite, da diabete mellito e altre malattie metaboliche, malattie renali con insufficienza renale; malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie; tumori; malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale; patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici; patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad esempio malattie neuromuscolari).
Devono vaccinarsi con priorità anche bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all'inizio della stagione epidemica (influenza stagionale) si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; individui di qualunque età ricoverati nelle strutture di lungodegenza; medici e personale sanitario di assistenza; familiari a contatto di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, addetti alle attività di allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari pubblici).
I competenti uffici dell'Asm, i medici di medicina generale e i pediatri sono a completa disposizione per ogni ulteriore informazione.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Forestazione, per il 2019 garantiti attività e livelli occupazionE

Basilicatanet - Gio, 14/11/2019 - 19:53
Sono state reperite le coperture finanziarie che consentiranno di proseguire le attività legate alla forestazione e di garantire i livelli occupazionali per il 2019. E’ quanto è emerso nell’incontro presieduto dal governatore lucano, Vito Bardi, con le organizzazioni sindacali. Al tavolo erano presenti gli assessori regionali alle Attività produttive e alle Politiche forestali, Francesco Cupparo e Francesco Fanelli, il consigliere regionale Piergiorgio Quarto, il capo di gabinetto Fabrizio Grauso e i sindacati di categoria Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil di Basilicata, rappresentati da Vincenzo Esposito, Michele Andriulli, Vincenzo Cavallo, Antonio Lapadula e Gerardo Nardiello. 
Sono state affrontate anche le prospettive del settore per il medio e lungo periodo, in particolare gli obiettivi di servizio, la riprogrammazione e il riposizionamento delle attività per il comparto.
“Dobbiamo assegnare – ha detto il presidente Bardi - un ruolo diverso alla forestazione, che rappresenta una risorsa indisponibile per il territorio, che è stato deteriorato, malmesso e danneggiato. Oggi necessita di essere messo in sicurezza in tutti i suoi aspetti, sia morfologici che ecologici. Pertanto non può più esistere una politica improntata su aspetti dozzinali dando tutto a tutti ma dobbiamo arrivare a una forestazione di qualità che sia strategica per il territorio”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page