Notizie Basilicata

Matera, il 25 maggio convegno Ail su Mielodisplasie

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 18:28
Sabato 25 maggio a partire dalle ore 9.00 presso l’Auditorium dell’Ospedale Madonna di Grazie di Matera, si terrà un convegno sulle Mielodisplasie, organizzato da AIL (associazione italiana con le leucemie), il cui responsabile per Matera è il dr. Alberto Fragasso e le unità operative di Ematologia di Basilicata.
Lo comunica l’Asm in una nota.
L’evento è finalizzato all’incontro tra pazienti affetti da mielodisplasie e specialisti del settore. Dopo i saluti di rito, i lavori avranno inizio con la relazione dell'ing. Bombaci, responsabile gruppi AIL-pazienti; seguiranno relazioni di carattere scientifico della dr.ssa Clara Mannarella e del dr. Pellegrino Musto. La parola sarà poi data ai pazienti che potranno rivolgere quesiti ai medici.
Analoghe iniziative sono state già proficuamente realizzate dall'AIL in altre regioni con pazienti affetti da patologie oncoematologiche, nell'ottica di una corretta divulgazione delle acquisizioni scientifiche e di una partecipazione attiva dei pazienti ematologici.
La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi.
Per il direttore generale dell’Asm, Joseph Polimeni “Offrire la possibilità ai pazienti di interloquire direttamente con diversi specialisti, rappresenta un momento importante di confronto ed è un oggettivo aiuto a chi soffre di tali patologie e un arricchimento anche sul piano umano per i professionisti”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Assessore Fanelli e consigliere Quarto su cantieri forestali

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 18:22
“Sin dal giorno della proclamazione avvenuta lo scorso 16 aprile uno dei temi che il Presidente Bardi ha posto tra le priorità assolute da affrontare è quello legato all’avvio dei cantieri forestali. Diversamente dalle critiche avanzate dal consigliere regionale Braia, ci siamo impegnati a trovare risorse in bilancio necessarie all’apertura immediata dei cantieri. E per questo non abbiamo prodotto alcuna comunicazione per incolpare di irresponsabilità chi fino al 16 aprile aveva governato questa Regione”. E’ quanto dichiarano l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli e il consigliere regionale di “Basilicata Positiva - Bardi Presidente”, Piergiorgio Quarto. “Nelle prossime ore il confronto passerà attraverso la condivisione delle sigle sindacali di riferimento a cui daremo certezze e una programmazione trasparente per rispondere alle aspettative di 5 mila lavoratori lucani”.
Categorie: Notizie Basilicata

Studente Lucano primo ipovedente a giochi matematici mediterraneo

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 18:15
Antonio Lasaponara ha partecipato ai “Giochi matematici del mediterraneo”, alla qualificazione d’Istituto, alla finale d’Istituto, alla finale di area e sabato alla finale nazionale a Palermo (alla presenza di 600 concorrenti). È la prima volta che un alunno ipovedente partecipa a questo tipo di selezione, pertanto a Palermo, dove si è svolta la gara, hanno dovuto attivarsi per munirsi della strumentazione adatta e consentirgli la partecipazione.
Antonio – si legge in una nota – frequenta la classe IV Istituto Comprensivo Joseph Stella di Muro Lucano, è “una ricchezza per la classe, ci insegna che tutto si può e insieme ai suoi compagni, che ogni percorso è bello se condiviso. Possiede un bagaglio di conoscenze e competenze utili al suo futuro immediato e prossimo” spiegano le insegnanti. “È il campione di Carmela e Michele (mamma e papà), ma anche un po’ della nostra scuola”.
Per essere in linea con la sua classe di appartenenza il signor “Braille” è stato il suo trampolino di lancio per l’avvio alla letto-scrittura, prima attraverso la tavoletta e il punteruolo, successivamente con la “Dattilobraille”, strumento tiflologico più immediato, veloce ed ergonomico nella forma e nella posizione dei tasti. Attualmente si avvia all’utilizzo della Barra Braille collegata al P.C. per interagire anche con chi non è “addetto ai lavori” e presentare i suoi scritti nella doppia versione in braille e in nero.
L’utilizzo del P.C. con la Barra Braille – prosegue la nota – permette in maniera semplice e automatica la trascodifica biunivoca della scrittura in nero e in braille e viceversa, permettendo di scrivere con la barra in Braille e immediatamente, con un semplice comando, ottenere la conversione in nero sullo schermo.
Analogamente, è possibile scrivere in nero sulla tastiera del P.C. e ottenere l’immediata conversione in Braille.
Nel campo dell’aritmetica ha utilizzato il “Cubaritmo, strumento tiflologico per eseguire in colonna le quattro operazioni, sostituito dopo poco dalla “Dattiloritmica”, strumento più veloce.
In classe è stata favorita la costruzione di relazioni di collaborazione e condivisione con le varie istituzioni (scuola, famiglia, fondazione sinapsi, e centro di consulenza tiflodidattica di Foggia) attraverso incontri, scambi e confronti per condividere lo sforzo educativo dei singoli ed investire sempre più energie per un processo di autentica inclusione ed integrazione scolastica.
Nei momenti di pausa dalle lezioni utilizza insieme ai compagni diversi giochi: dama tattile, tombola tattile, domino tattile, griglia magnetica, cubo di Rubik tattile ecc.
Antonio ha partecipato allo “Show down”, durante il quale si è classificato primo.
Partecipa all’attività per l’apprendimento del pianoforte (terzo anno con esibizione di saggio finale).
Partecipazione all’attività inerente al progetto “Giococalciando” con l’intera classe per due anni consecutivi.

Categorie: Notizie Basilicata

Doppio appuntamento a Matera con il Mute-Silent Film Mutations

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 17:52
“Negli ultimi anni vi è una tendenza a realizzare nuove interpretazioni sonore del cinema muto che ha permesso a tanti capolavori di tornare visibili al grande pubblico. La musica può diventare una delle principali artefici di questa rinascita non semplicemente accompagnando l’immagine, ma rivelando contenuti nascosti, ridefinendone il senso. Il Mute-Silent Film Mutations aggiunge - fanno sapere i promotori dell’iniziativa - una particolare angolazione, da cui inquadrare il rapporto tra cinema e musica, al programma culturale della Capitale Europea della Cultura 2019. Parte del più complesso progetto di arte sonora “IN VITRO – artificial sonification” coprodotto dall’associazione LOXOSconcept e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e realizzato con il sostegno del Fondo Etico della Bcc Basilicata, il MUTE vuole proporre sperimentazioni sonore per nuove interpretazioni filmiche. Il primo appuntamento è il 25 Maggio alle 21 presso l’Auditorium Casa Cava (ingresso gratuito) con lo spettacolo “Silent Era”. Realizzato dall’associazione Keyhole, è il risultato di un esperimento visivo e sonoro ottenuto dal mash-up di alcune tra le più importanti pellicole della storia del cinema. La narrazione avviene attraverso una nuova interpretazione musicale basata interamente sulla percussione e sull’elaborazione elettronica. Uno straordinario viaggio nel cinema muto che riporta sul grande schermo i film dei fratelli Lumiere, la fantascienza di Méliès, l’espressionismo europeo, il cinema russo e le sinfonie cittadine. Con la regia di Dino Santoro, le musiche di Giulio Colangelo e le percussioni di Fabio Macchia e Giulio Cintoni, “Silent Era” propone uno spettacolo suggestivo adatto a tutti, che spazia dal campo didattico a quello dell’intrattenimento, per scoprire un altro cinema. Uno degli obiettivi del MUTE, infatti, è quello di unire la sperimentazione sonora alla formazione innovativa. Sempre Il 25 Maggio a Casa Cava alle ore 12 verranno presentate le originali sonorizzazioni di celebri film muti realizzate dalle classi terze e quarte ad indirizzo musicale e audiovisivo del Liceo Gropius di Potenza, del Liceo Stigliani di Matera e del Liceo Pitagora di Montalbano Jonico. I lavori degli studenti rappresentano la conclusione di un percorso che, durante l’anno scolastico, li ha coinvolti nella visione di alcuni classici del cinema muto e in un laboratorio sul rapporto tra musica e immagine coordinato dai docenti Francesco Altieri e Antonio Forastiero e supportato da alcuni esperti in campo cinematografico e musicale. Si tratta di un progetto realizzato dall’associazione culturale LOXOSconcept e inserito nel Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso dal MIUR e dal MIBAC.
Il programma della mattinata prevede:
- BETWEEN [10'] (City Lights di Charlie Chaplin, 1931/ The General di Buster Keaton, 1926) realizzato dalle classi 4°C (indirizzo audiovisivo multimediale), 4°mA + 4°mB (indirizzo musicale) del Liceo W. Gropius di Potenza
- NOSFERATU [14'] (Fiedrich Wilhelm Murnau,1922) realizzato dalle classi 3°Q +4°Q (indirizzo musicale) del Liceo T. Stigliani di Matera
- METROPOLIS [10'] (Fritz Lang, 1927) realizzato dalle classi 3°AMC + 4°AMC (indirizzo musicale) del Liceo Pitagora di Montalbano Jonico
Il 31 Maggio, poi, vi sarà a Matera la proiezione del film “Inferno” (1911) con la nuova colonna sonora eseguita dal vivo di Edison Studio. Le informazioni dettagliate sul programma del MUTE si possono trovare sul sito www.in-vitro.it.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Educazione alimentare, a Potenza il 22 premiazione progetto Mira

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 17:44
Il prossimo 22 maggio 2019 alle ore 10.30 presso il Comincenter, Campus Universitario di Macchia Romana, si terrà la premiazione del progetto M.I.R.A. Metodi Innovativi per la Ricerca Alimentare, promosso dall’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Basilicata e Calabria. Lo annuncia in un comunicato la presidente dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Basilicata e Calabria, Laura Mongiello. “Il progetto – spiega - è nato dalla volontà di onorare la memoria della Dott.ssa e Prof.ssa Donatella Di Vittorio, Tecnologa Alimentare di valore professionale ed etico prematuramente scomparsa, al fine di portare avanti le sue battaglie e il suo impegno e mantenere in vita le sue idee sui temi a lei più cari quali l'educazione alimentare, come strumento per raggiungere e mantenere uno stato di benessere, ed il contrasto allo spreco alimentare, ai fini della solidarietà sociale e della riduzione degli impatti ambientali secondo i principi alla base della economia circolare. Saranno selezionati e premiati due dei progetti presentati dagli Istituti Scolastici Superiori della Basilicata. Il premio in denaro è stato finanziato da due aziende lucane, Fattorie Donna Giulia e Latte Rugiada, con la partecipazione della Camera di Commercio di Basilicata e consentirà di realizzare le migliori proposte. All'evento saranno presenti gli studenti delle scuole che hanno aderito al bando, l'ufficio scolastico regionale, la Camera di Commercio della Basilicata, Università degli studi della Basilicata, la Regione Basilicata, le aziende che hanno finanziato il premio e tutti quelli che hanno amato Donatella”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Vertenza “Luccioni”, sindacati chiedono incontro

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 17:25
Le segreterie regionali di Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl esprimono attraverso una nota congiunta, inviata al Prefetto di Potenza, alla stampa e ai rappresentanti istituzionali esprimono “forte preoccupazione per la situazione di grave disagio che vivono i lavoratori della ex Clinica Luccioni a causa dell’ennesima battuta di arresto dell’iter procedurale relativo all’ assegnazione dei 60 posti letto. Qualora questa procedura non si dovesse concretizzare entro 30 giorni, gli ex lavoratori della clinica, già in mezzo ad una strada da due anni, finirebbero anche senza alcun sostegno economico poiché a giugno cesseranno tutti gli ammortizzatori sociali loro spettanti. É inutile ribadire il grave impatto sociale che la chiusura della Clinica ha avuto su questa regione, già fortemente depressa sul piano occupazionale. La sua chiusura ha determinato la perdita di ben 40 posti di lavoro che, sommati a quelli di tutto l’indotto, ha generato una catastrofe economica che ha colpito un centinaio di famiglie lucane, in gran parte monoreddito, oltre ad aver sottratto una serie di servizi sanitari alla popolazione, per i quali vi era anche una mobilità attiva. A distanza di circa due anni dalla chiusura della Luccioni ed al termine degli ammortizzatori sociali, le preoccupazioni su quello che sarà il destino dei lavoratori diventano ancora più concrete, generando un senso di grande insicurezza e frustrazione in ognuno di loro che, da diverse settimane, staziona avanti le scale della regione in un “sit-in” di protesta, nell’indifferenza totale delle istituzioni. Convinti dell’importanza del confronto tra le parti, chiediamo un incontro urgente per discutere su un tema così delicato e al fine di trovare soluzioni atte a dare certezze ai lavoratori e alle loro famiglie”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera giovedì presentazione del libro di Flavia Salomone

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 17:05
Continua il tour italiano dell’antropologa e divulgatrice scientifica Flavia Salomone e questa volta approda nella Capitale europea della Cultura 2019. Saranno, infatti, proprio i locali della libreria in piazza Vittorio Veneto, 16/B a Matera ad ospitare giovedì 23 maggio (ore 18.30) - la presentazione del fortunato libro di Flavia Salomone dal titolo “C’era una volta Homo”. Ne danno notizia gli organizzatori attraverso un comunicato, in cui è specificato che “la giornalista Rossella Montemurro dialogherà con Flavia Salomone andando alla scoperta della Storia delle Storie, quella che si perde nella notte dei tempi fino all’alba dell’umanità. Attraverso aneddoti, curiosità e casi irrisolti si viaggerà nel tempo alla scoperta delle nostre radici più remote”.
FLAVIA SALOMONE (Roma, 1965) vive e lavora a Roma. Biologa e antropologa fisica, dopo la laurea in Biologia a indirizzo Antropologico, si è dedicata per alcuni anni alla ricerca nel campo della biologia delle popolazioni del passato, in modo particolare antichi romani, presso i laboratori di antropologia de ‘La Sapienza’ Università di Roma e del Museo Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma. Si occupa di divulgazione e, dal 2014, propone attività educativo-didattiche in collaborazione con varie associazioni e Musei rivolte alle scuole e alle famiglie. Da gennaio 2019 in collaborazione con lo staff del Museo di Casal de’ Pazzi di Roma ha dato vita ai “Lunedì con l’antropologa” incontri con laboratori sull’evoluzione del linguaggio dedicati alla scuola primaria. Con il progetto di divulgazione scientifica “Con le mani di Homo”, che sta girando per l'Italia - scuole, musei, aree archeologiche - si è posta l’obbiettivo di avvicinare i più piccoli a scoprire, attraverso le tracce scolpite nel tempo, il cammino della nostra specie e recuperare così le nostre origini più remote. Nel corso degli ultimi due anni, il progetto “Con le mani di Homo” ha dato vita a oltre 100 eventi tra presentazioni e laboratori (in scuole, librerie, musei, biblioteche e parchi tematici), coinvolgendo ad oggi più di 4.000 bambini provenienti da circa 200 scuole primarie di tutta Italia, per un totale di circa 300 classi.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Ferrosud: l’assessore Cupparo ha incontrato i sindacati

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 16:11
La necessità di acquisire una serie di “elementi di certezza” per definire una strategia della Regione sulla vertenza Ferrosud, da condividere con i sindacati e le rappresentanze imprenditoriali, è stata espressa dall’assessore regionale alle Attività Produttive Francesco Cupparo che, insieme al direttore generale del Dipartimento Donato Viggiano, ha partecipato oggi ad un incontro al Dipartimento con rappresentanti sindacali (Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil). Per l’assessore è stata la prima occasione per approfondire i problemi che riguardano l’importante realtà produttiva materana con risvolti rilevanti sull’occupazione che dovranno avere anche riflessi sul miglioramento dei servizi ferroviari della nostra regione. Cupparo – che ha annunciato per lunedì 27 maggio prossimo una visita allo stabilimento Ferrosud per incontrare rappresentanti della società, dei sindacati e i dipendenti, in modo da compiere una “verifica sul campo” – ha spiegato che  “gli elementi di certezza che ancora mancano sono riferiti al futuro della società su cui dovrà pronunciarsi il Tribunale di Matera e alle commesse già acquisite. In assenza di rappresentati della società – ha detto l’assessore – sono stato aggiornato dagli uffici del Dipartimento sullo stato della vertenza e gli esiti dell’ultimo incontro al Mise nel quale si sarebbe parlato di commesse per 51 milioni di euro. Da parte sindacale è stato fatto riferimento agli investimenti ingenti previsti nel piano industriale delle Ferrovie dello Stato 2019-2023 - 42 miliardi per infrastrutture, 12 miliardi per nuovi treni e bus, 2 miliardi per metro, 2 miliardi per altre tecnologie – per puntare all’occupazione diretta ed indotta non solo per lo stabilimento Ferrosud di Matera ma anche per la Firema di Tito.  La Regione sosterrà questa rivendicazione ai tavoli del Governo – ha detto Cupparo – tanto più che la Zes Jonica, che ci auguriamo possa presto decollare, contiene misure di incentivi per le imprese che verranno ad insediarsi nell’area materana e che dovranno tener conto della presenza di uno stabilimento quale la Ferrosud che ha dato prova in tanti anni di una produzione ad alta tecnologia e quindi di maestranze altamente specializzate. Su questi aspetti sono certo di registrare la condivisione anche della Confapi materana”.
Categorie: Notizie Basilicata

Appalti, Cgil, Cisl, Uil: "Modificare decreto sblocca cantieri”

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 15:42
A una settimana dalla giornata di mobilitazione lanciata da Cgil, Cisl e Uil sul decreto sblocca cantieri, con un sit-in programmato per martedì 28 maggio alle 9:30 in Piazza di Montecitorio, si registra la netta presa di posizione delle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil che in una nota congiunta “spiegano le ragioni che hanno indotto la triplice a mobilitarsi contro un pacchetto di norme, che modificano profondamente e non in meglio un pezzo significativo del codice degli appalti". "Come Cgil, Cisl e Uil ci siamo subito dichiarati contrari per le modalità che il governo ha voluto utilizzare nel licenziare un testo così complesso e importante senza il coinvolgimento attivo delle organizzazioni sindacali viste le ricadute che queste scelte potrebbero avere sulla vita dei lavoratori coinvolti negli appalti. Nello specifico le modifiche apportate al codice degli appalti depotenziano il lavoro portato avanti in questi anni per dare maggiore qualità alla realizzazione delle opere, per la trasparenza e la legalità, la giusta applicazione contrattuale e di conseguenza la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori". Diversi i punti contestati dai sindacati confederali: "Dal ritorno al regolamento unico degli appalti che ci riporta alla Legge Obiettivo, che è stato uno dei motivi del disastro nel sistema degli appalti, alla riproposizione dell’aggiudicazione dei lavori con il criterio del massimo ribasso; dall’aumento della percentuale del subappalto, passata dal 30 al 50 per cento all'accantonamento del progetto integrato in favore del progetto definitivo, che rischia di far lievitare le varianti in corso d’opera". Nel mirino di Cgil, Cisl e Uil anche "l’aggiudicazione diretta, senza gara, per i lavori di importo pari o superiore ai 200 mila euro, mentre tra i 40 mila e i 200 mila euro è prevista la procedura negoziata; infine la possibilità che l’impresa possa partecipare ad una gara anche con il Durc non in regola, impegnandosi però alla regolarizzazione della posizione prima del termine dei lavori salvo esclusione". "Nel corso dell'audizione che si è tenuta lo scorso 6 maggio al Senato, dove abbiamo presentato diversi emendamenti al decreto, è emersa la volontà comune mettere in campo tutte quelle iniziative utili a scongiurare l'approvazione di una legge che riteniamo pericolosa nel settore degli appalti pubblici e che potrebbe determinare ripercussioni negative sulle lavoratrici e sui lavoratori in tema di sicurezza e corretta applicazione contrattuale", concludono Cgil Cisl Uil.

Categorie: Notizie Basilicata

Scarano (Fp-Cgil) su problemi di sicurezza del personale medico

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 15:36
“Con grande preoccupazione registriamo l’ennesimo infortunio verificatosi presso il reparto del servizio Psichiatrico di Diagnosi e cura (Spdc) di Potenza al personale medico mentre prestava le ordinarie cure a uno dei pazienti. Si tratta del reparto ospedaliero afferente al dipartimento di salute mentale dell’Asp di Potenza, reparto ubicato all’interno dell’Azienda Ospedaliera San Carlo”. Lo sostiene la segretaria generale della Fp-Cgil di Potenza, Giuliana Pia Scarano, che in una nota sottolinea che “il reparto opera in condizioni di sovraffollamento, con un tasso di occupazione dei posti letto pari al 115 per cento e con una grave carenza di personale medico, infermieristico e Oss. È evidente che l’elevato tasso di ospedalizzazione è anche legato alla inadeguatezza dei Servizi Territoriali il cui numero di psichiatri è palesemente insufficiente a coprire le reali necessità e i bisogni di salute di questa regione. L’intero Dipartimento versa in una condizione di grave criticità nella quale il personale medico ed infermieristico è costretto a lavorare in condizioni che mettono a rischio la sicurezza degli operatori, come dimostrato dagli infortuni sul lavoro che si susseguono, e gli stessi livelli minimi di assistenza e sicurezza. A 40 anni dall’approvazione della Legge Basaglia, la 180 del 1978, che ha rappresentato una grande conquista di civiltà riconoscendo piena dignità sociale ed eguaglianza giuridica alle persone con disturbo mentale liberando la psichiatria dal paradigma dell’internamento, i servizi psichiatrici continuano ad essere la cenerentola della sanità. La piena attuazione della legge 180 richiede la capacità di vedere la salute mentale come componente essenziale della salute e i relativi servizi sempre più integrati nella comunità e dotati di risorse umane ed economiche e di strumenti adeguati. Siamo di fronte ad una situazione insostenibile; chiediamo pertanto che le problematiche attinenti alla Salute Mentale ed ai Servizi Psichiatrici vengano affrontati con estrema urgenza convocando un apposito tavolo regionale. Si parta dalla riqualificazione dei servizi di salute mentale e delle politiche sanitarie e sociali, insieme a una ripresa della battaglia culturale per sradicare lo stigma che tutt’ora accompagna il disturbo mentale mettendo in condizione gli operatori sanitari del settore di lavorare nelle giuste condizioni di lavoro”.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Bosco Pantano, protocollo tra Provincia Matera e Comune Policoro

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 15:32
Valorizzazione e promozione dell’area della Riserva Naturale del Bosco Pantano di Policoro. È quanto prevede il protocollo d’intesa siglato tra la Provincia di Matera e il Comune di Policoro “che durerà - si legge in una nota dell’ente di via Ridola - per i prossimi 5 anni tra associazioni che si occupano del parco, ed avrà sempre il coordinamento della Provincia. Ad apporre la firma all’intesa sono stati il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese e il sindaco di Policoro Enrico Mascia, con l’assessore comunale alle Aree Protette, Teresa Cacciatore”. Il protocollo è stato sottoscritto alla luce delle potenzialità di sviluppo e crescita del territorio, legata a fattori ambientali, paesaggistici, identitari che spesso lo caratterizzano in modo peculiare. “L’intento - ha sottolineato il presidente Marrese - è quello di lavorare sulla valorizzazione del territorio in cui insistono le aree protette affinché vengano create politiche pubbliche miranti a sostenere lo sviluppo delle risorse agricole, forestali, ambientali e storico-culturali. Attraverso questa collaborazione tra enti, che oggi si consolida, puntiamo a promuovere azioni volte alla valorizzazione, al controllo e alla tutela della Riserva Naturale Bosco Pantano di Policoro, uno dei patrimoni del nostro territorio”. Il protocollo prevede anche la tutela della biodiversità e del paesaggio, rafforzandola rispetto al passato, con la attiva partecipazione delle comunità locali, degli attori economici e sociali in modo da integrare le azioni di tutela delle risorse naturali con la valorizzazione del territorio come risorsa per lo sviluppo. Una azione coordinata nell’ambito di un progetto che prevede anche la promozione di politiche di marketing territoriale da parte degli enti interessati, didattiche relative all’educazione ambientale, il potenziamento, la destagionalizzazione e la qualificazione dell’offerta ambientale, culturale e paesaggistica, per scopi didattici e sociali, la promozione del territorio, delle sue valenze ambientali, culturali, delle produzioni agroalimentari ed artigianali tipiche e di qualità. “I Parchi e le Aree Protette costituiscono lo scenario ideale per iniziative di educazione ambientale e, tra le loro finalità istitutive c’è anche il miglioramento della qualità della vita dei cittadini - ha aggiunto il sindaco Mascia -. Con la Provincia creeremo un coordinamento strategico nella promozione di iniziative di sviluppo economico e sociale dell’area”. La Provincia di Matera porterà avanti ulteriori accordi di collaborazione con altri enti, istituzioni e comuni, volti alla promozione e valorizzazione del territorio e alla tutela delle aree protette.

Categorie: Notizie Basilicata

Uil Fpl su fondo sanitario regionale: si apra confronto

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 11:51
"La Regione Basilicata, in sede di ultima ripartizione del Fondo Sanitario Regionale, ha avuto un incremento di circa otto milioni di euro che, uniti ad alcuni avanzi di bilancio, dovrebbero consentire nell’anno 2019 di affrontare le tante problematiche rimaste in sospeso con qualche affanno in meno. La UIL FPL, perciò, - si legge in un comunicato a firma del segretario regionale aggiunto Verrastro -  ricorda che è necessario mettersi immediatamente al lavoro per portare a soluzione le nuove emergenze che si stanno palesando: la spesa farmaceutica, le infezioni ospedaliere e, soprattutto, la carenza di organico delle strutture ospedaliere e la valorizzazione del merito con un’ adeguata incentivazione. La UIL FPL rimarca che occorreranno più “assunzioni e più investimenti”.Con l’attestazione del tetto di spesa per il reclutamento del personale all’anno 2018 (e non più al 2004), inoltre, la Regione Basilicata potrà contare su nuove risorse professionali da inserire nel sistema, contribuendo così a migliorare l’offerta dei servizi e a ridurre la pressione sugli operatori. La possibilità di incrementare le assunzioni di figure sanitarie, dovrà però fare il paio con la riorganizzazione dell’intero SSR e si dovranno affrontare i nodi relativi all’ efficentamento dei servizi sul territorio e al rafforzamento delle eccellenze sanitarie. A nessuno sfugge, per esempio, che l’Azienda Ospedaliera S. Carlo sta incrementando notevolmente le prestazioni sanitarie e, quindi, la scelta di puntare su nuove tecnologie e sui dipartimenti interaziendali è positiva poiché il maggior nosocomio Regionale raccoglie oramai larga parte della domanda di salute dell’intero territorio lucano. Si apra per la prima volta il tavolo sulle Risorse aggiuntive Regionali(art.81 comma 4 lettera a CCNL 2016/2018), così come avviene in tutte le Regioni italiane. Tali risorse vengono erogate per valorizzare il merito e le competenze del personale che servono ad aumentare il fondo della produttività dei dipendenti del comparto della sanità. La Basilicata è l’ unica regione a non erogarle. Un primo atto di fiducia e premialità agli operatori che lavorano in continuo stress e in forte carenza di risorse umane e materiali. La UIL FPL chiede, pertanto, all’Assessore alla Salute di convocare le organizzazioni sindacali per aprire un confronto sui temi della Sanità, a partire appunto dalle Risorse Aggiuntive regionali e dalle gravi carenze di personale che si registrano nelle strutture sanitarie fino alla ripresa del confronto sul Piano Socio Sanitario".

Bas 05
Categorie: Notizie Basilicata

Si è concluso a Matera il 67° Raduno Nazionale dei Bersaglieri

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 11:38
Si è concluso ieri nella città di Matera, Patrimonio Mondiale Unesco e Capitale Europea della Cultura, il grande appuntamento nazionale dei Bersaglieri che nel prossimo mese di giugno, si legge in una nota diramata dall'esercito, festeggeranno il 183° anniversario della costituzione del Corpo. Oltre ai valori che contraddistinguono l’Associazione Nazionale Bersaglieri, il 67° Raduno Nazionale è stato dedicato alla memoria dei soldati d’ogni tempo caduti nell’adempimento del dovere per difendere gli ideali di libertà e di Patria. Tra un tripudio di suoni e colori di una città in festa, circa Centomila Fanti piumati hanno attraversato, ”al Passo di Corsa”, il centro di Matera accompagnati dalla frenesia delle piume al vento e dalle vibranti note di oltre 70 Fanfare provenienti dall’Italia e dall’estero. Molte le autorità politiche e militari intervenute: il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Onorevole Angelo Tofalo, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, il Comandante del Comando delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, unitamente alle più importanti autorità politiche e militari regionali. Emozione e coinvolgimento hanno caratterizzato l’imponente afflusso e schieramento dei Reparti in Piazza Vittorio Veneto. Lo sforzo della macchina organizzativa del Raduno è stato alimentato anche grazie alla sinergia tra Regione, Azienda di Promozione e Turismo Basilicata, Associazione Nazionale Bersaglieri, Anb Basilicata, Comando Militare Esercito Basilicata e Comune di Matera. Un’adunata imponente che ha visto lo sfilamento da Via Nazionale verso Piazza Vittorio Veneto delle rappresentanze dei Bersaglieri in servizio e in congedo, precedute dalle travolgenti note della Fanfara del VII Reggimento Bersaglieri, seguita dalla Bandiera di Guerra dello stesso Reggimento, dai Gonfaloni dei Comuni della Basilicata, dal Medagliere Regionale costituito da ben 63 Medaglie al Valor Militare. Il Sottosegretario di Stato alla Difesa, nel suo discorso, ha affermato che: “i nostri Bersaglieri e come loro tutte le donne e gli uomini in uniforme hanno giurato di servire le Istituzione e difendere la bandiera anche fino all’estremo sacrificio. Questo vi rende speciali ed è molto importante che tutti lo sappiano e ne comprendano il significato. Io sento forte il dovere di rappresentarvi pro tempore e farmi portavoce del vostro impegno quotidiano all’estero e sul territorio nazionale. Siete l’orgoglio del Paese e il cuore pulsante del Sistema Difesa italiano”. Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, nel porgere il suo saluto ai Bersaglieri giunti a Matera, ha evidenziato:"i Bersaglieri hanno saputo scrivere pagine memorabili, lungo i momenti più significativi ed importanti della storia d’Italia. Nel corso del Risorgimento, come nei confitti mondiali e fino ai giorni nostri - ovunque impiegati - i fanti piumati hanno lasciato sempre un’impronta indelebile, facendo emergere le migliori qualità dell’italianità e del nostro popolo il quale, oggi come allora, riconosce nel baldo Bersagliere il riflesso di se stesso”.
“Un evento di portata nazionale giunto per la prima volta in terra lucana”, ha dichiarato il Presidente Nazionale dell’Associazione Bersaglieri, Generale di Brigata (della Riserva), Ottavio Renzi, per poter conservare e tramandare la memoria alle giovani generazioni”.
Una settimana ricca di eventi quella appena trascorsa che ha coinvolto l’intero territorio Lucano all’insegna della cultura, con presentazione di libri, mostre tematiche, incontri con le scuole, concenti, esibizioni delle Fanfare in 31 Comuni della Regione, annulli filatelici, sport e solidarietà con le Fondazioni Telethon, Aism e Banco Alimentare che da sempre i Bersaglieri sostengono nelle campagne di raccolta fondi. L’evento si è concluso con il classico “Passaggio della stecca” tra il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri e l’Onorevole Enrico Stefàno, Vice Presidente Vicario della Giunta Capitolina, in rappresentanza di Virginia Raggi Sindaco di Roma, città che nel 2020, ospiterà il 68° Raduno Nazionale dei Bersaglieri.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Montescaglioso, a scuola si ricorda la strage di Capaci

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 11:16
Giovedì 23 maggio, alle ore 10, presso il Cineteatro Andrisani di Montescaglioso, in ricordo della strage di Capaci, Salvatore Renna, autore del libro “Un giudice ragazzino”, dialogherà con i ragazzi dell’Associazione“#GiovaniperlalegalitàPaoloGallipoli, con gli alunni delle classi della secondaria di primo grado dell’I.C. “Palazzo-Salinari, dell’I.C. “Mascolo” di Irsina e dell’I.C. “Pascoli” di Matera.
Lo fa sapere in una nota la dirigente scolastica, Antonia Salerno.
Il romanzo, illustrato, è un omaggio al Giudice Rosario Livatino, in cui tematiche attuali quali Giustizia, Mafia, Bullismo e Verità si intrecciano intorno al protagonista, il piccolo Rosario, che di tali temi non ne conosce nemmeno il significato.
A seguire, un dibattito dedicato all’impegno civile e sociale ed alla cittadinanza attiva, incentrato sulle testimonianze rese dagli ospiti -rappresentanti della società civile locale e nazionale -che si sono distinti per il loro impegno in tema di legalità e cittadinanza attiva: il presidente dell’Associazione Fai Antiracket “Falcone Borsellino” di Montescaglioso, Ambrogio Lippolis, il presidente onorario della Fai- Federazione Antiracket, Tano Grasso, il Commissario del Coordinamento regionale delle Associazioni Antiracket ed Antiusura, Luigi Gay ed il giornalista Cosimo Forina.
L’evento, finalizzato al recupero della memoria come occasione di crescita civica, è stato promosso in collaborazione con l’Associazione FAI Antiracket “Falcone-Borsellino” di Montescaglioso, da sempre parte attiva nei percorsi di cittadinanza e legalità e nell’offerta formativa della nostra comunità scolastica.
 
Categorie: Notizie Basilicata

ASSESSORE ROSA SU SITUAZIONE AMBIENTALE DEL FIUME CAVONE

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 11:03
La situazione ambientale del fiume Cavone in provincia di Matera è stata oggetto di verifiche da parte dall’ARPA Basilicata. Lo comunica l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa.
“Parlare il linguaggio della verità verso i Lucani è l’obbiettivo che si pone il Governo Bardi – dichiara Rosa. L’ambiente e la sua tutela sono, evidentemente, i banchi di prova più sovraesposti in Basilicata. I risultati delle analisi condotte dall’agenzia, ufficializzati direttamente dall’assessorato, non fanno emergere particolari preoccupazioni rispetto alla situazione delle acque superficiali. Al contempo, è stato richiesto all’Agenzia un approfondimento sull’origine del valore dell’Escherichia coli. Ulteriormente attenzionati – aggiunge l’assessore Rosa- saranno i sedimenti del fiume, dove si è riscontrata una concentrazione di Naftalene superiore ai livelli di riferimento". L’assessore Rosa ha chiesto inoltre all'Arpab di svolgere ulteriori analisi nel corso di 12 mesi, al fine di verificarne la persistenza e l’esatta natura. La presenza di ferro, alluminio e manganese, in valori anch’essi significativi ma in linea con quanto riscontrato in altre analisi condotte sui sedimenti di altri corpi idrici regionali, induce comunque ad un ragionevole approfondimento da fare anche rispetto ai monitoraggi che si stanno portando avanti nell’ambito del Piano Regionale della Tutela delle Acque.
Dal canto suo l’assessore Rosa conferma che “il Dipartimento all’Ambiente continuerà ad aggiornare costantemente i cittadini lucani man mano che i controlli proseguiranno nel tempo”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Potenza, al via ottava edizione “L’assist di Carlo”

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 10:59
Si svolgerà mercoledì 22 maggio, dalle 18:00 nella palestra Vito Lepore di Potenza, l’ottava edizione del premio “L’assist di Carlo”, riconoscimento dedicato a Carlo Perretti, promettente e indimenticato atleta potentino scomparso a soli 16 anni. La famiglia di Carlo, insieme alla società A.D. Nuovo Basket Club Potenza, con il contributo della Bcc Basilicata (partner del premio) e il Wbsc di Sportilia (Forlì), ha bandito anche per quest’anno il premio rivolto a tutti gli atleti dell’A.D. Nuovo Basket Club Potenza che durante la stagione 2018/2019 si sono distinti per il buon comportamento, l’impegno, la voglia di migliorare, l’altruismo, la correttezza e la lealtà, dentro e fuori dal campo.
Lo fanno sapere in una nota i promotori dell’iniziativa.
In memoria di Carlo, si sfideranno sul parquet grandi e piccoli e durante l’intervallo tra le partite avverrà la premiazione. Ai tre cestisti premiati viene offerta la possibilità di fare l’esperienza di una settimana a fine giugno presso il camp internazionale Wbsc di Sportilia, in cui anche il piccolo “scricciolo” fu partecipante, per perfezionare la propria tecnica di base con tecnici di alto livello e insieme a ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia e diversi paesi stranieri.
“Siamo convinti che sia un modo giusto per ricordare lo “scricciolo” e soprattutto la sua grande voglia di interpretare nel modo migliore i valori autentici dello sport e delle relazioni umane”, le parole del Presidente del Nuovo Basket, Marcello Molfese.
Durante questa edizione, che chiude come di consueto l’attività stagionale della società, sarà premiato anche l’atleta del Nuovo Basket Aristide Landi, figlio del grande Edmondo, e protagonista quest’anno della promozione della Virtus Roma in Serie A1 e fresco dell’avventura con la Nazionale Italiana del 3vs3 in Porto Rico.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera, dal 24 maggio la mostra pittorica "Belle figure"

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 10:54
Con “Belle figure”, mostra d'arte pittorica di artisti lucani che si apre il 24 maggio a Matera nella chiesa di San Biagio, proseguono “I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” – si legge in una nota dei promotori dell’iniziativa – che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontifico Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.
La visione del bello – prosegue la nota – segna la vita di un artista: la bellezza passa prima attraverso i suoi occhi e rimane nell’iride dell’artista, fino a che la mano non riesce a presentarla a chi guarda l’opera d’arte. Sei artisti lucani presentano la loro esperienza della bellezza, offrendo ai visitatori due opere pittoriche ciascuno, in una collettiva inedita, aperta per dieci giorni, in cui i singoli artisti si alterneranno come guide. Gli artisti sono i seguenti: Lucia Bonelli, Brunella D'Adamo, Maria Luisa D'Eboli, Maria Ditaranto, Stefano Durante, Pierluigi Lo Monte
La Mostra, promossa dal Meic (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale), è uno degli appuntamenti promossi nell'ambito di Matera Beauty Experience, evento multimediale e multisensoriale che sarà realizzato a Matera nei prossimi giorni. La mostra rimarrà aperta fino al 2 giugno 2019 con gli orari di apertura dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 17,00 alle ore 20,30. “Belle figure” rientra nel Cammino delle Letture.


Categorie: Notizie Basilicata

Confapi Matera su nuove commesse Ferrosud

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 10:50
"L’amministratore delegato di Ferrosud, azienda aderente a Confapi Matera, vede con favore l’incontro che il Sindacato avrà questa mattina con il Dipartimento Politiche di Sviluppo per chiedere alla Regione Basilicata di fare pressing sul Governo nazionale per un rilancio del sito ferroviario".
È quanto si legge in una nota di Confapi Matera.
“In questo momento di ripresa – precisa l’ing. Antonio Ingusci – occorre la collaborazione di tutti, per cui ben vengano le azioni di sostegno a tutti i livelli”.
"Con una nota inviata dall’Associazione stamane a Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, l’A.D. ha fatto sapere che ad oggi Ferrosud ha acquisito, con contratti regolarmente sottoscritti, nuovi lavori per diversi milioni di euro, aventi ad oggetto la costruzione e la manutenzione di carrozze ferroviarie sia all’interno dello stabilimento di Jesce che in altri siti fuori regione.
Per effettuare questi lavori nei termini contrattualmente previsti – prosegue la nota di Confapi – la Società necessita di ulteriore manodopera oltre a quella già in forza, ragion per cui chiede la collaborazione e il coinvolgimento di tutti per far fronte, con un percorso condiviso, alle attività lavorative che si rendono necessarie.
Tutto ciò dimostra la fiducia che i committenti ripongono in Ferrosud, apprezzando il lavoro di rilancio e di riposizionamento sul mercato che la Società sta ponendo in essere in questi mesi, e prova che l’Azienda si avvia a superare la situazione di incertezza del passato.
L’attuale direzione aziendale sta dimostrando lungimiranza e capacità di gestione delle problematiche ereditate e l’auspicio è che non siano frapposti ulteriori ostacoli al virtuoso cammino che l’Azienda ha intrapreso e che siano salvaguardate le professionalità esistenti all’interno di Ferrosud, professionalità che sono riconosciute a livello nazionale da vari committenti".
 
Categorie: Notizie Basilicata

A MATERA MARCIA CULTURA PER GIOVANI, SCUOLA E LAVORO

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 10:43
“Mercoledì 22 maggio 2019 la Marcia d’Amore per la Cultura, arriva a Matera dopo aver attraversato come un fiume in piena, i Comuni Lucani, grazie ad alla partecipazione straordinaria dei giovani e alla capacità delle scuole di ogni ordine e grado che, in nome della cultura e per far conoscere le bellezze dei 131 paesi/presepi lucani, hanno saputo coinvolgere associazioni e pro loco, enti e amministrazioni locali, genitori, famiglie e gente comune.” È quanto riportato in una nota degli organizzatori, diffusa da Tomangelo Cappelli della Direzione Generale della Presidenza della Giunta Regionale.
“Vedere tanto entusiasmo nelle scuole – si legge nella nota – fa ben sperare in una grande festa. Il 22 maggio sarà una giornata davvero eccezionale: una Marcia Festante, colorata di suoni, canti ed emozioni inonderà Matera, la capitale europea della Cultura, per chiedere, con profonda determinazione, alle istituzioni regionali, nazionali, europee e internazionali di inserire tra le priorità assolute i Giovani la Scuola e il Lavoro nelle rispettive Programmazioni con le azioni previste dall’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ e con l’impegno di organizzare un grande evento di lancio da tenersi in Basilicata il 20 novembre 2019 in occasione dei 40 anni della sottoscrizione della Convenzione ONU sui Diritti dei Giovani e dell’Infanzia e dell'adolescenza, delle libertà fondamentali a vantaggio di tutti gli individui.”
“All’evento di Matera parteciperanno tutte le scuole di Matera con 2000 studenti e con la presenza, tra gli altri, del presidente UNICEF Italia, dei Garanti dell’Infanzia di molte regioni d’Italia, dell presidente nazionale della Federazione Nazionale Suonatori di Campane.
La Marcia di Matera avrà carattere internazionale perché si concluderà alle 12 con ‘VOX DEI il Concerto di Campanili più grande del mondo’, l’evento che vedrà suonare all'unisono i campanili dei131 comuni della Basilicata e delle Comunità dei Lucani all'Estero, ha già avuto l'adesione della Federazione Nazionale dei Campanari Italiani che coinvolgerà tutti i suoi iscritti e del Sacro Convento di San Francesco di Assisi che, riconoscendo all’iniziativa un grande valore simbolico ed educativo, ha inviato una Benedizione per partecipanti e organizzatori, annunciando che farà suonare anche le campane d’Assisi.
‘VOX DEI’ rientra nell’Accordo di programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’, coordinato da Tomangelo Cappelli e sottoscritto da Regione Basilicata, con UNICEF lead partner, Fondazione Matera-Basilicata 2019, ANCI, UNPLI Pro Loco, UNIBAS, Ufficio scolastico regionale, Forum Nazionale dei Giovani e altri 40 partner che è diretto principalmente ai giovani e alle scuole, con l’intento di coinvolgere tutte le componenti sociali e propone un modello di sviluppo etico sostenibile per il raggiungimento del bene comune e di una più elevata e diffusa qualità della vita attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale e la diffusione di stili di vita e comportamenti più sani corretti ed equilibrati.”

Categorie: Notizie Basilicata

Asm, al Madonna delle Grazie asportato tumore di circa 45 cm

Basilicatanet - Lun, 20/05/2019 - 09:30
L’equipe di Urologia del Madonna delle Grazie, diretta dal dr. Giuseppe Disabato e costituita dai dott.ri Pietro Mastrangelo, Italo Veneziano e Umberto Locunto, con la partecipazione del dr. Giancarlo Pacifico, direttore della Struttura Complessa di Chirurgia del presidio materano, e dagli anestesisti dr. Felice Montemurro e dr. Giusy Colacicco, ha effettuato un intervento chirurgico di particolare complessità su un paziente di 59 anni, originario della Calabria, ma residente in un Comune lucano.
E’ stato asportato un tumore a partenza renale che nel suo diametro massimo misurava circa 45 cm, e che coinvolgeva  parte dell’intestino. Oltre all’asportazione della voluminosa massa, si è reso necessaria l’asportazione di un tratto di intestino perché coinvolto dal tumore.
Il paziente era stato ricoverato  di urgenza nella stessa mattinata dell’intervento per sintomi da occlusione intestinale e difficoltà respiratoria.
L’intervento ha avuto una durata di circa 5 ore.
Il paziente al termine dell’ intervento, come da prassi, è stato trasferito in terapia intensiva per un accurato monitoraggio. Le sue condizioni, seppur ancora in prognosi riservata, non destano particolari preoccupazioni.
Il direttore generale dell’Asm dr. Joseph Polimeni ha rivolto un ringraziamento particolare a tutto il personale di sala operatoria  presente durante l’intervento ed ha commentato: “tali interventi, oggi, sono possibili grazie ad equipe multidisciplinari che collaborano insieme per un unico obiettivo: la salute del paziente.”

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page