Notizie Basilicata

Megale (Sviluppo Basilicata) su tappa a Potenza del Roadshow Spin

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 16:39
“Il mercato dei capitali richiede un bagaglio importante di competenze e skills in ambito finanziario, economico e manageriale. Le start up innovative, seppur spesso guidate da giovani, hanno già dovuto farsi strada in un mondo di meccanismi complessi poiché l’asticella di ingresso in questi mercati è posta davvero in alto”. Lo sostiene l’amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale, che aggiunge: “La strada da percorrere per avere accesso ad un portafoglio di opportunità offerto dal mercato richiede di muoversi con attenzione tra aspetti legislativi, finanziari, societari, oltre che di conoscenza del mercato e legati al business. Grazie a questo programma di Invitalia, le nostre Start up innovative, già costituite e registrate presso apposito albo, avranno la possibilità di recuperare il gap di conoscenze attraverso un percorso di alta formazione orientato alla crescita, all’open innovation, al funding, al public speaking e pitching con il supporto di un mentor e facilitatore del matching con nuovi investitori. Queste sono iniziative efficaci e utili al nostro territorio e Sviluppo Basilicata non può far altro che sostenere e incentivare quale promotore di un ecosistema collaborativo ed interconnesso che, come in questo caso, diventa foriero di nuove opportunità per i nostri giovani e per tutto il territorio”.



  
Categorie: Notizie Basilicata

Imprese, a Potenza la sesta tappa del roadshow Spin

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 16:36
Fare il grande salto per cercare nuovi capitali e accedere ai mercati finanziari. È questo l’obiettivo - si legge in una nota di Invitalia - che ha mosso le startup innovative della Basilicata a partecipare - oggi 11 ottobre a Potenza - alla sesta tappa del roadshow di SPIN (Scaleup Program Invitalia Network), il programma per lo sviluppo imprenditoriale di spin-off universitari, PMI e startup innovative del Sud. Tre gli obiettivi del programma promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico (nell’ambito del Pon Imprese e competitività 2014-2020) e gestito da Invitalia in partnership con ELITE, società del Gruppo London Stock Exchange: favorire l’incontro fra le piccole aziende innovative del Mezzogiorno con le grandi e medie imprese nazionali e internazionali; facilitare i processi di open innovation e trovare nuovi capitali. Con SPIN, per gli spinoff universitari, le Pmi innovative e le startup innovative di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, si aprono per la prima volta le porte dell’open innovation, della crescita e dell’accesso alla finanza. Il percorso prevede due fasi che iniziano con la presentazione della domanda di accesso al programma sul sito di Invitalia. Nella prima, 250 realtà parteciperanno a un innovativo programma di sviluppo imprenditoriale digitale con l’assegnazione di un tutor, l’accesso ad una piattaforma di servizi, l’utilizzo di un tool di self-assessment, un report sul posizionamento competitivo, la partecipazione a iniziative di networking e di Open Innovation. Nella seconda fase le migliori 50 imprese selezionate da Invitalia accederanno a un’edizione dedicata del percorso ELITE, con una serie di servizi per strutturarsi sui temi di strategia e business planning, organizzazione e governance, funding. Dopo gli interventi istituzionali di Gabriella Megale, Amministratore Unico Sviluppo Basilicata e di Maria Carmela Panetta, Dirigente Generale Dip. Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione, Ricerca - Regione Basilicata, i business analyst di Invitalia hanno dato tutti i dettagli su SPIN, i vantaggi per le startup e le modalità di accesso. Subito dopo, è stato dedicato uno spazio al racconto del caso di successo imprenditoriale TiboxChain, la startup della Basilicata che ha inventato il primo sistema di certificazione delle recensioni online strutturato su tecnologia blockchain e basato su due prove chiave: Proof of location e Proof of identity. TiboxChain ha vinto uno degli Accelerathon di FactorYmpresa Turismo, il Programma di Invitalia che offre servizi di tutoraggio e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica, con l'obiettivo di far crescere qualitativamente l'offerta e rendere l'Italia più competitiva sui mercati internazionali. Al termine degli interventi i responsabili dell’Agenzia hanno dedicato il pomeriggio agli incontri one to one con gli imprenditori presenti. Dopo quella di Potenza la settima tappa del roadshow SPIN sarà il 14 ottobre a Rende (Cosenza).
  
Categorie: Notizie Basilicata

Al via sabato la Settimana nazionale della Protezione Civile

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 15:19
Alcuni appuntamenti sul tema della prevenzione e della sicurezza si svolgeranno dal 12 al 19 ottobre prossimi in più località delle province di Potenza e di Matera. A promuoverli, la Regione Basilicata ed il Dipartimento regionale alla Protezione Civile, nell’ambito della “Settimana nazionale della Protezione Civile”. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con i Ministeri dell’Interno e per i Beni e le attività culturali e per il turismo, con il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, con l’Università degli Studi della Basilicata e con i Comuni ospitanti.
Si inizierà nel fine settimana, con l’evento “Io non rischio-Buone pratiche di Protezione Civile”, che si terrà sabato 12 e domenica 13 a Potenza, Latronico, Palazzo San Gervasio, Ruvo del Monte, Tito Scalo, Matera e Grassano. Lunedì 14 ottobre, a Potenza, nell’aula magna della sede di rione Francioso dell’Università degli Studi della Basilicata - con inizio ore 9.30 - è in programma il convegno dal tema “Il sistema definito dal nuovo Codice di Protezione Civile: prospettive e obiettivi”, mentre mercoledì 16, a partire dalle 9.30, nel campus universitario di Macchia Romana si parlerà di “Centri di Competenza per la riduzione dei rischi su infrastrutture e strutture strategiche in Basilicata”.
Sempre a Potenza, giovedì 16 ottobre, sarà la volta del seminario dal titolo “Cittadini e istituzioni: insieme per la protezione del patrimonio culturale in Basilicata. Chi siamo e che cosa possiamo fare”, che si terrà a Palazzo Loffredo. Si svolgerà invece a Matera, venerdì 18 ottobre, un tavolo tecnico in seduta riservata, nella sede della Prefettura, per la discussione - con inizio alle 9.30 - della bozza del “Piano di emergenza regionale per il trasferimento e l’accoglimento della popolazione del Comune di Boscotrecase, gemellato con la Regione Basilicata, che sarà evacuata dalla zona rossa nell’ipotesi dell’eruzione del Vesuvio”. A seguire, nel campus universitario materano, ci sarà dalle ore 16 il convegno “I cambiamenti climatici e gli eventi estremi: impatto sul sistema di Protezione Civile”. Sempre venerdì, ma a Potenza, al teatro Stabile è in programma alle ore 11.30 un incontro con i sindaci sulla “Pianificazione di emergenza”.
La “Settimana nazionale della Protezione Civile” terminerà sabato 19 ottobre, con l’evento dal tema “Protezione Civile e scuola: insieme per crescere”, che si terrà nell’aula magna del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Potenza, con inizio alle ore 10.30.
Prevista, alle varie iniziative in programma, la partecipazione di rappresentanti istituzionali della Regione Basilicata.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Al via sabato la Settimana nazionale della Protezione Civile

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 13:40
Alcuni appuntamenti sul tema della prevenzione e della sicurezza si svolgeranno dal 12 al 19 ottobre prossimi in più località delle province di Potenza e di Matera. A promuoverli, la Regione Basilicata ed il Dipartimento regionale alla Protezione Civile, nell’ambito della “Settimana nazionale della Protezione Civile”. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con i Ministeri dell’Interno e per i Beni e le attività culturali e per il turismo, con il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, con l’Università degli Studi della Basilicata e con i Comuni ospitanti.
Si inizierà nel fine settimana, con l’evento “Io non rischio-Buone pratiche di Protezione Civile”, che si terrà sabato 12 e domenica 13 a Potenza, Latronico, Palazzo San Gervasio, Ruvo del Monte, Tito Scalo, Matera e Grassano. Lunedì 14 ottobre, a Potenza, nell’aula magna della sede di rione Francioso dell’Università degli Studi della Basilicata - con inizio ore 9.30 - è in programma il convegno dal tema “Il sistema definito dal nuovo Codice di Protezione Civile: prospettive e obiettivi”, mentre mercoledì 16, a partire dalle 9.30, nel campus universitario di Macchia Romana si parlerà di “Centri di Competenza per la riduzione dei rischi su infrastrutture e strutture strategiche in Basilicata”.
Sempre a Potenza, giovedì 16 ottobre, sarà la volta del seminario dal titolo “Cittadini e istituzioni: insieme per la protezione del patrimonio culturale in Basilicata. Chi siamo e che cosa possiamo fare”, che si terrà a Palazzo Loffredo. Si svolgerà invece a Matera, venerdì 18 ottobre, un tavolo tecnico in seduta riservata, nella sede della Prefettura, per la discussione - con inizio alle 9.30 - della bozza del “Piano di emergenza regionale per il trasferimento e l’accoglimento della popolazione del Comune di Boscotrecase, gemellato con la Regione Basilicata, che sarà evacuata dalla zona rossa nell’ipotesi dell’eruzione del Vesuvio”. A seguire, nel campus universitario materano, ci sarà dalle ore 16 il convegno “I cambiamenti climatici e gli eventi estremi: impatto sul sistema di Protezione Civile”. Sempre venerdì, ma a Potenza, al teatro Stabile è in programma alle ore 11.30 un incontro con i sindaci sulla “Pianificazione di emergenza”.
La “Settimana nazionale della Protezione Civile” terminerà sabato 19 ottobre, con l’evento dal tema “Protezione Civile e scuola: insieme per crescere”, che si terrà nell’aula magna del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Potenza, con inizio alle ore 10.30.
Prevista, alle varie iniziative in programma, la partecipazione di rappresentanti istituzionali della Regione Basilicata.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Matera2019 a Bruxelles per la European Week of Regions and Cities

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 12:53
C’era anche una rappresentanza di Matera 2019 alla European Week of Regions and Cities in programma a Bruxelles dal 7 al 10 ottobre, durante la quale città e regioni mostrano la loro capacità di creare crescita e occupazione, attuare la politica di coesione dell'Unione europea e dimostrare l'importanza del livello locale e regionale per una buona governance europea.

L’esperienza di Matera come Capitale Europea della Cultura 2019 è stata presentata insieme a quella di Aarhus 2017 (Danimarca), Leeuwarden 2018 (Paesi Bassi), Galway 2020 (Irlanda) all’interno della sessione “Sviluppo regionale e cultura” finalizzata ad esaminare in che modo le opportunità associate al titolo ECoC possono fornire un modello eccezionale per l'utilizzo della cultura come strumento per stimolare l'innovazione e la crescita a lungo termine della società e come professionisti e responsabili politici possono lavorare più da vicino per mappare tutto ciò. La sessione, che ha visto una grande partecipazione di pubblico, è stata introdotta dalla vicepresidente del Parlamento Europeo, Mairead McGuinness.

“A rappresentare Matera 2019 – informa una nota della Fondazione - è stata la Manager sviluppo e relazioni internazionali della Fondazione Matera Basilicata 2019, Rossella Tarantino, che nella sua presentazione ha illustrato i risultati conseguiti nel corso del 2019, sia in termini di contatti raggiunti attraverso la stampa e i social media, sia in termini di coinvolgimento del pubblico, dai cittadini permanenti a quelli temporanei. Un particolare focus è stato inoltre dedicato al processo di co-creazione fatto con la scena creativa locale, che ha consentito di mettere in piedi un programma culturale costituito in gran parte da produzioni originali, da far circuitare sia in Europa che fuori a partire dal 2020”.

Nelle stesse giornate a Bruxelles è stato presentato il secondo “Cultural and Creative Cities Monitor” (link https://composite-indicators.jrc.ec.europa.eu/cultural-creative-cities-monitor/cultural-creative-cities ) realizzato dalla Commissione Europea per misurare la performance delle città in termini di creatività, cultura e impatto su crescita, occupazione e sviluppo sociale. Nell’anno in cui è Capitale Europea della Cultura, Matera si colloca al quinto posto nell'indice di vivacità culturale tra le città di medio-piccole dimensioni dopo Weimar, Tarku, Galway e Pula.
Categorie: Notizie Basilicata

Pipponzi: “Rispettare i diritti delle bambine e delle ragazze”

Basilicatanet - Ven, 11/10/2019 - 12:42
“Anche quest’anno la Regione Basilicata aderisce alla Giornata internazionale della bambina e della ragazza”: lo ha ricordato la consigliera regionale di parità Ivana Pipponzi che è intervenuta oggi in Casa Cava a Matera nell'ambito del Brain Forum Nazionale della Psicologia.

Nel corso dell’evento formativo intitolato “Neuroscienze e differenze di genere: il cervello ha un sesso?", Pipponzi ha sottolineato l’importanza di questa Giornata istituita dalle Nazioni Unite per promuovere l'emancipazione delle bambine e delle ragazze e il rispetto dei loro diritti. “Nel mondo ci sono oltre un milione di bambine e ragazze abusate – ha detto - tra pedopornografia, abusi in famiglia e matrimoni forzati. Queste però non sono situazioni lontane da noi”. In Italia il report portato avanti da Terres des Hommes, fondazione che a livello mondiale si occupa di tutelare bambine e ragazze, ci consegna report sconcertanti: il fenomeno è cresciuto del 10 % negli ultimi 10 anni.

“Noi dobbiamo stare attenti – ha concluso Pipponzi - a portare avanti una cultura del rispetto. Una cultura di genere contro gli stereotipi che se non vengono accuratamente rimossi porteranno a grandi discriminazioni di genere che spesso sono l’anticamera delle violenze domestiche e dei femminicidi. È molto importante partire dalla cultura del rispetto e delle differenze, la settimana della salute sostenibile rientra nella rassegna ‘Matera Basilicata 2019 Capitale europea della Cultura delle differenze’ che ho promosso quest’anno. Oggi noi facciamo cultura del rispetto partendo proprio da un’ottica di genere”. 
Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: VINCERE CONTRO IL TERAMO

Basilicatanews - Ven, 11/10/2019 - 08:10
Dopo la convincente vittoria in Coppa Italia contro il Rende, il Potenza si prepara ad un altro importante match casalingo: sarà importante riconfermarsi e dunque vincere contro il Teramo.  

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

TITO: Area industriale di Tito

Basilicatanews - Ven, 11/10/2019 - 07:51
Area industriale di Tito, nessuna autorizzazione per impianti di trattamento rifiuti fino all’approvazione del regolamento.  

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Braia: collegamenti Ferrandina -Matera e Matera -Bari Aeroporto da garantire

Basilicatanews - Ven, 11/10/2019 - 07:48
“Garantire la continuità del servizio di collegamento Matera - Aeroporto di Bari Palese e Matera - Ferrandina Scalo, con contratti in scadenza il 30 novembre prossimo.   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

TITO SCALO: 23° edizione di “Expo Radio e Informatica”

Basilicatanews - Ven, 11/10/2019 - 07:43
  A Tito il tradizionale ritrovo per appassionati di elettronica e nuove tecnologie  23° edizione di “Expo Radio e Informatica” DALLE 17.30     

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Al via il Jobbing Fest 2019: roadshow nelle macroaree lucane

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 19:24
 
Il Jobbing Fest 2019 è pronto a partire per raccontare - dal 14 al 18 ottobre, in occasione della Settimana europea delle competenze professionali (di cui è partner ufficiale) – le opportunità legate a lavoro e innovazione, in un mercato che cambia velocemente e, spesso, disorienta e spaventa sia i giovani che i meno giovani.
Il tour prenderà il via da Melfi il 14 ottobre e proseguirà a Potenza (il 15), a Lagonegro (il 16), a Policoro (il 17) per poi concludersi a Matera (il 18). In ogni giornata si susseguiranno diversi momenti: la mattina si inizia con “Incontro al futuro”, dedicato alle ultime classi delle superiori; il pomeriggio è dedicato ai giovani, con particolare attenzione ai Neet, coloro che non studiano, non lavorano e non sono in formazione: a loro è dedicato “Il FSE Basilicata e il lavoro che c'è o che si può inventare: scopriamolo insieme!”. I partecipanti potranno ascoltare ed incontrare esperti nazionali come Filippo Di Nardo, autore de “I giovani e la sfida del lavoro”, Stefano Cianciotta, che ha scritto “Allenarsi per il futuro”, Filomena “Milly” Tucci, autrice di “Soft Revolution”, Lorenzo Cavalieri, autore de “Il lavoro non è un posto”. I giovani che interverranno riceveranno informazioni dettagliate sugli strumenti agevolativi esistenti (sia a livello regionale che nazionale) e parteciperanno ad un laboratorio formativo che metterà l'accento su mentalità e soft skills, le competenze trasversali che oggi valgono moltissimo sul mercato del lavoro, in un incontro in collaborazione con la Camera di Commercio della Basilicata. A Melfi, Potenza e Matera, inoltre, ci sarà anche uno spazio dedicato alle donne (in particolare freelance, imprenditrici e aspiranti imprenditrici) grazie a #shemeansbusiness, il programma di Facebook che intende offrire un supporto rispetto all'utilizzo efficace e performante dei social media, grazie a Fondazione Mondo Digitale.
La sera, infine, due appuntamenti: nel talk show a più voci, esperti nazionali tra cui Mariarita Costanza, fondatrice di Macnil Gruppo Zucchetti della Murgia Valley, Vincenzo Moretti, sociologo e narratore, Antonio Pescapè, Direttore di Digita Academy, Cecilia Stajano di Fondazione Mondo Digitale, Massimo Melpignano, esperto di educazione finanziaria, si confronteranno con testimonial locali (tra cui Pasquale Larocca, campione di sci estremo, Federico Valicenti, archeochef, Giuseppe Ferrara, imprenditore della ricettività, Sigismondo Mangiarardi, operatore turistico e culturale) sui temi portanti del JobbingFest. A seguire, la chiusura della giornata è affidata al gruppo lucano di cabaret “La Ricotta” che con “Ci sarà una volta” racconteranno con (auto)ironia il mondo del lavoro e delle competenze.
L'iniziativa è organizzata dall'agenzia di comunicazione Basilicata Press ed è sostenuta dal  FSE (Fondo Sociale Europeo) della Regione Basilicata, dal Fondo Etico della BCC Basilicata e dalla Camera di Commercio della Basilicata, con partnership pubbliche (Anpal, Università della Basilicata) e private (dal Global Youth Parliament a Job Scouting, passando dalla Fondazione Francesco Saverio Nitti, Euro-Net, Comincenter, Europe Direct Basilicata, Associazione Francesco Saverio Nitti, Forma Orienta).
Nato nel 2013 grazie ad un’idea del giornalista freelance nonché fondatore di Lavoradio, Vito Verrastro, il Jobbing Fest è alla quarta edizione ed è stato giudicato nel 2014 come una delle migliori esperienze di inclusione sociale da parte del Sodalitas Social Award.
Il programma completo è su www.jobbingfest.it     






Categorie: Notizie Basilicata

Megale: Microcredito una misura per ripartire da se stessi

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 18:43
Sviluppo Basilicata è la società in-house della Regione Basilicata a servizio del tessuto imprenditoriale lucano. Come soggetto gestore della misura Microcredito, – ha affermato l’Amministratore Unico Gabriella Megale durante la conferenza stampa – Sviluppo Basilicata non eserciterà solo una mera funzione istruttoria e di monitoraggio delle pratiche, ma cercherà di contribuire attivamente alla diffusione della conoscenza di questo strumento supportando i potenziali beneficiari delle misure con appuntamenti su tutto il territorio lucano.
Stiamo programmando un piano di incontri che sarà presto consultabile sul nostro sito, www.sviluppobasilicata.it, grazie al quale raggiungeremo anche le zone più interne della nostra regione poiché crediamo fermamente che questa sia un’opportunità per tutti coloro che vogliono mettersi o rimettersi in gioco puntando questa volta su se stessi e sulla capacità di essere artefici del proprio futuro.
Oggi Sviluppo Basilicata si appresta ad essere un facilitatore dello sviluppo del territorio  ponendosi come strumento a servizio di tutti gli stakeholder Lucani impegnati con le imprese e nelle imprese.
L’esperienza di Sviluppo Basilicata sarà messa a fattore comune per alimentare un circuito virtuoso di relazioni, informazioni e conoscenza dal quale gli imprenditori potranno attingere e mi piacerebbe che Sviluppo Basilicata possa diventare non solo un gestore di bandi e di contributi pubblici, ma anche soggetto promotore di un ecosistema collaborativo ed interconnesso, che diventi motore propulsore per l’innovazione e per la crescita della nostra regione.


Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, Cupparo: “facilitare l’accesso al credito”

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 18:41
“Facilitare l'accesso al credito per favorire l’autoimprenditoria e la libera attività professionale è un obiettivo importante che intendiamo perseguire con diversi strumenti e differenti misure.
Gli Avvisi Pubblici presentati oggi sono solo una prima risposta alla domanda crescente di credito che non trova adeguata soddisfazione nei canali normali e un primo parziale tentativo per avviare il superamento del forte gap – credito e costo del denaro - che condiziona la competitività delle nostre imprese”. Così l’assessore alle Attività produttive, Francesco Cupparo, intervenendo nella conferenza stampa convocata per presentare gli avvisi pubblici sul Microcredito.
“Il Dipartimento Attività Produttive sta definendo un pacchetto di misure che intendono affrontare specifiche questioni: dai piccoli prestiti alle  piccole e medie imprese lucane per innovarsi; all’innalzamento dei livelli di competitività delle aziende operanti nei settori dell’industria, dell’artigianato, del commercio e dei servizi (compresi i liberi professionisti); al cofinanziamento a favore delle reti di impresa del settore turistico finalizzato alla costruzione di un prodotto integrato delle destinazioni turistiche.
Particolare attenzione intendiamo riservare ai servizi per l’internazionalizzazione delle pmi, nello specifico per accompagnarle sui mercati esteri fornendo assistenza doganale, legale e di servizi.
Tra gli altri settori che il Dipartimento ha individuato, anche in continuità con i due AP di oggi, l’apertura di studi professionali; il sostegno di attività imprenditoriali di interesse socio assistenziale; il finanziamento a progetti di investimento e di salvaguardia dei livelli occupazionali in aree di crisi.
Intendiamo inoltre rilanciare i PIA (Pacchetti Integrati Agevolativi) con l’introduzione di incentivi anche all’occupazione e formazione.
Una strategia a tutto campo per rendere il credito, gli aiuti finanziari gli strumenti che favoriscano la tenuta delle pmi già esistenti e “in affanno”, che rappresentano l’“ossatura” del nostro sistema produttivo, oltre alla creazione di nuove micro-attività, reti consortili e ditte individuali, con particolare riferimento ai giovani laureati, diplomati e specializzati”.


Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, Bardi: “Sostenere la vocazione imprenditoriale”

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 18:40
“Con una significativa dotazione finanziaria, la Regione – ha detto il presidente della Regione Bardi nella conferenza stampa convocata per illustrare le novità dei due avvisi pubblici per l’accesso al fondo del Microcredito - intende intervenire a sostegno dei disoccupati, sollecitando la loro creatività, le loro attitudini e vocazioni per ‘inventarsi’ il lavoro, non aspettando che arrivi chissà come ma mettendosi in gioco e potendo contare su un sostegno per l’avvio della propria attività imprenditoriale che difficilmente il sistema bancario potrebbe assicurare loro. Stiamo parlando di un finanziamento con tasso di interesse pari a zero, che sarà erogato senza garanzie consentendo quindi ai destinatari della misura di avviare la propria attività, fare gli investimenti iniziali e assicurare la copertura delle prime spese di gestione. Analoga iniziativa abbiamo previsto per gli enti già esistenti del terzo settore che intendono consolidare la propria attività e per i disoccupati in condizioni di disagio che intendono costruire nuove attività in questo settore. Ciò segnala l’impegno della Regione a sostegno dell’impresa sociale e del mondo dell’associazionismo che svolge un ruolo essenziale per aiutare chi è in difficoltà. In sostanza due misure che possono contribuire alla crescita di una economia sana, in grado di sviluppare nuovi e qualificati servizi per la comunità regionale. Misure – ha concluso Bardi - che impegnano la Regione con i finanziamenti dell’Unione europea, ma che non sono rivolte all’assistenzialismo ed anzi sono fatte apposta per sollecitare l’autentica vocazione imprenditoriale dei lucani ed il rafforzamento dell’impresa sociale che in Basilicata è già oggi una presenza significativa ed importante”.


Categorie: Notizie Basilicata

Microcredito, le novità dei nuovi avvisi

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 18:39
Nell’ambito del Programmo Operativo FSE 2014-2020 la Regione Basilicata ha istituito il “Fondo Microcredito FSE 2014-2020”, affidandone la gestione alla società in house Sviluppo Basilicata; sono stati quindi emanati due Avvisi Pubblici: Microcredito A e Microcredito B.
L’Avviso Microcredito “A”, documentazione consultabile al link http://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/detail-bando.jsp?id=563579) è rivolto ai disoccupati residenti in Basilicata che intendono avviare una attività imprenditoriale come lavoratore autonomo (imprenditore individuale o libero professionista) o in forma societaria (snc, sas, coop, srl).
L’Avviso Microcredito “B”, documentazione consultabile al link http://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/detail-bando.jsp?id=563582) è rivolto alle imprese sociali e agli enti del terzo settore che intendono consolidare le proprie attività economiche ed alle persone in situazione di svantaggio che vogliono costituire imprese sociali ed enti del terzo settore (snc, sas, coop, srl, srls, associazioni e fondazioni) per lo svolgimento di un’attività economica.
In entrambi i casi sono finanziabili le iniziative da realizzare in Basilicata in quasi tutti i settori produttivi, con l’esclusione di agricoltura, lotterie, case da gioco. L’agevolazione sarà concessa sotto forma di finanziamento a tasso zero e senza garanzie, di importo fra i 5 mila e i 25 mila euro, da restituire al massimo in 72 mesi dopo il periodo di preammortamento di 12 mesi. Per la valutazione della domanda di finanziamento, che va presentata esclusivamente attraverso la procedura informatica disponibile sul sito web www.regione.basilicata.it (sezione avvisi e bandi), è previsto un colloquio. L’erogazione del finanziamento avverrà in un’unica soluzione dopo la stipula del contratto. Per informazioni occorre rivolgersi a Sviluppo Basilicata (Tel. 0971/50661 – infomicrocredito@sviluppobasilicata.it)
Rispetto alla analoga misura finanziata negli anni scorsi con il precedente Programma Operativo Fse 2007/2013, il nuovo Microcredito finanziato con il PO FSE 2014/2020 presenta alcune novità: le spese di gestione sono ammissibili fino al 50 per cento del progetto (e non fino al 40 per cento); l’IVA è una spesa ammissibile (in precedenza invece veniva finanziato solo l’imponibile); il fondo, attraverso la misura “B” è aperto al terzo settore e possono candidarsi anche le associazioni e le fondazioni; il periodo di preammortamento passa da 6 a 12 mesi; è possibile prevedere anche un piano di ammortamento a rate crescenti per la restituzione del prestito; non è previsto (a differenza del precedente bando) l’obbligo minimo di svolgimento di tre anni di attività.
Infine si precisa che con il Microcredito A possono essere finanziate solo le iniziative non ancora costituite.







Categorie: Notizie Basilicata

TTG Rimini, Basilicata seconda per reputazione online

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 16:13
“IDD - Italia Destinazione Digitale” è il premio che da quattro anni Travel Appeal realizza per TTG, analizzando i dati sulla reputazione online delle regioni italiane. E per il quarto anno consecutivo la Basilicata si attesta tra le primissime regioni d’Italia conquistandosi il secondo posto alle spalle dell’Alto Adige, con un gradimento del dell’88,1%. La ricerca analizza milioni di commenti, recensioni, attività social riguardanti tutto il sistema turistico italiano, generando report sul grado di percezione che i turisti hanno di una destinazione.

Negli ultimi quattro anni dunque, la Basilicata conquista due primi posti assoluti come regione più amata d’Italia (2016 e 2018) e due secondi posti (2017 e 2019), “confermandosi come una destinazione emergente nel panorama turistico italiano – afferma il direttore generale dell’Apt, Mariano Schiavone, in questi giorni a Rimini per l’importante fiera – che negli ultimi anni ha visto crescere parallelamente tanto la sua reputazione online quanto il turismo reale, registrando costanti tassi di crescita nei flussi di presenze ed arrivi, italiani e stranieri”.

“Matera ovviamente protagonista – aggiunge Schiavone - la cui forza di comunicazione trascina l’immagine dell’intera destinazione regionale, il che conferma che tutto il settore in Basilicata sta migliorando in qualità. Dunque il merito di un nuovo importante risultato non va solo a chi fa promozione ma è da condividere con tutti gli operatori lucani”.

Presenza della Basilicata quest’anno anche agli HSA – Hospitality Social Awards –, tenutisi a Rimini l’8 ottobre scorso, premio che viene assegnato alle migliori strategie di social media marketing delle destinazioni e che in questa edizione ha visto la Basilicata ancora una volta tra i finalisti, dopo essersi aggiudicata negli anni scorsi il terzo ed il secondo posto. 
Categorie: Notizie Basilicata

Sospensioni idriche in alcuni Comuni del Vulture Melfese

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 14:57
Acquedotto Pugliese deve eseguire indagini strutturali che interesseranno la galleria Toppo Pescione del Canale Principale - Acquedotto del Sele da cui dipende l’erogazione idrica di alcuni comuni del Vulture-Melfese. Pertanto nei Comuni di Melfi (tranne centro storico e zona industriale San Nicola di Melfi), Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano e le zone rurali Monteserico e Insertafumo di San Fele, l’erogazione idrica sarà sospesa secondo il programma seguente, salvo variazioni derivanti dalla complessità dell’intervento:

- 15 ottobre, dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo;

- 16 – 17 – 18 ottobre, dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo.
Nei comuni di Lavello, Montemilone e Palazzo San Gervasio, invece, dal 15 al 18 ottobre prossimi, l’erogazione idrica potrebbe subire cali di pressione o essere sospesa dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo.

Acquedotto Lucano sarà in continuo contatto con Acquedotto Pugliese per anticipare l’eventuale ripristino dell’erogazione idropotabile in relazione all’andamento dei lavori condotti da AqP spa.
Al fine di limitare i disagi agli utenti interessati dall’interruzione, Acquedotto Lucano ha disposto il servizio sostitutivo tramite sacche di acqua potabile che saranno distribuite a cura delle amministrazioni comunali.
Categorie: Notizie Basilicata

Petrolio, Bardi: “In primo luogo tutelare ambiente e salute”

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 14:09
“Nell’incontro avuto oggi con i dirigenti dell’Eni abbiamo evidenziato che sicuramente saranno state fatte delle cose positive nel passato ma noi guardiamo al futuro della nostra terra e negli accordi che dovranno essere presi con la società petrolifera bisognerà tenere in primo piano e tutelare la salute e l’ambiente per i lucani”.

Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi al termine dell’incontro svolto oggi a Potenza per discutere del rinnovo degli accordi del 1998 con l’Eni sulle attività petrolifere in Val d'Agri. All’incontro, oltre al presidente della Regione, hanno partecipato gli assessori Francesco Cupparo e Gianni Rosa e, per conto dell’Eni, Luigi Ciarrocchi, Manfredi Giusto, Walter Rizzi e Umberto Breglia.

Bardi ha annunciato che la settimana prossima ci sarà un nuovo incontro, di carattere tecnico, che riguarderà la questione delle compensazioni ambientali, mentre prosegue anche l’interlocuzione con il governo nazionale, “al quale chiediamo – ha detto - che si impegni nell’indirizzare le risorse sulla costruzione di infrastrutture, che sono prioritarie per la Basilicata”.

“Sulle compensazioni – ha aggiunto ancora Bardi - riteniamo di dover chiedere, a distanza di vent’anni, più di ciò che è stato dato finora, che non può soddisfare un popolo che attende ormai da molti anni risultati in termini di lavoro e sviluppo. Abbiamo una risorsa, il petrolio, non possiamo far finta che non ci sia. Dobbiamo fare in modo che questa risorsa venga utilizzata per il bene dei lucani”.

Al termine della riunione l’Eni ha diffuso una nota nella quale si sottolinea che “è di fondamentale importanza lavorare insieme per progettare e realizzare un modello di sviluppo sostenibile, integrando le attività di estrazione con una serie di iniziative basate sulla diversificazione economica, sull’economia circolare e sulla lotta al cambiamento climatico”.

“L’obiettivo di Eni – prosegue la nota - è quello di creare valore a lungo termine attraverso un nuovo paradigma energetico sostenibile dal punto di vista ambientale, economico e sociale, per fare della Basilicata un polo di riferimento nazionale per la gestione sostenibile delle risorse, lo sviluppo economico e occupazionale, l’efficientamento, la ricerca e innovazione tecnologica”. 
Categorie: Notizie Basilicata

Agroalimentare lucano a MilanoGolosa dal 12 al 14 ottobre

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 14:07
“Il mondo dell’agroalimentare lucano è sempre più attento a cogliere le opportunità che eventi come MilanoGolosa possono offrire in termini di visibilità ma anche di apertura a nuovi segmenti di mercato, sempre più consapevole di quanto importante sia conquistare il palato e il gusto del consumatore, nonché soddisfare le sue esigenze sul piano della qualità e della bontà dei prodotti”.
È quanto afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Francesco Fanelli, in vista della partecipazione di quindici aziende lucane all’ottava edizione della manifestazione in programma dal 12 al 14 ottobre a Milano, nel centralissimo Palazzo di Ghiaccio.
Creata dal gastronauta Davide Paolini, l’iniziativa ha l’obiettivo di far crescere la cultura dei consumatori di fronte alla scelta della spesa, dando valore al prodotto enogastronomico di qualità, e si rivolge ad appassionati, gourmet, gastronauti, foodies, oltre che a professionisti desiderosi di cogliere i segreti e i suggerimenti di altissimi rappresentanti della cultura gastronomica italiana.
Ad arricchire la visibilità dei prodotti lucani a Milano due appuntamenti importanti: sabato 12 ottobre, ore 14, con “Making show mozzarella”, dimostrazione di lavorazione della pasta filata a cura del Centro della Mozzarella, mentre domenica 13 ottobre si terrà un omaggio alla tradizione del panino lucano con i prodotti della nostra terra a cura degli chef dell’Accademia del Panino Italiano.
Tra le aziende della Basilicata selezionate da MilanoGolosa troviamo M&C Fabbrica Alimentare srl, Domenico Lagrutta (Lumacamente), Falcone sas di Falcone A. & C., Porsia azienda agricola, Salumificio Carbone Di Rago Margherita, Le Querce di Annibale srls agricola, Azienda Agrituristica Montemurro Paolo, Lucanella srl, Polaris sas Di Maria Monaco (Timpa del Cinghiale), Per Boschi e Contrade, Italmiko srl, Caterina sas di Labanca Pietro Claudio & C., Calciano srl, Caseificio Petruzzi Andrea srl, Apicoltura Rondinella Franco.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Parità, a Matera convegno su "Neuroscienze e differenze di genere"

Basilicatanet - Gio, 10/10/2019 - 13:32
Anche quest'anno la Regione Basilicata, per il tramite della sua Consigliera di parità Pipponzi, aderisce alla Giornata Internazionale della bambina e della ragazza, che si celebrerà il prossimo 11 ottobre.
Questa importante giornata verrà ricordata domani nell'ambito del Brain Forum Nazionale della Psicologia: "Neuroscienze e differenze di genere: il cervello ha un sesso ?", in Casa Cava a Matera.
La Casa Cava sarà addobata di arancione, il colore scelto per celebrare la Giornata, chiaro invito a promuovere il contrasto alla violenza ed alle discriminazioni di genere.
La Giornata Internazionale della bambina e della ragazza è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2011, per promuovere l'emancipazione delle bambine e delle ragazze e il rispetto dei loro diritti, come previsto anche dal Goal 5 dell'Agenda 2030 per lo "Sviluppo Sostenibile ed il connesso raggiungimento della parità di genere, l’emancipazione e l’autostima di tutte le donne, le bambine e le ragazze".
Il Dossier InDifesa 2018 su "La condizione delle bambine e delle ragazze nel mondo” della Fondazione Terre des Hommes, presentato alla Camera dei deputati evidenzia come in Italia il numero dei minori vittime di reati sono saliti a 5.788 nel 2017, l’8% in più dell’anno precedente, il 43% in più rispetto a 10 anni fa, quando erano 4.061. Le bambine e le ragazze costituiscono il 60% del totale delle vittime. In forte crescita soprattutto il numero dei minori vittime di reati legati alla pedopornografia: +57% per la detenzione di materiale pornografico (per l’86% femmine) e +10% per la loro produzione, che coinvolge per l’84% bambine e ragazze, dati che dimostrano l’urgenza di assicurare maggiore protezione a bambine e ragazze.
"Non può dirsi ancora superato il divario di genere e quindi raggiunta la parità - dichiara la consigliera Pipponzi,-  pertanto è centrale l'impegno delle istituzioni nella formazione di una cultura del rispetto e dell'inclusione delle Differenze".

bas 02


Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page