Notizie Basilicata

Settimana Legalità: saluto di Marrese a "Capitani coraggiosi"

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 16:28
“Siate coraggiosi, affrontate le paure a testa alta e collaborate con le istituzioni per conquistare la sicurezza”. Così il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, rivolgendosi ai gli studenti presenti, ha portato il suo saluto all’iniziativa “Capitani Coraggiosi”, che ha concluso la settimana della legalità e nel ricordo dell’opera e dell’impegno dei giudici Falcone e Borsellino. “La riflessione odierna rappresenta una presa di coscienza su quanto successo in quella estate e deve servire ad attivare la sensibilità di tutti noi sulla consapevolezza del rispetto delle istituzioni – ha affermato il presidente Marrese -. Oggi vedo sempre maggiore distacco dal riconoscimento del ruolo delle istituzioni, che invece rappresentano organismi fondamentali per la vita della nostra nazione. Il rispetto dei ruoli si vede dalle piccole azioni, ogni piccola azione può essere importante per il domani. Spesso ci troviamo soli di fronte alla piccola criminalità, ma dobbiamo renderci conto che ognuno deve fare la propria parte. Il mio consiglio è quello di non avere paura e guardare a testa alta e con coraggio al futuro, in uno spirito sempre collaborativo, e con la consapevolezza di seguire sempre l’esempio di chi, come magistrati, forze dell’ordine e tutori della legge, ogni giorno dedica suo tempo e rischia la vita per garantire la sicurezza degli altri”.

Bas 05


Categorie: Notizie Basilicata

Ka art per Matera 2019: "La vi(t)a selvatica" con Matteo Caccia

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 16:25
"Dal 30 maggio al 2 giugno 2019 Matteo Caccia, attore teatrale, scrittore e conduttore radiofonico, traccerà per ArtePollino e la Fondazione Matera Basilicata 2019, un percorso di cammino, concepito con la Fondazione Circolo dei lettori, partner del progetto, in una grande marcia tra borghi e paesaggi che, partendo dal Parco Nazionale del Pollino giungerà a Matera, coinvolgendo i territori, gli abitanti della zona e chiunque voglia vivere un’esperienza di cammino e lettura attraverso la Basilicata.
Il cammino - spiegano gli organizzatori dell'iniziativa culturale -  si svilupperà su quattro giornate, durante le quali si racconterà del rapporto tra uomo e natura. I protagonisti di questo racconto diventeranno le narrazioni del territorio anche attraverso le emozioni e i ricordi di coloro che vorranno partecipare.
La vi(t)a selvatica non poteva che partire dal Parco Nazionale del Pollino, dove ha sede l’Associazione ArtePollino ideatrice di Ka art Per una cartografia corale della Basilicata, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, co-prodotto dall’associazione ArtePollino e la Fondazione Matera-Basilicata 2019, sul tema del dossier Riflessioni e Connessioni.
Il fil rouge del cammino sarà rappresentato dall’acqua, l’elemento chiave della vita, che ritroveremo nella storia di ognuna delle quattro tappe.
Si inizierà il 30 maggio presso la Riserva Naturale Orientata di Bosco Magnano lungo il Torrente Peschiera, nel comune di San Severino Lucano; si proseguirà il secondo giorno, 31 maggio, lungo i Calanchi e le strade del paese dove visse Carlo Levi, Aliano; il 1°giugno il cammino vedrà protagonista la Riserva Oasi Bosco Pantano, la foce del Sinni e i luoghi della Magna Grecia e infine il 2 giugno a Matera l’itinerario si snoderà nel famoso Sasso Caveoso percorrendo i vicinati, le necropoli medioevali e le cisterne d’acqua".
“Per permettere a quante più persone di partecipare al cammino, per rendere corale questa bellissima esperienza di narrazione del territorio e per vivere con mano la potenza evocativa dei luoghi attraverso i racconti di Matteo Caccia, - afferma Gaetano Lofrano, Presidente dell’associazione ArtePollino - abbiamo selezionato degli itinerari alla portata di tutti che potranno essere anche scelti singolarmente. Suggeriamo comunque un abbigliamento comodo e per garantire la sicurezza dei gruppi, ricordiamo che il programma potrà subire variazioni in considerazione delle condizioni climatiche”
L’idea è quella di dare vita e voce, attraverso il racconto, alla ricchezza della natura, della storia e della varietà artistico-culturale delle aree interne della Basilicata.
Matteo Caccia che dal 2016 conduce su Rai Radio 2 la trasmissione “Pascal”, nella quale rende protagonisti gli ascoltatori, leggendo loro episodi di vita vissuta, ci guiderà alla scoperta di territori unici; insieme realizzeremo un diario di narrazione a cui tutti i partecipanti potranno dare il loro contributo.
Il dettaglio delle quattro tappe è disponibile sul calendario ufficiale di Matera 2019 www.materaevents.it su www.artepollino.it e sui canali social di @ArtePollino

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Lavoro, Ugl:”Un piano strategico, Cupparo parta da subito”

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 16:21
“E’ tempo di razionalizzazioni, più partecipazione, meritocrazia, rispetto delle regole per lavorare insieme, valorizzando le competenze. Essere nuovi come reazione a un presente durissimo, come una necessità di coraggio e radicalità in un cambiamento che deve vedere tutti protagonisti, a partire dalle Istituzioni, riformando necessariamente e ineludibilmente la macchina Regionale, in cui nessuno può sentirsi escluso. Per l’Ugl ha valore come strada obbligata per la Basilicata, da oggi tutti dovremo avere il coraggio di metterci in gioco perché dalle urne è stata affidata la guida della nostra regione per e nel cambiamento. Subito mettere in campo quei progetti attuabili in via prioritaria e immediata, proprio nell'ottica di offrire al mondo produttivo nuovi modelli occupazionali da avviare su tutto il territorio affinché possano fornire possibilmente tutte le risposte adeguate ai nuovi bisogni emergenti lavorativi. L’Ugl non farà mancare il proprio sostegno a questa nuova politica delle AA.PP. che l’Assessore regionale Franco Cupparo intende applicare”.
E’ il commento dei segretari dell’Ugl in Basilicata Giovanni Tancredi, Pino Giordano e Francesco Stigliano a termine dell’incontro svoltosi presso il dipartimento regionale alle AA.PP. alla presenza dell’assessore Franco Cupparo.
“L’Ugl si vuole complimentare per la passione e l'impegno profuso nel suo instancabile lavoro del già conosciuto Cupparo, che ha da sempre ricoperto le alte cariche produttive in lucania. E bene ha fatto il Presidente Bardi a trattenere e designarlo come nuovo assessore, valorosa risorsa ch’è Cupparo, il quale conosce e sa come agire bene nell’ambito della guida delle attività produttive. Ora – aggiungono Giordano, Tancredi e Stigliano - sappiamo che siamo in un momento di grande trasformazione e come Cupparo ha illustrato a noi Ugl, collaboreremo senza intralci, spietatamente, affinché si metta in campo il potenziamento della rete delle vertenze aperte con urgenza, sapendo di dover affrontare gli impegni con serietà e determinazione, raggiungendo obiettivi che si propongono in un grande lavoro sinergico, senza perdere mai di vista l’obiettivo principale di creare nuova occupazione e garantire quella esistente. A Cupparo daremo fiducia perché siamo convinti e sicuri che sarà libero da filiera politica, in totale libertà decisionale, gestione condivisa con il sindacato. Chiediamo immediatamente di proseguire nel piano occupazionale e spalmare al meglio la forza lavoro esistente la dove fin dora, l’Ugl non metterà niente e nessuno in difficoltà poiché Cupparo, persona di alto spessore politico/imprenditoriale arriverà e subito a risultati positivi nell’ambito gestionale della governance industriale. Siamo sicuri – concludono Stigliano, Tancredi e Giordano – che Cupparo sarà una garanzia per gli imprenditori, per gli operai e il territorio lucano dove si andrà a frenare questo flusso incessante e continuo migratorio occupazionale, verso altre regioni. E questo è un bene, ci obbliga alla chiarezza e alla sincerità, ci impone di stare ai fatti, che sono quelli che chiedono i lucani. Da Potenza e Matera vogliamo soluzioni immediate, perché non si può più aspettare visioni di lungo respiro, perché la speranza non vada persa, giusti riconoscimenti all’impegno e al sacrificio mediante interventi concreti e realizzabili nell’immediato. Questa è se vogliamo, la rivoluzione democratica. Qui è in gioco il volto nuovo della regione. Cambiare la Basilicata dipende da noi e siamo certi che questo coraggio non mancherà. L’Ugl da subito chiede che si prendano decisioni per portare avanti un programma serio e costruttivo, che mirino soprattutto a creare lavoro. L’Ugl a Cupparo dice di andare Avanti“.


Categorie: Notizie Basilicata

CUPPARO E MERRA SU RIAPERTURA AL TRAFFICO DELLA STATALE SINNICA

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 16:16
L’assessore alle Attività Produttive della Regione Francesco Cupparo e l’Assessore alle Infrastrutture-Trasporti-Lavori Pubblici Donatella Merra hanno partecipato oggi alla riapertura al traffico della statale Sinnica, interrotto dallo scorso 11 febbraio per uno smottamento di terreno in un tratto nel territorio di Senise, lungo il pendio che costeggia il “Viadotto Fortunato”. Cupparo, che prima della costituzione della Giunta era stato delegato dal Presidente Bardi a seguire la questione per individuare una soluzione d’emergenza, ha sottolineato la rapidità dell’intervento realizzato per dare risposte immediate alla domanda di mobilità delle comunità locali. Nel sottolineare che insieme ai cittadini dell’area i titolari di impresa hanno subito disagi con ripercussioni sull’attività aziendale, Cupparo ha espresso all’Assessore Merra, al suo staff e ai dirigenti e funzionari del Dipartimento sentimenti di riconoscenza per il lavoro svolto con impegno e tempestività, come hanno fatto i dipendenti dell’Ufficio Tecnico del Comune di Senise. La soluzione individuata grazie al contributo straordinario concesso dalla Regione al Comune di Senise, per 40 mila euro – sottolinea – ha consentito di eseguire lavori di prima sistemazione e riprofilatura della parte a valle consentendo di liberare la strada, anche se saranno necessari altri interventi di messa in sicurezza. Significativa – continua – è stata la cooperazione inter-istituzionale tra Regione, Comune e Anas che è un esempio da seguire anche in altre vicende. L’assessore ha quindi rivolto un appello al Consorzio di Bonifica di Basilicata per un intervento di sistemazione delle acque superficiali in modo da consentire il deflusso al di sotto del Viadotto e scongiurare il ripetersi dell’evento calamitoso. Cupparo infine annuncia che si procederà con il Presidente Bardi ad un monitoraggio sullo stato della spesa del Programma Fesr 2014-2020 coinvolgendo tutti gli Assessori e i Dipartimenti interessati per verificare la disponibilità attuale di risorse comunitarie residue da impiegare in situazioni di emergenza.

Categorie: Notizie Basilicata

ANPAL SERVIZI, CISL: IN BASILICATA ADESIONE A SCIOPERO DEL 100%

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 15:43
Oggi scioperano in tutta Italia i dipendenti di Anpal Servizi, la società in house dell'Agenzia nazionale delle politiche attive del lavoro. Motivo dello sciopero, - spiega un comunicato diffuso dall'ufficio stampa della Cisl Basilicata -  la mancata stabilizzazione del personale precario e la gestione della partita che interessa i 3 mila navigator previsti dal programma del reddito di cittadinanza. In Basilicata, stando a quanto comunicato in mattinata dalle segreterie regionali di Cisl, Felsa Cisl e First Cisl, "hanno scioperato tutti i 17 precari della società addetti alle attività di supporto ai centri per l'impiego e alla transizione scuola-lavoro". A livello nazionale sono 650 i precari in forze all'Anpal Servizi (506 collaboratori e 144 a tempo determinato), di questi oltre 130 sono quelli con il contratto in scadenza.
In una nota le tre sigle sindacali denunciano la paradossale gestione dei navigator: "Prima di entrare in servizio i navigator dovranno partecipare a un corso di formazione di circa 10 giorni svolto dai loro colleghi anziani di Anpal Servizi. Una situazione che ha del paradossale. Infatti, coloro che formeranno i nuovi assunti - spiegano Cisl, Felsa e First - sono in scadenza di contratto e l’azienda ancora non ha messo in campo nessuna azione per la loro stabilizzazione. Al contrario - osservano i sindacati - si assumono altri 3 mila precari che dovranno trovare il lavoro ai disoccupati, dando così vita ad un grottesco turn over tra nuovi e vecchi precari".
Per Cisl, Felsa e First "quale futuro ha un’azienda che manda a casa lavoratori con anni di esperienza in un settore così strategico e li sostituisce con addetti alla loro prima esperienza? L’unica cosa certa è che si aumenta così solo la platea del precariato. Tutto questo in uno scenario sociale dove è necessario implementare politiche attive del lavoro puntando sull’attività sinergica tra governo nazionale e regionale", concludono le tre sigle sindacali.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

“Giapponizzati”: a Matera il progetto su moda, arte e audiovisivo

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 15:41
Il Club della Creatività di Unindustria con la D-HUB Studios di Lidia partecipano con il Progetto “Giapponizzati” al bando “Matera 2019: l’Open Future delle imprese italiane”, promosso da Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 .
“Giapponizzati” - spiega una nota dell'ufficio stampa di Confindustria Basilicata -  unisce moda, arte e audiovisivo, tre must Italiani che si metteranno in vetrina con una esposizione dal 27 maggio al 2 giugno presso gli Ipogei di Piazza San Francesco, nel cuore dei Sassi di Matera, nell’anno in cui è Capitale Europea della Cultura. La settimana espositiva sarà animata da tre diversi workshop e incontri con illustri esponenti del settore Moda, Tv e Arte, che coinvolgeranno scuole di moda e design del territorio lucano.
Il giorno dell’inaugurazione, il 27 maggio alle ore 17.30, sarà presente all’evento con il saluto di benvenuto il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello. Prenderanno parte, inoltre, all’inaugurazione il Presidente di Confindustria Basilicata Pasquale Lorusso e il Direttore Generale, Giuseppe Carriero. E’ previsto l’intervento del Presidente Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda e Accessori Unindustria Stefano Dominella ed infine, la presentazione del Progetto “Giapponizzati” a cura di Lidia Cudemo della D-HUB Studios.
I sei giovani designer del Club della Creatività, sostenitori del Made in Italy avranno l’opportunità di esporre creazioni ispirate al kimono e alla cultura Giapponese, realizzando e dipingendo gli abiti come se fossero delle tele d’autore, così come l’artista Alessandro Sansone, che darà il suo contributo con la creazione di quadri unici, in simbiosi con gli stessi abiti.
L’obiettivo è di valorizzare un’eccellenza tutta italiana ed estendere la conoscenza culturale del Giappone, intesa come moda, animazione e arte giapponese.
Questo importante appuntamento di Matera - prosegue il comunicato di Confidustria -  rappresenta una delle tappe di un progetto più ampio nella cultura giapponese. Dopo la presentazione del Club della Creatività, in occasione della cena di Unindustria dello scorso anno, i giovani designer hanno avuto modo, con il supporto di Stefano Dominella Presidente della Maison Gattinoni e della Sezione Tessile Abbigliamento Moda e Accessori di Unindustria, di poter esibire le proprie creazioni ispirate al mondo nipponico con la mostra “Giapponizzati”, allestita prima nel museo del Castello di Santa Severa e nel museo della Chiesa di San Carlo, a Modena e successivamente nello scorso marzo a Tokyo sotto l’egida dell’ICE e dell’Istituto Italiano di Cultura.
A raccontarci la trasposizione dell’arte Giapponese nei cartoni animati Italiani sarà il produttore della famosa serie tv per ragazzi “Miracle Tunes”, Guido Bertè General manager di Show Lab a Prodea Group.
Al termine opening eccellenze enogastronomiche lucane rivisitate in stile giapponese a cura dell’azienda lucana Santarsia & Porcari.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Musical "Me l’aspettavo” dei giovani parrocchia Addolorata Matera

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 15:29
La parrocchia Maria SS.ma Addolorata di Matera, guidata da don Michele La Rocca, sta organizzando con i giovani il progetto di musical “Me l’aspettavo” le cui rappresentazioni avverranno il 31 maggio e il 1° giugno prossimo a Roma, ore 20.00, presso il “Teatro Roma”, in via Umbertide numero 3; il 1° giugno lo spettacolo sarà riproposto anche la mattina per le scuole medie e superiori.
"Questo evento - ha dichiarato don Michele - è stato promosso dalla Parrocchia Santa Caterina da Siena di Roma, la comunità in cui il nostro Arcivescovo, mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, ha prestato servizio pastorale quando era studente a Roma: è un’occasione per noi, comunità dell’Addolorata, di vivere la gioia di essere “Chiesa in uscita” e confrontarsi con una realtà come quella di Roma, diversa dalla nostra".
“Me l’aspettavo” - spiega la nota dell'uffici Comunicazioni sociali dell'Arcidiocesi di Matera-Irsina -   racconterà la missione e l’eredità del sacerdote siciliano don Pino Puglisi, assassinato dalla mafia il 15 settembre 1993 nel giorno del suo compleanno perché desiderava che gli abitanti del quartiere di Brancaccio nella città di Palermo, stando lontani dalle diverse forme di illegalità, avessero luoghi e spazi in cui poter vedere la vita in modo diverso da quello comunemente vissuto. È un musical interamente dedicato a don Pino con un testo inedito, frutto di un grande lavoro di ricerca e anche il primo musical nella provincia di Matera che nel 2017 è stato reso accessibile agli audiolesi grazie alla presenza di interprete LIS (Lingua italiana dei segni).
Lo scopo dell’iniziativa trova la sua massima espressione nel coinvolgimento e nell’occupazione di giovani facenti parte della parrocchia che svolgono un percorso di formazione spirituale ed insegnamento alla condivisione DEI VALORI UMANI E SOCIALI e che con questa iniziativa vengono resi attori e vivono un momento di protagonismo che li rende liberi dalle difficoltà che affrontano nel quotidiano a causa di disagi familiari.
Il musical è diviso in due parti per una durata di 90 minuti: la prima parte è incentrata su scene di vita ordinarie nel quartiere Brancaccio, ha un movimento fluido in cui ci sono bambini, giovani e giovani “mafiosi” ed è per lo più recitato, mentre la seconda parte è ballata e ricca di coreografie, con epilogo a sorpresa nel finale. "Il progetto è molto importante - recita ancora don Michele - perché ha la finalità di fare emergere il combattimento tra il bene e il male. Il tema della mafia è difficile: oggi c’è, ma come un virus ha cambiato faccia e si è potenziato. Ci auguriamo che lo Stato, la Chiesa e tutti noi facciamo sempre di più".

Bas 05


Categorie: Notizie Basilicata

A Filiano sabato l’iniziativa della Pro Loco Una merenda di libri

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 13:00
Prosegue a grande ritmo la rassegna letteraria inserita nella campagna nazionale “Il Maggio dei Libri 2019”, progetto di promozione della lettura messo in campo dal Comune di Filiano in collaborazione con la Consulta delle Associazioni locali. Sabato 25 maggio 2019 alle ore 16.30, presso la Piazza SS. Rosario, si svolgerà l’iniziativa “Una Merenda di Libri”: evento promosso dalla Pro Loco di Filiano in collaborazione con la Biblioteca comunale. “Una Merenda di Libri - dichiara in una nota Vito Sabia, della Pro Loco di Filiano, curatore dell’iniziativa insieme ad un gruppo di animatrici e agli operatori volontari di Servizio civile - prevede una serie di iniziative dove creatività e divertimento si intrecceranno a momenti di lettura per i bambini ed è aperta anche alle famiglie per ascoltare o leggere storie e libri ad alta voce”. Ad aprire le danze sarà un flash mob letterario “FlasBookMob” che vedrà protagonisti i bambini, i ragazzi, i giovani e adulti, genitori, nonni, zii e chiunque avrà voglia di prendervi parte. Basterà presentarsi con il proprio libro preferito tra le mani. Ad un fischio, ciascuno aprirà il proprio libro e inizierà a leggerlo ad alta voce per tre minuti, in contemporanea con tutti gli altri. A seguire vi saranno una lettura a più voci della storia “Gaia e la pietra di fuoco”: avventura interattiva sul destino del nostro pianeta, con due finali diversi; e un laboratorio creativo per ripercorrere la “storia” e socializzare. A conclusione, si svolgerà la cerimonia di premiazione del Concorso “Leggere è… un divertimento fatto di parole”, che chiedeva agli alunni della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado l’elaborazione di un testo scritto sul piacere della lettura.

 
Categorie: Notizie Basilicata

IL PRESIDENTE BARDI INCONTRA IL GENERALE DEI CARABINIERI CASTELLO

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 12:46
“Auguri per il prestigioso e impegnativo incarico da parte di tutti i Carabinieri della Basilicata. L’Arma sarà al suo fianco per il sostegno ai cittadini con grande spirito di servizio e vicinanza a tutta la comunità di questa bella regione”. Con questo messaggio autografo, impresso sul “Libro d’Onore” della Regione Basilicata, il Comandante della Legione Carabinieri “Basilicata”, Generale di Brigata Rosario Castello, ha portato il saluto dell’Arma al Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Il “Libro d’onore”, istituito nel 2010 e custodito nella stanza del Governatore lucano, raccoglierà i messaggi e le immagini delle personalità che gli faranno visita, durante tutto l’arco del suo mandato, come traccia della storia della Basilicata da lasciare alle future generazioni. Nel corso dell’incontro è stata rimarcata l’intesa tra la Regione e i Carabinieri della Legione Basilicata, per un proficuo lavoro di serena collaborazione al servizio dei cittadini e per assicurare loro il rispetto della legalità e della sicurezza. Per raggiungere tali scopi è stato rimarcato il ruolo imprescindibile delle Stazioni Carabinieri, presidio di legalità in tutte le realtà territoriali.


Categorie: Notizie Basilicata

Confapi e Cna Matera su bando filiera turistica e culturale

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 12:14
L’assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Cupparo, ha accolto celermente la richiesta di Confapi Matera e Cna Matera di prorogare di un mese la scadenza dell’avviso pubblico “La filiera produttiva turistica, culturale e creativa per la fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata”. Lo affermano in una nota presidenti di Confapi Matera e Cna Matera, Massimo De Salvo e Leonardo Montemurro, che ringraziano “l’assessore Cupparo, il direttore generale Viggiano e l’ingegner Lovecchio del Dipartimento, per avere risposto positivamente alla nostra sollecitazione che rispondeva a una reale esigenza del sistema imprenditoriale interessato al bando. La proroga del termine dal 31 maggio al 30 giugno, così come avevamo chiesto - proseguono - consentirà una partecipazione più numerosa degli imprenditori locali e priva di errori, data la complessità del bando”. Lo scorso 8 maggio i dirigenti del Dipartimento - nel corso di un affollato incontro presso la sede di Confapi Matera - avevano chiarito agli imprenditori di Confapi e Cna numerosi dubbi interpretativi relativi alla partecipazione al bando, la cui complessità, unitamente all’interesse mostrato dagli imprenditori, rendeva necessario un differimento del termine di chiusura dello sportello telematico. “Ricordiamo - continuano i due presidenti - che l’obiettivo del bando è quello di incentivare lo sviluppo di imprese delle filiere culturali, turistiche, creative, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici funzionali alla fruizione dei beni del patrimonio culturale e naturale della Regione Basilicata, cioè supportare lo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati beni del patrimonio culturale e naturale regionale. Adesso auspichiamo che l’assessore proroghi anche l’altro avviso pubblico aperto, in scadenza il prossimo 14 giugno, cioè il bando per i progetti complessi di ricerca e sviluppo Cores, che pure riveste notevole complessità”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Summa e Casaletto su dati economici e occupazionali Basilicata

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 11:28
Riceviamo e pubblichiamo un intervento del segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa e del presidente Ires Cgil Basilicata, Giovanni Casaletto sull'economia lucana nel 2018.
“Precari, inattivi, cassintegrati, industria, edilizia, donne. Queste le aree di crisi della Basilicata, che nel 2018 fanno registrare dati negativi anche rispetto alle medie nazionali e ai dati in lieve ripresa delle altre regioni del Mezzogiorno. Si interrompe il trend di avvicinamento ai livelli di occupazione pre-crisi e si perdono circa 1500 posti rispetto all’anno precedente. Inoltre si conferma un elemento: la Basilicata non è una regione per donne. In questo contesto le politiche del governo non aiutano ad inserire elementi propulsivi e a sostenere la crescita. E dunque il contesto non reagisce e le politiche del governo non aiutano. È interessante notare come l’inversione nella dinamica positiva dell’occupazione che ha interessato la Basilicata, non ha riguardato il resto del Mezzogiorno dove si conferma un trend crescente sia pur in rallentamento. Nella regione il calo dell’occupazione è in larga parte ascrivibile alla componente femminile (-1,2%), dopo il forte calo dell’anno precedente (-4,6%), a fronte di una flessione più moderata degli uomini (-0,5%). Nel Mezzogiorno, viceversa, la dinamica di genere è più favorevole per le donne (+1,4% a fronte del +0,5% dei maschi). Riprende a crescere invece l’occupazione giovanile, nell’area di età compresa tra i 15 e i 34 anni si registra una crescita del +3,4% dopo il forte calo dell’anno precedente (-7,2%) mentre nel Mezzogiorno (+0,1%) resta ferma sostanzialmente sui livelli dell’anno precedente. In netta flessione gli occupati delle classi d’età centrali (-7,0%), riflettendo anche un deciso calo demografico, mentre aumenta il numero degli occupati con 50 anni e più che negli ultimi anni hanno sostenuto i livelli occupazionali. Il peggioramento del saldo occupazionale in regione è connesso all’andamento dei settori extragricoli mentre l’agricoltura esibisce una sensibile crescita (+6,8%) dopo la flessione del 2017 (-10,3%). Cala l’occupazione dell’industria (-3,0%) dopo la lieve crescita dell’anno precedente (+0,6%). Più moderata è la flessione dell’occupazione nei servizi (-0,8%) più accentuata nel comparto dei servizi vari alle imprese ed alle persone (-0,9%) mentre tiene il settore commerciale e turistico (-0,5%). L’inversione negativa nell’andamento del mercato del lavoro della regione negli ultimi due anni trova conferma nei dati sugli inattivi e sulle ore di cassa integrazione guadagni. Gli inattivi in età lavorativa dopo l’aumento del 2017 restano sostanzialmente stabili (-0,2%, era +2,1% nel 2017). Negli ultimi due anni tra gli inattivi cresce ed in misura più accentuata la “zona grigia” costituita da coloro che pur non rientrando nelle forze di lavoro possono considerarsi disponibili a lavorare a particolari condizioni (+2,5%). Tra questi aumentano in particolare coloro che non cercano attivamente (non avendo fatto azioni nelle quattro settimane precedenti l’indagine) ma sono disponibili a lavorare ampliando così l’area degli scoraggiati dalla carenza di opportunità di lavoro. Possiamo dunque sostenere che i dati restano critici e confermano la difficoltà nella quale versa il nostro tessuto produttivo, pur evidenziandosi qualche fattore positivo legato all’andamento della demografia d’impresa che, tuttavia, va sostenuto con politiche maggiormente attente alla dinamica dimensionale ed ai settori maggiormente innovativi. Bisogna aggiungere che i segnali di ripresa della manifattura meridionale degli ultimi anni non sono stati supportati dalle politiche, dove la politica industriale dovrebbe essere una politica “attiva”, in grado non solo di favorire lo sviluppo del tessuto produttivo tout court, ma anche di determinare un cambiamento del modello di specializzazione. È necessario fare leva su interventi “attivi” e “selettivi” per superare i ritardi endemici dell’area, primo fra tutti quello rappresentato dalle ridotte dimensioni di impresa, che è anche la principale concausa degli altri gap strutturali che concorrono a determinare il divario di sviluppo del Sud. Da questo punto di vista guardiamo con una certa apprensione alle scelte di politica economica messe in atto dall’attuale governo giallo-verde, poiché si continua con azioni non selettive sul lato degli aiuti alle imprese, concentrando risorse sulle piccole imprese ma senza un piano mirato alla crescita dimensionale e alla migliore collocazione nelle catene globali del valore e nei mercati esteri. In Italia le imprese da 0 a 9 dipendenti sono il 95% del totale e quelle superiori a 50 dipendenti meno dell’1%, ma da queste ultime deriva il 50% circa del valore aggiunto. Stesso discorso vale per il Mezzogiorno e per la Basilicata, che a maggior ragione necessita di una politica attenta al lato dell’acquisizione di valore e di posizionamento delle imprese estere che hanno sede in Basilicata. Queste spesso costituiscono un “traino” a favore di imprese locali. Precisamente, le unità produttive regionali possono essere coinvolte in fasi produttive, economicamente non convenienti se affrontate da sole, che richiedono l’implementazione di investimenti immateriali e/o l’acquisizione di professionalità in grado, a loro volta, di accrescere il numero delle unità che operano nei segmenti produttivi caratterizzati da una crescita della domanda più veloce. C’è dunque bisogno di rimettere in agenda un grande piano di rilancio dell’impresa al Sud, qualificando la prospettiva lavorativa e di stabilità di lavoratori e lavoratrici, pensando la Basilicata e il Mezzogiorno parte di un disegno organico e al centro di una nuova stagione di politica industriale”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, lunedì “Lezioni Materane” con Eugenio Coccia

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 11:16
La filosofia greca riconobbe un legame profondo tra la matematica e l'armonia della musica e del cosmo intero. Oggi la cosmologia pensa all'universo primigenio in termini di oscillazioni acustiche e la fisica delle alte energie guarda alle stesse particelle elementari in termini di vibrazioni di piccolissime corde. Nati dal vuoto, siamo circondati da vibrazioni: onde sonore, elettromagnetiche e gravitazionali. Non possiamo stupirci se la musica ci emoziona, ci sta solo restituendo alla nostra natura di figli di questo universo. A svelare la trama profonda che connette le prime intuizioni dei fondatori del pensiero filosofico antico e le conclusioni raggiunte dal pensiero scientifico contemporaneo è Eugenio Coccia, il direttore del Gran Sasso Science Institute (Centro di Studi Avanzati dell'INFN) e Professore Ordinario di Fisica all'Università di Roma "Tor Vergata”. Fisico sperimentale, il suo campo di attività è la fisica astroparticellare, in particolare la ricerca e lo studio delle onde gravitazionali. Sarà lui a tenere la quarta delle "Lezioni materane", il ciclo didattico di Radio tre per Matera 2019, dedicato a "I Sud" ed esplicitamente ispirato alle "Lezioni americane" di Italo Calvino, in programma lunedì 27 maggio alle ore 19 a Casa Cava, ingresso libero fino a esaurimento posti. A fare da contrappunto all’intervento del professore, “Da Democrito alle stringhe” la violinista materana Anna Maria Losignore che eseguirà musiche di J. S. Bach. Una musicista di formazione classica, che negli ultimi anni ha aperto i suoi orizzonti: dalla musica leggera alla produzione video e alle colonne sonore. Conduce Rossella Panarese di Radio Tre. Il prossimo appuntamento è con Sergio Fabbrini, il 17 giugno. Il direttore della School of Government della Luiss parlerà di Sud ed Europa. Partendo da una parola chiave, artisti, filosofi, scienziati e pensatori animano gli incontri con il caratteristico connubio di semplicità e precisione di Radio 3, da sempre impegnata nella diffusione e condivisione del sapere, per fare luce sulle tematiche introdotte dal dossier che ha portato Matera a diventare Capitale Europea della Cultura. Nello spazio parallelo offerto da Radio 3, i temi fondamentali della cultura diventano occasione di dialogo sulla trasformazione di una città dal passato difficile, ma che con rapidità ed esattezza ha lavorato sulle sue molteplicità per rendersi calvinianamente leggera, senza paura di interrogarsi sul rapporto tra ciò che è stato e ciò che sarà, sugli ingredienti necessari affinché una comunità decida di riscrivere il proprio destino, sfruttando ogni elemento a propria disposizione - tradizioni, tecnologie, arti – per accrescere e affinare negli abitanti il senso di cittadinanza e comunità. Le Lezioni Materane vanno inoltre a rinsaldare il legame tra la radio e Matera, che ospita per il nono anno – dal 13 al 15 settembre 2019 - i tre giorni di Materadio, un’occasione di festa per continuare a costruire insieme il panorama culturale e artistico della città.

Categorie: Notizie Basilicata

MARCIA CULTURA GIOVANI SCUOLA E LAVORO DA MATERA ALL’UE E ALL’ONU

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 11:01
“Si è tenuta ieri a Matera, tra l’entusiasmo incontenibile di 2000 giovani, la Marcia d’Amore per la Cultura.” È quanto si legge in una nota degli organizzatori diffusa da Tomangelo Cappelli Direzione Generale Presidenza della Giunta Regionale. “Iniziata a Potenza il 20 novembre la Marcia - prosegue la nota - sta attraversando come un fiume in piena, i Comuni Lucani, grazie ad alla partecipazione straordinaria dei giovani e alla capacità delle scuole di ogni ordine e grado che, in nome della cultura e per far conoscere le bellezze dei 131 paesi/presepi lucani, hanno saputo coinvolgere associazioni e pro loco, enti e amministrazioni locali, genitori, famiglie e gente comune. E Matera, ieri, ha fatto la sua grandissima parte regalando uno spettacolo da brividi ricco di emozioni che ha visto protagonisti, grazie all’amorevole sostegno di dirigenti e insegnanti di tutte le scuole della Città. Molte le rappresentanze regionali: i meravigliosi Tamburini di Stigliano, i portentosi Campanacci della Pro Loco San Mauro Forte i brillanti musicisti di tradizione del Liceo Musicale di Matera hanno assicurato un ritmo portentoso, imprimendo all’intero corteo una festosa aura di gioia. Presenti anche l’Istituto Comprensivo di Lauria e, idealmente, i 131 alunni della Scuola di Ripacandida che hanno fornito i 131 cartoncini rossi a forma di cuore, che hanno aperto la Marcia, con il disegno degli stemmi e dei nomi dei 131 comuni lucani rappresentandoli tutti nella comunione simbolica di tutta la Basilicata”. All’evento di Matera hanno partecipato l’assessora Antonicelli del Comune di Matera, Burgi della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Vincenzo Duni e Mario Coviello, Presidenti UNICEF, rispettivamente dei Comitati provinciali di Matera e Potenza, Else di Eles Belfontali presidente Federazione Nazionale Suonatori di Campane, Pasquale Cariello il più giovane Consigliere Regionale di basilicata, i Garanti regionali dell’infanzia e dell’adolescenza Giuliano della Basilicata, Marziale della Calabria, Marzetti Lazio, Pagani ella Lombardia, Abbaticchio della Puglia, Pagani della Lombardia, Nobili delle Marche Mirella Gallinaro Veneto. “La Marcia d’Amore per la Cultura di Matera - ha concluso Tomangelo Cappelli - ha assunto un profondo valore simbolico finalizzato ad esaltare e promuovere proprio il significato fondamentale della CULTURA, proprio nella Città designata Capitale Europea della CULTURA. Infatti con la sottoscrizione dell’Intesa ‘Giovani Scuola Lavoro’ da parte dei Garanti dell’Infanzia, UNICEF, Comune di Matera e Fondazione Matera-Basilicata 2019 i firmatari si impegnano a far inserire tra le priorità assolute, l’attuazione dell’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’, nelle rispettive Programmazioni della Regione Basilicata attraverso, del Governo Italiano attraverso i Garanti dell’Infanzia delle Regioni, dell’Unione Europea attraverso il Comune di Matera capitale Europea della cultura e la Fondazione Matera-Basilicata, dell’ONU attraverso Francesco Samengo presidente UNICEF Italia per promuovere il rispetto dei diritti umani, dell'infanzia e dell'adolescenza, delle libertà fondamentali a vantaggio di tutti gli individui del Mondo. Encomiabile l’apporto dei Vigili Urbani coordinati dal Tenente Orazio Falcone, della Questura di Matera, dell’A.E.O.P.C. Italia. Associazione Operatori Protezione Civile E Ambientale - Matera diretta da Emilio Sacco e del CISOM Corpo Italiano Soccorso dell’Ordine di Malta diretti da capogruppo Salvatore Pellegrini che hanno vigilato sul buon andamento della marcia che si è conclusa alle 12 con ‘VOX DEI: il Concerto di Campanili più grande del mondo’, l’evento che vha fatto suonare all'unisono i campanili dei comuni della Basilicata, delle Comunità dei Lucani all'Estero, con la partecipazione straordinaria degli 8000 campanari iscritti alla Federazione Nazionale dei Campanari Italiani e del Sacro Convento di San Francesco di Assisi che, riconoscendo all’iniziativa un grande valore simbolico ed educativo, ha inviato una Benedizione per partecipanti e organizzatori, facendo suonare anche le campane d’Assisi”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Riunione a Potenza del Consiglio territoriale Uilm Basilicata

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 10:23
"Si svolgerà domani venerdì 24 maggio 2019, con inizio alle ore 9.00, presso la sala Scambiologico di Potenza, il Consiglio Territoriale della Uilm Basilicata in cui - si legge in una nota del sindacato di categoria -  si discuterà dello sciopero nazionale dei metalmeccanici che si terrà a Napoli il 14 giugno 2019 proclamato da Fim Fiom e Uilm e della situazione industriale regionale a partire dalle vertenze in atto nella nostra Regione".
La relazione introduttiva sarà del Segretario Regionale Uilm Basilicata Marco Lomio.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

WTC Basilicata: incontro per opportunità di business con Taiwan

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 08:56
“Sviluppo imprenditoriale lucano e opportunità di business con Taiwan”: è questo il titolo di un incontro che il WTC (World Trade Center) Basilicata organizza, in collaborazione con la Camera di Commercio della Basilicata giovedì 30 Maggio 2019, dalle 10 alle 13, al Grand Hotel Pianeta Maratea a Maratea. L'obiettivo è presentare una nazione di 23 milioni di persone governate da una democrazia piena, che ha in diversi settori (industria della green economy, meccanica di precisione, ICT e biotecnologie) alcuni dei suoi punti di forza.

“Conosceremo un Paese che ha saputo scommettere su se stesso, puntando su trasparenza, efficienza e reale innovazione. Taiwan è molto attrattiva per le Pmi di eccellenza italiane, e auspichiamo che anche le aziende export oriented della Basilicata possano realizzare presto investimenti e partnership”, dichiara Rina Cosentino, presidente del WTC Basilicata, che nasce nel 2011 a Potenza con l’intento di affermarsi come centro strategico del commercio per tutte quelle imprese che desiderano attivare rapporti e cooperazioni sia all’interno del territorio che all’esterno, con l’ambizione di proiettarsi in una dimensione internazionale”.

Tra i relatori dell'incontro ci sarà anche Christie Huang, Direttore Taiwan Trade Center Milano, la rappresentanza TAITRA in Italia. TAITRA (Taiwan External Trade Development Council) è la principale organizzazione non-profit per la promozione del commercio estero di Taiwan. Fondata nel 1970, conta su 1200 operatori, 4 uffici a Taiwan e 60 sedi all'estero. Promuove le relazioni commerciali di Taiwan sui mercati internazionali ed è protagonista di 40 Fiere internazionali organizzate a Taipei e 260 eventi promossi nel mondo, con 80.000 visitatori e buyer internazionali invitati a Taiwan. Tra le principali funzioni, assiste le aziende di Taiwan ad espandersi sui mercati internazionali, supporta gli operatori italiani che vogliono entrare in contatto con fornitori/partener di Taiwan, organizza incontri B2B con potenziali supplier. Nel corso degli anni, grazie ai suoi servizi, più di 4.000 operatori taiwanesi sono entrati in contatto con quasi 10.000 aziende internazionali. Tra le facilities si segnala Taiwantrade, un servizio gratuito di videoconferenza per incontrare online potenziali fornitori di Taiwan selezionati dal personale Taitra.
Categorie: Notizie Basilicata

A Grassano manifestazione su primi 40 anni Fidas Basilicata

Basilicatanet - Gio, 23/05/2019 - 08:52
Si terrà a Grassano, venerdì 24 maggio alle ore 18.00, presso l'Auditorium della Pace una manifestazione per ricordare i primi 40 anni di Fidas Basilicata che formalmente si costituiva in Matera nel maggio del 1979. Nell'occasione - si legge nella nota diffusa dall'ufficio stampa della Fidas - saranno conferiti i premi del Concorso "Imperia Vignola" per gli alunni vincitori del concorso rivolto rispettivamente a Marta Garzone per la scuola primaria, alla classe 1/A della scuola secondaria di primo grado e alla classe 3/B dell’I.T.E. Grassano. Imperia Vignola, donatrice, dirigente e collaboratrice sanitaria della Fidas per tutti gli anni della sua vita. Una figura di volontaria a 360° che con impegno e dedizione ha dato il suo notevole contributo alla promozione del dono del sangue. In seguito sarà presentato il volume "Il Dono Del Sangue, 40 anni di donazioni con la Fidas Basilicata" curato da Antonio Bronzino che ripercorre la storia dei 40 anni di vita e di attività della Fidas Basilicata." Interverranno il Vicepresidente nazionale Pierfrancesco Cogliandro e l'Assessore Regionale ai Servizi alla Persona, dottor Rocco Leone. Saranno presenti per i saluti Antonietta Tortorelli presidente Fidas Grassano, Pancrazio Toscano Presidente Fidas Basilicata, Filippo Lubeto sindaco di Grassano, dottor Giovanni Canitano Dipartimento Politiche alla persona Regione Basilicata. A testimoniare i lunghi anni di attività della Fidas in qualità di soci fondatori Nicola Altieri e Paolo Ettorre, tra gli interventi programmati Lucia Fuina vice coordinatore nazionale giovani Fidas, Rocco Franciosa vicepresidente regionale Fidas, Isa Cammarota presidente della sezione di Vaglio di Basilicata e Rosanna Persiani presidente Fidas Rotondella. A presentare il libro Rosita Orlandi della Fiads Nazionale, l’incontro sarà moderato dal giornalista e responsabile ufficio stampa Fidas Giovanni Spadafino.

Bas 05
Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: LA SERPE D'ORO

Basilicatanews - Mer, 22/05/2019 - 20:54
Premiazione del concorso nazionale di Narrativa “La Serpe d’oro” a Matera- Fra i premiati due cittadine Materane ore 16,30 del giorno 08-06-2019..  

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

BARI: Treno del pensiero… un viaggio su “La Verde via”

Basilicatanews - Mer, 22/05/2019 - 20:40
Treno del pensiero… un viaggio su “La Verde via”  Il 25 maggio in programma il primo viaggio sul tema “Lo stile di vita mediterraneo per il raggiungimento degli obiettivi dell’agenda 2030”…    

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

LATRONICO: Iniziativa nonviolenta sospesa il 16 A ciascuno il suo.

Basilicatanews - Mer, 22/05/2019 - 20:36
Bolognetti: dalla mezzanotte di giovedì riprendo l'iniziativa nonviolenta sospesa il 16. A ciascuno il suo.  

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019: I-DEA, programma incontri dedicato a Steven Feld

Basilicatanet - Mer, 22/05/2019 - 18:25
Il 25 e il 26 maggio 2019, nell'ambito del public program del progetto I-Dea, La Fondazione Matera- Basilicata 2019 presenta due eventi dedicati al lavoro dell'antropologo del suono statunitense Steven Feld, in relazione soprattutto alla sua riflessione e ricerca sulle celebrazioni del Maggio di Accettura. Un progetto questo - si legge in una nota - che permetterà al pubblico e ai visitatori di scoprire e leggere in chiave contemporanea riti antichissimi e tradizioni fondamentali della storia della Basilicata e dell'Italia intera. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Sabato alle ore 17 si svolgerà una tavola rotonda con Nicola Scaldaferri, docente Università degli Studi di Milano, Serena Facci, docente Università di Roma Tor Vergata, Ferdinando Mirizzi, docente dell'Università degli Studi della Basilicata, Don Giuseppe Filardi, ricercatore, storico e Parroco, Alfonso Vespe, Sindaco di Accettura e lo stesso Feld, modera Chiara Siravo, curatrice associata di I-Dea. Interventi musicali saranno a cura di Alberico Larato, complessi di Bassa Musica e musicisti spontanei di Accettura. Per l'occasione sarà resa accessibile, open accessla versione inglese del cdbook I suoni dell'albero (When the Trees Resound, edited by N. Scaldaferri and S. Feld, Nota-Voxlox 2019) dove sono inclusi i materiali dell'installazione. Domenica26 maggio alle ore 19,30 sarà proiettato in anteprima europea il film Voices of the Rainforest al Cinema Piccolo di Matera, un'opera che racconta più di 30 anni di lavoro e di ricerca di Feld.
Il programma di incontri offre una opportunità di approfondimento dell'installazione sonora di Steven Feld
I suoni dell'Albero. Il Maggio di S. Giuliano ad Accettura, progetto di Nicola Scaldaferri con fotografie di Stefano Vaja e Lorenzo Ferrarini ospitata presso Cava Paradiso, dove fino al 7 giugno è anche possibile visitare la mostra Le Due Culture—Artefatti e Archivia cura di Mario Cresci. L'installazione, che per la prima volta permette di fruire la soundscape compositiondi Feld, è stata realizzata grazie ad un importante lavoro di ricerca cominciato in Basilicata nel 2004. Il progetto nasce da una mappatura dei suoni del Maggio di Accettura, una festa popolare che si tiene tutti gli anni nel periodo della Pentecoste. Presso Cava Paradiso a Matera, i visitatori sono invitati a perdersi tra le sonorità della festa in uno spazio progettato per restituire un'esperienza uditiva. All'ingresso sono invece esposte le fotografie di Stefano Vajae di Lorenzo Ferrariniche introducono al tutto. Nel Maggio del 2005, nel quadro di una ricerca coordinata da Nicola Scaldaferri, Feld giunge ad Accettura, immergendosi nel flusso sonoro della festa del Maggio di S. Giuliano, il più celebre dei riti arborei lucani. Il calendario delle celebrazioni vede il suo nucleo principale nei giorni che vanno dalla domenica al martedì di Pentecoste: esso prevede l'utilizzo di due alberi, un cerro (il Maggio) e un agrifoglio (la Cima), tagliati nei boschi di Montepiano e Gallipoli-Cognato, trasportati in paese, uniti ed eretti in coincidenza con la festa di San Giuliano che vede partecipazione compatta di tutta la popolazione e all'elevato numero di visitatori che giungono da fuori. La folta presenza di gruppi di musicisti spontanei, accanto a gruppi organizzati (bande e complessi di bassa musica) producono un'intensa sonorizzazione che accompagna in modo incessante le fasi della festa sottolineandone i momenti salienti. Il lavoro di Feld è parte della più ampia ricerca sulla componente sonora e le pratiche musicali della festa del Maggio, rimasta spesso ai margini delle numerose e pur autorevoli indagini inaugurate dai lavori di Giovanni Battista Bronzini negli anni '60. Al gruppo di ricerca hanno partecipato i fotografi Stefano Vaja e Lorenzo Ferrarini, gli etnomusicologi Fabio Calzia, Cristina Ghirardini, Elisa Piria e Guido Raschieri; inoltre, i musicisti Alberico Larato e Quirino Valvano che affiancavano Scaldaferri nel suo duplice ruolo di ricercatore e suonatore. I risultati sono confluiti nel volume I suoni dell'albero. Il Maggio di S. Giuliano ad Accettura, che accoglie anche i contributi di Ferdinando Mirizzi, profondo conoscitore delle indagini etnografiche condotte sul campo, e don Giuseppe Filardi, figura chiave dell'esperienza del Maggio nel suo molteplice ruolo di storico, ricercatore e parroco di Accettura. I-DEA, a cura di Joseph Grima, è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019che esplora gli archivi e le collezioni della Basilicata da un punto di vista artistico. Cinque artisti e designer, la cui pratica trova i fondamenti nella ricerca, sono stati invitati a curare cinque mostre consecutive utilizzando gli archivi come punto di partenza. Lavorando con una serie di materiali e documenti apparentemente sconnessi tra loro, gli artisti sono invitati ad immergersi negli archivi trasmettendo la loro interpretazione sotto forma di una mostra temporanea. Open Design School ha disegnato un sistema di allestimenti aperto, modulare e movibile che possa portare umiltà, dubbio, curiosità e uno spirito anti-didattico nella curatela di collezioni e materiali di archivio. Oltre alle esposizioni permanenti, sono previsti workshop, performance, talk e altri momenti di approfondimento. Prossimo appuntamento l'8 giugno 2019 con l'inaugurazione della mostra Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulationa cura dello Studio Formafantasma.


Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page