Aggregatore di feed

POTENZA: Rinnovo patenti Asp provveda con immediatezza a programmare visite mediche necessarie

Basilicatanews - Ven, 10/07/2020 - 16:16

Non è affatto conclusa la vicenda del rinnovo delle patenti speciali da parte dell’Asp. A gennaio lo Spi Cgil di Basilicata denunciò i gravi disservizi da parte dell’azienda sanitaria locale che non era nelle possibilità di effettuare le visite mediche a causa del mancato rinnovo della commissione medicale locale che ha il compito di effettuare gli accertamenti sanitari necessari per il rinnovo delle patenti speciali da parte della motorizzazione.

Apprendiamo oggi da alcuni iscritti al sindacato dei pensionati che, nonostante il governatore Vito Bardi il 23 giugno abbia emanato il nuovo decreto di nomina della commissione, tutt’ora non è possibile ottenere il rinnovo delle patenti in quanto l’Asp ha difficoltà nel dare corso alla prenotazione delle visite necessarie. Il disservizio, protrattosi nel tempo, è diventato una vera e propria urgenza oltre che una violazione del diritto alla mobilità dei cittadini.

Pare siano migliaia le persone in attesa delle visite mediche per l’idoneità al rinnovo delle patenti. Chiediamo all’Asp di porre rimedio con immediatezza, programmando velocemente tutte le visite per le patenti scadute o in scadenza al fine di permettere ai richiedenti di ottenere i permessi provvisori in attesa della visita nei tempi dettati dai decreti ministeriali. In ogni caso, in presenza di esigenze impellenti e non rinviabili, chiediamo all’Asp di fissare le visite con priorità in modo da garantire l’ottenimento immediato del permesso provvisorio.

 40 total views,  40 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA, Emergenza Covid-19, aggiornamento 10 luglio (dati 9 luglio)effettuati 217 test TUTTI NEGATIVI

Basilicatanews - Ven, 10/07/2020 - 12:46

La task force regionale comunica che ieri, 9 luglio, sono stati effettuati 217 test per l’infezione da Covid-19, risultati tutti negativi.

Con questo aggiornamento i casi di contagio in Basilicata restano 3.

Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza sono ricoverate 3 persone: una residente in Basilicata e conteggiata nel totale dei lucani attivi, le altre due di nazionalità estera e provenienti da Stato estero.

I cittadini lucani in isolamento domiciliare sono 2.

AI positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 371 guariti; 2 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata ed entrambe ricoverate all’Ospedale ‘San Carlo’.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 41.973 tamponi, di cui 41.550 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 11 luglio, alle 12,00.

 3 total views,  3 views today

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: Fiammata Cova Viggiano, Rosa: attivati controlli e segnalazioni

Basilicatanews - Ven, 10/07/2020 - 12:43

In merito a quanto occorso questa mattina al Centro Olio di Viggiano, dove si è verificata
una nuova fiammata con conseguente blocco dell’impianto e attivazione del piano di
emergenza interno, la Regione Basilicata e l’Arpab, ognuna per le proprie competenze,
sono già intervenute per effettuare i dovuti controlli.
Si precisa che la Regione ha integrato, riportando quanto accaduto oggi, la nota già inviata
all’Unmig, nella quale sono stati segnalati gli accadimenti verificatisi nei giorni scorsi. Tutte
le risultanze dei controlli saranno tempestivamente rese pubbliche.
Lo rende noto l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa.

 3 total views,  3 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Fiammata Cova Viggiano, Rosa: attivati controlli e segnalazioni

Basilicatanet - Ven, 10/07/2020 - 12:41
In merito a quanto occorso questa mattina al Centro Olio di Viggiano, dove si è verificata una nuova fiammata con conseguente blocco dell’impianto e attivazione del piano di emergenza interno, la Regione Basilicata e l’Arpab, ognuna per le proprie competenze, sono già intervenute per effettuare i dovuti controlli.
Si precisa che la Regione ha integrato, riportando quanto accaduto oggi, la nota già inviata all’Unmig, nella quale sono stati segnalati gli accadimenti verificatisi nei giorni scorsi. Tutte le risultanze dei controlli saranno tempestivamente rese pubbliche.
Lo rende noto l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa. 


POTENZA: EMERGENZA COVID-19 BARDI EMANA ORDINANZA N° 29

Basilicatanews - Ven, 10/07/2020 - 12:41

Obbligo di comunicazione, quarantena per chi proviene dall’estero, ad eccezione degli Stati europei espressamente indicati, e ripresa degli sport di contatto e di squadra. Sono queste le principali novità contenute nell’ordinanza n. 29 emanata dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e pubblicata sul Bur speciale n. 66 del 10 luglio, per contrastare nuove ondate dell’epidemia da Covid-19:

In particolare, l’ordinanza dispone l’obbligo di comunicazione immediata al medico di base, al pediatra, in caso di minori, o al numero verde istituito dalla Regione 800996688 per tutte le persone che giungono o rientrano in Basilicata dall’estero con qualsiasi mezzo di trasporto pubblico o privato.  E’ possibile anche registrarsi sulla piattaforma informatica “Registra COVID” cliccando sulla home page del sito internet www.regione.basilicata.itindicando luogo di provenienza, di destinazione principale, periodo di soggiorno, recapiti telefonici.

Per tutti costoro è previsto l’obbligo della quarantena fiduciaria di quattordici giorni presso l’abitazione, dimora o luogo di soggiorno preventivamente indicati e il divieto di contatti sociali, spostamenti o viaggi.

Non è tenuto alla comunicazione chi proviene da Austria, Belgio, Bulgaria, Svizzera, Cipro, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Estonia, Grecia, Spagna, Finlandia, Francia, Croazia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Lettonia, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Svezia, Slovenia, Slovacchia, Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato Città del Vaticano.. L’obbligo non si estende anche a chi proviene dalle altre regioni italiane.

Alla persona entrata in Basilicata sarà proposto il tampone rino-faringeo sulla base delle indicazioni nazionali. In caso di negatività al virus cessa la permanenza domiciliare fiduciaria. In caso di risultato positivo, invece, la persona contagiata sarà presa in carico dalle unità sanitarie speciali Covid-19, fermo restando la permanenza domiciliare.

L’ordinanza consente anche la ripresa degli sport di contatto e di squadra e integra le misure precauzionali relative allo svolgimento dei ricevimenti nell’ambito di cerimonie ed eventi simili.

Per quanto non modificato o integrato dall’ordinanza restano salve e continuano ad applicarsi le misure già adottate il 14 giugno scorso.

 4 total views,  4 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Emergenza Covid-19, Bardi emana l’ordinanza n. 29

Basilicatanet - Ven, 10/07/2020 - 12:02
Obbligo di comunicazione, quarantena per chi proviene dall’estero, ad eccezione degli Stati europei espressamente indicati, e ripresa degli sport di contatto e di squadra. Sono queste le principali novità contenute nell’ordinanza n. 29 emanata dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e pubblicata sul Bur speciale n. 66 del 10 luglio, per contrastare nuove ondate dell’epidemia da Covid-19:
In particolare, l’ordinanza dispone l’obbligo di comunicazione immediata al medico di base, al pediatra, in caso di minori, o al numero verde istituito dalla Regione 800996688 per tutte le persone che giungono o rientrano in Basilicata dall’estero con qualsiasi mezzo di trasporto pubblico o privato.  E’ possibile anche registrarsi sulla piattaforma informatica “Registra COVID” cliccando sulla home page del sito internet www.regione.basilicata.it, indicando luogo di provenienza, di destinazione principale, periodo di soggiorno, recapiti telefonici.
Per tutti costoro è previsto l’obbligo della quarantena fiduciaria di quattordici giorni presso l’abitazione, dimora o luogo di soggiorno preventivamente indicati e il divieto di contatti sociali, spostamenti o viaggi.
Non è tenuto alla comunicazione chi proviene da Austria, Belgio, Bulgaria, Svizzera, Cipro, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Estonia, Grecia, Spagna, Finlandia, Francia, Croazia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Lettonia, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Svezia, Slovenia, Slovacchia, Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato Città del Vaticano.. L’obbligo non si estende anche a chi proviene dalle altre regioni italiane.
Alla persona entrata in Basilicata sarà proposto il tampone rino-faringeo sulla base delle indicazioni nazionali. In caso di negatività al virus cessa la permanenza domiciliare fiduciaria. In caso di risultato positivo, invece, la persona contagiata sarà presa in carico dalle unità sanitarie speciali Covid-19, fermo restando la permanenza domiciliare.
L’ordinanza consente anche la ripresa degli sport di contatto e di squadra e integra le misure precauzionali relative allo svolgimento dei ricevimenti nell’ambito di cerimonie ed eventi simili.
Per quanto non modificato o integrato dall’ordinanza restano salve e continuano ad applicarsi le misure già adottate il 14 giugno scorso.


Emergenza Covid-19, aggiornamento 10 luglio (dati 9 luglio)

Basilicatanet - Ven, 10/07/2020 - 11:54
La task force regionale comunica che ieri, 9 luglio, sono stati effettuati 217 test per l’infezione da Covid-19, risultati tutti negativi.
Con questo aggiornamento i casi di contagio in Basilicata restano 3.
Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale ‘San Carlo’ di Potenza sono ricoverate 3 persone: una residente in Basilicata e conteggiata nel totale dei lucani attivi, le altre due di nazionalità estera e provenienti da Stato estero.
I cittadini lucani in isolamento domiciliare sono 2.
Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 371 guariti; 2 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata ed entrambe ricoverate all’ospedale ‘San Carlo’.
Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 41.973 tamponi, di cui 41.550 risultati negativi.
Il prossimo aggiornamento domani, 11 luglio, alle 12,00.

   

Tariffario opere pubbliche, Regione approva appendice Covid-19

Basilicatanet - Ven, 10/07/2020 - 11:27
La giunta regionale, nell’ultima seduta, ha aggiornato l’edizione 2020 del tariffario unificato di riferimento dei prezzi delle opere pubbliche, a fronte dei protocolli condivisi con il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti finalizzati alla regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri edili.
“A seguito della dichiarazione dello stato di emergenza – dichiara l’assessore regionale Donatella Merra – sono stati adottati provvedimenti per contenere la diffusione del virus a tutela della salute dei lavoratori. E l’ufficio competente del Dipartimento Infrastrutture e mobilità, preposto alla tenuta e all’aggiornamento delle tariffe di riferimento dei prezzi per le opere pubbliche, ha operato una ricognizione verificando l’assenza di voci per la salute e sicurezza dei lavoratori nei cantieri edili con specifico riferimento al rischio biologico e chimico”.
L’assessore sottolinea inoltre che “l’ufficio regionale Edilizia e opere pubbliche ha prodotto un elenco da rendere disponibile in appendice al prezzario in vigore e valido per l’intera durata dell’emergenza sanitaria, dopo aver preso atto degli incontri sul tema avuti nell’ambito del gruppo di lavoro “Capitolati e prezzari” del tavolo delle Regioni e Province autonome.
Nella delibera – conclude Merra – è specificato che le stazioni appaltanti hanno la facoltà di riconoscere un incremento percentuale del costo di alcune lavorazioni, per eventuali maggiori oneri derivanti dalla gestione del rischio Covid-19, documentati dalle imprese e ritenuti congrui dal responsabile unico del procedimento”.
  

Tavolo trasparenza, Cupparo: “Dannosi confusione e protagonismi"

Basilicatanet - Ven, 10/07/2020 - 10:50
“I tavoli istituzionali si fanno nelle istituzioni e senza confusione di ruoli tra presidente di giunta e presidente del consiglio e, soprattutto, senza sostituirsi ai sindacati che fanno il proprio mestiere”. È quanto afferma l’assessore alle Attività produttive della regione Basilicata, Francesco Cupparo.
“Voglio ricordare che ieri, mentre altri a Viggiano hanno tenuto un’iniziativa a metà strada tra la manifestazione di protesta e un ‘tavolino istituzionale’, insieme al collega Gianni Rosa, al Dipartimento ho incontrato delegazioni di Confindustria Basilicata e Confapi di Potenza e Matera per discutere dei programmi di investimenti della Total e quindi come in concreto farli diventare opportunità di sviluppo della nostra imprenditoria e soprattutto occasione di nuovo lavoro. È questo – continua Cupparo – il metodo di lavoro che come giunta regionale, in piena sintonia tra presidente e assessori, ci siamo dati perché il cambiamento si costruisce giorno per giorno a partire dal metodo di lavoro, fortemente diverso dal passato e sotto il segno della discontinuità.
Preferisco pertanto pensare che l’iniziativa di Carmine Cicala, che evidentemente ha dimenticato per un giorno di essere il presidente del Consiglio regionale, rappresentante istituzionale e garante di tutto il Consiglio, sia solo un incidente di percorso dovuto inconsapevolmente a una sottovalutazione e, forse, a pressioni venute da ambienti del suo partito in Val d’Agri. Come voglio pensare che il protagonismo del sindaco di Viggiano sia stato dettato dalla reale volontà di dare un contributo alle problematiche del comprensorio petrolifero e che la sua sia una semplice dimenticanza di invito all’assessore alle Attività produttive che ogni settimana tiene incontri al Dipartimento sulle stesse problematiche. Come sanno bene tutti i sindaci della Val d’Agri che in Regione hanno sempre trovato la porta aperta per il confronto, la concertazione con l’Eni è tuttora in corso e richiede idee chiare e nervi saldi.
È il caso di riferire, per evitare confusione, che il tavolo della trasparenza è stato già chiesto al presidente Bardi dai segretari di Cgil, Cisl e Uil ed è oggetto di calendarizzazione come impegno diretto del presidente che ha già dato indicazioni a me e al collega Rosa, ciascuno per le proprie competenze assessorili. Non c’è pertanto alcun bisogno di affermare protagonismi che – dice Cupparo – nuocciono all’immagine della giunta, compresi gli assessori del partito di Cicala, e creano solo dannose quanto inutili competizioni politiche.
Sempre nell’incontro di ieri con i rappresentanti imprenditoriali, che è il primo di un fitto programma di interlocuzione istituzionale che coinvolgerà tutte le parti datoriali, sindacali, e naturalmente i sindaci, abbiamo registrato una forte sintonia su come procedere a sostegno dei cosiddetti progetti no-oil nell’ambito della programmazione di sviluppo sostenibile che l’assessore Rosa ha fatto bene a ribadire quale strategia qualificante della giunta. È su questa strada che intendiamo procedere. Altri farebbero bene invece a fare qualche passo indietro tenuto conto che non ci sono e non ci saranno mai territori e questioni di competenza personale o di una sola parte politica, specie se riguardano l’interesse dell’intera comunità regionale".

  

MATERA: “Troppi furti in pochi giorni nelle attività commerciali di Matera; necessario

Basilicatanews - Ven, 10/07/2020 - 08:27

 investire in sicurezza e potenziare l’organico delle forze dell’ordine”

Ho chiesto a più riprese, visto il ripetersi di atti criminosi, l’istituzione di una sezione della Direzione Investigativa Antimafia nel metapontino, fondamentale per la sua posizione baricentrica e strategica, in quanto coprirebbe tutto l’arco dell’alto ionio calabrese fino alla città di Taranto, senza ottenere risposte concrete.

Ho depositato quindi un’ulteriore interrogazione al Ministro dell’Interno Lamorgese, affinchè si adoperi quanto prima per potenziare l’organico delle forze dell’ordine sul territorio materano, in maniera da poterlo presidiare al meglio e contrastare le attività criminali in continuo aumento negli ultimi mesi. Ed è proprio su questo secondo rilevante aspetto che vorrei soffermarmi, guardando però ora alla mia città, Matera, dove negli ultimi giorni, in centrali arterie cittadine, si sono verificati ben 6 furti notturni in alcune attività commerciali e con identica modalità, vale a dire entrando da piccolissime finestre del retrobottega. Una città che per l’intero 2019, anno in cui è stata Capitale Europea della Cultura, è stata visitata da centinaia di migliaia di turisti ed ha fatto registrare un numero piuttosto limitato di eventi criminali, soprattutto grazie alla costante e nutrita presenza delle forze dell’ordine ed alla collaborazione dell’intera cittadinanza non può di colpo trasformarsi in un far west. Matera, da sempre isola felice e non a caso una delle più sicure tra le città capoluogo di provincia, non può perdere questo primato e ritrovarsi di fronte ad una vera e propria criticità legata ai furti nelle attività commerciali. E’ evidente che, parlando di 6 furti in 10 giorni ed in attività vicinissime tra loro, la percezione di insicurezza dei cittadini, nel caso specifico, dei commercianti, diventa altissima anche perché, non trattandosi di sottrazioni milionarie ma di poche centinaia di euro e principalmente di sfregi alle attività, il pensiero va ben oltre: e se si trattasse di estorsione?

Per cercare di ritornare pertanto ai livelli di sicurezza che hanno distinto Matera fino allo scorso anno, è necessario attivare gli strumenti che le normative mettono a disposizione per contrastare la criminalità. In primis dando la possibilità alle forze dell’ordine di operare, quindi investendo in sicurezza. Di qui l’esigenza di potenziare l’organico delle stesse forze dell’ordine nella città dei Sassi ed impiegare le dovute risorse finanziarie per permettere un migliore pattugliamento soprattutto nelle ore notturne, quando risultano davvero risicate le unità operanti sul territorio, le quali sono chiamate ad uno smisurato sacrificio che non può però sortire l’effetto sperato.

Chiudo con un’emblematica frase dello storico, oratore e senatore romano, Publio Cornelio Tacito: “Il bisogno di sicurezza ostacola qualsiasi grande e nobile impresa”. Interveniamo dunque in maniera repentina per riportare Matera allo splendore ed alla serenità del passato.

 20 total views,  20 views today

Categorie: Notizie Basilicata

Leone: in atto verifiche per implementare la radioterapia a Matera

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 18:34

“Il Dipartimento Politiche della Persona della Regione Basilicata sta procedendo a una ricognizione delle risorse disponibili e a una verifica dello stato dei procedimenti amministrativi finalizzati ad implementare il servizio di radioterapia presso l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera. Un atto dovuto, se si tiene conto che esattamente un anno fa il consigliere di Fratelli d’Italia Giovanni Vizziello aveva presentato in Consiglio regionale una mozione, approvata all’unanimità, diretta ad istituire la radioterapia al Madonna delle Grazie per consentire ai cittadini della provincia di Matera un più facile accesso a prestazioni essenziali nelle terapie oncologiche. Un servizio utile anche a contenere i costi della migrazione sanitaria, particolarmente severa per la nostra regione per quello che riguarda le patologie tumorali”.
Così l’assessore Rocco Leone, che replica alle dichiarazioni del capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli.
Leone precisa, inoltre, che è iniziato lo stesso iter per l’ampliamento e ammodernamento del Pronto Soccorso dell’ospedale materano e per la trasformazione dell’ex Dispensario in un Centro di Neuropsichiatria infantile.
“Tutto questo in un’ottica di programmazione e riqualificazione del Madonna delle Grazie.  La dotazione di branche specialistiche quali la chirurgia toracica e pediatrica faranno sì che il nosocomio ritorni ad essere nei fatti un Dea di I livello. Stiamo creando le condizioni attrattive affinché ai prossimi concorsi per primari partecipino persone di riconosciuta autorevolezza, ricordando a me stesso e a tutti voi che la “medicina” è fatta di uomini. Quindi maggiore qualificazione e maggiore meritocrazia, questa è la nostra stella polare”.

 

Rosa: tutte balneabili le acque dei nostri mari

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 17:50

“Il messaggio lanciato da Legambiente è fuorviante e trasmette all’opinione pubblica uno scenario dei mari lucani non rispondente alla realtà. I riscontri che abbiamo si basano sulle procedure di campionamento previste dalla normativa nazionale e ci dicono altro. Confermano che le acque dei nostri mari sono prive di contaminazione microbiologica e, sono, dunque, tutte balneabili, ad esclusione delle foci che, come tutti sanno, non sono state mai balneabili”.
Lo puntualizza l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, in riferimento ai risultati di un monitoraggio effettuato da Goletta Verde sulle coste della Basilicata e diffuso da Legambiente.
“Che esista una criticità sul sistema di depurazione lucano è dato noto, in quanto la Regione Basilicata rientra proprio per i depuratori nelle procedure di infrazione europea. Ma, al contempo, va anche precisato che sono investiti circa 84 milioni di euro per l’ammodernamento e la manutenzione degli stessi impianti al fine di sbloccare la situazione.
Altra cosa, invece, è asserire che siamo di fronte a punti ‘inquinati’ o ‘fortemente inquinati’, cosa che non può dirsi per i nostri mari.
La costa jonica è tra le più monitorate d’Italia con una media di un punto di prelievo ogni 900 metri di costa. Nel caso del sito denominato “foce Canale Toccacielo” la frequenza di campionamento e la distanza di campionamento scende a un prelievo ogni 300 metri di costa.
Ho sempre apprezzato, e apprezzo tuttora, l’impegno di Legambiente e delle altre associazioni ambientaliste. Sarebbe, però, opportuno che ci fosse una maggiore condivisione esclusivamente finalizzata a tutelare l’ambiente”.  

 

Trasporto pubblico su gomma, Merra: si rinnovano i mezzi

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 12:58
“Attraverso la sostituzione di circa 90 autobus euro zero stiamo lavorando per migliorare le condizioni di trasporto pubblico su gomma. Un significativo e da tempo auspicato rinnovo del parco rotabile darà finalmente una concreta risposta all’elevamento della qualità del servizio”.
È quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra.
“L’attuazione del piano di rinnovo dei mezzi del trasporto pubblico su gomma – spiega Merra – è in dirittura d’arrivo con l’assegnazione delle quote di contributo alle singole imprese, per un ammontare complessivo di circa nove milioni di euro. Le aziende hanno già sottoscritto i contratti di fornitura e sono stati già immessi in esercizio, ad oggi, circa quaranta autobus nuovi. Entro la fine del 2020 – aggiunge Merra - troverà quasi completa attuazione anche il secondo programma di investimento, di circa sette milioni di euro, che prevede l’acquisto di nuovi autobus che consentiranno la sostituzione totale dei residui bus euro zero. Con l’acquisto di circa 30 autobus sono inoltre in corso – sottolinea Merra - i programmi per il rinnovo degli autobus di Potenza e Matera,  con un impegno di risorse pari a circa sette milioni di euro. Il Comune di Matera ha già proceduto all’acquisto tramite Consip, mentre la Città di Potenza ha proceduto con un primo affidamento di tre nuovi bus elettrici, già consegnati che saranno immessi in circolazione nelle prossime settimane, oltre ad ulteriori 20 bus nuovi che entreranno in esercizio tra qualche mese.  Inoltre – annuncia ancora Merra - sarà avviata a breve la sostituzione degli autobus euro 0 circolanti anche negli altri Comuni. Il Piano consentirà di sostituire circa 20 bus vecchi euro 0 e le risorse sono complessivamente circa 6 milioni di euro. Risolte le problematiche di bilancio relative alla disponibilità degli avanzi contabili, si potranno a breve assegnare le risorse. Nel breve periodo procederemo a un ulteriore rinnovo del parco rotabile circolante, utilizzando sia le risorse rivenienti dal Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 (4 milioni di euro), sia le risorse del 223 del 29 maggio 2020 (circa 13 milioni di euro). Tutte queste azioni poste in essere dall’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità – conclude Merra – consentiranno finalmente un robusto svecchiamento del parco rotabile mediante la sostituzione degli autobus aventi classe di emissione tipo 1 e 2, andando così a creare le condizioni per un trasporto pubblico efficiente e con adeguati standard di qualità del servizio”.

Emergenza Covid-19, aggiornamento 9 luglio (dati 8 luglio)

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 11:36
La task force regionale comunica che ieri, 8 luglio, sono stati effettuati 426 test per l’infezione da Covid-19, risultati tutti negativi.

Con questo aggiornamento i casi di contagio in Basilicata restano 3.

Nel reparto di malattie infettive dell’ospedale San Carlo di Potenza sono ricoverate 2 persone: una residente in Basilicata e conteggiata nel totale dei lucani attualmente attivi, l’altra di nazionalità estera e proveniente da Stato estero.

I lucani in isolamento domiciliare sono 2.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 371 guariti; 2 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata di cui una ricoverata all’Ospedale San Carlo di Potenza.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 41.756 tamponi, di cui 41.333 risultati negativi.

Il prossimo aggiornamento domani, 10 luglio, alle 12,00.
   

Pacchetto turismo: 1.604 istanze presentate, 784 in liquidazione

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 11:26
Sono stati pubblicati sul sito istituzionale della Regione, a pochi giorni dall’avvio della presentazione delle domande, gli esiti istruttori delle 1604 imprese della filiera turistica che hanno presentato istanza per l’Avviso Pacchetto Turismo. Il Dipartimento Attività produttive ha già predisposto le determine di liquidazione per circa 784 imprese beneficiarie per le quali è già stato rilasciato, da Durc on line, l’esito di regolarità contributiva (di cui 227 B&B, case vacanza senza P.I.) per un importo già liquidato di 4 milioni 825 mila euro.
L’assessore Francesco Cupparo sottolinea “la tempestività del lavoro svolto dagli uffici dipartimentali con l’obiettivo di garantire liquidità ai titolari di impresa, duramente colpiti dagli effetti della pandemia, che stanno affrontando la stagione turistica 2020”.
L’avviso pubblico denominato ‘Pacchetto turismo Basilicata’ prevede l’assegnazione di un contributo a fondo perduto per la liquidità, la ripresa in sicurezza e la tutela dell’occupazione per strutture ricettive (alberghiere ed extralberghiere), stabilimenti balneari, agenzie di viaggio, tour operator e ristoranti. Si tratta di una misura straordinaria finalizzata a massimizzare sul territorio regionale le misure già adottate dal Governo nazionale a seguito dello stato di emergenza dichiarato con il DPCM del 31/01/2020. Le risorse complessivamente stanziate sono pari a 23 milioni di euro di cui: 22 milioni di euro a valere sulle risorse dell’Asse III ‘Competitività’ del Po Fesr Basilicata 2014-2020, 1 milione di euro a valere sulle risorse del Fondo previsto dall’art. 45 della legge 23 luglio 2009, n.99 e ss.mm.ii. assegnato alla Regione Basilicata con DM 15 marzo 2019 e con DM 13 novembre 2019 (produzione 2017-2018)”.
“Con questa misura - evidenzia Cupparo - si intende parare i gravi danni economici per il settore del turismo della Basilicata derivanti da cancellazioni di prenotazioni e anticipazioni restituite ai clienti, permettere alle imprese di sostenere i costi per dotarsi di modalità operative e organizzative tali da prevenire ed escludere ogni tipo di contagio da Covid-19 per i lavoratori e i clienti e favorire la ripresa delle attività in sicurezza”
“L’impegno del Dipartimento – conclude l’assessore – prosegue attraverso il monitoraggio continuo di queste come di tutte le altre misure approvate, con la ferma volontà, che abbiamo già dimostrato di concretizzare, di snellire tempi e procedure”.

   

Merra velocizzazione istruttoria interventi aree vincolo sismico

Basilicatanet - Gio, 09/07/2020 - 10:35
La velocizzazione da parte della Regione dell'istruttoria dei depositi dei progetti esecutivi relativi a interventi in aree a vincolo sismico consentirebbe un concreto riavvio del comparto edile.  Condividendo appieno le preoccupazioni espresse dagli Ordini professionali assicuro il massimo impegno per trovare soluzioni rapide al problema.
È quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra.
“Entrando nello specifico delle questioni – aggiunge Merra – le difficoltà che si riscontrano afferiscono a tre diverse problematiche. La prima riguarda l'assenza di sufficienti figure tecniche interne attestate all’Ufficio Difesa del Suolo della Regione, la seconda il mancato rinnovo di convenzioni con tecnici esterni, la terza la verifica delle condizioni tecnico/giuridiche per avvalerci di prestazioni tecniche gratuite offerteci dagli Ordini professionali.  Riguardo al primo problema stiamo provando a percorrere la strada di un supporto tecnico interdipartimentale, sul secondo punto stiamo discutendo invece con il Dipartimento Programmazione e Finanze per individuare risorse finanziarie sufficienti a convenzionare tecnici esterni. Riguardo al terzo punto – sottolinea Merra – intendiamo verificare la possibilità di modificare l’iter procedurale per il rilascio del parere endoprocedimentale, consentendo a tecnici esterni, con prestazioni gratuite, di rilasciare le attestazioni mediante firma digitale. Una ipotesi, quest’ultima che teniamo in dovuta considerazione nel caso in cui nel giro di pochi giorni non riusciamo a individuare soluzioni alternative. Riguardo alla norma regionale in materia di difesa del territorio dal rischio sismico, stiamo lavorando a una nuova stesura, attualizzata alle recenti novità legislative e con una procedura autorizzativa più veloce. Fatto questo – conclude Merra – che ci consentirebbe di evadere più velocemente le pratiche accumulate”.

Opere dl Semplificazioni, Merra: domani interlocuzioni con il Mit

Basilicatanet - Mer, 08/07/2020 - 17:22
“L'elenco di opere individuato dal Ministero delle Infrastrutture allegato al decreto Semplificazioni e al Piano nazionale di riforma, esaminati di recente dal Consiglio dei ministri, merita un approfondimento con le Regioni.
Nell’ottica di avviare un ragionamento di più ampio respiro già da domani avvieremo una serie di interlocuzioni ufficiali con la Direzione Infrastrutture del Mit per capire come orientarci per traferire le ulteriori priorità che interessano la Basilicata, prima tra tutte quella riferita al raddoppio della strada Statale 7 che non rientrava nel vecchio Programma degli interventi finanziati”.
E’ quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra.
“L’elenco di opere rilasciato dal Consiglio dei Ministri la notte scorsa – sottolinea Merra – è da intendersi salvo intese. Ciò significa che ovviamente le singole Regioni, nelle interlocuzioni dirette che avranno col Ministero potranno far presente quali sono le ulteriori esigenze di cui il decreto Semplificazione dovrà tener conto”.
Al momento le opere, riferite a grandi infrastrutture che toccano la Basilicata già finanziate, ricomprese nell’elenco diffuso dopo il Consiglio dei ministri sono: la velocizzazione delle tratte ferroviarie Battipaglia – Potenza, Salerno – Taranto, Napoli - Bari (che comprende il tronco Potenza – Foggia) e Potenza – Metaponto. “Riguardo all’ultima tratta – ricorda Merra - è già stato chiesto nell’incontro al Mit del luglio del 2019 l’incremento degli investimenti con ulteriori opere tra cui: il prolungamento della Ferrandina - Matera - La Martella fino a Matera Centrale, la variante di tracciato della Potenza - Foggia per la Zona Industriale di San Nicola di Melfi, mentre per quando riguarda invece le strade sono inseriti al momento quei tratti già finanziati tra cui la Potenza – Bari”.

Merra su sicurezza ponti e viadotti Potenza-Melfi

Basilicatanet - Mer, 08/07/2020 - 17:21
“La sicurezza dei ponti e dei viadotti della strada Statale 658 Potenza-Melfi
è oggetto di continue interlocuzioni con l’Anas.  Sul piano di ammodernamento dell’arteria, nei mesi antecedenti al Covid, abbiamo avuto contatti serrati con Anas finalizzati al rispetto dei tempi per l'esecuzione delle opere previste che attualmente restano fissati a fine maggio del 2021. Entro tale data è previsto anche l’ammodernamento dei ponti e dei viadotti sui quali manteniamo alta l’attenzione”.
E’ quanto dichiara l’assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra.
“In vista di tale scadenza – aggiunge Merra - Anas prosegue nelle attività di monitoraggio di tutte le strutture, compreso il viadotto San Nicola per il quale nei giorni scorsi cittadini e automobilisti hanno evidenziato il degrado di alcuni piloni.
Per tale motivo – conclude Merra - la situazione è da ritenersi sotto controllo, poiché oltre alla all'accelerazione che è stata data agli interventi è in atto il monitoraggio continuo di tutti i ponti e viadotti”. 


Riunita task force per ripristino officiosità dei corsi d’acqua

Basilicatanet - Mer, 08/07/2020 - 15:32
Nei prossimi giorni saranno effettuati dai tecnici degli uffici preposti i primi sopralluoghi per verificare la reale situazione dei fiumi lucani.
E’ quanto emerso dalla riunione della task force interdipartimentale, riunitasi questa mattina presso il Dipartimento Ambiente, alla presenza dell’assessore Gianni Rosa. Prosegue così il lavoro per l’attuazione di un programma di interventi per il ripristino dell’officiosità dei corsi d’acqua regionali, previsti dalla delibera regionale n. 401 approvata il 17 giugno scorso.
Nella riunione sono state evidenziate da parte degli uffici preposti una serie di priorità relative a particolari situazioni di carenza di manutenzione dei fiumi. Sarà pubblicata, sempre nei prossimi giorni, una manifestazione di interesse con la quale si chiederà alle imprese del comparto di presentare proprie progettualità che saranno valutate ed eventualmente approvate dalla task force.

Piano strategico, primo incontro in Regione

Basilicatanet - Mer, 08/07/2020 - 15:19
Primo incontro in Regione, presieduto dal governatore Vito Bardi, per definire le linee del Piano strategico per la Basilicata. Il documento, già in fase di elaborazione e per il quale la Regione si avvarrà della collaborazione dello Svimez, traccerà le direttrici dello sviluppo nel lungo periodo.
Nella discussione si è parlato soprattutto delle politiche e degli obiettivi del governo regionale per la ripresa e la crescita della Basilicata. A cominciare dalla scelta programmatica fatta in questi mesi di puntare sullo sviluppo sostenibile, utilizzando le risorse del petrolio per gli investimenti nel settore non oil.
Si è discusso, poi, dei punti di forza e di debolezza della Basilicata, dai quali partire per mettere in campo progetti che garantiscano lavoro e migliorino le condizioni di vita soprattutto nelle aree interne, dando prospettive ai giovani lucani.
“Il Piano strategico – ha detto il presidente Bardi - deve porsi come punto di distinzione e di riferimento per il futuro della Basilicata. Le scelte che conterrà saranno condivise ed è nostra intenzione coinvolgere le forze economiche e sociali”.
Tra breve, come prevede lo Statuto, la Giunta regionale trasmetterà una proposta accompagnata da una relazione illustrativa al Consiglio. Sarà l’Assemblea regionale, poi, a deliberare gli indirizzi per la redazione del Piano strategico regionale.
“Sarà un iter veloce” – ha concluso Bardi: “Non si può aspettare oltre. La Basilicata e i lucani hanno bisogno di risposte positive per il loro futuro”.
Alla riunione hanno partecipato, oltre lo Svimez, l’assessore regionale Gianni Rosa, il consigliere regionale Tommaso Coviello, il dirigente generale Domenico Tripaldi e gli economisti Leonardo Cuoco e Gianpiero Perri. 

Pagine