Aggregatore di feed

Coronavirus, Leone: "Evitiamo protagonismo e allarmismo"

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 19:01
"L'emergenza Coronavirus non dovrebbe essere oggetto di strumentalizzazione politica, in Basilicata è stata costituita una task force per gestire eventuali criticità. Il protagonismo, in questi casi, può solo contribuire a generare allarmismi".
È quanto dichiara l'assessore alla Salute della Regione Basilicata, Rocco Leone, replicando al consigliere di Italia Viva Mario Polese che sulla questione ha depositato una mozione consiliare.
"La task force istituita in Regione Basilicata, secondo le indicazioni ministeriali e dell’Organizzazione mondiale della santità, ha già dato dimostrazione di piena efficienza e tempestività nel caso del cittadino cinese residente a Lavello. A tal fine - prosegue Leone - se un cittadino si presenta in un Pronto soccorso della Regione viene immediatamente sottoposto a un pre-triage per stabilire, in base ai dati anamnestici e clinici, se si tratta o meno di un caso sospetto. Se è un caso sospetto viene subito avviata la procedura prevista. Tutto ciò avviene anche se il paziente si reca dal proprio medico curante. L'ultima circolare ministeriale - prosegue Leone - ha esteso la quarantena immediata a tutte le persone che sono venute a contatto sia direttamente che indirettamente con casi conclamati".

Amianto a Ferrandina, Rosa: problema affrontato e risolto

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 18:41
“Erano anni che questi sacchi erano depositati in quest’area ed erano anni che nessuno aveva fatto nulla. E’ un problema che si è affrontato e si è risolto”. Queste le parole dell’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Gianni Rosa, che nel pomeriggio, ha effettuato un sopralluogo in contrada Finocchio, a Ferrandina, per verificare le attività di messa in sicurezza dei sacchi di amianto abbandonati da oltre vent’anni, nel terreno a ridosso della strada statale Basentana. I lavori di bonifica, le modalità di rimozione, trasporto e smaltimento dei 97 big bags di rifiuti contenenti amianto sono stati illustrati con dovizia di particolari all’assessore Rosa, giunto sul posto insieme al consigliere regionale Giovanni Vizziello,  da Claudio Casella, responsabile  della Fibroservice che è aggiudicata i lavori. Al sopralluogo erano presenti il sindaco di Ferrandina, Gernnaro Martoccia e l’assessore comunale all’Ambiente, Maria Murante.“Per consentire la rimozione dei sacchi – ha ricordato l’assessore regionale all’Ambiente- Non sono serviti neanche tanti denari. Molte volte la mancanza di denari è un alibi per non fare.  Le soluzioni ai problemi si ottengono se c’è la volontà di volerli risolvere. L’ambiente e la salute dei cittadini prima di tutto”.
Tra amianto compatto e amianto friabile sono circa 80 le tonnellate che la ditta specializzata conta di dover smaltire. Molti i big bags con segni di lacerazioni evidenti, dovuti alla lunga esposizione alle intemperie e anche ad un recente incendio di origine ignota. Accanto alla rimozione dei sacchi, la cui pericolosità era stata certificata da una relazione dell’Ispra al Ministero dell’Ambiente, Fibroservice provvederà anche al campionamento all’interno anche nel sottosuolo per verificare l’eventuale contaminazione da fibre da amianto negli strati sottostanti il materiale pericoloso. Tutto, insomma, come hanno potuto verificare di persona l’assessore Rosa e il consigliere regionale Vizziello, procede secondo quanto previsto dal progetto di bonifica e messa in sicurezza dell’area presentato dal Comune di Ferrandina e finanziato dalla Regione Basilicata.
“Questa è una bonifica fortemente voluta e finalmente arrivata, dopo decenni di assenza anche della politica- ha commentato, visibilmente soddisfatto il consigliere Giovanni Vizziello- I problemi ambientali rappresentano una priorità e la prima mission per un classe politica che abbia il senso della responsabilità. Oggi partiamo da questo sito, ma il programma ha un respiro più ampio. La prossima tappa è la Materit”.
E a proposito della fabbrica dei veleni che da decenni attende la bonifica e la rimozione degli  800 sacchi di polvere d’amianto che mettono a rischio la salute dei cittadini e dei lavoratori delle aziende circostanti, l’assessore Gianni Rosa rassicura: “E’ una questione che stiamo affrontando di petto. Ieri siamo stati al Ministero dell’Ambiente, a Roma. Abbiamo smosso le acque. E’ stato sottoscritto un crono programma che ci impegniamo a rispettare. E’ importante partire col cantiere e avviare a soluzione un problema ambientale e di salute pubblica che da troppi anni attende di essere avviato a soluzione”.

MATERA: Matera 2019, nuovi contenuti su Google Arts & Culture

Basilicatanews - Ven, 21/02/2020 - 15:04
Matera 2019, nuovi contenuti su Google Arts & Culture

Da oggi si arricchiscono i contenuti che raccontano Matera Capitale Europea della Cultura 2019 su Google Arts & Culture, la piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online. Dopo il lancio della pagina dedicata a Matera 2019 tenutasi lo scorso 11 dicembre, con la presentazione dei primi contenuti articolati in 9 storie, 277 elementi multimediali e le viste museo in tre luoghi inediti della città (Cava paradiso, Cava del sole, Casino Padula) mappati per la prima volta con Street View, il racconto della Capitale Europea della Cultura si completa con nuovi aggiornamenti.

Ben 6 le nuove storie, che raccontano i pilastri valoriali di Matera 2019 attraverso uno stile narrativo di cui sono protagonisti le persone e i luoghi: “Matera Sotterranea”, dedicata alle progettualità che hanno messo in risalto gli ambienti ipogei; “Basilicata 2019”, che raccoglie quanto accaduto in giro per la Basilicata; “Motore, ciak, azione!” sulle produzioni cinematografiche; “Focus on it!” sulle mostre fotografiche e i murales che hanno dato risalto a tematiche importanti e luoghi dimenticati della città; “Bravo, bravissimo!” dedicata gli artisti; “This is not an exhibition!” sulle mostre più immersive. Completano il racconto nuovi contenuti fotografici e video, dedicati agli eventi del programma culturale di Matera 2019 che si sono svolti fra novembre e dicembre 2019, per un totale di ben 501 elementi.

Con questa nuova release si completa un racconto altamente rappresentativo dei maggiori filoni tematici di Matera 2019. Il risultato ottenuto, disponibile sia in italiano che inglese, è frutto di un grande lavoro di collaborazione tra il team di comunicazione digitale della Fondazione Matera Basilicata 2019 e la redazione di Google Arts & Culture, che ha validato tutti i contenuti proposti, confermando sia la qualità dei materiali che la metodologia di racconto scelta.

“Matera 2019 – sottolinea Raffaella Pontrandolfi, responsabile della comunicazione digitale della Fondazione Matera Basilicata 2019 – è la prima capitale europea della cultura ad essere presente sulla piattaforma Google Arts & Culture, accanto alle istituzioni culturali più prestigiose del mondo come il MoMa di New York, la Reggia di Versailles o la Biennale di Venezia.  Si tratta di una delle opportunità di visibilità che Matera 2019 ha voluto cogliere e che potrebbe essere utilizzata anche dalle tante realtà culturali presenti in Basilicata, per la valorizzazione dei loro patrimoni materiali e immateriali”.

Link:  https://artsandculture.google.com/partner/matera-basilicata-foundation-2019

38 Visite totali, 38 visite odierne

Categorie: Notizie Basilicata

Specie aliene invasive, giornata di approfondimento in Basilicata

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 13:37
Condividere le esperienze legate alle specie aliene invasive, seconda causa di contrasto alla biodiversità a livello globale, con un focus sulla situazione lucana e tenendo conto della legislazione introdotta in Italia negli ultimi anni che vieta l’introduzione, la commercializzazione e l’allevamento di 66 esemplari tra animali e piante, dettando al contempo agli enti locali la linea da seguire nella gestione di situazioni emergenziali per mitigare gli impatti ambientali.
Sono le finalità della giornata formativa, tenutasi stamane nella sala “A” del Consiglio regionale della Basilicata, organizzata nell’ambito del progetto co-finanziato dall'Unione Europea ‘Life Asap’ dall’ufficio Parchi, biodiversità e tutela della natura in collaborazione con l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.
“In Basilicata la situazione è sotto controllo, tuttavia abbiamo registrato segnali che ci suggeriscono di intervenire in tempi rapidi” ha spiegato il tecnico della Regione Basilicata, Biagio Sampogna. “In passato – ha aggiunto – abbiamo fronteggiato il problema dello scoiattolo variabile sulla costa di Maratea che ha arrecato danni alle linee elettriche e ai giardini. C’è stato un intervento di eradicazione di questa specie che ha portato risultati positivi, ma ora la situazione si sta ripresentando. Inoltre, lo scorso mese di gennaio abbiamo redatto, in collaborazione con i tecnici dell’Ispra, un piano emergenziale di eradicazione della nutria, giunta in Basilicata nei pressi della foce Cavone a Pisticci. Abbiamo posizionato le gabbie-trappola da una settimana per poter contenere la specie prima che diventi invasiva e arrechi danni alle sponde e all’ambiente fluviale”.
Lucilla Carnevali e Paola Aragno dell’Ispra, rivolgendosi ai tecnici regionali e ai responsabili che operano nei parchi, si sono soffermate sul decreto legislativo 230 del 2017, che adegua la normativa italiana a uno specifico regolamento europeo, e hanno evidenziato la necessità di sensibilizzare i cittadini su questi temi perché il loro comportamento può incidere sull’ambiente. “Con i veterinari – ha spiegato Carnevali – abbiamo avviato una campagna per sconsigliare l’abbandono degli animali da compagnia che possono diventare pericolosi. In Italia abbiamo avuto criticità legate all’abbandono della trachemys scripta, tartaruga palustre americana dalle guance rosse, molto apprezzata dai bambini e diventata di moda qualche anno fa. Nessuno diceva al momento dell’acquisto che questi animali vivono quarant’anni e raggiungono la lunghezza di 30 centimetri. La conseguenza – ha proseguito il tecnico Ispra – è stata l’abbandono sistematico nell’ambiente naturale di tanti esemplari che sta causando l’estinzione della nostra Emys orbicularis”.

  

Matera 2019, nuovi contenuti su Google Arts & Culture

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 13:04
Dal oggi si arricchiscono i contenuti che raccontano Matera Capitale Europea della Cultura 2019 su Google Arts & Culture, la piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online. Dopo il lancio della pagina dedicata a Matera 2019 tenutasi lo scorso 11 dicembre, con la presentazione dei primi contenuti articolati in 9 storie, 277 elementi multimediali e le viste museo in tre luoghi inediti della città (Cava paradiso, Cava del sole, Casino Padula) mappati per la prima volta con Street View, il racconto della Capitale Europea della Cultura si completa con nuovi aggiornamenti.
Ben 6 le nuove storie, che raccontano i pilastri valoriali di Matera 2019 attraverso uno stile narrativo di cui sono protagonisti le persone e i luoghi: "Matera Sotterranea", dedicata alle progettualità che hanno messo in risalto gli ambienti ipogei; "Basilicata 2019", che raccoglie quanto accaduto in giro per la Basilicata; "Motore, ciak, azione!" sulle produzioni cinematografiche; "Focus on it!" sulle mostre fotografiche e i murales che hanno dato risalto a tematiche importanti e luoghi dimenticati della città; "Bravo, bravissimo!" dedicata gli artisti; "This is not an exhibition!" sulle mostre più immersive. Completano il racconto nuovi contenuti fotografici e video, dedicati agli eventi del programma culturale di Matera 2019 che si sono svolti fra novembre e dicembre 2019, per un totale di ben 501 elementi.
Con questa nuova release si completa un racconto altamente rappresentativo dei maggiori filoni tematici di Matera 2019. Il risultato ottenuto, disponibile sia in italiano che inglese, è frutto di un grande lavoro di collaborazione tra il team di comunicazione digitale della Fondazione Matera Basilicata 2019 e la redazione di Google Arts & Culture, che ha validato tutti i contenuti proposti, confermando sia la qualità dei materiali che la metodologia di racconto scelta.
“Matera 2019 – sottolinea Raffaella Pontrandolfi, responsabile della comunicazione digitale della Fondazione Matera Basilicata 2019 - è la prima capitale europea della cultura ad essere presente sulla piattaforma Google Arts & Culture, accanto alle istituzioni culturali più prestigiose del mondo come il MoMa di New York, la Reggia di Versailles o la Biennale di Venezia. Si tratta di una delle opportunità di visibilità che Matera 2019 ha voluto cogliere e che potrebbe essere utilizzata anche dalle tante realtà culturali presenti in Basilicata, per la valorizzazione dei loro patrimoni materiali e immateriali”.
Link: https://artsandculture.google.com/partner/matera-basilicata-foundation-2019

Merra: mobilità pedonale e ciclistica centrale per sostenibilità

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 12:56
“Come sapete la Regione Basilicata ha avviato una fase di rivisitazione e di ristrutturazione del sistema del trasporto su gomma, che va ad inserirsi nel piano dei trasporti approvato nel 2016 anche alla luce della indispensabile intersezione fra mobilità e sostenibilità ambientale. In questo quadro le varie tipologie di mobilità, e fra queste naturalmente la mobilità pedonale e ciclistica che devono essere valorizzate per aumentare il grado di vivibilità e di sostenibilità, sono tutti elementi di cui bisogna tener conto per disegnare la programmazione regionale”.

Lo ha detto l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra, che oggi a Matera ha partecipato al seminario sul tema “Pianificare e progettare la mobilità ciclistica e pedonale: infrastrutture e tecnologie per i territori comunali”, organizzato dall’Associazione italiana per l’ingegnere a del traffico e dei trasporti.

Nel portare il saluto del presidente della Regione Bardi, l’assessore Merra, accompagnata dai consiglieri regionali Vizziello e Zullino, ha inoltre sottolineato che “il Piano del 2016 contempla un indirizzo generale, prevedendo tra l’altro la necessità di una legge quadro e di un masterplan della mobilità ciclistica, che consenta di affrontare questo tema in maniera più mirata. I nostri uffici sono attualmente impegnati nella definizione di questi ed altri strumenti di programmazione, e siamo certi che dal seminario di oggi emergeranno molti spunti importanti per la programmazione regionale”.

Cupparo su avvio produzione Jeep Compass a Melfi

Basilicatanet - Ven, 21/02/2020 - 10:48
“Il ‘Contratto di Sviluppo Fiat’, co-finanziato dalla Regione Basilicata e firmato al Mise dal Presidente Bardi, entra nella prima fase di attuazione in direzione dell'obiettivo centrale di rilanciare lo stabilimento di Melfi e salvaguardare la piena occupazione”. E' il commento dell'assessore regionale alle Attività Produttive Francesco Cupparo alla notizia dell'avvio della produzione della Jeep Compass nello stabilimento di Melfi, sottolineando che “questo è l'esempio migliore di come l'impegno di Regione, sindacato ed impresa, quando è condiviso su una chiara strategia, non può che produrre risultati concreti. In proposito, riconosciamo al Gruppo Fca di aver tenuto fede all'annuncio sottoscritto nel Contratto di Sviluppo per l'avvio da febbraio della produzione del nuovo modello di auto nelle varie versioni previste da benzina e diesel, sino ai modelli elettrico ed ibrido. La Regione – aggiunge – con una costante interlocuzione con Fca e sindacati si è fatta trovare preparata per l'evento.
Il passo successivo – dice l'assessore – è l'avvio delle attività di ricerca industriale relative all’autotelaio e al battery case - inizialmente previste in Piemonte - attribuite al Campus per l’Innovazione del manufacturing di Melfi”.
Nel ricordare che “il cofinanziamento del Contratto di Sviluppo Fiat da parte della Regione Basilicata, per due milioni di euro, ha consentito di sbloccare l’iter del Contratto, che era fermo da troppo tempo ai tavoli del Mise-Invitalia”, Cupparo sottolinea che “la ricerca con il coinvolgimento dei nostri centri di ricerca e dell'Unibas, al fine di realizzare quella che è stata definita dal presidente Conte la ‘nuova Silicon Valley del settore automotive’, è finalizzata all’ampliamento della capacità produttiva delle versioni elettrificate delle automobili prodotte a Melfi. Tra queste: Jeep Compass nella versione Plug-in Hybrid Electric Vehicle, in linea con il piano industriale di sviluppo del gruppo che prevede l’ibridizzazione progressiva dell’intera gamma di prodotti. Il progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale denominato “RICARICA”, realizzato dalle imprese aderenti al gruppo FCA Italy S.p.A. e CRF S.c.p.A., ha allo studio di nuove soluzioni architetturali per la realizzazione di veicoli con propulsione puramente elettrica in uno scenario di mercato post 2024 e nasce dall’esigenza di rispondere alle sfide ambientali e sociali legate alla mobilità”.
“Continueremo a svolgere ogni sforzo -conclude l'assessore – per l’incremento dei livelli occupazionali presso lo stabilimento di Melfi, facendo in modo di consentire, da un lato, il graduale reintegro del personale in temporaneo esubero sino ad oggi gestito attraverso il ricorso al contratto di solidarietà e, dall’altro, l'incremento degli occupati compatibilmente alla salita produttiva legata alla domanda di mercato attesa”.

MATERA: Matera 2019, le maschere lucane al Carnevale Internazionale di Rijeka 2020

Basilicatanews - Ven, 21/02/2020 - 09:03
  Matera 2019, le maschere lucane al Carnevale Internazionale di Rijeka 2020

Le maschere dei carnevali lucani di Tricarico, Montescaglioso e Lavello saranno protagoniste il prossimo 23 febbraio della Parata internazionale del Carnevale di Rijeka2020, la città croata cui Matera ha passato il testimone da Capitale Europea della Cultura insieme all’irlandese Galway.

La sfilata è una rassegna di gruppi carnevaleschi tradizionali e urbani, che con le loro maschere intendono fornire una panoramica sull’attualità. Un carnevale europeo molto caratteristico, basato su costumi storici e culturali ed elementi del folklore e della mitologia, in cui ognuno può essere ciò che vuole.

A questa speciale edizione del Carnevale, che è la punta di diamante delle celebrazioni carnascialesche nella riviera del Quarnaro, parteciperanno gruppi provenienti da diverse città, in particolare dalle Capitali Europee della Cultura. A rappresentare Matera 2019, grazie alla collaborazione fra la Rete dei carnevali lucani e la Fondazione Matera Basilicata 2019, ci saranno alcune delle maschere antropologiche più antiche della Basilicata: la vacca e il toro di Tricarico, i Cucibocca di Montescaglioso, il Domino di Lavello.

Le maschere lucane avranno la possibilità di esibirsi sui palchi disseminati lungo il percorso della parata, a cui partecipano agni anno centinaia di personaggi mascherati, più di 150.00 spettatori e importanti ospiti da tutto il mondo.

“La partecipazione delle maschere antropologiche lucane alla Parata internazionale del Carnevale di Rijeka 2020 è una straordinaria occasione per far conoscere a migliaia di persone la storia e le tradizioni della nostra regione, all’interno della collaborazione che caratterizza il network delle Capitali Europee della Cultura – sottolinea il Presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce -. Voglio ringraziare la Rete dei Carnevali Lucani per aver accolto il nostro invito, individuando tre gruppi altamente rappresentativi della varietà di riti e miti che caratterizzano la cultura della Basilicata e che la rendono particolarmente attrattiva agli occhi del visitatore”.

23 Visite totali, 23 visite odierne

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: SABATO AL MERCATO COPERTO DI COLDIRETTI A MATERA “CIBO IN MASCHERA

Basilicatanews - Ven, 21/02/2020 - 08:20
SABATO AL MERCATO COPERTO DI COLDIRETTI A MATERA “CIBO IN MASCHERA” ​SABATO AL MERCATO COPERTO DI COLDIRETTI A MATERA “CIBO IN MASCHERA”

“Cibo in maschera” sabato 22 febbraio a Matera, al mercato coperto di “Campagna Amica” di Coldiretti. Dalle 10 alle 13 degustazione di dolci del Carnevale e festa della pentolaccia lucana, alla presenza delle più famose maschere tradizionali della regione. “I produttori di Coldiretti aspettano clienti e consumatori per fare festa insieme e svelare i segreti della tradizione contadina – spiega Gianfranco Romano, presidente provinciale della Coldiretti Matera –  ma l’iniziativa di sabato è anche un modo per ricordare ai consumatori che è tanto il cibo in circolazione che ‘si maschera’ da italiano. A livello globale è di oltre 100 miliardi il valore del falso Made in Italy agroalimentare con un aumento record del 70% nel corso dell’ultimo decennio, per effetto della pirateria internazionale che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che richiamano all’Italia per alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale”.

4 Visite totali, 4 visite odierne

Categorie: Notizie Basilicata

PALAZZO SAN GERVASIO: PROVE TECNICHE DI PROMOZIONE TURISTICA

Basilicatanews - Ven, 21/02/2020 - 08:15

O.M.C.T.I. Lab: prove tecniche di promozione turistica a Palazzo San Gervasio.

PALAZZO SAN GERVASIO – Eccellenze enogastronomiche palazzesi in esposizione, è la prima attività che si svolgerà domenica 23 febbraio a Palazzo San Gervasio durante la settima edizione del Carnevale 2020, organizzata e promossa dal gruppo studio di O.M.C.T.I.(operatore di marketing culturale e di turismo integrato), quindici ragazzi attualmente impegnati in un corso di formazione professionale finanziato dalla Foma.temp, per mettere in campo delle strategie e una progettazione di marketing relativo ad una offerta integrata sul territorio e per il territorio, così ricco di bellezze da riscoprire e valorizzare. Nasce, dunque, in quest’ottica, durante la giornata dedicata alla sfilata di carri in maschera, la scelta di esporre in un locale privato, nella centralissima Via Crocifisso, dalle ore 18.00 alle ore 22.00, una carrellata di prodotti tipici locali, selezionati dal gruppo studio, (dal classico ceccio con il vincotto alla focaccia con l’origano, la sfoglia di pomodoro con l’uovo e l’aglianico locale), per far conoscere, incuriosire, attirare visitatori alla scoperta di sapori tipici della tradizione palazzese, al fine di promuovere una comunicazione diffusa finalizzata all ‘attivazione di un turismo enogastronomico, ancora così poco praticato in zona. La vera novità di questa attività, promossa dai nascenti operatori turistici che si cimenteranno in questa nuova esperienza pratica, sarà quella di scoprire, mediante un questionario da distribuire ai visitatori, il grado di conoscenza di questi prodotti e dei beni naturalistici e culturali della cittadina bradanica. I dati raccolti, serviranno poi, per un’elaborazione di studio in aula per una migliore conoscenza dei bisogni e delle attività da pianificare.

5 Visite totali, 5 visite odierne

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: MINISTRO PROVENZANO A POTENZA PRESENTA IL LIBRO “CIVILTA’ APPENNINO”

Basilicatanews - Ven, 21/02/2020 - 08:08

Il libro “Civiltà Appennino, l’Italia verticale tra identità e rappresentazioni” di Raffaele Nigro e Giuseppe Lupo sarà presentato domani, venerdì 21 febbraio, alle ore 15,30 al Museo Provinciale in Via Ciccotti a Potenza. La pubblicazione rientra nella collana delle Saggine della casa editrice Donzelli ed è il primo volume di una serie di libri che saranno pubblicati e curati dalla Fondazione Appennino. La pubblicazione è stata realizzata con il contributo economico e con il sostegno della BCC Basilicata, l’Ente Parco del Pollino, il Comune di Montemurro e il G.A.L Lucania Interiore spa. 

Dopo il saluto del Presidente della Provincia di Potenza Rocco Guarino sono previsti gli interventi degli autori Giuseppe Lupo e Raffaele Nigro, dell’editore Carmine Donzelli e del direttore della Fondazione Appennino Piero Lacorazza.

Conclude il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano.

9 Visite totali, 9 visite odierne

Categorie: Notizie Basilicata

Tavolo verde, Fanelli: superare criticità misure a superficie

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 19:25
Risolvere le problematiche che bloccano i pagamenti delle misure a superficie. E’ questo l’obiettivo dettato dall’assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli per il quale è necessario far convergere tutti gli sforzi e le possibili soluzioni per risolvere questioni che si protraggono da anni. Una linea condivisa al tavolo verde svoltosi oggi presso il dipartimento regionale alle Politiche agricole a cui hanno partecipato l’Assessore, il dirigente generale, l’Autorità di gestione del Psr Basilicata 2014-2020, il dirigente dell’ufficio erogazioni comunitarie in agricoltura (Ueca) e i rappresentanti delle organizzazioni agricole (Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Copagri).
La riunione odierna del Tavolo verde – dedicata quasi esclusivamente al tema dei pagamenti delle misure a superficie – fa seguito ad appositi incontri tecnici fra gli uffici regionali e i responsabili dei Centri di Assistenza Agricola. 
E’ stato stabilito un percorso condiviso che prevede ritmi di lavoro serrati dettati dalla scadenza del prossimo 30 giugno, data ultima per provvedere alla liquidazione delle domande di pagamento e risolvere le anomalie segnalate dal sistema informatico automatizzato dell’organismo pagatore nazionale, l’Agea, dove risultano bloccate un numero imponente di pratiche relative alle misure a superficie (biologico, integrato, semina su sodo, indennità compensativa) del triennio 2016-2019.
<<Il numero delle domande bloccate - ha detto l’assessore Fanelli - è sicuramente consistente, ma ci sono situazioni differenti per tipologie e importi. Apprezzo - ha continuato - il lavoro di concertazione e il percorso intrapreso perché l’obiettivo è pagare gli agricoltori>>.
Un problema, quello dei pagamenti delle misure a superficie entro il 30 giugno, condiviso da tutte le Regioni che, attraverso il coordinamento degli assessori, sarà posto all’attenzione del prossimo incontro con il Ministro delle politiche agricole, con l’obiettivo di un intervento sulla commissione UE per differire di un anno la scadenza sui pagamenti imposta dal regolamento comunitario.
Dopo l’incontro dei giorni scorsi tra rappresentanti delle Regioni e funzionari Agea in maniera collettiva, è stato definito un calendario di incontri bilaterali. Per la Basilicata due gli appuntamenti in agenda: il prossimo 3 marzo e il 16 aprile, giornate in cui i tecnici dell’Organismo pagatore nazionale saranno a disposizione per definire i problemi informatici e affrontare le specificità su casistiche generali e particolari.
L’impegno da parte di tutti è velocizzare la gestione delle anomalie ed è stato fissato un nuovo incontro del tavolo verde per il 5 marzo per fare il punto della situazione.
Altro argomento di discussione è stato l’avanzamento delle filiere produttive. L’Adg del Psr ha spiegato che si stanno chiudendo le istruttorie ammesse a finanziamento sia della prima che della seconda fase e che è già stato pagato oltre 1 mln di euro sulla misura 4.1 e 5,8 mln di euro sulla misura 4.2.


Materit, riparte la bonifica. Oggi un incontro al ministero

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 17:59
Riparte la bonifica del sito Materit a Ferrandina. Su richiesta dell’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, e del consigliere regionale Giovanni Vizziello, si è tenuta oggi pomeriggio a Roma una riunione tecnica presso il Ministero dell'Ambiente per verificare lo stato di attuazione dell’intervento di bonifica da amianto dell’area ex Materit collocata nel Sin Val Basento. All’incontro hanno partecipato, per la Regione Basilicata, anche il dirigente generale del Dipartimento Ambiente, Michele Busciolano, e Canio Sileo, dirigente dell’Ufficio Prevenzione e controllo ambientale. Presenti rappresentanti della Direzione RA del Ministero, dell’Ispra e dell’Inail. 
Sono stati analizzati in dettaglio tutti gli aspetti tecnici utili a velocizzare l'iter di indizione di una conferenza di servizi decisoria e ad acquisire i pareri degli organi competenti con l’obiettivo di ottenerli nel più breve tempo possibile.
“Il governo Bardi, che è il governo dei fatti, si è impegnato – commenta l’assessore Rosa -  a mettere un altro tassello per la tutela della salute e dell’ambiente, dando risposte alle comunità che sono state profondamente toccate da questa vicenda.  Oggi abbiamo riscontrato la fattiva collaborazione sia di Ispra che dell'Inail e la disponibilità del Ministero a risolvere un’emergenza ecologica e ambientale che rappresenta una ferita ancora aperta per il territorio lucano. Vigileremo perché siano rispettati i tempi ipotizzati e concordati nell'incontro odierno chiudendo così un’annosa questione”.
Per il consigliere Vizziello, “si è ripreso il bandolo della matassa di un problema per troppi anni trascurato e che rappresenta un’urgenza ambientale in Basilicata. Ci sono tonnellate di amianto messi in sicurezza, che hanno bisogno di una bonifica urgente. Dai tavoli di oggi sembra essere ripartito l’iter di una serie di scadenze a breve termine. Scadenze che con l’impegno dell’assessore Rosa e del sottoscritto verificheremo in incontri periodici presso il ministero perché sia rispettato il cronoprogramma abbozzato”. 


Eipli, gli assessori Fanelli e Cupparo incontrano i sindacati

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 17:13
Si è tenuto questo pomeriggio, nella sede del Dipartimento regionale alle Attività produttive, un incontro fra gli assessori alle Attività produttive, Francesco Cupparo, e all’Agricoltura, Francesco Fanelli, ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Cgil Cisl e Uil, per affrontare le problematiche relative all’Eipli, L'Ente per lo Sviluppo dell'Irrigazione e la Trasformazione Fondiaria in Puglia, Lucania ed Irpinia.
I sindacati, in particolare, hanno segnalato ai rappresentanti della Giunta regionale, “una serie di difficoltà molte delle quali si trascinano da tantissimo tempo come, ad esempio, l’incertezza dei lavoratori per alcuni dei quali i contratti sono in scadenza a marzo”. I rappresentanti sindacali, inoltre, hanno sottolineato la improcrastinabile necessità di “non pensare solo alla fase liquidatoria dell’ente, ma anche all’attuale gestione anche per evitare che possano determinarsi emergenze nella fornitura della risorsa idrica, già in questo momento in forte crisi a causa delle scarse piogge”.
Proprio per affrontare questi come altri temi relativi all’Eipli i sindacati hanno informato gli assessori che il 25 febbraio, a Roma, sono stati convocati dal ministro Bellanova.
Gli assessori Cupparo e Fanelli, nel condividere pienamente tutte le preoccupazioni dei sindacati, hanno ribadito la necessità di dare corso alla trasformazione dell’Eipli in una società, già prevista da una legge nazionale, di cui il 70 percento dovrà appartenere alla Basilicata in quanto è la regione che fornisce la maggior parte di acqua alle altre regioni limitrofe.
Al termine dell’incontro si è deciso di attendere l’esito dell’appuntamento in programma il 25 febbraio per poi decidere insieme le ulteriori ed eventuali azioni da intraprendere insieme al presidente della Regione Vito Bardi che segue da vicino la vicenda.

Consigliera Pipponzi: “Buon lavoro alla presidente Crpo Perretti”

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 16:57
La Consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, esprime apprezzamento per la scelta di Margherita Perretti alla presidenza della Commissione regionale delle parità e pari opportunità della Basilicata e augura buon lavoro alla neoeletta. “Le riconosciute capacità umane e professionali di Margherita Perretti – dichiara Pipponzi – le consentiranno di interpretare al meglio il delicato incarico, così da rappresentare pienamente le diverse componenti della Commissione. Sono convinta – prosegue Pipponzi – che le istituzioni che rappresentiamo, ciascuna nel proprio ambito di competenza, riusciranno a lavorare bene insieme condividendo le future azioni legate alla parità e alle pari opportunità”. Pipponzi, infine, rivolge un plauso ad Anita Buldo per la sua partecipazione e per il buon risultato conseguito nella votazione per la presidenza della Commissione regionale pari opportunità. 

Matera 2019, le maschere lucane al Carnevale di Rijeka 2020

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 16:42
Le maschere dei carnevali lucani di Tricarico, Montescaglioso e Lavello saranno protagoniste il prossimo 23 febbraio della Parata internazionale del Carnevale di Rijeka2020, la città croata cui Matera ha passato il testimone da Capitale Europea della Cultura insieme all’irlandese Galway. La sfilata è una rassegna di gruppi carnevaleschi tradizionali e urbani, che con le loro maschere intendono fornire una panoramica sull’attualità. Un carnevale europeo molto caratteristico, basato su costumi storici e culturali ed elementi del folklore e della mitologia, in cui ognuno può essere ciò che vuole.

A questa speciale edizione del Carnevale, che è la punta di diamante delle celebrazioni carnascialesche nella riviera del Quarnaro, parteciperanno gruppi provenienti da diverse città, in particolare dalle Capitali Europee della Cultura. A rappresentare Matera 2019, grazie alla collaborazione fra la Rete dei carnevali lucani e la Fondazione Matera Basilicata 2019, ci saranno alcune delle maschere antropologiche più antiche della Basilicata: la vacca e il toro di Tricarico, i Cucibocca di Montescaglioso, il Domino di Lavello. Le maschere lucane avranno la possibilità di esibirsi sui palchi disseminati lungo il percorso della parata, a cui partecipano agni anno centinaia di personaggi mascherati, più di 150.00 spettatori e importanti ospiti da tutto il mondo.

 “La partecipazione delle maschere antropologiche lucane alla Parata internazionale del Carnevale di Rijeka 2020 è una straordinaria occasione per far conoscere a migliaia di persone la storia e le tradizioni della nostra regione, all’interno della collaborazione che caratterizza il network delle Capitali Europee della Cultura – sottolinea il presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce -. Voglio ringraziare la Rete dei Carnevali Lucani per aver accolto il nostro invito, individuando tre gruppi altamente rappresentativi della varietà di riti e miti che caratterizzano la cultura della Basilicata e che la rendono particolarmente attrattiva agli occhi del visitatore”.

Bardi riceve delegazione lavoratori ex mobilità in deroga

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 14:07
Il presidente della Regione Vito Bardi ha ricevuto oggi una delegazione di lavoratori ex mobilità in deroga, che pur facendo parte di una specifica graduatoria, dalla quale sono stati assunti 237 lavoratori attualmente impegnati nelle attività idraulico forestali a cura del Consorzio di bonifica, sono rimasti esclusi da questa attività per mancanza di fondi.

In mattinata questi lavoratori, ormai esclusi anche da ogni forma di sostegno al reddito, hanno tenuto un presidio davanti alla sede della Regione per chiedere al governo regionale di intervenire finanziando altre attività idraulico forestali che comportino lo scorrimento della graduatoria, attualmente composta da circa 300 lavoratori.

Il presidente Bardi, che ha incontrato la delegazione con il dirigente generale del Dipartimento Programmazione Domenico Tripaldi, ha assicurato l’impegno del governo regionale a verificare, in sede di confronto con il Ministero dello Sviluppo economico, la possibilità di trovare la necessaria copertura finanziaria, stimata in circa 3 milioni di euro, nei fondi della ex card carburante del 2019, che saranno oggetto a breve di uno specifico accordo istituzionale.

Bardi plaude al maestro di sci lucano Larocca

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 14:05
Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, esprime soddisfazione per un altro importante traguardo raggiunto dal maestro di sci lucano, Pasquale Larocca, che ha vinto la 300 km di Ski in Lapponia. “Dal Pollino, dove svolge la sua attività, alla Finlandia – aggiunge Bardi - lo sportivo lucano è ormai annoverato fra i più importanti ambasciatori della nostra cultura grazie al suo quotidiano impegno e sacrificio. Non vediamo l’ora di incontrarlo di persona per accoglierlo con i dovuti onori nella sua e nella nostra terra”.
 

Biodiversità, incontro sulle specie esotiche invasive

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 13:37
L’ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura della Regione Basilicata ha organizzato per venerdì, 21 febbraio, alle ore 10.30, nella sala A del Consiglio regionale una giornata formativa sulle specie aliene di rilevanza unionale (denominate anche “Specie esotiche invasive”), con riferimento a quelle presenti in Basilicata. All’incontro parteciperanno tecnici ed esperti di Ispra, Ente promotore del Progetto Life Asap.
Life Asap è un progetto co-finanziato dall'Unione Europea che ha come obiettivo ridurre il tasso di introduzione delle specie aliene invasive (IAS) sul territorio italiano e mitigarne gli impatti. In particolare, Life ASAP mira ad aumentare la consapevolezza e la partecipazione attiva dei cittadini sul problema delle IAS e a promuovere la corretta ed efficace gestione delle IAS da parte degli enti pubblici preposti grazie alla piena attuazione del regolamento europeo in materia di specie aliene invasive.

Il programma prevede: alle 10.30 registrazione dei partecipanti, distribuzione materiale e presentazione del progetto Life Asap; 10:45: Il Progetto Life Asap e le principali iniziative di comunicazione; 11:00 le norme sulle specie aliene invasive, recenti aggiornamenti e lavori in corso sull’attuazione; 11:45 La rendicontazione ai sensi dell’art.24 del Reg. UE 1143/14: sintesi dei dati presentati dall’Italia a giugno 2019 sulle specie di rilevanza unionale presenti nel nostro paese con approfondimento dei dati disponibili per la Regione Basilicata; 11:30-13:00 Discussione aperta sulle principali problematiche di attuazione delle norme e approfondimenti sulla materia dell’introduzione e diffusione delle specie aliene invasive.
 

Amianto a Ferrandina, domani sopralluogo dell’assessore Rosa

Basilicatanet - Gio, 20/02/2020 - 13:20
L’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, effettuerà domani, 21 febbraio, alle 15,30, un sopralluogo sulla strada statale 407 Basentana a Ferrandina, per verificare le attività di messa in sicurezza dei sacchi di amianto “Big Bag” con la ditta aggiudicataria dei lavori.
Sarà presente il consigliere regionale, Giovanni Vizziello.

Pagine