Notizie Basilicata

POTENZA: CARENZA DI SANGUE IN BASILICATA MERCOLEDI’ 22 CONFERENZA STAMPA

Basilicatanews - 4 ore 21 min fa

Genesio De Stefano, già vice presidente dell’AVIS Nazionale per oltre 25 anni, membro dell’Esecutivo Nazionale per 35 anni, fondatore di AVIS Regionale di Basilicata, indice una CONFERENZA STAMPA che si svolgerà mercoledì 22 gennaio, alle ore 10.00,  a Potenza in via Di Giura n. 115, per discutere con i giornalisti della persistente carenza di sangue nella nostra regione.

Si parlerà delle responsabilità politiche, tecnico–sanitarie ed associative che hanno portato una regione come la nostra da una situazione di totale autosufficienza ad una situazione di estrema carenza.

Si parlerà degli scandali delle responsabilità anche attraverso la consegna di documenti probatori su tutti i temi in discussione.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: CATANIA – POTENZA 1-1

Basilicatanews - 14 ore 29 min fa

CATANIA – POTENZA 1-1

Al ‘Massimino’ finisce in parità (1-1) il match tra Catania e Potenza. Succede tutto nel primo tempo, con il vantaggio ospite siglato da Ferri Marini al 15′ al quale risponde al 33′ Curiale, su penalty, concesso per un tocco col braccio di Giosa sul cross di Biondi. Nella ripresa i rossazzurri ci provano, ma calano di intensità rispetto ad un primo tempo ben giocato. E’ il Potenza a confezionare l’occasione più nitida nel secondo tempo, con il piatto destro di Coccia respinto da Furlan. Da segnalare l’esordio in maglia rossazzurra di Curcio e Vicente, il primo che va vicino al vantaggio con un colpo di testa di poco alto, su cross dalla sinistra di Di Molfetta. Con questo pareggio i rossazzurri salgono a 30 punti, mentre gli ospiti si portano a 40. Fra tre giorni si torna in campo per il recupero della prima giornata di ritorno: il Catania ospiterà questa volta l’Avellino alle 15, mentre il Potenza andrà a sfidare al ‘Pinto’ la Casertana (h. 20.45).P

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: APPROFONDIMENTI SPORTIVI DEL 20 GENNAIO 2020

Basilicatanews - 14 ore 33 min fa

APPROFONDIMENTI DEL 20 GENNAIO 2020

Una nuova giornata di ordinaria follia macchia il calcio nostrano nel modo più tremendo. Uno scontro tra tifoserie opposte di Vultur Rionero e Melfi ha portato ad un morto e diversi feriti. La vittima è Fabio Tucciariello, 33enne di Rionero. Il fatto è avvenuto prima dell’inizio dei match del campionato di Eccellenza nei pressi della stazione ferroviaria di Vaglio Basilicata. Nello scontro tra tifoserie due tifosi della Vultur sarebbero stati investiti da un’auto. Sono in corso le indagini delle forze dell’ordine che stanno cercando di ricostruire l’avvenimento.

In relazione ai tragici fatti accaduti il presidente del Comitato Regionale della LND Basilicata Piero Rinaldi ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Rabbia ed angoscia sono i sentimenti che ho provato appena appresa la tragica notizia. È inaudito e incomprensibile che possano accadere fatti del genere. Si tratta di un episodio gravissimo che lascerà il segno nella storia del calcio regionale. Sono distrutto.  Esprimo, anche a nome del consiglio direttivo, profondo cordoglio alla famiglia del ragazzo deceduto. Doveva essere un pomeriggio di sport, di svago è diventato, purtroppo, un tragico giorno di lutto che non dimenticherò mai”.

Non sono mancati i commenti dalla politica con il presidente della Regione Vito Bardi che ha commentato così: “Non si può morire una domenica per andare a vedere la squadra del cuore. Da sportivo, da tifoso, sono convinto che questi atteggiamenti siano lunari rispetto alla passione che muove milioni di italiani e di lucani. Questi delinquenti la dovranno pagare cara. Alle famiglie – ha concluso il presidente Bardi – dei feriti e della vittima va la mia vicinanza.”

Sulla vicenda è intervenuto anche il Presidente della figc Gabriele Gravina. “Sono sconcertato – ha commentato – il mio primo pensiero va ai familiari del ragazzo deceduto. Aspettiamo che venga chiarita la dinamica dei fatti, di certo il calcio non può essere preso come pretesto per compiere atti di violenza, sia dentro che fuori gli stadi.”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: AGGRESSIONE A GIOVANE DONNA POTENTINA, BARDI: EPISODIO GRAVISSIMO

Basilicatanews - Sab, 18/01/2020 - 17:47

Aggressione a giovane donna potentina, Bardi: episodio gravissimo

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in merito all’aggressione denunciata dalla signora Giulia Ventura dichiara che “l’episodio, oggetto di indagine da parte degli inquirenti, è gravissimo e risulta estraneo alla cultura della comunità lucana, improntata da sempre al rispetto della persona”.
Il presidente della Regione Basilicata nel dare la sua solidarietà alla giovane donna potentina, ritiene che “episodi di questo genere vadano stigmatizzati e condannati senza esitazione. Auspico che gli autori siano perseguiti in maniera durissima perché simili fatti di violenza e di intolleranza sono del tutto inconcepibili”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: CONIUGI SEPARATI E IMPOSTE SULLA CASA

Basilicatanews - Ven, 17/01/2020 - 20:39

Coniugi separati e imposte sulla casa

Nelle ipotesi di separazione o divorzio dei coniugi, la regola generale da tenere in considerazione è quella del consenso dei diretti interessati. Sono quindi i coniugi a decidere, sempre all’interno dei limiti imposti dalla legge. Esaminiamo allora alcuni dei casi più frequenti nella pratica. In caso di vendita della prima casa entro i 5 anni dall’acquisto, non si decadrà più dall’agevolazione fiscale anche se il coniuge venditore non acquisti entro un anno un’altra abitazione con gli stessi requisiti. Condizione necessaria perché questo avvenga, sarà che la vendita sia il risultato di un accordo raggiunto tra i coniugi in sede di separazione. La norma vale sia tra gli stessi coniugi che nei confronti dei terzi. Quindi, in caso di vendita “anticipata” della casa coniugale, nelle ipotesi di separazione, non si perderanno i benefici prima casa, sempre che questo sia previsto nell’accordo di separazione omologato dal giudice (lo ha stabilito ultimamente l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 80/E del 09/09/2019). Si ricorda poi che l’atto con il quale viene trasferito all’ex coniuge un immobile, in esecuzione di un accordo di separazione consensuale, è esente da imposte. Per stabilire invece chi dovrà pagare l’IMU, bisognerà guardare alla presenza di figli minori. Se non vi sono, si dovrà fare riferimento al diritto sul bene immobile (lo prevede il comma 743 della legge 160/2019). Nel caso dell’IMU infatti sono esentate dal pagamento le ipotesi di abitazione principale. Ma che cosa succede nelle ipotesi di coniugi separati e divorziati cui viene assegnata la casa familiare in presenza di affidamento dei figli? In questo caso, il genitore assegnatario diviene titolare di un diritto di abitazione sullo stesso immobile. Da questo deriva che, quando ci sono figli minori, il genitore assegnatario non sarà tenuto al pagamento dell’IMU. Se invece i minori non vi sono, varranno le regole ordinarie. Quindi, se l’immobile appartiene al coniuge, che però non è assegnatario dello stesso, la casa farà capo solo a questi che dovrà regolarmente pagare l’imposta. Se invece il bene appartiene a entrambi i coniugi, si dovrà guardare alle singole quote di possesso. Quindi, quella parte di casa che fa capo al coniuge non assegnatario pagherà l’imposta, mentre quella parte di casa che fa capo al coniuge che la utilizza non dovrà pagare l’imposta, in quanto abitazione principale. Per concludere, se una coppia senza figli decide di separarsi, l’IMU la paga il proprietario. Se invece ci sono figli minori sarà l’assegnatario della casa coniugale che dovrà provvedere al pagamento dell’imposta.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IL NUOVO CALCIATORE DELLA VULTUR E’ PIERPAOLO DI SENSO

Basilicatanews - Ven, 17/01/2020 - 20:32

Lo avevamo annunciato ma adesso è ufficiale. Pierpaolo Di Senso è un nuovo calciatore della Vultur. Lo ha annunciato la stessa società con un comunicato. Ti accogliamo a braccia aperte nella famiglia bianconera – si legge nella nota diffusa – augurandoti tanta salute e augurandoci di poter condividere con te tanti successi. Anche dalla nostra redazione e Pierpaolo Di Senso per questo ritorno in campo.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ANTEPRIMA DEGLI AVVENIMENTI DELLA DOMENICA SPORTIVA

Basilicatanews - Ven, 17/01/2020 - 20:23

APPROFONDIMENTI DEL 17 GENNAIO 2020

Nell’anticipo del sabato, che aprirà la giornata di campionato nel girone C, il Picerno andrà ancora alla ricerca di punti dopo la convincente vittoria di Rieti. I lucani, allenati da mister Domenico Giacomarro, riceveranno la visita della Viterbese. Si giocherà all’Alfredo Viviani di Potenza con fischio d’inizio fissato per le ore 14:30. Proprio i melandrini nelle ultime ore hanno fatto registrare un operazione in uscita: ovvero la risoluzione del contratto con il calciatore Antonio Calabrese, classe 1996. La società – si legge nella nota- ringrazia il calciatore per quanto fatto con la maglia del Picerno e gli augura ogni fortuna professionale.

Anche l’altra lucana non avrà una gara semplice. Il Potenza, dopo la deludente sconfitta casalinga contro la Ternana, cercherà la vittoria a Catania. I siciliani in crisi societaria hanno ceduto una parte dei big. Anche patron Caiata è impegnato sul mercato. In uscita Breza passerà al Bologna ma solo nella prossima stagione, resterà in Lucania fino al termine della stagione. Si cerca un attaccante, si fanno i nomi di Salvatore Caturano in uscita dall’Entella ma corteggiato dal Catanzaro e del 32enne Matteo Di Piazza. Ovviamente trattative non semplice. In uscita anche Sepe. L’ex Matera non ha offerte concrete anche se nell’ultime ore è stato offerto a club di Serie D e C.

PROGRAMME GARE

SERIE C – GIRONE C

22a Giornata – 18-19 gennaio 2020

PICERNO – VITERBESE

BARI – RIETI

BISCEGLIE – REGGINA

CASERTANA – V.FRANCAVILLA

CATANIA – POTENZA

PAGANESE – S.LEONZIO

TERNANA – RENDE

VIBONESE – CAVESE

CATANZARO – MONOPOLI

TERAMO – AVELLINO

In Serie D serve la svolta decisiva in casa Francavilla in Sinni. I sinnici di mister Lazic saranno di scena a Vallo della Lucania contro i locali della Gelbison. Una vittoria consentirebbe alla squadra di Cupparo di uscire dalla zona retrocessione. Se la passa meglio il Grumentum che riceverà la visita del Cerignola, pugliesi freschi della vittoria a tavolino contro il Taranto. Gara difficilissima, Cerignola in gran forma e che ha tutta l’intenzione di puntare alla rimonta per il primato.

PROGRAMMA GARE

SERIE D – GIRONE H

20a Giornata – 19 gennaio 2020

BITONTO – FASANO

BRINDISI – CASARANO

FOGGIA – NOCERINA

ANDRIA – GLADIATOR

GELBISON – FRANCAVILLA

GRUMENTUM – CERIGNOLA

NARDO’ – TARANTO

SORRENTO – GRAVINA

ALTAMURA – AGROPOLI

CAMPIONATI REGIONALI

PROGRAMMA GARE

ECCELLENZA LUCANA

19a Giornata – 19 gennaio 2020

A.LAURIA – FERRANDINA

BRIENZA – VULTUR

LAVELLO – CASTELLUCCIO

MONTESCAGLIOSO – POLICORO

R.SENISE – LATRONICO

R.TOLVE – MELFI

RIPACANDIDA – MOLITERNO

ROTONDA – POMARICO

PROGRAMMA GARE

PROMOZIONE LUCANA

19a Giornata – 19 gennaio 2020

A.MONTALBANO – SANTARCANGIOLESE

A.RAPONE – AVIGLIANO

SAN CATALDO – S.LAVELLO

MARCONIA – RAF VEJANUM

BANZI – MARMO PLATANO

OPPIDO – PATERNICUM

O.VENOSA – MIGLIONICO

TITO – VIRIBUS PZ

UNA NOTIZIA PRIMA DI CHIUDERE – Lo avevamo annunciato ma adesso è ufficiale. Pierpaolo Di Senso è un nuovo calciatore della Vultur. Lo ha annunciato la stessa società con un comunicato. Ti accogliamo a braccia aperte nella famiglia bianconera – si legge nella nota diffusa – augurandoti tanta salute e augurandoci di poter condividere con te tanti successi. Anche dalla nostra redazione e Pierpaolo Di Senso per questo ritorno in campo.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ATTENTATO A CENTRO ANZIANI”IL SORRISO DI STEFANO”

Basilicatanews - Ven, 17/01/2020 - 20:17
Attentato a centro anziani “Il Sorriso di Stefano”: la solidarietà di Leone

“Esprimo la mia totale vicinanza al Direttore e gli operatori tutti dell’Universo Salute Opera Don Uva nonché alla famiglia Franchi per il vile atto di cui sono stati bersaglio ieri.

E’ ignobile come la violenza e l’aggressività colpiscano ancora una volta chi cerca di dare il proprio contributo alla vita sociale ed economica del proprio paese.

Tali atti devono trovare un atteggiamento di condanna pubblica ed è necessario investire le nostre energie per far sì che i valori del rispetto, della libertà e della dignità possano essere ancora vivi all’interno delle nostre comunità.

Non mancheranno il mio sostegno e la mia vicinanza per poter combattere insieme”.

E’ quanto dichiara in una nota Rocco Leone, assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, in riferimento all’attentato dinamitardo che ha colpito, a Foggia, il centro per anziani “Il Sorriso di Stefano”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: APPROVATA LA PROPOSTA DI LEGGE “DISPOSIZIONE IN MATERIA SANITARIA”

Basilicatanews - Gio, 16/01/2020 - 13:08

Approvata la proposta di legge “Disposizioni in materia sanitaria”, d’iniziativa del Presidente della Quarta Commissione, Massimo Zullino.

“La Regione, con delibere di Giunta Regionale, ha introdotto ulteriori e rilevanti requisiti specifici per le strutture residenziali e semiresidenziali, che alterano i requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi previsti dalla precedente legge regionale dell’anno 2000.

La situazione ha trovato ulteriori complicazioni con la sentenza della Corte Costituzionale, in cui i rilevanti cambiamenti per l’ottimizzazione dei requisiti minimi hanno destabilizzato la continuità dei servizi riabilitativi in regime sia residenziale sia  semi-residenziali, ma giustamente è stata ascoltata la richiesta di aiuto di intervento urgente regionale e di revisione dei requisiti e dei termini per la realizzazione degli adeguamenti con le delibere di Giunta”. Questo è quanto dichiara il Presidente della Quarta Commissione, Massimo Zullino.

“Tali modifiche sono a favore delle strutture che, per avere possesso dei requisiti minimi, hanno necessità temporali ed economiche, e per tale ragione, auspico che la Regione Basilicata, mediante nuovi Fondi Sociali Europei,  metta a disposizione una quota per sostenere le strutture nel loro processo di adeguamento”. Conclude il Presidente Zullino.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: MATERA2019, IL GRAZIE AI CITTADINI DALLA FONDAZIONE E DAL COMUNE

Basilicatanews - Gio, 16/01/2020 - 09:29

Matera 2019, il grazie ai cittadini dalla Fondazione e dal Comune

Il 19 gennaio, a un anno esatto dalla apertura del 2019, si inaugura il campo basket di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019

Il successo di Matera Capitale europea della cultura è il risultato non solo di un intenso lavoro guidato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, ma anche e soprattutto, dei tantissimi cittadini che hanno regalato il loro tempo partecipando attivamente a questo viaggio. Sono migliaia le persone che hanno partecipato ai laboratori nei quartieri, alla organizzazione della cerimonia inaugurale e di quella finale, ai progetti artistici, ai progetti di comunità, alle residenze in molti casi anche mettendo a disposizione propri spazi e proprie abitazioni.

Per questa ragione, mentre si continua a progettare un percorso di iniziative culturali finalizzato a valorizzare l’eredità di Matera 2019, la Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Comune di Matera, a un anno esatto dalla cerimonia inaugurale, hanno organizzato un momento istituzionale per offrire un riconoscimento a tutti i cittadini che hanno partecipato al percorso di Matera 2019.

Domenica 19 gennaio, in occasione della inaugurazione del campetto di Piazza degli Olmi, realizzato nell’ambito del progetto Open Playful Space coprodotto da Comitato Uisp Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019, dalle ore 11 alle ore 13, verrà consegnato a tutte le persone che si sono impegnate in questo anno speciale un attestato di partecipazione, ricordo tangibile del meraviglioso supporto, e un kit ricordo di questa esperienza comprendente il video della cerimonia inaugurale –  prodotto da TRM e donato dal Comune di Matera – tenutasi esattamente un anno fa, anche per rivivere insieme i tanti momenti che sono stati condivisi.

Nella circostanza, alle ore 10, verrà inaugurato “Let’s Play Culture”, intervento di arte urbana che ha interessato il campetto di Piazza Degli Olmi a Matera.

L’opera finale, che ha coinvolto l’artista tedesco Quapos e l’artista italiano Skolp, con la direzione artistica di Monica Palumbo – Momart Gallery e la collaborazione di Marica Montemurro e Gianni Papapietro, rappresenta la sintesi dell’incontro tra Arte Urbana, Gioco e Sport di Strada, che conclude il processo di riqualificazione avviato nel 2018.

L’inaugurazione dell’intervento di arte urbana coinvolgerà l’Istituto “D. Bramante, partner integrante del progetto Open Playful Space nel processo di rigenerazione dell’intera piazza, anche in vista dell’Open Day Scolastico in programma il 19 Gennaio.

Qui di seguito il programma:

– Ore 10,30 – 11,45

Basket 3vs3  under 18

– Ore 11,00 – 11,45

Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt

– Ore 11,00 – 13,00

Consegna attestati ai cittadini

– Ore 12 – 12,30

Saluti istituzionali e cerimonia di consegna del campetto di piazza degli olmi con interventi del sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, e il presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce

– Ore 12,30 – 13,30

Esibizione e laboratori di capoeira, arti circensi, giocoleria e art du deplacement a cura delle associazioni Lacapaosciuc e Muvt

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: IL SUCCESSO DI MATERA2019 COME ESEMPIO PER TORINO 2019

Basilicatanews - Gio, 16/01/2020 - 09:02

IL successo di Matera 2019 come esempio per Torino 2033

 

L’esperienza di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 è stata al centro della riunione della V Commissione Consiliare del Comune di Torino svoltasi questa mattina preso il Palazzo Civico.

Nel corso dell’incontro, dedicato al tema della candidatura di Torino a Capitale Europea della Cultura per il 2033, è stato invitato, insieme al Rappresentante del Rettore del Politecnico di Torino, prof. Juan Carlos De Martin, delegato per la Cultura e la comunicazione, anche il Direttore Generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri, che ha illustrato il percorso condotto dalla città lucana.

Erano presenti l’Assessore alla cultura del Comune di Torino, Francesca Paola Leon, e il Presidente della V Commissione, Massimo Giovara.

Verri, in particolare, dopo aver ripercorso la storia delle capitali europee della cultura, si è soffermato sui principali aspetti che hanno caratterizzato la candidatura di Matera e sulle ragioni per cui la città è riuscita a guadagnare questo titolo. Una parte della testimonianza di Verri ha invece riguardato il programma culturale organizzato nel 2019 e il tema dell’eredità che lascia questo anno da capitale. Al termine dell’incontro Verri ha risposto alle domande dei consiglieri comunali presenti.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: TAR BASILICATA, LEGITTIMA LA PROCEDURA DELLA GARA DI CAVA DEL SOLE

Basilicatanews - Gio, 16/01/2020 - 08:09

Matera 2019, Adduce: TAR Basilicata, legittima la procedura della gara di Cava del Sole

Il TAR di Basilicata, con Sentenza n. 40 del 13 gennaio 2019, ha dichiarato la legittimità della procedura di gara bandita dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 per l’affidamento in concessione della realizzazione e gestione di Cava del Sole.

Il TAR ha chiarito che la Fondazione, difesa dall’Avv. Vito Agresti, ha operato nel rispetto di tutte le regole dell’evidenza pubblica.

Il Giudice Amministrativo, nel rigettare il ricorso proposto dal secondo classificato Rti Fiera di Roma-Palazzo Gattini ed altri, ha acclarato che l’unico effetto del ricorso avrebbe potuto essere l’annullamento dell’intera gara e giammai l’affidamento della concessione in favore del ricorrente, affermando al contempo che la Commissione di gara, presieduta dal Direttore della Fondazione, Paolo Verri, ha agito in piena legittimità valutando correttamente le offerte dei concorrenti ed aggiudicando la selezione allo Studio Ega che ha formulato la migliore offerta sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista economico.

Soddisfatto il Presidente della Fondazione, Salvatore Adduce, che ha dichiarato: “Do atto all’intera struttura della Fondazione Matera Basilicata 2019 di aver bene operato, dimostrandosi capace di realizzare una grandissima mole di attività rispettando linearità e trasparenza, attraverso procedure pubbliche particolarmente complesse. Ciò ha permesso il dispiegarsi di tutte le iniziative del programma lungo l’intero percorso di Capitale Europea della Cultura nel pieno rispetto delle norme che regolano la vita di un soggetto molto “originale” quale è una Fondazione. Non meno rilevante è la circostanza che, a conclusione dell’anno della Capitale Europea della Cultura, i Soci fondatori – Comune di Matera, Regione Basilicata, Provincia di Matera, Università degli Studi della Basilicata, Camera di Commercio della Basilicata – possono contare su una struttura non condizionata da contenziosi di tipo amministrativo”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: OSSERVATORIO SULLE VIOLENZE DI GENERE

Basilicatanews - Gio, 16/01/2020 - 07:52

L’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va”, cantava l’indimenticabile Lucio Dalla.

Tra le cose che, purtroppo, in Basilicata non vanno mi rincresce evidenziare la mancata convocazione, da parte dell’Assessore regionale alla Salute e Politiche Sociali, dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori istituito dalla Legge Regionale n.26 del 18/12/2007 con la finalità di prevenire e contrastare tali fenomeni sull’intero territorio regionale.

L’articolo 6 di suddetta legge prevede che “l’Osservatorio presenta al Consiglio Regionale, entro il 31 dicembre di ogni anno, una relazione dettagliata sui dati acquisiti, sull’attività svolta, sulle osservazioni e proposte elaborate”.

Sebbene l’anno vecchio sia finito da ben 15 giorni, al Consiglio Regionale non è stata presentata alcuna relazione né tanto meno l’assessore Leone, dal suo insediamento ad oggi, ha avvertito l’esigenza di convocare una riunione dell’importante organismo.

Ritengo che a questa mancanza si debba tempestivamente ovviare e, pertanto, sollecito l’Assessore regionale alle Politiche Sociali a procedere, con la massima urgenza, alla convocazione di una riunione dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e di redigere la relazione da presentare e discutere in Consiglio Regionale al fine di definire gli interventi a favore delle donne e dei minori colpiti da violenza, ma anche l’attuazione di iniziative a sostegno dei percorsi di uscita dai comportamenti violenti per i responsabili degli abusi.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ARPAB, “LEGGE SEGNA NUOVO PASSO PER CONTROLLI AMBIENTALI”

Basilicatanews - Mer, 15/01/2020 - 20:32

Arpab, Rosa: “Legge segna nuovo passo per controlli ambientali”

Abbiamo voluto un’Agenzia che fosse incentrata sulla sua vera mission: dare certezze ai cittadini sullo stato dell’ambiente in cui vivono”

“L’approvazione della legge di riforma dell’Arpab segna un nuovo passo per i controlli e il monitoraggio ambientali. Abbiamo voluto un’Agenzia che fosse incentrata sulla sua vera mission: dare certezze ai cittadini sullo stato dell’ambiente in cui vivono. Lo abbiamo fatto privilegiando l’implementazione delle funzioni di controllo e snellendo l’apparato amministrativo. Abbiamo sperimentato in questi anni che l’organizzazione complessiva, in particolare l’organizzazione in dipartimenti non ha funzionato. La nuova organizzazione va verso la specializzazione degli uffici che coprirà l’intero territorio regionale”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, commentando l’approvazione in Consiglio del disegno di legge sul riordino dell’Arpab.

“Una riforma – ha continuato Rosa – che sarà a costo zero e non peserà sulle tasche dei lucani e avverrà attraverso la riduzione dei compensi del direttore generale e del direttore tecnico scientifico e l’abolizione della figura del direttore amministrativo. La riforma si completerà con i concorsi pubblici per assumere tecnici e aumentare l’efficienza delle attività di analisi e controllo. Ringrazio il presidente Bardi, la giunta tutta e i consiglieri tutti che hanno dimostrato che con il confronto si riesca a lavorare per il bene dei lucani”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: “NUOVE SFIDE PER IL TURISMO A POTENZA”

Basilicatanews - Ven, 10/01/2020 - 08:09

“Nuove sfide per il turismo a Potenza” 

NICOLETTI (APT) INCONTRA COMMISSIONE TURISMO DEL COMUNE DI POTENZA

Il direttore generale dell’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata, Antonio Nicoletti, ha incontrato ieri i componenti della Commissione Turismo del Consiglio Comunale di Potenza, in un appuntamento programmato per affrontare le prospettive e le future azioni di promozione turistica della città capoluogo.

“Dopo il successo del Capodanno Rai – ha commentato Nicoletti – la città di Potenza ha la positiva volontà di sviluppare un’offerta turistica connessa al ruolo di città europea dello sport per il 2021. Oltre alla propria offerta museale e di eventi, la città è inserita in un contesto caratterizzato da straordinarie emergenze turistiche, paesaggistiche e ambientali. È di fatto un polo urbano e di servizi baricentrico tra le Dolomiti Lucane, il Vulture, il Melandro, i luoghi degli sport invernali; anche in questa prospettiva, può offrire al viaggiatore la motivazione a una permanenza anche di più giorni. Declinare il tema di città dello sport è una nuova sfida non solo per le istituzioni e il sistema della promozione, ma anche l’occasione per misurarsi e aumentare la qualità dei servizi di ospitalità che il turismo contemporaneo richiede”.

“Con il presidente Restaino e i componenti della Commissione – continua Nicoletti – si è condivisa l’opportunità di attivare un tavolo operativo con i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, degli enti interessati, per condividere le strategie e le attività del prossimo futuro. L’Apt è interessata a partecipare da protagonista a questa sfida”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: BUIO NERO COLOR PETROLIO

Basilicatanews - Ven, 10/01/2020 - 07:34

Braia: anche del futuro della Lucana Film Commission ad oggi nessuna notizia.

lio.

 

“Nessun futuro per Matera 2019, nessun rinnovo del Contratto Rai, azzerati i contributi ai comuni per la promozione degli eventi estivi, spenti i riflettori sulla promozione dell’agroalimentare, oscuriamo anche la Film Commission e il cinema e la Basilicata può tornare nel buio nero, color petrolio.

L’industria culturale e creativa si è rivelata anche per la Basilicata, un potente strumento concreto di comunicazione e promozione territoriale, di crescita della regione, di contrasto attivo al fenomeno emigratorio: i dati positivi del comparto degli ultimi anni e i vari successi nazionali ed internazionali, lo dimostrano.

 

A fronte di questo, che possiamo affermare senza temere smentita, l’attuale governo regionale, ad oggi, nonostante richieste scritte e incontri formali, non ha mai fornito indicazioni e interpretazioni di Statuto per far operare la Fondazione Lucana Film Commission nell’attuazione del Piano delle attività 2019, già approvato dalla Giunta nel settembre scorso.

 

Quale sia la tempistica della discussione della delibera nelle due competenti commissioni consiliari perché si approvi in via definitiva, il piano delle attività 2019 e si confermi, come minimo, il sostegno di euro 1.040.000 ai sensi della L.R. 26/2011 non è dato saperlo.

 

I 30 giorni previsti in quella DGR sono ben che passati, presentiamo pertanto, insieme ai colleghi Polese e Pittella, una interrogazione urgente al presidente della Giunta su diverse questioni correlate alla idea e visione di sviluppo che questo Governo regionale ancora non ha espresso rispetto a tutto, compreso il futuro dell’impresa dell’audiovisivo e cinematografica in Basilicata.”

 

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia (Italia Viva).

 

“Non è più solo Matera – prosegue Braia – ad essere scelta per le sue peculiarità dalle produzioni cinematografiche ma, grazie al lavoro fatto in questi anni, l’intera Basilicata che è diventata protagonista – e non più solo sfondo – di un piccolo distretto dell’audiovisivo riconosciuto che, con le sue piccole e medie aziende, favorisce un tipo di sviluppo culturale ancora non calcolato completamente nelle sue intere ricadute economiche presenti e future.

 

Lo scopo con cui, nel 2012, è stata istituita la LFC era quello di valorizzare il territorio lucano attraverso il sostegno alla realizzazione di opere di produzione di audiovisivi regionali, film, fiction TV, spot pubblicitari, documentari e ogni altra forma di produzione audiovisiva che incrementasse la visibilità della Basilicata e anche delle produzioni e coproduzioni lucane. Gli addetti ai lavori nazionali riconoscono il buon lavoro svolto sino ad ora, le prime analisi di contesto su tempi lunghi confermano che nel cinema e nell’audiovisivo i fondi pubblici in Basilicata hanno restituito almeno sette euro per ognuno investito, con un impatto complessivo di 4 milioni e mezzo di euro, con 107 tra imprese di cinema, radio e televisione totalmente lucane a vario titolo coinvolte.

 

Nel 2018 si è molto rafforzato il brand “Basilicata terra di cinema” permettendo di valorizzare maestranze tecniche e artistiche coinvolte in uno dei principali successi italiani di quella stagione, come “I Tre moschettieri” di Veronesi.

 

Dopo i grandi successi, per citare quelli più noti e recenti senza scomodare Pasolini e da Mel Gibson in poi, anche il 2019 è stato un anno importante per verificare la potenzialità di traino che la Basilicata può avere su tutto il settore audiovisivo e culturale del Mezzogiorno, che sta aumentando notevolmente i suoi indici. La produzione internazionale di James Bond e quella nazionale della fiction “Imma Tataranni”, tra le altre, ne sono, ultime in ordine di tempo, un esempio straordinario per ricadute economiche e turistiche che già cominciano a dare frutti. Il prossimo futuro, ci vedrà, per la portata di livello mondiale di tali produzioni che potrebbero moltiplicarsi ulteriormente, protagonisti comunque grazie alle scelte fatte – e da fare – sul segmento legato al Cineturismo, per il quale il Gal Start2020 si è con coraggio e lungimiranza già fortunatamente avviato.

 

Ci chiediamo, ma questo governo regionale si rende conto quali opportunità si rischia come Basilicata di perdere dopo tanto lavoro fatto?

A tal proposito, quando sarà designato il Presidente della Fondazione come previsto dallo Statuto? Nel maggio del 2019 è purtroppo venuto a mancare Luigi Di Gianni e da allora (8 mesi) la nuova giunta Bardi non ha inteso designarne il sostituto e la Lucana Film Commission opera attualmente con un Consiglio d’amministrazione che vede un Presidente facente funzioni e un solo consigliere. Anche i contratti dei dipendenti e dei consulenti sono in scadenza e presto decadrà l’attuale CdA. Quale programmazione può fare un organismo senza legittimazione ufficiale?

 

La Regione Basilicata intende o meno dare solide fondamenta al settore, per farlo evolvere e consolidare oltre il 2019 o intende spegnere anche questa visionaria scelta del passato che ha, nonostante i margini di miglioramento sempre possibili, portato tanti benefici alla nostra terra?

 

Serve programmare per tempo – conclude il Consigliere Braia – avvisi pubblici e dotazione finanziaria adeguata per aumentare le opportunità di una filiera ormai matura nelle sue competenze e capacità, spingendo anche e soprattutto sul protagonismo delle risorse locali, sulla formazione delle maestranze specializzate e occorre dare con urgenza le adeguate risposte alle produzioni cinematografiche che intendono girare in Basilicata, quali ad esempio quella della fiction Imma Tataranni, per citarne una. Serve avere una visione e mettere mano con urgenza alla programmazione per non vanificare gli sforzi e gli investimenti fatti ma, al momento, anche di questo settore, si sono perse di vista le priorità strategiche in questa nostra regione.”

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: PROTOCOLLO TRA COMUNE DI TITO E UNIBAS SULLA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE FORESTALI.

Basilicatanews - Ven, 10/01/2020 - 07:20


Il Comune di Tito e la Scuola di Scienze agrarie, forestali, alimentari e ambientali (Safe) dell’Università degli studi della Basilicata hanno sottoscritto una convenzione per la gestione sostenibile delle risorse forestali presenti sul territorio titese. Il protocollo, ratificato nell’ultima seduta del Consiglio comunale con apposita delibera votata all’unanimità, prevede la consulenza scientifica da parte della Safe nella fase di implementazione e di avvio del Piano di gestione forestale comunale finalizzata, nello specifico, all’ottenimento della certificazione Pefc, ovvero dell’attestazione, attraverso rigorose procedure di verifica e controllo da parte di un organismo indipendente, della perfetta rispondenza a requisiti di sostenibilità.
Il gruppo tecnico-scientifico dell’Università della Basilicata curerà altresì il percorso per l’ottenimento di crediti di carbonio dal nuovo piano di assestamento forestale, una premialità per corrette pratiche di tutela e salvaguardia ambientale. Ciascun credito corrisponde all’eliminazione di una tonnellata di anidride carbonica. Una volta certificati da apposite agenzie, i crediti hanno un valore di mercato perché possono essere rivenduti ad altri soggetti che emettono oltre le soglie consentite e che hanno bisogno di tali crediti per compensare le emissioni in eccesso.
“La nostra volontà è invertire il paradigma di un territorio spesso associato a criticità ecologiche, derivanti soprattutto dalla pesante eredità di sito di interesse nazionale per l’inquinamento lasciataci dall’industria chimica, affiancando ai progetti di risanamento le attività di valorizzazione del patrimonio naturale di cui fortunatamente disponiamo in modo da migliorare la qualità di tutte le matrici ambientali presenti a Tito”, sottolinea il sindaco Graziano Scavone. “Lo facciamo con un approccio scientificamente rigoroso che porterà alla certificazione del nostro territorio da un punto di vista ambientale”, aggiunge. “Pertanto, dopo la collaborazione con il Dipartimento di ingegneria per la redazione delle nostre proposte in materia di infrastrutture e trasporti a valere sul piano di trasporto pubblico regionale, il Comune di Tito rinnova il rapporto di proficua collaborazione con l’Università degli studi della Basilicata, stavolta con la Scuola di Scienze agrarie e forestali, diretta dal prof. Di Renzo e il cui responsabile scientifico è il prof. Romano; voglio ringraziare entrambi personalmente per la attenzione dedicata al nostro progetto innovativo di piano di assestamento forestale”. “Attraverso la valorizzazione delle nostre risorse – conclude Scavone – contribuiremo al miglioramento della qualità dell’aria e alla manutenzione del patrimonio boschivo con modalità che siano rispettose del territorio e che aggiungano ricadute finanziarie per l’ente e per il sistema produttivo locale”.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:   CAMMINO DELLA LANA E DELLA SETA, PARTITA DA BOLOGNA Ora è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio.

Basilicatanews - Gio, 09/01/2020 - 08:57

Ora è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio. Cara Toscana, ora Vienna Cammarota sta arrivando da te. Ci siamo! Network internazionali saranno a Prato per intervistarla ed accoglierla. All’età di 70 anni sta percorrendo 132 Km a piedi per raccontare la Via della Seta italiana prima di recarsi a Pechino, sempre a piedi!

Cammarota: “Ho visitato il paesino di Giorgio Morandi in Emilia – Romagna. Sto scoprendo l’Appennino come una giovane innamorata che scopre il suo amore”.

Iniziata la nuova impresa all’età di 70 anni .

CAMMINO DELLA LANA E DELLA SETA

Partita da Bologna arriverà il 9 Gennaio a Prato!

Ad Aprile inizierà il cammino da Venezia a Pechino, a piedi, durerà 3 anni!

 

“In questi minuti mi sto avvicinando alla Toscana. Che emozione attraversare l’Appennino Tosco – Emiliano.  La parola “bella Italia” è così sovente che mi chiedo se veramente gli italiani la conoscono. Sto scoprendo l’Appennino come una giovane innamorata che scopre il suo amore. Questo Appennino ricco di tanta storia per la sua Linea Gotica, di tanta geografia, ma anche di arte per i suoi artisti, di intensità e diversità di colori della natura, come sosteneva Morandi Giorgio. Ieri pomeriggio sono arrivata a Grizzana Morandi lungo il percorso della lana e della seta. Ho voluto conoscere la storia della vita di Giorgio Morandi e delle sue opere. Ho avuto la fortuna di poter avere un cicerone perfetto, l’ex sindaco Cesare Callisto, che ringrazio tantissimo per la sua disponibilità”. Lo ha affermato Vienna Cammarota, anni 70, Guida Ambientale Escursionistica, Coordinatrice delle Guide della Campania. Vienna è balzata agli onori della cronaca soprattutto tra il 2017 ed il 2018 per essere stata l’unica donna al mondo a percorrere più di 2000 Km a piedi camminando sull’itinerario dello scrittore tedesco Wolfgang Goethe, passato alla storia come “Viaggio in Italia”.  Nella serata di ieri, la guida campana è arrivata anche a Castiglione dei Pepoli.

In questi minuti Vienna è in cammino da Castiglione dei Pepoli a Vernio, altri 20 Km. Vienna arriverà verso le ore 15 di questo pomeriggio.

Con lei il Tricolore. Vienna vuole rimettere al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica il cammino lento, la meditazione, l’incontrarsi.

 

“Io dico grazie a tutte le persone che mi hanno “indottrinata” per poter apprendere in poco tempo la storia del paese e di Morandi. E a loro la “bella Italia” ho voluto rappresentarla con la Bandiera. Guardiamola la nostra Bandiera che ci ricorda i valori della libertà, dell’onestà, dell’unità. Ricordiamoci che in quel verde è rappresentato con amore anche il Patrimonio Naturalistico che siano Appennino, Alpi, laghi, fiumi, coste dell’intera Italia”.

I network internazionali si stanno già organizzando per accoglierla a Prato dove arriverà Giovedì 9 Gennaio. Domani altri incontri ed appuntamento invece a Vaiano. Vienna ci arriverà dopo aver percorso sempre e solo a piedi altri 21 Km, poi Giovedì la tappa  finale che la porterà ad arrivare a Prato nel tardo pomeriggio. Vienna continuerà a raggiungere il centro della città ance il giorno dopo, Venerdì 10 Gennaio.

Raccontare, vedere, incontrare, dialogare sono tutti nel cammino lento che in questi anni l’Italia sta riscoprendo.

Ad Aprile la settantenne Guida campana partirà per una grande impresa: Venezia – Pechino a piedi per raccontare i luoghi di Marco Polo.

Vienna però vuole ricordarci che una via della seta e della lana è esistita anche in Italia.

personale, guanti, berretto di lana, ghette, sacco lenzuola. Ancora una volta voglio incontrare, raccontare, vedere, scrivere”.

Le imprese di Vienna. Ora c’è chi propone a Lei il Giro del Mediterraneo  per rendersi maratoneta della pace.

Dal 2017 al 2018 Vienna Cammarota  è stata protagonista, unica donna al mondo nella storia a percorrere a piedi l’intero viaggio dello scrittore tedesco Wolfgang Goethe. Con Vienna si impose così l’importanza del cammino e del Turismo Ambientale per un Paese, l’Italia che detiene primati importanti nei Beni Culturali ma anche nella valorizzazione del Patrimonio Naturalistico. L’Italia, ad esempio è il Terzo Paese al Mondo per numero di Geoparchi. Vienna volle però attraversare anche l’Italia Centrale, essere sull’Appenino, entrare nei borghi a rischio spopolamento. Lo ha fatto con la Bandiera Italiana sulle spalle. All’estero ha attraversato la Boemia, la Baviera, l’Austria, il Tibet, la Palestina, la Patagonia, l’Amazzonia, il Madagascar e sempre portando con se la cultura popolare italiana. In Sicilia è stata accolta dalla classe intellettuale femminile alla presenza della Contessa Chiara Modica Donà Dalle Rose, Presidente della Biennale Internazionale di Arte Sacra e da Patrizia Li Vigni, attuale Soprintendente del Mare in Sicilia, ma anche dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando. A Napoli il sindaco Luigi De Magistris e l’Assessore alle Politiche giovanili Alessandra Clemente, le consegnarono la Medaglia del Sindaco della Città di Napoli e venne accolta non solo a Palazzo San Giacomo ma anche presso l’Istituto Goethe. A Roma, Vienna Cammarota si recò in visita alla Casa di Goethe in Via del Corso. Nel 2016, Vienna Cammarota, partendo dal suo Cilento, in Campania, attraversò i borghi di quell’Irpinia ferita, entrò in Puglia descrivendo gli Antichi Tratturi per poi terminare il suo Cammino della Misericordia nel cuore del Parco Nazionale del Gargano. Nel 2018, partendo dal Parco dei Monti Lattari, la Cammarota, volle attraversare invece i borghi del salernitano descrivendone la rinascita e della Basilicata. Ad Aprile, Vienna Cammarota, inizierà la nuova, grande sfida: partirà da Venezia per essere la prima donna al Mondo a raggiungere Pechino, la Cina, sulle tracce del grande Marco Polo. Partirà a 70 anni compiuti ed arriverà a Pechino nel Dicembre del 2023 quando avrà 73 anni compiuti.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:“In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a cinque milioni e seicento mila campi di calcio. Nel 2019 in fumo più di 20.000 ettari”.

Basilicatanews - Gio, 09/01/2020 - 08:23

SIGEA scrive al Ministro dell’Ambiente

Falconi (Consigliere Nazionale SIGEA): “In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a cinque milioni e seicento mila campi di calcio. Nel 2019 in fumo più di 20.000 ettari”.

 

Fiore (Presidente Nazionale Sigea): “E’ chiaro che le cause di quanto sta avvenendo anche in Australia sono molteplici ma gli effetti irrecuperabili. In Italia, Paese ricco di Patrimonio Naturalistico, necessarie azioni comportamentali anche semplici di prevenzione come ad esempio l’abolizione delle Lanterne volanti cinesi. In queste ore abbiamo scritto al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa e ai Presidenti delle Regioni. In Italia, l’uso delle Lanterne Cinesi, è stato vietato ad esempio in alcuni comuni della Lombardia”.

“In Italia dal 1980 al 2017 le superfici interessate dal fuoco sono state pari a 4.061.988 ettari, equivalenti a 5.689.058 campi da calcio, con una media annua di 106.894 ettari; Roma si estende per circa 128.700 ettari. Nell’area mediterranea peggio dell’Italia solo la Spagna con 6.179.279 ettari andati in fiamme e il Portogallo con 4.512.336 ettari. I dati disponibili ci dicono che nonostante l’ultimo decennio abbia visto una diminuzione della superficie forestale percorsa dalle fiamme, eventi estremi che favoriscono l’innesco del fuoco si presentano con sempre maggiore frequenza e intensità come a esempio nelle annate del 1993, 2007 e 2017, anno in cui sono stati circa 8.000 incendi e sono bruciati oltre 160.000 ettari tra superficie boscata e non boscata. Dai dati raccolti dall’European forest fire information system (Effis) si evince che in Italia nel 2019 è stata interessata dal fuoco una superficie di 20.395 ettari”. Lo ha dichiarato Ilaria Falconi, Consigliere Nazionale della Società Italiana di Geologia Ambientale ( SIGEA).

La SIGEA ha scritto al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per l’adozione di azioni preventive semplici come il divieto delle Lanterne volanti cinesi.

“Questi dati impongono la necessità, in un Paese ricco di Patrimonio Naturalistico e Paesaggistico, di politiche di prevenzione partendo anche dalle semplici e non necessarie cattive consuetudini come le lanterne volanti.

La Sigea nei giorni scorsi ha scritto al Ministro dell’Ambiente, Gen. Sergio Costa, e a tutti i Presidenti delle Regioni italiane chiedendo la definizione urgente di un provvedimento normativo che vieti la vendita e l’uso su tutto il territorio nazionale e durante tutto l’anno di lanterne volanti con fiamma libera – ha annunciato, Antonello Fiore, Presidente Nazionale della SIGEA – prevedendo sanzioni per i trasgressori che metteranno a rischio l’ambiente e l’incolumità di persone e animali.

Questa richiesta diventa tanto più urgente se si pensa alle recenti cronache riguardanti l’incendio verificatosi allo zoo di Krefeld (Germania) durante il quale sono morti 30 animali e gli sviluppi delle indagini che attribuiscono molto probabilmente la causa del rogo all’utilizzo delle “lanterne volanti”, note anche come lanterne cinese, mongolfiera di carta o lanterne Kongming.

Anche in Italia, negli ultimi anni si sono verificati incendi causati dalle Lanterne cinesi. In alcuni comuni del milanese sono state già vietate.

In Europa e in Italia si deve avviare un momento di analisi con l’assunzione di responsabilità politiche al fine di prevenire fatti analoghi con conseguenze disastrose.

Gli incendi catastrofici che si stanno verificando in Australia, viste le proporzioni, avranno sicuramente effetti planetari e cause diverse. Però  tale emergenza richiede un’attenta riflessione anche in ambito europeo e italiano e una presa di coscienza sulla prevenzione all’innesco del fuoco.

Le lanterne volanti, che per sollevarsi in aria si avvalgono dello stesso principio delle mongolfiere, sono formate da materiale infiammabile (struttura rigida realizzata con materiali leggeri rivestita di carta) associato a una fiamma libera. Una volta accesa la fiamma dello stoppino e determinato il loro sollevamento in volo non si riesce più a controllare traiettoria e destinazione.

L’uso di queste lanterne volanti, alimentate da una fiamma libera, protagoniste indiscusse di molti riti, festival e cerimonie in Oriente, si sta diffondendo sempre più anche in Occidente e in Italia. Infatti, sta divenendo sempre più comune l’utilizzo delle lanterne volanti durante manifestazioni pubbliche o feste private (compleanno, matrimoni, ecc) al fine di creare atmosfere emotive ma con conseguenze qualche volta devastanti per l’ambiente. La loro pericolosità è accertata tanto che già in alcuni Paesi europei è vietato l’uso.

L’uso delle lanterne volanti è stato già causa nel nostro Paese d’incendi, incendi che come è noto non hanno solo un effetto diretto sulla flora e la fauna, ma lasciano una nefasta eredità al territorio, e alla popolazione che lo abita, esponendoli per lunghi periodi al dissesto geo-idrologico.

Si fa presente che anche per il settore degli incendi boschivi, come per il dissesto geo-idrologico, il rischio sismico, le crisi ambientali quali siccità e l’inquinamento, per citarne solo alcune, l’unica vera tutela dell’ambiente, dei beni, delle vite umane e animali è la prevenzione”.

La Società Italiana di Geologia Ambientale è riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare.

Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: AUTOVELOX POMARICO PRIMI PROVVEDIMENTI

Basilicatanews - Gio, 09/01/2020 - 07:54

Primi provvedimenti

L’ADICONSUM di Matera rende noto che per i primi ricorsi presentati al Giudice di Pace di Matera, per conto dei propri associati, tramite l’Avv. Giuseppe Tedesco, responsabile del centro giuridico territoriale, sono state già fissate le relative udienze per il prossimo febbraio.

Si deve segnalare che il giudice di pace con la fissazione dell’udienza ha disposto la “SOSPENSIONE dell’efficacia del provvedimento impugnato”.

Ciò significa che sino a quando non sarà emessa la relativa sentenza non potranno essere decurtati i punti dalla patente di guida del ricorrente.

La sospensione, pur costituendo solo un provvedimento interlocutorio e non definitivo, deve essere valutata positivamente poiché ciò significa che il giudice di pace ha riposto la massima attenzione ai casi a lui sottoposti, in attesa di verificare la difesa che sarà svolta dal Comune di Pomarico in sede di contraddittorio: e’ evidente che la decisone definitiva del giudice dovrà tenere conto delle posizioni di tutte le parti del processo, come precisa Marina Festa, Presidente Adiconsum.

Rimane sempre il dubbio circa l’effettiva validità dei due autovelox del Comune di Pomarico considerato che continuano a fioccare le multe segno che il lavoro di prevenzione non vi è mai stato.

Continuano ad essere numerosi sono gli automobilisti che si rivolgono alla nostra Associazione per una valutazione di fattibilità dei ricorsi da presentare al Prefetto o al Giudice di Pace.

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page