Notizie Basilicata

Cosimo Latronico, su dichiarazione Santo Padre

Basilicatanet - 3 ore 58 min fa
 Il capogruppo alla Camera di Direzione Italia, l'on. Cosimo Latronico è intervenuto su dichiarazione Pontefice .
"Il Santo  Padre  ha il diritto di parlare ai popoli ed alle nazioni della tragedia di migliaia  di persone in carne ed ossa e di sollecitare la responsabilità degli Stati  e dei governi del mondo per praticare  delle vie  umanitarie. Sarebbe un errore trascinare le sue parole, che preparano la giornata del migrante del 2018,in una polemica politica a cui resta estraneo il senso ed il contenuto  del suo appello. Altra cosa è ragionare sulla opportunità di non varare nuove norme sullo ius soli,  che  in questo momento sarebbero improvvide e divisive   nel nostro Paese. In un momento così delicato e rischioso per l'ordine nazionale ed internazionale l'auspicio e' che nessuno faccia prevalere ragioni e convenzione contingenti".
Categorie: Notizie Basilicata

San Fele, corso gratuito di matematica creativa

Basilicatanet - 4 ore 17 min fa
In una nota il sindaco di San Fele, Donato Sperduto, fa sapere che "il professor Vincenzo Di Giacomo, della New York University,  il  29, 30 e 31 agosto,   terrà delle lezioni sullo sviluppo della matematica creativa.
La partecipazione è gratuita e le lezioni si terranno presso la sede comunale a partire dalle ore 15.30.
Gli studenti interessati potranno presentarsi direttamente  presso la sede comunale nei giorni sopra specificati".
Categorie: Notizie Basilicata

Vicesindaco Genzano su dissesto SP ex SS n. 169

Basilicatanet - 4 ore 19 min fa
Nota del vicesindaco di Genzano
Viviana Cervellino


"Da diverso tempo, segnaliamo alla Provincia di Potenza il grave dissesto sulla SP ex SS n. 169 di Genzano, in corrispondenza  del Viadotto della Fiumarella, per scongiurare pericoli per la pubblica incolumità e richiediamo interventi di somma urgenza per la messa in sicurezza di questo tratto.
Di questo è stato interessato anche S.E.  il Prefetto della Provincia di Potenza che richiedeva formalmente notizie alla Provincia circa gli interventi da realizzare per tale messa in sicurezza.
La Provincia ci garantiva un costante monitoraggio del fenomeno deformativo del tratto stradale, stante la dichiarata pericolosità per la circolazione stradale.
Ad oggi, nessun intervento di messa in sicurezza è stato effettuato, nonostante nel maggio 2017, la Regione Basilicata abbia approvato un programma che stanzia risorse sufficienti per realizzare questo intervento.
La viabilità provinciale di questo territorio, corrispondente ad una delle 4 aree interne regionali, già gravemente deficitaria, rischia di perdere definitivamente l'accesso ad una arteria principale di connessione con la Regione Puglia e di collegamento con i numerosi fondi rustici e aziende zootecniche del territorio".
Categorie: Notizie Basilicata

Pignola, smaltimento controllato dei rifiuti bruciati

Basilicatanet - 4 ore 37 min fa
Il sindaco di Pignola, Gerardo Ferretti, in una nota ha dichiarato: 
"A seguito degli incendi che hanno percorso il territorio di Pignola, in questa fase, si ravvisa la necessità  di venire incontro alle esigenze dei cittadini e di predisporre tutto ciò che è necessario per smaltire correttamente i rifiuti che si sono bruciati durante i roghi.
Com’è noto, in questi casi, occorre caratterizzare il materiale bruciato e dotarlo di appositi codici CER; operazioni complesse che richiedono il supporto di tecnici specializzati.
Pertanto, per ridurre al minimo il disagio e i costi necessari, il Comune di Pignola - d’intesa con l’ATI SERVECO – Pellicano Verde, che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti,- ha attivato il seguente numero verde 800.955.138 a cui i cittadini potranno rivolgersi da oggi e fino alle ore 17:00 di mercoledì 30 agosto per prenotare i sopralluoghi e concordare i successivi interventi di bonifica che  avranno inizio a partire dal giovedì 31 agosto p.v.
Si ringrazia quanti collaboreranno fattivamente alla corretta gestione della problematica".
I
Categorie: Notizie Basilicata

Ugl, i segretari nazionali sanità a Matera

Basilicatanet - 4 ore 47 min fa
“I segretari nazionali Ugl Sanità e Ugl Medici, Franco Patrociello e Pieluigi Franco, saranno domani a Matera per incontrare gli iscritti, gli Rsu ed i lavoratori che in questi ultimi giorni in maniera esponenziale hanno aderito numerosi alla nostra sigla sindacale”.
Lo rende noto il segretario provinciale dell’Utl di Matera, Pino Giordano per il quale, “dopo Perugia, Modena, Verona e altre numerose città dove i sindacalisti hanno incontrato dirigenti sindacali e lavoratori per un confronto a 360° sulle principali problematiche del settore e sulle attività che il sindacato può promuovere sul territorio, i segretari nazionali Ugl Sanità e Ugl Medici arriveranno a Matera per far sentire la presenza delle Federazioni e rilanciare attività e servizi. Oltre che alla città dei Sassi – prosegue Giordano – i segretari visiteranno ed incontreranno i tanti aderenti dei comparti sanità e medici su tutto il territorio materano a prova che l’Ugl stà raccogliendo in tutte le realtà produttive dei comuni, i frutti del buon lavoro politico/sindacale che la classe dirigente territoriale quotidianamente ha messo in atto con abnegazione e serietà a sostegno dell’occupazione e a difesa dei lavoratori. La venuta di Patrociello e Franco è forte occasione di confronto indispensabile sia per analizzare da vicino le difficoltà e le problematiche vissute dal personale e dalla dirigenza medica nelle strutture sanitarie in cui operano sia, per far sì che la nostra azione in loro favore sia proficua e rispondente alle loro necessità. E’ intenzione dei segretari nazionali Sanità e Medici, infatti, - conclude Giordano - raggiungere tutte quelle province dove ancora come Ugl non abbiamo servizi strutturati e promuovere la crescita della nostra sigla attraverso azioni concrete e mirate”.





Categorie: Notizie Basilicata

Trivigno, presentazione libro di Carlo Andriuoli

Basilicatanet - 4 ore 53 min fa
Nell’ambito del cartellone degli eventi estivi, promossi dal Comune e dalla Pro loco di Trivigno, si terrà alle ore 21, il 24 agosto, la presentazione del libro “La coperta d’oro – Cento anni della nostra storia” di Carlo Andriuoli per le Edizioni Lucania Eventi. All’evento prenderanno parte Ambrogio Sparagna e Erasmo Treglia, con gli interventi di Mario Trufelli e momenti teatrali a cura di Tonio Fanuele.
Il libro, racconta cento anni di storia, che l’autore narra attraverso eventi che si sono susseguiti nel borgo di Trivigno, ma che si intrecciano con la storia dell’intera nazione e non solo.
“Andriuoli,  si legge in una nota - lucano e residente a Roma da tempo, ha conservato il legame con le sue radici, ritornando ogni anno nei luoghi della sua origine. Ed è proprio dai flash della sua infanzia che nasce la pubblicazione. Mettendo in ordine i suoi ricordi si è trovato a scoprire fatti e accadimenti racchiusi nell’arco di un secolo di storia. Attraverso la vita dei suoi avi, che hanno vissuto anche momenti di avventura e pericolo, Andriuoli racconta la storia dell’Italia. Particolare e interessante è l’episodio narrato che riguarda il periodo del brigantaggio, mai menzionato da alcuno prima d’ora. Nella sua ricerca Carlo Andriuoli ha ritrovato parte della famiglia emigrata negli Stati Uniti, in particolare il cugino Jim con il quale ha tenuto una fitta corrispondenza, e che arriverà in Italia - terra di nascita dei bisnonni - per la prima volta, proprio in occasione della presentazione del libro.
Categorie: Notizie Basilicata

Montemurro, a scuola di graffiti

Basilicatanet - 5 ore 11 min fa
E’ partita l’edizione 2017 della Scuola del Graffito Polistrato di Montemurro. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la realtà artistica creata dall’indimenticabile maestro Giuseppe Antonello Leone che va avanti, oramai da anni, grazie al supporto dell’amministrazione comunale di Montemurro. Realtà che ha reso il borgo della Valle dell’Agri un museo a cielo aperto con opere di ampie dimensioni realizzate da artisti nazionali ed internazionali affisse nei suoi angoli più suggestivi. "L’edizione - si legge in una nota stampa - è stata inaugurata lo scorso 21 agosto presso l’ex-convento di San Domenico in un incontro in cui sono stati illustrati i diversi momenti della rassegna che durerà fino al prossimo 31 agosto, i suoi protagonisti e il tema che ispirerà le opere: Archivio risignificazione  “L’evento si rinnova nel centenario della nascita di Giuseppe Antonello leone – spiega Mimmo Longobardi, componente della commissione artistica della Scuola –  e il tema di quest’anno si propone di onorarlo attraverso un incontro/lettura ravvicinato degli artisti invitati con la sua opera artistica e la sua esperienza umana, esplorando il concetto che gli era proprio della Risignificazione , viaggiando tra le sue opere visive e poetiche, arricchendo e dando continuità, con un proprio lavoro, al grande Archivio esperienziale che Antonello ha lasciato e che continua a crescere con i graffiti montemurresi”. “Un percorso di slow art – continua - che, con tempi misurati, ha generato passioni e collaborazioni di operatori locali e artisti italiani ed esteri fino a realizzare una proficua residenza d’arte che, oltre a produrre opere che oggi caratterizzano l’identità del paese, ha creato processi relazionali che impollinano e ibridano i percorsi personali e collettivi”. Tre sono gli artisti invitati in questa edizione: Angelo Leonardo (Sicilia), Gian Luca Brando (Maratea) e Francisco Salas Quesada (Spagna) giovani e noti sulla scena internazionale. Vi è anche come osservatore interessato ad interscambi internazionali artistici tra America Latina e Montemurro, il maestro Francesco Grigolo, musicista milanese direttore artistico del programma di formazione  e musica “Fronteras Musicales Abiertas”.
Per Gerardo Del Castillo, artista messicano, invece si tratta di un ritorno dopo aver partecipato all’edizione 2015 e 2016. Afferma: “L’arte è uno strumento importante per la tolleranza, lo scambio di idee. La Scuola del Graffito è un esempio che va preservato e fatto crescere. Giuseppe Antonello Leone ha insegnato a leggere, a reiventare”. 
Pasquale Napolitano, studioso di design e comunicazione visiva, ha presentato i suoi video girati durante le tre ultime edizioni della Scuola del Graffito. Reportage che mostrano le fasi di preparazione dei materiali, gli artisti alle prese con la realizzazione del graffito, il paesaggio della Valle dell’Agri e i momenti tipici della vita di paese.
Sostegno all’iniziativa è stato ribadito dal presidente della locale pro loco Fabio Pardi e dal sindaco di Montemurro Senatro Di Leo che vede in questa esperienza un futuro progetto di scuola-lavoro e un rifacimento della cartellonistica stradale a graffito.
La Scuola ha in programma per il futuro un corso sul graffito per professionisti in collaborazione con Arteteca che ha come obiettivo lo studio dei materiali base per creare le malte. Quest’anno è previsto un work shop aperto a tutti sulla tecnica del graffito polistrato.
Durante la serata è stato presentato “Un paese, una storia nella storia”, il volume che raccoglie le edizioni della Scuola dal 2013 al 2016 realizzato a cura della commissione artistica con fotografie di Fabio Calvino e impaginazione e grafica di Maria Leone. 
Rosellina Leone, in rappresentanza di tutta la famiglia, ha ribadito l’importanza della comunità montemurrese per la Scuola ed ha ringraziato coloro che operano in vario modo alla riuscita di questa realtà che impegna in modo attivo anche alcuni giovani montemurresi quali Lorenzo Chiavone, Valentina e Vincenzo Dibiase e Giusi Candia.
Categorie: Notizie Basilicata

Lovallo, su situazione igiene pubblica in città

Basilicatanet - 5 ore 19 min fa
Il consigliere comunale di Potenza, Nicola Lovallo (Pd) è intervenuto sulla situazione dell'igiene pubblica in città dichiarando che "la situazione dell'igiene pubblica in città continua a peggiorare. Si confermano i problemi connessi alla raccolta dei rifiuti e allo spazzamento, la città è sporca e la mancata manutenzione delle aree verdi contribuisce con le erbacce a offrire una immagine di degrado.
Tutto ciò - si legge nella nota -  evidenzia per intero i limiti dell'azione dell'Acta e appaiono sempre più evidenti gli errori delle scelte strategiche e organizzative messe in campo dall'amministrazione per l'azienda speciale. Stamane - ha detto - ho personalmente assistito in zona Sant'Antonio La Macchia, ma accade anche altrove, al carico manuale dei rifiuti in camion facendo saltare ogni regola per la raccolta differenziata.
La situazione è grave nei quartieri urbani ma è altrettanto grave nelle aree rurali e nelle nostre frazioni sempre più prive dei servizi di pulizia. A tutto ciò si somma la grave disattenzione e la mancanza di interventi verso emergenze come quella dello sversamento di liquami denunciata in Corso Garibaldi.
Tutto ciò, aggravato dalle alte temperature previste anche per i prossimi giorni, mette a repentaglio la salute dei nostri concittadini e l'immagine stessa della città. Ho già chiesto  - ha concluso - di convocare in tempi brevissimi un'apposita seduta della commissione consiliare ambiente e sanità per discutere con assessore e uffici della grave situazione e di come l'amministrazione intende operare".




Categorie: Notizie Basilicata

LA FONDAZIONE FRANCESCA DIVELLA OSPITA IL PROFESSOR MICHELE MAIO

Basilicatanet - 5 ore 23 min fa

Il 1 settembre, alle ore 18.30, nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi, a Matera, la Fondazione Francesca Divella ospita il professor Michele Maio, direttore del Centro di Immunoterapia Oncologica, unico in Italia, del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena.
"Si tratta - si legge in una nota della Fondazione - di un importante momento di divulgazione scientifica e informazione medica, legato ad innovativi e sempre più efficaci approcci di cura dei tumori di cui però ancora troppo poco si parla, sia tra gli addetti ai lavori che nell’opinione pubblica, e per questo aperto a tutti, con l’auspicio di una massiccia partecipazione collettiva".
Maio, a Matera, intervistato dal giornalista Sergio Palomba, presenterà il suo libro “Il corpo anticancro” (Piemme), scritto a quattro mani con Agnese Codignola.
"Il libro parla di un nemico, di un’arma segreta e di una speranza. Il nemico è il cancro: la malattia contro cui si combatte da lungo tempo. Le armi della scienza medica sono sempre più efficaci, eppure il nemico non è ancora stato sconfitto".

Categorie: Notizie Basilicata

Braia: la ricerca incontra le imprese agricole di Basilicata

Basilicatanet - 5 ore 32 min fa
“Competitività, ricerca e innovazione: alta e qualificata la partecipazione al bando relativo alla sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e gestione dei gruppi operativi PEI” del Psr Basilicata 2014-2020. Sono, infatti, n. 28 i progetti presentati, per un totale di 376 partner coinvolti su tutto il territorio regionale e un investimento complessivo di oltre 7,1 milioni di euro. La ricerca sosterrà la realizzazione e lo sviluppo delle  filiere agroalimentari lucane, rappresentandone l'aspetto legato all’innovazione.”           
Lo dichiara l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.
“E’ riuscita l'operazione - prosegue l’Assessore Braia - di cui possiamo ritenerci per ora molto soddisfatti, come Dipartimento Agricoltura, di compattare ed unire il comparto della ricerca di Basilicata e interregionale (Università della Basilicata ma anche le Università di Foggia, Bari, Napoli, Salerno e delle Marche, CNR, CREA, ENEA, IZS di Puglia e Basilicata, AGROBIOS, ALSIA) per metterlo al servizio delle filiere del settore agroalimentare, evitando la possibile frammentazione esasperata e la proliferazione di progetti.
Con visione lungimirante abbiamo fortemente voluto per questo bando una grande novità di approccio: tutta la ricerca che sarà effettuata tramite i progetti della sottomisero 16.1 sarà trasferita, al termine degli stessi, nella  disponibilità della Regione Basilicata, che potrà a suo piacimento continuare la fase di trasferimento delle conoscenze e applicazione all’agricoltura ed alle aziende del comparto di appartenenza, attraverso le proprie agenzie (Alsia).    
Finalmente il sistema delle imprese private ha incrociato un sistema per la prima volta organizzato della ricerca, con cui, in partenariato, mettere in campo il meglio delle esperienze con una visione integrata sui temi prioritari per lo sviluppo del comparto agricolo della nostra regione.
Gestione colturale sostenibile modelli innovativi, competizione, gestione razionale della risorsa idrica, trasferimento tecnologico che renda operativa ed applicata la ricerca per gli agricoltori, sviluppo delle filiere, benessere animale, gestione dei reflui, tracciabilità, controlli e sicurezza alimentare, gestione della risorsa forestale, agricoltura sociale, biomasse e scarti per la produzione di energia sostenibile, agricoltura di precisione.
Sono questi i temi principali su cui verterà la ricerca su innovazioni di processo e di prodotto dei 28 progetti, di cui 2 relativi al comparto cerealicoltura, 2 per l’ortofrutta, 2 per la zootecnia da latte, 4 per quella da carne, 2 progetti riguardano il comparto vitivinicolo, 2 l’olivicoltura, 1 la filiera forestale, 4 le filiere minori (funghi, piante officinali ecc.) e 9 sono i progetti trasversali su più comparti.
La sottomisura 16.1, con una dotazione finanziaria di 2,8 milioni di euro, sostiene la costituzione e gestione dei Gruppi Operativi che realizzeranno il PEI  (Partenariato Europeo per l’Innovazione “Produttività e sostenibilità dell’agricoltura”) e che saranno impegnati nella realizzazione di progetti in materia di produttività e sostenibilità nel settore agricolo, forestale e dei territori rurali incoraggiando gli attori operanti a diversi livelli istituzionali, geografici e settoriali a collaborare al fine di creare sinergie e contribuire agli obiettivi di crescita e di sviluppo attraverso progetti concreti.  
L'auspicio - conclude l’Assessore Braia - è quello di semplificare ulteriormente il quadro complessivo, per ogni comparto, a valere sulla graduatoria finale per non disperdere nessuna progettualità ma anzi lavorare nella direzione del completamento sinergico della ricerca per settore e, soprattutto del trasferimento di conoscenze anche complementari.                        
Gli uffici procederanno con le fasi istruttorie e di controllo, al fine di poter pubblicare nelle prossime settimane gli elenchi dei beneficiari ammessi a finanziamento e l’elenco delle progettualità.”


Categorie: Notizie Basilicata

Matera: IL CORPO ANTI CANCRO

Basilicatanews - 6 ore 13 min fa
In programma il 1° settembre prossimo, alle ore 18.30, a Palazzo Lanfranchi, promossa dalla Fondazione Francesca Divella "IL Corpo anti CANCRO"  
Categorie: Notizie Basilicata

Potenza: Emergenza mini EOLICO

Basilicatanews - 6 ore 20 min fa
Convocata d’urgenza la III Commissione consiliare sull’impiantistica delle fonti rinnovabili dopo la sonora bocciatura del TAR. Dopo solo dieci minuti, la seduta è stata aggiornata.  
Categorie: Notizie Basilicata

Al via programma di formazione negli istituti penitenziari

Basilicatanet - 9 ore 4 min fa

Sviluppare esperienze di formazione professionale e di lavoro negli istituti penitenziari di Potenza, Melfi, Matera e nell’istituto per minorenni di Potenza. E’ quanto prevede il progetto “Vale la pena lavorare”, approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore Roberto Cifarelli. L’iniziativa, che avrà durata di un anno, è destinata a 410 persone e può contare su risorse del PO FSE 2014/2020 pari a circa 2,3 milioni di euro. Tale attività è prevista da un protocollo d’intesa tra la Regione Basilicata ed il Ministero della Giustizia, in linea con gli obbiettivi di reinserimento, sociale dei documenti di programmazione dell’Unione Europea. L’agenzia regionale per il lavoro e le transizioni nella vita attiva, LAB, è il soggetto attuatore. “La realizzazione delle attività – commenta l’assessore Roberto Cifarelli - riguarda la complessa questione dell’inserimento sociale e lavorativo dei detenuti, considerando l’istruzione, la formazione professionale ed il lavoro come parti integranti e centrali del trattamento penitenziario nei confronti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, anche in forma alternativa. Di particola interesse è infatti il previsto raccordo tra i percorsi di formazione professionale, promossi a favore dei detenuti adulti e minorenni e degli ammessi a misure alternative con le reali esigenze occupazionali del mercato del lavoro regionale. Rilevanti – conclude Cifarelli – sono le previste relazioni operative fra i vari soggetti, pubblici e privati, che saranno in grado di offrire risposte articolate a tali bisogni sociali complessi, attraverso soluzioni innovative e interessanti”. I servizi si articoleranno in tre tipologie: formazione; work experience e stage/tirocinio. I servizi di formazione saranno svolti in aula e laboratorio presso le strutture penitenziarie. La work experience consisterà in un percorso formativo individuale che con azioni di orientamento, formazione on the job, grazie ad un contatto diretto con la realtà lavorativa. Lo stage/tirocinio sarà attuato con modalità di formazione in azienda o presso le strutture limitative della libertà personale. Case Management e Prison Farm consistono infine nella presa in carico di detenuti ospiti delle case circondariali al fine di sostenerne l'inserimento lavorativo sia fuori dal carcere, attraverso i servizi alternativi territoriali, che dentro il carcere. Queste nel dettaglio le strutture coinvolte: Casa Circondariale di Potenza (sezione maschile e femminile); Casa Circondariale di Matera; Casa Circondariale di Melfi; UEPE Potenza; UEPE Matera; IPM Comunità minori; USSM.
Categorie: Notizie Basilicata

Senise: ’Alta Moda Italiana sfila sull’acqua

Basilicatanews - 10 ore 24 min fa
Il Mito delle Origini della Magna Grecia ispirano “La Notte Veste Senise” VI edizione - Senise (PZ) 22 agosto 2017 alle ore 20.30   
Categorie: Notizie Basilicata

Montalbano, il 24 agosto "Mille anni:l'inizio"

Basilicatanet - 10 ore 49 min fa
 “Mille anni: l’inizio”. E’ con il monologo interpretato da Egidia Bruno che, giovedì 24 agosto, continua il viaggio di “Occhi aperti: Francesco Lomonaco dal pensiero al teatro”, la rassegna teatrale estiva organizzata dall’Ensemble Teatro Instabile in collaborazione con l’amministrazione comunale- assessorato alla Cultura. Egidia Bruna - spiegano gli organizzatori - lucana doc e interprete raffinata, sul palcoscenico sotto le stelle dei Giardini delle mura medievali, propone uno studio tratto dal romanzo vincitore del premio Campiello 2007 “Mille anni che sto qui” di Mariolina Venezia che ne ha curato anche drammaturgia e regia.
Il monologo racconta le vicende di una grande famiglia lucana, dall’Unità d’Italia alla caduta del muro di Berlino. Tutto parte da Carmela, protagonista del monologo, una contadina che vive a Grottole, nei pressi di Matera, e viene sedotta dal signorotto locale, da cui ha sei figlie e un figlio maschio: dalla nascita del figlio, al mancato matrimonio, fino alla vecchiaia, il monologo tocca tre momenti cruciali della vita della donna, ripercorrendo gli anni dell’unità d’Italia. Carmela, la capostipite, è raccontata come un personaggio dell’immaginario di Gioia, la sua ultima discendente, che guarda alla sua storia familiare per tirare le fila della sua vita. Carmela sta partorendo per l’ennesima volta. Sarà ancora una femmina, o il maschio tanto atteso? 
Don Francesco Falcone, il signorotto che l’ha sedotta e a cui ha dato già sei figlie, la sposerà e riconoscerà le bastarde solo se lei darà alla luce un maschio… Lo spettacolo si caratterizza per una particolare attenzione all’aspetto vocale e rituale della parola: la lingua usata è il dialetto parlato in provincia di Matera e la narrazione, intessuta di filastrocche, canzoni, versi per chiamare gli animali, formule, incantesimi e lamentazioni diventa testimonianza autentica di tempi e luoghi che segnano un’identità. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21. L’ingresso è libero.

Categorie: Notizie Basilicata

Picerno, il 25 e 26 agosto "Raccontiamoci la storia"

Basilicatanet - 10 ore 56 min fa
Il 25 e 26 agosto torna a Picerno “Raccontiamoci la storia”: una due giorni di incontri, eventi, enogastronomia e musica per ricordare i moti del 1799 e per mettere l'accento sui temi della legalità e della libertà.
“La città lucana - ricordano i promotori dell'iniziativa in una nota -  fu protagonista dei moti per la difesa degli ideali della Repubblica napoletana e sacrificò alcuni suoi cittadini sull'altare dei valori profondi della libertà. E sono proprio libertà e legalità due delle parole-chiave che l'amministrazione comunale vuole fare emergere negli eventi del 25 e 26 agosto in programma.
Si parte il 25 mattina, a Palazzo Mancini, sede del Comune, in piazza Plebiscito, con “Custodiamo la memoria, custodiamo il futuro”, incontro con gli Inti Illimani (storico gruppo musicale cileno) e la Fondazione Città della Pace. Gli Inti Illimani saranno protagonisti del concerto di apertura dell'evento, in programma il 25 sera alle 22.00, in un centro storico che si aprirà ai visitatori con un percorso enogastronomico.
Sabato 26 il teatro di Largo Portanova riceverà la sua nuova denominazione e diventerà per tutti “Teatro Peppino Impastato”, a conclusione di un percorso avviato nel 2016 con la partecipazione di Giovanni Impastato, fratello del giornalista vittima della mafia, ad alcuni eventi organizzati dal Comune a Picerno. Il Teatro ospiterà la premiazione del primo concorso letterario “Picerno 1799” e il concerto “Note d'estate”. Dalle 20.00 apertura del percorso enogastronomico e per concludere, alle 22.00, il concerto di Cisco e i Dinosauri.
“Da quest'anno il nostro 1799 si amplia fino ad assurgere simbolicamente a emblema delle rivoluzioni contro ogni oppressione e per la conquista della libertà; un tema assoluto, che deve essere costantemente sottoposto ai nostri giovani, in un tempo dai fragili equilibri e dalle minacce di ogni genere – sottolinea il sindaco di Picerno, Giovanni Lettieri -. Ricordare il 1799, così come onorare la memoria di Peppino Impastato, significa mettere in primo piano i valori su cui occorre continuare a fondare la nostra azione, di amministratori e cittadini, per immaginare un futuro migliore da consegnare alle giovani generazioni. Giovani che anche attraverso la musica possono imparare la storia e interpretare il senso di moti e rivoluzioni che da sempre sono sinonimo di coraggio e di voglia di libertà”.


Picerno, 22 agosto 2017 L'ufficio stampa
 
Categorie: Notizie Basilicata

"Bene Comune Viggiano" su licenziamento dipendenti Tecnoindustrie

Basilicatanet - 12 ore 1 min fa
La notizia del licenziamento dei lavoratori di TecnoIndustrie Viggiano, a seguito del mancato accordo sulla procedura di mobilità, riaccende le preoccupazioni delle comunità della Val d’Agri sul fronte dell’occupazione. E’ il commento dell’associazione Bene Comune Viggiano affidato ad una nota a firma del presidente Vittorio Prinzi per il quale è la prima avvisaglia di un autunno ancora più difficile per il lavoro.
"Senza alimentare contrapposizioni o “guerre tra poveri” è comunque intollerabile – è scritto nella nota – che operai della nostra zona e regione perdano il posto mentre nelle attività petrolifere lavorino cittadini extracomunitari o provenienti da Paesi Europei, disconoscendo professionalità ed esperienze acquisite dai nostri lavoratori negli anni. Non è certo questo un bell’esordio per le linee guida di validazione e certificazione delle competenze, approvate dalla Giunta regionale, come ha riferito il neo assessore Cifarelli, nell’ambito dell’attività per l’attuazione del sistema integrato “Drive” per la valorizzazione delle esperienze. Come non è di alcuna utilità il riconoscimento per la nostra regione ad essere tra le prime regioni del Mezzogiorno a dotarsi di un sistema completo di riconoscimento e certificazione delle competenze professionali se poi non si è in grado di ricollocare i dipendenti di TecnoIndustrie Viggiano in nessuno stabilimento di Viggiano o dell’altro comprensorio petrolifero Tempa Rossa.
Non possiamo accettare – dice Prinzi – la politica del gambero: un passo indietro perdendo posti di lavoro e uno avanti (tutto da verificare nei fatti) con l’impegno dell’ad Eni De Scalzi a nuovi investimenti e nuovi posti di lavoro. Noi siamo con gli undici lavoratori licenziati e le loro famiglie e continuiamo a sostenere la necessità di guardare al presente e futuro della valle oltre il petrolio".


Categorie: Notizie Basilicata

Tappa a Viggiano della kermesse canora “Star for Italy”

Basilicatanet - 12 ore 15 min fa
La Parrocchia della Madonna del Sacro Monte di Viggiano comunica che si è tenuta il 16 Agosto la kermesse canora “Star for Italy”, organizzata dall’Associazione Stop in Square in occasione della “Festa della solidarietà”.
“Tra le forme di povertà la peggiore, forse, è l’analfabetismo”, questa una delle frasi significative pronunciate sul palco da Don Paolo D’Ambrosio, Parroco della Parrocchia della Madonna del Sacro Monte di Viggiano, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune Varalla, per la ventesima edizione della festa,  tenutasi nella giornata. Da vent’anni, infatti, la diocesi di Viggiano, è impegnata a supportare spiritualmente e materialmente Padre Giuseppe Caso, originario di Marsicovetere, un padre missionario che con grande dedizione aiuta ogni anno centinaia di bambini del Congo, non soltanto per limitarne la povertà garantendo loro cibo e assistenza, ma soprattutto per garantirgli istruzione. Per l’occasione speciale, con tema “Solidarietà”, in piazza a Viggiano si è svolta la V tappa della Kermesse canora “Star For Italy”, che con il suo tour in Basilicata ha dato vita ad un nuovo format di Show live fatto canzoni, spettacolo e divertimento, senza tralasciare spunti di riflessione sulla solidarietà, l’integrazione, la disoccupazione e l’emigrazione giovanile lucana. 
Un momento dedicato ad uno straordinario ritrattista di fama nazionale, il lucano Prof. Giuseppe Marchione, specializzato in ritrattistica olio su tela di personalità d’eccezione, tra le quali Papa Paolo I, Giovanni Paolo II e Papa Francesco. Serata dunque variegata quella di Viggiano, che è proseguita poi con la gara canora vera e propria, che ha decretato come vincitore il giovanissimo e talentuoso cantante Vito Girelli, ventiduenne di Pignola, già semifinalista nel 2015 nelle puntate televisive Sky del programma XFactor , di una puntata di The Voice in Spagna e fondatore di una compagnia teatrale.
L’obiettivo sarà arrivare alla finale del 3 Dicembre al Teatro Due Torri di Potenza, nella quale verranno decretati i 6 finalisti in partenza a Febbraio 2018 per Casa Sanremo, nello splendido scenario del Palafiori per  proclamare definitivamente la Stella per l’Italia 2018.
Categorie: Notizie Basilicata

Uilm Basilicata su lavoratori Tecnoindustrie di Viggiano

Basilicatanet - 12 ore 16 min fa
La Uilm di Basilicata rende noto che nella giornata di ieri si è concluso con il mancato accordo la procedura di mobilità, avviata il 29 maggio, dei lavoratori di TecnoIndustrie di Viggiano.
"La Uilm di Basilicata più volte, sia attraverso gli organi di stampa ma anche attraverso richieste di incontri ufficiali, ha cercato - sottolinea la stessa organizzazione sindacale in un comunicato - di evitare queste ulteriori perdite di posti di lavoro, in quanto non ritiene possibile che lavoratori qualificati, di alta professionalità, non possano né presso il Cova né presso il cantiere di TempaRossa trovare la giusta collocazione. In entrambi i casi si predilige, come spesso avviene, l’utilizzo di lavoratori extra regionali o addirittura lavoratori provenienti da altri Paesi europei e non solo. Abbiamo più volte ribadito la necessità di creare rete, una rete vera, di scambio di professionalità tra il Cova di Viggiano e il cantiere di TempaRossa. Nulla è stato fatto, nascondendosi o adducendo della scarsa professionalità dei lavoratori lucani o dietro le poche figure professionali, invece il licenziamento dei lavoratori della TecnoIndustrie dimostra il contrario, ovvero…. si licenzia anche quando c’è un’altissima professionalità.
La Uilm auspica che il nuovo assessore regionale alle Attività Produttive possa convocare urgentemente un incontro al fine di scongiurare questi undici licenziamenti che coinvolgono undici famiglie lucane e che nelle prossime ore riceveranno le lettere di licenziamento".


 








 
Categorie: Notizie Basilicata

MELFI IN PRIMA SERATA SU ITALIA 1: MERCOLEDI’ 23 ORE 21.00

Basilicatanet - 12 ore 21 min fa
Dichiarazione del Sindaco di Melfi Livio Valvano

“E’ stata una prova difficile ma avvincente. Una grande collaborazione collettiva che ha visto insieme istituzioni e cittadini.
La città di Melfi è stata all’altezza del compito, dimostrando di poter ospitare un grande evento ad alta complessità organizzativa. Non un semplice concerto di un solo artista, ma uno spettacolo nello spettacolo, dove i 14 artisti di primissimo piano sono stati il principale elemento, ma non il solo, di uno spettacolo televisivo vero e proprio.
Mercoledì sera andrà in onda la Basilicata degnamente rappresentata dalla città di Melfi che si è distinta per accoglienza, ordine, efficienza e cooperazione.
Un’immagine che rende giustizia di un’area che vuole avere l’opportunità di poter dimostrare il proprio valore.
Un grande sforzo profuso da moltissime persone, dentro e fuori le istituzioni, che hanno reso possibile l’accesso a un importante canale di promozione della nostra città.
I critici diranno che si è trattato di un episodio, un solo episodio di questo livello.
Bene, accettiamo la sfida, sicuri di poter raccogliere le energie di un tessuto sociale e imprenditoriale sempre più consapevole che la carta dello sviluppo in Basilicata e nel Vulture, come a Matera, si gioca sull’esaltazione dei propri valori e sulla valorizzazione dei propri gioielli.
Accettiamo la sfida sapendo che non saremo soli, per questo ancora più convinti che la vinceremo”.




Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page