Notizie Basilicata

Avigliano, premiazione progetto Scuola Conai “Riciclo di classe”

Basilicatanet - 1 ora 30 min fa
Mercoledì 31 maggio alle ore 11.30, presso la palestra della Scuola Primaria “Spaventa Filippi” di Avigliano, verranno premiate le classi 1A, 1B, 2A, 2B, 3A, 3B e 5A. Grazie al loro progetto, si sono infatti aggiudicate la vittoria tra tutte le classi prime, seconde e terze d’Italia che hanno partecipato all’edizione 2016-2017 di “Riciclo Di Classe”, l’iniziativa promossa da CONAI in collaborazione con il Corriere della Sera per sensibilizzare i bambini sulla raccolta differenziata e il riciclo.
Saranno presenti Chiara Morbidini, Ufficio Comunicazione CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi),  Vito Summa, Sindaco di Avigliano, Adriana Formetta, Dirigente scolastico della Scuola Primaria “Spaventa Filippi”, Annalisa Labella, docente della Scuola Primaria “Spaventa Filippi” che ha seguito le classi nella realizzazione del progetto, gli alunni delle classi 1A, 1B, 2A, 2B, 3A, 3B e 5A e i genitori rappresentanti di classe.

bas 02


Categorie: Notizie Basilicata

Comune Pz: passi carrabili, entro l'8 giugno la regolarizzazione

Basilicatanet - 1 ora 32 min fa
Scade l’8 giugno il termine ultimo per regolarizzare i passi carrabili abusivi, realizzati mediante collocazione di cartelli o divieti di sosta senza la relativa autorizzazione, producendo apposita domanda diretta a ottenere – sussistendone i presupposti – il rilascio dell’autorizzazione o della concessione, ovvero il rinnovo di autorizzazioni scadute da oltre un decennio. Si considerano infatti abusive le occupazioni: effettuate senza aver ottenuto il provvedimento di concessione del Comune, ovvero effettuate in modo difforme dalla concessione già rilasciata dal Comune, ovvero ancora per mancato rinnovo dell’autorizzazione rilasciata da oltre un decennio.
Per accedere alla regolarizzazione, gli interessati dovranno presentare all’Ufficio Viabilità del Comune, sito in Contrada Sant’Antonio La Macchia, l’apposito modello (reperibile anche sul sito istituzionale www.comune.potenza.it  Aree tematiche “Tributi Locali”  COSAP), compilato secondo le modalità specificate nell’avviso e corredato dall’attestazione dei versamenti dovuti.
Per ogni ulteriore informazione, è possibile rivolgersi presso gli uffici della sede comunale di Contrada S. Antonio La Macchia, piano terra, dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: mattina dalle ore 9,00 alle ore 13,00; pomeriggio dalle ore 16,00 alle ore 18,00, fax 0971415311, telefono 0971415312, mail sportellocosap@comune.potenza.it pec protocollo@pec.comune.potenza.it

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Manovra Province. Appello Upi per garantire servizi e sicurezza

Basilicatanet - 1 ora 54 min fa
“Oggi si discuteranno in Commissione Bilancio le misure destinate a risolvere la grave emergenza causata dai tagli irragionevoli ai servizi ai cittadini assegnati alle Province: ci rivolgiamo al Governo e al Parlamento facendo appello al loro senso di responsabilità. È l’ultima occasione che le istituzioni hanno per dimostrare di volere davvero garantire a tutti i cittadini il diritto allo studio, alla mobilità e alla sicurezza”.
È quanto comunica il presidente dell’Upi Basilicata Nicola Valluzzi, condividendo l’appello rivolto dal Presidente dell’Upi Achille Variati, alla vigilia della discussione degli emendamenti sulle Province al Dl 50/17, la cosiddetta manovrina, che dovrebbero contenere le misure necessarie ad assicurare a queste istituzioni le risorse aggiuntive indispensabili per la copertura delle funzioni fondamentali.
“Risorse – ribadisce Valluzzi – che non servono a mantenere un ente, ma a garantire i diritti delle comunità e dei territori che noi Sindaci alla guida delle Province siamo chiamati, senza alcun compenso, ad erogare. In questi giorni – conclude – abbiamo raccolto il sostegno a questa nostra battaglia di civiltà dei cittadini che amministriamo, dei rappresentanti delle imprese, di tutto il mondo della scuola e della società civile”.
Negli incontri con il Governo, con il Parlamento, con i partiti politici c’è stata, a parole, una presa d’atto dell’errore commesso con i tagli irragionevoli alle Province e la comprensione delle pesanti ripercussioni che stanno per questo subendo i cittadini: è il momento che dalle parole si passi ai fatti. Oggi dal Governo e dal Parlamento ci aspettiamo risposte chiare".

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Potenza, Acta: al via pulizia fontane cittadine

Basilicatanet - 1 ora 54 min fa
Nell’ambito dell’operazione “Potenza città pulita”, a potenziamento delle attività finalizzate al maggior decoro e pulizia della città , ACTA comunica che da ieri sono partiti i lavori di pulizia delle principali fontane cittadine ovvero interventi di lavaggio, rimozione rifiuti e pietrisco dalle vasche di contenimento delle stesse.
Le fontane interessate sono le seguenti: Parco Montereale,Parco Europa Unita, Scalinata cento scale Leoncavallo, Parco tre Fontane, Villa S. Maria,  Bucaletto, Malvaccaro, C.so XVIII Agosto (di fronte CCIAA), Via Vaccaro (presso uffici regionali), Piazza Duomo, Via Appia – Betlemme, Via Bonaventura; S. Antonio La Macchia.
“Con questi lavori  Acta – ha sottolineato l’Amministratore Unico Roberto Spera-  integra gli interventi di pulizia marciapiedi e cunette, della manutenzione del verde cittadino già partiti ad Aprile e che restituiscono ad occhi obiettivi l’immagine di una città già dal volto migliore. Abbiamo ritenuto necessario includere anche le fontane - ha detto Spera- poiché versavano in uno stato davvero critico e,  durante questo periodo, è necessario garantire  la piena fruizione di queste costruzioni di pregio e di importanza vieppiù storica a cui va tutta la nostra attenzione”. “ L’operazione “Potenza città pulita” continua nonostante l’implementazione della raccolta porta a porta e delle tante manifestazioni del Maggio potentino in itinere. Sono consapevole che sono ancora tante le zone della città che necessitano interventi analoghi, pertanto i prossimi mesi saranno di continuo interesse e dedizione al fine di migliorare una situazione annosa riguardo la pulizia e il decoro di Potenza”.
A tal proposito – conclude Spera- mi preme ringraziare tutte il personale e la struttura dell’ACTA per gli sforzi e gli impegni profusi in questi giorni”.  
Acta invita comunque i cittadini ad avere maggior rispetto e amore per la città evitando in tutti i modi di depositare rifiuti di ogni genere al suolo. Per questo rimane indispensabile e utile effettuare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti, i cui risultati iniziano a segnare punti  importanti. Sempre per quanto attiene questo servizio, Acta informa che l’Ufficio Start up , istituito per il supporto alla cittadinanza per tutto quanto concerne la consegna del materiale e relative informazioni sulla RACCOLTA DIFFERENZIATA RESTERA’ CHIUSO LUNEDI 29,  MARTEDI 30 MAGGIO E VENERDI 2 GIUGNO .
Durante gli altri giorni gli uffici saranno regolarmente aperti al pubblico.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Comune Pz: Provvedimenti e ordinanze per le festività patronali

Basilicatanet - 1 ora 55 min fa
“Affinché tutti possano vivere in maniera gioiosa questi giorni di festa, invito i nostri concittadini a osservare i provvedimenti che l’Amministrazione e i propri uffici hanno predisposto per garantire uno svolgimento sereno e una partecipazione ordinata a tutte la iniziative previste”. Così il Sindaco di Potenza Dario De Luca e l’assessore alla Cultura Roberto Falotico si rivolgono alla cittadinanza rendendo note le ordinanze disposte.
1) Nell’area del centro storico cittadino, in viale Dante e piazza Verdi dal 26 al 30 maggio dalle ore 17 alle ore 6 del giorno successivo, e lungo il percorso della Parata dei Turchi per il solo giorno 29 maggio dalle ore 17 alle ore 6 del giorno successivo, disposto il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche.
2)Nel centro storico, all’interno e lungo il perimetro circoscritto dalle seguenti vie: Corso 18 Agosto, via Beato Bonaventura, via Vescovado, discesa San Gerardo dall’intersezione con via Carlo Bo a quella con via Due Torri, via Due Torri, via 20 settembre, via Cairoli, via Alianelli, via 4 novembre, via Del Popolo; fuori dal perimetro indicato in viale Dante e piazza Verdi dalle ore 15 del 26 maggio e fino alle ore 24 del giorno 30 maggio è disposto il divieto di bivaccare o installare tende e altre strutture precarie per il pernottamento, per la dimora temporanea o per altro uso diverso. E’ fatto inoltre divieto di non accamparsi e di non sdraiarsi, anche su giacigli, cartoni, materassi, coperte, sacchi a pelo. Vietato l’utilizzo di bombole di Gpl o altri attrezzature utilizzabili per riscaldare o cuocere pasti.
3) Nel centro storico, all’interno e lungo il perimetro circoscritto dalle seguenti vie: Corso 18 Agosto, via Beato Bonaventura, via Vescovado, discesa San Gerardo dall’intersezione con via Carlo Bo a quella con via Due Torri, via Due Torri, via 20 settembre, via Cairoli, via Alianelli, via 4 novembre, via Del Popolo, dalle ore 16 del 26 maggio e fino alle 6 del 31 maggio è vietata la circolazione dei veicoli tranne che per quelli di: residenti, domiciliati, dimoranti, esercenti e dipendenti di attività commerciali, produttive e di servizio, oltre alle auto delle forze di polizia, i mezzi di soccorso e i veicoli autorizzati dall’Amministrazione comunale e dotati di pass. Anche verbalmente gli agenti di Polizia locale potranno autorizzare l’accesso per lo svolgimento di attività collegate alle festività patronali e quelle di carico e scarico. Istituito il cambio di senso di marcia in via Addone nel tratto compreso tra l’intersezione di via San Luca e piazzale Azzarà, e l’obbligo di svolta a sinistra per chi proviene da via Runcini. E’ disposta inoltre la rimozione con carro attrezzi dei veicoli che, nelle strade indicate, rechino intralcio alla manifestazione o alla normale circolazione, e di quelli non rientranti nelle categorie alle quali è consentito l’accesso.
4)in viale Dante dalle ore 16 del 26 maggio alle ore 24 del 30 maggio è istituito il senso unico di circolazione dall’intersezione con piazza Verdi all’intersezione con via Vaccaro; dalle ore 19 alle ore 24 dei giorni dal 26 al 30 maggio il divieto di transito in viale Dante, dall’intersezione con via Leonardo Da Vinci a quella con via Vaccaro; dalle ore 14 del 26 maggio alle ore 24 del 30 maggio il divieto di sosta con rimozione, sulla sinistra verso via Vaccaro da piazza Don Colucci fino all’intersezione con via Vaccaro, l’obbligo di svolta a sinistra verso via Leoncavallo per i veicoli provenienti da via Vespucci e via Manzoni; dalle ore 20 del 26 maggio alle ore 24 del 30 maggio il divieto di sosta con rimozione in piazza Verdi e via Verdi.
5) in occasione della Parata dei Turchi istituisce, a eccezione degli autoveicoli che esporranno il pass rilasciato dall’Ufficio Cultura per il 29 maggio:
- dalle ore 12 alle ore 22 il divieto di sosta con rimozione dei veicoli ambo i lati in viale Marconi, dall’intersezione con via Torricelli fino all’intersezione con via Torraca;
-dalle ore 15 alle ore 24 il divieto di sosta in via Viviani ambo i lati sino al distributore ‘Q8’, ad eccezione dei mezzi di soccorso sul lato a scendere verso il tribunale e sul lato opposto agli autoveicoli che trasportano disabili in possesso di contrassegno e/o in carrozzina ;
- dalle ore 14 alle ore 24 il divieto di sosta con rimozione dei veicoli ambo i lati in via Verdi e viale Dante;
- dalle ore 15 alle ore 24 il divieto di sosta con rimozione dei veicoli ambo i lati in via Vaccaro, dall’intersezione con viale Dante fino a Piazza Vittorio Emanuele II;
- dalle ore 15 alle ore 24 il divieto di sosta con rimozione dei veicoli ambo i lati in corso Umberto, dall’intersezione con piazza Vittorio Emanuele II fino alle intersezioni con via Viggiani e Portasalza-Via Mazzini;
- dalle ore 15 alle ore 24 il divieto di sosta con rimozione dei veicoli ambo i lati in: via Portasalza, dall’intersezione con via Mazzini fino all’ingresso di via Pretoria, via Pretoria, via Addone, via Scafarelli, largo Duomo, via Bonaventura, Piazza Bonaventura;
6)a eccezione degli autoveicoli che esporranno il pass rilasciato dall’ufficio Cultura istituisce per il giorno 29 maggio
- dalle ore 17.00 fino al passaggio della ‘Parata’ il divieto di transito ai veicoli in viale Marconi, dall’intersezione con via Torricelli fino all’intersezione con via Verdi;
- dalle ore 18.30 fino al termine della ‘Parata’ il divieto di transito ai veicoli lungo tutte le vie ove vige il divieto di sosta con rimozione dei veicoli;
- dalle ore 17.00 sino al passaggio della ‘Parata’ il divieto di transito ai veicoli nel tratto iniziale di via Sauro all’altezza dell’Archivio di Stato e su via Viviani, tranne il tratto prospiciente il distributore di benzina ‘Q8’, a eccezione dei mezzi di soccorso e degli autoveicoli che trasportano disabili;
- dalle ore 18.30 sino al termine della ‘Parata’, per consentire in caso di necessità il passaggio ai mezzi di soccorso, il divieto di circolazione dei veicoli lungo via Mazzini (dall’intersezione con via Angilla Vecchia all’intersezione con via Portasalza), l’obbligo di svolta a destra ai veicoli provenienti da via Torraca all’intersezione con viale Marconi (nei pressi della Questura),
- dalle ore 18.30 fino al termine della ‘Parata’ il divieto di transito ai veicoli in corso Garibaldi (dall’intersezione con Viale Marconi fino a piazza Vittorio Emanuele II in entrambi i sensi di marcia e da borgo San Rocco fino all’intersezione con viale Marconi solo in direzione dello stesso viale Marconi); via e piazza Crispi direzione via Manhes, via Manhes direzione via Acerenza e via Acerenza direzione via Addone, in discesa San Gerardo, dall’intersezione con via Carlo Bo fino all’intersezione con via Due Torri;
- dalle ore 18.30 sino al termine della ‘Parata’ il divieto di transito ai veicoli in via Vaccaro direzione piazza Vittorio Emanuele II dall’intersezione con via dei Frassini all’intersezione con viale Dante;
- dalle ore 18.30 sino al termine della parata l’obbligo di svolta a sinistra su via Mazzini ai veicoli provenienti da via Roma.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Scanzano Jonico, presentazione saggio di Pinto sul Centro sociale

Basilicatanet - 2 ore 2 min fa
Venerdi 2 giugno 2017, alle ore 18.30, nella Sala Riunioni del Centro Sociale Anziani - A.C. ‘Rocco Scotellaro’ di Scanzano Jonico (MT), ci sarà la presentazione dell’ultimo saggio storico di Raffaele Pinto dal
titolo: ‘Il Centro Sociale Anziani di Scanzano. Piccola storia di una grande idea’.
Introdurrà i lavori di presentazione il presidente pro-tempore del C.S.A. di Scanzano Mario Vitale e saranno al tavolo dei relatori Andrea Torraco, in qualità di moderatore,  Angelo Tataranno, come primo relatore, Carlo Spezzano, come secondo relatore, e l’autore del saggio.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Pro Loco, a Corleto Perticara corso di formazione dell'Unpli

Basilicatanet - 2 ore 10 min fa
Appuntamento il 28 maggio a Corleto Perticara per il Corso di Formazione "Sicurezza, Promozione e Qualità degli Eventi", organizzato da Unpli Basilicata e rivolto ai presidenti, ai dirigenti e ai volontari delle Pro Loco lucane.
Il fitto programma della giornata formativa, che inizierà alle ore 9 nella sala congressi dell'Hotel Convil di Corleto promosso in collaborazione con la Regione Basilicata, l’Apt Basilicata e la Pro Loco Corletana, grazie al sostegno della Bcc- Banca credito Cooperativo Basilicata, prevede, dopo i saluti istituzionali di Antonio Massari, sindaco di Corleto, di Antony Gallo presidente della Pro Loco Corletana, Rocco Franciosa, Presidente Unione Pro Loco Basilicata e di Giorgio Costantino direttore generale della Bcc Basilicata, diversi interventi programmati. Gianni Lacorazza coordinatore della comunicazione dell'APT Basilicata, presenterà il progetto "Basilicata Smart Community" e discuterà di  promozione territoriale e web marketing, mentre Rocchina Robilotta, tecnologa alimentare, si concentrerà sulla formazione in materia d’igiene e sicurezza dei prodotti alimentari nel volontariato associativo.
La giornalista Albina Sodo spiegherà come promuovere il territorio al tempo dei Social Media (Facebook, Twitter ed Instagram) e Vincenzo Lo Sasso, dottore tributarista e presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Unpli, affronterà la questione della Scia Telematica, della sicurezza nei luoghi di lavoro e illustrerà la normativa fiscale per sagre ed eventi.
“Obiettivo della giornata formativa – fa sapere Rocco Franciosa, Presidente Unpli Basilicata – è migliorare sempre più la qualità delle iniziative e delle manifestazioni, la professionalità dei volontari in ossequio alle normative vigenti sempre più impegnative, al fine di poter offrire all’interno dell’attività di animazione turistica dei borghi lucani una proposta adeguata alle giuste esigenze”. Al termine della giornata di formazione verrà rilasciato l'attestato di partecipazione all'incontro tecnico in materia d'igiene e sicurezza dei prodotti alimentari, valido per le attività di volontariato associativo.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Pd: Sarli e Carretta su situazione al Comune di Potenza

Basilicatanet - 2 ore 14 min fa
Il Capogruppo del Partito democratico nel Consiglio Comunale di Potenza, Gianpaolo Carretta, di concerto con il segretario cittadino del Pd, Enzo Sarli, comunicano che, “in esito alle consultazioni avute con il Sindaco della Città e con alcune forze di centro-sinistra, il Gruppo del Partito Democratico continuerà a svolgere un’azione politica di opposizione, sino al termine della Consiliatura, che si auspica si chiuda con la definizione del percorso teso al riequilibrio finanziario.
Al di là delle più volte evidenziate carenze di progettualità e di visione di città, che potessero ridisegnare il ruolo di Potenza nel nuovo millennio,  sono emerse le forti criticità riscontrate nella gestione di alcuni settori strategici, con particolare riferimento alle emergenze legate ai trasporti, alla viabilità e all'utilizzo delle somme previste nell'agenda urbana, ad oggi irrisolte.
Il Partito Democratico, al fine di evitare il voto anticipato ed il relativo commissariamento, aveva proposto un’intesa di natura esclusivamente programmatica sulle questioni amministrative non più rinviabili per il bene della città; ma il Sindaco, al quale era stato chiesto di azzerare la Giunta, riducendola a sei componenti ( nel tempo del dissesto e dei soli quattro Dirigenti di settore) a fronte degli esistenti nove Assessori, nonché l’avvicendamento in particolare per la delega alla mobilità, non ha dato riscontri positivi, né ha ritenuto di formulare contro-proposte.
Ha dimostrato così, da un lato, di non apprezzare la proposta del PD che aveva inteso aprire un confronto sui bisogni della città, dall'altro di ignorare il significato politico delle proposte politico-programmatiche avanzate dal PD  e da una parte importante di tutto il centro-sinistra, dando spazio alle inopportune richieste di postazioni finalizzate alla sola gestione del potere, che vengono da alcuni settori della sua stessa maggioranza.
Pertanto, il PD, nella dialettica del confronto interno, eserciterà esclusivamente la sua funzione di opposizione critica e costruttiva in uno alle altre forze di centro-sinistra, che condivideranno tale posizione.
Si auspica  che tutte quelle forze che si collocano all’estrema sinistra in campo nazionale e gli Assessori provenienti da liste di centro-sinistra che sostengono questo Governo, guidato da un Sindaco di destra, ne traggano coerentemente le conclusioni, aprendosi ad una nuova fase politica, guardando al futuro del centro-sinistra e soprattutto a quello della città”.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Giornata del Sollievo, a Venosa iniziativa dell’Asp

Basilicatanet - 2 ore 22 min fa
“L’Azienda sanitaria di Potenza organizza un evento informativo e divulgativo domenica 28 maggio 2017 alle ore 12,00 a Venosa. La manifestazione curata dalla UOC Oncologia Critica Territoriale Cure Domiciliari e Palliative dell’ASP in collaborazione con l’Associazione “Gigi Ghirotti” aderisce alla XVI Giornata Nazionale del Sollievo presentata ieri a Roma in una conferenza stampa al Ministero della salute alla quale ha preso parte il Direttore Sanitario dell’ASP Massimo De Fino alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin”. Lo rende noto l’Asp.
“L'iniziativa coinvolge più attori che mettono in rete le proprie peculiarità per produrre azioni mirate.
L'ASP, che attraverso la sua UOC di riferimento (Oncologia Critica Territoriale, Cure domiciliari e Palliative, pone in essere atti di gestione diretta di ammalati terminali e non, soprattutto a domicilio; in particolare, esegue Cure Palliative Specialistiche tra le quali spiccano gli impianti domiciliari di accessi venosi ecoguidati;
L’Associazione “Gigi Ghirotti Basilicata” che si occupa di malati terminali, sia a domicilio che in Hospice, attraverso azioni sussidiarie alle normali attività cliniche svolte dall’ASP: volontari formati coadiuvano i sanitari portando sollievo a tali pazienti, facendo loro compagnia o alleggerendo gli oneri dei familiari anche mediante banali azioni di supporto; inoltre si stanno eseguendo a letto, bagni caldi, a domicilio mediante uno strumento portatile "portato a casa".
Il Comune di Venosa è Citta del Sollievo e, come tale, implementerà le azioni di supporto al sistema attraverso la messa a disposizione delle proprie infrastrutture.
La Chiesa Cattolica che, mettendosi in rete, darà modo di creare un'offerta completa di assistenza spirituale e nel contempo renderà più capillare l'intera assistenza ai malati più indigenti e soli.
L'azione congiunta di questi 4 soggetti, a cui si aggiungeranno risorse provenienti da altre onlus, renderà il sistema delle cure palliative domiciliari più completo e articolato, ma soprattutto ad alta umanizzazione intrinseca.
Stand allocati sul sagrato della Chiesa Madre di Venosa (Città del Sollievo), informeranno i cittadini sulla costituzione di tale rete, attraverso distribuzione di materiale divulgativo. Il Direttore Generale dott.. Giovanni Battista Bochicchio dell'ASP, Il Direttore della UOC di riferimento aziendale dott. Gianvito Corona, Il Presidente della Gigi Ghirotti Basilicata Antonio Maglione, il Parroco della Cattedrale di Venosa don Felice Dinardo, esporranno le ragioni della nascita di tale rete attraverso una tavola rotonda all'aperto”.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Usi civici, Lavello avvia procedure legittimazione beni immobili

Basilicatanet - 2 ore 33 min fa
“Non accadeva da un decennio che in Basilicata si arrivasse alla redazione ed approvazione di una perizia demaniale generale comprendente un intero territorio comunale, come nel caso del Comune di Lavello, primo comune ad aver avviato le procedure di legittimazione dei beni immobili gravati da usi civici.”
Lo comunica Luca Braia, assessore regionale alle Politiche Agricole e Forestali.
“L’esame favorevole della perizia è un passaggio importante che avvia il percorso per la successiva approvazione da parte della Giunta Regionale, dopo un periodo di pubblicazione presso il Comune di Lavello durante il quale la cittadinanza, gli imprenditori agricoli, le associazioni di categoria, i sindacati e il mondo dei professionisti e tecnici possono esprimere le loro osservazioni.
La perizia di Lavello, che riguarda la sistemazione definitiva di tutte le questioni demaniali rimaste irrisolte sin dall’epoca delle leggi eversive della feudalità del 1806, è stata presentata nel 2007 ma a causa di una serie di difficoltà burocratiche non era stata mai compiutamente esaminata dall’Organismo Tecnico Regionale, ricostituito nel febbraio del 2017. Si portano oggi a legittimazione quindi alla liberazione dal vincolo della demanialità e della inalienabilità, oltre 1000 ettari di terreno dislocati in svariate località dell’agro di Lavello, per una stima di valore dei beni di oltre 1,4 milioni di euro.
In tempi brevi saranno valutate anche le altre dieci perizie presentate che, tra l’altro, una volta definite, consentiranno a moltissimi agricoltori di legittimare il possesso dei terreni occupati senza titolo o con titolo nullo. Ringrazio gli uffici dipartimentali guidati dal dirigente Antonio Soldo per il lavoro che stanno portando avanti relativo alla ampia tematica degli usi civici.
Un nuovo impulso ed un’accelerazione nella predisposizione ed approvazione delle perizie demaniali generali dei vari comuni della Regione - afferma Braia - verrà dall’imminente approvazione da parte del Consiglio Regionale della nuova legge sugli usi civici il cui DdL è all’esame della terza Commissione Permanente. Un DdL che, pur mantenendo alto il livello di tutela ambientale dei beni, metterà in campo una serie di misure (contribuzione ai comuni, riduzione, in determinati casi, dei costi per le legittimazioni, ecc.) per agevolare la soluzione di diversi problemi per i cittadini con terreni di uso civico, mettendo fine ad  antiche e storiche questioni.
Finalmente, a breve, i cittadini interessati potranno avere il possesso di terreni che spesso lavorano da decenni, con la possibilità di potersi candidare e partecipare, tra le altre cose, ai bandi di investimento del Psr Basilicata 2014-2020.
Le terre civiche che resteranno nella disponibilità del Comune di Lavello, con una superficie di circa 250 ettari, potranno essere utilizzate al fine di creare sviluppo, economia e lavoro per le nuove generazioni.”


bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Pisticci: PISTA MATTEI: Dai banchi di scuola dell’Istituto Tecnico

Basilicatanews - 6 ore 42 min fa
Dai banchi di scuola dell’Istituto Tecnico “Loperfido-Olivetti” di Matera all’ “aula volante”:
Categorie: Notizie Basilicata

Unicef provinciale Potenza: incontri a scuola su naufragi migranti

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 18:42
"In prima pagina su tutti i quotidiani italiani oggi, ancora una volta, articoli e foto di migranti che muoiono annegati nel Mediterraneo. I barconi della salvezza sono, ancora una volta, barconi della morte.
Trafficanti senza scrupoli - si legge in una nota dell'Unicef provinciale di Potenza - continuano ad accumulare denaro bagnato dal sangue da tante vittime innocenti. In occasione del G7 che comincia il 26 maggio 2017 a Taormina, Unicef Italia ha chiesto a tutti i suoi Comitati provinciali di sensibilizzare i bambini e i ragazzi su questo dramma. Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale di Potenza, con Giuseppe Russo e Anna Maria Giambrocono, ha raccolto questo invito. Secondo le ultime stime dell’UNICEF non meno di 200 minorenni sono morti dall'inizio del 2017 lungo la pericolosa rotta del Mediterraneo Centrale che va dal Nord Africa all’Italia: in media, più di un bambino al giorno. Questi dati vengono lanciati in occasione del vertice G7 che ha luogo domani e dopodomani a Taormina, in quella Sicilia divenuta simbolo per la crisi dei rifugiati e migranti in Europa. Tra il 1° gennaio e oggi oltre 50.000 rifugiati e migranti sono arrivati in Italia via mare, con un incremento del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Fra loro sono circa 5.500 i minorenni non accompagnati e separati (+ 22% rispetto al 2016). Il 92% di tutti i minori giunti in Italia via mare hanno affrontato questa durissima prova da soli.
Justin Forsyth, Vicedirettore generale dell’UNICEF, ha dichiarato:«Un numero record di 26.000 bambini non accompagnati e separati è arrivato in Italia lo scorso anno, ma se il trend attuale continuerà, questo dato sarà ampiamente superato nel 2017. Non è un record di cui andare fieri, ma un monito del nostro fallimento collettivo nell’assicurare a questi bambini rifugiati e migranti sicurezza e benessere.»
La preside Carmela Cafasso dell’Istituto Comprensivo Don Milani di Potenza, scuola amica dell’Unicef, ha autorizzato Coviello e i suoi collaboratori a tenere tre incontri oggi con gli alunni della scuola media e della scuola primaria di Vaglio di Basilicata. I docenti coordinatori Dutto e Carucci, con la preziosa collaborazione di tutti gli insegnanti e dei bidelli, hanno raccolto i ragazzi e, con l’aiuto di Lavagne Interattive multimediali, il Comitato Provinciale ha raccontato con video, poster e materiale cartaceo il lavoro dell’Unicef nel Mediterraneo con la guardia costiera italiana. Il professor Coviello ha sottolineato che mentre si tenevano gli incontri bambini, volontari e personale della Guardia Costiera Italiana hanno dato vita a un'iniziativa simbolica sulla spiaggia di Sant'Erasmo, a Palermo: la messa in acqua e il salvataggio, da parte dei bambini, di numerose barchette di carta per ricordare le migliaia di bambini che rischiano la loro vita nel Mediterraneo e per lanciare un messaggio ai leader del G7 affinché intervengano per proteggere questi bambini.
Con lo slogan “ I bambini con le barche devono giocare, non morire”, dopo aver ascoltato con un cartone animato la storia della piccola Malak, siriana profuga di 7 anni che in mare ha perso la mamma, hanno costruito con carta bianca e colorata tante piccole barchette. Sulla fiancata hanno scritto lo slogan e il loro nome.
Con tutti gli alunni e i docenti della scuola media - prosegue la nota dell'Unicef provinciale di Potenza -  il professor Coviello ha letto e commentato il documento che un gruppo di ragazzi, riunitidall’Unicef, hanno scritto ai grandi della terra in occasione del G7 di Taormina . «È giusto che i leader del G7 si incontrino in un posto così simbolico e significativo per quella che è diventata una delle più grandi crisi del nostro tempo- ha detto ancora Justin Forsyth. Questo è il loro momento per dimostrare una leadership concreta che adotti un piano di politiche efficaci per aiutare a garantire sicurezza ai bambini rifugiati e migranti.» Prima del Summit del G7, l’UNICEF ha incontrato gli sherpa degli Stati del G7 nelle loro capitali, chiedendo di sostenere la leadership dell’Italia e di adottare i 6 punti dell’Agenda d’Azione dell’UNICEF per proteggere i bambini rifugiati e migranti:Proteggere i bambini rifugiati e migranti, in particolar modo quelli non accompagnati, da sfruttamento e violenza; Porre fine alla detenzione dei bambini richiedenti lo status di rifugiato o migrante; Tenere unite le famiglie, come migliore mezzo per proteggere i bambini e dare loro il riconoscimento di uno status legale; Consentire ai bambini rifugiati e migranti di studiare e dare loro accesso a servizi sanitari e sociali di qualità; Chiedere di intraprendere azioni sulle cause che spingono a movimenti di massa di migranti e rifugiati; Promuovere misure che combattano xenofobia, discriminazioni e emarginazione nei Paesi di transito e di destinazione.
In questo documento i ragazzi chiedono integrazione e non solo accoglienza per gli immigranti, una pace vera e durevole per tutti, per tutti istruzione,diritto alla salute,dialogo.
Partendo dal documento, che è accompagnato da una lettera dei ragazzi a papa Francesco, i ragazzi hanno discusso, con l’aiuto di video dell’Unicef di parità di trattamento, delle spose bambine e delle ragazze rapite e stuprate da Boko Haram, hanno potuto vedere ragazzi come loro che in Siria, Pakistan vivono in campi profughi".

Bas 05
Categorie: Notizie Basilicata

Smau 2017: aperta manifestazione interesse per Start Up e Pmi

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 17:54
La Regione Basilicata, in collaborazione con SMAU, e con il coinvolgimento di Sviluppo Basilicata SpA, società in house alla Regione Basilicata, ha aperto una manifestazione di interesse rivolta alle startup lucane interessate a prendere parte a SMAU Berlino nei giorni 14-15-16 giugno prossimi e SMAU Milano 2017 nei giorni 24-25-26 ottobre prossimi.

CHE COSA E’ SMAU OGGI
SMAU è oggi la più articolata piattaforma italiana di incontro e matching dedicata all’innovazione per le imprese e gli enti locali; si articola in un Roadshow annuale di appuntamenti territoriali, un evento internazionale multiregionale a Milano e una tappa a Berlino. Con oltre 50.000 imprese provenienti da tutti i settori merceologici coinvolte ogni anno nei suoi appuntamenti, SMAU è la piattaforma di riferimento per dialogare direttamente con i sistemi produttivi sui temi dell’innovazione.

PARTECIPAZIONE STARTUP
Si possono candidare le startup in possesso dei seguenti requisiti:
attive negli ambiti di:
- Aerospazio
- Automotive
- Energia
- Bioeconomia (Agrifood e Chimica verde)
- Industria turistica, culturale, creativa
- Industria 4.0
- Fintech
- Fashion Design
che abbiano interesse allo sviluppo internazionale e buona conoscenza della lingua inglese.

La valutazione sarà effettuata da un comitato congiunto composto da SMAU e da Regione Basilicata, assegnando un punteggio per ciascuno dei seguenti elementi (tra parentesi indicato il peso percentuale di ciascun criterio):
- contenuto innovativo del prodotto o servizio (30%);
- prodotto o servizio b2b (20%);
- disponibilità di referenze (clienti) o, in alternativa, aver ricevuto già un investimento di 500k euro (30%);
- prodotto o servizio pronto per il mercato (20%).

Le startup selezionate saranno coinvolte in una serie di attività e momenti di networking che si svolgeranno durante gli eventi SMAU, per stimolare il loro incontro con gli investitori finanziari (business angel, venture capital, fondi di investimento) ma anche industriali (grandi corporation interessate a lavorare con le startup o ad acquisirne delle quote entrando nel loro capitale sociale).

Come fare per presentare la propria candidatura
Le startup in possesso dei requisiti indicati potranno inviare la propria manifestazione di interesse alla partecipazione agli eventi SMAU inviando una e-mail a startup@smau.it entro sabato 3 giugno pv indicando:
- nome della startup
- provincia di appartenenza
- anno di fondazione
- prodotto o servizio che si desidera presentare (breve descrizione)
- settore di appartenenza (ad esempio: Industry 4.0, Agrifood, ecc.)
- breve spiegazione per ciascuno dei seguenti requisiti utili alla valutazione (max 700 battute spazi inclusi per ciascun requisito):
• contenuto innovativo del prodotto o servizio (30%);
• prodotto o servizio b2b (20%);
• disponibilità di referenze (clienti) o, in alternativa, aver ricevuto già un investimento di 500k euro (30%);
• prodotto o servizio pronto per il mercato (20%).

La Segreteria SMAU, in collaborazione con Regione Basilicata, selezionerà le startup da coinvolgere nelle diverse iniziative in programma durante l’evento. La partecipazione ai diversi momenti di incontro e networking per le suddette startup sarà gratuita, escluse le spese di viaggio e alloggio, che restano a carico della startup.

Per informazioni:
-Alessandra Trivellato, e-mail: alessandra.trivellato@smau.it - cell. +39 342 8107579
-Sviluppo Basilicata Anna Verrastro, e-mail anna.verrastro@sviluppobasilicata.it 0971 506649

Bas 05

Categorie: Notizie Basilicata

Fita Cna, Zaccaro confermato presidente

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 17:28
"Ha avuto luogo nei giorni scorsi l'Assemblea della FITA l'Unione Cna delle imprese operanti nel trasporto delle merci e delle persone operante in seno alla Cna, in vista del congresso quadriennale elettivo che si svolgerà al principio del mese di luglio. Donato Zaccaro dell'omonima Impresa dei F.lli Zaccaro è stato confermato Presidente". Lo rende noto la stessa Cna in un comunicato stampa.
"Completano il gruppo dirigente di Cna Fita Antonio Labbattaglia quale Vice Presidente, e Antonio Staffieri quale Componente.
Sempre nel corso della medesima assemblea sono stati eletti i portavoce dei Mestieri che insieme al trasporto merci compongono l'Unione: si tratta di Giovanni Damasco per il settore NCC Auto e Bus, di Luigi Chiffi per il settore taxi e di Paolo Santeramo per il settore delle motocarrozzette NCC.
Ai lavori hanno preso parte anche il Presidente provinciale Leo Montemurro e quello regionale Giovanni Coretti.
Nel corso dell'’Assemblea sono stati discussi diversi argomenti di interesse per la categoria quali la necessità di essere sempre più informati e formati rispetto alle numerose norme la cui attuazione è spesso fonte di difficoltà per gli imprenditori associati e per i propri dipendenti, come ad esempio le problematiche legate ancora oggi all'utilizzo del cronotachigrafo digitale.
Tema sempre caro e dibattuto è quello della battaglia per il riconoscimento della obbligatorietà delle tariffe minime per viaggiare in sicurezza e del gasolio professionale, il rispetto dei tempi di pagamento, il costo degli adempimenti burocratici che riguardano ad esempio la Carta di Qualificazione del Conducente, la necessità di favorire l'ingresso nel mondo del trasporto di giovani sempre più qualificati; al riguardo bene ha fatto a giudizio dei partecipanti all'Assemblea il Comitato Centrale per l'Albo degli Autotrasportatori a dar vita al progetto sperimentale, di concerto con le Associazioni di rappresentanza del mondo del trasporto e con le Scuole Guida, che si pone l'obiettivo di formare 600 giovani a servizio delle imprese del trasporto merci conto terzi.
Altro tema affrontato nel corso dell'Assemblea quello relativo alle innovazioni tecnologiche che ormai già da qualche tempo accompagnano anche gli imprenditori dell'autotrasporto nella loro azione quotidiana la cosiddetta "Smart Specialization on the truck". Dibattuto anche il tema della sostituzione dei veicoli Euro 3 che sarà possibile ancora utilizzare non oltre la fine dell'anno 2018. Particolare rilievo è stato posto dal Presidente Zaccaro unitamente al Presidente provinciale Cna Leo Montemurro rispetto alla grande adesione registratasi a livello provinciale, con adesioni anche da parte di imprese della vicina Puglia, alla Class Action promossa dalla Cna Fita Nazionale nei confronti delle case costruttrici di autocarri DAF, MERCEDES, IVECO, MAN, VOLVO, RENAULT TRUCK E SCANIA,accusate di aver falsato il mercato attraverso un accordo illegale per controllare in rialzo i prezzi di vendita dei mezzi. Fita Cna Matera ha assistito oltre 30 imprese per 120 mezzi con una richiesta di risarcimento pari ad 8 milioni di euro
Da ultimo ma non meno importante è stato sollevato il problema del riconoscimento di "lavoro usurante" ovvero della possibilità di fruire di un anticipo dell'età pensionabile anche da parte degli imprenditori artigiani e non solo per i dipendenti con qualifica di autista delle medesime imprese".
bas04
Categorie: Notizie Basilicata

A Palazzo San Gervasio si presenta volume su Camillo D'Errico

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 17:02
 Il 30 maggio alle ore 18.00, la Pinacoteca d’Errico si riapproprierà della scena culturale lucana. In occasione di quell’appuntamento, infatti, verrà presentato il prestigioso volume Camillo d’Errico (1821-1897) e le rotte mediterranee del collezionismo ottocentesco (Foggia, Claudio Grenzi editore, 272 pagine), curato da Elisa Acanfora e Mauro Vincenzo Fontana e realizzato grazie a una fruttuosa collaborazione tra il Comune di Palazzo San Gervasio, l’Ente Morale Camillo d’Errico e l’Università degli Studi della Basilicata (Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo).
Uscito a corollario dell’omonimo convegno internazionale di studi promosso a novembre scorso dall’Ente Morale d’Errico in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata, e concepito come un’indagine a vasto raggio sul collezionismo nazionale e internazionale nel XIX secolo, il testo ha portato a risultati di notevole interesse su questo fenomeno, che, non ancora massivamente indagato, ha offerto nuovi spazi di manovra. E, insieme, tale ricognizione ha permesso di leggere la preziosa raccolta d’Errico, il suo creatore, nonché la stessa famiglia palazzese, mettendone a fuoco gli orizzonti, che non furono per nulla marginali, ma che, anzi, attraverso le relazioni accertate con la capitale partenopea, si legarono alla circolazione mediterranea del gusto e della cultura del collezionismo.
Accanto ai contributi di Elisa Acanfora e di Mauro Vincenzo Fontana, il volume raccoglie gli interventi di alcuni affermati specialisti sull’argomento, tra cui Marta Ragozzino, Elena Silvana Saponaro, Andrea Leonardi, Gioacchino Barbera, Pierluigi Leone de Castris, Almerinda Di Benedetto, Nadia Barrella, Gonzalo Redin Michaus, Sandro Debono, Francesco Canestrini, Adriano Amendola e Cristina Galassi.
Oltre ai due curatori, per l’occasione saranno presenti Michele Mastro, sindaco di Palazzo San Gervasio, Marta Ragozzino, direttore del Polo Museale della Basilicata e Mario Saluzzi, conservatore dell’Ente Morale Camillo d’Errico.
bas04
Categorie: Notizie Basilicata

Bernalda, approvato nuovo regolamento per mercato coperto

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 17:01
“Approvata nell’ultimo Consiglio Comunale del 19 maggio scorso la delibera di adozione del nuovo regolamento per il mercato coperto. L’esigenza – scrive il Comune di Bernalda in una nota - nasce dalla necessità di rendere tale struttura più competitiva nei confronti della grande distribuzione di beni e servizi, focalizzando la tipologia del commercio su alcuni punti di forza: ampia gamma merceologica dei prodotti offerti, genuinità e qualità dei prodotti, economicità e convenienza dei prezzi, trasparenza e particolarità della contrattazione, vicinanza del servizio e risparmio sui tempi destinati all’acquisto, assistenza negli acquisti e rapporto personalizzato con il venditore, motivi di svago e di socialità. Attualmente nel Mercato coperto sono in esercizio solo sette box in concessione pluriennale ed uno assegnato a rotazione ad alcuni produttori agricoli, tutti collocati al piano terra della struttura e le tipologie merceologiche esistenti sono tutte ricomprese nel settore alimentare.
La Giunta Tataranno – continua la nota del Comune - ha scelto di avvalersi dal gennaio scorso della collaborazione del dr. Rocco Melissa, dipendente del Comune di Pisticci, per l’elaborazione di un programma finalizzato ad una verifica di riqualificazione ed ammodernamento dell’attività di commercio in grado di potenziare l’attrazione ed il livello di funzionalità. Obiettivi precipui: ridurre le evasioni dei consumi, garantire adeguati livelli di fatturato agli operatori, integrare l’offerta dei mercati con quella della rete distributiva comunale su aree private e migliorare l’efficienza del servizio reso attraverso l’introduzione di nuove tipologie merceologiche.
L’esperto, in un primo momento, ha effettuato il monitoraggio della struttura, individuandone i punti di forza e di debolezza, attraverso due metodi: l’impiego del “mystery shopper”, un finto consumatore che simula l’esperienza del cliente tipo e l’indagine, a mezzo di un questionario, con lo scopo di definire un “comune sentire” del bernaldese relativamente al ruolo e sulla funzione del mercato coperto (per le interviste sono stati utilizzati quattro ragazzi dell’Istituto Tecnico Commerciale inseriti in un progetto di “alternanza scuola lavoro” ed una signora in collaborazione nel progetto “reddito minimo di inserimento”).
Sulla base dei risultati ricavati da entrambe le esperienze è stata formulata una proposta, condivisa con gli operatori del mercato coperto. Il nuovo regolamento del mercato coperto, pertanto, risulta fondato su alcuni aspetti ritenuti qualificanti: esercizio dell’attività in tutti i box, eliminazione del vincolo di merceologia, ampliamento dell’offerta commerciale, introduzione di attività paracommerciali, istituzione di un mercatino esterno alla struttura da svolgersi 2 giorni a settimana. A breve sarà pubblicato il bando di assegnazione dei box, che sarà esperito almeno due volte all’anno nel caso rimangano dei box vacanti.
Per favorire il dialogo con gli esercenti, anche in vista dell’elaborazione del Piano Commerciale che sarà applicato sull’intero territorio comunale, sarà istituita la Consulta dei commercianti”.
bas04 
Categorie: Notizie Basilicata

Morto Alessandro Zaccara, ex sindaco di Roccanova

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 16:56
 E’ morto stamattina , all’età di 82 anni, Alessandro Zaccara sindaco di Roccanova dal 1975 al 1999. "Protagonista indiscusso della vita politica ed amministrativa di Roccanova - si legge in una nota - era stato eletto per la prima volta a 39 anni nelle fila dell’allora Partito comunista italiano. Rieletto cinque anni dopo, poi ancora nel 1985 e nel 1990, sempre in una lista del Pci. Infine riconfer¬mato primo cittadino in una lista del Pds. Un quarto di secolo, durante il quale Alessandro Zaccara (Sandrino per tutti) ha dimostrato giorno dopo giorno, un impegno costante e assiduo, fatto di approfondimenti e studi, quando bisognava affrontare nuove questioni, ed intuizioni e valutazioni politiche ponderate ed attente quando ad essere prese in esame dovevano essere situazioni amministrative che richiedevano una visone di largo respiro. Un primo cittadino che non ha mai “alzato la voce”. Anzi è stato sempre rispettoso di tutti, a cominciare dagli avversari politici e verso i gruppi di-minoranza. Proprio questi aspetti hanno fatto di Alessandro Zaccara, “il sindaco di tutti” - come tutti infatti lo hanno sempre definito: amici di partito e avversari. La sua dedizione a curare sempre con attenzione la cosa pubblica ed il rapporto sempre intenso anche con gli uffici provinciali e regionali, nonché il suo impegno nei vari organismi delle associazioni autonomistiche (Anci, Lega delle autonomie locali, comitato regionale di controllo) hanno fatto di Alessandro Zaccara un sindaco stimato e ammirato in tutta la regione Basilicata".
bas04 
Categorie: Notizie Basilicata

Legacoop festeggia i 140 anni della società MS Cesare Pozzo

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 16:53
"Oltre 180mila soci per un totale di 400mila assistiti: sono i numeri della Cesare Pozzo, la più grande società italiana di mutuo soccorso che sabato 27 maggio, a Casa Cava a Matera a partire dalle ore 10, festeggia 140 anni di storia. Il sodalizio è nato infatti nel 1877 come associazione dei macchinisti e fuochisti delle ferrovie, per poi aprirsi gradualmente prima a tutti i ferrovieri, poi ai lavoratori nel settore dei trasporti e infine, dal 1995, a tutti i cittadini. La mutua, aderente a Legacoop, oggi soddisfa i bisogni nel campo della sanità integrativa attraverso una serie di prestazioni e di servizi destinati ad alleggerire il peso economico delle spese sanitarie sostenute dal socio e dall’intera famiglia". E' quanto si legge in un comunicato dell'Ufficio stampa di LegaCoop. 
In Basilicata sono circa 1.400 i soci aderenti e oltre 5mila le persone assistite dalla Cesare Pozzo, che ha una sede sia a Potenza che a Matera. Nel 2016 sono stati erogati in regione sussidi per un importo superiore ai 160mila euro, comprese 58 borse di studio destinate ai figli dei soci che si sono particolarmente contraddistinti in ambito scolastico.
“La mutua Cesare Pozzo incarna i valori della cooperazione, saldandosi sul concetto di reciproco aiuto e sul principio ispiratore della ripartizione del bisogno all’interno di un gruppo di persone auto organizzate”, dichiara Paolo Laguardia, presidente di Legacoop Basilicata. “La società rappresenta oggi – aggiunge Laguardia – un fondamentale punto di riferimento per le cooperative, in particolare quelle sociali, perché è in grado di gestire i fondi sanitari integrativi e le coperture collettive aziendali originate dai contratti collettivi e dagli accordi o dai regolamenti aziendali”. “È una realtà solida ed efficiente, come dimostra lo storico traguardo raggiunto, e in un periodo purtroppo caratterizzato da un aumento delle famiglie in condizioni di disagio economico che rinunciano alle cure sanitarie, la sua funzione assume notevole importanza”.
Dopo i saluti del sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, dell’assessore alla salute e vicepresidente della Giunta regionale Flavia Franconi e del vicepresidente nazionale di Legacoop Carmelo Rollo, prenderanno parte all’evento Armando Messineo, presidente nazionale della società Cesare Pozzo, Stefano Maggi, presidente della Fondazione Cesare Pozzo per la mutualità, e Placido Putzolu, presidente della Federazione italiana mutualità integrativa volontaria. Coordina l’iniziativa il conduttore e giornalista Alessandro Cecchi Paone.
bas04 
Categorie: Notizie Basilicata

Amabili confini, successo dei primi due appuntamenti

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 16:50
 “Calorosa e molto sentita è stata la partecipazione popolare ai primi due appuntamenti della Seconda Edizione di Amabili Confini, progetto culturale di rigenerazione delle periferie di Matera attraverso la narrazione collettiva, realizzato e promosso dall’associazione Gigli & Gigliastri”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa degli organizzatori.
“Martedì 23 maggio – si legge nella nota - si è tenuto il primo appuntamento nella sede dell’Associazione Anziani di Matera, accanto alla Guardia Medica di Villa Longo. La scrittrice Donatella Di Pietrantonio ha incontrato gli abitanti dei quartieri Serra Rifusa, Villa Longo e Platani, condividendo con loro emozioni e pensieri raccolti attorno al tema cardine di quest’anno. Ad aprire l’incontro la proiezione del video realizzato da Videouno, a cura del giornalista Pasquale Doria, che raccoglie alcune testimonianze sulla vita di quartiere e l’intervista all’esperto di tradizioni popolari Angelo Sarra. Dei sei racconti pervenuti dalla prima delle cinque macroaree in cui la città è stata suddivisa, sono stati letti i testi di due giovani studentesse: il racconto sorteggiato Terra di Alessia Trezza, che narra dell’incontro tra Marco e Afuz e della polarità del loro rapporto con la stessa terra, da cui l’uno vuole scappare e a cui l’altro vuole giungere; il racconto selezionato Sole di paglia di Annachiara Clementelli, che affronta invece il tema della morte “immaginata” di un proprio caro. Sono stati ricordati anche Foglie gialle di Giuseppe Fiore, La terra di Anna Maria Colangelo e Le belle città d’Europa della giovanissima Doriana Amenta. Tutti i racconti della seconda edizione saranno successivamente inclusi in un’accurata antologia.
Dopo aver ascoltato e commentato i racconti dei quartieri materani a cui è stata “abbinata”, mercoledì 24 maggio al Museo Nazionale Archeologico “D. Ridola”, Donatella Di Pietrantonio ha presentato L’arminuta, pubblicato nel 2017 da Einaudi. Il romanzo, ambientato nel ’75 secondo i ricordi della protagonista, narra di una ragazzina “ritornata” che cerca ostinatamente di aggrapparsi a ciò che resta di due famiglie che l’hanno abbandonata. Un’opera forte, sul lato più oscuro della maternità, che ha ricevuto ottime recensioni ed è attualmente in vetta alla classifica dei romanzi più venduti. Incontro toccante ed emozionante, sia per l’autrice sia per il pubblico attento alle letture ed alle riflessioni che ne sono scaturite. Nata nel 1963 ad Arsita, in provincia di Teramo, Donatella Di Pietrantonio vive a Penne, in Abruzzo, dove esercita la professione di dentista pediatrico. Ha esordito con il romanzo Mia madre è un fiume (Elliot 2011, Premio Tropea). Con Bella mia (Elliot 2014) ha vinto il Premio Brancati ed ha partecipato al Premio Strega.
Il programma della seconda edizione proseguirà con gli appuntamenti pomeridiani del primo e 2 giugno con Elena Stancanelli, dell’8 e 9 giugno con Elena Varvello, del 15 e 16 giugno con Gianni Biondillo e del 23 e 24 giugno con Viola Di Grado. Gli scrittori incontreranno il pubblico sia nei quartieri, in veste di curatori dei racconti estratti e ad essi abbinati, sia in luoghi storici e rappresentativi della città per la promozione del proprio ultimo romanzo. Per la realizzazione del progetto e per precisa scelta degli organizzatori, Amabili Confini non fruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale solo di contributi di partner privati".
bas04 
Categorie: Notizie Basilicata

A Pomarico apre l’asilo nido “Il Bruco”

Basilicatanet - Gio, 25/05/2017 - 16:34
Si inaugurerà venerdì 26 maggio alle ore 18 “il Bruco”, l’Asilo Nido e Sezione Primavera di Pomarico, allocato nello storico Palazzo Glionna, nelle vicinanze della centrale e maestosa Chiesa Madre.
 Il servizio di asilo nido si integrerà anche con attività pomeridiane per bambini più grandi.
 Tutto questo è stato possibile grazie al Fondo delle Politiche della Famiglie della Regione Basilicata che ha previsto un finanziamento per la ristrutturazione del Palazzo storico “Glionna”, di proprietà del Comune di Pomarico e l’affidamento della gestione dell’Asilo Nido al Consorzio la Città Essenziale e alla cooperativa “Il Puzzle” che lo gestirà.
E’ un caso virtuoso di progetto di Finanza e di co-progettazione di pubblico e privato dove il pubblico ha messo a disposizione risorse economiche ,un immobile di proprietà da riqualificare attivando un nuovo servizio sociale attraverso la gestione del privato sociale cooperativistico.
Rappresenta un esempio virtuoso, come altri della cooperazione lucana, dove il pubblico mette a disposizione luoghi in abbandono e utilizza in modo temperante le risorse economiche. "E' fondamentale però che la Regione dia uno "scatto di reni" all'utlimo miglio per legittimare la vitalità cooperativa sociale attraverso l'istituto dell'accreditamento" - dichiara il Presidente del Consorzio La Cittá Essenziale Giuseppe Bruno -. "Oggi infatti - prosegue Bruno - grazie al lavoro proficuo realizzato dalla Regione con le parti sociali e del privato sociale, si è potuto ammodernare il sistema socio assistenziale e educativo e a breve si auspica anche in quello socio-sanitario, ma il lavoro profuso, che si attendeva da quasi un ventennio, ora deve essere finalizzato. Legittimare quanto la cooperazione ha prodotto, sotto tutti i punti di vista nelle comunità, innalzando l'asticella qualitativa e soprattutto consentendo la stabiltà del welfare lucano che produce effetti diffusi di sviluppo economico e occupazionale".
bas04
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page